13
set 2018
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 54 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.675

MODELLO SPAL… impossibile perché….

C’è chi si riempie la bocca di promesse vuote e chi in silenzio realizza progetti e consolida una realtà calcistica.

Modello Borussia, consolidamento del brand, espansione internazionale, centro sportivo e magari (ma questo a dire il vero mai promesso) un nuovo stadio: l’Hellas Arena.

Lo sognava il compianto Giovanni Martinelli che pochi mesi prima di morire presentò ai tifosi  un progetto che si ispirava all’innovativo impianto dello Shalke.04.

Non ne aveva certo i mezzi il grande Giovanni, ma in lui albergava il sogno… tanto bastava per sentirlo vicino e sognare con lui.

Nessuna di queste promesse è stata anche minimamente mantenuta da Maurizio Setti… nessuna.

Cosa che ha portato al ridimensionamento negli anni dal modello Borussia a quello Crotone

Tra un richiamo ai bilanci a posto e un piagnisteo, Setti ha provato a convincerci che per una provinciale il solo ed unico destino fosse un continuo rimpallo tra A e B, vivendo nel limbo della mediocrità, anche a costo di collezionare figure di merda colossali come le ultime due stagioni nella massima serie.

Ebbene… a sbugiardare Setti è una squadra, la Spal, che dopo decenni di C e qualche rarissima  apparizione in cadetteria, ha conquistato da prima in classifica la promozione in A, raggiungendo poi una più che meritata salvezza, rinforzando l’organico (anche grazie a tre ex gialloblù) e, dulcis in fundo, presentando in questi giorni il new look dello storico stadio Paolo Mazza.

16 mila posti a sedere, interamente coperto; certo niente a che vedere con lo Juventus Stadium, ma certamente superiore alla stragrande maggioranza degli stadi italiani.

Si caro Setti. La Spal è la dimostrazione che con la giusta ricetta si può consolidare un brand, rimanere in Serie A, divertire i tifosi e pensi, anche avere un moderno stadio di proprietà.

La storia recente della Spal dimostra che realizzare tutte le promesse disattese da Setti non solo è possibile, ma soprattutto basta poco.

Gente capace e appassionata, serietà nel lavoro e la volontà di tenere per sè quanto basta a giustificare i rischi e le responsabilità gestionali, destinando tutto il resto (ovvero la fetta più grossa della torta) al potenziamento della squadra e ai progetti di consolidamento e crescita.

 

Eh già…  è proprio quest’ultima parte che impedisce a Setti di ispirarsi al modello Spal… un dettaglio che racchiude lo spessore e la grande differenza tra uno dei presidenti più amati e quello più odiato del calcio italiano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1.675 VISUALIZZAZIONI

54 risposte a “MODELLO SPAL… impossibile perché….”

Invia commento
  1. stefano 50/60 scrive:

    al di la degli equivoci tattici, veri o comandati da via belgio, che ancora ci attanagliano, al di la della posizione a pecorone che è già stata imposta all allenatore, come al precedente ( Pazzini ), al di la del bene e del male ( liliana cavani ) sono felice che oggi abbiam vinto e tra un pareggino un tavolino e una vittoria siamo già in una posizione che, probabilmente, ci garantirà una permanenza in B al gusto di acqua tiepida….le facce e le parole del Pazzo nel post partita, grande professionista e gran persona, le facce e le parole di grosso recitano in modo inequivocabile lo status politico del Verona dei tempi odierni…….il cancro che stiamo subendo è di quelli potenti indubbiamente ma c’ è sempre l’ hic del fine torneo che vedrà calare te deum Deo gratias il sipario sull’ assistenzialismo calcistico stile cassa del mezzogiorno…..solo allora sapremo cosa ci attende, non, prima, ma solo la prossima estate…..per cui continuo ad evitare gli stadi ove appare la faccia di culo bassopadana e venditrice di campionati ed a guardicchiare i media e qualche fotogramma a singhiozzo della piattaforma tv fatta con molta merda fresca che si chiama dazn, qualità d immagine da pionieri della foto quando si faceva sotto il tendone col magnesio esplodente, ma quella era assai migliore…..amen…

    1. Cesare Settore Superiore scrive:

      Oggi ore 15 si giocano le seguenti partite, tutte in contemporanea:
      Hellas Verona vs. Carpi
      Juventus vs. Sassuolo
      Virtus Bergamo vs. Mantova
      Ma l’omuncolo dalla diffida facile, per chi mai farà el tifo oggi? Mah!!!

      1. ciccio2 scrive:

        Bisognerebbe capire perché Setti fa calcio e qual è il suo scopo…non è certo per amore della squadra…credo che se al posto del Verona ci fosse la Longobarda o qualsiasi altra squadra non cambierebbe molto…

        1. Karoot scrive:

          Micheloniiiiiiii, cortesemente mi può spiegare questo – 3 punti dato al chievo palesemente dato per salvare la faccia alla procura federale?!? (ciò che ovviamente nel ricorso verrà tolto) e mi può anche spiegare come mai al Cesena è stata tolta tutta la penalità!!? Spieghi spieghi… Sentiamo un po’ le sue considerazione sta volta…. Tanto per capire….

          • ciccio2 scrive:

            il Cesena non esiste più, contrariamente al ceo che è vivo e vegeto… non c’è molto da capire. Poi il -3 può anche essere criticabile

          1. andrea scrive:

            stefano 5060
            ga reson el to amigo cesare..i tristi bisogna ignorarli se no i te riva come zombie in barca su l adese in piena…ie come le comari che le vol sentir tutto..disonesti e froda bilanci..ma rlpeto ga tutte le reson el to amigo..

            1. andrea scrive:

              stefano5060
              ricordete sempre che mi stimo piase chi te manda a dar via el ql e te ghe lo mandi anca ti e pero te se che alla fine gli ideali sono gli stessi piuttosto de uno che l e tutto inquadrato e gentile ma dopo el te lo mete nel ql…ergo se se mandemo a dar via le terga saremo sinceri e mai ipocriti..

              1. andrea scrive:

                stefano 5060
                tanti xche gli dici che sei stato 30 anni allo stadio ti considerano uno sborone un so tutto un saputo..per motivi familiari ormai sono 4 anni che non vado allo stadio..sono da tastiera da 4 anni e allora??? vuoi che ti dica una cosa…non lo pensavo leggendo vari pareri su questo blog ma ti posso dire una verità sacrosanta..anche se qui forse quelli che scrivono non rappresentano una maggioranza le cose non cambieranno mai perche siamo troppo divisi tra di noi..uno fa l abbonamento dicendo che chi non lo fa non e vero tifoso..chi non lo fa si incazza perche vorrebbe che tuti lo seguissero..c e una curva inesistente che non da segni di vita..e tutto un piattume generale che non si smuovera mai..e nel frattempo noi litighiamo e il lercio personaggio ingrassa..ci vorrebe una personalita forte o una iniziativa che ci coalizzasse a remare tutti dalla stessa parte ma qui e pura fantasia..per questo ripeto l unica maniera xche se ne vada e che non veda piu guadagno davanti a se..se andassi in c e mi dicessero che va via mi farei squalificare il campo ogni domenica per scendere di categoria

                • stefano 50/60 scrive:

                  Andrea ho appena letto, ma me lo potrai confermare, il Tuo post sulle dichiarazioni di quell idiota di pecchia….che condivido peraltro…..ero a genova con mio figlio ed un suo amico dopo la batosta con la samp e tornando in auto aspettavo per radio l esonero del Mandorla che arrivò non molto dopo…le parole di quel burbero ma adorabile personaggio SE SI DOVEVA RETROCEDERE ERA MEGLIO FARLO TUTTI ASSIEME mi ammazzarono dentro e nonostante la promozione capìì quello che ci stava capitando…….l anno scorso fu umiliazione e te lo dice uno che ha beccato sconfitte amare…ha visto squadre mediocri…..ma mai è venuto fuori dallo stadio sapendo prima di giocare che doveva perdere….perciò quest anno sto fuori, dopo più di mezzo secolo……è dura ma almeno quando seguo il Verona esigo onestà…..già bisogna far salti mortali sul lavoro, nella vita, almeno per la maglia dev esserci trasparenza…….coltivo una speranza, che a fine campionato non cè nè più di soldi, e sapendo che questo inculato vive per accaparrare denaro penso che ci mollerà…magari nel letamaio…ma sempre meglio che assieme ad un camorrista….ricominceremo….l abbiam fatto più volte……so chi siamo e ne son fiero…no come CERTI TIFOSI che abbandoneranno in molti una nave che affonderà nell adige e molto presto……sono nato col Verona, lo associo alla mia famiglia d origine che non c’ è più……e dunque anche questo scoccimarro passerà…..ma noi saremo li..ancora li…e questo è quanto….alla faccia di ladri vigliacchi e traditori…….abbi fede……

                1. andrea scrive:

                  cesare settore superiore
                  guarda..intanto io non ho attaccato duramente quelli del ceo anzi..ho solo fatto delle considerazioni perche sono curioso di vedere come maschereranno il prossimo bilancio..qui c e gente che insulta sul serio con epiteti come recie de goma che io non ho mai pronunciato..io ho detto che sono andato allo stadio x 30 anni minimo e ne ho 58 anche io quindi tranquilo che ero nato..ci hai coinvolti tu nel discorso mail e comunque se non puoi qui potevi almeno dare una risposta a tutti per le tue difficolta..lungi da me sapere altro perche se le cose sono personali tali devono restare..io non sono un signor so tutto anzi..mi ha fatto specie che mi facessi un romanzo tu mentre qui scrivono le enciclopedie sul ceo..per ultimo..le cose si cambiano con i fatti e noi ne possiamo fare pochi purtroppo..il discorso abbonamento e protesta poteva essere un segno ma mi accorgo sempre più che qui..compreso il sottoscritto..setti trova terreno fertile per le sue scorrerie..

                  • stefano 50/60 scrive:

                    sarà anca sbaiado no digo de no scrivar de le merde de lungadige attiraglio…..ma soportar tuto quel che è stà e soportar la sò viscida presensa provocatoria lè un pò massa visto le soportasioni dei ultimi anni col wc entin bastardo e stò giostrar dè merda qua…..simboli, colori. traditori infami de merda…..logico che qualche parola su stì fenoci basabanchi la pol scapar….ma el tempo lè galantomo…e cì fa a lengua in boca coi preti prima o dopo la lengua ì la perde…….tempo e paia Andrea…tempo e paia…..

                  1. andrea scrive:

                    Cesare settore superiore
                    anche io non ti conosco e allora posso risponderti che casso te ne frega a ti de risponderme con un romanzo quando qui tanti altri hanno fatto libri di risposta ai tristi e a loro non hai detto una sega…a mi no me interessa cosa casso te credi ti..ho fatto solo una considerazione che penso sia interessante..per quanto riguarda te è inutile che continui a scassare i maroni per pensare su come fare a mandar via el strassar..cosa vuoi fare???? sono tre mesi cche continuate con sta manfrina..dai una idea tu intelligentone…non si puo fare niente..questa e la verita…l unica speranza secondo me e purtroppo la serie c..li non esiste sostegno e icosti in proporzione sono alti..e l unica via x me..tu hai altre idee..sono andato allo stadio piu di 30 anni adesso vedrai che chiedo la tua autorizzazione per dire qualcosa sui tristi

                    • stefano 50/60 scrive:

                      mi permetto di dire due cose sulla vs. diatriba, ovviamente potete mandarmi a fare in culo no problem……..la battaglia contro quel bigattino padano l abbiam persa quando la merda giostraia è riuscito a dividerci come suo obiettivo tristemente noto in molti casi qui sopra…..abbonarsi non abbonarsi trasferte tv sciopero del tifo etcetc….quando non si è uniti nel combattere un nemico sordido e laido qual’ è il sinto rom è come correre con le caviglie legate…..la mia speranza è che pur ripartendo dalla merda del calcio si riparta con una persona che dica chiaramente quel che può fare per il Verona…lega pro B o altro non ha importanza basta che si vinca perda o pareggi dopo aver dato tutto in campo com’ è stato prima dell’ arrivo della sborratura puzzolente e collusa con gentaglia al pari suo….io, per quanto mi riguarda, sto passando il pre e post partita come mai negli ultimi 50 anni e più, scelta mia cazzi miei ma vedere gente che tifa per la stessa maglia scannarsi qui sopra è ancora più amara….butèi, che sèmo ne la merda lè ciàro, che stò qua el vaga a farselo metar in cul a la fine de stò campionato insulso lè probabile, ma almanco nò crìar tra dè noialtri…..ghè dèmo anca stà sodisfazion a stò infame qua ? pensighe……e scusime par l intromission…..

                    • Cesare Settore Superiore scrive:

                      Vedi caro Andrea, 2 mesi fa ero mi quello che scalpitava in cerca de soluzioni. Ero mi che aveva cercato de smuovere le acque. Ero mi che avevo risposto ai vari che mi avevano interpellato a riguardo, ti compreso.
                      Ma ahime’ sono accaduti alcuni fatti che i m’ha fatto desistere dall’andare avanti coi me propositi. Chi me conosse ben, sa cosa e’ successo e perche’. E sono cose che non pol essere scritte qua.
                      Detto questo, e’ vero che qualcuno scrive romanzi in risposta ai vari tristi invasori, e non li ho mai criticadi. Nota la piccola differenza, tuttavia. Un conto e’ risponderghe a tono, un altro conto e’ provocarli volutamente. Cosa che te e’ fatto e che per questo motivo me son permesso de criticar. Ma non succedera’ piu’, tranquillo.
                      Non vedo par quale ragione un vecio rimbambito de 58 anni come mi, abbonato HV dal 1973 (erito sza nato ti?) dovrebbe perder el so tempo a darghe qualche consiglio a un signor so tutto come ti che – parole tue – e’ andado allo stadio ben 30 anni fa.
                      E buona diatriba coi tristi, se questo te far star ben

                    1. Dany scrive:

                      Pecchia difende se stesso. Abbiamo visto che tutte le squadre che hanno cambiato l’allenatore l’anno scorso magicamente hanno cambiato marcia… perfino il Benevento se partiva con De Zerbi dall’inizio probabilmente si sarebbe salvato. E questo non per ragioni di mercato, ma per le qualità espresse dal gioco… Non ricordo un Verona in serie A ridicolizzato come quello dello scorso anno.. stranamente l’anno scorso hanno cambiato allenatore Cagliari Benevento Genoa Udinese Sassuolo Milan Crotone Torino forse perchè giocavano peggio del Verona… mah ….

                      1. stefano 50/60 scrive:

                        andare su un sito per vedere qualcosa della mia squadra, essendomi autoescluso dallo stadio fino a che il gipsy maiale se ne andrà da Verona, e trovare dichiarazioni dell ex allenatore(?) di quel tipo è la prova che al peggio non c’ è mai fine……la dignità ormai ha assunto le sembianze di virtualità…….l’ orgoglio, l’ onestà intellettuale ed una filosofia esistenziale volta a poter guardare la gente negli occhi pur sbagliando e chiedendo vènia come gli esseri umani normali è un ricordo del passato…..la merda che offusca la mente di questo laziale presuntuoso saccente ciarlatano affabulatore è pari a quella in cui vive e prospera il sinto rom giostraio che fa parte dell’ ultima forma vivente alla moda, composta da sfaccimme scappate purtroppo dal foro del condom per far danni alla società civile, quella che paga anche per andare allo stadio nonostante le partite siano già state vendute per ingurgitare denaro…..denaro che va a foraggiare svariate forme di malavita e malavitosi……che il buon Signore guardi in giù, anche se ha ben di peggio da fare povero Lui, e che faccia fuoriuscire da Verona questo lombrico che succhia la linfa altrui da buon parassita…..amen

                        • Simone scrive:

                          Quello che ha dichiarato nella sostanza Pecchia non è una novità. Ha semplicemente detto e confermato una cosa già detta e risaputa, e cioè che chi ha in mano il Verona ha imposto che la squadra si dovesse fare a costo zero perché non voleva rischiare di finire come altre società fallite. Questo perché, per stare all’argomento del post di Micheloni, al contrario di altri presidenti (e al contrario di quello che anche secondo me dovrebbe garantire un presidente di una squadra che gioca a certi livelli), di suo non vuole mettere un euro. La sostanza è questa, non Pecchia o chi per esso (che avrebbe avuto ovviamente le stesse identiche condizioni).

                          • stefano 50/60 scrive:

                            non ho ben capito tutto il senso del tuo post….puoi relazionare meglio ? grazie

                            • Simone scrive:

                              Certo. Pecchia non ha detto nulla di nuovo nella sostanza. Ha dichiarato che il diktat della proprietà era quella di spendere zero sul calciomercato altrimenti avrebbe rischiato di tornare alla situazione del 2015/16, quando da gennaio a maggio tra l’altro non pagò più gli stipendi. Questo perché, come aveva spiegato a suo tempo Fusco, Setti non vuole mettere un euro per ripianare i bilanci (come dovrebbe a mio avviso fare qualsiasi presidente). Vien da sè che una squadra che necessiterebbe di determinati rinforzi, difficilmente li può avere in A se la proprietà ragiona ed agisce in questo modo. Qui il punto è questo a mio avviso. Non confondiamo più, per favore, i capri espiatori coi responsabili principali. Anche perché altrimenti i responsabili principali useranno sempre, dandoli in pasto ai tifosi tramite stampa, i capri espiatori per allentare la tensione verso di loro.

                              • stefano 50/60 scrive:

                                col tuo post delle 17.51 continui imperterrito a non rispondere al mio delle 17.26…….ma credo di capire il perchè..niente di nuovo sotto il sole…..del resto si dice che i democrazia ognuno può dire quel che vuole, anche negare l’ evidenza……mah……

                              • Simone scrive:

                                1. Ad un’intervista si risponde. 2. Quello che ha detto non è nuovo, lo aveva già detto Fusco all’inizio della scorsa stagione, solo che sembra non sia stato ascoltato. 3. Se vuoi la mia idea, e lo avevo scritto prima della scorsa stagione se non mi sbaglio, fossi stato in Pecchia non avrei accettato la panchina ad inizio stagione, anche perché veniva da una promozione e avrebbe sicuramente trovato qualche altra buona panchina. 4. Un dipendente non può imporre il proprio volere al paron, l’è el paron che impone il proprio volere ai dipendenti. 5. Io di dimissionari in Italia , e non solo, sia nel calcio che nella politica ne ricordo pochissimi. Quindi non mi appello alle eccezioni.

                              • stefano 50/60 scrive:

                                ah dimenticavo…..se ti fan fare il capro espiatorio come dici tu perchè non prendere e andar fuori dai coglioni dicendo quel che pensi succeda e dicendo chi è che fa lo sporcaccione ?..se il tuo capo ti piscia addosso e dice che gliel hai chiesto tu che fai Simone ?

                              • stefano 50/60 scrive:

                                dovresti, se vuoi eh, rispondere anche al mio secondo post….rimango però della mia idea su pecchia, certe cose si dicono prima e non dopo a stipendio acquisito sennò uno è una merda……

                            • stefano 50/60 scrive:

                              no perchè simone se dici che non vuole mettere un euro di suo allora affermi che di euro da gestire per la squadra(quelli della lega paracadute tv etc per capirci) non cè nè neanche uno…e allora sorge la domanda, i soldi di tv lega paracadute abbonamenti biglietti etc che non tira fuori dal suo conto in banca dove sono ? li ha spesi tutti per rosa allenatore etc? il Verona prima di lui aveva un miliardo d euro di debiti ? è questo che non traspare chiaro dal tuo post…..ps, per quant’ è di pecchia la lingua dovrebbe cacciarsela nel xulo, è chiedere molto ?

                              • stefano 50/60 scrive:

                                si ora l ho letto Simone ma coi post di oggi non m era chiaro ora si…..non è che posso leggere duecento articoli per risalire al tuo pensiero…….in ogni caso quel lombrico li oltre a non metterne di suoi ha distratto quasi totalmente anche gli altri di soldi….per cui temo che alla fine di stò torneo avremo amare sorprese….ma tutto sommato ricominciare dal basso non può esser peggio che assistere a tornei truccati, cosa questa che dovrebbe farlo finire in galera per frode…..è altrettanto grave che pilotare partite per scommetterci sopra sapendo in anticipo come finirà…..

                              • Simone scrive:

                                Stefano, ma scusa, hai letto tra le altre cose cosa ho scritto sotto questo articolo di Micheloni il giorno 14 settembre alle ore 1.55?

                              • stefano 50/60 scrive:

                                mi pare che stante a quel che affermavi prima 17.32, non sei chiaro per nulla eh con la logica grammaticale scusami… ora tu ti sia contraddetto….uno deve metter di tasca sua o no allora ? e cmq ne ha imboscati talmente tanti che è chiaro il suo intento….beh chiusa qui……..speriamo non ci faccia finir a palazzo barbieri e speriamo che anche in stò caso poi venga qualcuno che non abbia la sua ripugnante programmazione……vedere campionati venduti non è per me…..perdere ci sta ma perdere apposta no…..

                              • Simone scrive:

                                T ho già risposto Stefano a sta domanda, e non molto tempo fa. Non lo so se quei soldi se li tiene o meno. Ti dico che è più che probabile che una parte se li tenga visto che ha continuato a ridurre le spese ma le entrate le ha garantite. Ma il punto è che in ogni caso, per come la vedo io, un presidente dovrebbe avere la responsabilità, ripeto, in ogni caso, entrate o no , di ripianare o rilanciare con soldi propri al momento del bisogno.

                        1. andrea scrive:

                          poi
                          se sei tu quello che mi ha dato la mail tempo fa e che volevi contattare qualcuno per vedere di smuovere la situazione sappi che ti avevo risposto ma non hai piu detto niente..sempre se sei tu ma mi sembra di si..

                          1. Cesare Settore Superiore scrive:

                            Andrea, anche se non te conosco de persona (almeno non me par) permetteme de farte na domanda. Ma che casso te ne frega a ti de come i fara’ i tristi a sopravivar senza le so plusvalenze?
                            El blog de Micheloni le’ gestito da un tifoso del Verona e le’ dedicado principalmente a fatti e a situazioni che riguarda el Verona e i so tifosi. Se tutti quanti se metessimo a dibattere tematiche che ie’ inerenti ai tristi, tanto vale farlo anca per quel che concerne i cassi del crotone, de l’empoli, o dela juve stabia o del sud tirol e cosi’ via.
                            Ma a chi casso ghe ne frega? E a che pro?
                            Dopo se lamentemo se i loro patetici tifosetti i vien a rompar i coioni con le loro cagadine e i loro ahaaaaaaa nel nostro blog. Cosi’ fasendo certe robe se le volemo. Non stemo neanche a cagarli, i vale manco de la nostra indifferenza.
                            E noialtri concentremose invece sui nostri problemi, sulle nostre robe, pensemo al nostro Verona, e magari a come se deve far par farghe capir al paron dei magnanebbia che prima el se cava dai coioni e meo staremo qua a Verona!

                            1. giordano fedrigo scrive:

                              aggiungo squadra che gioca sempre con grinta e cattiveria agonostica

                              1. Cesare Settore Superiore scrive:

                                Caro Mauro, mi spiace ma secondo me Setti non doveva prendere ad esempio il modello Borussia oppure il modello Crotone.
                                Per me l’unico modello che gli si addice per davvero era – e tuttora e’ – il modello Gardini. No, no, non Giovanni Gardini, per carita’.
                                Parlo di Raul Gardini.
                                Quello che anni addietro si e’ sparato appena ha saputo che avevano scoperto le sue malefatte!!!
                                Ci pensi caro presidentucolo. Tanto lo so che ha una schiera di sgherri che leggono i nostri blog per suo conto. Chissa’ che magari magari anche lei da grande imprenditore quale era Gardini non decida di seguirne le orme fino in fondo.
                                Mi farebbe assai felice, la prima e unica volta da quando disgraziatamente e’ arrivato a Verona!

                                • mario scrive:

                                  Tranquillo Cesare, se ne va il prossimo anno (o quello dopo, ancora, nel caso restassimo in B) ha già portato i “mobili nella casa nuova” (Mantova), i paracadute sono finiti, per cui cercherà di andare in A, per ricavare il massimo sia dalla cessione dei giocatori, sia dalla cessione del Club,
                                  Senza l’assistenzialismo del paracadute, Setti non è in grado di guadagnare nel calcio, neanche di serie B (lo ha fatto quando aveva Volpi alle spalle). E’ uno speculatore, NON un imprenditore, adesso che sono finiti i paracadute, venderà o il prossimo anno, o quello dopo, per incassare la tranche da 10 milioni dell’ultimo paracadute, se restassimo in B.
                                  COMUNQUE IL SUO OBIETTIVO E’ VENDERE IN A IL PROSSIMO ANNO, e lo si capisce anche dal riavvicinarsi alla città (Puliero, ad esempio). Anche perché questo è l’ultimo anno in cui può fare una squadra che possa lottare per la promozione. Se non salissimo quest’anno: venderebbe tutto il vendibile, incasserebbe la tranche del paracadute e venderebbe la squadra.

                                1. mario scrive:

                                  Caro Micheloni,
                                  hai ragione, ma guarda anche l’Udinese: ha un popolazione che è la metà di quella di Verona, le stesse problematiche su tifosi indigeni che tifano le strisciate, eppure è in A, una OTTIMA A, con qualificazioni in europa League e CL, e vittorie in trasferta vs Juventus. Quindi Setti racconta quello che gli sta bene di raccontare. E’ chiaro che se tu utilizzi gran parte dei proventi del club per le tue aziende, la squadra non può essere competitiva. Ma lo hanno capito tutti, tanto che abbiamo meno abbonamenti con Setti in B, che quando eravamo in lega pro. NOTA: COSA AVETE FATTO COL SITO? Francamente era meglio prima, non possiamo neanche più dialogare tra tifosi, e poi non c’è ordine nelle notizie.

                                  1. andrea scrive:

                                    caro Micheloni
                                    per andare fuori tema..credo che i seoloti noi se renda conto del baratro secondo me che hanno davanti..visto che naturalmente il metodo plusvalenza non potranno piu sfruttarlo e i debiti sono ingenti come faranno col prossimo bilancio???? prestiti a nastro e veendite a go go…stavolta gnanca se ghe fa il bilancio el mago otelma i se la cava…forse qualche alto prelato ma Bergoglio ha dichiarato guerra ai manipolatori…

                                      1. london scrive:

                                        la Spal é al secondo anno di A, mi pare un po' presto per giudicare l'operato di quella società.

                                        1. andrea scrive:

                                          senza scomodare tanti numeri
                                          basta sulla spal il dato di quello che e stato immesdo nella societa da Vetroresina Spa x ripianare il bilancio cioe 5 ml di euro nei tre anni dal 2015 al 2017…il magliaro aveva il bianco di nigeria…e finche c era quello hai fatto jna discreta serie a.. se io fossi del ceo comincerei a preoccuparmi di brutto..hanno deboti rilevanti e vedremo senza falsi in bilancio come faranno..ergo..la spal avra anche una gestione oculata ma e supportata dall azionista di riferimento..noi invece siamo supportati dal nulla assoluto in un futuro zero come riferimento..CARO MICHELONI CHIAMA BERLUSCONI CHE TU LO CONOSCI SICURO. INVECE DEL MONZA DIGLI CHE COMPRI L HELLAS! BASTA CHE GLI DICI CHE VERRA PORTATO IN PIAZZA BRA IN TRIONFO SUL PREDELLINO..FORZA FAGLI STA TELEFONATA..AVREBBE TUTTI I VANTAGGI..E NON SCHERZO

                                          • stefano 50/60 scrive:

                                            la situazione debitoria dei pasticceri è ben nota da anni ormai…la fiducia che han dato loro le banche e le istituzioni cittadine fino ad adesso fa pensare male già di suo ma anche a quanto ha rotto il cazzo il sagrestano occhialuto quando l agsm ha sponsorizzato il Verona, come tutti gli avidi di merda harrypotter tarocco vorrebbe simboli colori tifosi aiuti economici e, per non farsi mancar nulla, taroccare i bilanci incazzandosi quando mettono in dubbio la partecipazione a tornei di serie A con un fardello di groppi che pare assai pesante e che avrebbe fatto chiuder bottega a parecchie squadre (ricordate venezia napoli palermo bologna fiorentina como e altre? )……ma siccome non seguo il calcio ed il Verona da qualche mese so che il tempo, e la paglia, arriva e matura anche le nespole…..solo telearena e qualche altro imbrattacartaigienica ha sostenuto che al ceo andavano giocatori che accettavano ingaggi bassissimi solo per amore e altre cagate simili….giaccherini è venuto per poco eh ?….ps, il detto che esclamava sempre il padre del chierichetto guardainbasso era EL BALON EL PAGA EL PANDORO NO EL CONTRARIO……..lo dice sempre anche il figlio e infatti……..pecà che anca el pandoro el viaia mal…..

                                          1. Stefano scrive:

                                            ales..sempre qua da noi ….vai caro vai ….ex juve,inter,milan e adesso ceoloto ….complimenti.

                                            1. peter scrive:

                                              Mauro ho apprezzato l’articolo e lo trovo,a mio parere corretto.
                                              Leggo inoltre ,come evidenzia giustamente un butel, che ci sono attenti dipendenti operai del faccendiere che ci leggono e questo gratifica la tua penna e anche perchè no, il nostro comune dissentire chi da anni preleva dalla nostra fede in ogni direzione; tralascio invece di parlare di chi ha perso la sua libertà e che adesso “mangia” anche lui a questa ricca tavola milionaria , ma ricordo a questi signori che “il tempo ci darà ragione” .

                                              1. mir/=\ko scrive:

                                                C'è solo una piccolissima differenza tra Settorello e il presidente della Spal: il fatturato delle loro aziende!!! Ripeto ciò che vado dicendo da anni: Settorello non è di Verona, non vive a Verona, non ama la città di Verona e l'Hellas Verona e soprattutto non è minimamente tifoso del nostro amatissimo Verona… oggi c'è il Verona, domani il Mantova e tra qualche anno un altro club… stiamo parlando di affaristi che, peraltro, non hanno nemmeno adeguata forza economica "personale" per permettersi una squadra professionistica!!! tutto qui… Manila Grace non può competere con Vetroresina

                                                1. stefano 50/60 scrive:

                                                  ciao Mauro…se non è di troppo disturbo ho una richiesta da farTi, non è che potresti eliminare la presenza di qualche moscone da merda qui sopra che oltre a vivere, cosa già questa iniqua e profondamente ingiusta peraltro proveniente da un difetto di fabbricazione dei preservativi usati durante il coito, viene a scrivere provocazioni tipiche della razza stracagna a cui appartiene ? grazie se interverrai….detto ciò il Tuo paragone con la realtà ferrarese pone l’ accento, o meglio, affonda il dito nella piaga purulenta che da anni alberga a Verona rendendo la nostra fede sportiva un calvario…..sono sempre convinto però, ma potrei sbagliarmi, che con tutte queste probabilissime rivisitazioni di assistenzialismi travestiti da paracadute, l’ insetto molesto abbia già deciso alla fine di questo miserando torneo di levare le ancore dopo aver naturalmente intascato gli ultimi milioncini che, come suddetto, pare saranno erogati in misura inferiore alle attese del giostraio canaglione….la spal, e il paolo mazza rievoca in me ricordi straordinari, era da moltissimi anni nel dimenticatoio del calcio e solo con l’ avvento di gente che può permettersi una squadra di calcio professionistica sta riemergendo dopo decenni di oblio totale…..il buon Simone, che ad onor del vero faccio fatica a comprendere piuttosto spesso, rileva aspetti interessanti della gestione spallinama ci sono molti altri esempi di altre gestioni appunto, udine genova, doppia sponda, palermo bergamo torino granata, bologna firenze cagliari ed ultimamente venezia ( ma qui nutro dei dubbi ) che in un modo o nell’ altro e senza questi gran successi ambiscono, perlomeno, ad una presenza stabile in A che, a mio parere, sta diventando conditio sine qua non per restare nel calcio facendo business e risultati perchè la B e la lega pro ( tralasciando quelle più in giù ) in un prossimissimo futuro saran solo palestre calcistiche e nulla più…..purtroppo, e ciò non è mai rimarcato dai media, l’ obiettivo unico del sinto/rom ( gli auspici qui descritti dal grande Cesarone mi han fatto sperare in un domani migliore ) è quello di pilotare gli eventi per intascare denaro….e, ripeto, visto che tra un pò la mucca non darà più latte nè altro qualcosa succederà….per cui scordarsi la A perchè poi per ripigliare il paracadute al terzo anno bisogna starci due filati e ciò comporterebbe investimenti…..e qui l’ unico investimento dovrebbe coinvolgere una persona e non del denaro…..amen..

                                                  1. Cinghiale Bianco scrive:

                                                    Piano piano piano..qui non si parla di Spal ma solo di Chievo! Cosa sono ste novità?

                                                    1. Simone scrive:

                                                      “Bilancio Spal 2016 – Aspettando la Serie A, l’apporto economico della Vetroresina Spa resta fondamentale per la Spal. La neopromossa, infatti, ha chiuso il bilancio 2016 in rosso, con l’azionista di maggioranza che ha nuovamente coperto le perdite.” Aggiungiamo a questo che lo scorso anno e pure questo lo hanno chiuso in passivo sul mercato, e non proprio di bruscoletti secondo transfermarkt. Chiaro che non credo il proprietario della Vetroresina spa voglia continuare a rimetterci soldi. Ma evidentemente la loro volontà è quello di farlo finché il “prodotto” non verrà reputato soddisfacente. Da lì probabilmente faranno anche dei calcoli sul guadagno effettivo. E qualora dovesse capitare un’annata di investimenti sbagliati, avere una proprietà che garantisce liquidità al momento del bisogno non è poco. Anzi, è tutto. Ecco il punto focale, il principio della differenza tra chi può/vuole e/o chi non può/non vuole.

                                                      1. Luca scrive:

                                                        CURVA SUD MARCHE

                                                        Ottimo articolo !
                                                        Plusvalenze Libere !

                                                      Lascia un Commento

                                                      Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                      Accetto i termini sulla privacy

                                                      *