19
nov 2019
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 11 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.827

CIAO ROBERTO… MITO GIALLOBLÙ

È una di quelle notizie che non ti aspetti, che ti lacerano il cuore e gelano il sangue.

La “Voce dell’Hellas Verona”, Roberto Puliero se n’è andato improvvisamente, lasciando nel dolore i suoi cari, i tanti attori cresciuti con lui nella sua Compagnia Teatrale “La Barcaccia”, ma soprattutto le migliaia di tifosi gialloblù  di ogni età che con lui, o meglio con la sua voce, hanno gioito e pianto.

Una voce stanca, quasi sofferente, quella che ha accompagnato la tripletta promozione nella finale Playoff col Cittadella, ma cuore e anima erano quelli di sempre

Conservo ancora l’audio cassetta con tutti i gol della stagione dello scudetto raccontati dalla voce di Roberto; quella serie infinita di “Reteeeeeeee… Alè Alè Alè…Bum Bum Bum… Golgolgol…Nanunanunanu è così via”, sino al brivido finale di Bergamo: “È finitaaaa… Campioni… Campioni…  Alè Alè Alè…”

Insieme abbiamo condiviso i festeggiamenti pre partita di Verona-Avellino, e la successiva serata in Brà. Momenti che Roberto ha reso indimenticabili scrivendo pagine di raffinata radio cronaca su Radio Adige prima e Radio Verona dopo.

Aveva un nomignolo per ogni giocatore, che puntualmente intercalava tra nome e cognome nel leggere dagli altoparlanti del Bentegodi la formazione del suo e nostro Verona.

La sua passione e il suo grande talento teatrale lo portavano spesso a romanzare un cross, una triangolazione, facendoci palpitare il cuore appena gli avversari superavano la metà campo. Era il suo stile, unico e inconfondibile.

Digitalizziamo i momenti che solo un cantore come Roberto ha saputo rendere epici al di là del successo sportivo, affinché nulla vada perduto e si possa, Dio volendo, raccontare da nonni ai nostri nipoti, di un grande uomo la cui voce è stata colonna sonora di Scudetto, spareggi e finali.

Ci mancherà Roberto, e tanto. Mancherà il suo entusiasmo genuino. Quel suo gioire alla “sudamericana”, ancora oggi unico ed inimitabile.

Verona gli voleva bene. Tutti gli volevano bene e questo è sicuramente il gol più importante che ci ha raccontato .

Merita un posto d’onore nella lunga e gloriosa storia del Verona Hellas.

Sicuramente lo ha nel nostro cuore di tifosi, nei Butei di ogni età e tempo.

Piangiamo oggi un grande uomo, un grande artista e un grande tifoso di cui mi onora l’aver condiviso il tripudio e l’estasi tricolore.

Ciao Roberto… ci rivedremo un giorno… “lassù, nel ciel”.

 

 

 

 

 

1.827 VISUALIZZAZIONI

11 risposte a “CIAO ROBERTO… MITO GIALLOBLÙ”

Invia commento
  1. Cesare Settore Superiore scrive:

    C’erano tantissimi necrologi e ringraziamenti e partecipazioni commosse sul giornale cittadino.
    C’era persino quello di Campedelli e dei tristi, che ho apprezzato comunque.
    Pero’ non ne ho visto nessuno della societa’ anche se non ho guardato l’Arena di ieri. Mi e’ bastato vedere la totale mancanza di qualsiasi loro partecipazione alla pagina dei necrologi di mercoledi.
    E’ bastato per farmi venir voglia di scapparmene via dalla rabbia, di urlare, di inveire contro chi ha ancora una volta snobbato e sminuito un grande Uomo. Neanche la notizia della scomparsa di un grande Veronese e’ bastata a smuovere le coscienze di chi non riesce a star male nemmeno di fronte a una tale perdita.
    Non vi meritate nemmeno la mia indifferenza, piccoli esseri spregevoli!

    1. Parmenide scrive:

      Ciao Roberto, ci mancherai e da lassù goditi questo signore che di teatralità se ne intende!
      https://sosfanta.calciomercato.com/ultimora-balotelli-cacciato-da-grosso-fatto-fuori-dallallenamento-gli-ha-urlato/

      1. Maxhellas scrive:

        Grazie Roberto.
        Eri, e rimani, parte della mia vita. Parte delle emozioni tra le più belle e forti che ho vissuto.
        Grazie!

        1. bruce scrive:

          La mia passione per l’Hellas Verona è nata grazie a mio Papà e a Roberto Puliero che con le sue radiocronache ha accompagnato le mie domeniche pomeriggio per molti anni, per questo penso che oggi è morta una parte di noi, un qualcosa che non tornerà più e che è difficilmente spiegabile a chi non l’ha vissuto. Ciao Roberto, il tuo Reteeeee urlato a squarciagola farà per sempre parte del vocabolario della nostra storia, una storia non scontata, come la tua, fatta di umanità e passione, gioie e dolori ma sempre affrontati a testa alta e con l’Hellas Verona e Verona nel Cuore.

          1. Nessuna Resa! scrive:

            Ciao Roberto, grande, immenso cuore gialloblù! Sono cresciuto con le tue mitiche radiocronache, poi ho apprezzato le tue satire televisive ed i tuoi motivi personaggi che tanto divertivano ed infine ti ho apprezzato come attore nelle tue divertenti commedie a teatro. Oggi Verona perde un grande uomo, un grande veronese ma il tuo ricordo rimarrà sempre in tutti noi!
            Per Sempre Voleremo in alto…ciao Roberto!

            1. guido rensi scrive:

              Con te Roberto se ne va un pezzo della mia vita, un pezzo molto bello della mia vita. Oggi ho pianto perché ho ricordato quanto è stato unico quel periodo in cui io, mia mamma e mio fratello andavamo allo stadio bardati di gialloblu e mio padre con mia nonna ti ascoltavano alla radio per poi parlare a cena tutti insieme delle imprese del nostro amato Hellas. La domenica di trasferta c'era un appuntamento fisso con la tua voce, attaccati alla radio. Ti ringrazio per tutto questo

              1. stefano 50/60 scrive:

                ROBY UOMO LIBERO……….PER SEMPRE GIALLOBLU’…
                AL TEATRO A SAN MICHELE………..disse agli amici questo, indicandomi, lè el butel che m ha fato capir de smetar de zugar al balon……..da dilettanti…..divertendoci…era già sofferente, ma lo abbracciai come sempre……ho giocato con i 4 fratelli all oratorio…..e lo seguivo all arsenale nelle sere d estate………hai un posto nel libro del Verona Roby….e vivi con noi allo stadio ed in trasferta….come a graz a belgrado a utrecht a stettino………come a brema………….NOI NON MORIREMO MAI, MA CAMBIAMO SEMPLICEMENTE DI POSTO…………..con affetto Roby, Stefano 50 /60….

                • stefano 50/60 scrive:

                  mi giungono ora segnalatimi da un amico un paio di commenti di un paio di subumani nati per un difetto del preservativo usato dal padre marcio di codeste merde…..tipo che mancherà non tanto al Verona ma a Verona…tipo che noi stiamo addosso a pelù per il gemellaggio e non al Roby nostro ed altre delicatezze simili….a costoro dico che una buca con molta calce viva sopra sarebbe la loro casa ideale, l’ ultima…..per liberare così il mondo da amebe che vivono nella merda si nutrono di merda e moriranno nella merda….miserrimi vigliacchi voltagabbana crepate e fatelo in fretta che ammorbate l aria con il vostro laido fetore….

                1. ak47 scrive:

                  anche lassù continua a gridare RETEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!. Ciao Roberto

                  1. PierinoFanna scrive:

                    … ed ecco Fontolan che spazza via alla viva il parroco… Ma ecco ora… Galderisi, Galderisi, Galderisi, Galderisi….. GALDERISI…. RETEEEEEEEEEEEE ALÈ ALÈ ALÈ ALÈ BUM BUM VIVA VIVA VIVAAAAAAA la c’è la Giustiziaaaaaaaaaa ..

                    1. hearthellas scrive:

                      Erimo una marea…
                      Quanti?
                      …Quatro

                      Dedicato ai tristi

                      Ciao Roberto

                    Lascia un Commento

                    Accetto i termini e condizioni del servizio

                    Accetto i termini sulla privacy

                    *