31
ott 2019
CATEGORIA

Hellas Verona

COMMENTI 12 Commenti
VISUALIZZAZIONI

4.346

VIVERE IL MOMENTO

Sassuolo, Parma e Brescia. Un mini ciclo alla porta del Verona, si diceva. Un trittico che era iniziato malissimo e che adesso attende il match più sentito e probabilmente più importante di questa fase. Il Brescia è in crisi, Corini a rischio, lo scontro con l’Hellas già fondamentale per tornare a respirare.

I gialloblù di Juric avrebbero meritato il pareggio con il Sassuolo. A Parma nessuno si sarebbe scandalizzato se il match fosse finito in parità. Classifica alla mano, il Verona si ritrova con un punto in più rispetto a quanto avrebbe detto il campo. Bene così.

“Pensiamo partita per partita, senza fare calcoli”. E’ uno dei ritornelli preferiti dagli allenatori, interpellati su tabelle di marcia o previsioni a medio-lungo termine. E visto che Juric non ha svelato il suo personale calcolo sul citato trittico, mi sono divertito a leggere i vostri commenti con ipotesi realistiche, ottimistiche, ma anche pessimistiche. 3, 4, 6 o 7 punti, avete scritto. Io avrei firmato per due pareggi e una vittoria, dunque cinque punti. Battendo il Brescia sarebbero sei. Niente male.

Adesso però conviene mettere da parte ogni tabella, ogni previsione che vada oltre il match con il Brescia. Meglio vivere il momento e godersi questo sorprendente Verona. Dopo aver pasteggiato per tanto tempo con brodini insipidi, una pastasciutta con un buon sugo ha l’effetto di un piatto prelibato di alta ristorazione.

Dopo allenatori scialbi, parole banali, conferenze stampa inutili e calcio da sbadigli, ci sembra di vivere in un altro mondo grazie alla schiettezza di Juric, al suo calcio pieno di intensità e logica, ad un gruppo determinato, a giocatori dallo spirito battagliero, caricati a mille dal loro condottiero in panchina.

Arriveranno momenti difficili, sconfitte e inevitabili sofferenze. L’esperienza insegna. Non è il caso di lasciarsi andare ad eccessivi entusiasmi anche perché questo campionato è difficile e molto equilibrato. Non ci sono (almeno per il momento) squadre materasso e bastano un paio di ko filati per ritrovarsi con l’acqua alla gola. Vivere il momento, pensare a tenere indietro il Brescia e chiudere nella maniera migliore il mini ciclo di tre partite ravvicinate dev’essere il diktat. Io la vedo così. E voi?

4.346 VISUALIZZAZIONI

12 risposte a “VIVERE IL MOMENTO”

Invia commento
  1. fenomeno scrive:

    TEST MATCH A RACINES

    VERONA-TRAPANI IN
    DIRETTA SU TELENUOVO
    22/07/2015 01:20

    Dopo i dilettanti della Valle Isarco e il SudTirol (Lega Pro), il Verona affronta oggi mercoledì 22 luglio il Trapani di Serse Cosmi che si sta preparando al terzo campionato di B consecutivo della sua storia. Inizio alle 17:30. Telenuovo, media partner dell’Hellas Verona, trasmetterà la partita in diretta e in esclusiva con il commento di Luca Fioravanti. Il match sarà visibile anche in streaming su http://www.tggialloblu.it.

    Ma Test Match e media partner all’epoca erano inglesismi pieni ed intelligenti?

    1. Oste Chri scrive:

      Idem la vedo!!!! E le punte si sbloccheranno prima o poi

      1. Ruspa62 scrive:

        Concordo con tutto, soprattutto sullo spirito battagliero della squadra, che credo sia quello che ogni tifoso vuole sempre vedere nella propria squadra. Avanti così e Forza Hellas!

        1. bardamu scrive:

          La vedo anch’io così. E anch’io avrei firmato per 5 punti. Se proprio avessi potuto scegliere con chi vincere avrei preferito col brescia. Adesso però i sono ingolosito e i 6 punti li vorrei proprio. ;-)

          1. stefano 50/60 scrive:

            Presumo sarà lotta fino all ultimo anche perchè quest anno squadre già staccate dietro ed in miseria tecnica mi pare non ce ne siano…….il lecce ha preso punti con iuve e milan tanto per dire….il genoa lotta…..il brescia vien qua per salvare la panca a corini ( ammesso lo vogliano i giocatori )…..l unica perplessità la desta l udinese che qua è parsa molto solida ed invece sta beccando caterve di goal……..la samp pare ridestarsi anche se arranca…….si penso che quest anno sarà durissima ma almeno lottiamo e giochiamo……per cui spero ci siam anche noi nel gruppone di quelle che voglion rimanere in A e prendere tanti soldi di diritti tv, quest anno ed il prossimo…..perchè la spal arranca ed è al terzo anno, ergo leverei il paracadute per ridisegnare una contrattistica che non danneggi le retrocesse ma senza premiarle…anche i giocatori se van giù dovran sapere da prima che dovranno ridursi l ingaggio…..sennò succede come dalle parti di carpi ( non squadra ma un nativo di la dico bene ?

            1. Riccardo scrive:

              campionato equilibrato
              nella sua mediocrità
              se l'Hellas riesce a mantenere un livello atletico adeguato possiamo arrivare alla salvezza.
              se invece, per tanti motivi (stanchezza, infortuni, cessioni a gennaio(!!!!!) ) cominciamo a prendere gol, si farà durissima.
              per ora godiamoci il momento e la soddisfazione di essere tornati a soffrire per la nostra squadra, perché ci teniamo nuovamente tanto.

              1. bruce scrive:

                Godiamoci il momento, gli espertoni ci indicavano come la squadra più scarsa del campionato e aver smentito i pronostici giocando un ottimo calcio mettendo in mostra giovani di valore (in particolar modo Kumbulla che arriva addirittura dai pulcini) è molto soddisfacente. Detto questo era da tempo che non si vedeva un campionato equlibrato sia in testa che in coda e arrivare alla salvezza sarà comunque un’impresa.

                1. Claudio scrive:

                  Col Brescia lottiamo per vincere ma se arrivasse un pareggio sarebbe molto buono comunque

                  1. Fabio scrive:

                    Come dice Juric, giochiamola al massimo sempre, con limiti e difetti ma dando tutto, già quello è molto gratificante x noi Helladiani, se penso solo a inizio maggio come eravamo messi male e senza speranze… Ora mi pare un sogno :)

                    1. Bruno scrive:

                      per quanto riguarda il brescia, io giocherei come facciamo bene soprattutto in trasferta, aspettandoli, pressandoli e ripartendo. Non abbiamo la necessità di fare la partita.

                      1. Bruno scrive:

                        io non so niente di calcio ma di una cosa sono sicuro… le tabelle portano sfiga!

                        1. Simone scrive:

                          È da qualche anno che tra l’inizio del campionato e la fine del mercato mi compilo, calendario alla mano, una tabella, sulla quale metto i punti che mi aspetto partita per partita. Questo esercizio serve più che altro per farmi un’idea, un abbozzo personale di aspettativa più o meno realistica. La riporto (V sta per vittoria, P per pareggio e S per sconfitta). Eccola qui: P V P S V P V S P S V S P S S P S P V S V S S P V P S S V P S S P S S V P. Totale punti ipotizzati: 39 (al momento siamo a -1 rispetto a questo prospetto).

                        Lascia un Commento

                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                        Accetto i termini sulla privacy

                        *