20
giu 2018
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 29 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.081

DI MAIO AL DIGIUNO ELETTORALE

Luigi Di Maio rischia l’impopolarità, il digiuno elettorale, perché? Per un semplice motivo: invece che guardare in casa d’altri – cosa più facile e comoda – propone di guardare in casa nostra, dove la prassi invece impone di diventare ciechi. Lo ha fatto proponendo, in alternativa al censimento sui Rom voluto da Salvini, il censimento dei raccomandati in Rai e nella pubblica amministrazione in genere.
Apriti cielo. Significativo che i media abbiano censurato (o quasi) la sua proposta alternativa.
Non si tratta certo di negare che esistano tanti problemi con i nomadi, dai furti all’istruzione al furto che praticano sui loro figli. Ma dovremmo chiamare furto anche il furto dello stipendio praticato da centinaia di migliaia di nostri cittadini stanziali e però assenteisti nel pubblico impiego (e anche nel settore privato). Chiaro però che se un politico li chiama col vero nome – ladri – da loro non becca più nemmeno un voto…
Quanto alla Rai potremmo dire che il censimento è superfluo; dato che vien da pensare che non ce ne sia uno entrato senza la raccomandazione di questo o quel partito. In realtà le eccezioni non mancano, ma la prassi rimane questa, finché la Rai resta la televisione pubblica controllata dai partiti che via, via vincono le elezioni. (Prossima infornata i raccomandati da Lega e 5 Stelle…)
Quanto al resto delle assunzioni chi osa scoperchiare il vaso di Pandora dei concorsi pubblici? Ogni volta che alzi un pelino del coperchio (vedi concorsi universitari), scopri che il taroccamento è la norma, che il merito è un intruso quanto mai sgradito…
E questa, a ben guardare, è l’origine di tanti altri mali. Perché se un Paese non selezione la sua pubblica amministrane, la sua classe dirigente, in base al merito, come conseguenza hai: una burocrazia lenta e autoreferenziale, un’istruzione in caduta libera, una giustizia che funziona come funzione, etc. etc.
L’inefficienza regna sovrana. E quindi non sai nemmeno da che parte cominciare ad affrontare lo stesso (grave) problema dei nomadi.
Ma anche solo ricordarlo come ha fatto Luigi Di Maio (forse a sua insaputa) rischia di condannarti al ferreo digiuno elettorale. Meglio, molto meglio puntare il dito solo su migranti e Rom come sta facendo Salvini che infatti è…all’abbuffata elettorale!

2.081 VISUALIZZAZIONI

29 risposte a “DI MAIO AL DIGIUNO ELETTORALE”

Invia commento
  1. martello carlo scrive:

    Che ci sia ancora qualcuno in Italia che difende le manovre di MACRON sull’ immigrazione, dovrebbe essere giudicato dinnanzi ad una CORTE MARZIALE per alto tradimento.
    Parlo di una classe giornalistica accodata ad una ex classe politica entrambe a 90° col cervello a 180° che, nonostante il tradimento degli italiani del 2011, pur di buttare alle ortiche BERLUSCONI, si sono messe a sorridere con SARKO’ LE MOKO’, buttando alle ortiche anche la nostra economia.
    Queste classi di passivi prezzolati, quando quel SATANIK di MACRON dice che NON C’E’ EMERGENZA IMMIGRATORIA IN ITALIA, loro ripetono: NON C’E’ EMERGENZA IMMIGRATORIA IN ITALIA.
    Il ragionamento da TESTINE è il seguente: siccome gli sbarchi hanno subito una notevole riduzione, si può tranquillamente andare avanti così, tanto la mafia degli scafisti non ha più nessuno da trasbordare, e i 700000 invasori degli anni di “governo” dei PAZZI DI FIRENZE, sono stati rimandati alla loro provenienza, oppure sono andati al nord come sperava quella TESTA D….’UOVO DI ALFANO, CONGIURATO TRADITORE NELLA DISTRUZIONE DI SB. CHE SERVIVA A MANTENERE IN PIEDI UN GOVERNO DALLE GAMDE NAPULITANE.
    La chiusura delle frontiere, e qui do ragione a MACRON, è dovuta a quell’AMBIGUITA’ DEL GOVERNO DEI PAZZI CHE FACEVA ENTRARE TUTTI PERCHE’ “TANTO L’ITALIA SAREBBE STATA DI PASSAGGIO”
    Queste classi, cui lo schiaffo col voto degli italiani che finalmente hanno capito, sembra non aver insegnato nulla ( in realtà sembrano prezzolati da tipi alla SOROS ), vanno puniti con l’ EMARGINAZIONE negli ascolti, nell’ acquisto dei giornali (tipo “L’UNITA’) ed in ogni situazione mediatica nelle quali diffondono le opinioni di chi li paga per combattere gli interessi del paese.
    COMINCIAMO DA RAI3 E DALLA 7?

    1. martello carlo scrive:

      LE MICRON NAPOLEON va a piangere dal suo collega gesuita perché SALVINI, l’ irriverente ministro degli interni, per giunta italiano, prende per i fondelli LUI, l’ EMPEREUR DE LA GRANDEUR.
      Un pianto non da poco per il rappresentante del paese dell’ illuminismo, ma pur di far arrivare tutti i migranti in Italia e farceli restare in eterno, scommetto che proporrà all’ argentino la sede di AVIGNONE.
      :-( ……. :-D :-D

      • Giorgio scrive:

        MARTELLO……
        Hai visto come si fa (nelle Francia di micron) a sgomberare i cd. Migranti lungo la Senna?
        Con una semplice ruspa (vera, non chiacchiericcia come quella di Salvini usata coi rom)….
        E poi viene a farci la morale a noi….Ah, ah, ah
        Quanto vorrei vedere (in Italia) qualche ruspa in azione…ed il DON ad Avignone con tutti i suoi amici negretti ed islamici!!!

        • martello carlo scrive:

          “Faire front contre l’Italie de Matteo Salvini, le groupe de Visegrad et tous les pays européens qui tirent le Vieux Continent vers le repli sur soi. Avant le Conseil européen prévu jeudi 28 et vendredi 29 juin, le pape François et le président de la République, Emmanuel Macron, ont voulu se montrer unis face à la montée des populismes, même si les choses n’ont jamais été dites en ces termes.”

          Da ” le MONDE “in edicola oggi.

          In poche parole il PAPA e MACRON hanno voluto mostrarsi uniti contro SALVINI e l’ Europa che si rinchiude su se stessa in vista del Consiglio europeo di giovedì.
          Le MONDE, ci tiene ipocritamente a sottolineare che, anche se non detto esplicitamente, ad entrambi le cose vanno bene così come sono ora: SHENGEN FINITA a VENTIMIGLIA e al BRENNERO, ITALIA DISCARICA A CIELO APERTO.
          A dimostrarlo è l’ atteggiamento estremamente cordiale tra i DUE, il conferimento a MACRON del TITOLO DI PROTOCANONICO D’ONORE DEL CAPITOLO LATERANENSE e il dono del MEDAGLIONE DI SAN MARTINO CHE DA’ IL SUO MANTELLO AL POVERO.
          VOMITEVOLE: IPOCRISIA, FALSITA’, MANIPOLAZIONE DELLE MASSE ELEVATE A LIVELLI ULTRATERRENI.
          Ci mancava solo RENZI per simboleggiare il dramma delle élites che ballano insulsamente legate ai vecchi riti incensati di fronte alla voragine nella quale stanno per precipitare inesorabilmente.
          VOGLIAMO FARCELA UNA BELLA RISATA DOPO AVERLI OPPORTUNAMENTE RINGRAZIATI? :-D :-D :-D

          FORZA SALVINI di fronte alle facce di questi due mi sembri BUONISSIMO E BELLISSIMO

      1. Gatón scrive:

        Semplice frustrazione da risultato elettorale.

        1. Silvestro scrive:

          Gaton (25 giugno 2018 alle 08:00 )

          IO credevo che la questione ROM fosse ormai archiviata per volontà stessa di Salvini, ma visto che ci tieni tanto a ribattere andiamo avanti con qualche puntualizzazione:

          PRIMO: Le affermazioni “i ROM italiani ce li dobbiamo comunque tenere”, “dossier ROM” sono termini utilizzati da Salvini ed ampiamente documentati. Quindi non solo definire ‘etnico’ questo censimento è più che giustificato, ma poiché Salvini non è solo il tuo ministro o quello dei leghisti, ma anche il mio, ho il diritto di critica a prescindere.

          SECONDO: Non sarai certo tu ad impormi di togliere il termine ‘etnico’ dal mio post; per quanto già esposto al punto PRIMO, perché il tuo diktat non è motivato, e infine perché il rispetto degli anziani è importante ma se esagerano anche loro non sono esenti dai vaffa.

          TERZO: Salvini da “sul censimento rom non mollo e vado dritto” è passato rapidamente a “il censimento ROM non è una priorità”. Cioè uno dei pilastri della sicurezza celebrata e brandita per anni in campagna elettorale viene accantonata improvvisamente senza spiegazioni. Ecco perché la tua frase “I provvedimenti eventualmente necessari ……” suonano come una misera giustificazione per un progetto che semplicemente non c’è, ma che ha solo lo scopo di alimentare paure e pregiudizi a quelli come te.

          Like, like …LIKE

          • Gatón scrive:

            Bla bla bla…
            Misera giustificazione sono le tue parole a vanvera.
            Vi siete stracciati le vesti evocando le leggi razziali non appena è stata annunciata l’intenzione di fare un censimento, senza nemmeno sapere dove si andava a parare.
            Che i rom siano i benvenuti ovunque vadano è risaputo.
            Possibile che identificare chi sia italiano e chi non, magari per gratificarli in misura più marcata per l’opera sociale svolta, costituisca discriminazione razziale ?
            Qui si parla di nazionalità.

          1. Silvestro scrive:

            Gaton: Ho il sospetto che l’articolo di Battista tu non l’abbia nemmeno letto oppure avendolo letto non lo abbia proprio capito. Li ci sono comunque le risposte sotto il profilo etico e istituzionale che tu ed il tuo amico di FB cercate.
            Ma se hai seguito la discussione io sono andato ben oltre.
            Dopo che Salvini ha girato per i campi ROM a cercare rogne per documentare quanto sono barbari; dopo che per anni ha girato l’Italia con la scritta RUSPA sulla felpa; dopo che ha pubblicato video dove si allena su un bulldozer; dopo che ha esultato per la demolizione di una casetta abusiva di una Rom (italiana);
            CON IL RISULTATO DEL MONITORAGGIO ROM SALVINI COSA FARA? TU HAI QUALCHE IDEA SULLE SOLUZIONI POSSIBILI?

            Il Ministro, ora ha pieno titolo per risolvere queste grane; quindi illustri con chiarezza le iniziative opportune, visto che lui stesso le denuncia come problema nazionale.

            Se lo fa avrà attuato quello che va promettendo da anni e che gli sta procurando tanti like.
            Se non lo farà rafforzerà la convinzione (non solo mia) che parliamo di un fanfarone che approfitta di un diffuso analfabetismo funzionale per amplificare paure, contrapposizioni, diffidenze in salsa xenofoba. Il tutto aggravato dalla sua posizione di Ministro dell’Interno il cui obiettivo è proprio il contrario.

            PS: l’ANALFABETISMO FUNZIONALE consiste nel credere all’opinione di chiunque prendendola come verità senza sentire la necessità di informarsi sull’argomento. E’ una verità riconosciuta perché sostenuta da migliaia o milioni di like.

            • Gatón scrive:

              Appunto, tu spacci l’opinione di Battista per Verità, e non rispondi alla mia domanda: E’ vero o no che i cittadini italiani sono schedati dalla nascita, e perché mai i Rom dovrebbero sfuggire alle regole dello Stato ?

              • Silvestro scrive:

                Non c’è dubbio che esiste una popolazione (Rom, Sinti e Caminanti) che rifiutano, forme di censimento / schedatura, vivono nei camper, non mandano i figli a scuola, campano di espedienti e/o furti e/o borseggi.

                Bisogna anche ricordare che in passato ci sono stati altri tentativi di censimento:
                >> Nel 1992, l’allora ministro Margherita Boniver
                >>nel 2008 Roberto Maroni, all’epoca titolare del Viminale.
                >>nel 2012 a Milano con Pisapia,
                >>nel 2016 a Roma la Raggi.
                L’unico che sta dando risultati è quello del 2012 a Milano perché era inserito in un più ampio progetto di integrazione opportunamente finanziato, perché prevede tra l’altro lo stazionamento dei camper solo in aree attrezzate, il rispetto dei regolamenti, e l’impegno di far frequentare la scuola ai figli. Progetto che mi risulta sta proseguendo anche con Sala con esiti positivi.

                Non mi risulta proprio che l’atteggiamento xenofobo ed il linguaggio ostile del Ministro degli interni abbia qualcosa in comune con questa iniziativa.

                Ed ecco quindi che non solo le motivazioni etiche espresse dall’articolo di Battista sono più che giustificate, ma ritorna nuovamente la domanda iniziale: ammesso che riesca ad effettuare questo censimento etnico, Salvini poi cosa ne fa?

                • Gatón scrive:

                  Intanto comincia a togliere il termine “etnico” dall’ultima riga del tuo post.
                  I provvedimenti eventualmente necessari saranno possibili una volta quantificato il fenomeno, ed analizzato nelle sue molteplici sfaccettature.

            1. Silvestro scrive:

              La grande fesseria mediatica sui ROM, che si trascina da giorni, si conclude con le precisazioni dello stesso Salvini:
              “Questa del censimento nei campi rom, non è una priorità …. Vorrei sottolineare che non sono di carattere etnico: la razza non m’interessa. Nei campi – aggiunge – possono vivere anche esquimesi, finlandesi, controllerei lo stesso che siano in regola, che portino i figli a scuola”.
              E cosi il Ministro dell’Interno chiude la questione con una doppia presa per il culo:

              LA PRIMA evidente nelle sue stesse dichiarazioni: se il giorno prima sostieni che “i ROM italiani purtroppo dobbiamo tenerceli”, manifesti una intenzione che non è certo quella di verificare se mandano i figli a scuola.
              LA SECONDA contraddice le pluriennali provocazioni nelle visite ai campi rom, le felpe con la scritta RUSPA, le esibizioni sui bulldozer e le grandi promesse di pulizia una volta al governo.

              Quindi tutto archiviato con buona pace dei numerosi analfabeti funzionali.
              like, like, like …..LIKE.

              • Gatón scrive:

                Visto l’esito dei ballottaggi, adesso mi aspetto che tu sostenga che si trattava soltanto di campagna elettorale…
                Senza dubbio efficace.

              1. Gatón scrive:

                Trovato su FB, copio e incollo.
                “Ciao, volevo raccontarti la mia storia. 58 anni fa, quando nacqui, i miei genitori furono costretti dallo Stato a fare una cosa di un nazi-fascismo rivoltante: hanno dovuto “Registrami all’anagrafe”!!!. Sì signori, questa è la triste realtà! Lo Stato, tra l’altro, ha avuto anche l’ardire di assegnarmi un codice fiscale e una carta d’identità che, com’è noto, sono i tipici strumenti fascisti per schedare le persone. Ma non è finita…nel corso della vita sono anche stato obbligato, ogni qualvolta cambiavo residenza, a denunciare quella nuova!!!! Ma vi rendete conto?? Ogni volta che ho cambiato casa, ho sempre dovuto prontamente comunicare l’indirizzo della nuova residenza…veramente pazzesco!! Per non parlare, poi, di tutte le certificazioni e dichiarazioni varie di proprietà dell’auto, della casa, dei redditi ecc. e di tutti i controlli fiscali che da essi derivano e che “subisco” continuamente!!! Ricordo,inoltre, con orrore crescente, quando i miei genitori hanno dovuto iscrivermi a scuola, pena la denuncia per violazione dell’obbligo scolastico e quando, (ancora oggi mi vengono le lacrime agli occhi), sono stato sottoposto alla duplice violenza della schedatura connessa alla leva obbligatoria (veramente abominevole, meno male che l’hanno tolta!!) comprensiva della rilevazione di tutti i miei dati antropometrici: una cosa intollerabile in uno stato democratico!
                Devo, quindi, prendere atto che lo Stato mi ha sempre schedato come e quando più gli è parso e piaciuto e, a cadenza regolare, osa persino chiedermi conferma della loro validità.
                E allora mi chiedo: ma mentre si è lasciato che mi facessero tutto “questo”, dove CAZZO erano i paladini della sinistra e i vari Saviano & C. che adesso si stracciano le vesti per il censimento dei ROM che, come tutti sanno, sono tra le categorie più miti, mansuete e oneste del mondo??”

                1. martello carlo scrive:

                  ” SE SEI ALL’OPPOSIZIONE E’ FACILE RACCOGLIERE LIKE…”
                  Mi sembra che all’opposizione siate voi e che di Like ne riceviate molto pochi, salvo quelli dei soliti PICCHIATELLI, mentre SALVINI ED IL GOVERNO continuano a riceverli da chi.conta veramente: LA GENTE tanto disprezzata da.voi stalinisti camuffati.
                  Contrariamente al solito, non voglio risponderti puntualmente: seguirvi nella vostra tattica di spaccare il capello in 4, corrisponde al vostro unico desiderio: QUELLO DI CREARE CASINO.
                  Voglio ripartire dalle parole del PAPA: l’Eiropa si sta spopolando, quindi apriamo le porte a chi fotte di più: neri, gialli,grigio scuro……
                  Non gli passa nemmeno per la testa ( n.b. non testina ) di andare a vedere le cause di ciò, temendo che le donne italiane ed europee lo mandino a quel benedetto paese, che sarebbe sempre tardi, né si pone il problema di come risolvere i problemi socio economici che producono questa situazione in quanto convinto che le donne europee siano ormai irrimediabilmente traviate: atteggiamnte border line col razzismo.
                  Intanto dal suo scranno continua a proibire il sacerdozio femminile, il matrimonio dei preti ( che con la fame.che hanno potrbbero elevare all’ ennesima potenza la natalità né tantomeno quello delle suore.
                  Insomma, questo pontefice predilige il nero, soprattutto la negre, sottomesse grandi fattrici, sempre incinte dei loro favolosi mandinghi tribali dove i figli che sopravvivono fanno la fame ma assicurano la SUPREMAZIA.
                  E’ ORA DI FAR CAPIRE A QUESTI MODERNI CONQUISTADORES CHE IL MONDO E’ CAMBIATO E CHE LE MACCHINE, COME I PALLIATIVI SESSUALI ELETTRONICI, STANNO SOSTITUENDO I LORO ORGANI, COMPRESE LE LORO BRACCIA.
                  STABILIZZAZIONE DELLA POPOLAZIONE MONDIALE, LOTTA ALLO SCHIAVISMO FINANZIARIO/ECCLESIASTICO: QUESTA DEVE ESSERE LA PAROLA D’ORDINE DELLA NUOVA ECOLOGIA PLANETARIA

                  • Marco.com scrive:

                    Ma va là solito predicatore urlante del menga
                    Non è successo ancora una beata fava
                    Una fava starnazzante come te
                    Che pena

                  • Silvestro scrive:

                    MA ANCORA NON HAI CAPITO!!. IL PARADIGMA SI E’ ROVESCIATO.
                    Non siete più quelli che si lamentano perché qualcuno deve fare cose che voi avete promesso di realizzare meglio e più in fretta. Ora ci siete, e dovete solo attuare le fantastiche soluzioni promesse.

                    I ROM sono un problema che ha sollevato il Ministro dell’interno, evidentemente prioritario, la cui soluzione, senza vincoli esterni, spetta solo ed esclusivamente a lui. Tu ne hai sollecitato un approfondimento dopo averlo definito una “aberrazione di chi gioca con le parole “ e “argomento pretestuoso”. Io non solo ho illustrato il mio punto di vista ma ho anche chiesto l’indicazione di una soluzione chiara, che poi è quello che pretendi da un Ministro che pone l’allarme su un problema che lui stesso definisce fondamentale.

                    La tua risposta che tira in ballo il Papa, lo schiavismo finanziario/ecclesiastico e quant’altro, si commenta da sola.

                  1. Silvestro scrive:

                    Martello (20 giugno 2018 alle 23:45).

                    Schedatura ROM: Se proprio ci tieni parliamone. Definirlo “aberrazione di chi gioca con le parole “, “argomento pretestuoso” è un modo infantile per eludere la propensione xenofoba che da sempre caratterizza la Lega. Gli esempi recenti e passati sono fin troppo numerosi. Poi è chiaro che si può giocare sul lessico senza però trascurare la frase completa che svela il vero significato: “I ROM ITALIANI PURTROPPO TE LI DEVI TENERE A CASA”. Ed allora trattandosi di una priorità nazionale, Salvini ci illumini su come rimediare:
                    >>I ROM stranieri verranno espulsi? con quale iniziativa? Si può fare? chi dovrebbe accoglierli?
                    >>I ROM italiani sono meno italiani di altri, oppure, una volta individuati, sono comunque diversi. Continueremo (purtroppo) a emarginarli oppure c’è qualche iniziativa in cantiere.
                    SE SEI ALL’OPPOSIZIONE E’ FACILE RACCOGLIERE LIKE SU FACEBOOK E PRETENDERE CHE ALTRI TROVINO LA SOLUZIONE. MA SE SEI IL MINISTRO DELL’INTERNO I PROBLEMI LI DEVI RISOLVERE TU.

                    Sul DEF, come al solito nei riferimenti sbagli persona. Non sono parole mie ma quelle di TRIA. Siamo ancora alle chiacchiere che hanno però già abbandonato il megafono delle promesse elettorali. Gli investimenti, TESTINA, risentono delle trentennali incrostazioni burocratiche e degli incroci di competenze, cui non sono certo estranee le autonomie locali. L’articolo della Gabanelli, (se lo hai letto), spiega nei dettagli gli ostacoli cui nessuno, nemmeno la Lega può chiamarsi fuori.

                    Sui migranti: generalizzare i giudizi sulle categorie sociali rende più facile classificare buoni e cattivi. Oggi tutte le ONG sono associazione a delinquere che speculano su vite umane; ancora tutti gli immigrati ci vogliono islamizzare, mentre ieri tutti i migranti erano terroristi, e prima erano portatori di ebola ed altre malattie tropicali. Speculazioni ed allarmi che si protraggono da anni, prive di riscontri ma che ci assolvono comodamente da ogni responsabilità morale e civile.
                    La grande novità sembra sia la creazione di hot-spot in Africa: una clamorosa cazzata.

                    https://www.corriere.it/opinioni/18_giugno_21/profughi-ed-europa-5e3e0000-74b9-11e8-993d-4e6099a1c06b.shtml

                    • martello carlo scrive:

                      SANTORO E VAURO INVOCANO UN GIUDICE CONTRO SALVINI: “INCITA ALL’ODIO RAZZIALE”.

                      ROBERTO SPERANZA DEPOSITA LA QUERELA CONTRO MATTEO SALVINI PER LE DICHIARAZIONI SUL CENSIMENTO DEI ROM .

                      Eh sì, stanno scoppiando: un po’ ” COSI’ ” lo sono sempre stati, ma ora è solo questione di giorni: bisogna assolutamente evitarli perché se le zizze della di CARMEN DI PIETRO erano piene di silicone, questi sono pieni di emme.
                      Volevo chiudere con la solita risatina, ma qui ci sono drammi infantili molto seri: non GIUDICI ma PSICHIATRI.
                      Ora me ne vado a fare qualche distensiva nuotata. risponderò alle tue BOLDRINATE E PADOANATE via smart, domani.
                      CIAO

                    1. Marco.com scrive:

                      Il nostro duce supremo ha consegnato la dichiarazione di guerra a bruxelles
                      Vai , o duce, l’italia è con te

                      1. Silvestro scrive:

                        E’ straordinario sentire parlare di “aberrazione di chi gioca con le parole” da parte di chi dal 4 marzo non fa altro che alimentare chiacchiere elettorali che producono un effetto emotivo e di consenso pari solo al cinismo che lo contraddisitngue.
                        Ma poiché chi governa non può avvalersi sempre di argomenti per la distrazione di massa, alla lunga qualcosa si muove.

                        Il ministro dell’economia Giovanni Tria nella sua presentazione del DEF non ha detto molto ma ha tracciato dei confini ben precisi che testualmente sono “RISPETTO DEGLI IMPEGNI EUROPEI”, e cioè vincoli del deficit di bilancio e riduzione del debito.
                        Poi c’è la speranza che ci consentano di scorporare gli investimenti, anche questa idea non nuova. Ma A coloro che non sono comunisti segnalo che anche gli investimenti sono un debito su cui si pagano interessi che sono stabiliti dai mercati finanziari e non da Bruxelles . Vantaggi…. forse, fra quanti anni?

                        https://www.corriere.it/dataroom-milena-gabanelli/opere-pubbliche-perche-italia-ci-vogliono-14-anni-costruire-cavalcavia/8c718198-73d5-11e8-ab58-f8ac6497bfa0-va.shtml

                        SEMPRE AI SOVRANISTI RICORDO INFINE CHE ANCHE SE VENISSE CONCESSO LO SCORPORO DEGLI INVESTIMENTI (VEDREMO LA CONTROPARTITA), SAREBBE ALTRA COSA RISPETTO LA NO-FORNERO, LA FLAT TAX ED IL REDDITO DI CITTADINANZA.
                        In pratica i confini della spesa sono sempre gli stessi, con buona pace di chi voleva lo shock fiscale, ribaltare i tavoli, battere i pugni, alzare la voce.

                        • martello carlo scrive:

                          Noto con piacere che non alimenti la polemica schedature, argomento pretestuoso a prescindere, alimentate da quel sottobosco della sotto élite biliosa ben rappresentata da quelle facciacce brutte da VIA MERULANA di OLIVIERO TASCANI ( che figuraccia da lato B nel contraddittorio con CENTINAIO ), GINO STRADA, VAURO, SAVIANO che sembrano uscite da un trattato di LOMBROSO.
                          Sono talmente stracolme e gonfie di odio distillato nei confronti di chi sta veramente dalla parte del popolo e quindi li ha smascherati, cioè quel grande politico che si sta rivelando SALVINI, che mi auguro possano SCOPPIARE da un momento all’ altro come le zinne di CARMEN DI PIETRO :-D :-D :-D

                          Quanto a TRIA e al DEF, i tuoi discorsi sono improntati al solito PADOANISMO PIATTO, alle conclusioni bislacche e rassegnate sulle opere pubbliche che non hanno mai fine, anche perché non ne avete mai iniziata una, nemmeno perla ricostruzione post terremoto, che non vengono conteggiate nel debito pubblico ma ci costano pur sempre in interessi, ecc. ecc.
                          Da quel che si capisce, le tue proposte non prevedono altre strade se non quelle di aumentare gli stipendi agli statali, riproporre altri 80€, di richiedere maggiore flessibilità per importare altri schiavetti ed incentivare la crescita delle coop parassitarie che null’ altro producono che spostati spacciatori e potenziali delinquenti di tutti i tipi vaganti per il paese, il tutto evitando accuratamente di attuare la SPENDING REVIEW.

                          “In pratica i confini della spesa sono sempre gli stessi, con buona pace di chi voleva lo shock fiscale, ribaltare i tavoli, battere i pugni, alzare la voce.” TU DICI.

                          Mi sembra che dicessi le stesse cose sui MIGRANTI: in poco più di 15 gg. dalla nomina del governo, mi sembra che battere i pugni sia servito a qualcosa, dal momento che tutta l’ Europa è in subbuglio, la MERKEL ha smesso di fare i sorrisetti ai francesi e la SPAGNA, dopo la sceneggiata GITANA con l’ AQUARIUS, ora si rendono conto che è stata aperta la loro strada e tentano di mettere fuori legge le ONG.

                          STAREMO A VEDERE E SPERIAMO DI VEDERLE BELLE, GIA’ NEL VERTICE INFORMALE DI DOMENICA: I VS. PADRONI HANNO GIA’ PREPARATO UNA BELLA BOZZA DA FARCI MANDAR GIU’ DAL FONDO, ALLA ROVESCIA, LA SOLITA FREGATURA, MA STAVOLTA QUELLI CHE POTREBBERO VENIR ROVESCIATI SONO I TAVOLI, FINALMENTE.

                        1. Marco.com scrive:

                          Ma che cacchio dici Sylvester
                          Non lo sai che la pacchia è finita , i migranti sono solo un ricordo (e’ stato tutto risolto ) l’italia si è fatta ascoltare e bruxelles ha concesso sforamento di debito a go-go
                          Martello è in orgasmi continuo ogni volta che salvini apre bocca

                          • Silvestro scrive:

                            A ben guardare, Salvini sta usando il guanto di velluto.
                            Se è cosi preoccupato per i bambini rom che non vanno a scuola e vanna a rubare, può sempre prendere esempio dal grande presidente Trump, che gode di grande ammirazione perché sta mettendo ordine alle regole del mondo.

                            TOGLIAMO I FIGLI AI GENITORI, E LI OBBLIGHIAMO A SEGUIRE CORSI SCOLASTICI ASSUMENDOCENE LA PIENA RESPONSABILITA ED I RELATIVI COSTI.

                            Invece di tanti proclami un Ministro deve dare soluzioni: quella del più grande e democratico Paese del mondo è un esempio da tenere il considerazione.

                          1. Marco.com scrive:

                            ma quante bojate è riuscito a infilare con questo post il direttore?
                            Un record
                            Io vado al mare
                            Sul ponte della ratio sventola bandiera bianca

                          Rispondi a martello carlo

                          Accetto i termini e condizioni del servizio

                          Accetto i termini sulla privacy

                          *