13
feb 2019
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 21 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.280

QUANDO IL CALCIO FA SCHIFO

Capolinea della dignità umana, delirio di megalomania, eccesso di frustrazione , smarrimento  del pensiero razionale… decidete voi, si potrebbe scrivere un poema sull’atteggiamento del DS Tony D’Amico in sala stampa e la conferma di Grosso arrivata dopo l’ok di Cosmi.

Prendendo spunto da un post di Pier,  mi permetto a nome suo e penso di migliaia di tifosi gialloblù di “rompere il cazzo” anch’io al nostro fantastico DS.

22 partite, 8 vittorie (1 a tavolino), 9 pareggi, 5 sconfitte. 8 punti da recuperare sul secondo posto, un’altra sconfitta e rischiamo pure i playoff.

A questo è arrivato l’allenatore Fabio Grosso. Ma complimenti D’Amico… un successone, cazzo.

I suoi acquisti estivi come i vari  Laribi, Henderson, Balkovec, Almici, Colombatto, Eguelfi, Dawidowicz, Cissè, sono spariti dai radar della formazione titolare e alcuni di loro sono da tempo abbonati alla panchina.

I nuovi arrivati Di Gaudio, Faraoni e Vitale, sono risultati al momento insufficienti ( al contrario di giocatori che altrove stanno migliorando il rendimento della squadra).

Le chiedo quindi, Illustrissimo, Esimio, Onnipotente DS, ha acquistato delle emerite pippe o al contrario un allenatore che ha trasformato i giocatori in ectoplasmi che rincorrono un pallone?

Delle due l’una… e benché qualche calciatore inadeguato sia arrivato, personalmente propendo per la seconda ipotesi. Il che non cambia nulla. È stato comunque un suo errore, un suo enorme errore.

Quindi… alla luce di tutto questo e della “provocazione” (l’ennesima)  della conferma di Grosso (con il suo beneplacito) … mi dica… “chi è che rompe il cazzo?”.

Ma perché non imita la sola azione, da noi ritenuta degna, fatta dal suo predecessore nonché mentore, Filippo Fusco… ovvero dimettersi?

La sola cosa che potrà riuscire in futuro a lei, il suo presidente e il suo allenatore, è terminare di distruggere l’Hellas Verona. Un bel patentino per un futuro radioso, non c’è che dire.

Poco importa… noi tifosi gialloblù siamo come l’Araba Fenice… VOI NO!

2.280 VISUALIZZAZIONI

21 risposte a “QUANDO IL CALCIO FA SCHIFO”

Invia commento
  1. stefano 50/60 scrive:

    nel sito c’ è un articolo che parla dell’ entusiasmo dei soci e degli sponsor a mantua, con relativa foto del pataccaro sigarato ed occhialuto di sole, che presi dalla gioia d’ aver a che fare con jeanpaul gaultier padano sono scappati a gambe levate….in più i mormorii del biscotto che ci vedrebbe vincere al picco stan acquisendo decibel a palate…….se per caso dovesse svegliarsi qualche curioso che con telecamera e microfono capita a peschiera, della serie quello che è andato a veronello e ha scoperchiato i mangiaparticole, l’ avremmo nel culo talmente profondo da farcelo uscire dalle orbite…..cosa peraltro che non saprei se evitare o augurarcela, servisse a mandare in merda il cassamortaro vestito da scaramacai…….insomma, tra bilanci fittizi, soldi all estero, malviventi che gravitano ormai fissi attorno al Verona calcio ( ricordate qualche anno fa a varese chi c’ era ? ), campionati venduti, ombra di scommesse clandestine, fusione ( ma son messi peggio di noi per cui non credo che…), fallimento e/o consegna della azienda al sindaco non saprei cosa pensare……pessimista dite ? da buon veneto e da ottimo Veronese ho i piedi non al suolo ma piantati dentro e il realismo è un bene magari demodè ma assai presente nelle mie scelte e analisi…fate vobis, e in ogni caso aspetto la fine di stò campionato che forse, e dico forse speriamo, vedrà questa banda di malvagi andar via dalla nostra città…perchè, sinceramente, non nè posso più di sentire il loro fetore venefico….

    • Parmenide scrive:

      Ora che si è’ proclamato imperatore, parafrasando Napolene ” Dio me l’ha data guai a chi me la tocca” diventando unico proprietario del Mantova, realizzerà ciò che non ha funzionato a verona.
      Avendo la referenza sulla sua capacità citando che ha salvato il verona dal fallimento, dirà che porterà ” la grande storia ” dei virgiliani agli splendori di un tempo ( e giù applausi ed entusiasmo da chi non aveva i soldi per le magliette) costruendo un centro sportivo, aprendo uno store, una crociera ma soprattutto uno stadio nuovo.
      Si, perché dove costruisci l’ospitalità al Martelli? Un presidente non può sedersi sui gradoni di cemento…. Per Dio! Ed il comune, privati ed amici vari saranno chiamati a guardare pompose slide con i luccichini.
      E so bale….. Fino a quando qualche agricoltore con allevamenti di bufale e Mercedes 190 ( capel incorporato) non ci casca.
      Se quest’anno il Mantova sale e’ fatta, il loro popolo si trova dal fallimento alla promozione e via con gli abbonamenti ( senza opliti ) e prezzi in rialzo e donne gratis allo stadio salvo poi togliere tutto l’anno dopo.
      Per loro fortuna non hanno vinto lo scudetto evitando la promozione ma se riesuma la famosa partita dove portarono via lo scudetto all’Inter allora i fortunati possessori del biglietto ( pergamena… Non c’era ancora la cellulosa) potranno avere lo sconto.
      Il ragazzo ha lo stampìno, a Bologna l’hanno cacciato, a Modena non l’hanno voluto, a Verona meglio non porti ospiti al Bentegodi ed a Mantova fotocopia garantita.
      Non può andar via perché a Mantova non ha il paracadute ed allora noi finanziamo, o meglio, il Mantova socializza i costi da noi!

    1. claudio scrive:

      BRAVO BELLE E GIUSTE PAROLE !!!

      1. Davide scrive:

        Come sempre… GRANDE MAURO, GRAZIE!!! Via tutti da Verona, subito!!! Orgogliosamente IO APPARTENGO ALL’HELLAS!!!

        1. stefano 50/60 scrive:

          ho letto i Vs. post qui da Mauro che ci ospita e ci fa sentire ancora parte del Verona…..questa auto purga che mi sono imposta è peggio di quanto pensavo ma in ogni caso le terrò fede, fino a quando queste tristi purulente fetide presenze saranno a Verona…..ho visto in diretta la conferenza stampa, termine inadatto, del demente inetto e purtroppo, per non farmi mancare nulla, avevo letto anche le dichiarazioni del sensale di porci padano sul giornale cittadino del giorno prima…..la faccenda, se verrà fuori ma anche no, è seria e sono sempre più convinto che dietro a questa cortina merdosa ci siano di quei casini che neanche nelle più pessimistiche previsioni possiamo immaginare……quando questa ciurma di delinquenti andrà via, forse alla fine del campionato, ma dopo anche ammesso che venga qualcuno, e non è scontato, la società potrà ripartire anche dal basso ?…..i bilanci sono a posto si mormora ma fidarsi di queste notizievuol dire cosa ?….presumo che giocatori ed allenatore siano l’ ultimo dei problemi, dietro c’è qualcosa di ben più serio…non è possibile che situazioni come queste possano star in piedi…non è possibile che proprietà e scagnozzi vari gestiscano così un valore tecnico senza dar ad un altro allenatore la controprova…..non è possibile che le istituzioni tacciano e faccian finta di nulla….non è possibile che da anni venga gente in panchina che accetta tutto e tutti……troppe stranezze, troppi misteri, troppa nonchalance, troppi casi di giocatori che vanno vengono denunciano, troppi giocatori che van in panchina da un momento all’ altro, giocatori che arrivano qua finiti e si rompono, la primavera in mano a gente che in altri luoghi non spazzerebbe neanche le righe del campo, ……campionati e partite ammaestrate……riflettete e se qualcuno ha ancora dubbi allora o è in malafede o è rincoglionito o….o controlla i social….

          • El Sa Tuto Lu (il rompi cazzo) Ex So Tuto Mi scrive:

            Stefano concordo con te che dietro c’è qualcosa di più grosso e più losco. Basta mettere assieme tutti gli eventi della dirigenza attuale e vederli come collegati …e 2+2 fa 4. Se lo ritrovo riallego un mio post di qualche mese fa in cui esprimo la tua stessa opinione di fondo. Ciao

          1. mir/=\ko scrive:

            Setti, D'Amico, Barresi, Grosso: SIETE PERSONE "NON GRADITE ALLA PIAZZA"! Non è il tggialloblu che vi rema contro, bensì tutta la tifoseria!

            1. Cesare Settore Superiore scrive:

              Ecco, anche io sono uno di quei 1.000 che fecero ore di fila in trepidazione per paura di non riuscire a procurarsi il biglietto.
              Che quel giorno rimasero quasi 2 ore in uno sconosciuto viale vicino all’università di quella merdosa città.
              Che furono obbligati ad entrare a partita iniziata, tra le fila di luridi containers allineati.
              Che si ritrovarono a ballare e cantare incurante delle bottigliette di piscio che ci piovevano in testa dagli spalti adiacenti.
              Che furono obbligati a rimanere dentro al settore ospiti fino alle 11 di sera, mentre fuori succedeva di tutto.
              Che alle 7 del mattino si ritrovarono per le ultime foto ricordo in piazza Bra, mentre uno degli spazzini che la stavano ripulendo ci diceva “Ma siete ancora qua?”, mentre noi rispondevamo “A dir la verità siamo appena arrivati”.
              Io sono uno dei tanti che un giorno incontrando casualmente il Presidente lo ringraziò a nome di tutta la città.
              Io sono uno di questi:
              https://youtu.be/GolMA34Uh-0
              E non ci sarà mai DS rozzo ed incivile che possa farmi pentire di ciò che sono.
              Potrai farmi stufare del momento attuale, forse.
              Ma quando lui e il buffone saranno solo uno sbiadito e sgradito ricordo io sarò ancora là sugli spalti a cantare e a far festa con i Butei.
              Perchè noi siamo l’Hellas Verona!

              • bruce scrive:

                Presente quel giorno, che ricordi! In quegli anni l’impresa di Salerno rappresentò la chiusura del cerchio della nostra resurrezione e non voglio essere blasfemo ma è l’unica paragonabile allo scudetto. Purtroppo oggi viviamo in un tempo che non ha più nulla di memorabile.

              • stefano 50/60 scrive:

                ri visto Cesare e ri commosso

              1. Tomhv scrive:

                Ghe aria de biscottone.. mi un centone sulla vittoria del Verona la sugo ..le x4 !!

                • Parmenide scrive:

                  Chi vinse a Firenze ultima spiaggia per Pecchia? Sarà ancor più facile capirlo a Spezia….
                  Bello sport il calcio, sano, pulito, onesto, valori, senza paracadute…..

                1. bomber scrive:

                  Mi hai tolto le parole di bocca. GRAZIE MAURO

                  1. stefano 50/60 scrive:

                    a proposito, andate su 1903 e leggete le dichiarazioni del ds dello spezia…..da ridere per non piangere….NON SIMAO OBBLIGATI A VINCERE DOBBIAMO DIVERTIRCI…..capito l’ antifona ?

                    1. stefano 50/60 scrive:

                      presente quella sera a san siro

                      1. El Sa Tuto Lu (il rompi cazzo) Ex So Tuto Mi scrive:

                        Ps per la redazione: se vi è possibile oltre ai filmati della Coppa dei Campioni pubblicate il servizio o qualche filmato di Brema. Fate vedere ai fenomeni della dirigenza quanti eravamo a Brema e l’entusiasmo che c’era. Ma anche negli spareggi salvezza, nei momenti sportivamente più bui ma con veri uomini in campo e nelle stanze dei bottoni.
                        Ps 2 per l’amico Peter: se intendi la coppa italia col mandorlo in piccionaia a San Siro eravamo più di 8.000, tutta la curva più metà tribuna laterale. L’ Io Credo Risogerò’ di quella sera riecheggia ancora!! Penso l’abbia udito mezza milano hahaha su youtube ci sono dei filmati fatti da interisti che sganasciano e sono impressionati. Anche i tifosi del piacenza nel loro canale youtube ci rendono onore. Anzi sapete che vi dico? Adesso vado a rivederli.

                        1. mir/=\ko scrive:

                          Caro Tony D'Amico, se lei non se ne fosse accorto, Verona meriterebbe di militare stabilmente in serie A… Qualcuno, in questa SPLENDIDA CITTÀ e davanti ad una SPLENDIDA TIFOSERIA, tempo fa parlava di 1) CENTRO SPORTIVO, 2) ALZARE L'ASTICELLA 3) MODELLO BORUSSIA DORTMUND 4) INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL BRAND… ora mi dica: " chi ha il diritto di averne le palle leggermente piene di questa misera situazione in cui versa il Verona??? lei oppure il popolo gialloblu che segue letteralmente basito (eufemismo!!) le performance della squadra, del suo grande allenatore, del suo "elegante" direttore sportivo e del suo presidente/padrone???

                          1. El Sa Tuto Lu (il rompi cazzo) Ex So Tuto Mi scrive:

                            Una volta. Una volta quando dovevo applaudire, spronare, contestare andavo all’antistadio. Ora dove vado? Dove posso incontrare e guardare in faccia un DS che mi ha ROTTO IL CAZZO?! Una volta tanto tempo fa ai tempi di Bagnoli i giocatori uscivano dallo stadio, attraversavano la strada per emtrare all’antistadio e si portavano da soli le sacche dei palloni, gli ostacoli, i coni e tutto il materiale per l’allenamento. Attraversavano la strada capito? Senza bisogno di sottopassi, transenne, porte chiuse. Perché erano uomini veri, si impegnavano sempre, giocavano al di sopra delle proprie possibilità tecniche e atletiche. Non avevano nulla da nascondere ne di che preoccuparsi. Spevano di essere dei privilegiati a guadagnare stipendi altissimi GIOCANDO. La maggior parte di quel gruppo a fine carriera ha proseguito come allenatore, opinionista commentatore o è tornato al lavoro normale. Adesso la gran parte di questi mercenari viziati giocano enormemente sotto le proprie capacità e potenzialità. Sono serviti e riveriti, non hanno il coraggio di metterci la faccia nemmeno una volta. La loro fortuna è che sanno (poco) giocare a pallone…altrimenti nella vita sarebbero dei falliti incapaci di fare qualunque lavoro o di formulare una frase senza errori grammaticali. Voglio vedere di questi cialtroni chi diventerà allenatore, opinionista, prenderà una laurea o si metterà a lavorare. Andate a lavorare in miniera anziché farvi scrivere la vostra biografia a 19 anni!!!! (El fenomeno dell’Inter … ndr). Avete rotto il cazzo. Il tempo degli onori è finito, o può finire all’improvviso, è un attimo. Vale anche per te DS. Chi cazzo credi di essere? Bella figura di merda hai fatto. ‘Quel del formaio inle cata tuti’ e io sarò sulla riva del fiume.

                            1. Peter scrive:

                              Ciao Mauro ,
                              Che dire o aggiungere ?
                              Abbiamo capito perché fino ad oggi non aveva mai parlato….. e come se io andassi Mongolia a parlare ai mongoli …..
                              un uomo tipicamente strutturato , con grandi capacità relazionali , abituato a lavorare sodo, con un bel orologio , un bel anello , probabile catena d oro al collo e con tanti amici nei vari autogrill d Italia ..
                              faceva lo scouting dicevano, chissà , ma era il migliore di tutti e infatti il più grande presidente di sempre che vi vede lungo , infatti ordinò l acquisto del mxicano marquez , poi pecchia di cui assicuro avesse la fila per avvalersi delle sue strategie , solo per citare un paio di chicche , lo incaricò di rastrellare tra le varie miserie del nostro calcio e a costo zero , giocatori di Bari , Cesena etc che miseramente fallivano ….
                              Credo Mauro che prendere giocatori da aziende che falliscano non sia poi così alto , un pochino come comprare le case alla sta per famiglie che non riescono a pagare il mutuo……. ci vuole il pelo .

                              Chiudo ripensando ad Albertazzi , Pazzini, fossati, calvano …. etc età ….stranamente tutto torna e alcune dinamiche a cui onestamente si faceva fatica credere , ora purtroppo si capisce sempre con maggior chiarezza .

                              Perdonami se torno alla lettera del PRESIDENTE che scriveva al presidente … ma è veramente triste ripensare a quell entusiasmo che generava quel piccolo grande uomo e la sua gente di Verona , quei 3000 di martedì sera a Roma con Lazio e lui sotto la curva con Abodi , quei 5000 in piccionaia a San siro che facevamo tremare con i nostri cori… Salerno …El mandorla uomo vero ..
                              Me vien le lacrime agli occhi ora veder che dell Hellas anche nei bar ….non se ne parla più …

                            Lascia un Commento

                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                            Accetto i termini sulla privacy

                            *