20
gen 2019
CATEGORIA

Hellas Verona

COMMENTI 52 Commenti
VISUALIZZAZIONI

6.033

NIENTE DI NUOVO ALL’ORIZZONTE

La striscia positiva del Verona prima della sosta mi aveva lasciato molti dubbi. Mi sembrava obiettivamente presto per affermare che la squadra fosse scesa dall’altalena per salire sul treno giusto, dall’andamento più o meno costante, diretto verso la vetta della classifica. A Padova sono riaffiorati tanti problemi che hanno portato al successo meritatissimo degli avversari. Ma soffermarsi su quanto visto in campo sarebbe riduttivo.

In un momento cruciale della stagione, la rosa di Grosso doveva ripresentarsi rinforzata e in grande condizione. Invece la società non è riuscita a sostituire Ragusa, sapeva della partenza di Lee per la Coppa d’Asia, ma non ha fatto nulla. Le cessioni dei giocatori in esubero o fuori dai piani non sono state accompagnate dai necessari acquisti. Tutto questo è sinonimo di debolezza societaria. Il presidente preferisce giocare con il fuoco, prendersi rischi altissimi, sperando in qualche bel colpo di fortuna. Alle volte ti può andare bene, spesso la storia finisce in dramma.

Adesso qualcuno dirà che c’è ancora tempo, che tutte le pretendenti alla promozione fanno fatica, che il tempo per risalire c’è ecc… A mio avviso un club forte, che vuole davvero tornare in A per restarci, agisce in altro modo. Qui invece si naviga a vista, sperando e pregando. Una strategia (se così possiamo definirla) che mette a nudo la pochezza di questa società e del suo presidente. E quando non ci saranno i soldi del paracadute cosa dobbiamo aspettarci?

6.033 VISUALIZZAZIONI

52 risposte a “NIENTE DI NUOVO ALL’ORIZZONTE”

Invia commento
  1. GINO DAL BAR scrive:

    Mercato concluso, e Pazzini non si e’ mosso da Verona.
    La strategia era di non farlo giocare per convincelo ad andar via? Allora la strategia si e’dimostrata fallimentare…ma sono convinto fosse cosi’…
    Se avessero voluto liberarsi di Pazzini, si sarebbero comportati come hanno fatto con Cheubin, lo avrebbero messo fuori lista e fuori rosa…per forza di cose, dopo un po’, avrebbe chiesto lui la recessione del contratto, o di essere ceduto…
    Ma a mio parere, il non schierarlo praticamente mai, e’ sempre stata una scelta tecnica dell’allenatore (prima della tripletta contro il Cittadella, aveva fatto 8 panchine consecutive su 9 partite…una follia…), a ulteriore dimostrazione della sua totale incapacita’ di gestire il “materiale” che ha a disposizione.
    Riuscire a gestire cosi’ male Pazzini e Di Carmine (e ci aggiungo anche il giovane Danzi)…credo non ci riuscirebbe nessuno…
    …son stra-convinto che anca con Remondina in panchina (che el zugava col schema…lancio longo sulla punta…brutto da vedar, ma sicuramente piu’efficace dell’inutile possesso palla di Grosso…), avremmmo 4/5 punti in piu’…
    #remondinatornainpanchina :D :D

    • Simone scrive:

      Quella su Danzi non l’ho molto capita. Giocatore giovane e da gestire, al primo anno da protagonista. Su di lui qualche merito ce lo vedo, se non altro proprio sulla gestione. Su Pazzini/Di Carmine: faccio fatica a criticare la scelta di giocare con due esterni dato che abbiamo in quel ruolo tra i giocatori più forti della categoria (Matos, Lee, Ragusa – deludente prima dell’infortunio, ma sulla carta l’è bon per la B – all’occorrenza Laribi, ed ora Di Gaudio) e solo due punte (con solo il giovane Tupta come alternativa). Quindi non trovo affatto strano che si giochi con l’uno o con l’altro. Su Di Carmine: quest’anno secondo me ha pagato tra le altre cose anche alcuni problemi fisici che probabilmente Grosso ha voluto provare a recuperare anche attraverso il campo, con risultati certo non soddisfacenti. Ma credo saprà e potrà tornare utile. Su Pazzini: paradossalmente sta mostrando un leggero calo proprio ora che è tornato ad essere titolare incontrastato. Spero sia solo un caso. Il futuro dirà. L’unica cosa che so è che abbiamo due punte valide per la categoria e che sugli esterni siamo ben coperti anche in caso di infortuni vari. Su Caracciolo: non ho certo pianto alla sua cessione (giocatore che a livello difensivo non mi ha mai convinto, quest’anno men che meno), ma mi sarebbe piaciuto vedere al suo posto un nuovo arrivo, possibilmente con caratteristiche ”di velocità” che nessuno dei nostri centrali difensivi ha. Evidente che vogliono ripuntare ancora su Bianchetti, che tra l’altro ho visto meglio l’ultima volta da terzino che nel resto delle sue partite da centrale. Faraoni e Vitale: due buoni acquisti per la categoria (il primo sicuramente, il secondo comunque d’esperienza e con un discreto piede se non erro), ma voglio vedere se sono adatti per la difesa a 4 o se si dovrà cambiare modulo per farli rendere al meglio. Sul possesso palla: io non ho mai avuto particolari predilezioni su una filosofia di gioco (fero restando che come il 90 per cento dei calciofili preferisco guardare il City di Guardiola che l’Atletico di Simeone, giusto per citare due squadre super con allenatori super), penso solo che sia fondamentale avere e creare delle basi per poterla fare al meglio. Penso che per questa serie B le basi ci possano anche essere (tutto sommato il valore tecnico per la categoria non ci manca) per provare questo tipo di gioco, ma ad ora (e siamo a febbraio) devo ancora vederne le basi. E per basi intendo un ritmo, che, vien da sé, è dettato oltre che dalle caratteristiche dei giocatori, dalle loro condizioni fisico-atletiche. E dato che, torno a dire, il preparatore atletico che abbiamo non è nuovo a critiche, su questo punto prima ancora che su altri sono molto perplesso. Su Cissé: abbiamo tenuto le due punte principali, abbiamo preso Di Gaudio (giocatore importante per la categoria), e venduto lui. Va ben così direi. A dimostrazione che le parole (su “Cissé incedibile” no g’ho creduo un secondo) in sede di mercato valgono poco di fronte ad un’offerta congrua (e su de lu ghe volea poco). Detto questo, concludo: ad ora l’unica squadra che vedo difficilmente avvicinabile è il Brescia (il Palermo è forte ma ha una situazione societaria davvero disastrata, e di solito questo si paga), e questo mercato qualcosa di buono ha teoricamente portato. Se entro breve non ci saranno risposte sul campo, e per breve intendo già da Carpi domani, la società mi auguro prenderà in considerazione seriamente la possibilità di cambiare la guida tecnica e lo staff. Il tempo passa e ora bisogna trovare continuità di risultati, e vedo la possibilità di riuscirci considerando la rosa, rispetto a molte altre.

      • GINO DAL BAR scrive:

        Danzi: hai un giovane in rosa da far maturare, lo tieni in panchina per 13 partite consecutive, e poi lo schieri improvvisamente titolare su un campo difficile come Benevento? Ma come si fa? Ma qualsiasi allenatore normodotato lo avrebbe fatto giocare prima 10 minuti, poi mezz’ora, poi un tempo, e via dicendo…a quell’età li, se imbrocca la prima sbagliata, rischi seriamente di bruciarlo…
        Non ho mai detto che Pazzini e Di Carmine debbano giocare assieme (queste i e’ tesi da “cotolettari”… ), qualche spezzone di partita al massimo, ma hai 2 giocatori entrambi ottimi per la categoria ma con caratteristiche completamente diverse….niente, un allenatore normodotato cercherebbe di gestirli al meglio… una partita uno, una partita l’altro, oppure alternandoli nella stessa partita per l’ultima mezz’ora….ma come si fa a lasciarne in panchina uno per 8 partite consecutive su 9?
        Lo demotivi, lo distruggi emotivamente, rischi di farlo diventare inutile e una mina all’interno dello spogliatoio..ripeto credo che nessun allenatore dalla 3 categoria fino alla serie A sarebbe riuscito a gestirli in modo peggiore….
        …e ghe aggiungo anche che qualsiasi allenatore normodotato si renderebbe conto che se perde una partita per 3 a 0, ma con il 78% di possesso palla, e con una percentuale dell’80% dei passaggi riusciti…significa che i giocatori eseguono alla lettera ciò che gli viene spiegato durante la settimana…ma che quel che gli viene spiegato non serve a un cazzo, se non ad attuare un gioco completamente inutile per la categoria…
        Pensavamo di aver toccato il fondo con Pecchia? No, c’e’ ancora di peggio…Fabio Grosso…

        • Simone scrive:

          Parto sempre dal concetto che non vedo gli allenamenti e quindi non ho la presunzione di sapere se e quando un giocatore l’allenatore lo vede pronto o meno. Danzi a Benevento ha fatto bene e questo mi basta. Pazzini ha detto e ribadito che con Grosso non ha nessun problema e che le cose sono state chiare fin dall’inizio. Buttato in campo nel periodo in cui non si poteva considerare un titolare fisso faceva bene, da quando è diventato titolare inamovibile comincia a farlo meno. Questa l’analisi secca oggettiva. Se questo è un caso o meno non lo so. Due anni fa con Pecchia ed uno staff ridicolo (basti pensare a chi avevamo come secondo, che non è una figura banale nel calcio moderno, tutt’altro) la A è stata conquistata e praticamente siamo stati quasi sempre primi o secondi. Quest’anno, con una squadra completamente nuova (questo è sicuramente un fattore che porta difficoltà) ma che nel complesso non vedo almeno nelle premesse più scarsa, e con Grosso accompagnato da uno staff tecnico altrettanto non all’altezza, se sta fasendo molta più fadiga. Analisi secca pure questa. Nello specifico, al di là dell’aspetto caratteriale , quello che veramente non mi convince è la fase difensiva. Premessa che lo stesso Grosso aveva dichiarato come fondamentale. Se in panchina ho Zeman, me lo aspetto di prendere tanti gol (con un gioco che però dovrebbe creare le premesse per farne pure molti), se in panchina ho un allenatore che dichiara che la fase difensiva deve essere uno dei punti di forza, cambia. Poi, se vogliamo dirla tutta, va anche ricordato che in effetti se i nomi per far ”filtro” a centrocampo li abbiamo, ma in difesa giocatori abili a difendere ne vedo pochi, e molti gol sono stati presi proprio per questo. E quando leggo che Dawidowidz nasce centrocampista posso capire perché… Sul possesso palla, ripeto, no l’è quel el problema, ma come è impostato e con quali basi. Nella Championship inglese seguo da vicino una squadra che adotta esattamente questo tipo di gioco, ed attualmente è prima in classifica, con una rosa tra l’altro non da primissimi posti. Le differenze sostanziali? Un pressing più alto ed acceso in determinati momenti della partita, un giro palla più rapido, più compattezza tra reparti e giocatori stessi e la capacità di predisporsi (a livello tattico ma appunto anche fisico) quando c’è da recuperare il pallone in fase di non possesso.

    1. viniciocaposhellas scrive:

      Mercato positivo.
      La fascia sx adesso è la migliore della B.
      Faraoni è un giocatore di alto livello in B .
      Bene non aver ceduto nè Di Carmine nè Pazzini.
      Munari può ancora dire la sua , anche se credo sia stato preso come amuleto viste le molteplici promozioni fatte (alla Troianiello per capirci).

      In generale direi che l’amico si è mosso bene pezzando le falle del mercato estivo con elemti top per la B.

      Adesso Grosso non ha più scuse, deve vincere o lasciare.

      1. GINO DAL BAR scrive:

        @ Avanti
        …bene, fa piacere saperti al sicuro (tra l’altro,…oltre a tutti gli altri casini ghe ghe la’….ho visto in parte un servizio sul fenomeno dei rapimenti…siobboys, Napoli l’e’ un convento de Frati al confronto de quel stato li’…va la’va la’…che te ste mejo qua… :D )

        1. viniciocaposhellas scrive:

          Dai che vendemo Di Carmine senza averlo comprà…. :-)

          Alla fine parte il Pazzo…..

          Grecchia tra i 2 preferisce Di Carmine….

          1. avanti i blu scrive:

            Premetto che le idee di tutti vanno rispettate , ogni volta che ascolto certi tuoi colleghi e certi opinionisti penso anch’io di essere di un altro pianeta:
            - Quando in conferenza stampa si chiede a Grosso “hai pensato di andare in ritiro?” Come se in una settimana lontano da peschiera si potesse imparare il concetto di essere una squadra o si assimilasse ció che in mesi e mesi di lavoro non si è assimilato (avere un gioco) si evidenzia due cose: o che non si ha la minima idea di cosa sia il calcio , o che si è incapaci di fare a Grosso la unica vera domanda: ” Perchè non hai dato un gioco decente a questa squadra ? Se il problema non sono i giocatori (che tu dici essere adeguati) allora il problema sei tu Grosso, il problema è il tuo essere inadeguato al Verona, anzi ad una qualsivoglia squadra che abbia concrete aspirazioni (vedi bari)
            - quando in TV Si sente un opinionista (Non in una tua trasmissione preciso) dire: “bisognerebbe sfruttare di piú la primavera come se dei ragazzini potessero risolvere i gravi problemi di gioco, di temperamento, di carattere che questa squadra ha, oltrettutto rischiando di bruciarli mettendoli in una sorta di tritacarne chiamato Verona. Èd hanno il coraggio di definirli esperti di calcio questi….. il Verona ha bisogno di giocatori con i contro-cogl#oni, solo così si puó sopperire a Grosso…. se in panchina non si ha un allenatore lo si abbia almeno in campo

            • pennabianca scrive:

              Ciao avanti
              Purtroppo non savaria dove cavarghene par mettarghene.
              Rileggiti questo articolo pubblicato sul Tg gialloblu e dime se questo inveze lè far el bene del Verona..

              Cit : “Incredibile ma vero: il Verona starebbe smentendo il suo mercato estivo, la mossa più importante dell’estate. E’ pronta infatti la cessione di Di Carmine al Benevento mentre al suo posto è stato richiesto al Parma Ceravolo.
              Evidentemente dietro a questa operazione messa in piedi nelle ultime ore c’è il disagio di Di Carmine, mai perfettamente inserito ngli schemi di Grosso e stritolato dall’assurdo dualismo con Pazzini.
              E ora che la notizia è venuta a galla ci si chiede: se non andasse in porto con quale spirito resterebbe a Verona Di Carmine?”

              Notizia riportata da tantissimi siti, quindi niente de novo. Ma se te lezi tra le righe (neanche tanto tra le righe) e el tono dell’articolo, lì te trovi la genialità del rancoroso e polemista a tuti i costi.
              Adesso mi chiedo, fà più male alla squadra chi non entra nel dettaglio o chi invece ci entra e ci ricama, pur de far polemica a ogni costo e gratuita per giunta? Fa più male chi lecca il cu*o o che porta avanti una battaglia personale cercando di farla passare per il bene del Verona?
              Come dicevo sopra, non savaria dove cavarghene par mettarghene.
              Poi se vogliamo parlare di opinionisti, beh daghe n’ociada a quei de telenuovo (salvo rare eccezioni) e a quel che i dise…
              Miserie in qualsiasi diresion te guardi : società, campionato, allenatore, giornalisti, tifosi ( alcuni) e opinionisti…
              Tempi duri..

            1. avanti i blu scrive:

              Per una volta fasso el democristian (BUTO SU):
              è evidente (penso ) a tutti che se si analizza il Verona dal punto di vista tecnico/tattico (basta guardar le partie) il Verona ha un GROSSO problema: l’allenatore che non ha dato un gioco al Verona, io non vedo una squadra che non ce la mette, vedo invece una squadra che non ha alcun gioco, che sta male in campo e che ha una fase difensiva da “scaresse”…. vedo un cosiddetto allenatore che non ha mai, dico mai, provato a giocare diversamente (persino il tanto odiato pecchia lo ha fatto) 433 e basta, preferendo creare per esempio la dicotomia Pazzini / Di Carmine piuttosto che sfruttarli a dovere tutti e due; o inventandosi esterni di attacco tipo ieri Tupta, o rovinando un trequartista che non ha il passo per fare l’ala…. o inventandosi terzini che terzini non sono o centrali che centrali non sono per NON GIOCARE A 3 DIETRO. Grosso forse diventerà un gran allenatore, per ora peró è solo un allenatore da B medio bassa…. questa è la verità! La responsabilità tecnica delle brutte figure è solo sua.

              MA Gino esiste anche la responsabilità assoluta e totale del Padrone che da anni fa tutto tranne che il presidente del Verona, assembla a la “vateciava” una squadra a luglio e poi chi se ne frega….io so io e voi non siete un ca77o” , esiste un padrone che ha fatto terra bruciata attorno al Verona…. È vero Gino che noi non siamo quelli di anni fa… prendo come esempio il sottoscritto : ero allo stadio contro il Pescara: anche nella vittoria zero emozioni…. Ma chiedo: colpa mia o di chi ha scientificamente distrutto il Verona? Ma per ciò che mi riguarda non l’avrà vinta…. il Verona sono io non lui.

              • avanti i blu scrive:

                Ciao butei rispondo / commento tutti e due
                (Intanto si Gino, son Tornà alla base un mese fa)

                LA responsabilità tecnico / tattica è tutta dell’allenatore (secondo me peggiore di Pecchia); la responsabilità ella società è lasciarlo al suo posto; non vedere che con questo non gioco, con questa incapacità di difendere e di stare anche solo in campo in A non ci si và. QUELLO DI CARPI DOVREBBE SPIEGARE COME È POSSIBILE CHE UN ALLENATORE SAPPIA DARE UN GIOCO ALLA SQUADRA NEI PROSSIMI 4 MESI SE NON HA SAPUTO DARLA LAVORANDO DA LUGLIO A FINE GENNAIO.

                parlava par mi butei: Quando el Verona l’ha segnà quasi non ho festeggiato e non Perchè non volessi ma Perchè il gol non aveva provocato nulla in me, l’anno de Fascetti era diverso Perchè te vedei na squadra che se pur la scunasse come na nave nella tempesta manteneva una rotta Perchè quel che el gavea in man el timone lo manteneva ben saldo ma sopratutto El SAVEA DOVE ANDAR E COME RIVARGHE… io penso che il timoniere attuale non abbia la minima idea di cosa fare purtroppo; non intervenire prima che la stagione sia andata definitivamente a pu77ane è assurdo, l’anno scorso cambiare pecchia a metà anno avrebbe probabilmente evitato certe brutte figure ma comunque saremmo andati in B lo stesso a causa di giocatori non da A , quest’anno invece la stagione non è ancora compromessa par quela l’errore del Signore de Carpi lè ancora più grave.

                Ognuno di noi ha le proprie idee, se io andassi in tv ad esprimere le mie idee son sicuro che molti le criticherebbero, penso faccia parte del gioco, anche io vedendo la trasmissione del Vigo a volte mi incasso quando per esempio si critica “ad minchiam” il coreano o quando si dà l’impressione che un gol di Di Carmine valga la metà di quello di Pazzini .

              • GINO DAL BAR scrive:

                Ciao Avanti (sito rientra’ in patria definitivamente dal caso ? Perche’dalle to parti…par mia che tira una bella aria…)
                Intanto, fatalita’, stamattina leggevo questo https://www.hellasnews.it/damico-e-quella-scelta-da-amico/ e adesso capisso come l’ha fatto Grosso ad arrivar a Verona (se pensava fosse un’idea de Fusco, ,ma pare non sia cosi’…)
                Ma parto appunto dalla tua ultima frase.il Verona sono io non lui, non vincera’ lui.
                Verissimo che l’entusiamo che suscita questo Verona, e’ pari a quello che suscita l’uscita di un disco di Gigi D’Alessio…e che il primo colpevole della situazione e’ Maurizio Setti…(dopo, considerando che al stadio fa fadiga ad andarghe anche chi si e’abbonato…zugar sempre de sera in novembre/dicembre/gennaio/febbraio…questo de certo non aiuta..), e che siamo cambiati tanto anche noi (piaccia o non piaccia, e’ l’eta’…e il ricambio generazionale non c’e'…ai buteloti el stadio el ghe piase sempre meno)… ci aggiungo anche internet, che a livello di tifo e’ deleterio, e un certo tipo di stampa (vedi articolo che t’ha riporta’ Pennabianca), la quale, purtroppo ha molto seguito, e con articoli perennemente disfattisti e pessimisti, sta solamente contribuendo a far allontare sempre di piu’ la gente dal Verona e far scomparire ogni passione (e se te lezi gli ultimi blog de Barana, personaggio che ho sempre critica’, probabilmente el comincia a rendersene conto anca lu’…)….
                …ma sono dell’opinione che, chi siede in panchina ha un ruolo fondamentale, sia nei risultati, sia nel creare entusiamo.
                Credo che tette ricordi quell’anno de Fascetti, il quale nonostante una societa’ fallita e giocatori che non prendevano gli stipendi, riusciva a farli correre ugualmente, e a centrare una promozione insperata…volemo solo per un attimo paragonare un personaggio del genere, dotato di coglioni quadrati… con gli Inermi che ghemo in panchina da 3 anni a sta parte?
                Un butel su Hellastory, dopo la sconfitta col Brescia, el scrivea giustamente che saria basta’ solo esonerare Grosso, e in quel momento li’, mettere uno come Malesani in panchina…e contro el Palermo, invece de uno stadio completamente vuoto, probabilmente te avaressi cata’ uno stadio stra-pieno, e magari con una semplice vittoria, se saria riacceso l’entusiamo…servaria veramente poco…
                Ripeto, bastaria cavar sto Inerme dalla panchina, metterghe chiunque con un po’ de animo al so posto, e secondo mi le robe le cambiarea…ovviamente questa e’ una scelta che dovrebbe fare la societa’, che non fa, e si ostina a non fare, nonostante tutto (i risultati) e nonostante tutti (tifosi e stampa) …e questo si, sta togliendo ogni entusiasmo anche a me, perche’, adesso, me par de scontrarme contro un muro de gomma…
                …ma come te disi ti, il Verona e’ piu’ mio che suo…e non vincera’ lui.

              • bruce scrive:

                No Avanti, la colpa non è tua, non è nostra ma di un solo individuo. In questa situazione grottesca che si protrae dallo scorso anno ho la netta impressione che proprietario, ds, allenatore e giocatori remino tutti dalla stessa parte con un unico obbiettivo, l’anno scorso era retrocedere mentre quest’anno è vivacchiare in una zona di classifica medio alta per poi uscire ai play off. Pur frequantando lo stadio non riesco ad esultare come vorrei e per una volta non riesco a controbattere a coloro che anche con l’insulto criticano coloro come me che si sono abbonati. D’accordissimo sull’ultima frase, l’Hellas Verona siamo sempre e solo noi e ho la netta impressione che presto ma molto presto il magliaro finalmente se ne andrà.

              1. viniciocaposhellas scrive:

                Navas sarà stato preso per il Mantova…
                E’ l’inizio della fuga…

                • stefano 50/60 scrive:

                  beh Vinicio se avevamo bisogno di qualche conferma in più queste stan arrivando…in pratica tutta o quasi la rosa è in prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione……i risultati, le partite vendute, i campionati venduti, le facce di xulo che quotidianamente ci vengono propinate da via belgio, la scarsezza e l’ inadeguatezza di molti giocatori, la filosofia di vita di pecchia prima e grosso ora che prendono lo stipendio come l impiego pubblico a cirò marina e dintorni, il d.s. che andrebbe da Dio in film hard di bassa lega, il proprietario che commercia in svariati settori intrallazzando come l’ ultimo dei cravattari, …beh tutto ciò fa effettivamente pensare all’ organizzazione di un evasione dalle cayenne…….dopo il 1967, anno d ingresso per me al Bente, ho vissuto parecchie fasi e situazioni al seguito del Verona, cito brizzi uomo dal foulard….. mirzakanian……angelo di palermo uzzo e la invest….il wc entino e buon ultimo il karl lagerfeld della bassapadana……ricapitolando però una cosa simile, come quella attuale, confesso che supera quanto di più nefando potessi mai immaginare…..

                  • viniciocaposhellas scrive:

                    La società blinda Cissè , che praticamente non ha mai giocato….
                    Mi aspetto il colpo al 31/01 …
                    Pazzini in prestito al ……

                    • stefano 50/60 scrive:

                      ghè metaressito la man sul fogo ?

                      • viniciocaposhellas scrive:

                        La man sul fogo no, ma sembra che si muova qualcosa …

                        Trovo troppo strano che si trattenga Cissè che non ha mai giocato , mentre si trattano cessioni quali Pazzini e Di Carmine che qualcosina hanno fatto.

                1. hellasmastiff scrive:

                  Nell’avviso di manifestazione d’interesse che si appresta a pubblicare, il Comune di Verona dà 120 giorni di tempo per presentare progetti di un nuovo stadio privato da 25/30mila posti al posto del vecchio Bentegodi o altrove, fermo restando che chi lo costruirà dovrà farsi carico di riqualificare la zona dell’impianto attuale. Le proposte sono quindi attese per febbraio prossimo, quando sarà passato un anno dall’incontro che ha dato avvio alla vicenda. quello che il sindaco Federico Sboarina ebbe a Palazzo Barbieri con l’ex calciatore del Verona Thomas Berthold e il rappresentante della società di progettazione inglese Populous Francois Clement. La società londinese Populous avrebbe dietro di sé i capitali apportati per tramite dell’imprenditore messicano (ma con base a New York) César Esparza, che da anni tenta di costruire un nuovo avveniristico impianto nella sua Monterrey. Tra i partner, ci sarebbe l’International Stadia Group, specializzata nell’elaborare piani finanziari per gli stadi privati. Si tratta quindi di esperti del settore, a caccia di opportunità di business, convinti che a Verona ci sia lo spazio per un investimento da decine di milioni di euro, che prevederebbe bar, ristoranti e un grande albergo. Nella scorsa primavera, l’assessore allo Sport Rando è stato a Londra per visionare il nuovo stadio in costruzione del Tottenham, un modello per quello ideato per Verona: uno stadio quindi all’inglese, compatto e accogliente, con le tribune a ridosso del campo senza l’inutile pista di atletica che compromette la visione del gioco al Bentegodi

                  nuovo stadio tottenhamhotspur
                  https://www.tottenhamhotspur.com/news/2018/november/first-fan-familiarisation-event-date-confirmed/

                  1. bruce scrive:

                    Sono sempre più dell’avviso che chiunque giustifichi questa pseudo società (sono sempre meno) in realtà non sia un tifoso dell’Hellas Verona, in particolar modo gli pseudo giornalisti che imbrattano alcuni siti e giornaletti locali.

                    1. Bruno scrive:

                      Gino,
                      perdere male una partita ci può stare, (ma quante quante partite vergognose abbiamo visto?) ma la reazione di una Società normale non può essere quella del dopo Padova.
                      Sarà che sono addolorato, ma non mi basta più pensare che sia un problema di cattiva gestione, perché vedo scelte tecniche e societarie pervicacemente sbagliate e contrarie al sentimento della città e degli innamorati del Verona.
                      Nessuno qui desidera gli emiri o i miliardari russi, vorremmo solo che il nostro orgoglio non venga calpestato.
                      Di camorra o di marziani hai scritto tu, non io. Certo che vedere 11 fighe in campo farsi mettere sotto all’inizio del secondo tempo quando ci aspettavamo una reazione di orgoglio qualche dubbio sulle scommesse me lo ha lasciato.
                      In più aggiungi l’atteggiamento menefreghista dell’avventuriero e allora io non riesco più a ridere come facevo quando eravamo in C (perché si perdeva diversamente da adesso).
                      Ti do ragione solo sul cabernet, per il resto spero sinceramente in futuro di riconoscere che avevi ragione tu. Ciao.

                      • bardamu scrive:

                        Se poi pensiamo a quanti nostri ex giocatori in passato sono stati indagati per “calcioscommesse” non è che a pensar male si sbagli poi così tanto…

                      1. pennabianca scrive:

                        A questo punto della stagione le cose sono due : o la squadra è competitiva, quindi è responsabilità dell’allenatore il cattivo andamento e la conseguenza non può che essere l’esonero dello stesso; oppure la rosa è scarsa e allora la soluzione è quella di intervenire sul mercato inserendo calciatori di qualità.
                        Se Setti rimarrà ancora una volta immobile davanti all’evidenza, darà la prova provata che dell’andamento della stagione gliene frega poco, che ancora una volta preferisce avvallare scelte scellerate pur di non ammettere errori che sembrano evidenti a tutti meno che a lui, che il “progetto” Verona ha i giorni contati.
                        La solfa squadra giovane, nuova, ci dobbiamo conoscere e tutte quelle menate emerse dall’inizio campionato a giustificazione di prestazioni indegne, francamente hanno rotto i coglioni e non reggono più.
                        Se però, oggettivamente, mi soffermo sull’intervista rilasciata da D’amico a fine partita domenica, mi rendo conto che abbiamo poche speranze e che la realtà delle cose non va di pari passo con le aspettative, mi rendo conto che i dirigenti attuali sono poca cosa rispetto a quello che servirebbe per dare veramente una scossa e infine che el me poro fegato el subirà ancora tali violense che stavolta el riscio de perderlo lè altissimo :-)

                        • Bruno scrive:

                          Analisi giusta se non fosse che la situazione non è affatto logica, per cui ogni ragionamento è inutile.
                          Nessuno può credere che in una partita ci siano 7- 8 giocatori che deliberatamente non corrono, sbagliano passaggi elementari, non marcano.
                          Ci può stare la giornata storta di 1 o 2 giocatori, ma stavolta è palese che la squadra ha fatto ciò che gli è stato chiesto di fare e cioè perdere.
                          Che ci siano le scommesse dietro noi non lo possiamo affermare, ma Maurizio, non pensare che siamo tutti stupidi.
                          Non è una situazione normale se dopo aver perso malissimo contro l’ultima la società non fa una piega, come se non fosse successo niente, nessuna scusa ai tifosi in trasferta, nessun dubbio che l’obiettivo della promozione possa svanire. E nessuno può dire che ci sia un disegno malavitoso dietro.
                          E’ normale questo?
                          Giocatori che vanno via la settimana prima e appena li incontri danno l’anima e sputano sangue pur di battere il Verona (Calvano e Cherubin, merito loro, hanno messo un impegno da tipico dente avvelenato, non hanno solo giocato bensì hanno bruciato il prato di gioco). Mi spiegate perché? Vi viene il dubbio che lo spogliatoio del Verona sia una polveriera? Eppure noi non lo possiamo dire.
                          Giocatori promettenti come Henderson o Davidowiz che sembrano delle fighe in campo, si sono trasformati? hanno perso la forma fisica? Quali sono i motivi della loro involuzione? Oppure si sono adeguati agli ordini di scuderia? Ma noi non lo possiamo affermare.
                          E’ normale tutto questo?
                          Ti stai divertendo Presidente? Bravo, bravo… i tuoi burattini stanno recitando molto bene, il tuo baraccone sta ancora in piedi. Ti faccio un applauso bravo, continua a vivere da avventuriero.

                          • GINO DAL BAR scrive:

                            …posso capire le critiche (giustissime), il malcontento (altrettanto giusto), lo sconforto calcistico (inevitabile)…ma prima de scrivar certe robe, fermarse a pensar un attimo con la propria testa, lassando perdar el “Vighini -deliro-pensiero”, secondo mi non saria mia una brutta idea…
                            Una squadra de serie B che segue “dirittive dall’alto”…per restare in serie B?
                            Zugadori che zuga male apposta per restare in serie B?
                            In serie A molto spesso le societa’ non promettono il “premio salvezza”…e in quei casi, a volte, alcuni giocatori iniziano a tirar indietro la gamba, perche’ lo interpretano come un segnale che alla societa’ non interesse salvarsi…
                            …ma al zugador dal punto di vista contrattuale…non ghe cambia una benemerita fava…el ciaparea el stesso stipendio anche in caso de retrocessione…
                            Ben diverso l’é el discorso in serie B, visto che tutti i contratti (fatti in B) i prevede, in caso de promozione, un aumento minimo del 50%, e spesso del 100%…
                            …chi elo l’idiota che zugarea male apposta per restare in B e guadagnare la meta’?
                            El probema principale l’e in panchina’, dove ghe’uno che se crede de esser Guardiola, e che sparpaglia in campo i zugadori a caso come i bastonicini del Shangay, e che riesse a trasmetter ai zugadori a stessa grinta e carica che trasmette un disco della Pausini…e de chi, ovviamente, se ostina a lassarlo li’…

                            • schetch scrive:

                              Difatti quel che se dise l’è che el pese el spusa testa. E avema dito tuto. Punto.

                            • GINO DAL BAR scrive:

                              …no, dai, non aveo mia letto ben… :D :D :D (peca’ non ghe sia mia le faccette che se rugola in tera dal ridar…)
                              …le scommesse, il disegno malavitoso….la Gamorrrrra….e tutto un gooomblottto….la Maaaafia, gli Uffffooooo…e’ tutto un disegno dei Marsiaaani ….ci stanno invadendooooo….le cimmmicci in dicembre sono un segno evidente che le siee chimmmiche esistonoooo…aiuttoooooo….
                              …siobboys, siamo al delirio…

                              • GINO DAL BAR scrive:

                                …se te lezi fin in fondo, ho scritto altro…
                                …de certo non ghe do’ colpa alla Gomoooorrraa, alle scommesse, alle direttive che vien dall’alto, alla mafia o altro perché el Verona el perde male una partita…11 anni de fa se sto periodo eravamo ultimi in C, con una societa’ inesistente, perdeino partire assurde, ma nissuni era mai arriva al punto de darghe la colpa ai poteri occulti che muovono il mondo se el Verona perdeva…nonostante ghe fosse Cannella…sesse limitava a darghr la colpa a chi era incapace de gestire la situazione….
                                ….e el paradosso l’e’ che all’epoca almeno se rideva e scherzava in stesso…se usava l’ironia, e al stadio ghe se andava in stesso…adesso semo alla lamentela terronica perenne, e alla ricerca ininterrotta del complottismo e della dietologia…
                                …ma come semo ridotti…
                                ….meno internet piu’ cabernet…va la’…

                              • Bruno scrive:

                                Bèh… che i marziani esistano e che siano tra noi a questo punto mi sembra evidente… se pensi che sia solo un problema di allenatore il marziano sei tu: benvenuto sul pianeta Terra!

                          • schetch scrive:

                            Tutto condivisibile, in più l’anno scorso stessa menata sia col tecnico, ds e giocatori…spocchia, straffottenza, adesso anca el stadio vien fora…ma se no te ghè i schei gnaca par piansar…bauco!!

                          • stefano 50/60 scrive:

                            Bruno magari el tira nà brena, anca i fioi de roie ì more ah….detto questo è talmente evidente quel che sta facendo a Verona stò inculato di fresco che non occorre aver la laurea in giurisprudenza ed economia eh……ghè solo da sperar che quando el ndarà a farselo butar nol nè lassa finidi…..emo riscominzià tante olte dal livel del colaticcio, e speremo che anca staolta la sia cosìta……altre tesi in giro nò ghè nè vedo, ma se lè cossì tacà ai schei quando a fine torneo finisse i contributi forse lè la olta bona chel sparisse……no so però chi ghè sia dopo, e se ghè sia qualchedun, magari meio de sto infame…

                        • stefano 50/60 scrive:

                          ciao Penna……più passa il tempo, e si va verso la fine del campionato, più emergono due cose…..una è risaputa e riguarda il totale asseveramento del Verona alle mire economiche del pezzetto di myerda marcia….l’ altra, oltre all’ incasso degli ultimi dieci milioni, ( è evidente che non gli interessa salire in A ) ha un alone di mistero che prevede varie ipotesi…1 – lascia la società in mano al sindaco e saluta partendo verso dove xazzo gli pare, se non c’è più nulla da succhiare cotestui sparisce….2 – c’è un qualcuno che gli ha fatto un offerta, un qualcuno che non sappiamo e qui potrebbe arrivare un altro pezzo di myerda intendiamoci anche se spero sempre il contrario….3 – presenta istanza di fallimento perchè i conti che afferma essere in ordine potrebbero benissimo essere stati falsati…..4 – ha in atto un pour parler col mongoloide dell’ altra sponda ( del camuzzoni ) e visti i groppi che dumbo ha sul groppone neanche questa ipotesi morganatica e incestuosa è da escludere del tutto…..in tutti codesti casi, tranne forse uno, siamo sul bordo del letamaio e se ci si pensa bene un attimo solamente non cambiare quel chierichetto sodomizzato che c’è in panca ( come quello scorso del resto ) è il segnale più evidente di un progetto mirato ad arraffare gli ultimi denari assistenzialistici e far fagotto…..restare qui in B con contributi vicini allo zero non è collimante con la personalità avida del figuro vestito da finocchio che non fa outing…..non scordiamoci poi mai che stò qua è venuto con mezze toppe al xulo e debiti con uno scoccimarro che è cento volte peggio di lui…….amen….

                        1. Bruno scrive:

                          Comunicazione di servizio:
                          questa settimana non leggerete nessuna delle consuete lezioni esplicative di Fenomeno in merito alla diligenza imprenditoriale della Società Hellas Verona.
                          Per i cultori del genere ci scusiamo per il disguido non dipendente dalla nostra volontà.

                          1. bardamu scrive:

                            D’accordo parola per parola con quanto scritto da Fioravanti. Non serve aggiungere altro.

                            1. viniciocaposhellas scrive:

                              Società vergognosa.
                              Serve una dura contestazione.
                              Se lo stadio vuoto non è servito , allora bisogna riempirlo di striscioni contro il carpigiano.

                              Vi siete mai chiesti il perchè a grandi piazze quali Firenze, Napoli, Parma, ecc.. il sacrificio di ripartire dalla C abbia portato proprietà solide con capacità imprenditoriali, mentre a Verona è arrivato quel che è arrivato?

                              1. viniciocaposhellas scrive:

                                Prendete un allenatore di una qualsiasi prima categoria e mettetelo ad allenare l’Hellas.

                                Il Verona di Grosso è lento , svogliato senza idee.

                                Il livello di questa B è deprimente.

                                Perso prendendo gol in contropiede in casa dell’ultima in classifica….

                                1. Maxhellas scrive:

                                  Perché sorprendersi? Per quale arcano motivo dovrebbe tirare fuori un solo centesimo (ammesso che ce l’abbia) Setti? Stando fermo e vendendo qua e la, si prende i 10 milioni a fine campionato e le plusvalenze adesso. Sarebbe ora di smetterla di fare finta di non aver capito cosa è venuto a fare qui quell’avventuriero!

                                  1. mir/=\ko scrive:

                                    senza paracadute??? il fallimento!!! inutile girarci intorno… il Verona non esiste più da tempo. esiste Setti e basta!!!

                                    1. RobyVR scrive:

                                      El Verona el ga 20 ponti in più de quei efetivamente meritè sul campo.

                                      1. Ruspa62 scrive:

                                        Oggi ho rivissuto la partita di Latina di due anni fa, (anche allora prima del ritorno). L'unica differenza è che grosso non ha dato la colpa al vento come avevamo fatto catapecchia. La squadra avrà i suoi limiti, ma con un allenatore normale, nella mediocrità infinita dell'attuale b sarebbe largamente prima. Con il similmister che dobbiamo sopportare non si va da nessuna parte.

                                        1. Denis scrive:

                                          Aggiungi pure che i nostri cervelloni (o per meglio dire i nostri cassieri) sono stati così furbi da rinforzare il Padova con Calvano e Cherubin, oggi tra i migliori in campo…
                                          ma tanto noi siamo a posto cosi

                                          1. bruce scrive:

                                            Come ho già scritto altre volte Grosso mi ricorda Giannini, entrambi con dei giocatori di livello per la categoria ed entrambi incapaci di farli rendere come dovrebbero, proponendo un modo di giocare cervellotico con continue girandole di cambi e giocatori fuori ruolo. Allora il grande e compianto Giovanni Martinelli esonerò l’allenatore a Novembre dopo la sconfitta di Salerno (Do you remember Brescia?), oggi invece dopo una serie di risultati positivi più riconducibili alla fortuna che a nostri effettivi meriti ci ritroviamo al punto di partenza. Ovviamente mi stò sforzando e non poco di parlare di calcio perchè il vero e unico problema ha un nome e un cognome, il quale speriamo tolga il disturbo il prima possibile.

                                            • Roberto scrive:

                                              condivido in pieno e aggiumgo che tutta Verona se lo augura. Da parte mia lo dissi al suo arrivo a Verona…:”queto ci porterà alla rovina”! Attendo smentite!

                                            1. bigoloto scrive:

                                              Quando non ci saranno più i soldi del paracadute, forse metterà in vendita la società.

                                            Lascia un Commento

                                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                                            Accetto i termini sulla privacy

                                            *