16
mar 2019
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 23 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.067

NON MERITIAMO… PUNTO!

Il Verona di Grosso è questo, non dovremmo oramai stupirci di nulla. Nel momento in cui stai per rientrare, benché momentaneamente, in zona promozione diretta, ecco che la stessa si allontana. E più che per merito degli avversari, per un’inclinazione “tafazziana” da parte del Verona a martellarsi i coglioni da soli.

Del resto, Cosmi lo aveva dichiarato in un’intervista alla Gazzetta, solo pochi giorni fa: “Grosso, forse troppo integralista”. Integralista? No caro Serse… insistere con un giocatore come Marrone centrale di difesa,  che da inizio campionato di partite ne avrà azzeccate si e no due, (anche con l’Ascoli il peggiore in campo) e per farlo, arrivare a scombinare tutta la difesa mettendo ben due giocatori fuori ruolo (Bianchetti terzino, lui che è un centrale e Faraoni centrocampista, lui che è un terzino), non è essere integralisti… è essere stratosfericamente scarsi.

La verità? La scriveva il buon Barana in tempi non sospetti: “Siamo da play off”.  Punto.

Li meritiamo perché almeno 2 squadre (se non di più, giocano meglio di noi).

Li meritiamo perché almeno 2 allenatori di B (ma anche 3-4-5-6-7…) sono più preparati, capaci  e convincenti di Grosso.

Li meritiamo perché almeno 2 DS hanno allestito formazioni più equilibrate e con un “senso”, ovvero senza i tanti equivoci tattici quanti ne conta invece il Verona.

Li meritiamo perché almeno 2 presidenti di B  (solo due? ah ah ah…) hanno fatto e stanno facendo meglio di Setti e senza i 20 milioni di paracadute e altrettanti da cessioni.

Gli unici a non meritarli i playoff, sono i  12000 tifosi accorsi allo stadio nella speranza che nonostante presidente, allenatore e DS, i giocatori potessero fare il miracolo.

Miracolo che è invece arrivato per noi da un arbitro scarso come pochi, che non ha espulso Marrone per un fallo da “rosso porpora” che avrebbe giustamente lasciato i gialloblù in 10. E chissà che partita diversa sarebbe stata.

Appena Palermo e Lecce recupereranno la partita in meno (e i siciliani hanno pure già riposato) e noi ci fermeremo per la sosta, ritorneremo dove meritiamo di essere: quinti, sesti o addirittura settimi.

Fidatevi di me. Queste galoppate verso la vetta, foriere di immediate quanto immancabili delusioni,  fanno solo male al cuore.

 

 

 

 

 

 

2.067 VISUALIZZAZIONI

23 risposte a “NON MERITIAMO… PUNTO!”

Invia commento
  1. schetch scrive:

    Non sono tanto d’accordo quando si vuole buttare la croce addosso alla curva per una mancata forma di protesta dai toni decisi…più che decisi stile anni 80/90 per capirsi. Anch’io sono stato in curva in quegli anni e trasferte col bastone in mano ne ho fatte a iosa, solo che ci sono delle piccole differenze tra allora e oggi: telecamere dappertutto, DASPO, social, ecc ecc. Ora se dici stronzo su FB ti becchi una denuncia mentre a quei tempi si poteva girare attorno al Binti andare nella curva avversaria tanto per fare un semplice paragone.
    Insomma credo si che qualcosa si possa fare in più anche oggi, ma non c’è molto spazio, e con il padrone che ci ritroviamo che ha la querela facile chiudi il cerchio.

    1. stefano 50/60 scrive:

      beh mi consenta……auguri a tutti i papà che spiegano ai figli cos’è il Verona, dicendo loro che amare una maglia è per sempre, nella salute e nella malattia in miseria e povertà non solo in ricchezza, è spiegare che la sconfitta come la vittoria fa parte della vita….ed è spiegare che fare finta di farsi male, fare finta di perdere come di vincere è da falsi padri…..il Verona è vero, è unico, e non è assolutamente di gentaglia che lo usa come quando va a puttane…io l ho detto a mio figlio, fatelo anche Voi…..w il papà, w il Verona…….miseria malattia e disgrazia a chi usa il Verona…..e cagotto cò lè sranze a chi lecca il culo del proprietario di turno…

      • Mariino scrive:

        Il problema Stefano è che ora bisogna spiegarlo ai nipoti che crescono in questo periodo sportivo e societario nefando

        • stefano 50/60 scrive:

          tè ghè reson Mrino…ma a questo o ghe vedo la sciafai a mè neodo e ghe lo digo mi o ghe lo dirà me fiol…ai posteri etcetc

      1. Mariino scrive:

        Prima o poi grosso lascerà il Verona,questo è certo-Supponiamo che in quel momento qualche presidente faccia delle valutazioni sul mister per un’eventuale ingaggio.
        1) Curriculum attuale.Squadre allenate: Bari e ora il Verona.Per sintetizzare i risultati non eclatanti, ne carne ne pesce considerando che si parla di due squadre di certa levatura.
        2) Confusione tattica evidente nello schierare le formazioni.Diabolica perseveranza,fatto salvo quando serve vincere per salvarsi le chiappe sulla panchina.
        PS.Ora si potrebbe pensare che se l’allenatore è capace ma condizionato dall’ambiente societario, allora sarebbe peggiore di un’ allenatore inesperto.Quindi secondo me sarebbe più adatto in un campionato come quello giapponese.

        • Cesare Settore Superiore scrive:

          Mariino, non bisogna mia giudicar un’auto par come l’è fatto el portellon davanti.
          Lasselo perdar el cofano, guarda la macchina intera e ci le guida…

        1. andrea scrive:

          marino e matteo
          penso che i giocatori sappiano che non lo mandera mai via e quindi si adeguano. Il magliaro gli avra fatto il contratto subordinato alla permanenza in b, e anche lo mandasse via gli costerebbe e sarebbero soldi tirati via dalle sue tasche..le sue, non quelle del Verona..sull incapacita del soggetto non ci sono dubbi..ma è stato preso proprio per quello quindi er mudanda da carpi è in linea con i suoi piani. La cosa certa e che siamo nella mer…da fino al collo, non immagino neanche i prossimi campionati con questi

          1. stefano 50/60 scrive:

            peccato che brown non sia stato mandato fuori dal campo venerdì perchè avremmo sicuramente vinto in dieci, senza lui è come giocare in undici e anche meglio….detto ciò quella bella persona che sappiamo non ha perso l occasione di magnificare la sua creatura biancorossa…eh son soddisfazioni eh, peccato non se ne vada ora la e per sempre….chissà perchè…

            1. stefano scrive:

              concordo con @giordano….LA SUD CHIEDE DI ANDARE ALLO STADIO CON I COLORI GIALLOBLU???? BUFFONI ANCHE LA SUD….. SI STA A CASAAAAAAAA

              • Maxhellas scrive:

                Ma come buffoni?
                Hanno attaccato gli adesivi e fatto una cartellonata contro Setti e 2 striscioni su D’Amico!
                Che vuoi di più?

              1. Matteo scrive:

                (el Teo)
                penso a tutte le gare dove un allenatore rischia la panchina…quasi sempre le squadre perdono apposta per sollevarlo dall'incarico.. qua da noi è certezza al 100% che lo salvano…misteri

                1. claudio scrive:

                  e mi dispiace che la SUD si faccia prendere per il cu@o !!!!!!!!
                  ma tant'è…..ogni epoca i suoi tifosi !

                  1. claudio scrive:

                    anche io Andrea!…….tu non sai la tristezza che ho nel cuore !!!!

                    1. andrea scrive:

                      sono
                      tifoso del verona da 50 anni, mio padre ci portava ogni domenica allo stadio quando si giocava in casa. Ho dei ricordi meravigliosi, il tifo della gente, la passione, che si andasse bene o male c era un fermento, una partecipazione, garonzi che si incazzava, zigo incontenibile nei momenti migliori. Adesso non c e piu niente, non esiste piu niente. Personalmente non me ne frega un caz…zo se andiamo in a, con questo tumore di società non c e futuro, speriamo di liberarsi in fretta dal cancro, è lampante che giocano x il paracadute. Dovrebbero indagare x campionato falsato. Il Verona non esiste piu, quindi anche quando si segna non mi fa ne caldo nè freddo
                      Questo e quello che ci ha dato il magliaro girocontaio

                      1. Esteban scrive:

                        Il saugo etilico che ama gli agoni canori si agita senza posa sul blog di Vighini per arginare il disvelamento del segreto di pulcinella. Tanto stoico quanto insensato e privo di dignità. Tutta Verona sportiva è unanime nelle impressioni e nel giudizio, ma i talebani non mollano e non solo diffidano i più passionali e generosi dal prendere iniziative concrete, ma addirittura vorrebbero diffondere a macchia d’olio un atteggiamento lassista e omertoso che è quanto di più distante dall’essere veronese.

                        1. bomber scrive:

                          Go la strana senzazion de vivar come in quei film, dove el protagonista el se sveia a la matina el rivive la giornata identica a tute le altre . PUNTO e a CAPO. QUANDO FINIRÀ STA MALEDIZION. (VADE RETRO SETTI)

                          1. SETTI VATTENE scrive:

                            c'è poco da fare.. quando uno è un BUFFONE , è un BUFFONE

                            1. hellaS 8 scrive:

                              se fossimo un po' più al sud .vedi cosa accadeva il direttore lo sa cosa gli aspettava

                              1. giordano fedrigo scrive:

                                Non sono d'accordo sui tifosi…… ci meritiamo questo è di peggio visto che non siamo in grado di contestare civilmente ad oltranza…. bastano 3 vittorie e tutti a correre allo stadio…. si ce lo meritiamo anche noi

                                1. Tomhv scrive:

                                  L’equazione le : più si comincia a crederci meno loro si impegnano !! Grosso la deliberatamente messo marrone in campo per ovvi motivi ( paracadute) non ci sono spiegazioni.. qua ci prendono in giro a loro piacimento e noialtri se illudemo ogni volta .. e ancora e ancora e ancora ..

                                  • Ciccio2 scrive:

                                    Ha messo marrone perché gli piace. Senza secondi fini…sarebbe troppo per uno come lui. Comunque non è solo marrone il problema. Non sarebbe neanche male essere da playoff. È che questa squadra non ha la continuità per poterli vincere…

                                Lascia un Commento

                                Accetto i termini e condizioni del servizio

                                Accetto i termini sulla privacy

                                *