17
dic 2018
CATEGORIA

Hellas Verona

COMMENTI 114 Commenti
VISUALIZZAZIONI

11.938

L’ALTALENA DI GROSSO E DEL VERONA

Non me la sento di decretare la guarigione del Verona. Contro il Pescara i gialloblù di Grosso hanno vinto con merito, dopo qualche sofferenza iniziale, ma ho l’impressione che la strada verso la vetta e la promozione diretta sia ancora lunga e piena di ostacoli. Rispetto a Benevento l’Hellas ha compiuto un passo in avanti, giocando a tratti con autorevolezza e sicurezza, ora serve continuità (di prestazioni e risultati).

Inevitabilmente ogni giudizio è condizionato dal risultato. Contro il Benevento avevo visto una squadra ancora convalescente. Contro il Pescara, alla lettura della formazione, ho pensato: “Solita girandola, soliti problemi”. Mi sono dovuto ricredere con il passare dei minuti. Danzi ha trovato il gol, Gustafson ha fatto un buon filtro e ha dato discrete geometrie da play basso. Zaccagni ha confermato le sue qualità. Il centrocampo insomma ha superato brillantemente la prova e lo stesso si può dire della difesa. Certo, Ragusa da terzino ha concesso qualcosa in fase di contenimento, ma è risultato utile nelle ripartenze, quando c’era da spingere (quello che ha sempre fatto Crescenzi). L’arretramento dell’ex Sassuolo poteva sembrare un azzardo, si è rivelata una mossa azzeccata.

Resta da chiedersi perché Grosso ci abbia messo così tanto per capire che Dawidowicz è un difensore centrale e che in mezzo al campo conviene schierare gente con i piedi buoni. Ma il mio dubbio più grande è un altro. L’allenatore ha trovato l’assetto più adatto o continuerà nella sua girandola di giocatori e formazioni? L’altalenante andamento del Verona è legato anche e soprattutto alla condotta del suo tecnico. Variare giocatori, ruoli, posizioni, titolari e riserve, porta più problemi che vantaggi. Temo che Grosso non la pensi così. In ogni caso c’è solo un modo per mettere tutti d’accordo: vincere sul campo e centrare l’obiettivo fissato ad inizio stagione.

Le ultime due vittorie hanno solo rimesso in corsa il Verona, ma l’obiettivo è ancora lontano.

11.938 VISUALIZZAZIONI

114 risposte a “L’ALTALENA DI GROSSO E DEL VERONA”

Invia commento
  1. Maria scrive:

    Ciao a te

    Il mio nome è SIRINGUO MARIA e sono originario dell’Italia e attualmente vivo in Francia, e lavoro come segretario esecutivo in un istituto di credito e aiuto finanziario in partnership qui in Francia, con la Banca (Banque Boursorama) . Facciamo prestiti tra individui a un tasso del 3%. Un prestito non è un regalo, deve essere guadagnato e rimborsato al momento giusto Il primo pagamento viene effettuato in 3 mesi dopo l’ottenimento del prestito e l’anticipo è esattamente il 2% dell’importo del prestito, obbligatorio e inagibile Quindi, sono le nostre condizioni e gettare un’occhiata al mio profilo prima di contattarmi, questa è la mia professione da 2 anni, efficiente e garantita. Il mio aiuto è valido solo per le persone di buona fede. E tu, vuoi un prestito? In tal caso, contattami tramite il mio servizio di messaggistica di Facebook per contattare la nostra gestione dei prestiti. Grazie e buona giornata a te . Watsaap: 0033753475310

    1. RobyVR scrive:

      L’è sta colpa dela pausa, Scometema? Cmq avanti i otimisti e i compralo ti el Verona.

      1. alkwor scrive:

        dell’intervista di Setti, mi ha colpito (ma era una conferma) la povertà intellettuale e culturale, le aspirazioni terra terra fin da quando era giovane.
        questo ci è e non ci fa.

        • GINO DAL BAR scrive:

          …a mi il “ci e’ o ci fa?” mi e’ sgorgato spontaneo nel leggere la critica a Mandorlini sulla gestione Iturbe…
          Iturbe ha lasciato Verona nel 2014…dopo di allora…disastro, adesso fa panchina addirittura in Messico…cioe’, le qualità le ha, le abbiamo viste tutti qua a Verona..e solo un allenatore e’ riuscito a fargliele tirar fuori…e grazie a lui, Setti ci ha guadagnato una discreta plusvalenza..ma niente, lu’, el riesse a criticarlo in stesso..compresa la gestione dei giovani…si beh, perché Giorgetto, la plusvalenza più grande della storia del Verona, l’ha fatto esordire e fatto zugar me nono…a gia’, ma Mandorlini l’avea dito che Donsah, se fosse rimasto a Verona, non avrebbe giocato titolare (e giornalisti che ancora se sbrega i cavei al pensiero…)…Donsah, me par mia che l’abbia vinto el pallone d’oro dopo Verona…quindi, forse, qualcosina, de giovani…el ghi ne capea…
          E Il paradosso è che ancora adesso alcuni giornalisti continuano a sostenere che Setti dovrebbe parlare … Ma se ogni volta che apre bocca dice puttanate (e questo non da oggi, che non se sbajemo, ma da quando è arrivato a Verona…)…ma lassilo taser in pace, per carita’…

          • alkwor scrive:

            Sì, dovrebbe stare zitto ed ingaggiare qualcuno in sintonia con i tifosi e soprattutto credibile per parlare al posto suo (Toni il nome più facile, ma lui ha scelto di mandarlo via pur di accontentare fusco).

        • viniciocaposhellas scrive:

          Anch’io sono deluso da quanto letto.
          Un bel tacer non fu mai scritto.
          Continui a recitar la parte del “muto di carpi”.

        • stefano 50/60 scrive:

          ciao Alkwor…..ha la tipica personalità che va di moda nel mondo attuale del “volere è potere”…”basta sognare lottare e realizzi”….”non ti curar di loro ma guarda e passa”……e altri discorsi e massime simili inventate da qualcuno col pelo sullo stomaco e il culo coperto…..per cotestui la colpa è sempre altrui, mai sua, si addebita i grandi disastri naturali , l inquinamento, etcetc ma mai le soperchierie e le cialtronate che fa per uso personale….buon ultima la continua polemica col Mandorla, testimonianza ulteriore di quanto sia contrario ad aver gente che pensa col proprio cervello…..le persone come lui, persone per modo di dire, chiamano condivisione la totale ed assoluta malleabilità degli altri verso sè……l ultima che mè toccato sentire a proposito della querelle Albertazzi dice tutto dell attuale proprietà…..tempi veramente grami…..non solo nel calcio….

          • bruce scrive:

            Per non parlare di come è stato (è) mobbizzato Pazzini in questi due anni (e non solo lui), Calvano titolare in Serie A solo per metterlo in mostra e poi venderlo al pollo di turno e per decenza voglio omettere tante altre porcherie. Purtroppo al giorno d’oggi la parola sport ha perso ogni significato e ad essere sinceri non si vede luce in fondo al tunnel…

        1. viniciocaposhellas scrive:

          Buon Anno,
          il Verona stà prendendo forma.
          Con il Foggia è stata una battaglia e siamo stati bravi e fortunati a portare a casa un punto.
          Speriamo di continuare in questo nuovo anno a vedere un Verona con un certo piglio.

          1. GINO DAL BAR scrive:

            …CAMBIALO…CAMBIALO…CAMBIALO STO TOOOPIC…FIOOO-RA-VAN-TI… STO TOPIC……CAMBIALO…CAMBIALO…CAMBIALO STO TOOOPIC…FIOOO-RA-VAN-TI… STO TOPIC… :D :D :D

            1. Giulio scrive:

              GRAZIE GINO !! Una boccata di ossigeno leggendo il tuo commento. Si vive sempre sotto questa cappa di negatività opprimente, che ti toglie il fiato e ti impedisce di gioire le rare volte che le cose vanno bene. Purtroppo sarà difficile che chi hai citato esca da questo atteggiamento di pessimismo e critica a tutti i costi che ormai è diventata un partito preso, una linea editoriale. Condivisibile per quanto riguarda la società e l’allenatore, ma che si ritorce anche sulla squadra che comunque andrebbe sostenuta e incoraggiata. Non voglio pensare a cosa faranno nel malaugurato caso (per loro) dovesse alla fine, nonostante tutto, andare bene…

              • bruce scrive:

                Se preferisci la linea editoriale di Telearena e del giornaletto locale accomodati, della serie mai prendere posizione su nulla così da poter avere sempre ragione senza perdere mai l’occasione per leccare il deretano al padrone di turno (Setti in questo caso), ad ognuno il suo.

                • GINO DAL BAR scrive:

                  …a parte che pero’ bisogna darghe atto che i e’ comunque sempre presenti sul campo in tutte le trasferte, comprese tutte quelle nei campassi del Sud (e non credo i abbia mai invita’ la gente a far trasferte “compatte” e ad abbonarse de meno….)…ma la loro linea editoriale e’sempre stata quella, accomodante, accondiscentente, mai (o quasi) critica…ma nonostante questo…non li ho mai visti far scenette ridicole in braghette curte su ‘na crociera pur de decantare le lodi de questa o quella societa…
                  …qua invece semo passa’ dall’apprezzare tutto, compprese le cose che andavano criticate, al disprezzare tutto sempre e comunque…
                  …ghe volarea semplicemente un pel de equilibrio, el ghe volea prima, come el ghe volarea adesso…tutto li’…

                  • bruce scrive:

                    Siccome la perfezione non è di questo mondo preferisco Telenuovo, anche perchè ognuno di noi si fa una personale idea indipendentemente da quello che gli viene propinato e sa valutare gli articoli buoni da quelli scadenti. La linea di Telearena invece è nella migliore ipotesi improntata sul grigio piattume, manca di spiriro critico che è il sale del giornalismo fatto come si deve e questo è molto più dannoso di un articolo magari fazioso ma che serve a svegliare le coscienze.

                    • bruce scrive:

                      Certo Simone, ma fare informazione corretta con il dittatorello che ci troviamo di fronte è impresa ardua anche perchè il primo ad essere poco limpido è proprio lui.

                    • Simone scrive:

                      Non è che se X fa un’informazione scadente, automaticamente Y allora la fa bene. Il livello del gruppo Athesis la si conosce. No ghe ciccia. Ma da sempre. Qua invece il livello è diventato ridicolo ormai. Sappiamo bene tutti che ormai scrivono con continuità , e sempre meno pure loro, quasi solo gli schierati del lamento cronico), e che molti ormai non scrivono più o sempre meno perché in questo clima diventa grottesco ed inutile qualsiasi commento “fuori sistema” del sito. Chiaro come il sole che vogliono alimentare, anche in modo artificiale (e questo è grave per una testata che si definisce giornalistica, e Bruce , non dire che non l’hai capito), il malcontento. Ed è sinceramente difficile capire dove partono le colpe societarie (che personalmente, come altri, ho sottolineato più e più volte negli ultimi anni – ma credo sia da fare in maniera precisa, personalmente non critico invece più di tanto la società perché segue alcune “tendenze” o obblighi imposte dal sistema calcio, lì c’è semmai da criticare il sistema calcio, ma sarebbe stato da fare per tempo – e qui a Verona non mi ricordo movimenti in questo senso-, non ora) e dove questo meccanismo perverso che sta davvero annientando, a mo’ di globalizzazione da web, quella che un tempo davvero era la mentalità che ci contraddistingueva. Per quanto mi riguarda, se voglio informarmi sul Verona lo faccio con un filtro personale. E quando posso mi informo su fonti esterne, che mi sembrano generalmente più equilibrate ed attendibili. Giusto così.

                    • GINO DAL BAR scrive:

                      …si, se l’articolo fazioso e’uno o qualcuno, ok, ma se sono praticamente tutti…capirai che usciamo dall’ambito del giornalismo corretto e dell’informazione (che la se faria sul campo…)…e se lo spirito critico lo usi sempre, ok, se te lu usi solo quando te fa comodo…anche li’ usciamo dal’ambito del giornalismo corretto…(athesis non i le usa mai, e i sbaglia de grosso anche loro…personalmente li seguo pocissimo)…
                      Anch’io sono dell’opinione che e meglio leggere tutto e farsi un’opinione propria, ma so che non e’cosi’ per tutti, che tanti si fanno condizionare e abboccano a tutto (semo nel mondo della faic nius, che tanti i le riceve su feisbuc, e le condivide senza neanche porse la domanda se sia una bufala o no…).
                      Qua sotto, per dire, uno el m’ha scritto che confondo el Verona con la squadra de Setti…solo per far un esempio dell livello de confusione che sta alimentando la linea editoriale de sta testata…

                    • bruce scrive:

                      *spirito

              1. GINO DAL BAR scrive:

                …leggevo su sto sito e su feisbuc i commenti per le multe ricevute dal Verona per la partita contro el Foggia.
                Gente che esulta ed e’contenta.
                Cioe’, contro il Foggia il Verona si e’ trovato contro una quaterna abitrale che si e’ lasciata non intimorire, ma terrorizzare dall’ambiente in cui si trovava ad arbitrare, permettendo che i giocatori del Foggia picchiassero in maniera invereconda per tutta la partita, non estraendo cartellini, e ammonendo piuttosto i giocatori del Verona che stavano subendo (5 ammoniti del Verona conto i 2 del Foggia)….
                …a bordo campo, ovviamente, chi era in panchina protestava, e il risultato sono state diffide, ammende ed espulsioni…cioe’, oltre al danno… la beffa…
                …cioe’ i ne maltratta, e i ne tol par el cul…e gente contenta…
                Ma dove semo arriva’?
                Qualche anno fa se parlava dellla “chievizzazione” di una parte della tifoseria del Verona, riferendosi a chi, nonostante fossimo torna’in A dopo anni, erano sempre pronti a lamentarsi sempre e comunque, tipo se non si faceva risultato a Inter o a Milan…
                …questa fase e’ stata raggiunta (gente che scrive che il Verona dovrebbe vincere tutte le partite…el Verona? Quel de born to tibular?…no, me spiase, avi’ sbaglia’indirizzo…Juventus stadium e tifoseria gobba… fa per voi…), e purtroppo, ampiamente superata…
                Semo alla “napolizzazione” de una parte della tifoseria del Verona…siamo arrivati al punto dove c’e’ chi critica per partito preso senza nemmeno guardare piu’le partite, che spera che le cose vadano sempre male, che storce il naso il caso di vittoria, e che prova persino un pelino di piacere quando il Verona perde…
                …ghe’personaggi che, senza nemmeno rendersene conto, sta odiando il Verona (confondendolo con Setti) …come un napoletano qualsiasi…
                E complimenti a chi, mediaticamente, con articoli o blog perennemente disfattisti, sta pompando e alimentando questo nuovo processo…
                …oramai, anche sesse arrivasse a ingaggiar Messi…i saria pronti a scrivar che i ha fatto mal…si perche’ i ha sbaglia’…i dovea tor Rolando Ronaldo…
                …veri veri compliments…
                …l’unica fortuna l’e’ che al stadio e in giro per l’Italia, sta gente non te la cati mia…fortunatamente i e’ fermi davanti a una tastiera, o inciode’ su una carega de uno studio televisivo…
                …se un giorno il magico mondo di internet dovesse scomparire…niente, probabilmente i se rendarea conto che…esiste la realta’…

                • RobyVR scrive:

                  Te confondi la squadra de Seti col Verona, più grave questo de esultar par ogni euro che i ghe tira via dale scarsele.

                • NIKE scrive:

                  Ti quoto in toto è per questo motivo che scrivo di meno sui blog di Telenuovo

                • stefano 50/60 scrive:

                  se te pol servir o tranquilizar Gino mi ho sperà de vinzar fin a l ultimo……e se anca spesso te me fe vegnar i ovi, se fa anca così ah miga lè nà malatia, la quaterna ma sora de tuto quei ambienti de camoristi mantegnudi violenti piagnie fotti e me fermo qua parchè lè meio, vorea vedarli sempre fora dal calcio che conta parchè ogni volta che a Verona tiremo un ruto sucede un casin, compreso quel merdina del vescovo se te te ricordi ben, ma quando da latre bande i mora corteladi pisoladi o investidi alora lè sfogo de gente sfortunada…ghe tegno anca a dirte che sto spetando che suceda qualcosa, tipo seti fora dal cazo, par tornar al stadio parchè la purga che me son imposto lè come la merda de gato……..e in ogni caso il mio amore per la maglia è caso mai cresciuto, nonostante chi vende i campionati par pagar i gropi, parchè a la fine questo è successo da anni enori…bon anno e SOLO VERONA….

                • bruce scrive:

                  Gino, quello che scrivi è corretto e condivisibile, i cretini i ghè dapartuto e oltretutto ripararsi dietro una tastiera per offendere gratuitamente è alla portata di tutti, credo anche inoltre che molti non siano tifosi dell’Hellas Verona ma questa è solo una mia opinione. Andando allo stadio e quando posso in trasferta posso tranquillamente affermare che la chievizzazione o napolizzazione (che iè la stessa roba) non esistono, al limite possono esserci momenti di esasperazione che però è una cosa un pò diversa ma dopo quello che è successo l’anno scorso mi sembra normale se uno ci tiene veramente. Ribadisco come ho detto più volte che venti o trent’anni fa Setti non avrebbe potuto girare per Verona, oggi per fortuna sua le cose sono cambiate e non so se in meglio o in peggio….

                  • GINO DAL BAR scrive:

                    …la differenza e’, secondo me, che prima si limitavano alla lamentela costante, e alla delusione ogni qualvolta non si vinceva….adesso semo quasi al tifar contro…al provar piacere nel lamentarsi e al trovare un altro che se lamenta uguale (tipo veciote che se cata in ospedale e fa a gara sul chi g’ha piu’ magagne…), e esser quasi delusi in caso di vittoria…
                    …non so, ma credo che chi abbia visto la partita di domenica, con un minimo de obiettivita’, se sia reso conto della situazione difficile in cui s’ha trova’ a zugar la squadra…un punto alla fine era il massimo che si potesse portare a casa…e sempre con un minimo de obiettivita’, anche il punto di Livorno, sesse guarda i risultati delle ultime partite del Livorno, non e’ piu’ l’armata Brancaleone di 2 mesi fa, e non e cosi’ facile batterli ultimamente (non ghe sta riussendo nessuno)…
                    …pero’, niente, va mia ben, un punto l’e’ poco, bisognava i fosse tre…e sesse vinze, l’e’ sta solo par culo, e sesse vinze zugando ben, niente bisognava far almeno 4 punti in una partita…
                    …boh, non capisso, de certo non riconosso niente del tifoso del Verona in sti atteggiamenti, ripeto, i me sembra piu’ comportamenti da Napoletani…
                    …e questo non per giustificare le scelte assurde e spesso cervellotiche de Grosso e della societa’…ma solo per restare ancorati alla realtà e a quel che succede davvero…

                1. Alkwor scrive:

                  Negatività, acredine, pesantezza…benvenuti su tg gialloblù

                  • pennabianca scrive:

                    Su un noto social la redazione di H.L. scrive : ” Ricordo nuovamente a tutti che chi oggi critica sempre e comunque, senza mai essere presente da anni e senza mai citare le fonti, facendo solo copia e incolla delle notizie altrui, era il primo ed unico a lodare il presidente Setti al suo arrivo a Verona!!! “

                  • RobyVR scrive:

                    Va dai giornalisti dela sala stampa post partia, là ghe grande amicissia e positività, ghe va ben tuto e na lecada no la manca mai.

                    • alkwor scrive:

                      Cosa c’entrano i giornalisti in sala stampa?
                      L’utente medio qui dentro è il pensionato incattivito che critica i cantieri.
                      E alcune prestigiose firme sono pure peggio.

                      • RobyVR scrive:

                        I cèntra, vaccadì se i cèntra. Se te vol lezar robe bele sensa comenti (che jè sempre censurè) va dai giornalisti dela sala stampa post partia, lori i fa sempre domande inutili ma gentili e i te fa vedar na realtà positiva. Altro che qua pien de gente catìa che comenta post catii de giornalisti rancorosi. Tra l’altro i te leca anca ti se te te meti vissin a lori, ghe lèngua par tuti da quele parti.

                  1. Alkwor scrive:

                    Non ho idea di quello che setti ha in mente a gennaio.
                    Però in questi anni la regola è stata: in serie A vendere, in serie B rafforzarsi.
                    Facile capire il perché: i giocatori di A si vendono meglio di quelli di B, ed in B si comprano a meno che in A.
                    Quindi un piccolo investimento può essere fatto anche dal micragnoso.
                    Staremo a vedere.
                    Intanto Buon Anno gialloblù!

                    1. bruce scrive:

                      Per andare in Serie A occorre che Grosso cambi totalmente modo di giocare o che in alternativa venga sollevato dal’incarico, se tanto mi dà tanto non succederà nè l’uno nè l’altro e quello che ci aspetta è un’uscita ai play off. Per quello che si è visto o meglio non si è visto in questo girone d’andata bisogna baciarsi le mani perchè abbiamo fin troppi punti, arrivati grazie alle prodezze di Silvestri e ad un Pazzini finalmente schierato titolare (la partita di ieri riassume perfettamente questo concetto). Auguri in anticipo a tutti di buon anno e Forza Hellas Verona!

                      1. GINO DAL BAR scrive:

                        …ma diaolo straporcasso…solo per dire che ignobile baraccone senza senso che l’e’ el mondo del balon…
                        Alora, se ti te ghe’ un cliente che el te fattura poco piu’de un milion all’anno, e el te paga a 180/240 giorni…e te ghi n’é un altro che el te fattura sui 4 milioni all’anno, e el te paga cash, contanti alla consegna…bon, per chi gheto un occhio de riguardo?
                        A logica, nel mondo normale, dove se usa la razionalita’ e el cervello….la scelta la dovaria mia esser difficile, era?
                        Bon, invece in serie B, quella merdaccia de Dasson el ghe da’ al Verona un TERZO dei schei che el Verona el ciapa con abbonamenti e biglietti (quei, pagamento cash alla consegna, e a chi ghe dai la priorita’?
                        Alla merdaccia balbettante de Dasson!
                        Cioe’, in dicembre, gennaio, febbraio, quando ghe fredo beco, i fa TUTTE, ma proprio TUTTE le partie in casa…de sera…quando, a logica, visto che dai tifosi te ciapi piu schei, te dovaressi avvantaggiare loro, tegnendo conto delle temperature del periodo e far zugar TUTTE, ma proprio TUTTE…le partie de pomeriggio…
                        No, niente, …come se non esistessimo…e avanti…e nisuni, nisuni, nisuni che dise mai niente… e demoghe anca i schei a sto putridume de pay tv…ma che le sc-iopesse tutte, diaolo straporco…almeno se tornarea a zugar tutti de domenica pomeriggio come l’era una volta…
                        Questi, per come la vedo mi, i saria i veri motivi per lassar deserti gli stadi SEMPRE!

                        • pennabianca scrive:

                          La cosa che fa vomitare, è il continuo riempirsi la bocca da parte degli addetti ai lavori di frasi fatte del tipo:
                          “La serie B, il campionato degli Italiani” oppure “riportiamo le famiglie allo stadio”…e tutti ad applaudire, a complimentarsi a vicenda, con pacche sulle spalle e sorrisi a trentadue denti.
                          Ipocriti con la faccia come il culo…
                          Mai come quest’anno il torneo cadetto ha assunto le sembianze di un circo, dove le stranezze e le storture, sono fatte passare per normalità, dove si cambiano le regole in corsa in maniera del tutto arbitraria senza che nessuno possa fare nulla..
                          Benvenuti nel calcio moderno e temo non sia ancora tutto..

                        • bardamu scrive:

                          brao, così dopo i le varda solo in tv…

                        1. bruce scrive:

                          Contento per la vittoria, analizzando la partita la differenza tra noi e loro è che noi abbiamo Pazzini e loro no. Resta inspiegabile (o forse no…) il fatto che il nostro capocannoniere debba spesso scaldare la panchina.

                          • bardamu scrive:

                            Perfetto.

                            • bruce scrive:

                              Molti esagerando hanno paragonato Di Carmine a Morante, in realtà di Carmine è un ottimo giocatore di Serie B ma nulla più, nel momento in cui Grosso motiva le continue esclusioni di Pazzini parlando di scelta tecnica (?!) temo dovremmo cominciare a preoccuparci….

                              • bardamu scrive:

                                Di Carmine l’anno scorso ha segnato una caterva di gol, tra l’altro in una squadra non di primissimo piano, quindi tanto scarso non dev’essere. Ma per quello che si è visto quest’anno gli preferisco Matos e Lee, col modulo attuale, piuttosto che lui a fianco di Pazzini, in un modulo a 2 punte.
                                Comunque questa è un’opinione, discutibilissima.
                                La scelta tra lui e Pazzini, sic stantibus rebus, invece, non è assolutamente opinabile.
                                Nel gioco del balòn la palla va buttata in rete.
                                Fine della discussione.

                          1. Alkwor scrive:

                            Voglio godermi i commenti dei brontoloni da tastiera oggi

                            1. pennabianca scrive:

                              Maxhellas…continuo qua se no se perdemo.
                              Ma secondo te lo striscione “FACCIAMO QUADRATO PER IL VERONA”, che tanti hanno osannato, quale significato ha?
                              Ognuno faccia ciò che vuole purchè si combatta setti, oppure stiamo tutti uniti (naturalmente nel limite del possibile) anche se non concordiamo sulla strategia perchè abbiamo un obiettivo comune, quello di allontanare l’attuale proprietà?
                              Se la tua risposta è la prima, alzo le mani…aribandus.. fate ciò che volete. Se invece per puro caso fosse la seconda, consentimi ma il tuo (mi riferisco a te ma naturalmente non sei il solo) modo di contestare è quanto meno atipico perchè come al solito si antepongono principi personali al bene del Verona.
                              Se la Curva Sud invita a non entrare allo stadio con il palermo e quasi tutta la tifoseria aderisce, il segnale che si fa pervenire a setti è “qua non se impasta fritole”. Se la stessa Sud il lunedì successivo chiede invece di entrare allo stadio, con un comunicato che ne spiega ampiamente il significato e si presentano 7/8 mila tifosi, il segnale che arriva è : tifoseria spaccata che non fa fronte comune, contestazione a metà, ergo ” ce l’hanno con me ma io li lascio fare” “tanto non riescono a mettersi d’accordo neanche tra loro ” (aggiungo io).
                              Così si rischia di sminuire in un sol colpo quello che di eccezionale (credo unici al mondo) è stato fatto.
                              Ma questo è il mio modestissimo parere, opinabile finchè si vuole, l’importante è che poi non si accusi la Curva Sud, i mitici campioni del passato, el poro Fenomeno che ha la sola colpa di esprimere il suo parere in maniera educata e rispettosa delle persone, di essere a libro paga di setti, perché la cosa sarebbe triste.
                              Stame ben e forza Verona.

                              • Maxhellas scrive:

                                Concordo con quanto dici, Pennabianca.
                                Sto infatti meditando su un rientro, anche se non ho ancora deciso, in considerazione del mutato atteggiamento della Curva.
                                Se si tratta di entrare per fare tutto ciò che è possibile al fine di dargli fastidio, ci posso stare.
                                Purtroppo questo non è stato l’atteggiamento fino al “tutti fuori” col Palermo.
                                Da quella presa di posizione in poi mi sento più in linea con la Curva.
                                Quindi potrei tornare anch’io dentro (come dal 1979, salvo periodi lontani per lavoro) e aggiungere la mia voce alla contestazione verso il cappottino a quadri.
                                Non ero disposto invece ad entrare e cantare e basta, davanti allo scempio che il carpigiano stava facendo.

                                Per Fenomeno, non avrei nulla contro al confronto onesto.
                                Mi pare però che continui a ripetere le medesime domande alle quali ho risposto più volte, ripetendomi anche. Questo mi fa dubitare della sua buona fede. Come di quella di altri paladini del ciucciasigari a prescindere.

                                DAZN: non ho l’abbonamento. Vado all’Iter, dove hanno anche ottima birra. L’Iter fa l’abbonamento a prescindere dalla mia presenza, credo. Birre ne bevo, ma non credo di essere il loro principale cliente….

                                • fenomeno scrive:

                                  In realtà non mi hai mai risposto…mi dici vai a vedere i bilanci ma non essendo esperto non mi addentro più di tanto….ti ho chiesto tre numeri, quanti secondo te sono stati i costi in determinati anni….dal mio punto di vista questa è una battaglia più che contro Setti contro il sistema nel senso che vedo in tantissime altre piazze presidenti di questo tipo….a Livorno dove andiamo domani per dire sono nelle stesse condizioni….Setti probabilmente è più pirla degli altri ma stanno andando tutti verso quella direzione….a me di tutto sto casino la cosa che da più fastidio è che stiamo perdendo il senso della partita, di andare allo stadio, squadre che fan fatica, che si arrabattano, piene di controsensi ne abbiamo sempre avute, il born to tribolar non l’ho inventato io…ora la partita non esiste più, tu mi dirai non per colpa nostra, secondo me un po’ anche per colpa nostra invece nel senso che se prendiamo questa strada dal mio punto di vista sarà sempre peggio, non credo che sia facile avere nel futuro dei presidenti come li vorremo noi…spero di sbagliarmi ma se mi guardo in giro fatico a pensare a qualcosa di diverso….tra l’altro quelli che noi reputiamo i peggiori dirigenti di sempre, Bigon, Gardini e Fusco sembra in giro invece siano molto apprezzati, mi piacerebbe che venissero si fatte tutte le contestazioni che si ritengono giuste senza perdere di vista che esiste anche un campo, un pallone…in questi anni secondo me da quel punto di vista abbiamo visto una sola squadra “oscena”, quella dello scorso anno

                                  • bruce scrive:

                                    Gardini e Fusco saranno apprezzati per meriti che non hanno molto a che vedere con l’ambito sportivo e non voglio andare oltre, riguardo a Bigon la classifica del Bologna parla chiaro ma d’altra parte da qualche anno tutto quello che è accaduto a Verona a ben poco a che vedere con lo sport. Buone feste a tutti

                                  • Maxhellas scrive:

                                    Ricordo benissimo d averti risposto con le mie considerazione e con i link a tutti gli articoli di Verona col Cuore.
                                    Ma, se repetita juvant…

                                    http://www.veronacolcuore.it/

                                • pennabianca scrive:

                                  Questo ti fa onore..solo gli stupidi non cambiano idea.

                              • pennabianca scrive:

                                Ultima cosa, giuro :-)
                                Dici che hai esultato ai gol del Verona e aggiungi che la partita ti è piaciuta per come è stata interpretata dalla squadra, quindi presumo che hai assistito alla diretta su dazn. Se così fosse i tuoi principi di non dare soldi al carpigiano, andrebbero a farsi fottere (scusa il francesismo), perchè i soldi che il colosso francese paga per trasmettere le partite, vanno in parte nelle tasche di setti. Quindi…

                                • bruce scrive:

                                  L’argomento pay tv non è di facile lettura, ma da quello che vedo sono le tv (con i soldi di chi si abbona) che fanno in modo che società come la nostra possano sopravvivere, certo sarebbe giusto che i proventi che derivano da esse fossero investiti totalmente nella società…..

                                • GINO DAL BAR scrive:

                                  …ma ma ma…avuto dir, che le pay TV non devolvono i soldi in beneficensa??? …dai su, non ci credo neanche se li vedo….
                                  …poi magari scriverà anche che non e’ vero che le società di calcio costano tanto, e che non producono guadagni…dai va la’, non sei credibile…

                                  • GINO DAL BAR scrive:

                                    …el discorso non vo al stadio perche’ ‘non ghe do più schei a Setti” non ha mai retto, in A a maggior ragione, considerando che la maggior parte delle entrate in A arrivano proprio dalle pay tv…
                                    Conosco anch’io persone che non vengono più allo stadio, ma disendo “l’anno scorso me son rotto talmente i maroni che m’e’ passa’ completamente la voja…”… e lo posso capire, e partite in dicembre tutte di sera (se pol?) non aiutano (ghe metto anca i 4 lunedì consecutii in casa dello scorso anno)…e i personaggi a cui si e’ affidato (soprattutto Grosso) non hanno di certo aiutato acriportare l’entusiasmo…
                                    …ma non condivido…
                                    …noi siamo diventati solo coreografia e ” musica” di sottofondo necessari per le pay tv…ma non contiamo nulla per loro, e ancor meno per i presidenti (Setti in primis, lo ha dimostrato fin dal suo arrivò)…
                                    Solo che rimanendo a casa davanti alla TV dandoghe soldi solo a loro, per come la vedo mi…niente, ha vinto loro…ha vinto Setti, ha vinto le pay TV, ha vinto la Lega, ha vinto il sistema….
                                    Arriverà il momento in cui cedero’ anca mi…l’e’ fisiologico…solo che credo, me auguro…non me la prendero’ col presidente de turno, con la categoria, i risultati, l’arbitro, o le scarpe fussia o arancioni di zugadori…e magari lamentandone ininterrottamente ininternet continuando a ripetere le solite robe come un disco rotto, e magari criticando quei che prova a far qualcosa…
                                    …veramente, me auguro de invecchiare, tifosisticamente parlando, in modo migliore..

                                    • pennabianca scrive:

                                      Son vecioto (1961), lo stadio mi ha accompagnato fin dalla prima infanzia e negli anni 70/80 mi ha letteralmente salvato la vita; non voglio tediare con cos’ era Verona in quegli anni, ma i miei coetanei sapranno di sicuro di cosa parlo.
                                      Quindi per me il Bentegodi ha quasi un significato sacrale.
                                      Col tempo mi sono ammorbidito e sono diventato più tollerante. Ho ceduto in parte alle lusinghe delle paytv, nel senso che sono abbonato ma mi tengo l’alternativa Dazn per le trasferte e per quelle partite in casa che non riesco a seguire per i motivi che tu citavi.
                                      La cosa che non sopporto è l’ipocrisia e di questi tempi, ne sento tanta attorno al Verona. Una di queste è : Non vado allo stadio per non dare soldi a setti ma poi mi abbono a sky (che non trasmette nemmeno il Verona) a Dazn, a mediasetpremium, a tele pace e chi più ne ha più ne metta.
                                      Un’altra : che schifo, nessuno contesta, l’Hellas si stà perdendo, ma quando c’è da fare qualcosa di concreto per cambiare le cose, ci si nasconde dietro a principi da gioco dell’oca. Il classico armiamoci e partite.
                                      C’è anche chi per un suo principio è integralista e quindi il non fare l’abbonamento è la conseguenza di tale principio. Queste persone hanno tutto il mio rispetto…altre, un po’ meno.
                                      E’ indubbio che come tifoseria stiamo attraversando un momento difficile. C’è disaffezione attorno al Verona inutile far finta di niente. Setti non è certo di quei presidenti che ti consentano di sognare attraverso un progetto serio e lungimirante; anche queste televisioni cha hanno fatto diventare il calcio un spezzatino immondo, non contribuiscono a creare entusiasmo. Vogliamo parlare degli innumerevoli daspo che si sono abbattuti su tanti Butei?
                                      Il quadro per certi versi è preoccupante, ma la storia è sempre nelle nostre mani.
                                      Criticare solo per il gusto di criticare, peggio ancora se questo viene fatto da dietro una tastiera, è un esercizio inutile, che ci mette a volte gli uni contro gli altri e null’altro.
                                      Mi sento di sponsorizzare la frase (mi sembra tua) “meno internet più cabernet” trasformata da un caro amico in “più sativa meno saoni” :-) :-)
                                      Chiudo anche perchè mi accorgo di aver toccato tanti argomenti, ho fatto un vero e proprio calderone che probabilmente in parte non centra nulla con il tutto e di questo mi scuso.
                                      Forza Varona (come se disea na olta)

                                  • fenomeno scrive:

                                    I costi non ci sono, ci sono solo ricavi….

                              1. RobyVR scrive:

                                Manco mal che ieri el scarson de Grecchia l’è riusio a rimetar in caregiata el Verona, n’altra vitoria e a Seti ghe tocava un nadal tristo a preocuparse de come far a tornar verso el decimo posto.

                                1. schetch scrive:

                                  Comunque al di là di alcuni commenti di Gino, Pennabianca e MaxHellas di cui concordo il pensiero di fondo, la partia de doman spero che non la sia come quele de l’an pasà …dopo el milan o i viola…cioè na meteora.

                                  • bruce scrive:

                                    La partita con il Milan è stata l’unica nota positiva dello scorso campionato, dal girone di ritorno in poi tutte le vittorie (poche) sono state frutto di combine compresa quella con i fratelli viola.

                                  1. bardamu scrive:

                                    Ieri a tratti si è visto un ottimo Verona, e da centrocampo in avanti le cose hanno funzionato bene. Molto positivo Gustavson che finalmente ha innescato 3-4 azioni pericolose verticalizzando il gioco su uno dei compagni che si smarcavano ( Zaccagni su tutti, prova eccellente la sua ); poco servito in alcune occasioni in cui era liberissimo Matos, molto largo come da disposizioni del mister. Assai più servito Lee, che si accentrava molto più spesso, e che ha messo in mostra doti atletiche, oltre che tecniche, di tutto riguardo. Deve migliorare nella concretezza, ma è giovanissimo.
                                    Secondo me, e qui non concordo con te, dove le cose non hanno funzionato per nulla, che novità, e nel reparto “difensivo” ( con un difensore e mezzo su 4 definirlo tale è azzardato ).
                                    Se Monachello non ci avesse graziati un paio di volte, una delle quali in mezzo a 2 nostri “difensori”, commenteremmo un’altra partita.
                                    Basta dare un’occhiata alle statistiche per capire che non abbiamo dominato il pescara ( tiri in porta 7, come noi, tiri totali 11, mentre noi solo i 7 in porta ).
                                    Del resto è dall’inizio dell’anno che anche quando vinciamo ( benevento escluso ) un gol lo becchiamo sempre.
                                    Rimango dell’idea che Pazzini sia meglio di Di Carmine, e che in difesa sia meglio schierare coloro che sono stati acquistati per ricoprire questo ruolo, ma non posso negare che ieri la squadra mi sia piaciuta esibendo un gioco a tratti anche entusiasmante.
                                    Speriamo che sia un segnale di un miglioramento in atto che ci porti a vivere molte altre partite in questo modo.

                                    • Simone scrive:

                                      Domanda 1. Pazzini è meglio di Di Carmine in che senso? Io credo che un giocatore sia meglio di un altro in base all’idea di gioco che vuole l’allenatore. Ieri concorderai, credo, col dire che Di Carmine ha fatto una partita di alto livello. Correva, faceva sponde, movimenti importanti (vedeee ad esempio il gol di Danzi), assist vincenti, sempre presente, e un palo a fine partita (il terzo di questa stagione, non pochi considerando anche il periodo di convalescenza). Pazzini avrebbe fatto una partita così? Difficile dirlo. Il miglior Pazzini visto qui è stato quello della prima parte del campionato di due anni fa, dove faceva gol ma riusciva a fare anche un certo tipo di lavoro per la squadra. Poi non si è più visto così. Né qui né in Spagna. Ma immagina se ieri avesse fatto la partita di Di Carmine. Figurati se ci sarebbe stato un titolo per Zaccagni… Questione difesa. Confermo, come ho già scritto non mi è piaciuta. Ma spero non vorrai sostenere che dawidowidz sia stato il migliore. È stato il peggiore dei 4 ieri. Se a gennaio la società decidesse di intervenire, sarebbe in quel ruolo e in quello del terzino sinistro, dove gioca empereur (giocatore mancino che tra l’altro lì ha ancora giocato, non capisco perché si dice di no) per due motivi a mio avviso: il motivo tecnico è che non ci sono terzini sinistri all’altezza. Il secondo è tattico, cioè che non essendo uno da spinta ma da difesa, ed avendo tendenzialmente un terzino di spinta dall’altra parte (a proposito, spero che per Ragusa non sia grave l’infortunio) lui garantisce teoricamente un minimo di equilibrio difensivo quando l’altro spinge.

                                      • bardamu scrive:

                                        Risposta 1: Pazzini è meglio di Di Carmine nel senso che segna, cosa che nel gioco del calcio, ne converrai, è piuttosto importante. Di Carmine per ora ha segnato un gol per caso, una pimpinella che forse era un rilancio in avanti e che si è insperabilmente insaccata in rete, e un rigore. Nel compenso si è mangiato gol che un attaccante non può sbagliare.
                                        Questione difesa: fa acqua da tutte le parti e non schierare difensori di ruolo di certo non aiuta. Che ci facevano Almici e Caracciolo in panchina ?

                                        • Simone scrive:

                                          1. Di Carmine lo scorso anno ha segnato quanto Pazzini due anni fa. Di Carmine ha fatto un gol su azione ma ha anche preso tre pali. Pazzini ha fatto un gol su azione al carpi che francamente avrebbe segnato chiunque. E uno inutile al Brescia. Di Carmine se giocasse con continuità come nell’ultima per me non si può toccare. Come, converrai, non si possono toccare matos e questo lee in fascia. E non puoi giocare con due esterni alti e due punte, specie in una squadra che difetta già di suo di equilibrio difensivo. 2. Ragusa ha fatto bene. Quindi non vedo dove sta il problema. L’unico problema in questo senso per come la vedo io è l’infortunio che gli farà perdere l’intera stagione. Dawidowidz non mi piace, marrone lo reputo ad ora il nostro centrale difensivo più affidabile dopo un inizio difficoltoso, Caracciolo sta deludendo parecchio. Continuo a non capire il problema, se non nella qualità che non si è vista in alcuni dei giocatori sopra citati.

                                          • bardamu scrive:

                                            Se per te Ragusa ha fatto bene e Marrone è il nostro centrale più affidabile effettivamente si spiega l’ultima frase del tuo post…

                                    1. viniciocaposhellas scrive:

                                      Le scelte di Grosso fanno ridere ….
                                      qualsiasi allenatore con questa squadra centrerebbe il risultato.

                                      La società fà altrettanto ridere
                                      nuovi ambasciatori …. ambasciatori de che…!?
                                      sono delusissimo….
                                      Una dirigenza sorda e muta che vuole farci guardare altrove.

                                      1. bruce scrive:

                                        Negli ultimi tre anni il Verona è diventato meta di esperimenti tecnico-tattici, allenatori inesperti che appunto sperimentano a piacimento senza doversi preoccupare del risultato sportivo che è puro contorno, giocatori messi in vetrina per poi poter ottenere succose plusvalenze che vanno ad ingrassare qualche conto estero. Quello a cui stiamo assistendo quest’anno ne è la prova, non ricordo una stessa formazione schierata per due partite consecutive, contro il Pescara la difesa era composta da due difensori centrali di cui uno impiegato come terzino sinistro, un centrocampista e un ala destra, la quale non avendo i movimenti del difensore si è infortunata gravemente togliendoci un giocatore che in fase offensiva avrebbe potuto fare la differenza. A fronte di tutto questo ditemi voi com’è possibile avere fiducia….

                                        • bruce scrive:

                                          Simone, qui gli unici conti in rosso sono quelli dell’azienda de strasse del magliaro sistemati ovviamente con le vagonate di soldi elargiti dalla lega. Il paragone Ancelotti-Grosso è improponibile mentre dopo quattro mesi si può fare un confronto seppur parziale con il Verona di due anni fa e anche qui Grosso non ne esce benissimo sia a livello di classifica sia sul piano del gioco, ci sono altri quattro mesi per smentire gli scettici e riportare l’Hellas Verona dove merita, in bocca al lupo.

                                          • Simone scrive:

                                            Bruce, chiaro che il paragone con Ancelotti non regge, come non regge il paragone tra i due staff, le due squadre e le due società. Ma quello che intendevo è che ci sono allenatori che hanno un’idea di gioco e allenatori con un’altra. Poi all’interno di queste due macro visioni ci sono altre differenze (Zeman per dire ama il gioco offensivo e il possesso, come guardiola, ma i modi per arrivarci sono molto diversi, così come i numeri, specie a livello difensivo) ma a grandi linee è così. Grosso fa parte di una schiera, e Setti predilige quel tipo di idea. Possiamo discutere su come viene applicata ma non a mio avviso sull’idea in sé. I difetti che vedo e che continuo a vedere in questa squadra, date le qualità e le caratteristiche che a mio avviso ha, restano (e le ho spiegate), ma al contempo penso che questa sia una squadra da playoff pieni, poi se venisse a fine anno qualcosa in più non è escludibile. Al momento, con tutti i difetti che vedo e nonostante un periodo a mio avviso troppo lungo da pelle d’oca nel quale siamo scesi troppo anche a livello di mera classifica, siamo dentro il range di classifica che avevo pensato. Questa è la mia visione.

                                            • bruce scrive:

                                              La tua visione e chiara e condivisibile ma ovviamente come tutte opinabile, la mia invece è che Setti di calcio non capisca nulla, prediliga allenatori che costano poco e accettino qualsiasi diktat imposto dall’alto. Sul fatto che questa squadra sia da play-off pieni dico solo, e ci mancherebbe altro, ma la vera domanda è: giocando in questo modo si va in Serie A? Persino il profeta di Formia dopo due imbarcate clamorose dovette cambiare modo di giocare per condurre la nave in porto, qui invece mi sembra che si stia mettendo il piede sull’acceleratore senza vedere che stiamo andando contro un muro.

                                              • Simone scrive:

                                                Pecchia a mio avviso cambiò modo di giocare, giustamente, quando le altre squadre avevano capito come metterci in difficoltà, cioè aggredendoci a centrocampo. Ad un certo punto fu costretto a provare a far fare lavoro di interdizione a giocatori che non avevano quelle caratteristiche. Da lì il mercato di gennaio fu determinante, con l’arrivo di Ferrari a sistemare una falla difensiva ma soprattutto di bruno zuculini a centrocampo, che con tutti i suoi limiti, quel lavoro lo sapeva però fare. Queste modifiche con il tempo “normalizzarono” la squadra ma diedero anche soluzioni tattiche diverse, specie nell’ultimo terzo del campionato. Nella prima parte fu Pazzini il giocatore più decisivo, nell’ultima Bessa, che liberato da compiti difensivi fu avanzato e risultò importantissimo. Questa squadra invece ha già a mio avviso delle soluzioni interne a livello di centrocampo. Giocatori che sanno fare la doppia fase ce ne sono a mio avviso, a livello di centrocampo. Se c’è da sistemare qualcosa, mi viene da dire che sarebbe dietro, con un centrale e possibilmente un terzino sinistro (empereur sta giocando lì come faceva albertazzi per intendersi, che era considerato un centrale da difesa a tre ma quando giocava lo faceva da terzino). A centrocampo il dilemma più grande finora secondo me è Henderson, più ancora che colombatto. Giocatore secondo me completo, di qualità e quantità, e reduce da un ottimo campionato a bari, tra l’altro proprio con grosso in panchina.

                                        • Simone scrive:

                                          Innanzitutto, ad onor del vero, due anni fa va detto che siamo saliti in serie A. Quindi in risultato lì fu raggiunto. A differenza che per altre piazze. Sui giocatori messi in vetrina va detto che in effetti non è una cosa anormale per società come la nostra. La cosa non normale, se il fine è mantenere un certo standard, è semmai non sostituirli a dovere. Ecco una delle pecche evidenti di questa società a mio avviso. Il lasciar andare in nome del bilancio senza considerare com’era fino a tot anni fa il risultato nel tempo. Setti l’ha detto d’altronde. Che piaccia o non piaccia. Siamo passati dall’obiettivo consolidamento in serie A al modello Crotone. Che significa, in soldoni, mantenere i conti a posto senza rischiare nulla, e se va bene, bene, altrimenti la sopravvivenza del club sarà comunque garantita.

                                          • Simone scrive:

                                            Poi, sull’aspetto tecnico. Ancelotti (ed è solo l’esempio più conosciuto) a Napoli cambia formazione praticamente ogni weekend. Ma dato che si chiama Ancelotti va bene e ha la critica a favore. Qui si cambia altrettanto spesso ma l’è un aseno. Io credo che dall’esterno non possiamo giudicare più di tanto le decisioni nello specifico, perché esse sono dettate da credo tattico, da come si vuole affrontare una partita e da come l’allenatore vede i giocatori durante la settimana (particolare fondamentale ma sembra non valga mai qui, chissà perché). Le critiche, che io ho mosso e che secondo me in generale vanno mosse, dovrebbero limitarsi nel vedere se la squadra riesce a stare, per le qualità che ha, nelle posizioni di classifica che ci si immagina, nel vedere se la squadra gioca secondo quelle che dovrebbero essere le sue caratteristiche (dati i giocatori che ha) associate a quelle del credo dell’allenatore. Grosso ad inizio stagione disse, se non ricordo male, che la squadra a livello difensivo doveva essere difficile da superare. A centrocampo abbiamo una serie di giocatori che dovrebbero garantire, a differenza di due anni fa, un certo filtro. E a livello difensivo, dove a livello di uomini ci sono indubbiamente squadre migliori, determinati movimenti se non altro dovrebbero cominciare a vedersi. Ecco, su questo punto secondo me va mossa la critica principale. Io ci metto dentro anche e soprattutto una condizione fisica che mi lascia molto perplesso. Ma staremo a vedere se migliorerà. Fermo restando che storicamente squadre costruite quasi interamente dall’anno precedente faticano a trovare i meccanismi, soprattutto nel girone di andata. Di esempi ce ne sono molti.

                                            • Simone scrive:

                                              Infine, ripeto, sulla questione dei giocatori “fuori ruolo”. A me piace guardare il calcio nel complesso. Nelle ultime settimane, e non solo, ho guardato come alcune squadre venivano schierate. Riporto alcuni esempi. Xhaka (arsenal, centrocampista) in difesa come centrale. Iwobi (arsenal, attaccante) esterno alto. Firmino (Liverpool, nasce centrocampista avanzato) attaccante. Milner (Liverpool, nasce mezzala) ha giocato come terzino destro e sinistro, ala destra e sinistra, centrocampista centrale. Keita (Liverpool, centrale di centrocampo) esterno di centrocampo. Hazard (Chelsea, trequartista, esterno alto) punta. Fares (sì, proprio lui) terzino. Bonifazi (spal, difensore centrale) terzino. Padoin (Cagliari, centrocampista) terzino. Farias (Cagliari, ala, lo conosciamo) punta. Insigne punta. Zaniolo (Roma, centrocampista) punta. Dembele (Barcellona, esterno alto) esterno di centrocampo. Morosini (Brescia, centrocampista) punta. Delph (Manchester City, centrocampista) terzino. Antonio (west ham, centrocampista) punta. Cuadrado (Juventus, ala) terzino. Alex Sandro (Juventus, terzino) ala. Mandzukic (Juventus, punta) ala. Romulo (a Genova con gasperini) centrocampista centrale. Mertens punta. Di Maria (psg, ala) mezzala di centrocampo. Boateng (Sassuolo, centrocampista) punta. Leeds, primo e con il mitico Bielsa in panchina: Dallas (ala, ha giocato terzino destro e sinistro), shacklton (ragazzo della primavera, mezzala, sta giocando terzino destro), Phillips (centrocampista avanzato, gioca davanti alla difesa es ultimamente difensore centrale), Roofe (ala o trequartista, gioca punta), forshaw (centrocampista davanti alla difesa, gioca centrocampista avanzato)… Eccetera eccetera eccetera… Potrei continuare con molti altri esempi. Il discorso è: o cominciamo a capire che il calcio, piaccia o non piaccia, sta prendendo sempre più la direzione del giocatore multi ruolo, oppure continueremo a lamentarci finché le cose vanno così per un numero sempre maggiore di squadre.

                                              • Simone scrive:

                                                Che poi, tra l’altro, io di giocatori fuori ruolo veramente qui a Verona quest’anno ho visto solo Ragusa l’altra sera, tra l’altro con buoni risultati (perché ha giocato meglio da terzino di spinta che come ala, o no?). Dawidowidz giocava centrocampista fino a due anni fa, sia in Polonia che nella B portoghese, difensore nella b tedesca, e a Palermo ha giocato in entrambi i ruoli). Empereur è un centrale difensivo mancino che può giocare anche terzino (guardare su Wikipedia). Marrone gioca difensore centrale da quando è andato via da qui (e tra i centrali difensivi mi pare sia ad ora il migliore dopo un inizio difficile).

                                        1. Bruno scrive:

                                          Io penso che sia molto utile leggere i commenti di Fenomeno.
                                          Sono i commenti di Fenomeno che riescono a convincermi di quanto sia giusta la contestazione contro Setti.
                                          E’ molto utile leggere questo troll-portavoce virtuale di Setti, perché chi contesta può avere quotidianamente la sintesi di quello contro cui vale la pena di ribellarsi.

                                          1. andrea scrive:

                                            fenomeno
                                            quanti presidenti sono stati 3 anni consecutivi in a??? garonzi 10 anni, guidotti 4 e uno scudetto anche se chiampan era in pratica il finanziatore, chiampan poi 4 anni, pastorello 3…garantivano tranne l ultimo passione per i colori e attaccamento alla squadra e alla citta..quello che non esiste più con questo millantatore..garonzi compro anche veronello, non come questo fanfarone che si imbonisce anche gli ex alle cene da buon truffatore..vedremo che futuro avrai qui quando ci sara la sentenza definitiva volpi fiorani..poi mi dirai..fenomeno….devo capire di cosa xrò..

                                            1. andrea scrive:

                                              pazzini
                                              in allenamento i la messo in porta parche berardi el ga ancora del peso in più..che sabato el lo fasa sugar in porta? el poro ragusa el sa fato mal da tersin..e pò nel sugo moderno bisogna ruotarli i giocatori e soprattutto come fa el rimbambito non metarli mai al so posto..allora qua ia dito che di carmine l a corso, l e tornà indrio, el core e come cariera el ghe fa le scarpe a pazzini..alora se el core se pol metarlo seconda punta o no?? caracciolo nol podea mia far el tersin no??? panca anca x lu..ahh si a coverciano no i vol mia..

                                              1. Cesare Settore Superiore scrive:

                                                La mia analisi tecnica sulla partita, sui ruoli piu’ o meno azzeccati, sulle occasioni, sulla classifica, si riassume in una sola parola.
                                                Quella scritta sul cartoncini esposti da ogni tifoso in Curva Sud.
                                                BUFFONE.
                                                e non mi riferisco a grosso, per lui il caroncino dovrebbe essere
                                                PAGLIACCIO.

                                                1. fenomeno scrive:

                                                  Zaccagni futura plusvalenza come Jorginho, iturbe, Gollini, Ionita, Bessa, Valoti, Fares, Sala ecc ecc?…possibile, probabile, è quello che succede in tutte le società del nostro livello….la cosa buffa è che si continua a sottolineare come si continui a vendere ma tutti quelli che vengono venduti prima sono anche stati acquistati…qui sembra che ci sia la moltiplicazione dei pesci e dei pani….non si compra mai ma si vende sempre….un miracolo, un genio

                                                  Il paracadute poi, una colpa, un sacrilegio….nessuno però che evidenzia che questo paracadute “generoso” lo abbiamo perchè abbiamo fatto tre anni di serie A consecutivi…quanti presidenti nella storia del Verona hanno fatto tre anni consecutivi di serie A?…mi affido agli storici di questi blog…non credo moltissimi….questa società con tutti i difetti del mondo lo ha fatto….potevamo rimanere tranquillamente in serie B o in lega pro, non andare mai i serie A, non avremo il problema delle plusvalenze e del paracadute e saremo tutti felici e contenti

                                                  Questa società non ha prospettive?…si può essere…ma quali prospettive avevamo nei vent’anni prima di questa società?

                                                  Grosso in confusione tattica?….Grosso sta continuando imperterrito dall’inizio alla fine con le sue idee tattiche….può essere in confusione sulla scelta degli uomini si ma confusione tattica direi proprio di no…ieri sera a tratti si è visto cosa è la sua idea di gioco, non mi è sembrata così male…poi vediamo come si evolve…paracadute o non paracadute è pur sempre una squadra totalmente nuova che necessita di tempo per amalgamarsi, il famoso pallone che rotola che nessuno considera mai…

                                                  • bruce scrive:

                                                    L’idea di calcio di Grosso non è così male (o perlomeno nelle ultime tre partite) ma siamo sicuri che giocando in questo modo si va in Serie A? Ieri sera aldilà del risultato mi sono divertito ma diciamoci la verità poteva finire tranquillamente 3 a 1 per il Pescara pur avendo il Verona giocato un’ottima partita e questo deve far riflettere perchè non possiamo sempre affidarci alla buona sorte. Abbiamo sì delle ottime individualità per la categoria ma se la formazione non è mai la stessa come si può pretendere di avere continuità? Della società ovviamente non voglio parlare, il distacco pare diventato incolmabile e non certo per colpa di noi tifosi.

                                                    • Fenomeno scrive:

                                                      Non lo so se basti, poteva finire anche 5 a 0 per noi però…il calcio è così, a volte perdi non meritando e viceversa, ieri sera io ho visto una squadra che ha fatto delle azioni altamente spettacolari che da tempo non vedevo…il tempo ci dirà se è stato un fuoco di paglia o meno

                                                  • Maxhellas scrive:

                                                    Eccolo!
                                                    Da un po’ non si aveva notizia di te…..
                                                    Eri a Carpi per comprarti il cappottino a quadri?

                                                    • Fenomeno scrive:

                                                      No, stavo studiando il bilancio di verona col cuore….sei fuori strada però…ho sempre scritto le mie idee a prescindere dai risultati, quelli che scrivono solo in certe situazioni sono altri, stammi bene

                                                      • Maxhellas scrive:

                                                        Insomma, anche tu ci lasci fare?

                                                        • fenomeno scrive:

                                                          Tu sei un esperto, fammi una sintesi, non mi interessa l’ultimo bilancio…che costi ci sono stati nel 2014? nel 2015? nel 2016?..tre numeri secchi che secondo te siano plausibili, mi basta questo

                                                        • Maxhellas scrive:

                                                          X Fenomeno:
                                                          Ci sono kilometri di pagine sui bilanci e sono stufo di ripetermi…quando esce quello al 30.06.2018 ne riparliamo. Almeno sono numeri nuovi, sempre che tu voglia capire.

                                                          X Pennabianca:
                                                          1. sono contento ed ho esultato per la vittoria, esattamente come quelli dentro allo stadio
                                                          2. X mia decisione sono al 4° anno di “digiuno”; se la cosa non ti va bene me ne frego. Io soldi al carpigiano non ne do più. Rispetto quelli che la pensano diversamente.
                                                          3. Lunedì non ero allo stadio (vedi punto 2).
                                                          4. Ieri non ero fuori con i 150 (che applaudo). Non so se c’eri tu. In caso applaudo anche te. Purtroppo cena prenatalizia straprogrammata da tempo x lavoro.
                                                          5. Da qualche parte trovi un mio commento sul fatto che finalmente si è visto giocare a calcio. Vattelo a cercare.
                                                          6. Non mi pare di essere l’unico a ripetere quelle che ormai sono frasi fatte su Setti. Magari non sei d’accordo. Nel caso, è un tuo problema.

                                                        • pennabianca scrive:

                                                          Scusami, ricordaci qual’è stato il tuo ruolo in tutta la contestazione, a parte battere i tasti con ferocia..Ad esempio, Lunedì eri allo stadio visto che la Curva ha invitato i tifosi ad esserci? ieri eri alla contestazione in piazzale olimpia?
                                                          Le famose “solo trasferte” che dovevate fare, che fine hanno fatto?
                                                          Così tanto per darti qualche spunto…

                                                          Ps. dimenticavo, non ho letto tuoi commenti sulla vittoria sui pescivendoli, mentre quando perdiamo, minimo ci dobbiamo sorbire una decina di tuoi post di frasi fatte…

                                                        • fenomeno scrive:

                                                          Invece di continuare a fare dell’ironia con me che sono l’unico in tutta Verona che non contesta rispondimi ad una domanda che ti ho fatto tante volte ma non mi hai mai risposto…aiutami a capire, tu che sei un esperto,in questi anni quanti sono stati i costi, quanti soldi plausibilmente secondo te sono usciti in questi anni per ingaggi dei giocatori, stipendi dei dipendenti e quant’altro….dammi qualche dato….nel 20’14 sono stati spesi X soldi, nel 2015 y e così via.

                                                  1. GINO DAL BAR scrive:

                                                    …si, pero’, se la squadra non si e’ ancora amalgamata a dicembre, non e’ tanto per colpa dei numerosi nuovi innesti, ma a causa della perenne rotazione di giocatori e ruoli che cambiano ogni partita….in questo modo la squadra non diventera’ mai…una squadra.
                                                    Ieri, su 4 difensori, ben 3 erano fuori ruolo (Marrone, Ragura e Emperaure), e l’unico che stava giocando nel suo ruolo, fino a 3 partite fa faceva il centrocampista, e i difensori di ruolo sono in panchina (Almici, Caracciolo…)…poi, Danzi, mai preso in considerazione fino a 2 partite fa, improvvisamente diventa titolare fisso (ragazzo di buone prospettive, ma si vede da come perde alcuni palloni, che gli manca l’esperienza)…Laribi, prima titolare a tutti i costi in tutti i ruoli possibii immaginabili…adesso diventa improvvisamente panchinaro fisso…Handerson (a mio parere il miglior centrocampista che abbiamo), anche lui, stessa parabola di Laribi…magari non sara’ confusione tattica…ma alora l’e’ confusione mentale e basta…
                                                    Sono contentissimo per le 2 vittorie consecutive, ma mi aumentano anche i rimpianti per le partite precedenti…resto dell’opinione che abbiamo una buonissima rosa per la categoria (per questo non riesco a criticare il lavoro di D’Amico…dopo, se nol parla o nol va davanti alle telecamere, non me ne frega una eva, guardo el lavoro che l’ha fatto), che spesso le partite vengano risolte dai singoli…che il livello di questa serie B sia piuttosto basso (Palermo che pareggia col Livorno?), e che con un allenatore normodotato, saremmo primi o secondi….e ghe aggiungo che la gestione di Pazzini e’ da folle…ok, puoi scegliere Di Carmine come titolare, ci sta…ma non puo’ accantorare a quel modo uno come Pazzini…arrivera’ il momento in cui ci sara’ bisogno di lui…e dopo il trattamento che gli ha riservato, che tipo di risposta potra’ aspettarsi sul campo?

                                                    • Simone scrive:

                                                      Sulla storia deo fuori ruolo. Ci sono squadre che hanno giocatori che ruotano e giocano in ruoli diversi da quelli di origine. Non è che sia una novità qui. E infatti ci sono sempre più giocatori che sanno coprire più ruoli. Empereur può giocare anche lì, marrone ci gioca da anni (e a mio avviso da qualche tempo è il nostro centrale difensivo di maggior affidamento), Ragusa ieri lì ha giocato una partita positiva. Le squadre ricostruite totalmente (e questo Verona lo è) hanno sempre bisogno di tempo, e non poco, per amalgamarsi. Non di rado si è buttato via una stagione così (vedi inter o Milan per fare due nomi importanti). Ieri secondo me si è visto più che in altre partite l’idea di gioco di Grosso. Si è visto perché preferisce di Carmine a pazzini (partita maiuscola la sua, con un lavoro della madonna, peccato solo per il terzo palo stagionale). Dawidowidz, ripeto, nasce centrocampista, ha giocato da centrale difensivo per la prima volta due anni fa nella b tedesca. A mio avviso lì va bene quando c’è un giocatore fisico da marcare. Ma ho l’impressione che se fai giocare marrone, in linea di massima serva un giocatore più rapido lì (quindi nemmeno Caracciolo e bianchetti). Ieri è andato in difficoltà troppo spesso. Infine. Ogni anno a dire le stesse cose sulla b. È diventato un torneo equilibrato da anni, cioè da quando, non a caso credo, sono scattate le nuove regole sui monte ingaggi dei nuovi acquisti (che hanno probabilmente delle eccezioni ma non infinite). E secondo me, da questo punto di vista, più bello della A proprio per questo. Il problema semmai è che per chi sale servono investimenti importanti per poter ambire a fare una discreta A.

                                                      • fenomeno scrive:

                                                        L’idea di gioco di Grosso è chiara, possesso palla, fraseggio stretto, palla avanti, palla indietro e cambio lato per verticalizzare…poi si può discutere se sia più o meno spettacolare, se sia più o meno adatta alla rosa che abbiamo ed al campionato dove siano ma l’idea è chiara…d’accordissimo su Di Carmine, fa un tipo di lavoro che Pazzini non farebbe mai ed è quello il lavoro che vuole Grosso dalla punta centrale…poi anche li possiamo discutere se potrebbe esserci modulo migliore ma lui quello vuole e Di Carmine è più adatto di Pazzini…sulla difesa poi credo che per Grosso la prima forma di difesa sia avere la palla e di conseguenza Marrone in quel ruolo….anche li opinabile fin che si vuole ma dar contro a Marrone tanto per ha poco senso…concordo che Marrone stia fornendo buone prove ma è stato bollato come fuori ruolo e così si andrà avanti…

                                                        • Simone scrive:

                                                          L’idea che mi sono fatto io e che secondo me è uno dei problemi principali del Verona visto finora è la tenuta atletica. Per fare un certo tipo di gioco con efficacia serve una tenuta superiore a quella mostrata fino ad ora. Perché è indispensabile l’intensità. Il preparatore atletico che abbiamo ricevette non poche critiche anche lo scorso anno. Le mie perplessità maggiori vanno lì. Di Carmine ieri secondo me ha fatto una partita di grande livello. E francamente non farei giocare le due punte se hai un matos (a mio avviso miglior esterno alto della categoria o comunque tra i migliori) è un Lee che sta prendendo fiducia. Marrone, ribadisco il mio pensiero, dopo una prima parte di stagione in cui andava in difficoltà, ora mi sembra il nostro centrale difensivo di maggior affidamento. Ogni tanto mi piace fare dei parallelismi tra quello che vedo qui e a Leeds. Lo scorso anno là si insediò una nuova proprietà, fece un mercato da 20 milioni, e arrivò poco sopra metà classifica. Facendo giocare i giocatori nei loro ruoli. Quest’anno la strategia è stata diversa. Tredici milioni spesi per due giocatori, più di 15 giocatori dati in prestito in giro per l’Europa, e l’arrivo in pompa magna di Bielsa (allenatore e personaggio davvero straordinario) con staff in panchina. Giocatori apparentemente fuori ruolo a iosa (un centrocampista avanzato schierato davanti alla difesa o difensore centrale ultimamente, una giovane mezzala proveniente dal vivaio, tipo zaccagni, terzino destro, un’ala che gioca punta, un’altra messa a fare il terzino, un centrocampista regista spostato più avanzato, un acquisto da dieci milioni che ha fatto spesso panchina… Il Leeds al momento è primo e l’entusiasmo attorno a loro è sempre più palpabile. Io non so se qui sia necessario un cambio di proprietà per rivedere una certa positività, o se è in qualche modo cambiato un trend e una mentalità a prescindere da questo . Capisco e comprendo che ognuno usa delle tattiche per arrivare ad un risultato. Ma quando avverrà il cambio di proprietà, avremo la risposta definitiva su questo punto… Io nel mio piccolo ammetto di avere delle perplessità.

                                                          • Bigoloto scrive:

                                                            Io credo di sì. Con una nuova proprietà (se seria) questa piazza tornerà ad avere entusiasmo.

                                                    • fenomeno scrive:

                                                      Penso anch’io che la rosa sia ampiamente competitiva e che a questo punto si dovesse ricavarne molto di più…il 4-3-3 e la continua rotazione di uomini è la moda del momento di quasi tutti i nuovi allenatori ex calciatori…Bucchi, De Zerbi, D’Aversa, Nesta per fare qualche nome…non mi piace più di tanto, quello che hai scritto tu è ampiamente condivisibile, quello che ho visto ieri sera però non mi è dispiaciuto e dal punto di vista tattico una continuità la vedo…per me confusione tattica significa altro ma poi basta mettersi d’accordo…

                                                    • GINO DAL BAR scrive:

                                                      …l’era in risposta a Fenomeno, ma l’e finia qua…

                                                    1. viniciocaposhellas scrive:

                                                      Per la prima volta non mi sono addormetato in poltrona guardando l’Hellas.
                                                      Bella partita, mi sono divertito.

                                                      Chissà quando giocheranno i titolari cosa faremo…

                                                      1. schetch scrive:

                                                        Io ho visto una buona e bella partita,checchè ne dica Pillon. Le partite di calcio spesso si giocano sugli errori altrui o sulle loro debolezze..o non lo sa? E comunque in generale non abbiamo fatto schifo come a BS. Se fosse andata così ci fraccavano per bene..
                                                        Poi che la confusione o megalomania di Grosso si sia fermata o se abbia avuto una qualche folgorazione da stadio vuoto è tutta da decifrare…su questo sono scettico e sospettoso. Ed infatti condivido in pieno il pensiero sul rendimento visto fino ad oggi causato dalle troppe variazioni, esenti da infortuni, ma voluti esclusivamente dal tecnico. Guardia sempre alta con costui…

                                                        1. alkwor scrive:

                                                          Sarò al soldo di Setti, ma ieri sono tornato a casa dallo stadio contento come da tempo non mi ricordavo.
                                                          Tutte le analisi vanno bene: Grosso rimane un dubbio (o una certezza), il gioco è retto dalle individualità, la difesa subisce molto, Pazzini riserva di Di Carmine, però mi godo l’effimera gioa della vittoria e di una bella partita!
                                                          una volta tanto, è bello fare il tifoso e non il commercialista, ds, allenatore e presidente.

                                                          1. Venus scrive:

                                                            Fenomeno…OK

                                                            1. RobyVR scrive:

                                                              A forza de far a caso anca Grecchia el ghe intiva, l’èra suceso anca con Pechia. Cmq sia contro i pessivendoli sto giro la partia l’è girà giusta prima par cul, dopo par volontà, avanti così. Par el merito disema che adesso sema sui diese ponti.

                                                              1. Simone scrive:

                                                                Luca: cominciamo dalle cose negative. la difesa non ha passato nessuna prova. E se dovessi indicare il giocatore che meno mi è piaciuto è stato proprio dawidowidz, soprattutto nel primo tempo. Lento e piuttosto impacciato, spesso i pericoli passavano da lui. Il giocatore nasce centrocampista. È stato spostato in difesa nella serie b tedesca solo due anni fa. Lo scorso anno giocava più a centrocampo ad inizio stagione, ha giocato prevalentemente in difesa con l’arrivo di Stellone. Grosso ha detto ad inizio stagione che lui può ricoprire entrambi i ruoli. Personalmente lo metto tra le delusioni maggiori finora. Difesa tendenzialmente alta (e ci sta dato che nell’uno contro uno si fatica) ma che fatica a mettere in fuorigioco la squadra avversaria (solo 3 volte). Filtro del centrocampo garantito in maniera non proprio continua, ma come incontrista reale avevi solo gustafson (buono) e quindi prevedibile tutto sommato. Cose positive: oltre a quest’ultimo, sicuramente Ragusa terzino ha fatto vedere cose interessanti (ma sembra rischi la stagione per l’infortunio ora, peccato, perdita potenzialmente non da poco), l’ennesima prova importante di zaccagni (speriamo non venga condizionato dagli infortuni anche quest’anno, potrebbe essere il più importante per lui), la conferma di matos (secondo me tra le ali più forti della categoria) e, va detto, Di Carmine, che si è fatto un mazzo tanto ed è stato determinante anche come sponde sui gol e per il gioco della squadra. Bella notizia anche il gol di danzi. Potrebbe dargli fiducia.

                                                                1. Ruspa62 scrive:

                                                                  Aspettiamo e vediamo nella speranza che nonostante grosso continuino ad arrivare vittorie.

                                                                  1. bruce scrive:

                                                                    Aldilà del risultato positivo bella prestazione perchè se è vero che abbiamo concesso molto abbiamo anche creato molto e ieri sera si è vista quella garra che è mancata nei primi mesi, se poi questo sarà sufficiente per essere promossi si vedrà, per il momento teniamoci stretti i tre punti.

                                                                    1. Paolo scrive:

                                                                      Alla luce della pochezza dimostrata anche da due squadre più che accreditate alla promozione in serie A come Benevento e Pescara, fanno gridare ancora più vendetta quelle 9 partite in cui il Verona ha raccolto 9 punti, vincendo (faticando pure in modo allucinante) solamente contro Perugia e Benevento. Questo girone di andata è stato davvero incomprensibile; l’Hellas è passato dall’essere da solo in vetta al finire perfino fuori dalla zona play-off ad un certo punto. Non mi era mai capitato di elogiare così tanto (sulle prime) e demolire con tale rabbia (in seguito) la squadra e l’allenatore nel corso della stessa stagione. La cosa incredibile è che nonostante le innumerevoli partite sbagliate, la capolista Palermo ha appena pareggiato contro l’ultima in classifica ed è distante solo 5 punti.

                                                                      Non riesco nemmeno ad immaginare il Verona con il gioco di Grosso che vince il campionato (allo stesso tempo però all’idea che il Verona vincesse a Benevento e poi contro il Pescara mi ero fatto quattro risate, anzi ero sicuro che l’Hellas avrebbe perso a Benevento e che contro il Pescara avrebbe debuttato un nuovo allenatore), ma è un dato di fatto che con queste due ultime vittorie è tornato pienamente in corsa per l’obiettivo; vedremo nelle ultime tre partite dell’anno in che misura sono state o meno un caso, o frutto di circostanze favorevoli. L’anno scorso a questo punto della stagione l’Empoli aveva raccolto 25 punti in 16 partite, esattamente quanti ne ha adesso il Verona: ha avuto tutto il tempo di prendere, scappar via e stravincere il campionato con 4 giornate di anticipo. Boh. Staremo a vedere.

                                                                      1. hellasmastiff scrive:

                                                                        per il mercato che sarà giustamente allungato fino al 31 gennaio le cose da cambiare saranno fondamentali per risalire in fretta…………..

                                                                        terzini ok ragusa e almici da quella parte vorrei il ritorno di bearzotti mai utilizzato dal cosenza
                                                                        empereur e balkovec sono rivedibili eguelfi idem di crescenzi non ne parliamo….. li prenderei un forte terzino sx direi di più oggi rimpiango suprayen……… ed è tutto dire…………….

                                                                        un altro centrale se caracciolo sarà mandato via e bianchetti non sarà più in grado di giocare….. vedi piubelli negli anni 90…………

                                                                        metà campo magari cigarini come fece brighi lo scorso anno con l’empoli…… che prese anche mimmo maietta….. e dezi del parma….

                                                                        davanti con prandelli al genoa forse si potrà combinare uno scambio di prestiti pazzini-favilli non ho fonti in merito ma credo si giochi una trattativa di qeusto tipo purtroppo………… ma il pazzo non accetterà mai genova rossoblu….. almeno credo……..
                                                                        come esterni bocciato cissè al momento . di gaudio il sostituto ideale ma non al posto di Lee che in cadetteria è fondamentale………..

                                                                      Rispondi a RobyVR

                                                                      Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                      Accetto i termini sulla privacy

                                                                      *