04
apr 2019
CATEGORIA

Hellas Verona

COMMENTI 143 Commenti
VISUALIZZAZIONI

9.973

PERENNE CONTRADDIZIONE

Prima considerazione: finalmente una bella partita. Risultato giusto, risultato che serve molto più al Brescia che al Verona.

Seconda considerazione: a questo punto solo un miracolo può raddrizzare la stagione dei gialloblù. Dopo aver gettato al vento punti in partite alla portata, contro squadre modeste, di bassa classifica, il Verona ha aperto la serie di scontri diretti con un pareggio. E’ andato in vantaggio, è stato rimontato e superato, ha trovato il gol del 2-2 e non è riuscito a centrare l’obiettivo principale, la vittoria.

A fine gara qualcuno ha applaudito i gialloblù, qualcuno ha incensato l’allenatore, qualcuno è tornato a casa dal Bentegodi con animo sereno. In realtà di positivo c’è poco. La classifica parla chiaro. La serie A diretta è sempre lontana e il Verona è una continua contraddizione. La squadra scaligera manda segnali contrastanti, tra gare indecenti e rarissimi momenti d’esaltazione. Grosso continua a rivoluzionare la formazione, assegna ruoli diversi, rispolvera qualcuno e qualcun altro lo fa sparire dalla circolazione. L’unica certezza sembra essere Zaccagni (ci ha messo un bel po’ per capire l’importanza del giocatore, ma almeno ci è arrivato).

Io credo che arrivare ad aprile a meno sei dal secondo posto, in un campionato così mediocre, con i milioni del paracadute, sia un risultato molto negativo. Nonostante questo, respingo la tesi di chi dice che Setti non vuole tornare in A per mettere le mani sul secondo paracadute da 10 milioni. Giocare nella massima serie vorrebbe dire avere una trentina di milioni legati ai diritti. Certo, dovrai spenderne un bel po’ se vuoi puntare realmente alla salvezza, ma tra restare in B senza grandi certezze e in A sempre senza grandi certezze, non ho dubbi sulla scelta del presidente.

9.973 VISUALIZZAZIONI

143 risposte a “PERENNE CONTRADDIZIONE”

Invia commento
  1. fenomeno scrive:

    Nella vita ci sono opinioni, idee, fatti per sentito dire e fatti oggettivi.

    “Smettiamola di dire che a Verona nessuno si fa avanti. Bisogna che ci siano le condizioni giuste e il prezzo giusto e la gente c’è. Ed anche qualificata”

    Qualcuno può dire a Vighini che se abbiamo avuto presidenti come Uzzo, quello dei tappeti, Mazzi, Piero Arvedi, Giovanni Martinelli ed ora quello che tutti considerano un buffone senza soldi questo significa che sono almeno trent’anni che ci sono le condizioni giuste ed il prezzo giusto per acquistare questa società…ma tutta sta gente qualificata dov’era?…dov’è?…forse è anche ora di smetterla di dire di smetterla….

    • pennabianca scrive:

      Io ricordo un Martinelli quasi in lacrime che implorava le aziende Veronesi di aiutarlo anche con poche migliaia di euro. Il risultato però fu meno di zero. Da allora, da parte mia, nessun rispetto per quei 4 piociosi che fa imprenditoria a Verona.
      Anzi, dirò di più, non acquisto più nessun bene prodotto da tali aziende, più o meno come faccio con paluani.

      • Cesare Settore Superiore scrive:

        Wow, ti si che te fantastico, pennabianca.
        Tu non mangi pasta di Rana, niente dolcetti di Bauli o di Paluani o di Dal Colle o di Melegatti. Non usi le pompe di Pedrollo, non voli con Air Dolomiti, non ti scaldi l’acqua della doccia con scaldabagni Riello o Ferroli, niente cassaforti Conforti, se ti serve l’impalcatura da muratore non prendi quella della Sec, non usi calze di Calzedonia, niente magliette di Intimissimi, niente maglioni di Falconeri, non bevi vino Sartori, non mangi uova o carni AIA.
        Pennabianca, ma va a cagar e non sta a netarte el cul con la carta igienica de Fedrigoni, che te saressi incoerente

        • pennabianca scrive:

          No non mangio pasta rana, nessun dolcetto paluani, non uso pompe pedrollo, non volo con Air dolomiti (tra l’altro non sapevo nemmeno fosse Veronese),non scaldo l’acqua con riello o ferroli, casseforti non ne uso ne tanto meno ponteggi, non vesto intimissimi ne calzedonia, da falconeri mi tengo lontano, son astemio e vegetarian… par netarme el cul però aspetto con ansia el to dossier anca se le stampà su carta fedrigoni…li si farò un’ecesion…

    • stefano 50/60 scrive:

      caro Fenomeno per me stò qua può rimanere a vita, nel dopopartita personalmente penso ai miei problemi di lavoro, a come risolverli e a come passare un esistenza dignitosa, come penso fanno molti tifosi innamorati del Verona….io non farò parte di chi va al Verona finchè ci sarà ma rispetto chi ci va comunque…..ieri alla radio, nazionale, hanno elogiato i presenti allo stadio per la goliardia e l’ ironicità con le quali hanno vissuto l’ ennesima miserabile figura di società proprietà allenatore squadra staff e ci aggiungo stampa, politica locale e, perchè no, ex gialloblù con smaglianti sorrisi in tribuna…….rimane il fatto che un uomo vero, uno coi coglioni al posto di due foruncoli purulenti, uno che si professa di tutto e di più, si sarebbe presentato in passato presente e futuro cercando almeno di dare l’ impressione di comunicare qualcosa alla gente, gente che civilmente assiste allo smantellamento di un amore per la maglia ed una filosofia di tifo unica in Italia e molto rara anche fuori nazione……se poi sostieni che migliaia di persone lo ritengono una testa di cazzo ed han torto perchè ha ragione solo lui allora io Ti posso dire che il calcio è finito anche a Verona Hellas, attorno è già finito da un pezzo se sostieni questo concetto, ma qui eravamo vivi…….vedremo alla fine del torneo, ci riparleremo qua……e vedremo se saremo ancora presenti…..

      • fenomeno scrive:

        Ciao Stefano…la situazione dal mio punto di vista è paradossale sotto tanti aspetti, sono paradossali tanti comportamenti di questa società ma è paradossale anche che il campo ormai non esista più o perlomeno non esiste più il pensiero si deve combattere per vincere delle partite…qui ormai tutto è dovuto ed ognuno può avere qualsiasi opinione su di chi siano le colpe…mi sta benissimo che le colpe siano tutte di questa società, non discuto più….ma non venitemi a dire che c’è gente qualificata che vuol acquistare questa società…i vari presidenti che ho citato prima hanno tutti acquistato il Verona per “quattro soldi”, non veniteci a raccontare che c’è un sacco di gente qualificata che vuole il Verona, non raccontiamoci favole….chi sarebbe questa gente qualificata?….quelli che non riescono a raggiungere una semifinale in uno sport dove per competere ai massimi livelli serve un decimo dei soldi che servono per pensare di avere un minimo di continuità in serie A e forse senza riuscirci?

      • stefano 50/60 scrive:

        ironia errata corrige

    1. bruce scrive:

      Fenomeno riguardo agli imprenditori veronesi sfondi una porta aperta ma toglimi una curiosità, ai tempi del antiquario berico eri per caso uno strenuo difensore della società?

      • Fenomeno scrive:

        A quei tempi ero ancora giovane e meno brontolon…non c’erano i social, si porconava allo stadio, pastorello a Verona è stato l’inizio della fine di un calcio che non c’è più…ho nostalgia del calcio dove si giocava tutti alla stessa ora, dove la sigla di novantesimo minuto era un’emozione, dove i giocatori li vedevi sull’album delle figurine, dove il presidente sapevi a malapena chi era, dove Beniamino vignola che calciava un corner a qualche metro da te ti sembrava Pelé e dove Mario su’ era un personaggio mitologico

        • bardamu scrive:

          Queste cose chiunque abbia più di 45 anni le rimpiange. Ma i social c’erano già ai tempi di pastorello e ricordo perfettamente le discussioni tra tifosi sul “bandito” ( ai tempi frequentavo il bellissimo sito “Solohellas” dei simpatici “Piùmati” sul quale scriveva col nick de “il parroco” persino uno scrittore affermato come Tim Parks ).
          Una parte dei tifosi storici per un certo periodo si era anche schierata apertamente dalla sua parte per considerazioni non dissimili da quelle che svolgi tu.
          A noi non è dato sapere se vi sia o meno qualcuno intenzionato seriamente a rilevare la società, veronese o meno. Quello che però è sotto gli occhi di tutti è come si sta comportando questa società.
          E non può essere che per la paura di un salto nel vuoto si faccia finta di niente rispetto a quello che sta accadendo.
          Mi voglio solo fermare al mero dato sportivo: ti pare possibile che con una rosa che contempla 2 capocannonieri della serie B, oltre a vari giocatori unanimemente considerati di buona levatura, ci si trovi a questo punto della stagione con la concreta possibilità di non disputare nemmeno i play-off ?
          Dopo la stagione fallimentare dell’anno scorso mi pare un motivo più che sufficiente a pretendere spiegazioni da una società che, invece, risponde insultando o querelando i giornalisti e irridendo i tifosi.
          Se tutto ciò ti pare normale e in linea con la nostra storia mi arrendo.

          • Simone scrive:

            Il fatto è che ormai è evidente come si sia aperta una guerra tra proprietà e tifoseria. Guerra che non si capisce bene dove porterà e quali pro abbia per entrambe la parti, anche se da tempo c’è puzza di ”morte” nell’aria. Situazione analoga in molte altre piazze, italiane e non (ma forse in Italia un po’ di più rispetto ad altre realtà). Qui a Verona. per come avevo conosciuto il nostro tifo, la sua filosofia, mi lascia qualche linea di tristezza in più. Ma da tempo mi sono rassegnato all’idea. E aspetto la fine. Se poi ci sarà una resurrezione o meno lo capiremo più avanti. Ma io dico che si sta giocando col fuoco. Perché le radici, per come le avevo interiorizzate io, una volta lasciate, poi sono difficili da recuperare. Per come la vedo io, su tutto c’è il calcio moderno, con le sue regole, le sue peculiarità e i suoi vizi, sostenute da un sistema costruito ad hoc come le TV, e da anni internet, che fanno da eco, il più delle volte amplificandone tutti gli aspetti e rendendo paradossalmente (ma anche no se ci si pensa bene) impossibile una sana comunicazione. E’ subentrata una quasi assoluta incomunicabilità. da parte quasi di tutti. Ogni società tende, per forza di cose (spesso perché deve, perché gli conviene, ma a volte anche se potrebbe non farlo – anche se gli spazi di libertà da questo punto di vista mi sembra si stiano restringendo sempre più), a stare dentro questi schemi, e qui nasce l’origine del malessere. Dentro questo turbinio di mosse e sensazioni, (anche) qui a Verona siamo rimasti schiacciati. Sembra ci sia una gara, da parte della società e del sistema calcio a far tirare fuori il peggio dalle tifoserie e i media, e da parte delle tifoserie ed i media a far tirare fuori il peggio dalle società e il sistema calcio. Poi in fondo mi sembra per buona parte, un po’ come succede in politica, un teatrino delle parti. In cui ciò che ci perde è il calcio e la passione naturale che da sempre lo circonda e lo accompagna.

            • Simone scrive:

              No, Stefano. Il problema è che raramente ci sono informazioni. La stragrande maggioranza delle volte ci sono opinioni basate sui vari umori (speculandoci no bdi rado volentieri sopra, a seconda delle convenienze delle parti – ma sempre meno per quello che dovrebbe essere il bene supremo e comune), che si pretende in men che non si dica diventino verità assolute, o dei “sentito dire” che tramite questo mezzo diventano notizie senza manco ce ne accorgiamo. Magari ci fosse più informazione. Il problema è che per fare informazione ci vogliono capacità, coraggio, intelligenza, obiettività e motivazioni sincere. L’unica cosa da fare, ma capisco che non è semplice anche perché ci sono costantemente mille e più influenze che non facilitano la cosa, è interpretare le dichiarazioni in relazione ai gesti. Ma non tutti abbiamo lo spessore intellettuale di un Pasolini per poter dire “Io so”. E allora si naviga in un caos irrimediabile e crescente. Che inevitabilmente svilisce alla lunga tutto. E tutti ne siamo un po’ responsabili.

            • stefano 50/60 scrive:

              aggiungo, come molte volte in passato qui, che internet è strategia…..ti do miliardi d informazioni così non saprai mai qual’ è quella giusta, non te ne do nessuna così mai saprai nulla…invertendo l ordine dei fattori il prodotto non cambia…

            • fenomeno scrive:

              chapeau

          • fenomeno scrive:

            In linea con la nostra storia si, normale no ma ormai si è capito che questo presidente normale non lo è…non ho paura di salti nel buio anzi…la storia insegna che se riparti dalla serie D in piazze di un certo tipo poi vivi delle stagioni esaltanti,,,Firenze, Napoli, Parma, ora sarà la volta di Bari…stagioni esaltanti che dopo un po’ però lasciano spazio al malumore, alle contestazioni perché si vorrebbe sempre di più ma ad un certo punto arrivi al tuo capolinea…e così contestano a Firenze, a Napoli, tra un po’ contesteranno a Parma e via dicendo…a Verona si è visto lo stesso film, dopo due anni di euforia già si contestava, una semplice salvezza non bastava più e Mandorlini era diventato l’anticalcio…trovami un presidente nella storia del Verona che non sia stato contestato…è un film ciclico già visto….tra un po’ arriverà la resurrezione del dopo Setti, tutti saranno contenti, felici e gaudenti e poi la giostra ripartirà aspettando la cordata veronese di turno…

            • fenomeno scrive:

              qualche mugugno sommesso??…vabbè, allora ho visto un altro film….ma se “il Verona siamo noi”, la categoria ed i risultati non contano di cosa ti preoccupi?….prima o poi se ne va pure questo eh

            • bardamu scrive:

              Contestazioni a Mandorlini? Ma che film hai visto? Se ti riferisci a qualche mugugno molto sommesso e a qualche parere espresso sui social non mi pare si possa parlare di contestazioni. I vecioti dell’università del fubol sul liston ce l’avevano con Fanna perchè stoppava male il pallone. Cosa c’entra tutto questo con la situazione che stiamo vivendo? La concezione vichiana della storia che hai sciorinato e il fatalismo collegato alle contestazioni nelle altre piazze c’entra una beata fava con la marea di merda che ci sta sommergendo.
              Vabbè, tempo sprecato. Rimani pure nella tua convinzione. Io, invece, rimango molto incazzato e altrettanto amareggiato e preoccupato per il futuro.

        • bruce scrive:

          D’accordo su molte cose ma non sulla frase “il presidente sapevi a malapena chi era”, Garonzi, i Chiampan, un pò meno i Mazzi, Pastorello, Arvedi & Martinelli, oggi Setti, cognomi che ricordo/ricordiamo benissimo… volente o nolente è la proprietà che garantisce continuità o secondo te tanto per fare un esempio Atalanta, Udinese e Chievo hanno fatto decenni in Serie A per merito degli allenatori??

      1. Alkwor scrive:

        Setti di sicuro è il peggior presidente della storia e del mondo in una cosa: la comunicazione.
        Qui parliamo di un bambino di 7 anni, mal consigliato per di più.
        Il lato positivo è che mi ha messo di buon umore dopo la tempesta di bestemmie di lunedì.

        1. trustinthepallett# scrive:

          Resto purtroppo dell’avviso che quello che stà succedendo al nostro amato Hellas non è altro che lo specchio del mondo del calcio italiano dei giorni nostri, tanti soldi che circolano ma la componente sportiva è un optional, l’impegno per arrivare ad un qualsiasi obbiettivo mediante impegno e sacrificio anche, gente pagata profumatamente per raggiungere nulla condendo il tutto con dichiarazioni di facciata a cui ormai non crede più nessuno. Gli unici purtroppo a rimetterci soldi e stomaco siamo noi, non le vecchie glorie, non coloro gestiscono la società in modo vergognoso, non i giocatori che per quieto vivere e con un lauto stipendio in banca (vero Pazzini?) anzichè denunciare il mobbing societario rilasciano mezze dichiarazioni senza avere il coraggio di dire la verità che peraltro si sa già, a loro in fondo che gli frega?

          1. trustinthepallett# scrive:

            Renzo Tastiera, aspettiamo altre tue perle, colpa dei tastieristi anca ancò???

            1. Busatta scrive:

              Grazie, Marrone. Giocatore da serie C

              1. Jolly Roger scrive:

                Approfitto di questo spazio per chiedere umilmente a Grosso e ai giocatori di centrare l’obiettivo per cui sono stati tutti assoldati, ovvero rimanere in B, risparmiandoci l’agonia dei PlayOff.
                Fate qualcosa di utile, liberateci qualche weekend e soprattutto dal timore di poter tornare in A a battere ogni record di schifezza mai vista (direi che con i due ultimi campionati di A per via di SCHIFO siamo a posto per tutta la vita, non concordate?)

                Prego altresì il Signore ogni sera e ogni Domenica che il sig. SETTI se ne vada fuori dai MARRONI: se il mio desiderio verrà esaudito, faccio voto di non tirare ostie per un intero mese.

                • bardamu scrive:

                  Sottoscrivo. I playoff non fanno per le mie coronarie. Perché poi, in fondo in fondo, ti rimane sempre accesa la fiammella della speranza, e, se sei tifoso, malattia da cui non puoi guarire, non puoi che volere che la tua squadra, anche fosse composta da ignobili personaggi, vinca.
                  Confesso di non aver mai seguito i playoff che il Verona ha giocato, aspettando che finisse la partita per conoscere il risultato. Soffro troppo, fisicamente, le partite da dentro o fuori.
                  Quest’anno in teoria non dovrei nemmeno soffrire, convinto come sono che questa squadra sia ontologicamente inadatta a disputare partite di questo tipo. Ma inconsciamente, come ho già scritto, il tifoso che è in me prenderebbe il sopravvento sulla parte razionale, e quindi spero anch’io di rimanere fuori dalla roulette.

                • stefano 50/60 scrive:

                  commentando la farsa/intervista allo sciamano padano, intervista fatta da lingua di velluto sanchopansa alias commissario basettoni grigi colorati, la mia convinzione sui tempi che stiam vivendo si rafforza enormemente…..molte righe per non dire nulla, molte righe che se di coca avrebbero stordito una mandria di tori miura, molte righe per ribadire concetti fasulli e molte righe per non chiedere nulla di concreto a scaramacai…..va tutto splendidamente, ammette di fare errori ma alla fine si attribuisce la totale giustezza delle sue decisioni ( sigh ), siamo in folle corsa verso la A, il nuovo stadio suscita il suo interesse ( ma non rimane comunale ? ), volpi è un amico anzi no, gli deve soldi anzi forse, debiti non ce ne sono ( infatti i soldi li ha fatti sparire ), rimane qui solo per amore del Verona e dei tifosi ( non mi sembra proprio )il mantova è una nostra succursale ( ma di che cosa ? ), il centro sportivo ha colpe altrui e verrà fatto ( dove e quando ? ), la sede è di proprietà (ne ha cambiate una decina ma chi se ne sfaccimme ? ), il prezzo per la cessione lo fa lui ( ma di che e di che cosa ? ) e a lui si avvicinano solo balubba ( suoi simili che c’è di strano del resto)…..e il giornalista (?) stà lì muto e con le mutande bagnate di gioia e reverenza come una collegiale con siffredi che gli mostra l’ atrezzo della sua professione ….in ogni caso se non dovesse andar via alla fine di stò campionato vedo il futuro del Verona e di noi nel cesso, con molta merda sopra……

                1. andrea scrive:

                  renzo tastiera
                  piu che altro insulso da tastiera. Yeah metetelo ne ql e torna a mantua ti e gino so tuto

                  1. pennabianca scrive:

                    Certo che setti lè specialista nel parlar sensa dir niente…mi ricorda un po’ il sindaco di Roncofritto :-)
                    https://www.youtube.com/watch?v=lBN4h9Wi0b8

                    1. Alkwor scrive:

                      @pennabianca: d’accordo, solo con Matos(se sta bene) al posto di laribi, al quale preferisco anche Lee e di molto

                      • pennabianca scrive:

                        Si concordo, l’ho messo per disperazione. Mi voglio illudere che messo nel giusto ruolo, possa tornare a fare la differenza. Quel ruolo lo possono ricoprire anche Matos e Lee.

                      1. pennabianca scrive:

                        A questo punto visto che con il 433 abbiamo fatto cag..schifo, perchè non provare a cambiare modulo e modo di giocare?
                        Silvestri Faraoni Dawidowicz Bianchetti Balckovec Henderson Marrone Zaccagni Laribi Pazzini Di Carmine (Tupta)
                        In questo modo ogni giocatore giocherebbe nel suo ruolo naturale e forse qualche partita la vinciamo.
                        Temo invece che il nostro Master, ci riproporrà il nullo DiGaudio e l’evanescente Lee a scorazzare sulle fasce. Quando si dice : perseverare è diabolico!!!!
                        Avanti così che de sto passo non andemo gnanca ai playoff…

                        1. mir/=\ko scrive:

                          …. però: nel tuo accento Emiliano deve suonare bene la boiata qui sotto! vero vero, io torno a colorare i miei disegnini… tu goditi i playoff della succursale del Mantova

                          • Renzo Tastiera scrive:

                            …emiliano…o mantovano???
                            Dai, su, spegni subito la plai stascion!!!
                            E via subito a studiare la geografia!!!
                            E per castigo, la sttimana prossima niente accendino per le fiammate con le scoregge!!!!

                            • trustinthepallett# scrive:

                              Notissie dall’Hellasss Tore? Braghete curte par gli abonati in Sud e Felpetta della tuta contro i rigori primaverili par quei dela Ovest, venghino siori venghino!

                          1. mir/=\ko scrive:

                            ho chiesto alla mia mamma se posso venire con te a festeggiare la promozione!! … del Mantova!! ti ho preparato uno striscione bianco rosso con i miei pennarelli con scritto: "GRAZIE DI CUORE DAL TUO AMATO Gino dal Bar "!!!

                            1. mir/=\ko scrive:

                              Gino dal Bar… quello dove fa sempre colazione l'affezionato presidente del Borussia Dortmund Setti…

                              1. Renzo Tastiera scrive:

                                YEAH YEAH YEAH YEAH
                                GIMME FIVE! ALL RIGHT!
                                Ciao Raga, sono tornato, come vi butta eh?
                                Ne e’ passato di tempo, oh no?
                                Yeah Yeah Yeah, vi vedo sempre piu’ numerosi.
                                Allora, cosa ne dite, la organizziamo noi una protesta contro Setti? Eh? Che ne dite?
                                Cioe, una cosa, ma tipo, ci vorrebbe qualcosa di eclatante, tipo, ci troviamo tutti davanti allo stadio e facciamo, qualcosa di mondiale che si ricorderanno tutti per anni e anni, tipo…ce l’ho, facciamo un flash mob!!!
                                Che ne dite? Secondo me e’ un’idea grandiosa.
                                E poi magari ci portiamo da casa delle delle bottiglie di chinotto, le stappiamo tutti assime, che cosi’ gli sporchiamo anche i marciapiedi.
                                Che ne dite?
                                Secondo me il giorno dopo vende di sicuro.
                                Facciamo per giovedi’ sera alle 20?
                                Cioe’, io non posso venire, perche venerdi’ mattina devo dare l’esamo di dirito Canononico per l’ottava volta, non posso distrarmi, ma voi andate, e protestate anche per me.
                                Allora siamo d’accordo.
                                YEAH YEAH YEAH YEAH, ciao Raga, alla prossima
                                E in alto il nostro storico inno!
                                DAL DI-VA-NO FORZA ALE’ VERONA
                                DAL DI-VA-NO FORZA ALE’ VERONA…

                                …ah no, e’ vero ci siamo evoluti, adesso l’inno e’ cambiato…
                                DAL DI-VA-NO…PERDI DAI VERONA
                                DAL DI-VA-NO…PERDI DAI VERONA

                                yeah yeah yeah yeah…
                                GIMME FIVE! ALL RIGHT!

                                1. mir/=\ko scrive:

                                  pennabianca: finché ci sarà uno come Setti a riempire le vostre vite di straordinarie soddisfazioni sportive e di perfetti bilanci da esibire al mondo dalle ragioneria e fiscalità mondiale, sarà sempre IL VOSTRO MOMENTO!! dai che Boscomantico è sempre lì ad attendere il suo pilota e i suo fantastici paracadutisti

                                  1. mir/=\ko scrive:

                                    Setti sta facendo dell'ottimo calcio nel pianeta Dilettantistico di Mantova… lì trova finalmente la sua dimensione e le sue meritate soddisfazioni… mi auguro che decida presto di dedicarsi interamente alla sua nuova creatura e che vi suoi seguaci, qui sotto, vadano ad ingrassare le fila della curva Mantovana. nessuno rimpiangera' la vostra assenza

                                    1. pennabianca scrive:

                                      Gino
                                      tempo perso vecio…tempo perso..
                                      Il Verona va male, ha fallito la promozione diretta e quindi è il loro momento..

                                      • GINO DAL BAR scrive:

                                        …te ghe’ rezon…tempo perso….ho sbaglia’ mi a cascarghe…

                                      • die980 scrive:

                                        il loro momento….Mi potresti spiegare dov’è il problema nel non condividere la scelta di continuare a foraggiare una società che palesemente si pulisce il c**o con i colori gialloblu? il Loro momento..loro chi? Si è tifosi, della stessa squadra. Ma personalmente non tollero più le prese in giro e qualsiasi cosa vada a beneficio di Setti per me è male punto. La critica da quando esiste è sempre stata strumento di crescita e dialogo. Una volta espresso il disappunto verso il tifo a prescindere dei tifosi invece si è subito additati come tastieristi etc. Forse Voi (visto che hai iniziato a fare segregazione) dovreste iniziare a farvi qualche domanda in più.

                                      1. die980 scrive:

                                        L’unica contraddizione sta nel fatto che qui ancora c’è gente che perga per andare in serie A. Come se l’ultima apparizione non fosse stata sufficientemente blasfema. Come se Setti avesse davvero a cuore i colori e la gente che per essi spende dei soldi. Come se avessimo un piano, una strategia che va oltre la settimana/mese di programmazione. Basta foraggiare questa società!! Potenzialmente la dimensione hellas è da serie A ma la realtà di oggi è una B dignitosa e accontentarsi! Nessuna soddisfazione a chi piscia addosso al giallo e blu.
                                        Ma noto che ai tifosi poi non frega poi molto. Basta una bella partita e si apre il portafogli al tizio di Carpi.
                                        Ci vorrebbe coerenza…

                                        Diego

                                        • fregghy scrive:

                                          Ghe ci prega che la propria squadra la vaga ben a prescindere da tutto e ci tifa contro come te fe ti….trova le differenze…

                                          • die980 scrive:

                                            ..la differenza sta nella coerenza di chi critica una società per il bene dei colori e chi va ad occhi bendati solamente per abitudine e par ber.
                                            Trovatele da solo le differenze genio

                                        • GINO DAL BAR scrive:

                                          …si beh…perche’ il vero problema del Verona l’e’ quei… che va al stadio…
                                          …ghe sta’ anca un periodo di una non dignitosa ultima posizione in serie C…ma allo stadio…la gente la ghe andava lo stesso…
                                          …perche’ ghe’, chi segue il Verona sempre e comunque, a prescindere dalle categorie, dai risultati, dai giocatori, dalle proprieta’….e chi segue el Verona solo quando le robe le va ben…e quando le robe le va mal…una volta i stava a casa e basta…adesso i sta a casa, ma i seita blaterar e a protestar virtualmente nel magico mondo di internet…
                                          …tastieristi…ale’ale’….. il Verona del futuro e’ nele vostre mani…

                                          • die980 scrive:

                                            appunto, si andava allo stadio in serie C, anche a vedar ler partie de coppa italia! Perchè nonostante tutto c’era una dignità ed uno spirito diverso. Ora invece c’è solo mercificazione e meri interessi che nulla hanno a che vedere con il gialloblu. Poi ognuno è libero di fare quello che crede, ci mancherebbe. Non lamentiamoci però se rimangono certi presidenti, allenatori, ds etc…

                                          • Maxhellas scrive:

                                            Vedi, Gino, ti sembrerà strano, ma io ero uno di quelli che andava allo stadio per vedere Bellavista & C., per Verona-Sanbonifacese di Coppa Italia di serie C ed altre amenità, ma da 3 anni e mezzo non ci vado più.
                                            Curioso no? Dell’ultimo posto in C1 non mi interessava un piffero, mentre delle porcherie combinate da Setti si….
                                            Rimane il fatto che non critico nessuno, né chi entra come te né chi sta fuori come me.
                                            Solo mi pongo anche la domanda del perché finora la contestazione a Setti (non ai colori, ma a Setti) è stata così blanda. E proprio perché mi ricordo quello che eravamo anche in serie C come tifoseria, mi viene da pensare male oggi, dopo la campagna di “bonifica” attuata con la complicità del Circo Setti via Daspo e similari….

                                            • GINO DAL BAR scrive:

                                              …come ho Za scritto, in C era sta indetta una protesta de un certo tipo, che in pochissimi ha seguito, e dove ognuno ha fatto quel cazzo che ha voluo…quindi da allora, non credo se farà più niente de clamoroso…
                                              …e se qualcuno g’ha in mente qualcosa che in Curva non i e’ in grado de pensare….bon, non i g’ha altro da far che andar a proporlo de persona…che sappia mi, non i ha mai mangia’ nessuno…

                                              • bruce scrive:

                                                Gino, la protesta in C non venne seguita perchè ingiusta (intendo il blocco degli abbonamenti), quell’anno tra l’altro vi era una media di circa 10000 spettatori a partita che per un campionato anonimo in C mi sembrano ottimi numeri questo per ricordare che la categoria conta fino ad un certo punto. Ricordo peraltro lo striscione (giustissimo) Pastorello Vattene che comparve intorno al duemila dopo che la squadra arrivò nona in Serie A che resta il milgior piazzamento dopo i fasti degli anni 80 mentre per contestare seriamente il carpigiano abbiamo dovuto aspettare uno dei campionati più umilianti di sempre seguito da l’ennesima farsa che si stà consumando quest’anno…

                                            • bardamu scrive:

                                              Ci sarebbe da aggiungere che chi sbeffeggia i tastieristi scrivendo su un blog non appare proprio un mostro di coerenza…
                                              Ma forse ha dispositivi più avanzati della tastiera per affidare i suoi interventi al magico mondo di internet.

                                              • die980 scrive:

                                                No davvero…continua a scrivere sei molto più divertente delle parole di Grosso. Strano che tu non mi abbia ancora chiesto se gh’ero a Busto :)
                                                cin cin

                                              • GINO DAL BAR scrive:

                                                …appunto, la societa’ la va alla deriva perche’ ghe quei come mi…come volevasi dimostrare…
                                                …”beveghe sora”…”birre piu’ bone dentro”…”birete piu’in quantita’”…scrivo “amenita’”…discorsi insulsi…faccio fatica a capire…”monumento equestre”a quei che macina km…
                                                …me le son scritte tutte da solo…
                                                …e ti non te scrivi nulla “de sensato, oltre alle provocazioni…
                                                …n’altro trolls…pirla mi che t’ho risposto.
                                                smack.
                                                …1,2,3…batti i diei…1,2,3…batti i diei…1,2,3…batti i diei…

                                              • die980 scrive:

                                                Gino…
                                                te me fe troppo da ridar….noialtri che andemo al stadio semo tutti ignoranti, alcolizzati, ritardati, beceri, razzisti, ecc…te lo sei detto cantato e ballato da solo :D dopo chiediamoci perchè come società stiamo lentamente (ma neanche troppo) andando alla deriva. Code di paglia ghe n’è? Vittimismo e soli contro tutti…i nuovi eroi! Ti prego, scrivi ancora, mi rallegri la giornata

                                              • GINO DAL BAR scrive:

                                                …che po’…te parli dei “tifosi”…quindi e’evidente che e’ una categoria alla quale nemmeno appartieni…quindi non meriteristi nemmeno una risposta, ho sbagliato io…solo che sta roba che chiunque, trolls, veci rancorosi, gente che al stadio non ghe’va mia o non ghe’mai anda’…continui a prendersela con la tifoseria, come se questa, invece di esser vittima della situazione, fosse in qualche modo colpevole…l’ha veramente rotto i maroni…e l’e’ una roba che accade solo su sto sito…

                                              • GINO DAL BAR scrive:

                                                …non e’ mai sta fatto uno sciopero del tifo…s’ha deciso solo de restar fora una partia e basta…el sciopero del tifo l’esiste solo sui blog de sta emittente, ma non nella realta’…per dire quanto te se de cosa te parli…

                                              • GINO DAL BAR scrive:

                                                …l’unica cosa evidente l’e’ che non te se de cosa te parli.
                                                Parla de balon va la’ e lassa star i tifosi, el balon te pol capirlo anche con una tastiera, el tifo per capirlo bisogna viverlo.
                                                A gia’, ma noialtri che andemo al stadio semo tutti ignoranti, alcolizzati, ritardati, beceri, razzisti, ecc.
                                                Giudicare le cose non conossendole, ma solo leggendole sui blog in internet….occchhei….quello e’ segno di grande intelligenza, cul-tura, sagacia e perspicacia.
                                                Saluti e baci alla signora..e batti i diei sulla tastiera…
                                                La birra, per la cronaca, non mi piace…

                                              • die980 scrive:

                                                Gino,
                                                dalbon spero che tu le scriva di proposito certe amenità altrimenti dovresti seriamente preoccuparti. Che ai tifosi non importi molto è evidente, non una mia opinione, altrimenti lo splendido sciopero del tifo sarebbe durato più di una partita. Ah dimenticavo..la birra le più bona dentro. Ovviamente poi nel 2019 uno deve vivere necessariamente allo stadio (residenza al bentegodi) per vedere e capire cosa succede; non esistono altri mezzi di informazione vero? Prossima bireta più de qualità e meno quantità dai che te ghe la fe.
                                                Un caro abbraccio e non preoccuparti, andrà tutto bene

                                              • GINO DAL BAR scrive:

                                                …bene, quindi te scrivi te ste robe… “Ma noto che ai tifosi poi non frega poi molto. Basta una bella partita e si apre il portafogli al tizio di Carpi.”….vivendo all’estero e non sapendo neanche di cosa stai parlando….occcccccchhheii …perfetto….ciao.
                                                Prosit

                                              • die980 scrive:

                                                insulti perchè critichi a prescindere (dal basso della tastiera…tastieratre, restar sul divano etc…) chi scrive senza sapere nulla dei soggetti in questione. Magari qualcuno vive anche all’estero per motivi di lavoro e non può fisicamente andare allo stadio. Ma non mi meraviglio che tu faccia fatica a capire, manco ci provi in realtà. Quindi continua pure con i tuoi discorsi insulsi e beveghe sora na bireta dai.

                                              • GINO DAL BAR scrive:

                                                …ti che te capissi, dime dove i e’ gli insulti…
                                                …e ti che te capissi…l’e’ vera el problema del Verona i e’ quei che va al stadio…mejo restar sul divano a dirghe su a lori (rigorosamente tastierate) perche’ non i fa niente…

                                              • die980 scrive:

                                                eccoli li..i tifosi che macina km. Magari vi faranno un monumento equestre fuori dallo stadio. La critica da quando esiste è un modo costruttivo per esprimere un’opinione, l’insulto lo lascio a te. Ma non mi aspetto tu capisca.

                                              • GINO DAL BAR scrive:

                                                …si, un telefono…
                                                …non sbeffeggio chi scrive in internet, ma chi usando la tastiera, se la prende con chi va allo stadio…
                                                …il giorno che li vedro’ andare di persona allo stadio a prendersela con chi sta entrando…ghe faro’ i complimenti…
                                                …visto e considerato che, soprattutto sulla Curva, oramai i sta scrivendo de tutto e de più’…compreso che i vien paga’ da Setti…
                                                …g’ho un pelo de rispetto in piu’ verso chi, nonostante tutto, se macina km per seguire il Verona…piuttosto de chi, dal basso de una tastiera, se permette de criticarli o insultarli…

                                          • Massi scrive:

                                            Si va giustamente allo stadio indipendentemente dalla categoria, quando credi che la società insegua un risultato sportivo anche senza riuscirci, difficile andarci quando invece è evidente che la società mira esclusivamente ad altro.

                                        1. ak47 scrive:

                                          Nonostante questo, respingo la tesi di chi dice che Setti non vuole tornare in A per mettere le mani sul secondo paracadute da 10 milioni.
                                          Caro Luca se non ti conoscessi dubiterei della tua onestà intellettuale. conoscendoti non lo faccio ma penso che tu sia un peter pan del calcio per cui sta attento perchè questo mondo è pieno di cacciatori

                                          p.s.
                                          Fabio Grosso la banalità dell’incapacità

                                          1. andrea scrive:

                                            simone
                                            ultima cosa e poi chiudo..questo calcio non è solo lacrime e sangue, altrimenti nessuno entrerebbe in questo calcio. Per setti questo e tanto piu vero. Se fatichi a tenere a galla i conti, non prendi anche il mantova sostenendone la gestione. Percassi lo scorso anno ha fatto mi sembra 28 ml di utili tenendo sempre la squadra ad alti livelli, e si sta costruendo anche lo stadio di proprieta mi sembra. Il nostro invece distrugge ed incamera. Quello che penso io naturale, non pretendo che altri condividano le mie riflessioni

                                            • Simone scrive:

                                              Finita. Ecco la situazione reale della serie A (la b è proporzionalmente peggio, nonostante il tentativo fatto dalla lega calcio per sistemare almeno in parte le cose con l’introduzione da anni di nuove regole. Per non parlare della C.): https://www.google.it/amp/s/www.foxsports.it/amp/2018/03/26/serie-a-bilanci-club-salvano-napoli-juventus/. “La Serie A non naviga in buone acque. E non si aiuta per far sì che le cose migliorino. I debiti aumentano e le società si nascondono dietro le plusvalenze per cercare di tappare le falle che continuano ad aumentare nella voce dei bilanci. Il divario tra entrate e uscite inizia a essere preoccupante, specialmente per alcuni club di prima fascia.
                                              Anche quest’anno La Gazzetta dello Sport ha pubblicato l’inchiesta sui bilanci delle squadre di Serie A. I debiti netti toccano i i 2,1 miliardi di euro.” La situazione è tenuta su dalle plusvalenze, per chi le ha, e dalle proprietà capaci di iniettare soldi per far quadrare i bilanci.

                                            1. andrea scrive:

                                              infatti
                                              come tu dici, nella stagione scorsa avevi piu di 22 ml di ingaggi, ora come dici sono poco più di 14. Se sommi agli 8 ml risparmiati, i soldi incassati x bessa fares valoti souprayen caracciolo calvano cherubin etc etc e ti prendi svincolati e prestiti, e in piu 25 ml di paracadute, capisci che se questultimo viene dato x ammortizzare gli ingaggi dell anno prima, che quest anno non hai piu, ma una squadra mediocre di svincolati e prestiti, dove sono andati a finire tutti questi soldi dichiarando una perdita in bilancio???? questo e il discorso…tu come fai con una piccola azienda a dichiarare perdite con noi, e poi voler prendere il modena e non riuscendo, prendere il mantova e sostenerne la gestione????? lì vanno a finire i soldi hellas, e lì si dovrebbe indagare..e garelli pure!

                                              • Simone scrive:

                                                Fine primo tempo. Ma è evidente che da anni la proprietà del Verona sta nel tenere d’occhio il bilancio, e quindi il tentare di tenere il monte ingaggi sotto controllo. Il Palermo sta fallendo perché certe spese le fa diversamente. Setti lo ha detto che non vuole più mettere nulla di suo. Tra l’altro il monte ingaggi è netto o lordo? No, perché cambia e molto.. se hai una proprietà disposta a mettere soldi propri, al di là delle entrate, hai speranze di arrivare a dei risultati con continuità. Se ne hai una che si basa solo sulle entrate e non vuole rischiare buchi (come molte altre), è chiaro che la scelta non può che essere quella di muoversi in questo modo. Mi pare del tutto logico. Non a caso io ho sempre affermato che mi auguro arrivi un domani in proprietario che ha un patrimonio più importante e che non ha paura di metterlo maggiormente a disposizione. Fosse per me, impedirei a chiunque di fare il presidente di una squadra professionista se non mi dimostra di essere in grado di potersela permettere in questo calcio dispendioso.

                                                • Simone scrive:

                                                  Anche perché, va detto, nelle spese di gestione no n ci sono solo gli ingaggi dei giocatori, ma di tutto il personale, dello staff tecnico, del campo di allenamento e di gioco e mille altre cose. Se vuoi campare puntando sooo sugli introiti del paracadute, vien da sé che non possono essere sufficienti ma possono dare tuttalpiù una grossa mano per mantenersi.

                                              1. andrea scrive:

                                                simone
                                                ti confermo quanto ti ho scritto qui sotto. Se queste sono le fonti, Dawidovicz che e valutato 1.2 ml viene riscattato a 2…e mi risulta che di carmine abbia un contratto da 700000 e anche non triennale. Comunque se le tue fonti dicono diversamente, io i contratti non li ho visti ma credo neanche tu. Vorrei ribadire ancora che nel calcio praticamente l obbligo di riscatto e una bufala che legalmente non ha fondamenta, e di carmine secondo me non sara riscattato. A meno che il mutandaro non voglia farci l ennesimo dispetto..

                                                • Simone scrive:

                                                  Di Carmine secondo quanto scritto sotto prende 500.000 (cosa, se vogliamo dirla proprio tutta, secondo me tra l’altro irregolare visto che al massimo gli ingaggi dei nuovi contratti in B non possono superare i 300.000 euro) più eventuali per bonus legati a reti e presenze. I bonus potrebbero raggiungere in nase a reti e presenze i i 200.000 euro, quindi in base a questi bonus potrebbe arrivare ai 700.000 euro annui. Il monte ingaggi del Verona di quest’anno: ecco la fonte: http://hellaslive.it/news/monte-ingaggi-serie-b-201819-1o-benevento-3o-hellas-verona-ultimo-il-cittadella/ Il Verona è la terza squadra per monte ingaggi quest’anno in B con più di 14 milioni. Primo il Benevento con più di 17 milioni, secondo il Palermo a poco meno di 17 milioni. Il Palermo stesso che lo scorso anno aveva il paracadute di 25 milioni e quest’anno di 10 eppure in A non ci è andato perdendo i playoff e se quest’anno non sale sembra destinato a fallire (se non avesse santi in paradiso sarebbe già fallito quest’anno). Non è che le fonti me le abbia dato chissà chi, le ho semplicemente trovate su internet e riportate. Se hai notizie che dicono il contrario, riportale, come ho fatto io. Semplice.

                                                1. andrea scrive:

                                                  inoltre
                                                  il discorso sul paracadute che tu fai, non rispecchia assolutamente la nostra situazione. E un aiuto per ammortizzare gli ingaggi di giocatori da a, ma se tu rifai la squadra e ti liberi degli ingaggi pesanti, come fatto da questa societa, allora i 25 ml li metti in saccoccia tutti. Si e liberato di romulo bessa zuculini, pazzini 6 mesi in spagna, piu tutto il resto..e l anno prossimo altri 10 ml con ingaggi normalissimi per la b..il paracadute serve a setti per il mantova la garelli e le scatole cinesi

                                                  1. andrea scrive:

                                                    simone
                                                    per di carmine e anche altri non e legato solo al numero di presenze, ma anche mi sembra al rendimento. Si parlava di Pazzini che sembrava la palla al piede della societa. E costato zero, mentre di carmine se lo riscattano ti costera due e mezzo. Dawidovicz mi risulta ancora in prestito, 2.5 mi risulta non glieli abbiano dati. Altra considerazione…scommetto con te che di carmine come tanti altri con obbligo non verranno riscattati, oppure riscatto fittizio con passaggio un minuto dopo ad altra squadra. vuoi scommettere?? però se accadrà non dirmi che lo avevi detto o previsto x favore

                                                    • Simone scrive:

                                                      “La società biancorossa ha raggiunto l’accordo completo con la società scaligera per la cessione del giocatore. Di Carmine ha firmato un contratto triennale a 500 mila euro a stagione più bonus legati a numero di reti segnate e presenze. Nelle casse del Grifo finiranno invece 2,5 milioni di euro che potrebbero salire in due anni fino a 3 legati anch’essi alle reti e alle presenze del giocatore.” Quindi, da quanto scritto, i soldi di base da dare al Perugia saranno 2,5, più eventuali altri 500.000 legati al numero di presenze e reti segnati. Pazzini aveva fatto un quinquennale a 1,3 milioni netti a stagione (cioè 2,6 lordi) nella stagione 2015 /16, quindi il suo contratto scadrà alla fine della prossima stagione. Poi: “Raggiunte le condizioni alle quali era subordinato l’obbligo di riscatto per Pawel Dawidowicz, il difensore polacco è diventato da oggi a tutti gli effetti un giocatore del Verona. Secondo quanto riferito da hellaslive.it, l’operazione sarebbe costata circa 2 milioni di euro al club scaligero, visti gli accordi con il Benfica.” (https://twitter.com/HellasVeronaFC/status/1025759748950564867?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1108307487927791616&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.corrieredellosport.it%2Fnews%2Fcalcio%2Fcalcio-mercato%2F2019%2F03%2F20-54786883%2Fcalciomercato_verona_dawidowicz_e_ufficialmente_gialloblu_%2F). Laddove c’è un obbligo di riscatto senza condizione, vien da sé che il giocatore si deve riscattare. Poi, se trovassero un acquirente e non fossero interessati a tenerlo, chiaro che possono cederlo. Ma questo spetterà alla società deciderlo. E credo si farà in base al rendimento, alle eventuali richiesto e cifre.

                                                      • Simone scrive:

                                                        “Per questioni formali, il trasferimento dell’attaccante dal Perugia è stato completato in prestito con obbligo di riscatto, destinato a essere esercitato al primo punto raccolto dai gialloblù”.

                                                      • Simone scrive:

                                                        Quando si parla di fatti, preferisco citare innanzitutto le fonti, non le opinioni personali. Che si possono semmai aggiungere in un secondo momento.

                                                    1. GINO DAL BAR scrive:

                                                      @ Bruce
                                                      ….porta pazienza, ma come fai a dire che dopo un campionato in cui avevamo sfiorato la C2 e la conseguente, probabile, scomparsa dal calcio professionistico…fosse ingiusto protestare?
                                                      Io posso capire la simpatia nei confronti dell’uomo Arvedi, ma che sia stato, dal punto di vista dei sportivo, il peggior presidente della storia del Verona (in 2 anni, dalla B a sfiorare la C2 ,raggiungendo il punto piu ‘ basso della nostra storia sportiva), non lo dico io…lo dicono i risultati
                                                      L’unica prospettiva che avevamo davanti con lui…era la speranza di non fallire, sperando di rimanere a boccheggiare in serie C… non era giusto protestare? Cosa dovevamo fare? Applaudirlo? Incoraggiarlo a continuare?
                                                      Il calcio non era cosa per lui, aveva sbagliato a fidarsi di Pastorello, la prima volta, comprando la societa’ (o meglio, acquisendo tutti i debiti della societa’…), e la seconda volta, accettando di farsi affiancare da un suo uomo, Cannella…il cui suo unico scopo, era di farci scomparire…e se n’era reso conto anche lui…dopo 5 mesi aveva gia’firmato per cedere…
                                                      Che poi, in quel momento il burbero Previdi (il quale non aveva mai risparmiato insulti nei confronti della nostra tifoseria…) stesse cercando di salvare il Verona dai danni fatti da Pastorello…non lo potevamo sapere.
                                                      Col senno di poi, sbagliato contestare in quel momento….col senno di allora, non ghera alternative.
                                                      Umiliante lo scorso campionato? Verissimo…ma mai come veder squadre formate da semi dilettanti e privi di tifoseria, come la Cavese, il Legnano…venire a giocare e ad espugnare il Bentegodi…te lo posso assicurare…

                                                      • bruce scrive:

                                                        Durante la prima stagione in Lega Pro Arvedi venne contestato dall’inizio alla fine, allo stadio, all’antistadio e venne organizzato anche un sit in a Cavalcaselle al quale partecipai anch’io chiedendogli a gran voce ma sempre civilmente di vendere la società dato che non era palesemente in grado di gestirla e fin qui tutto bene, la cosa su cui però non mi trovai d’accordo e come me tanti tifosi fu il tentativo di bloccare la campagna abbonamenti nella stagione successiva, tentativo che fallì tanto che gli abbonati furono circa ottomila e come detto le medie allo stadio si aggiravano attorno ai diecimla, uno zoccolo duro notevole a dimostrazione del fatto che la categoria non è l’unico indice a determinare le presenze allo stadio. L’unico vero responsabile di quella situazione se n’era già andato e toccò ad Arvedi prima e a Martinelli poi pur tra mille difficoltà ed errori risollevare la baracca. Tornando ai giorni nostri credo fermamente che se la Curva Sud avesse indetto lo sciopero degli abbonamenti avrebbe ottenuto grandissimo seguito, basti ricordare la serata piovosa di Verona Palermo, non ho ricordi di uno stadio lasciato deserto (a parte per qualche squalifica del campo) nella nostra storia.

                                                        • GINO DAL BAR scrive:

                                                          …la contestazione ad Arvedi inizio’ quando ci si rese conto che eravamo inchiodati all’ultima posizione in classifica (non a inizio campionato…tant’e’ vero che lo striscione “Arvedi adesso vendi il Verina” fu esposto a Busto dopo il nostro gol…)…
                                                          …Te eri a Cavalcaselle con i Butei a contestare Arvedi perche’ el vendesse el Verona…ma quando i stessi Butei i ha indetto el blocco abbonamenti per convincerà a vendere, visto che ci eravamo salvati per un soffio dalla C2….non hai aderito…pero’ adesso vorresti che i Butei i fasessee de novo blocco degli abbonamenti per convincere Setti a vendere, anche se la situazione e’ migliore di allora (siamo retrocessi dalla A alla B)….te par mia un po’ in controsenso?
                                                          …tra l’altro, in C le entrate da “botteghino” erano vitali per la societa’…in questo caso, a Setti ghe cambia poco o niente considerando i paracaduti…e che la gente la vada o no al stadio, secondo mi, a lu non ghe ne pol fregar de meno…

                                                          • bruce scrive:

                                                            Gino, per quanto riguarda lo scorso campionato invece non la ritengo una semplice retrocessione bensì un atto programmato, se non ce ne fosse bisogno vai a leggerti l’intervista al mago di Formia che ammette implicitamente la cosa, e per finire e lo ripeterò alla nausea, il vicentino maledetto venne contestato dopo un nono posto in Serie A, ma fose sono cambiati i tempi.

                                                          • bruce scrive:

                                                            Ci furono momenti di tensione già ad Ottobre all’antistadio proprio con il Conte, la contestazione a Cavalcaselle avvenne a Dicembre mentre lo striscione venne appeso a Busto ma eravamo già a fine Maggio, detto questo tra il chiedere di farsi da parte (come avvenne ma senza sparare cifre assurde come invece stà facendo il patacca da Carpi) e boicottare gli abbonamenti c’è una bella differenza, allora quasi tutti furono concordi nel rinnovare l’abbonamento.

                                                      1. andrea scrive:

                                                        fenomeno
                                                        i fatti dicono che di giocatori di proprieta, molti dei quali svincolati e quindi a costo zero xche presi da fallimenti hai balcowecz crescenzi empereur henderson coppola brosco …..giocatori dati in prestito, alcuni al mn hai nicolas borghetto boldor casale baniya franchetti pavan pinton checchin bessa valoti calvano fares navas stefanec cappelluzzo. Di questi sai gia che sono praticamente definiti bessa valoti calvano e fares…TUTTI GLI ALTRI SONO PRESTITI! CHE NON SARANNO MAI RISCATTATI…vedi tozzo dawidovicz marrone faraoni almici colombatto di gaudio ragusa matos e di carmine..pazzini mi sembra andra a svincolarsi e quindi meglio x lui…
                                                        Questo e quello che sta costruendo questo presidente. Per gli ingaggi ai tempi di garonzi, divresti rapportarti al costo della vita di allora. credo che Zigoni o luppi non costassero proprio 5 lire…questa societa la peggiore sotto molti punti di vista…i campionati fatti in a con 35 ml di bonus, un decimo un tredicesimo e due retrocessioni..

                                                        • Simone scrive:

                                                          Ripeto. Di Carmine è stato acquistato con ”obbligo di riscatto”, obbligo legato ad un numero minimo di presenze che già sono state ampiamente superate mi pare. E’ su Di Gaudio che c’è l’obbligo di riscatto solo in caso di A. Anche Dawidowidz è già stato riscattato dal Benfica, a 2,5 mi pare. Poi, al di là del valore dei giocatori, c’è un obbligo di riscatto anche per Almici, Crescenzi acquistato definitivo a 700.000 euro, Empereur idem a 250.000, Marrone mi pare obbligo di riscatto dalla Juve a 1,2, per Ragusa c’è un obbligo di riscatto dal Sassuolo a 1,3, su Cissè è stata fatta la cappellata di prenderlo a 600.000 euro. Per Faraoni obbligo di riscatto a a 900.000 euro, Vitale definitivo a 600.000 euro. Poi stati presi dei giocatori svincolati (Laribi, Henderson, Balkovec). Infine ci sono due giocatori arrivati con diritto di riscatto, e sono Colombatto (opzione e contro opzione), e Matos. Stasera giocheremo contro il Palermo, squadra salvata ripetutamente quest’anno e tenuta per i capelli. Ha fatto negli anni di zamparini una marea di plusvalenze, ha preso lo scorso anno i 25 milioni di paracadute e quest’anno i 10. Eppure lo scorso anno hanno perso la finale playoff e quest’anno se non vanno su rischiano seriamente di fallire. Il paracadute infatti non è stato messo per avvantaggiare le squadre in sede di mercato ma per “salvarle” perché hanno un monte ingaggi insostenibile per la b. È un dato di fatto che le squadre paracadutate che salgono direttamente di categoria, sia qui che all’estero, non sono molte. La differenza la fa sempre una presidenza che ha la possibilità e la volontà di investire del suo, e possibilmente competente.

                                                        1. andrea scrive:

                                                          fenomeno
                                                          nel ricordarci con tutto il tuo copia incolla che i risultati di questa societa non sono peggiori degli altri presidenti mi sembra che tu non tenga conto del fattore più importante. Le analisi vanno fatte in modo obbiettivo, i puri numeri non dicono niente. Con Garonzi mi sembra abbiamo fatto 12 anni di a consecutiva, SENZA PARACADUTE!!! SE TU DAVI AD ARVEDI A MAZZI O A MARTINELLI IL LAUTO PARACADUTE, ALLORA VEDRAI CHE QUESTA SOCIETA CI STA AFFONDANDO!! vai a vederti quanti giocatori ti sono rimasti di proprieta e poi mi dirai. Torregrossa svenduto, caracciolo svenduto, jorginho svenduto. Toni e pazzini svincolati, quindi se paghi di piu di ingaggio e anche giusto, il giocatore non lo hai pagato. Questa squadra è fatta al discount e si vede, giocatori venuti da fallimenti!! prova a chiedergli quanto ha preso di cisse che gli è servito x prendere un allenatore incapace e prono!! vai a vederti chi ha passato al mantova di giovani e a quanto li metterà in bilancio. E comunque ha avuto nell ultimo bilancio 700000 euro di perdite!! e tu questa non la chiami disfatta nostra e fortuna sua????

                                                          • fenomeno scrive:

                                                            Quando c’erano i Garonzi, i Mazzi o compagnia bella gli ingaggi non incidevano certo come oggi, il paracadute lo hanno introdotto per evitare altri tracolli in un mondo dove i fallimenti sono all’ordine del giorno, negli ultimi anni sono poche le squadre retrocesse con paracadute che sono subito risalite.

                                                            Giocatori di proprietà ce ne sono almeno una ventina.

                                                            Le analisi fanno fatto in modo obiettivo si, i numeri possono anche non dire nulla ma se si parla di risultati sportivi i numeri dicono tutto e da questo punto di vista questa società a livello di risultati è una delle migliori società della storia del Verona.

                                                            Criticate tutto ciò che volete ma non inventatevi le cose, ci sono già abbastanza argomenti per criticare senza doversene inventare altri.

                                                          1. andrea scrive:

                                                            altra cosa
                                                            di cui non si tiene conto. Il paracadute e dato dai diritti televisivi che hanno diversi parametri, tra cui l importanza della società. L importanza non è un qualcosa che il mutandaro si e guadagnato, ma deriva dallo scudetto e da tutto quello di buono che si e fatto prima di lui. Il mutanda ha l OBBLIGO di adoperare il paracadute x investire nel Verona, perche il paracadute glielo forniamo noi tifosi e quindi l hellas non e cosa sua, ma anche una cosa nostra. Quindi smettiamola di dire che può fare quello che vuole. Garonzi forse poteva dirlo, che e andato in b x una telefonata, o Chiampan che e stato anche arrestato x non aver fatto niente!! e questo e ancora li tranquillo col sigaro in bocca!!! ma fammi il piacere……

                                                            1. fenomeno scrive:

                                                              Caro Minkio, come scritto più volte a me di Setti non me ne può fregar di nulla e su questo blog sono stato uno dei primi se non il primo a scrivere di Volpi ancora sette anni fa…puoi tranquillamente cercarti i miei messaggi dell’epoca. Quello che non sopporto però è chi mistifica le cose sparando sentenze prive di ogni fondamento.

                                                              Nel 2001-2002 il Verona è retrocesso in B e prima di questa società ci sono stati questi campionati:

                                                              2001-2002 – 15º in Serie A. Retrocesso in Serie B.Secondo turno di Coppa Italia.
                                                              2002-2003 – 13º in Serie B.3º nel girone 3 di Coppa Italia.
                                                              2003-2004 – 19º in Serie B.2º nel girone 3 di Coppa Italia.
                                                              2004-2005 – 7º in Serie B.3º nel girone 5 di Coppa Italia.
                                                              2005-2006 – 15º in Serie B.Secondo turno di Coppa Italia.
                                                              2006-2007 – 18º in Serie B. Retrocesso in Serie C1 dopo aver perso i play-out contro lo Spezia.Secondo turno di Coppa Italia.
                                                              2007-2008 – 17º nel girone A della Serie C1. Salvo dopo aver vinto i play-out contro la Pro Patria e ammesso nel nuovo campionato di Lega Pro Prima Divisione.Sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie C.
                                                              2008-2009 – 7º nel girone A della Lega Pro Prima Divisione.4º nel girone D di Coppa Italia Lega Pro.
                                                              2009-2010 – 3º nel girone B della Lega Pro Prima Divisione. Perde la finale dei play-off contro il Pescara.
                                                              2º nel girone D del terzo turno di Coppa Italia Lega Pro.
                                                              2010-2011 – 5º nel girone A della Lega Pro Prima Divisione. Promosso in Serie B dopo aver vinto i play-off contro il Sorrento in semifinale e la Salernitana in finale.
                                                              2011-2012 – 4º in Serie B. Perde la semifinale dei play-off contro il Varese.Ottavi di finale di Coppa Italia.

                                                              Con questa società questi risultati:

                                                              2012-2013 – 2º in Serie B. Promosso in Serie A.Ottavi di finale di Coppa Italia.
                                                              2013-2014 – 10º in Serie A.Quarto turno di Coppa Italia.
                                                              2014-2015 – 13º in Serie A.Ottavi di finale di Coppa Italia.
                                                              2015-2016 – 20º in Serie A. Retrocesso in Serie B.Ottavi di finale di Coppa Italia.
                                                              2016-2017 – 2º in Serie B. Promosso in Serie A.Quarto turno di Coppa Italia.
                                                              2017-2018 – 19° in Serie A. Retrocesso in Serie B.Ottavi di finale di Coppa Italia.
                                                              2018-2019 – in Serie B.Terzo turno di Coppa Italia.

                                                              Se per te ora si sta sportivamente affondando il Verona dimmi dove eri e cosa pensavi prima…..

                                                              Cordialità

                                                              1. andrea scrive:

                                                                bruce
                                                                la contestazione ad Arvedi da parte della tifoseria fallì miseramente xche in tanti si erano accorti che il conte ci metteva l anima nel verona. Per paradosso, proprio quelli che lo spinsero a prendere la squadra, furono proprio quelli che poi magari lo contestarono. Arvedi e stato un grande, e logico che non aveva nessuna esperienza di calcio, e ci ha rimesso tanto, però fu soprattutto x merito suo se si scongiurò una fusione che invece campedelli e Martinelli approvavano, dato che anche Martinelli sentiva quotidianamente il presidente del ceo. Per quanto mi riguarda, è logico che in c2 non sarebbe il massimo, ma se mi dicessero che x liberarsi del mudandaro ripartiamo da lì con gente di verona firmerei subito. Da notare che Arvedi scongiurò un fallimento e chiese a piu riprese aiuto all imprenditoria locale, cosa che non riuscì mai purtroppo. Credo che lo stilista dei poareti sia solo un prestanome, anche io posso avere la casa ma finche non pago il mutuo x intero la casa e sempre della banca

                                                                • bruce scrive:

                                                                  Pienamente d’accordo, tutto si poteva dire del Conte tranne che non abbia fatto di tutto per risollevare l’Hellas pur commettendo molti errori e rimettendoci sempre di tasca propria.

                                                                1. andrea scrive:

                                                                  rh
                                                                  tu non hai capito niente. Nessuno fa complimenti a campedelli, ma e un dato di fatto che sia certamente molto piu attaccato alla squadra che il tuo beneamato lestofante. I butei non mi rappresentano visto che niente fanno x migliorare le cose, anzi mettono in mostra le sciarpe che non meritano. Sei uno dei tanti che non si rende conto della mer…da in cui siamo finiti, fintanto che non ne sentirai il puzzo nauseabondo. Oppure sei anche tu uno schiavo del magliaro. Dei cari butei non me ne può fregare meno

                                                                  1. andrea scrive:

                                                                    schetch
                                                                    parlo xme. poi gli altri la pensano come vogliono. sono andato 50 anni allo stadio, mio papà mi portava da quando avevo 6 anni. Ora e tre anni che non posso andare. Bisogna conoscere la storia delle persone prima di parlare di tastieristi. Le curve ormai, ma non solo da noi, sono in mano a gente pagata, che molte volte fa anche la spia a favore della società. Quindi credo che noi tastieristi di oggi ma tifosi veri da tanti anni, possiamo parlare ancora di più dei curvaioli di adesso. Il caro presidente e stato definito a ragione dalla gazzetta il maestro di paracadutismo. Un anno in a decimo, uno tredicesimo, una serie b, ritorno in a, caduta ancora in b e ultimo posto in a. El ceo sara quel che sarà, ma a recieta ghe dispiase andar in b, el nostro invece gode. E recieta ha detto che x lo stadio gli hanno fatto una proposta irricevibile, mentre il fashion padano con la braghetabianca l e in prima fila. Se no se sveiemo, no se la cavaremo più..x fortuna che ghe gente come FENOMENO che ghe tien el mocolo ben

                                                                    1. schetch scrive:

                                                                      Son d’accordo con Gino.
                                                                      Non me metto meadie da dir mi ghero o non ghero..ci me conosse lo sa.
                                                                      Il fatto che ogni tanto riaffiora de star fora o star dentro, de la curva pol anca starghe cossa credio che mi no me lamenta anca se g’ho l’abonamento o che no me vegna frustasion dopo la partia col Cosenza?
                                                                      Insomma me par che se perda de vista IL PROBLEMA principale: semo come sule montagne russe; adesso semo sulla parte alta, dopo ghè na discesa da fogo…saralo bon de frenar en tempo quel che guida??
                                                                      Se l’è bon dopo cosa falo? Ghè ancora schei da rifar el giro? O smontelo tuto e el fa na giostrina da buteleti?
                                                                      Bisognarea domandarghe par ben…parchè sennò continuemo a girar intorno come na mosca dentro el bicer.

                                                                      1. mir/=\ko scrive:

                                                                        continua a suonare il tuo violino nell'orchestrina sul ponte del Titanic, caro fenomeno "filo emiliano/mantovano". e mi raccomando, divertiti…!!

                                                                        1. mir/=\ko scrive:

                                                                          ps…. vedremo senza paracadute cosa farà questa società che pensa al Mantova dei Dilettanti….

                                                                          1. mir/=\ko scrive:

                                                                            purtroppo, caro "fenomeno filo-carpigiano" fai finta di non capire! E credimi, in questa mia frase mi sforzo di trovare un brandello di fiducia in te… perché mi auguro che i tuoi ragionamenti siano frutto di un cliché scelto, ad arte, per movimentare un po' il blog! se tu non vedi, attorno al Verona, i segni tangibili di un netto declino sportivo e fiduciario (peraltro siamo solo all'inizio!!) non so cosa farci… amen… evidentemente appartieni a quella categoria di individui che vivono alla giornata di ringraziando il Padre Eterno di averli tenuti in vita un giorno in più. "chi si accontenta gode"!! io con Setti presidente vedo solo peggioramenti continui e senza soluzione di continuità!! auguri… fenomeno carpigiano

                                                                            1. RobyVR scrive:

                                                                              Seti el vol andar in A con lo stesso spirito de uno che va a Villach con diese euro e anca zenar.

                                                                              1. fenomeno scrive:

                                                                                Dal settore giovanile del Verona non sono mai usciti così tanti giocatori come negli ultimi anni, 3, 4 anni fa si è pure raggiunta una finale del torneo di Viareggio, forse il torneo giovanile più prestigioso a livello mondiale…poi c’è stata una riforma del campionato Primavera introducendo due serie, siamo retrocessi ed è tutto un disastro, tutto distrutto…le squadre Primavera vengono praticamente rifatte ogni due anni ed alti e bassi sono all’ordine del giorno…insieme a noi sono retrocesse anche altre squadre “blasonate” prima tra tutte la Lazio che solo qualche anno prima era Campione d’Italia…eh ma qui si sta distruggendo tutto

                                                                                • bruce scrive:

                                                                                  Io resto dell’avviso che fare come gli struzzi è molto rischioso e poco saggio, basta una distrazione ed è un attimo prenderlo in quel posto.

                                                                                1. mir/=\ko scrive:

                                                                                  caro Gino: il tuo recente dubbio è, invece, il mio "da sempre"!!! … il Verona è ancor di Setti?? lo è mai stato?? … chi è questo Setti che sta letteralmente affondando sportivamente il Verona??

                                                                                  1. bruce scrive:

                                                                                    Luca perdonami ma nel momento in cui dici che Setti vuole tornare in A respingendo altre ipotesi molto più verosimili cadi anche tu in contraddizione…..

                                                                                    • Luca Fioravanti scrive:

                                                                                      Forse non mi sono spiegato bene. Secondo me Setti vuole andare in serie A senza spendere quando bisognerebbe fare e senza il famoso consolidamento tanto sbandierato. Chi poi sostiene che in A dovrebbe rifare tutta la squadra, dice una cosa giusta, ma sono convinto che grazie ai soldi dei diritti (30/31 milioni con prospettiva di aumentare in caso di salvezza) Setti qualcosa si inventerà sperando che gli vada bene. Non sto dicendo che investirà come si dovrebbe fare, ma rifiuto l’idea di chi giura che non andare in A sia una sorta di ordine impartito dal presidente.

                                                                                      • bruce scrive:

                                                                                        E’ chiaro che ufficialmente non impartisce ordini in tal senso ma il fatto di confermare Grosso che pur avendo una rosa che è tranquillamente da promozione ne stà combinando una peggio di Bertoldo (così come Pecchia lo scorso campionato) mi fa pensare il contrario, gli stessi giocatori e in particolar modo Pazzini si dovrebbero ribellare a questa situazione ma essendo lautamente pagati se ne guardano bene. Per concludere la partita di lunedì sera è l’ultima chiamata, una vittoria riaccenderebbe le speranze di promozione diretta ma non sono troppo ottimista e credo purtroppo che faremo la fine del Bari di un anno fa, a proposito chi allenava i pugliesi lo scorso campionato?….

                                                                                        • fenomeno scrive:

                                                                                          E chi era il DS di quel Bari che portò Grosso a Bari?

                                                                                          • Simone scrive:

                                                                                            Errore mio: c’è stato anche l’Empoli lo scorso anno che è risalita direttamente tra le paracadutate. Poi il nulla. Quest’anno in Championship quelle che hanno preso 60 milioni di paracadute a testa, lo Swansea è 14esimo, lo Stoke City (favorita numero uno alla vigilia) 15esimo, il West Bromwich 4o. In B il Verona 4o, il Benevento 6o e il Crotone 14esimo. Condivido il fatto che fuori da qui, a livello nazionale dove evidentemente le cose si vedono non da tifosi e quindi con maggior distacco e senso logico-statistico, non si sta parlando di fallimento o di incapaci cronici, ma di una squadra che non ha fatto un cammino lineare ma che ha tutte le possibilità di giocarsela fino alla fine, a prescindere che ci riesca o meno. Non a caso sono stupiti dall’atteggiamento ambientale.

                                                                                          • fenomeno scrive:

                                                                                            Le figure di merda sono normali risultati di una società della nostra dimensione…i commentatori neutrali non parlano di certo del Verona di Grosso come di una squadra derelitta che fa figure di merda…quando c’era Sogliano c’era anche Setti, si sono indovinate alcune scelte, prima su tutte Luca Toni, e poi la stessa fortuna non si è ripetuta…ma questo è il calcio…quanti anni ha impiegato Moratti per vincere uno scudetto spendendo cifre assurde?

                                                                                          • Simone scrive:

                                                                                            Premessa, giusto per capirsi bene: Grosso e staff secondo me andavano esonerati dopo la partita del Brescia dell’andata, e con Cosmi credo Setti (non D’Amico, che, informo chi non lo sapesse, pare spingesse per il cambio di panchina) abbia toccato il fondo del ridicolo. Detto questo: in realtà Sogliano a Bari aveva portato anche Stellone e Colantuono (due che qui immagino si vedrebbe bene), che due anni fa con una buona squadra e con una società non ancora fallita, non sono arrivati nemmeno a sfiorarli i playoff. Lo scorso anno col Bari praticamente fallito, i playoff arrivarono. Sicuri sia un risultato da buttare? Io penso di no. Poi ho letto la parola fallimento sportivo in caso di mancata serie A. Per fallimento sportivo io intendo il non raggiungimento di un risultato nonostante uno squadrone è una società stile Juve, e quando a livello statistico il risultato (non) conseguito diventa un’eccezione. Bene: seguendo bene da anni due campionati (l’altro è la championship, cioè la B inglese, dove come paracadute le tre retrocesse me prendono 60 di milioni a testa…), non posso non notare che tra le squadre retrocesse e che si sono impossessate del paracadute, solo due sono andate su dirette, ovvero Newcastle e lo stesso Verona nella stagione 2016/17. Buona parte delle altre hanno disputato campionati piuttosto deludenti, con una (il Sunderland) che addirittura è retrocessa in C come ultima. Altra statistica interessante di quest’anno: il cambio allenatore (che io quest’anno mi auguravo, ripeto), a chi ha portato tra A e B un giovamento significativo? Solo a Bologna e a Brescia. Il resto dei cambi sono stati sostanzialmente inutili (i risultati sono rimasti più o meno gli stessi). In compenso quelle società hanno sicuramente dato una botta al bilancio. Che c’è chi ripianerà di tasca propria e chi invece, non ripianandolo affatto, si troverà il prossimo anno ulteriori problemi da risolvere. E i nodi vengono sempre al pettine prima o poi.

                                                                                          • bruce scrive:

                                                                                            Quello che voglio dire è che quando c’era Sogliano si facevano le cose seriamente (che non significa non commettere errori), se non ti bastano i risultati ottenuti dalla prima squadra guardati quelli del settore giovanile, da quando se nè andato tutto è andato a rotoli per il semplice fatto che fare calcio come si deve è diventato un optional, molto meglio avere i “conti in ordine” e collezionare figure di m***a sul campo, ripeto, de gustibus.

                                                                                          • fenomeno scrive:

                                                                                            Sogliano a Bari ha speso non poco, se andavano in serie A probabilmente non fallivano…ma non ce l’hanno fatto…se si dice che le nostre fortune sono merito suo per coerenza di dovrebbe dire che a Bari le colpe sono sue…se invece si pensa che le cose non sono così semplici e scontate, che ci sono tante variabili che fanno si che una stagione vada per il verso giusto allora il discorso cambia…si tratta solo di mettersi d’accordo

                                                                                          • fenomeno scrive:

                                                                                            Il calcio è una brutta bestia, è molto molto complicato trasformare in risultati quello che si pianifica a tavolino…qui siete convinti che si perde e si vinca a comando…nessuno è infallibile, Sogliano docet,ci sono periodi buoni ed altri meno buoni, ci sono allenatori e giocatori che sembrano dei fuoriclasse che poi spariscono e viceversa…ma per voi è tutto calcolato, tutto già scritto e ci sono dietrologie ovunque…mi chiedo perchè seguiate questo sport…

                                                                                          • bruce scrive:

                                                                                            Se poi vuoi insinuare che il Bari è fallito per colpa di Sogliano, beh allora mi arrendo.

                                                                                          • bruce scrive:

                                                                                            Se è per quello Sogliano ha portato a Verona Gonzalez che doveva essere un crack e che invece si è rivelato un bidone peraltro con un contratto pesantino, tuttavia a parte qualche errore che può starci mi pare che la sua gestione oltre ai risultati abbia portato in dote anche qualche leggera plusvalenza senza contare che il giocatore più forte che abbiamo in rosa oltretutto di nostra proprietà (Zaccagni) è stata un’altra sua intuizione. Certo secondo il punto di vista di Setti molto meglio Bigon (a proposito come va il Bologna?), Fusco (dov’è finito?) e il tamarro di D’amico noto peraltro per la sua educazione, de gustibus…

                                                                                    1. GINO DAL BAR scrive:

                                                                                      Rimanere in B per i 10 milioni non ha alcun senso, ma basta ragionarci un attimo (senza fermarse solo a lezar tutte le vaccade che vien scritto sui social…).
                                                                                      Facendo i conti della serva, gli ingaggi di Pazzini (sui 2,5 miloni di leori lordi), e di Di Carmine (sui 1,4 milioni lordi…alla faccia del tetto salariale in. B)…i costaria, solo loro due, sui 4 miloni de leori..oltre agli ingaggi del rimanente della rosa, degli allenatori, dei dipendenti, e a tutte le altre spese…alla fine cosa te resta in man? Conviene? (gle altre entrate, e’vero…diritti televisivi, un milion de leori? Stadio? che l’e'sempre piu’vuoto..sponsor? I sta scappando via tutti)…g’ha senso “programmare” una non promozione per 10 milioni?
                                                                                      Poi, anche in un’ipotetica ottica di cessione societaria: ma… vale di piu’ una squdra che rimane in B, dopo aver giocato male quasi tutte le partite del proprio campionato, e dove si e’ valorizzato (per forza di cose…) solo il portiere…o una squadra che si e’ guadagnata la serie A, giocando bene, e dove al suo interno sono stati valorizzati tanti altri giocatori?
                                                                                      Cioe’, in soldoni, conviene di piu’ comprar una roba a 15 milioni, abbandornarla a se stessa, e nel caso de cessione rivenderla a 10…o comprarla a 15, valorizzarla, e rivenderla a 40?
                                                                                      Questo campionato (salvo miracoli) e’ senza ombra di dubbio un fallimento…se dovessimo perdere a Palermo, e non vincere con Benevento…rischieremmo di finire quinti o sesti, e di dover disputare addiruttua i preliminari dei play off…con sta squadra, sto allenatore…e con sto entusiasmo?
                                                                                      Non so, l’impressione che ho io, oltre al fatto che ci troviamo di fronte, senza ombra di dubbio a tanta arroganza, e tanta incompetenza…e’ che in questo momento, il Verona sia abbandonato a se stesso…Setti, pare essersi totalmente disinteressato della cosa lasciandola in mano a degli incapaci…e questo non si spiega, visto che, in teoria…il Verona lo ha comprato, lo ha pagato, e dovrebbe esser suo…
                                                                                      …sempre se…. a questo punto….sia ancora in mani sue…perche’ questo e’ il dubbio che comincio ad avere…

                                                                                      • Maxhellas scrive:

                                                                                        Piccola osservazione: tra il prezzo di acquisto e quello di eventuale vendita, il Setti si è anche incamerato almeno 50 milioni di paracadute (che diventeranno 60 milioni a giugno). Quindi il suo guadagno l’ha già avuto.
                                                                                        Gli ingaggi dei Di Carmine e dei Pazzini li paga finché i due da te citati restano qua. Basta venderli e, magia!, non li paga più. Basta anche un prestito.

                                                                                        Altra osservazione: se Setti fosse l’incapace che dici, non avrebbe tirato fuori dal Verona i quattrini per le sue scorribande calcistiche (Mantova), motoristiche (Garelli) e aeree (finanziamento all’azienda Fly Slot, che noleggia l’aereo a Setti)… Fidati che è molto più sveglio di te e di me messi insieme.

                                                                                        • GINO DAL BAR scrive:

                                                                                          …il Verona ha pagato, nell’anno dell’altro paracadute, 21,5 milioni solo de costo del personale…
                                                                                          …dopo se pol sempre pensare che Setti el se gira i schei sul proprio conto e che i zugadori i zuga gratis…e che i paga addirittura le tasse sui contratti…pur non avendo mai ciapa’ una lira…
                                                                                          …ognuno pol pensarla come vol…a mi la me par inverosimile come ipotesi…

                                                                                        • fenomeno scrive:

                                                                                          Solo 50 milioni?…secondo me se ne è messi via almeno 300….

                                                                                      • Massi scrive:

                                                                                        Caro Gino, intanto complimenti per l’icona scelta, poi devo dirti che le questioni da te sollevate sono sicuramente logiche, allora ti chiedo, dopo l’esperienza dello scorso anno, se tu fossi stato Setti, avresti preso, Grosso e D’Amico , volendo tornare in A ed avendo a disposizione un bel gruzzoletto ?

                                                                                      • stefano 50/60 scrive:

                                                                                        in ogni caso leggi su vighini cosa scrive esteban, che è anche il mio pensiero, e vedrai che il calcio va in una direzione ben precisa, quella di fagocitare tutto tranne le cosiddette grandi che, poi, diventeranno le merdine del prossimo campionato di lega europea visto che le italiane ( a parte la merda della iuve) non avranno più le possibilità di tempo addietro……pasiensa, mi me son godudo con l Hellas, ma da quando ghè sto inculado qua in su iè sta e ì sarà dolori e basta…se pò a Ti el te sodisfa rispetto il tuo parere non condividendolo…..

                                                                                      • stefano 50/60 scrive:

                                                                                        Gino ti sei fatto domanda e dato risposta…se non ha cambiato allenatore dimmi il perchè ? perchè ha già ceduto la società…..gli ultimi diceci chicchi se li porta via assieme agli altri…tutto sommato non si dicevano ste gran cazzate come le classifichi tu in tastiera allora….

                                                                                        • Bigoloto scrive:

                                                                                          Stefano, io sono convinto che non abbia ceduto la società, anzi, questo ha capito che con l’affare stadio nuovo c’è da rosicchiare ancora parecchio, quindi non ce lo toglieremo dalle scatole per un bel po’

                                                                                      1. andrea scrive:

                                                                                        altra cosa
                                                                                        che vorrei precisare almeno x quel che mi riguarda. Qui nessuno gode se perdiamo,ma a me non fa più ne caldo nè freddo visto che questa non la considero la mia squadra. Questa societa di personaggi come grosso barresi d amico, non mi rappresenta e sono orgoglioso che questo accada.Quindi io non salirò sul carro se andiamo in a, ma spero non si vada con questo scempio, cosa vuoi fare in a, assistere alla disfatta domenicale???? lasciamo perdere…..

                                                                                        1. andrea scrive:

                                                                                          gino dal bar
                                                                                          come al solito non sono assolutamente daccordo con quello che scrivi. Intanto le partite le vedono anche quelli che come me purtroppo adesso non ci possono andare x grosso problemi familiari, ma partire dal concetto che qui si può esprimere un giudizio solo se si fa parte della curva allora proprio non ci siamo. Inoltre, tu che sostieni che gli conviene andare i a, mentre x me e il contrario, una squadra si porta avanti investendo ed ha valore x il suo patrimonio. Il chievo e in a, e scenderà sicuramente. Se campedelli vende, tu cosa credi che guardino???? oggi come oggi vale di più un brescia che un chievo. Secondo te, perche lo spezia del nigeriano che si becchera 19 ml di rimborso dal mudanda, resta in b con dietro un miliardario simile???? non gli converrebbe investire e venire in a????
                                                                                          e se l amato stilista dei poareti volesse la a, non avrebbe cambiato grosso gia dopo il girone di andata????? questo letame di societa ha preso l hellas da Martinelli x 4 ml e ha distrutto tutto. Se resta qui non e per la squadra, ma xche vuol fare business con la stadio, il sindaco etc etc..quella e la mia preoccupazione

                                                                                          1. bardamu scrive:

                                                                                            Come quasi sempre sono molto in sintonia con quanto scrivi. Anch’io non ho capito la soddisfazione di molti per avere assistito ad una partita decente dei nostri. Finalmente abbiamo creato parecchie occasioni per segnare, ma il gioco è stato spesso farraginoso e si è sbagliato troppo sotto porta.
                                                                                            Il risultato, infine, non serve a nulla. E non sono per niente ottimista su un risultato positivo ai play-off.
                                                                                            Sui progetti di setti non mi pronuncio.
                                                                                            Però mi viene da pensare che uno che vuole andare in serie A allestisce una squadra con più criterio e, soprattutto, prende un condottiero esperto, non una scommessa che tra l’altro non ha nemmeno fatto bene nel primo anno di lavoro.
                                                                                            Non vedo per niente bene il futuro del nostro amato Hellas -Verona.
                                                                                            Se rimaniamo in serie b, come temo, l’anno prossimo sarà veramente dura. Anche perché il carpigiano avrà ancora meno soldi da “investire”.
                                                                                            Non credo neppure che abbia intenzione di vendere, a meno che non si aspetti veramente di arrivare in serie A per aumentare la richiesta economica; sempre ammesso che ci siano veramente dei soggetti interessati a rilevare il Verona.
                                                                                            E’ un limbo che sta producendo disastri nell’ambiente più importante, quello della tifoseria.
                                                                                            Non ho ricordi di un clima così tetro, nemmeno negli anni più bui del tifo, quelli immediatamente precedenti all’arrivo di Bagnoli, quando in curva eravamo veramente in pochi.
                                                                                            Speriamo in una svolta, perché così è veramente triste.

                                                                                            1. london scrive:

                                                                                              Se l'anno prossimo scendono Chievo e Bologna dalla A, i primi due posti in b sono già occupati. Quindi se quest'anno non sali,magari anche tramite play off, l'anno prossimo la vedo dura.

                                                                                              • RH scrive:

                                                                                                Non credo che il chievo farà uno squadrone, la base è scarsa salvo due o tre pedine (hetemaj depaoli e giaccherini che però non resteranno a chievo), e non credo nemmeno che retroceda il Bologna, anzi io ci metto un deca sulla spal, sperando che sia l’Empoli. In realtà non sono nemmeno convinto che resteremo in B, e Chissenefrega se dai playoff

                                                                                              1. Angossa scrive:

                                                                                                Tutto giusto, ma Zaccagni gioca titolare praticamente da settembre (quando non è infortunato)

                                                                                                1. mir/=\ko scrive:

                                                                                                  diciamo pure che "l'innominato presidente" vorrebbe andare in A a "costo pressoché zero"… magari di culo… se così non sarà, come peraltro è ampiamente prevedibile, ci sarà il sito ricco ammortizzatore e le solite plusvalenze a garantirgli un sonno tranquillo e dorato!!! UN CAMPIONE DEL FAR CASSA e un DILETTANTE A LIVELLO SPORTIVO. vedasi Mantova.

                                                                                                  1. Maxhellas scrive:

                                                                                                    Luca, togli pure i 25 milioni di paracadute dal tuo ragionamento, perché di certo non sono stati spesi per il Verona.
                                                                                                    Quindi, come correttamente afferma Barana, è stata allestita una squadra principalmente di prestiti, con molte contraddizioni (a cominciare da un allenatore inesperto) e senza lo scopo di risalire, con tutta evidenza. Altrimenti si sarebbe fatto di più e meglio sul mercato.
                                                                                                    Uno degli scopi più che evidenti del campionato in corso è quello di mettere in evidenza gli ultimi gioiellini di proprietà (Zaccagni, Silvestri, Danzi) per fare plusvalenza nel prossimo mercato estivo.

                                                                                                    Rimango convinto infine, perché non vedo comportamenti coerenti con l’ipotesi di puntare alla A, che il copione di quest anno sia la permanenza in B, dopo i play off (che portano ancora qualche soldo in tasca al gioppino), e l’incasso di 10 milioni gratis, evitando così il riscatto tra gli altri di Di Carmine e potendo rifare la squadra da cima a fondo l’anno prossimo, puntando probabilmente a una salvezza tranquilla in attesa di un acquirente.

                                                                                                    • Simone scrive:

                                                                                                      Per quanto riguarda gli acquisti. Di Carmine è stato acquistato con ”obbligo di riscatto”, obbligo legato ad un numero minimo di presenze che già sono state ampiamente superate mi pare. E’ su Di Gaudio che c’è l’obbligo di riscatto solo in caso di A. Anche Dawidowidz è già stato riscattato dal Benfica, a 2,5 mi pare. Poi, al di là del valore dei giocatori, c’è un obbligo di riscatto anche per Almici, Crescenzi acquistato definitivo a 700.000 euro, Empereur idem a 250.000, Marrone mi pare obbligo di riscatto dalla Juve a 1,2, per Ragusa c’è un obbligo di riscatto dal Sassuolo a 1,3, su Cissè è stata fatta la cappellata di prenderlo a 600.000 euro. Per Faraoni obbligo di riscatto a a 900.000 euro, Vitale definitivo a 60.000 euro. Poi stati presi dei giocatori svincolati (Laribi, Henderson, Balkovec). Infine ci sono due giocatori arrivati con diritto di riscatto, e sono Colombatto (opzione e contro opzione), e Matos. Nel mercato del calcio difficilmente un giocatore viene acquistato subito definitivamente, quindi sono tutte operazioni che ci possono stare, al di là delle considerazioni tecniche sugli stessi ovviamente.

                                                                                                    • Maxhellas scrive:

                                                                                                      Dimenticavo: tra le plusvalenze estive prossime venture, inserite pure Lee.

                                                                                                    1. andrea scrive:

                                                                                                      se stai in serie b
                                                                                                      e ti becchi 10 ml non ti indagheranno mai x campionato falsato. Ma se vai in a, devi quantomeno rifare tutta la squadra, e se fai la figura della vittima predestinata ultimo come il chievo ora, oltre ad avere i riflettori puntati pagherai anche di più come gestione..questo l anno prossimo ti vende lee zaccagni danzi bianchetti ….si libera di pazzini e non riscatta di carmine..alla fine va meglio che non beccare 30 ml..e si sposta nel mantova altre pedine..se avesse voluto la a la prima cosa era il cambio di allenatore. Se lui pensa di avere una rosa da serie a, doveva cambiare grosso subito. Il magliaro pensa di essere furbo, alla fine il diavolo fa le teie, ma el querciolo nol ghe mia..

                                                                                                      1. schetch scrive:

                                                                                                        Con un’altro tecnico avremmo come minimo minimo 7/8 punti in più, la logica avrebbe voluto l’esonero dopo l’andata contro il BS invece siamo qui a piangere sul latte versato. Le colpe tecniche sono evidenti a tutti, quindi questo mi porta dire che la logica non esiste a Carpi oppure c’è tanta incompetenza.
                                                                                                        Altro aspetto è che per fugare definitivamente tutti i quesiti bisognerebbe che si mettesse (Setti) a disposizione di domande mirate e “scomode”, ma chi l’ha visto?

                                                                                                        1. Tomhv scrive:

                                                                                                          Si Luca, setti vuole la a e prendere 30/35 mil e spenderne 7-8 per il mercato fare 20 punti e retrocedere a dicembre.. cose già viste e riviste

                                                                                                          • Angossa scrive:

                                                                                                            Ineccepibile. Vedi le ultime 2 vergognose apparizioni in serie A.

                                                                                                            Male che vada resta in B con 10 ML in più in saccoccia.

                                                                                                            Questo qui a Verona ha trovato la gallina dalle uova d’oro. Furbo e scaltro come una faina, in faccia a tutti gli imprenditori di Verona e provincia.

                                                                                                          • fenomeno scrive:

                                                                                                            Questo però è già più sensato che dire non si vuole andare in serie A per i 10 milioni del secondo paracadute…..

                                                                                                        Rispondi a mir/=\ko

                                                                                                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                                                        Accetto i termini sulla privacy

                                                                                                        *