16
mag 2018
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 20 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.467

VIVISEZIONE DI UN POST

PREMESSA: rispondo in primis sempre e solo alla mia coscienza e non mancando di spirito critico ritengo a tutt’oggi che nulla del precedente post andasse nella direzione di “appoggiare”, “ammorbidire”, tantomeno “giustificare” l’operato della Società.

Succede purtroppo spesso nella lingua italiana che l’etimologia di una parola non sempre corrisponda alla sua trasposizione reale, alla sua naturale collocazione nel quotidiano.

Facile quindi che tra ciò che il paracadute è e dovrebbe essere e ciò che la maggior parte dei tifosi teme sarà, si nasconda l’inconscio istinto di rifiutarne la valenza originale

 

Viviseziono quindi il post e lo analizzo nella sostanza per capire cosa ha portato molti a criticarlo.

- “Il paracadute nasce al fine di evitare sofferenze per le Società a fronte di un monte ingaggi da A, insostenibile con le minori entrate della B”. NON LO DICO IO MA LA FIGC.

- “Esso serve quindi a sostenere ingaggi sottoscritti con i calciatori e proibitivi per la cadetteria. – “È il caso di Pazzini e Rómulo nella promozione di due anni fa.” QUALCUNO PUÒ DIRE CHE 4 MILIONI DI EURO LORDI PER DUE GIOCATORI (PER GIUNTA REDUCI DA INFORTUNI E QUINDI INVENDIBILI) SONO DA CONDIDERARSI SOSTENIBILI IN B SENZA PARACADUTE?

- QUALCUNO PUÒ INOLTRE NEGARE COL SENNO DI POI CHE QUEL PAZZINI E QUEL RÓMULO SIANO STATI DETERMINANTI (INSIEME A BESSA) PER LA PROMOZIONE IN A?

- È QUINDI LECITO ASSERIRE CHE AL DI LÀ DELLA SUA FUNZIONE DI TUTELA, IL PARACADUTE RAPPRESENTI UN VANTAGGIO IN TAL SENSO PER LE SQUADRE RETROCESSE?

-  ALTRO STRALCIO: “Certo disfarsi degli ingaggi pesanti e disporre di 25 milioni da investire sul mercato è anche questo un lusso non da poco… e i trovare quindi nuovi calciatori all’altezza e con gli stimoli giusti dovrebbe essere il primo obiettivo della Società”. HO SCRITTO FORSE UNA CAZZATA?

- E ANCORA: – La quadra di un progetto di immediata riscossa, passa però dal potersi permettere in B giocatori di proprietà in grado di fare la differenza, da integrare ai nuovi”. NON È FORSE QUELLO CHE TUTTI AUSPICANO?

- E INFINE LA CHIUSA: – “E qui viene la nota triste. Quali giocatori di quest’anno possono fare la differenza l’anno prossimo?” SI E NO 5-6 GIOCATORI. ED È QUESTO IL PIÙ GRANDE FALLIMENTO DI QUESTA STAGIONE SCELLERATA.

 

Se il Verona come più volte detto da Setti è sano e senza debiti, se entreranno come sembra le plusvalenze dalle cessioni di Bessa e Viviani, se si riuscirà a piazzare altrove gli stipendi di Pazzini e Rómulo che da soli prendono quasi 4 dei 25 milioni di paracadute… se tutto ciò avverrà, LA SOCIETA HA L’OBBLIGO di allestire una squadra per vincere da subito il campionato.

Chiaro che gli ultimi anni raccontino una storia diversa e tristemente amara.

Una storia che non ci regala grandi speranze e nell’immaginario collettivo dei tifosi trasforma questo maledetto paracadute in una sorta di benefit personale per la proprietà.

Io ho scritto semplicemente in linea generale cos’è e cosa dovrebbe essere il paracadute. Punto.

I 25 milioni li prende Setti non io.

A lui quindi dimostrare ora come li utilizzerà

Lecito avere tutti i dubbi del mondo (io per primo) e non farsi illusioni, eticamente sbagliato (in generale nella vita), fare un processo alle intenzioni.

1.467 VISUALIZZAZIONI

20 risposte a “VIVISEZIONE DI UN POST”

Invia commento
  1. Simone scrive:

    Innanzitutto: credo che i toni non creino la sostanza ma aiutino meglio a capirla. In quanto tale sono importanti. Detto questo: sul paracadute penso che da quanto tu scritto tecnicamente non si possa obiettare. Certo bisogna vedere da che base si parte e che intenzioni ci sono. Rispetto all’anno scorso ci sono delle diversità. 1. Nella stagione 2016-17 il nostro paracadute reale era di 15 milioni, non di 25, perché 10 milioni erano stati fumati prima della conclusione della stagione precedente per i motivi che grosso modo sappiamo. 2. Avevamo dalla rosa della stagione precedente alcuni giocatori che hanno fatto cassa, le entrate non furono male in questo senso con le cessioni dei vari Ionita, Gollini, Ciolek, Helander, a cui sommiamo le cessioni del gennaio 2016. Quest’anno si farà cassa con Bessa e qualche altro. Bisogna vedere quanto entrerà. 3. Nella stagione 2016 17 avevamo un monte ingaggio elevato per la categoria, grosso modo come il Palermo quest’anno (che guarda caso sta facendo più fatica di noi). Bisogna però (infatti) tenere conto che non sempre un ingaggio elevato corrisponde al reale valore del giocatore. Molti di quegli ingaggi erano gonfiati dal fatto che quando furono firmati era stata sbagliata (e ci sta, per carità) la valutazione reale degli stessi (Pazzini, Siligardi, Bianchetti, eccetera). 4. Per la prossima stagione presumibilmente quest’ultimo punto dovrebbe avere basi migliori (Pazzini, se resterà, e Bianchetti a parte non mi pare ci siano ingaggi particolarmente elevati). Quindi i 25 milioni (non di fatto 15, ripeto, come l’anno scorso) dovrebbero essere meglio spesi. 5. C’è un però, che hai sottolineato anche tu, Mauro: la serie B da qualche anno ha adottato la regola sul monte ingaggi. Ovvero, i nuovi acquisti non dovranno superare i 300.000 euro annui di stipendio (a mio avviso regola intelligente per obbligare le società a non fare il passo più lungo della gamba con relative conseguenze). Chiaro che questo cambia molto, rispetto a qualche anno fa. Paradossalmente questo, a mio avviso, mette il ds in una condizione diversa rispetto alla A. Perché se in A i soldi contano eccome per fare mercato (i vari Letizia o Di Chiara furono pagati dal Benevento circa 3 milioni di euro, giusto per dare un’idea), in B contano molto di più le idee. Perché per esempio non puoi più comprare un giocatore dalla serie A e pagarlo molto. Difficile trovare chi si ridice l’ingaggio di molto. A meno che non ci sia un progetto serio con partenza immediata (e lì i dubbi sono legittimi). Quindi cosa aspettarsi? Personalmente nulla. Ma quello che dovrebbe essere, mi auguro nonostante il mio scetticismo, è: avere un ds con l’occhio lungo cercare e portare a Verona i migliori giocatori della B di quest’anno (con occhio magari a qualche campionato estero anche di seconda serie, perché no?), tenere pochi ma buoni ed andare su un allenatore di valore comprovato, almeno per la categoria, ma con prospettiva. Buon lavoro, a chi dovrà sobbarcarsi questo onore… Nella speranza (e qui capisco gli scettici, perché mi ci metto anch’io) in primis che Setti abbia davvero queste intenzioni. Il prossimo anno, coi bilanci perfetti (se è vero come garantisce lui stesso) e un ”tesoretto” reale e netto, davvero scuse non ne ha di alcun tipo.

    • Simone scrive:

      Uno svantaggio di partenza effettivo però rispetto alle altre concorrenti per (si spera) la zona alta della classifica c’è secondo me, e mi riferisco al fatto che rispetto a queste, come dici tu stesso Mauro, non abbiamo probabilmente una base di rosa così valida su cui poter aggiungere i classici due tre colpi per fare il salto di qualità. E questo potrebbe essere un difetto importante, soprattutto nel girone d’andata. Ma d’altra parte potrebbe rendere ancora più stimolante il compito della società. Sempre che Setti in primis abbia davvero lo stimolo..

    1. altolago scrive:

      Mauro buondì.
      Il post riferito al paracadute sinceramente mi aveva lasciato perplesso nei toni e nei contenuti.
      Non vedevo obiettivamente la necessità di giustificare quella marea di soldi che arrivano in società e che non verranno utilizzati per il bene della stessa, ma unicamente per risolvere problemi vari.
      L’enormità della cifra vorrei ricordare che due anni orsono diede molto, ma molto fastidio alle società di B che tutte indistintamente infatti giudicarono il Verona come squadra da A certa e facile. Basta andare a rileggersi anche articoli di giornali che giudicarono inappropriato in partenza il divario che veniva a crearsi fra chi doveva far quadrare i conti con i propri soldi e chi riceveva tutto quel ben di dio dalla federazione. Ricordo anche una nota di Pedullà a Sportitalia che giudicava il Verona neanche da prendere in considerazione per la promozione in quanto fuori quota.
      Dopodiche quei soldi vengono utilizzati per coprire buchi vari, stipendi non pagati (ricordate la richiesta dell’anticipo di 10milioni di leuri?), prestiti ricevuti da soci anonimi (Verona col cuore).
      Anche quest’anno vedremo la stessa solfa. Il problema è che poichè il non mio presidente di soldi suoi da tirar fuori non ne ha (senza far tanti giri; non ne ha , no non vuole) assisteremo al solito balletto di prestiti a costo 0, di giri di giocatori da eliminare per gli stipendi ecc. ecc.
      Basta guardare a chi si punta come nuovo direttore sportivo e allenatore. E’ chiaro che l’ombra di peppiniello è sempre ben presente e che la presa per il culo è più che garantita.
      Quindi cosa serviva giustificare?
      Non ti avrei scritto dicevo all’inizio finchè stamattina ho ricevuto una telefonata da un amico tifoso di altra provincia molto incazzato perchè al tuo post ha dato la stessa valenza che hanno dato tanti altri.
      E’ evidente che il rischio che corri è quello di dare l’idea che alle tue spalle ci sia la società del ramarro in scarpe gialle e sensa calseti.
      Tu dirai che non è assolutamente vero e io ti credo. Però è inutile fare tanti giri. Questa è la sensazione giusta o sbagliata che sia.
      Il paracadute al Verona è stato programmato, punto e basta e il suo utilizzo è meramente personale.
      Questo è il Verona che ci aspetta fin che illo sarà al comando: soldi, soldi e soldi (degli altri of course, non suoi).
      Miserie all’orizzone
      Io confermo non mi abbonerò fin che illo sarà sul ponte di comando. Quando schettinerà tornerò all’ovile.

      1. stefano 50/60 scrive:
        È necessario verificare il tuo indirizzo, un'email ti è stata inviata con le istruzioni.

        faccio una breve premessa…chi è toccato a colpi di raccomandate forensi, come Mauro, da una persona sporca dentro deve necessariamente prendere delle contromisure, siano esse di valutazione che di grande attenzione per sè stesso….inutile girarci attorno perchè poi tanto far i finocchi col culo degli altri è facile, e ne so qualcosettina personalmente per una situazione che sto affrontando contro un coglione che non vedrebbe l ora di farmi buttare soldi trascinandomi in un tribunale, e mi fermo qua…..
        precisato ciò andiamo ad analizzare il famigerato “paracadute”……come tutte le cose valutate con logica e ragionevolezza esso sarebbe di effettiva equità ed utilità e di semplice applicazione con poche regole chiare che, se violate, dovrebbero portare il furbastro che non le osserva a destituzione immedata dalla carica che ricopre con eventuali pene pecuniarie e penali ( la frode è ancora un reato nonostante il paese in cui viviamo )….quando si eroga tale contributo, o aiuto di stato qual’ è, la spesa di codesta somma dovrebbe esser certificata da acquisto di giocatori ( a fronte della vendita di altri atleti o di persone dello staff tecnico, di centri sportivi intestati al comune e società e non al proprietario o da valorizzazione del vivaio….se questi soldi non vengono spesi in cotal modo non vengono erogati..punto esclamativo…..in questo modo chi vuole investire nel calcio va avanti nonostante l’ insuccesso sportivo, chi invece non intende attenersi a ciò prende vende e va fuori dai coglioni…..o consegna le chiavi al comune….chiaro che così individui come certe persone, facciam nomi o ci capiamo uguale ?, non potrebbero farsi i propri affari, e non cè nè solo uno di questi mecenati beninteso, ma se la società zoppica perchè la proprietà è incapace e/o disonesta allora la società deve ripartire o sparire o esser ceduta a chi investe e con capacità manageriali certe……..in antico Veronese, quando qualchedun el vè invita a zena lè meio conossar ben cì tè ospita, se nò a la fine tè toca pagar el conto anca del qualchedun de turno ( che lè generoso coi schei de quei altri )…..a buon intenditor…..

        • micheloni scrive:

          Si chiama “rimborso a piè di lista”. Presenti gli stipendi dei giocatori rimasti in rosa e ti rimborsano. Sul paracadute come “aiuto” a prescindere insisto nel non essere d’accordo. Non trovo giusto che una squadra possa comprare giocatori e pagarli con soldi dati dalla mutualità della Lega A e tutte le altre debbano fare i conti con bilanci al limite. Se così comunque è, che si sborsi in base agli acquisti e relativi ingaggi certificati. Dare 25 milioni e permettere alle Società di spenderne tipo 10 e intascarsene 15, lo trovo scorretto e tutto tranne che trasparente.

          • Cesare Settore Superiore scrive:

            Esistono varie sovvenzioni della U.E. per finanziare progetti di investimento. Per ottenere i fondi devi dimostrare di avere effettivamente una attivita’ inerente al fondo ed avere un progetto con tanto di regolare documentazione.
            L’unica eccezione a queste sacrosante regolamentazioni antitruffa chi se la poteva inventare, se non la lega calcio?
            Montagne di soldi elargite senza nessuna garanziacdi investimento!
            E non dimentichiamoci che lo straccivendolo e’ consigliere della lega calcio dal 2015. Un caso fortuito, naturalmente…

      2. micheloni scrive:

        come un cafè co la graspa…. più che corretto.

        1. Mariino scrive:

          Io sono piu’ preoccupato dei 15 milioni per il secondo anno di b che per i 25 del prossimo e sembra che il discorso retrocessioni si stia incanalando in tal senso a favore del carpigiano reggiano

          1. RH scrive:

            Le critiche hanno senso solo se la persona che le fa ha un certo grado di oggettività. Magari anche se fatte con criterio vengono ignorate, ma è certo che le riprendono fatte da uno che non perde occasione ad insultare ‘a prescindere’, e magari ingigantisce fatti o distorce la realtà dei fatti pur di denigrare, entrano da un orecchio ed escono dall’altro.
            Giusto riconoscere quanto di giusto se si vuol essere presi in considerazione la critica quando fatta al marcio

            1. Tomhv scrive:

              Enzo scusa ma le il dimezzamento degli ingaggi.. Ahh il correttore..

              1. Paolone scrive:

                Ma pensa te!
                Quando Mauro ha postato il testo dove immaginava di parlare con Martinelli l’ho attaccato duramente per aver “tirato in ballo i morti”, quindi per la forma più che i contenuti. Vedo che altri utenti al contrario hanno apprezzato e supportato questa modalità di esprimersi.
                Ora che Mauro ha deciso di impostare i suoi post in modo diverso senza rinnegare nulla di ciò che pensa, chi prima lo sosteneva e lo applaudiva ora lo “compatisce” e ritiene la sua scelta forzata dalla situazione contingente.
                Costoro hanno una bella considerazione di lui!
                Io penso che una persona possa fare autocritica e mettere in pratica dei cambiamenti nel modo di fare le cose senza per questo passare per uno che rinnega sé stesso per paura delle conseguenze.
                Perché chi l’ha applaudito fino qualche giorno fa non crede alle sue parole ora?
                Come si dice: dagli amici mi guardi Dio che dai nemici mi guardo io.

                1. mir/=\ko scrive:

                  ripeto un mio vecchio concetto: se voi foste "IL PRESIDENTE DELLA SALERNITANA" con 30 milioncini in arrivo, cosa fareste??? avreste forse a cuore le sorti del club Campano e dei suoi illuminati tifosi??? Setti è a Verona per fare soldi e nutre per l'hellas lo stesso amore che riverserebbe sulla Salernitana un suo eventuale presidente Veronese. mi sa che a Setti, stiamo enormemente sulle scatole, visto come si comporta scientificamente con il popolo gialloblu.

                  1. enzo scrive:

                    Cinghiale Bianco ha riportato esattamente quello che ho inteso quando con stupore ho letto il tenore del tuo precedente Mauro e ti ho risposto in quel modo. mi dispiace che Setti sia riuscito ad "ammorbidire" anche te

                    • micheloni scrive:

                      Io senso del post precedente è esattamente quanto riportato nel post “Verona Campione di Paracadutismo” che puoi leggere qui sul TG Gialloblù. Il paracadute è nato con un fine ma viene spesso utilizzato dalle Società in altro modo. Io ammorbidito da Setti? Chi vivrà… vedrà!

                    1. die980 scrive:

                      ….quale processo alle intenzioni??
                      Per quanto mi riguarda ho posto una domanda. Prima del paracadute cosa accadeva? Biblica fine del mondo con crisi di governo annessa? Non mi pare proprio. Qualche caduta (leggasi fallimento) la si trova sempre ma, come in tutte le aziende del mondo, se non sei capace di fare il tuo lavoro è bene che tu riparta da capo o cambi mestiere. Sappiamo tutti quali sono i motivi “ufficiali” del paracadute ma è molto più interessante cercare di cogliere le vere ragioni. Chi scende in B adesso parte assolutamente avvantaggiato; e si, mi trovassi dalla parte opposta parlerei di squadre dopate, un doping reso lecito dal palazzo. Ripeto: esistono clausole in caso di retrocessione nei contratti, premi promozione, molti mezzi insomma per tutelarsi se si dovesse scendere di categoria. Questo è a tutti gli effetti un tesoretto. Punto.

                      Diego

                      • micheloni scrive:

                        Inappuntabile. Analisi corretta. Ma il paracadute esiste ed è un dovere farne buon uso, ovvero spendere in acquisti mirati all’inmediati Ritorno in Serie A e magari cercare nuovi talenti vista la povertà tecnica attuale.

                      1. enzo scrive:

                        Tomhv, a me pare che gli inganni del "mutanda" siano raddoppiati invece che dimezzati ultimamente eheheh

                        1. Tomhv scrive:

                          Qua le dimostrato che le un programma societario salire e scendere per prendere 50 mil in due anni o no ?? Visto le ultime due retrocessioni qualcuno può dire che abbiamo fatto di tutto per salvarci ?? Visto il paracadute visto il dimezzamento degli inganni e visto soprattutto le cessioni di bessa e viviani e le future 10 mil circa pretendo top allenatore top squadra vedi Empoli o Cagliari gli anni scorsi invece come già successo si spenderanno 3-4 mil e si spererà nel miracolo.. io credo che dovrebbero mettere un obbligo di spesa per il 50/60 % del paracadute in mercato.. SETTI RAUS

                          1. Nicola Benato scrive:

                            Porta pazienza,… ma la gente l'è talmente esasperata da tutte le putt….te combinare da questo affarista con idee bislacche e soprattutto privo di passione sportiva…..che vedemo mostri dappertutto. Auguromose che el vaga via el prima possibile o che el se converta e ke el diventa un butel dell'Hellas….

                            1. Cinghiale Bianco scrive:

                              Come ho già avuto modo di scriverti nel post precedente, penso che le critiche ricevute siano semplicemente dipese dal cambio di tono usato e non dai contenuti, peraltro precisi ed incontrovertibili. Se nel pre querela eri solito esprimerti in modalità molto più aggressiva, tipica del tifoso più che del giornalista, ora sembri esserti parecchio mitigato ed i toni sono diventati più diplomatici. Ripeto, io preferisco così, ma capisco anche che il tuo pubblico abituale possa ragionare diversamente

                            Rispondi a Simone

                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                            Accetto i termini sulla privacy

                            *