09
apr 2019
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 17 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.427

UN COVO DI PERDENTI

ERA ORA.

Non ci crederete ma al triplice fischio di chiusura dell’arbitro Giua mi è spontaneamente uscito un sospiro di sollievo. Già, perché la speranza che ogni tifoso cova dentro di se, a dispetto di tutto quanto è accaduto e sta tragicamente accadendo  in seno al nostro Hellas Verona, altro non è che un pugnale che in un tragico valzer di risultati e prestazioni, scava nel cuore, ma senza finirci, lasciandoci così…  in preda ad una lenta agonia per dissanguamento.

Inesorabile, il pensiero razionale ha infatti da tempo emesso i propri verdetti: “siamo una squadra da playoff”, “troppe formazioni ci sono superiori”, “per quanto fatto non meritiamo assolutamente la A diretta”.

La prima sentenza è quindi arrivata e segna l’ennesima sconfitta dell’era Setti.

Grosso come si avvertiva sin dal ritiro si è dimostrato totalmente inadeguato al traguardo prefissato.

D’Amico, responsabile di aver creduto in lui, sembrerebbe (voci di corridoio) essersi recentemente ricreduto… ma è stato di fatto esautorato dalla Società nel momento in cui la stessa ha bloccato l’esonero di Grosso e l’arrivo di Cosmi.

Potremmo spendere fiumi di parole ma la sostanza non cambia. Setti è un male per il Verona e rivedremo la luce in fondo al tunnel solo quando se ne andrà.

Il campionato tuttavia prosegue. Ci sono i playoff da difendere (lo avreste mai detto lo scorso Agosto?). C’è quindi lo spettro di un’altra speranza (provare a vincerli) che aleggia dentro di noi.

COME PROVARCI?  PARTENDO DAL CAMBIARE IMMEDIATAMENTE ALLENATORE.

Grosso infatti non vincerà mai i playoff. Questo lo sa bene anche Setti. Per questo la sua conferma sulla panchina dell’Hellas sa di resa incondizionata.

Del resto basta guardare bene per accorgersi che la cabina di comando è frequenta da un covo di perdenti (inteso come gente che nei rispettivi ruoli non ha mai vinto nulla)…  dal presidente che dei propri errori impara solo a ripeterli (ricordate le sue parole sul mancato esonero di Pecchia lo scorso anno?), al DS D’Amico, la cui carriera è probabilmente finita prima ancora di incominciare, per arrivare a Fabio Grosso, la cui competenza è pari solo alla sua presunzione, senza dimenticare i giocatori, rei di aver accettato del loro allenatore, una concezione di calcio assurda, errori macroscopici, scelte scellerate, la continua ricerca di soluzioni a botte di formazioni sempre diverse, e cosa ancor più grave, avergli salvato il culo con prestazioni convincenti salvo ripiombare da subito nella più totale mediocrità calcistica.

AVETE FALLITO IL PRIMO OBIETTIVO… PRONTI A FALLIRE I PLAYOFF ?

1.427 VISUALIZZAZIONI

17 risposte a “UN COVO DI PERDENTI”

Invia commento
  1. die980 scrive:

    Mauro,
    perchè non aprite un sondaggio su chi veramente vorrebbe andare in serie A con questa società (DS e allenatore compresi ovviamente)?

    1. Jolly Roger scrive:

      Vorrai dire la cui INconpetenza e’ pari solo alla presunzione

      1. Giampaolo62 scrive:

        ci vorrebbe la cacciata dei mercanti dal Tempio

        1. Mariino scrive:

          Mauro el carpinaro lè a npasso dal paracadutin,disito che se lo lassa scapar?Figurate

          1. mir/=\ko scrive:

            i giocatori sono lo specchio di questa società! una società che si esprime ai vertici nei Dilettanti. credo non si debba aggiungere altro. il Bari fallimentare costruito da Sogliano aveva ottime individualità… i nostri dirigenti non sono riusciti nemmeno a portare GRATUITAMENTE al Verona i profili migliori. ecco come siamo ridotti!

            1. Davide scrive:

              PRONTI (loro), io NO! Dai playoff, oggi, usciremmo subito e male: pessimista? NO, REALISTA!! E a dirla tutta non è detto che faremo i playoff… Grazie sempre Mauro, IO APPARTENGO ALL’HELLAS /=\

              1. hellaS 8 scrive:

                Mi offro gratis per queste ultime giornate tanto peggio di così

                1. Gigi scrive:

                  squadra a Davide Pellegrini subito. E tutti in ritiro.
                  Meglio l allenatore dei pulcini che il diplomato a coverciano

                  1. Maxhellas scrive:

                    Mauro, mi spiace dirtelo, ma anche tu non hai capito molto dell’era Setti.
                    L’obiettivo è tutt’altro che fallito: i 10 milioni residui di paracadute sono li alla portata di mano.
                    Come non si è fallito nulla l’anno scorso (25 milioni), l’anno prima (promozione per poter prendere il secondo maxi paracadute retrocedendo l’anno dopo) e l’anno prima ancora (retrocessione per il primo maxi paracadute.
                    Finché ci ostiniamo a non voler leggere l’andamento del Verona degli ultimi 4 anni alla luce dell’obiettivo paracadute, continueremo a non capire nulla.
                    Se ci pensiamo, infatti, basta riposizionare il focus della società sull’attività tanto nota a Boscomantico e tutto magicamente si rivela logico e coerente. Altro che perdenti e incapaci!

                    • Domenico scrive:

                      Sono pienamente d’accordo con te. Purtroppo per noi il presidente sta mungendo la tetta e quando questa avrà esaurito l’ultimo goccio di latte ci saluterà con il gesto dell’ombrello. /=\

                      • Maxhellas scrive:

                        Faccia il gesto che preferisce, ma se ne vada una buona volta, per Dio!
                        Io francamente preferisco tornare a vedere il Real Marcianise al Bentegodi, ma con un presidente appassionato e attaccato a maglia e colori!

                    1. MarcoHVR scrive:

                      Playoff o no, la Settese ha raggiunto il propio obiettivo: il paracadute!
                      I playoff: solo grasso che cola!
                      Ammettiamolo i coglioni siamo SOLO NOI che rinnoviamo l'abbonamento, che corriamo allo stadio solo perchè nella partita precedente i nostri eroi hanno corso un po' di più del solito, che andiamo in trasferta sperando inutilmente in una prestaziobe degna dei nostri colori e della nostra storia.
                      Sì, i coglioni siamo SOLO noi che non abbiamo fatto nulla In 4 ANNI per cambiare tutto questo letame.
                      E gli Imprenditori Veronesi non ci hanno tradito anche loro? Loro che potrebbero metter fine allo scempio e diventate i salvatori della patria, dove sono?
                      Imprenditori de che?

                      1. Arnoldfranco scrive:

                        personalmente, mio malgrado, mi auguro di non essere promosso in serie A e subito fuori dai playoff. Perché con questo ds e pseudo_allenatore figure di merda come l'anno scorso non sono assolutamente in grado di sopportare. Quindi continuiamo in serie b che con queste scelte del sig.Setti sono è quello che è giusto che sia. e quando finiranno i paracaduti speremo chel venda.

                        1. Stefano Tinelli scrive:

                          Bravo Mauro! Hai descritto in pieno tutte le mie perplessità…e aggiungerei anche…”ma siamo proprio sicuri che sia buona cosa sperare di essere promossi se poi la proprietà e probabilmente la dirigenza rimangono le stesse?” Non è che mi garba più di tanto ad andare a fare la figura dei pellegrini in giro per l’Italia…

                          1. Mattia scrive:

                            Io non sarei proprio sicuro che andiamo ai playoff con il calendario che abbiamo

                            1. Paolo scrive:

                              Ma anche se vincessimo i play off, che ci andiamo a fare in serie A con setti? Vi siete già scordati come andò l'ultima volta?

                              1. Luca scrive:

                                CURVA SUD MARCHE

                                MISERIE!

                              Lascia un Commento

                              Accetto i termini e condizioni del servizio

                              Accetto i termini sulla privacy

                              *