03
nov 2018
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 75 Commenti
VISUALIZZAZIONI

3.939

NON NE VALE LA PENA… NON COSÌ. IO MI FERMO QUI.

Ci sono momenti nella vita in cui si ha il dovere di guardarsi dentro e se ciò che appare è in totale distonia con la propria coscienza, se si è uomini e non burattini, ci si ferma; quel tanto che basta per capire se valga ancora la pena andare avanti.

E così quando la partita, gli aspetti tecnici e tattici, diventano paradossalmente secondari… quando tenere alta l’attenzione su colui che tutti considerano il vero male del Verona, ti porta solo rogne… e per assurdo nel momento in cui cerchi di smuovere le coscienze semi-addormentate, diventi addirittura il bersaglio da colpire… beh, forse è davvero il momento di riflettere… e bene anche.

Sono sinceramente stanco di attaccare allenatori totalmente inadeguati, schiavi della Società, che anziché ambire a diventare grandi si accontentano del contrattino annuale o biennale… e obbediscono ”, anche a costo di appiattire con la loro mediocrità una rosa non eccelsa ma da tutti riconosciuta tutt’altro che mediocre.

Quante parole abbiamo sprecato ad esempio, a criticare l’ex Fabio Pecchia, un quaquraquà che ha recitato la parte, salvo dichiarare in tv di recente: “con quella squadra fatta a costo zero era impossibile salvarsi”.

E quante parole stiamo sprecando per Fabio Grosso, l’ennesima terza scelta asservita alle logiche aziendali. Uno che per zittire chi lo critica per lasciare Pazzini in panca, in panca ci manda anche Di Carmine, mandando in campo un ragazzino della Primavera. A uno così che gli vuoi più dire? Primo: sei scarso. Secondo: fatti vedere da un bravo analista. Questo gli puoi dire.

Persino chiedere ai tifosi di unirsi in una protesta collettiva forte si è trasformata in “lesa maestà”… e dall’alto dei miei prossimi 60 anni vissuti con il massimo rispetto e la massima dignità, mi spiace ma non accetto lezioni da nessuno.

Un coro con tutta la rabbia e il risentimento contro Setti da parte di tutto il Bentegodi vale i mille post di tre ardui “Don Chisciotte” che scrivono su un blog.

I cronisti non potrebbero ignorarlo nè in diretta TV nè sulla carta stampata.

Un coro dall’effetto deflagrante, perché la “voce” di chi ama il Verona che si fa sentire.

Aspettando quel coro, costante nella sconfitta come nella vittoria, io mi fermo… mi siedo… guardo il mulino a vento che dovrei combattere (Maurizio Setti) e mi rendo conto che si, mollare è sbagliato, ma continuare non serve a niente. Non così.

Le battaglie si fanno tutti insieme in nome di un’unica fede.

Mi rialzerò quindi solo quando scoprirò di avere al mio fianco un vero esercito, quello che, piaccia o no, ora non esiste.

Ne godrà Maurizio Setti che avrà un accanito detrattore in meno che puntualmente lo attacca, ma non canti vittoria… tornerò più forte di sempre.

Staranno sereni anche coloro che pensano più ad attaccare chi attacca Setti che non il contrario. Una vittoria di Pirro. Contenti loro.

Sono stati mesi bellissimi quelli vissuti sentendomi tifoso tra i tifosi. Prendendomi critiche e parole… ma anche tante, tantissime condivisioni e sostegno morale.

Mesi anche difficili perché vissuti all’insegna del “mai una gioia”, ma tant’è, troppo comodo scendere in campo per “vincere facile”.

Mi vanto di non aver mai e ripeto mai “bannato” nessuno. Mai!

Sono fiero di aver dato voce a chi ama davvero l’Hellas Verona, tra i quali un gruppo di fedelissimi che ho scoperto persone meravigliose dalla passione smisurata. .

Il mio post migliore? La lettera di un Butel da Lassù nel Ciel, ispiratami dal Fuss, ragazzo che conoscevo e ho visto spegnersi circondato dall’effetto dei so amici Butei, in una stanzetta di ospedale piena di sciarpe e bandiere gialloblù.

Il più visitato? Quello completamente vuoto. Post querela di Setti. Nessun titolo e all’interno una pagina bianca: oltre 10mila visualizzazioni e migliaia di persone che sono entrate per riempirla di passione, di amore, di Gialloblù.

Grazie amici gialloblù.

Grazie Butei.

È stato bello… davvero.

 

 

a presto… io… io non mollo… mai!

 

 

 

 

 

 

 

 

3.939 VISUALIZZAZIONI

75 risposte a “NON NE VALE LA PENA… NON COSÌ. IO MI FERMO QUI.”

Invia commento
  1. stefano 50/60 scrive:

    dopo un week iniziato al venerdì mattino e più con lavoro pensieri e tachipirine, per combattere qualche doloruccio articolare, pensavo di risollevarmi con LA prestazione a sbressia……vedendo poi quel mentecatto vestito da deficiente in tribuna coi suoi accoliti al fianco non batter ciglio dopo la miserrima commedia travestita da partita di calcio, ho capito che il nostro futuro prossimo puzza di merda lontano chilometri……non penso che la rosa sia così scalcinata, quello che m’ ha sorpreso in negativo è stato l’ allenatore, valutavo potesse far meglio……ma pensando chi ha sopra di lui come proprietà evidentemente mi ero illuso…..siamo nelle grinfie di chissachi…e chissà per quanto ma visto che alla fine di questo altro disgraziatissimo campionato si erogherà l’ ultimo paracadute forse questo individuo salperà verso il lago che circonda mantua…..è evidente che se non arriva poi nessuno c’è la possibilità di una ripartenza dalla D, o sparizione, ma francamente pur di non sopportare una situazione putrida come codesta forse è meglio pensare ad altro, ripartire dal cesso calcistico l han fatto altri…….ma supportare falsità e gente falsa grazie anche no……ps, è il momento di rendersi conto dove e con chi siamo, sennò accettiamo un incubo…….iniziative civili e possibili ce ne sono……..esser divisi tra noi è quello che vuole e ha raggiunto l’ individuo..pensateci…….accetto suggerimenti e dirò la mia se richiesta…….ma così finiremo comunque……

    • Mariino scrive:

      Stefano non farte illusioni.In altri tempi il padinaro sarebbe stato rispedito a Carpi a calci in cul.Rimango della speranza come ti che l’anno prossimo el venda.Sto studiando un piano da inviare ad un amico a Mosca per cercare qualche miliardario russo.L’idea sarebbe anche ad allargare ai sovietici una specie de pacchetto turistico,una tessera del tifoso a distanza ma che potrà usufruire per visitare Verona e il lago con forti sconti su ristoranti,alberghi,guide turistiche e perchè no vedere anche la partita.L’unico problema che questi al posto della birra berrà la nostra grappa ma sicuramente i farà casin piasè dei quei mollaccioni de la curva.

    1. PierinoFanna scrive:

      Te ghe reson.. no val la pena.

      1. Luca scrive:

        CURVA SUD MARCHE

        Complimenti a quelli che non hanno fatto l/abbonamento ma poi andavano in trasferta per non dare i soldi a setti! Di voi domani a Brescia, nessuno, come ad Ascoli ma qualche pagliaccio a Venezia si!
        Miserabili!
        Avanti Curva Sud Burro Liberi !

        • Mariino scrive:

          Luca io ho letto qui la dichiarazione di 4/5 tifosi che dicevano che andavano solo in trasferta tu li hai moltiplicati per mille come Cristo fece con pani e pesci.E se va avanti cosi’ce ne saranno sempre meno.

        1. Luca scrive:

          CURVA SUO MARCHE

          t9 butei liberi

          1. Giordano Argento scrive:

            Mauro, ti confermi la grande persona che sei sempre stato.

            1. maurizio scrive:

              Ti capisco quando dici "Non ne vale la pena". Ma le rivoluzioni non si fanno rimanendo in silenzio. Sei un punto di riferimento: devi resistere … come resisto io, recandomi sempre allo stadio a vedere partita "indecenti" ma levandosi la soddisfazione di gridare all'indirizzo di Grosso, quello che penso di lui. Mi spiace solo abbia "cambiato panchina": prima era proprio "sotto di me"!
              Mauro ….. ripensaci: dopo il temporale, arriva sempre il sereno!

              1. maurizio scrive:

                Si Alex! anche Grosso ha le sue colpe. Lasciare fuori contemporaneamente il Pazzo e Di Carmine ….. credo sia una sua idea. Far giocate Marrone in quella posizione ….. Non credo glielo abbia imposto il Presidente. e comunque, comportarsi da servi ….. strada non se ne fa. Cos'è meglio? un giorno da leoni o 100 giorni da pecora?

                1. maurizio scrive:

                  Mauro, non puoi abbandonare ora!

                  1. giordano fedrigo scrive:

                    condivido la tua scelta….. anch'io sono in attesa che tutti i tifosi si decidano a combattere il padrone da carpi…. ci vuole pazienza ma arriverà quel momento

                    1. Nicola Benato scrive:

                      Si se spetemo che se mova sto sindaco (tifoso!? ) l'è proprio un "democristian" me pento de averghe dato el me consenso!

                      • Mariino scrive:

                        Va controcorrente,non parla mai.Ho visto il video della fieracavalli,sembrava un palo della luce spento.Purtroppo ce lo dobbiamo tenere ancora per un bel po.

                      1. Luca scrive:

                        CURVA SUD MARCHE
                        Esonerato Mandorlini

                        1. andrea scrive:

                          questo pseudo sindaco
                          che abbiamo adesso invese de vedar i film de frankestein l e meio che el guarda el nostro de fiilm che l è un horror..una idea….una delegazione dei tifosi potrebbe anche chiedere di essere ascoltata da sboarina anche x sentire come e la situazione affitto dello stadio e poi si parla anche del resto..a chi mi dice..il sindaco cosa puo fare, posso dire ..tanto..puo fare tanto..basta che ne abbia voglia

                          • stefano 50/60 scrive:

                            Di iniziative, legali peraltro, da fare ce ne sono e non poche…se poi si pensa che tutto sia inutile allora nulla è veramente utile….dalla mia modesta posizione ho rinunciato da quest’ anno al Verona, allo stadio e ringraziando il cielo non per un fattore economico, e vedendo il seguito di questa miserrima storia non me ne pento anzi….ovviamente rispettando e sostenendo chi invece allo stadio ci va…..Andrea qui dice bene perchè, al di la di tutto, una amministrazione che non prende di petto queste cose è una amministrazione inetta anche in virtù del fatto che potrebbe bastonare chi sappiamo con affitti e cosucce varie che senz’ altro sono in pendenza tra proprietà calcistica e comune cittadino…..sostengo anche però che uno stadio vuoto o quasi vuoto, un merchandising a zero profitti, una biglietteria frequentata dai topi, potrebbero esser benissimo sistemi appunto legali e, lasciatemelo dire, non di poca conseguenza…i media nazionali, e cittadini, sguazzano spesso nel fango e tirarsi fuori dallo stesso per tirarlo addosso a qualcuno per loro sarebbe manna celeste……basta vedere l’ ennesimo servizio tv contro le plusvalenze dei vergini, credeghe, per capire quanto rumore fa la scorreggia prima di generare cacca…….io ci penserei sopra……..ma ribadisco che rispetto al mille per cento chi non la pensa come me…….

                          1. stefano 50/60 scrive:

                            Mauro ciao….sè tè m avessi dito che nò tè piase più la bernarda t avaria credù stesso che nel tò post cioè zero…..sè tè pòl consolar sappi che anca dopo ieri sera vedar la partìa e sentir certe dichiarassioni lè stà come bear el cafè corretto merda….basta lezar quel mongoloide su hellas 1903 ( se ciama Verona nò hellas come dise giustamente Cesarone dio boia ah che sè capimo ) e tè capissi subito che semo circondadi da bissi da luamar…dai, fa nà pausa e torna, ghemo BISOGNO anca de Ti…con affetto….ps, fatte dar da cesare o Altolago la mè mail e scriveme..tè mè faressi tanto piaser……

                            • EvoDevo scrive:

                              Da Hellas1903 :
                              “……….Setti, che è tornato a mettere soldi, vuole salire in A ed è ovvio che non sia contento.”

                              Setti è tornato a mettere soldi ???????

                              Come possiamo sperare che le cose cambino con questi pseudo giornalisti ????

                            1. Maxhellas scrive:

                              Mauro, comprendo il tuo stato d’animo, che è poi anche il mio e quello di parecchi qui (forse quasi tutti a questo punto).

                              Però spero che ti smentisca e che resti a fare da catalizzatore della coscienza critica verso il criminale che governa il nostro Verona ed a dare spazio senza censure (come giustamente sottolinei) a chi vuole esprimere le proprie idee.

                              Aspetto l’inizio di una rivolta non solo verbale contro il ciucciasigari, convinto che, benché non sia mai troppo tardi, abbiamo comunque aspettato già troppo.

                              A disposizione per qualsiasi iniziativa (sottolineo qualsiasi).

                              1. stefano 50/60 scrive:

                                i risultati della B, un torneo di autentica merda, dicono ancora che basterebbe poco per esser davanti…….un allenatore giusto, giocatori sfruttati per quel che sono, ambiente motivato e apprezzato dicasi tifoseria, ma c’è un ma enorme come l’ oceano, la società o meglio la proprietà…….anche chi mi tirava sputi ora sta bello zitto dietro il suo paravento perchè l’ attuale proprietà è semplicemente indifendibile….non è che bisognava esser insigni economisti, non è che bisognava sentir puzza di chissà che complotti…bastava seguire un pò di sana umana logica, derrata alla portata di tutte le menti che ragionando sopra le cose con calma arrivano alla conclusione dettata dalle cifre che, come scriveva in prefazione il professor Brasca sulle tavole logaritmiche, non mentono mai e sono falsamente credute aride…….esse recitano in modo incontestabile la realtà…….e, purtroppo per noi, le cifre recitano crudelmente che rayban dressing mode ha ficcato le mani e i piedi in un ingranaggio mille volte più grande e spietato di lui…..un ingranaggio che se non oliato e mantenuto, e pagato fin all’ ultimo cent, gli spaccherà ogni millimetro del suo corpo……solo dopo sapremo, quando sarà a mantua, dove e come finiremo …..se fusi, e qui mi sento rigurgitare tutto, se falliti…….se acquisiti da altra entità ( magari già presente )…se consegnati come vittime sacrificali al sindaco…….mi vien da arrabbiarmi e non poco quando penso che individui come lotito preziosi zamparini fanno di tutto e di più in ogni senso ma mantengono la squadra con le unghie e con i denti…..filibustieri ? si certo ma non li vorremmo forse qui a Verona ?…ps, so che mi bestemmierete dietro e tanto ma il baccalà berico con stì paracaduti e con la sua sfrenata ambizione e conoscenza calcistica ci avrebbe fatto ingoiare così tanta merda diarroica ?

                                • bruce scrive:

                                  La differenza tra i due maiali (con tutto il rispetto per i maiali) è che il berico capiva di calcio, eccome se ne capiva, se poi tra le righe vuoi dire che dietro al carpigiano si annida la c*****a potrei crederti.

                                  • stefano 50/60 scrive:

                                    il berico, e sua moglie, li ho conosciuti di persona molti anni fa a wc ensa……la più pericolosa dei due, ti metterai a ridere Bruce ma è così, era proprio la moglie…figlia di un vecchio notabile della d.c.(no bastiema)……per un euro avrebbe bruciato wc ensa….lui era tutto quel che Ti pare ma l intelligenza e la conoscenza del calcio lo facevano un addetto ai lavori coi fiocchi…a parma era stato allontanato perchè faceva la cresta anche sull acquisto dei cappelletti in brodo ma con calisto conservò ottimi rapporti….calisto che al suo confronto era un pistola qualsiasi eh….avesse avuto i schei della lega col pipolo che finivamo così…la cosa più orrenda che fece(spinto da la mogLie) quando esplose la diarrea parmalat fu quella di metter nella merda el poro Piero, quello non glielo perdonerò mai…..ma ambizioso e capace com era il Verona non l avrebbe mai ridotto come quella crosta di lebbroso attuale che, come sospetti, è per me nelle mani di qualcuno a cui se non obbedisce finisce molto ma molto male…..

                                    • RH scrive:

                                      Posto che coi se non si va da nessuna parte. Io son dell’idea che se sei capace di fare una squadra adatta ai tuoi obiettivi con 10 e il tuo obiettivo è solo fare soldi, fai la squadra con 10 e il resto li incassi. Se pastorello avesse avuto un paracadute più corposo e avesse avuto 25 invece di 20, sarebbe rimasto la stessa sanguisuga di merda, avrebbe compiuto le stesse nefandezze, avrebbe fatto lo stesso la squadra spendendo 10, ma avrebbe lui un portafoglio più ricco di quei 5 in più di differenza

                                      • RH scrive:

                                        Nel mio piccolo, i due personaggi me li figuro così.
                                        penso che setti non sia in grado economicamente né per capacità calcistiche, ma abbia visto torta da spartirsi e ne ha mangiato. Pien de difetti: intrallazzon, testardo, incapace, contabale, ecc. che se rangia come el pol cercando de rimetterghe de so scarsella el meno possibile magari fasendo un poca de gresta per lu. Una socierà di A è una macchina che si è reso conto non essere in grado di tenere in strada sul bagnato (senza l’inaspettata retrocessione mandorlini/delneri ha rotto il giocattolo che altrimenti stava in piedi da solo, o quasi). Ma setti con tutti i suoi difetti, è umano e per questo spesso capisco una certa logica dietro i suoi atti.
                                        pastorello no, quel lì l’è diabolico. Chirurgico e senza il minimo sentimento o ambizione, né nel bene e né nel male. Sai che qualsiasi cosa faccia non è una decisione per “provare a fare qualcosa” come io mi figuro faccia setti (anche se son ben consapevole che il suo obiettivo numero uno non è il bene del Verona), ma è scientemente pensata per farti fare quello che lui vuole che tu faccia, e a me questo mette tanta più paura di un furbetto passeggero.
                                        Al di là del calcio, sarà che sono cresciuto con certi preconcetti negli anni chiave della mia formazione, ma se dovessi figurarmi satana avrebbe le sembianze e i modi di pastorello.

                                      • stefano 50/60 scrive:

                                        posso esser d accordo con te ma con la squadra in A perchè da avido che era il berico in A ne metteva via tanti di più….ma lui era intelligente non furbo e basta come stà petola de porco qua

                                1. andrea scrive:

                                  il saggio dice
                                  nel contesto della tua frase e cioè..hai fatto mobilitare 4 noatalgici…resto della mia idea che l accezione non e positiva. Si fa riferimento a 4 vecchi che dal divano si riguardano bui e zigoni..mentre non e assolutamente così..quando tempo fa sostenevo squadra senza gioco e da media classifica e abbonamenti uguali a soldi buttati mi sono preso del ceoloto e via dicendo…noto con piacere che tanti si sono tolti le fette di salame dagli occhi e finalmente cominciano ad accorgersi del buco nero che è questa societa, te compreso

                                  • IL SAGGIO DICE scrive:

                                    Evidentemente non hai letto tutti i post scritti dall’ inizio di questo blog. S, C, A, e forse M ( gente che ha vissuto le BG) si sono ritrovati,stando a quello che scrivevano loro, per piacere ma anche per imbastire una linea di protesta CIVILE ma efficace ( N.B : CIVILE) , ancora da metá dell’ anno scorso, se non ricordo male, contro l’ Innominabile. Quindi no, ripeto e RIBADISCO, spero per l’ ultima volta, NESSUNA accezione negativa.

                                    • Cesare Settore Superiore scrive:

                                      Anche se non ti conosco personalmente, ti chiedo una cortesia.
                                      Scrivimi una mail privata a l mio indirizzo personale,
                                      cesarenh3@libero.it
                                      Non devi dirmi chi sei, e nemmeno indicarmi il tuo numero di telefono, non mi interessano.
                                      Mi interessa molto di più spiegarti cosa è successo per davvero. E allora forse capirai finalmente…

                                  1. stefano scrive:

                                    purtroppo non riconosco più la mia Curva…

                                    1. andrea scrive:

                                      il saggio dice
                                      a parte che in curva ci sono stato anche io ma cosa vuoi che chieda a Simone? ritorna ai fornelli ed io ritorno ai miei genitori disabili..ahhh non mi serve rileggere i post..ricordo bene il tuo pensiero..a non risentirci…

                                      1. andrea scrive:

                                        il saggio dice
                                        e un altra cosa ti dico..mai ho visto tempi peggiori di questi, neanche in serie c..hai sempre e ripeto sempre avuto degli interlocutori nella società che venivano a parlare e non delegavano. Da pastorello a mazzi al povero conte e Martinelli e garonzi non se ne parla..ora hai il buio piu nero ed è gravissimo perchè non sai che progetti può avere il magliaro..tempi piu bui di questo per me non ne hai mai avuti

                                        • IL SAGGIO DICE scrive:

                                          Per me tra due anni al max la societá sará in vendita (o in fallimento ) o fusa con i tristi e Lui si concentrerá su una piazza piú tranquilla e adatta alle sue disponibilitá come Mantova. E nessuno della societá verrá a dirtelo , nel frattempo. Forse solo Simone. Lui sa . Chiedi a lui. Io scappo che ho la roba sui fornelli.

                                        1. Massimo R. scrive:

                                          Mauro, non condivido la tua scelta ma la rispetto e capisco come è maturata. Adesso è il momento di schiumare rabbia, di urlare e di prendere a calci quel magliaio di merda che ci sta prendendo per il culo. Dai andiamo!

                                          1. stefano 50/60 scrive:

                                            le parabole, la storia insegna, raggiungono lo zenith o l’ apogeo ma poi van giù fino al nadir ( dio bono che ben che scrivo dai butemola in ridar ah )….la parabola del cattivo samaritano falso arrogante e solo furbo(l intelligenza è altra cosa ) sta inclinando la sua fallica ( nel senso di xcazzo smyerdà come ghè piase a lù) punta verso il sud (mantova)…..tutti i furbi non intelligenti prima o poi vengono beccati con le zampe nella boassa(marmellata è troppo per il sorcyo raybanato)…e dunque alla fine di questo disgraziato e programmato campionato ( si anca stò qua come altri ) qualcosa succederà……codesto o cotestui ha ficcato il suo piccolo miserrimo pisello in un buco pieno di scorpioni venefici per cui abbiate fede….scapperà, i vigliacxcacci fan così…sempre….

                                            1. andrea scrive:

                                              il saggio dice
                                              vorrei solo fare un appunto a quello che dici..intanto noi non siamo quattro nostalgici dei bei tempi ma qui c è gente che ha anche un daspo e quindi nostalgici mi sembra il termine meno appropriato..forse hai aspettato solo tu x che a me e tanti altri il disegno di setti è già chiaro da tanto tempo..venire fuori adesso quando il vaso e rotto mi sembra nostalgico da parte tua. Detto questo se anche tu non avessi scritto nei vari blog la nostra voce non si sarebbe potuta confrontare e questo non e merito tuo o mio ma di Micheloni Vighini Barana etc..non mollare Mauro, siamo sul piu bello forse..qualcuno in piu finalmente si e accorto delle malefatte..gente che scrive qui che anche se abbonata non darà piu un centesimo al magliaro

                                              • IL SAGGIO DICE scrive:

                                                Nostalgici non é accezione negativa. Ci sono stati tempi migliori, sia come tifo che come società, o no? 4 perché sono in 4. Anche qui nessuna accezione negativa.

                                              1. Arnoldfranco scrive:

                                                Ciao Mauro! Apprezzo e rispetto la tua scelta! Sarà un vero peccato non leggere più il tuo blog in futuro anche perche’ condividevo quasi tutto. In attesa di un tuo ritorno…..forza Hellas!

                                                1. stezul scrive:

                                                  Bravo Micheloni: ho apprezzato sia questo ultimo post che il penultimo. Quello che affermi è doveroso… È giusto che la curva, se ancora esiste, inizi a far sentire incessante durante tutta la partita il suo risentimento contro questa proprietà e non si limiti a qualche coretto sinceramente imbarazzante.
                                                  Venerdì sera ero allo stadio con mio figlio (passavo da VR dopo mesi e ci siamo giocati il Bonus Bentegodi per questa stagione), in tribuna est. Ho capito davvero come assistere a questo scempio sia da masochisti, ma la cosa che fa più male è il quasi assoluto silenzio della curva: qualche coretto qua e là ma per il resto sembrava una assoluta complicità.
                                                  Come se la cosa importante fosse dare del pezzo di m… ai tifosi della Cremonese… Ma chissenefrega della Cremonese, ma chi sono?! La prossima partita ci saranno altri da attaccare e a cui dare del pezzo di m… Ma quindi? Cosa cambierà? che noi saremo comunque complici di questo silenzio nei confronti della società!!
                                                  Sono stato ben felice di associarmi agli “Olèee” (che poi mi hanno detto si sentivano benissimo anche in televisione) quando la squadra faceva quell’inutile tiki taka snervante ed inconcludente… Ma partivano tutti dalle tribune, non dalla curva! Ho anche ammirato quattro/cinque eroici tifosi che in tribuna sotto di me hanno esposto a fine partita uno striscione con scritto “grOSSO DA BRODO” (prontamente rimosso e sequestrato dagli steward) intonando anche un “Setti sei sempre un f… di p…”. Ma per il resto? Calma piatta se non i fischi finali e l’invito alla squadra a rientrare negli spogliatoi.
                                                  Spero davvero che questo appello abbia il suo effetto ed i tifosi inizino compatti una dura contestazione (che può essere anche, nel punto più estremo, disertare completamente lo stadio) perché ogni credito si è davvero esaurito.
                                                  Dal mio punto di vista, per quel che può valere, pieno appoggio alla linea editoriale di TgGialloblu.

                                                  • schetch scrive:

                                                    Verissimo!! La più tagliente ironia è contro il non gioco di grosso è partita dalla est. Situazione troppo statica sebbene manchino parecchi abbonati questo non gliene impippa di nulla.

                                                  1. andrea scrive:

                                                    stezul
                                                    come hanno detto a me vai a vederti l inchiesta report sulla curva della iuve e tanto altro..capirai tante cose e tutto si incastra da solo…ecco perchè marotta si è dimesso e la situazione qui

                                                    1. IL SAGGIO DICE scrive:

                                                      Non so che cosa ti aspettassi. Fin dall’ inizio , però. Destituire un presidente a mezzo blog , distante da Verona e su una testata in cui c’è sempre stata la figura di un contestatore ? ( Barana ). Scusa la schiettezza e brutalitá , ma il risultato era ovvio. Hai fatto mobilitare quattro nostalgici che , come te , volevano rivivere i bei tempi. Impresa nobile , ma solo nell’ intento. Ci sono 4000 abbonati in meno non grazie a te , a me , a Stefano o chiunque scriva qui : il merito va tutto a Setti e a quello che ormai é ovvio a tutti , perfino a me che sono un moderato e ho voluto dargli fiducia fino ad un mese fa ( vittoria a Crotone ). Allo stadio va ancora lo zoccolo che , più che duro , definirei disperato. Disperato perché altrimenti non avrebbe altro da fare il sabato e disperato perché ama il Verona nonostante non venga ricambiato , ma sará ancora lí a gelarsi il culo al freddo a dicembre , qualsiasi sia il risultato. Rispetto. E poi molli nel momento sbagliato : 10 minuti di Olé ad ogni passaggio tiki taka senza avanzare di un metro sull’ 1 a 1 , in casa , sono stati un momento goliardico che merita. Ma , ribadisco , l’ equivoco é stato tuo fin dall’ inizio. Non potevi fare di piú. Peró sappi che mancherai a diversi affezionati. Forse non dovresti mollare per loro , ne rimanesse anche uno solo. E poi sai che due coglioni la vita da blogger senza avversari o detrattori ? Senza Cinghiale Bianco quando tornerà ? Perché sai , vero , che tornerà ? Eri il suo blogger preferito , a sua insaputa , ma lo eri. Saggitá

                                                      • Maxx scrive:

                                                        Quanta ragione hai…
                                                        E fa tenerezza il fatto che, assistendo a quello scempio, ci siamo pure incazzati per la bandierina dell’assistente alzata al loro gol.
                                                        Sentire in curva gente che quasi spera in una vittoria del Mandorlo per far succedere qualcosa e che poi si infiamma per un calcio d’angolo a favore.
                                                        Riusciamo ad essere tifosi nonostante ciò che ci tocca ingoiare.
                                                        Entrare al Bentegodi è una scelta, amare il Verona e farsi coinvolgere non lo è; sentirsi inermi, là sugli spalti mentre un paio di loschi individui stanno distruggendo ciò che ami, è una sensazione pessima e durissima da accettare.
                                                        Ma la resa non è contemplata. Anzi, si spera sempre che qualcuno che ne abbia “ius in pectore”, si ponga a guida di qualche insurrezione popolare.

                                                        https://www.youtube.com/watch?v=sB1eZt2oCSE

                                                      1. bruce scrive:

                                                        Dopo aver assistito allo scempio di ieri sera (non mi sento di chiamarla partita) mi pare che qualcosa in Curva si stia smuovendo, meglio tardi che mai….

                                                        1. maurizio scrive:

                                                          Mauro …… sei pazzo? proprio ora che cominceremo a divertirci?
                                                          Non posso credere che il Grosso mona possa resistere ancora tanto a pulire il culo del Presidente.
                                                          E preghiamo tutti assieme affinché il Presidente del Mantova ….. vada all'inferno!

                                                          1. GB scrive:

                                                            Caro Mauro, ti capisco.
                                                            Ti capisco perché dopo lo scempio dello scorso campionato quest’anno mi sono fatto nuovamente l’abbonamento per un semplice motivo; per non abbandonare i miei colori, per avere la possibilità di urlare la mia rabbia di fronte ad altre nefandezze, per non lasciare la società libera di distruggere una fede in mia assenza. A distanza di qualche mese peró sono pentito perchè non ha più senso nulla, il tifo organizzato è ormai in un silenzio tombale, il tifoso sembra una comparsa pagante dell’unico incontro sportivo nel quale una delle due avversarie non vuole vincere. Dopo essere andati volutamente in B lo scorso anno, mai avrei pensato che quest’anno la società intendesse ripetere le medesime modalità.
                                                            Parlo ancora sotto effetto della rabbia Ma seppure abbonato non credo andrò ancora allo stadio finchè c’è questa societaria.
                                                            Di tutto questo comunque siamo responsabili noi tifosi, l’amministrazione cittadina e la stampa locale. Mai in passato sarebbe potuta accadere una cosa del genere.
                                                            Svegliamoci!

                                                            1. Gigi scrive:

                                                              nessuna resa
                                                              NEC DESCENDERE NEC MORARI

                                                              1. Papo scrive:

                                                                non puoi perche' faresti un favore alla merda

                                                                1. Davide scrive:

                                                                  Mauro, non mollare e ricorda che Ti aspetto più forte e tenace di prima!! Io sono qui… Grazie Gr/=\nde Butel!!!

                                                                  1. mario scrive:

                                                                    Mauro: non mollare. Un saluto anche a Cesare (ci siamo sentiti via mail)

                                                                    1. Andrea scrive:

                                                                      Caro Mauro…..

                                                                      Ti do pienamente ragione ma la colpa è soprattutto di una curva che ormai non ha più niente a che fare con il vecchio tifo goliardico e passionale di Verona….viva le vecchie B/=\G

                                                                      1. Parmenide scrive:

                                                                        Caro Mauro non ti e’ concesso abbandonare, ti sei reso paladino e tu ora non molli. Non ne saresti capace perché non è’ nella tua natura perché se per ogni gradino che hai fatto per entrare in curva avessi un centesimo ora saresti l’uomo più ricco al mondo! Ogni gradino che ognuno di noi ha fatto per entrare al Bentegodi e’ entrato nel DNA. Il Bentegodi non è’ mai stato uno stadio e per noi mai lo sarà, il Bentegodi casomai potrà diventare la valle delle Termopili dove cadremmo trucidati tutti assieme, ma questo non accadrà perché solo dal Benteodi può rinascere un nuovo Rinascimento ed ancora una volta tutti assieme.
                                                                        Ieri sera – non avendo abbonamento – mi sono preso la briga di andare nei distinti. Erano secoli che non andavo ed e’ stata una bella cosa per due motivi. 1) il malumore espresso e’ molto superiore di quello che c’è in curva 2) ho ascoltato la curva non essendoci in mezzo, ebbene, ho avuto la sensazione che si stia spegnendo. Cori bassi e mal orchestrati e poco coinvolgenti. Non è’ una critica anzi una constatazione positiva. Perché? Perché da questo lento andante ho capito che si sta toccando il fondo e come l’arabo fenice riemergeremo.
                                                                        Caro Mauro, ora non si molla si canta e si scrive. E’ giunto il momento che il Bentegodi diventi coro unico…Riprendi n mano la penna ( tastiera ) vecchio condottiero….

                                                                        1. andrea scrive:

                                                                          Caro Mauro
                                                                          che dire di piu di quello che già ti ha detto Cesare, righe importanti e che mi hanno anche commosso xche chi può più di una persona che è stata tanti anni in prima linea rappresentare di piu il nostro hellas..anche io sono andato x tanti anni allo stadio, non ero un frequentatore della curva, ma sono andato anche io per 50 anni, da quando mi portò mio padre a 8 anni e poi sempre…vivendo le emozioni e anche le tristezze…sentendo la capocciata di bui eccheggiare come un tamburo nello stadio o il mitico zigo a mezzanotte in piazza bra sul maggiolone cabrio, o vestito in pelliccia in panchina. Quindi come Cesare che saluto e ringrazio per quello che ha scritto mi sento di dirti di non mollare adesso…il diavolo fa le pentole e non i coperchi..le malefatte di questo individuo stanno venendo al pettine..quindi continua a scrivere e ripeto non mollare adesso sul piu bello..sento che qualcosa forse si sta muovendo

                                                                          1. Cesare Settore Superiore scrive:

                                                                            Dimenticavo, Mauro.
                                                                            Ieri sera non ho potuto assistere in diretta all’ingresso in campo delle squadre, ero impegnato a firmare un registro…
                                                                            Ma ti giuro che tornato a casa alla prima inquadratura di Mandorlini mi è venuto un groppo in gola. E mi è passato per la mente un ricordo indelebile.
                                                                            Salerno…
                                                                            Sono certo che il groppo sia venuto anche a te. O me sbaglio?

                                                                            1. Cesare Settore Superiore scrive:

                                                                              Caro Mauro, capisco in pieno il tuo sfogo, la tua rabbia, la tua frustrazione.
                                                                              L’ho provata personalmente anche io, la provo tuttora. E chissà ancora per quanto tempo dovremo conviverci insieme.
                                                                              Ritrovarsi a 58 anni daspato per la seconda volta, per un periodo di 5 anni, con obbligo di firma per tutto il medesimo tempo, e tutto ciò per alcune lettera di critica feroce e di protesta nei confronti di chi gestisce la mia squadra del cuore mi fa rabbrividire e mi fa gridare allo scandalo. Eppure è proprio così. Veder susseguirsi incompetenti alla guida della squadra e al timone di comando mi fa incazzare. Sentirsi abbandonato da chi fino a qualche tempo addietro era con te in prima fila in ogni fogna d’Italia (ed in passato anche d’Europa) ti fa pensare a quanto siano cambiati i tempi.
                                                                              Vedere parte dei tifosi presenti ridere al termine della partita di martedì scorso ad Ascoli ti da ancora di più la consapevolezza che ormai non sei più uno di loro. O forse che loro non sono più quelli in cui ti riconoscevi anni fà.
                                                                              Sentirsi prigioniero di non poter esprimere liberamente il tuo dissenso o la tua frustrazione ti fa abbattere.
                                                                              Salvo rarissime eccezioni, mi ero ripromesso di non scrivere più su questo blog, per cercare di lasciar rimarginare le ferite. Ma credi, non si può e non si deve sempre tacere, non si può sempre chinare la testa, non ci si deve ritirare e non bisogna mai arrendersi, specie quando le cose non vanno nel verso giusto.
                                                                              Ho sempre sperato che tutti quanti noi tifosi ci rendessimo conto dell’errore madornale che abbiamo commesso, accettando ed in molti casi addirittura favorendo la divisione interna della tifoseria. Pro e contro Arvedi, pro e contro Mandorlini, pro e contro l’abbonamento, pro e contro la protesta nei confronti di questa miserabile società, e chissà cosa altro ancora.
                                                                              Ma se da un lato questo comporta il progressivo impoverimento, da un altro punto di vista questa cosa può (paradossalmente) aiutarti a capire. Non esiste nessuno che conosca la verità assoluta, non esistono i puri o gli onesti a prescindere. Col tempo ho imparato ad accettare questo fatto e per quanto mi spiaccia, l’ho ormai accettato.
                                                                              Un giorno io tornerò allo stadio, e tiferò ancora per l’unica squadra che ho tifato in vita mia, fin da quel lontano giorno del 1967 quando mio padre mi portò per la prima volta a vedere il Verona A.C.
                                                                              Non l’Hellas, come tanti ragazzini imberbi lo definiscono oggi, ma il Verona.
                                                                              Così come è cambiato il calcio, con i tempi cambiano i tifosi ed i modi di tifare. Solo gli sbirri e gli idioti non cambiano mai. Le persone passano, le situazioni si evolvono, i presidenti prima o dopo schiattano (prima, si spera) ma la fede del vero tifoso resta immutata, sempre e comunque.
                                                                              Non sarà uno sporco speculatore paracadutista a piegare le mie convinzioni calcistiche, non sarà la scarsa qualità di DAZN a convincermi a guardare un altro canale quando gioca il mio Verona. Non sarà un pecchia o un grosso qualunque a farci passare la voglia. Non sarà un daspo assurdo ed ingiusto a farmi scappare, o a farmi rinunciare dal commentare.
                                                                              Ti capisco e condivido il tuo stato d’animo.
                                                                              Ma non lasciare che gli eventi ti coinvolgano a tal punto da dimenticarti chi sei, cosa fai e sopratutto cosa sei.
                                                                              Gestisci un blog tra i più frequentati dai tifosi, uno dei pochi se non l’ultimo posto rimasto per poter commentare le vicende che ci riguardano e che ci interessano. Se lasci, lascerai un grande vuoto che difficilmente sarà colmato. E ci lascerai senza un punto di riferimento.
                                                                              Spero che le mie parole, per quanto siano solo parole, ti possano convincere a non mollare.
                                                                              Di recente ho provato anche a convincere uno stronzo speculatore a suicidarsi, purtroppo non l’ho ancora convinto.
                                                                              A te che non sei uno stronzo speculatore, non chiedo di suicidarti, ma di non piegarsi e di non ritirarsi di fronte a questa situazione merdosa.
                                                                              Pensaci Mauro, sei uno di noi, prima di tutto!
                                                                              Uno che tifa il Verona, per dio!

                                                                              1. Nicola Benato scrive:

                                                                                Si butei….. ma se molemo tutti allora il male trionfa!!
                                                                                Mauro, te si rivà ben fin a 60,…. el più l'è fatto. Te concedo due/ tre settimane de riposo, ma dopo ricomincia carico come sempre. Nell'attesa speremo che se unisca alla protesta la parte della tifoseria e del giornalismo che te sta deludendo.

                                                                                1. Luca scrive:

                                                                                  CURVA SUD MARCHE

                                                                                  Ciao Mauro e grazie per la compagnia che mi hai tenuto sul blog.
                                                                                  Spero di rileggerti a breve!
                                                                                  BUTEI LIBERI

                                                                                  1. in Hellas we trust scrive:

                                                                                    grazie a te, a presto

                                                                                    1. El Sa Tuto Lu (setti) - Ex So Tuto Mi scrive:

                                                                                      Ripeto anche qui: guardate la puntata si Report sulla Juve (ma nella puntata stessa dicono che è così ovunque) e capirete benissimo cosa sta accadendo. Il quadro vi si formerà davanti come per magia. Capirete il perché della formazione, della campagna acquisti, dei paracadute, del silenzio societario, del distacco dalla città, dell’allontanamento di allenatori e figure carismatiche, dell’assunzione di altre figure, delle mancate vere contestazioni, del perché nessun imprenditore nostrano ma nemmeno estero prenda in mano una delle più appetibili piazze minori (subito dietro le grandi come potenzialità) in una delle città più belle del mondo. Il 2+2 è alla portata di tutti. Coraggio installate l’app RaiPlay e andate a vedervi a chi è in mano il calcio.
                                                                                      @mauro: ti capisco, anch’io con la partita di ieri ho chiuso. È tutto troppo evidente e falso. È pazzesco come un campione del mondo svenda così la sua dignità, non ci posso credere….dev’essere per forza ricat….o collu….
                                                                                      Anch’io mi fermo qui (per ora) , con i post, col calcio, con lo stadio con dazn. Questo è troppo. Adiós

                                                                                      1. mir/=\ko scrive:

                                                                                        inutile prendersela con Setti! Setti fa il suo nel silenzio, oltretutto suo e della piazza! ha forse dichiarato, il presidente, che l'obiettivo minimo sarebbe stata una promozione ??? assolutamente no !!! "bilanci in ordine e sopravvivenza del club"!!! fine… ormai Setti lo conosciamo bene. al suo posto molti di noi avrebbero fatto lo stesso se non peggio!!! dove sono i Veronesi ultra milionari??? cosa fa la politica veronese per coinvolgere imprenditori veronesi di primo piano, veneti, italiani o esteri???

                                                                                        • bruce scrive:

                                                                                          Mirko se aspettiamo che l’alta imprenditoria veronese faccia qualcosa stiamo freschi, oltre alle note vicissitudini legate all’Hellas ricordo anni (mi pare fosse il 2002) il fallimento della Scaligera Basket (allora Muller) per soli due milioni di euro senza che nessuno dei nostri “grandi” mecenati facesse qualcosa per salvarla. Senza la pazzia del Conte (che venne addirittura contestato tentando il blocco degli abbonamenti) il Verona sarebbe sparito per la gioia della Verona “bene”. Questo è un altro momento critico ma ormai siamo vaccinati alle difficoltà e come sempre ne usciremo a testa alta alla faccia di tutti i gufi che ti posso assicurare sono tanti.

                                                                                        1. PierinoFanna scrive:

                                                                                          … no lassarne qua a sofrir da soli, par piaser… :(

                                                                                        Lascia un Commento

                                                                                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                                        Accetto i termini sulla privacy

                                                                                        *