22
dic 2018
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 2 Commenti
VISUALIZZAZIONI

813

UN PUNTO E UN PASSO INDIETRO…

Quando aspetti con ansia il triplice fischio, dopo almeno un quarto d’ora di catenaccio nella nostra area a difendere un tristissimo 0-0 contro l’ultima in classifica, c’è poco da stare allegri.

L’infortunio dei due centrali ha certamente inciso sulle scelte di Grosso di inserire forze fresche,  ma ciò non giustifica che due interi reparti come centrocampo e attacco abbiano sofferto tanto e finito in riserva di ossigeno e muscoli.

Siamo tornati in un certo senso al pre Benevento, zero tiri in porta e tiki taka neutralizzato al minimo accenno di pressing avversario.

Basta poi che Matos e Zaccagni siano in giornata no e le potenzialità dei gialloblù scendono al minimo.

Buon per noi che Diamanti a parte, il Livorno è formazione davvero mediocre, altrimenti non avremmo portato a casa nemmeno il punticino che “fa classifica”.

 

Cosa ci ha detto Livorno? Innanzitutto che se si esclude Crescenzi, i terzini in forza al Verona sono, non scarsi, di più. Sia Balkovec che Almici hanno dimostrato passo lento e difesa precaria.

Se Grosso ha preferito loro Empereur che è un centrale, ci sarà pure un motivo.

Rifletta il buon D’Amico in vista dell’imminente mercato invernale. Non ci sono soldi? Tranquillo. Baratti. Chiunque arrivi sarà sicuramente meglio dei due su citati.

Anche il mirabolante “centrocampo” autore delle due vittorie consecutive, si è sgonfiato di fronte al pressing amaranto.

Manca un piano B al tiki taka esasperante che nel gioco del tecnico, sfocia improvvisamente in verticalizzazioni per la prima punta.

Non c’è un sistema di gioco alternativo a questo, proponibile solo contro formazioni che se la giocano a viso aperto e che di conseguenza lasciano giocare.

Grosso non è un fenomeno e questo lo si sapeva, ma urge trovare e presto una soluzione al problema di un “sistema  monomodulo”, più croce che delizia di questa squadra.

 

Nulla è ancora compromesso certo. C’è un mercato per migliorare la rosa e sostituire i molti infortunati gravi. A costo zero si sa. Come sempre del resto.

 

Setti nel frattempo festeggia. Il “suo” Mantova ha vinto.

Soldi dal Verona, successi dal Mantova… chiamatelo fesso.

813 VISUALIZZAZIONI

2 risposte a “UN PUNTO E UN PASSO INDIETRO…”

Invia commento
  1. ciccio2 scrive:

    mercato? quale mercato? quello del sabato allo stadio?!

    1. luca scrive:

      Ma in Di Carmine aleggia lo spirito di Lele Morante?

    Lascia un Commento

    Accetto i termini e condizioni del servizio

    Accetto i termini sulla privacy

    *