07
gen 2019
AUTORE Mariobasket
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 16 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.590

PACTA SUNT SERVANDA

“Conterò poco, è vero. Disse l’Uno ar Zero. Ma tu che vali? Gnente, propio gnente. Sia ne l’azzione come ner penziero, rimani un coso vòto e inconcrudente. Io, invece, si me metto a capofila de cinque zeri tali e quali a te, lo sai quanto divento? Centomila. E’ questione de nummeri…” (“Nummeri” – Trilussa)

Il filotto, anzi, il filnove, è cosa fatta. La Tezenis di Luca Dalmonte ha eguagliato il record di vittorie consecutive nella nuova era dell’A2. Già, perché nella stagione 1990/91, quella della cavalcata in A1 e del trionfo in Coppa Italia, la Glaxo di Alberto Bucci aprì la stagione con 11 successi di fila: dalla vittoria all’esordio contro Pavia di Oscar fino al colpo a Trapani, prima di fermarsi al Palaolimpia contro la Pallacanestro Livorno.  Solidità e forza mentale sono state le armi che hanno permesso ai giganti gialloblù di costruire questa striscia vincente che eguaglia quella con cui la Tezenis di Alessandro Ramagli inaugurò il campionato 2014/2015.

E adesso possiamo dire che la Verona dei canestri, dopo tre anni e mezzo, può togliersi la scimmia dalla spalla. Ma non finisce qua, ne vedremo ancora delle belle. Intanto il carro (dei vincitori) si affolla e la promessa a coach Dalmonte in occasione del mio vaticinio naturalmente sarà rispettata.

2.590 VISUALIZZAZIONI

16 risposte a “PACTA SUNT SERVANDA”

Invia commento
  1. Alberto scrive:

    Ieri bisognava puntare su Quarisa, talento incompreso….
    Pecchia vattene…

    1. Alberto scrive:

      Quarisa valore aggiunto…,

      1. Lilloball scrive:

        Eh, caro Giuseppe, (o chi aveva scritto invitando a criticare.?) ..passati i bei tempi in cui “il mio Cane” (ed io) eravamo gli “Animali” piu’ amati/odiati di VR e Mario raggiungeva i “Record” dei suoi post…persino il mio amico Vittorio (Dalmontiano di ferrro) , non posta piu..
        Le Critiche..? sempre quelle, ne riporto una di uno “che se ne intende” ma non posta qui..
        “Abbiamo abusato del tiro da 3 nel primo tempo,..e anche nel secondo, sono solo cambiate le %” (Luca Dalmonte)
        Ma e’ chiaro a chiunque capisce un pochino di basket, che con ‘La Ruota” , l’esito finale “statisticamente’ piu’ probabile e’ quello.
        Pero’finalmente si e’ “definitvamente” sanato il “Vulnus” piu’ grande che avevamo e che mi ero permesso di denunciare coi miei interventi. La ‘Frattura” tra i 2 giocatori piu’ “significativi’ che abbiamo (e che impostano il gioco della Squadra), Andre Amato e Jazz Feguson… Prima ‘non si guardavano negli occhi” adesso si cercano, si abbracciano, si baciano di qua e di la (si sa’ la crapapelata di Jazz attira chiunque), si scrivono sui “Social” (neanche fossero “morosi”),ma soprattutto..”si passano la palla” e non sono piu’ gelosi l’uno dell’altro. Cosi un gruppo di “diversi giocatori” e’ diventato ‘UNA VERA SQUADRA”. Questo lo percepisce chiunque ed e’ la “COSA FONDAMENTALE” che fa’ si che pur mantenendo le stesse caratteristiche (il tipo di gioco non e’ cambiato granche) ci “SBATTIAMO TUTTI ASSIEME’, sia in attacco ma sopattutto in difesa, e non siamo piu’ gelosi se ..”tiro io, tiri tu, tira caio, tira sempronio…’. Con ‘UNA SQUADRA VERA” puoi giocartela sempre con tutti (Vedi Hellas dello Scudetto, o ‘L’ultimo Chievo di Di Carlo), e la “F’ dovrebbe cominciare a ‘Stare Preoccupata” gia’ a partire da Domenica… perche 15 partite + 2/3 di Coppa sono ancora tantissime..Complimenti ai Ragazzi, al Coach, alla Presidenza/Dirigenza. al “Ganda”, (che secondo me’ ha fatto molto per questo) e a tutti quelli che hanno “facilitato” questa transizione..Ci risentiamo (molto) piu’ in la’……….. “W RED, W GLI SHIBA INU”

        • Vittorio scrive:

          Lillo, tu due articoli fa avevi detto chiaro e tondo “me ne vado”, adesso punzecchi personalmente. Vai fare il troll altrove che qua non tira aria. Hai criticato la squadra dicendo che sei uscito dal palazzetto preferendo portare fuori il cane per la cacca, adesso che siamo al record di vittorie ti atteggi a penna fine, ma chi vuoi prendere in giro? Se vuoi continuare a scrivere pacificamente almeno lascia perdere chi non la pensa come te.
          In secondo luogo non sono “dalmontiano” (tutto l’opposto, ma sempre meglio di tanti altri allenatori) e credo che in uno dei tuoi deliri tu mi abbia incolpato di essere una persona facendo addirittura il nome. Per evitare problemi al poveraccio dei tuoi livori ti dico che io sono Vittorio veramente e non sono collegato a nessuna fazione della tifoseria. Calmati, conta fino a 10 e piantala di dire cose che non sai e di tirare in ballo gente a caso. Manteniamo le distanze, grazie.

        • poli scrive:

          Oltre al tiro da tre (sai che novità), noto un fastidioso abuso delle maiuscole. Il sacrosanto diritto di critica e la libertà di espressione, che qui certo non mancano, sono ben diverse da affermazioni bizzarre – per non dire di peggio – sui rapporti tra i giocatori. Per non parlare della bestemmia di paragonare l’Hellas dello scudetto al Chievo di Di Carlo. E ricordati che i risultati di una squadra sono figli del lavoro durante la settimana, sempre. Del resto come si sale, dal carro si può anche scendere. E se arriverà qualche sconfitta, com’è possibile, ci sarà chi lo farà. In Italia c’è anche questa libertà. Adesso puoi tranquillamente continuare a portare a spasso il cane.

          • Lilloball scrive:

            mario, dalla tua piccatissima risposta mi sembra di capire che l’ironia e l’auroironia non siano proprio il tuo forte ..il mio e’ un’intervento evidentemente “ironico’ ed ‘autoironico” , dato che mi sono autodefinito anche “animale”..!!! ..purtroppo conferma quanto avevo intuito, cioe’ che in questi tempi e in questa italia ci sono solo poche persone che possono decidere e dire cosa sia giusto e cosa no’, gli altri debbono solo stare zitti, applaudire al pensiero unico e limitarsi .. a portare a spasso il cane…

            - l critica sull’ abuso del tiro da tre’ l’ha fatto ldm durante l’ultima conferenza in cui tu eri presente, ed e’ una novita perche e’ la prima volta che ldm stesso l’ha rimarcato cosi’, essendo forse anche lui da persona vera, contrario al pensiero unico …potra essere una buona compagnia a passeggio con red.

            - ho seguito tutto il percorso della Scaligera di quest’anno sin dall’inizio, tutti gli allenamenti preseason e tutto il resto:..ho visto coi miei occhi( e ovviamente il mio punto di vista), quello che e’ successo. non mi sembra di aver offeso o mancato di rispetto a nessun(come invece molti hanno fatto con me) le regitrazioni filmate (anche le tue) sono a disposizone di tutti.ognuno e’ libero di ri-vederle, ri-valutarle e ri-farsi una personale idea su quanto ho evidenziato .

            - l’accostamento verona chievo (ben contestualizzato) e’ la citazione di due momenti( uno lontano l’altro recente) di quanto conti lo spirito di squadra negli sport di squadra, non credo di dovere andare a “confessarmi” per questo.

            - che il risultati siano frutto del lavoro settimanale lo so’ avendolo sperimentato di persona,infatti
            nel post- 2^ parte ho fatto le mie valutazioni estremamente positive e i miei complimenti sinceri a tutti quelli che si sono adoperati per questi miglioramenti, questa era la parte “seria” del post ma vedo che non hai apprezzato neanche quella.

            - sul carro degli adulatori non sono mai salito e non saliro’, su quello di tifoso scaligera da 30 anni credo avere il diritto di stare con il mio pensiero, visto che pago regolarmente l’abbonamento.

            -dal tempo del “cane del tifoso” non ho piu’ postato perche’ ho capito che non era gradita la mia presenza, l’ho fatto solo xche un lettore ha inviato a farlo ai cosiddetti “critici” che ora sembrano scomparsi (dicono non siano veri tifosi), peccato che anche che questo lettore e’ scomparso,hai cancellato il suo post ed e’ rimasto solo il commento in risposta di giuseppe a cui pero ora manca il cappello.

            -continuero certamente a portare a spasso il cane, e’ “necessario” a lui e a me,

            “stai sereno” mario, ci sono cose piu’ importanti del basket di cui occuparsi e in cui investire tutto il nostro sentimento, continuero’ a tifare la scaligera e a seguirti su telenuovo, gia’ domenica al “dozza”

            e adesso permettimi di usare qualche maiuscola ” W RED, W GLI SHIBA INU”

            Ciao Mario (comunque le tue citazioni sono sempre belle e originali , anche questa di Trilussa)

            • Mariobasket scrive:

              Forse mi sono spiegato male, e non è buona cosa per chi fa il mio mestiere. Intanto qua nessuno decise cosa sia giusto o sbagliato, altrimenti non esisterebbe nemmeno un. blog con la possibilità di commentare ed esprimere opinioni. Dell’abuso del tiro da tre ho scritto in tempi non sospetti (vedi la mezza ruota di Gomelski), adesso lo dice LDM, a allora? Non cambierà gioco, credo. Che la tua presenza non sia gradita è un’idea tua. Se un post è stato cancellato, evidentemente era perché non ha rispettato la policy del blog. Quello che forse non capisci è il volersi atteggiare a tuttologo: sostenendo ad esempio che Amato e Ferguson non si potevano sopportare, ipotesi senza nessun riscontro. Hai perfino contato quante volte si passavano la palla, giusto? Finendo con la chicca di aver preferito portare a spasso il cane a metà di una partita vinta.
              Se non ricordo male avevi scritto anche che Quarisa è rotto, ma forse mi sbaglio.
              Così, se vorrai riflettere su alcune tue affermazioni “estreme”, visto che apprezzi le citazioni tieni presente quella su chi non cambia mai idea…e lo dico io che, anche se non sembra, sono pervaso dai dubbi. Ti auguro una buona serata e buon basket.

              • Lilloball scrive:

                Mario, io ho cambiato idea, ho fatto i complimenti a tutti, perche sono riusciti in una cosa che io ritenevo molto difficile..piu di cosi’..! In merito alla Tuttologia sono solo una persona non giovane che cerca di tenere attivo il cervello ed essendo Amante della Vita, cerco di avere molteplici interessi (non solo basket) che stimolino curiosita e desiderio di imparare, tutto li.
                Che il gioco non cambiera’ molto ne sono conscio. A me’ personalmente manca il gioco da sotto, forse ho ancora in memoria vecchi e bei ricordi, pero’ anche ora mi sembra che il bel basket in Europa sia fatto cosi. Pero’ il fatto che proprio Lui lo dica, e’ un passo di autoresponsabilita’ che per uno come LDM e’ importante.
                Contare quante volte si passavano la palla con Cagliari nel primo tempo non e’ stato tanto difficile visto che non se la passavano proprio e questo mi ha fatto “imbestialire”… Non mi sentivo piu bene al palazzetto,. “fuori” dal mio modo di concepire la Vita e lo Sport che ne’ e una parte..Per cercare di scaricare questa “adrenalina negativa” sono uscito col mio Cane, uno degli “Esseri Viventi” a cui sono piu affezionato (penso si sia capito). Se ai piu’ (e ai meno attenti) questo accostamento puo’ essere sembrato denigratorio, in realta per me e’ esattamente l’opposto.
                Da questo,.. apriti cielo.!!..critiche a non finire, denuncie di essere un odiatore professionale, un falso pseudotifoso che non vede l’ora di infangare la Scaligera e i suoi giocatori, insulti personali anche pesanti di tanti che invece si ritengono “Unti dal Signore” e i soli veri interpreti del Tifo Scaligero. Che non fossero graditi i miei commenti ( e non mi riferisco a Te anche se anche tu hai mostrato denti molto avvelenati) mi appare evidente a tal punto che ho preferito, abbandonare tutti i commenti sui tutti i Social Veronesi e questo perche’.? Per aver parlato e mettiamo pure, per tanti “straparlato” di Basket.!,.. di Basket non della IV Guerra Mondiale, della Fame nel Mondo, dell’ Integrazione Razziale o altro, ..di Basket,.. che dovrebbe solo far ridere ironicamente delle eventuali “cavolate” che ognuno puo dire. Forse sono io sono di una “generazione” differente perche piu vecchia, ma veramente ulttimamente in generale mi sembra che tutti i Social siano diventati solo strumenti di “propaganda” (il mondo politico ne sta’ mostrando l’uso piu’ intensivo e mirato) non di confronto come ero abituato io. Ogni contenuto e’ fatto per far passare un certo tipo di messaggio specifico, si accettano i “mi piace” “le faccine ” ma tutto quanto va fuori dall’obiettivo del messaggio viene “eliminato”. La riprova e’ che dei tantissimi “Tifosi di Ferro’ che commentavano contro di me, su questo come su altri blog , sparito io…si sono autoelminati anche loro. Evidentemente l’obiettivo non era parlare di basket, ma parlare contro di me. Per quanto riguarda Jazz e Amato forse anch’io mi sono spiegato male, ma non sono giornalista. A me e’ capitato parecchie volte sul lavoro che con nuovi colleghi, magari arrivati da fuori azienda,con un curriculum elevato e con modi di fare diversi dal mio, iniziamente pur non essendoci nessuna motivazione effettiva e conscia, ci sia stata molta diffidenza reciproca e a volte scontri anche duri. Con i colleghi validi questa ostilita’ in seguito si e’ sempre trasfomata in un rapporto di collaborazione speciale, piu’ forte di quelli con cui non avevo mai litigato. Intendo dire che queste dinamiche si sviluppano in assoluta buona fede di tutti ma ad un livello diverso di quello che sono i nostri ragionamenti. Quando ho trovato anche dei bravi Capi che hanno usato in modo intelligente autorevolezza e moral suasion, queste cose si sono risolte ancora piu’ in fretta. Per il Quaro hai sintetizzato tanto e in maniera a mio avviso forse un po’ negativa. Puoi rileggerti i miei commenti, brevemente ho scritto che all’inizio Quarisa aveva problemi ad entrambe le ginocchia che ne condizionavano il Minutaggio e il Rendimento (io l’ho visto coi miei occhi negli allenamenti e lui ne ha sentito tutto il dolore) e mi auguravo soprattutto per Lui che con tempo,allenamento e cure le cose sarebbero migliorate (come temperamento il Quaro non l’ha mai discusso nessuno).Cosi fortunatemente e’ stato e mai ne sono stato piu’ contento perche il Quaro se lo merita tutto vista la fatica ed il dolore che ha portato in questi ultimi anni. Per il resto il Blog e’ tuo, libero di fare quello riteni opportuno. Ti lascio anch’io con una citazione, e ti raccomando domenica di stare attento ai tifosi della “F” perche’ mi sa’ che vinciamo. Buona Vita, Mario.

                ” Sappiamo infatti che la legge è spirituale, mentre io sono di carne,.. io non riesco a capire neppure ciò che faccio: infatti non quello che voglio io faccio, ma quello che detesto. Io trovo dunque in me questa legge: quando voglio fare il bene, il male è accanto a me.. (“San Paolo, Lettera ai Romani)

        1. Marco scrive:

          Mario scusa…ho visto il tuo servizio: Udom fuori fino alla coppa italia???ma cosa si è fatto? ero a Ravenna e non mi sembrava avesse subito un infortunio così grave…comunque sono quasi 2 mesi…i 40000 euro di cui ti diceva Pedrollo serviranno per Poletti?

          1. Lullone scrive:

            Non avevo dubbi sulle potenzialita di questa squadra, e ancora meno sul coach.
            Quello che mi a fatto piu imbestialire nelle prime 4 giornate, sono stati i commenti dei pseudo-tifosi veronesi che si lamentavano delle scelte del coach e di giocatori “non all’altezza”.

            Poi misteriosamente spariti negli utlimi 2 mesi…….
            ma che non vedono l’ora di un passo fasso della Scaligera per riproporre la loro noiosa tiritera.

            E questi si difeniscono “tifosi”…….. mah.

            La prossima gara è davvero durissima… in casa della capolista, senza Udom pure! Servirà un miracolo.
            Ma questa è davvero un’altra squadra rispetto a quella vista alla prima giornata di andata!!
            Sognare non costa nulla!!

            Forza Verona!

            • Lilloball scrive:

              Secondo me’ non serve “Un Miracolo”.. Noi siamo nel nostro momento Migliore, Loro in uno dei (pochi) peggiori Hanno anche qualche malanno fisico ( HasbRouck, Benevelli). l’assenza di Udom e’ importante ma ha “causato” la crescita evidente di tutta la nostra panchina a partire da Quaro, Ikangi e Omar, finalmente fatto giocare nel ruolo che il suo fisico gli “impone” , il ’4″.. Basta continuare a giocare “DA/DI SQUADRA” ma credo che questo ormai sia consolidato.
              In merito alle critiche, io sono uno che le ha fatte e come vedi “non mi nascondo”, A me’ personalmente “La Ruota” non piace un granche’, mi manca il gioco da sotto e visto che abbiamo Candussi e Udom non mi sembra cosi impossible da fare. Comunque “GrazieaDio” in Italia abbiamo ancora un(poco) di liberta’ di espressione e trovo ‘Giusto” che chiunque possa esprimere il suo parere senza essere “Crocifisso” anche se magari a noi le sue idee non piacciono o ci sembrano “cavolate”. Questo non toglie nulla al tifo di nessuno, perche uno che critica vuol dire che “segue” e a modo suo ci tiene pur manifestando il suo dissenso . Chi non tifa “se ne frega” e non ci perde neanche tempo.. Sempre #ForzaVerona..!!! Ciao Lullone

            1. Slandro scrive:

              Bel campionato sì! Ma non ci deve spaventare…la squadra ha dimostrato di avere prestazioni simili in casa ed in trasferta, e questo è segno di grandissima solidità.
              Un dato che deve essere tenuto in considerazione è la vicinanza nel punteggio con cui si concludono le nostre partite. Siamo già a 7 (su 15) partite concluse con uno scarto di 3 punti o inferiore o dopo un overtime (sarebbero 8 se si allarga a 4 punti di scarto).
              Questo ci dice sia che abbiamo la solidità mentale per portare a casa i finali punto a punto, sia che non siamo in grado di “ammazzare” le partite quando ne abbiamo la possibilità.
              Considerazione da tifoso: meglio così! Certi finali al cardiopalma sono davvero la cosa più bella di questo sport, e ne abbiamo visti/vinti tanti negli ultimi 2 anni.

              1. Armix66 scrive:

                Onestamente nessuno avrebbe potuto scommettere, dopo il precampionato, su una Tezenis reduce da 9 vittorie di fila e 3 in classifica alla fine del girone di andata. Certamente lo stesso Mario é riuscito a vedere molto in la pronosticando un filotto di 9 vittorie dopo le prima 4 consecutive (d’altra parte non si puo’ negare che Mario un po di basket lo ha visto e lo conosce).

                Oggi siamo tutti felici per i risultati raggiunti, ed è giusto che sia cosi, anche per coloro che in passato sono stati più critici.

                Credo però che la sorpresa più bella oggi sia non gia l’ottima classifica ma avere un gruppo di giocatori molto compatto e che si aiuta in partita, che non era affatto scontato in presenza di molti giocatori con forte personalità.

                Credo che il merito di questo sia stato sopratutto di Dalmonte e dello staff tecnico (Gandini in primis, che lavora nell’ombra ma credo abbia un peso molto importante nel fare da filtro con la squadra e nelle stesse decisioni dell’head coach), poi legittimamente ognuno di noi può avere le proprie perplessità sul tipo di gioco proposto e sulla sua bellezza o meno.

                Credo in particolare che i detrattori di Dalmonte, che ne chiedevano la testa dopo 4 partite di campionato, dovrebbero avere l’umiltà di guardarsi il curriculum di questo coach e di osservare quali squadre ha allenato in passato anche come secondo allenatore, per capire quale importante materiale umano ha dovuto gestire.

                1. GIUSEPPE scrive:

                  Una cosa bella del basket è che si leggono commenti positivi e negativi ma quasi mai si può dire che sono commenti troppo esagerati nella critica o nell’esaltazione di fatti positivi. E questo non è poco se lo paragoniamo con i quanto si legge nel calcio.(anche da parte di giornalisti).Sembra quasi che che qui nel basket non arrivino la gran parte delle esagerazioni fideistiche presenti nel calcio

                  1. tom scrive:

                    Anche io ero molto critico, in particolare sui giochi estremamente perimetrali, ma le medie ci hanno supportato (e la quantità, perché il 38% è buono ma non eclatante), ed eccoci qui al secondo posto. Rimango critico sulla “bellezza”, ma i punti si fanno vincendo, non serve essere belli. Del resto la storia ci ha portato anche i Jerry Smith e i Trepagnier, quando non eravamo belli e manco vincevamo.

                    Invece devo ritrattare su Henderson. Nelle ultime partite ha dimostrato una personalità che non sembrava avere. Pur senza avere la palla sempre in mano, quando l’azione lo richiede si fa sempre trovare pronto. E’ un ruolo più da 2-3 “italiano”, che da guardia USA, ma devo dire che lo incarna molto bene e nel sistema Dalmonte ci sta alla perfezione (46% da tre!!).

                    Altra ritrattazione: la difesa. Un punto di forza che non mi aspettavo (non lo era mai stato negli anni scorsi).

                    Nel ritorno avremo Bologna, Montegranaro e Udine fuori casa. Imola e Forlì in casa. Bel campionato!

                    1. Max scrive:

                      Già, io uno di quelli a sollevare dubbi e critiche, sempre nei limiti della “civiltà”, fin dal parto dell’idea di squadra creatasi la scorsa estate. Ovviamente i risultati mi impongono di fare ammenda e di rivedere nettamente le mie posizioni, ad esempio su Severini, giocatore da me ampiamente sottovalutato, e sulla partenza di Jazz da sesto uomo. Finora anche questa strada ha pagato. Il mio dubbio più serio, e non solo mio, riguardava l’impiego di Dieng in quintetto. Su questo punto il coach ha lavorato bene, gli ha dato spazio, non insistendo all’infinito e guardacaso il boun Omar, impiegato diversamente, ha dato il suo bel contributo negli ultimi match.
                      Un buon anno a tutti.

                      1. Marco scrive:

                        Se penso a tutte le cose scritte da altri nel precampionato…Complimenti per la previsione Mario perchè tra Montegranaro, Ravenna, Roseto, Udine e Cento di ostacoli ce ne erano molti…io non ero cosi ottimista!

                      Rispondi a Max

                      Accetto i termini e condizioni del servizio

                      Accetto i termini sulla privacy

                      *