17
feb 2020
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 33 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.643

IL TIFOSO INNAMORATO

Ci si può  innamorare di una persona così perdutamente da accettare l’inaccettabile?

E’ degradante certo, deprecabile aggiungerei. Si può arrivare alla negazione della dignità umana arrivando al totale annullamento del proprio orgoglio.

Tutti bravi a dire: “io mai”.  Eppure con i dovuti distinguo, è esattamente quello che spesso accade al tifoso innamorato.

L’amore per la propria squadra del cuore ha infatti molte delle devianze che l’amor sentimentale propone come il peggio di sè.

Ne ami i colori, la sua vita (storia), ti piace per quella che è. La vorresti sempre bella, affascinante, ma alla fine la ami anche nella sua forma peggiore, anche quando è a dir poco impresentabile. Finisci per amarla anche quanto ti tradisce… non una ma più volte. Eppure sei li che non riesci a lasciarla.

Abbiamo amato il Verona nello sfarzo della sua meravigliosa bellezza (Campioni d’Italia, Coppe europee e finali Coppa Italia) , non di meno però anche nelle tristi stagioni della cadetteria… e nemmeno la bruttezza e lo squallore della Lega Pro  ci hanno fatto allontanare, anzi, proprio nell’istante  in cui il nostro Hellas viveva uno dei momenti più difficili e bui, noi lo abbiamo sostenuto, tenuto in vita, sussurrando o a volte urlando, “non ti lasceremo mai”. A dirla tutta lo abbiamo amato forse come mai prima di allora. Perché l’orgoglio puro esce nelle difficoltà… quello legato alle vittorie lo lasciamo agli strisciati bianconeri, inconsci che la loro è null’altro che boria, travestita da orgoglio.

Abbiamo  passato anni chiedendoci come potesse il nostro Hellas essersi ridotto cosi male. Sarebbe bastato un  po’ di amore da parte di chi lo teneva tra le mani… e invece no… stagioni di riscatto alternate ad altre di profonda pena  e desolazione.

Eppure anche li io c’ero… annullandomi di fronte allo scempio, al saccheggio morale (e non solo), rinnovando ogni volta il mio incondizionato, appassionato amore.

“Ora sei bello mio caro Hellas… splendi e da tutti sei ammirato. Facile quanto eccitante amarti ora.

Ti godo in questa meravigliosa giornata (stagione), orgoglioso di quanto sei splendido, magico, entusiasmante…  ma devo essere sincero: non mi fido di te, per niente.

Il tuo animo non è limpido, le zone d’ombra troppe e torbide, il tuo sguardo è quello di una Femme Fatale che inebria e illude, ma che so mi deluderà ancora, con nuove menzogne e promesse da marinaio. Perché in amore purtroppo non si cambia…  tu sei e resterai quel che sei e dietro il trucco che ti rende affascinante, l’anima che ti possiede non mi piace per niente.

Pessimismo?  No di certo… così fosse ti avrei già lasciato da tempo (smettendo di seguire il calcio)… ma come vedi invece  io sono ancora qui…e sempre ci sarò, a sussurrarti il mio: “non ti lascerò mai solo”… è alla fine questa, la dolce condanna del tifoso innamorato.”

 

 

 

2.643 VISUALIZZAZIONI

33 risposte a “IL TIFOSO INNAMORATO”

Invia commento
  1. wallace scrive:

    più
    guardia de finansa, e manco pastroci

    1. Angossa scrive:

      Meno commercialisti, più tifosi! :lol:

      1. Simone scrive:

        A me farebbe comodo che il Verona fosse in mano ad un imprenditore in carta e con un’azienda importante (unica garanzia realistica per me per stabilizzarsi davvero in A), e lo dico da sempre. Un’azienda che è cresciuta fino a qualche anno fa ma che da tot si è stabilizzata con un fatturato che va dai 50 milioni scarsi e i 40 milioni abbondanti l’anno (https://www.reportaziende.it/antress_industry_spahttps://www.informazione-aziende.it/Azienda_ANTRESS-INDUSTRY-SPA-ABBREVIABILE-IN-ANTRESS-SPA) a me non dà nessuna garanzia in questo senso. Quindi se arrivasse uno più importante ne sarei sono contento. Sui minibond, questi sono tutti i pezzi che ho trovato: https://www.money.it/Minibond-cosa-sono-e-come-funzionano , https://www.ipsoa.it/documents/finanziamenti/imprenditoria/quotidiano/2019/10/12/minibond-chance-pmi-cerca-finanziamenti , https://www.pmi.it/economia/finanziamenti/approfondimenti/111477/minibond-come-funzionano.html , https://www.zenitsgr.it/minibond-quali-sono-i-vantaggi-per-gli-emittenti/ , https://www.tidona.com/i-mini-bond-uno-strumento-di-finanziamento-alternativo-per-le-pmi/ , http://minibond.it/. Per chi volesse farsi una cultura sull’argomento, qui ce n’è. Sui minibond della Antress, ecco altri articoli da leggere: https://www.mffashion.com/news/livestage/mini-bond-da-4-milioni-per-antress-industry-201812191629439288 , https://voce.it/it/articolo/2/aziende/minibond-antress-tenax , https://www.milanofinanza.it/news/mini-bond-da-4-milioni-per-antress-industry-201812191629439288 , http://www.palladiocf.it/it/news/antress-industry-spa-emette-un-mini-bond-da-4-milioni-interamente-sottoscritto-da-tenax-capital.html . Tutta ‘sta pappardella (che dubito molti leggeranno) per dire che i pezzi sull’argomento minibond e Antress dicono più o meno tutti le stesse cose. I prestiti dei vari giocatori del Verona stanno aiutando a far risalire le squadre in questione, Spezia ed Empoli in particolare. E a La Spezia era da un bel po’ che non succedeva. Chissà cosa si saranno detti i due proprietari durante quelle trattative. Magari lo scopriremo presto… Sui giocatori in questione, forse invece della qualità c’è.

        1. wallace scrive:

          simone
          me la prendo con te xche, guarda caso, peschi sempre gli articoli che giustificano setti. I mini bond sono prestiti nella maggior parte dei casi senza copertura, che viaggiano fuori del circuito tradizionale, in cui chi li compra si assume la marea di rischi, ed infatti ti pagano il 7%. Prova a prendere obbligazioni ordinarie, che ti pagano si e no il 2. Se fosse come dici tu, fatti con aziende strasane, saresimo boni tutti a beccarse el 7%, o no, ci hai mai pensato??? come non hai pensato come mai, secondo te, vitale, di gaudio, e ragusa, vanno a finire in prestito tutti allo spezia??? ti ripeto, ho le mie idee, tu le tue, vai a vederti i bilanci di antress, ma non riferirmi solo quello che ti fa comodo

          1. wallace scrive:

            simone
            non e assolutamente vero che i mini bond sono emessi da aziende con gli ultimi bilanci in attivo o sane, tanto e vero che nel 2012 li ha emessi anche ferrovie dello stato, per piu di 200 ml di euro. Anzi, stanno avendo una flessione, dato che sono certificati solo da societa del settore, ma in genere, non hanno coperture adeguate a garanzia, come le obbligazioni di borsa. Il fatto poi, che uno passi dal pagare interessi del 7% senza avere per es. una estensione normale del credito, da da pensare. Vai a guardarti gli ultimi bilanci antress, ultimi 4 anni, poi ne riparliamo. Anche Gaucci col perugia in a, aveva il catania, ed infatti il giro di giocatori era grande. Vorrei andare a vedere come avvengono i trasferimenti dall hellas al mantova, e soprattutto, da dove tira fuori i soldi per la gestione del mantova, e x la sua acquisizione.

            • Simone scrive:

              Io ho riportato un pezzo in cui si spiega cosa sono e come funzionano i mini bond (non mini bot). Se quello che hanno scritto quegli esperti ti risulta falso, inutile che te la prendi con me, scriviglielo e spiegaglielo visto che tu sai di saperne più di loro. Io non ho certo quella presunzione. Su Volpi ho già detto. Attendo novità a tempo debito. Nel frattempo ho notato che ha ricominciato a prendere giocatori da noi. Strano per uno che ha un contenzioso così importante con la controparte. Io per esempio non lo farei se ce l’avessi tanto con uno e non avessi raggiunto degli accordi anche solo di massima. Ma mi son mi. Quindi mi limito ad osservare e ad aspettare. Altro non posso fare, se non gioire o sconfortarmi a seconda di come va per i risultati della squadra.

            1. wallace scrive:

              simone
              a parte che nessuno sa come andra a finire, ma mi sembra che tu non hai ancora inquadrato la situazione. Volpi ha messo sotto sequestro una societa di setti, perche, oltre secondo lui a non pagare gli interessi, ha spostato i capitali che erano a garanzia delle obbligazioni, oltre che aver impedito in questo modo la loro conversione in azioni. Uno non fa un azione simile, specie se ha uno come fiorani vicino, che puo essere quello che è, ma non e certamente uno sprovveduto, anzi, se non sa di aver ragione. E logico che saranno i giudici a stabilire chi ha ragione, x il momento comunque i fatti sono questi, quindi inutile difendere l indifendibile

              1. Cesare Settore Superiore scrive:

                Quello del corriere del sport è un articolo interessante (benché gia’ letto in passato) specie per quanto riguarda le ultime frasi.
                Quelle del recente passato, sul Torino di Cimminelli.
                Ma io non spero che il mio Verona faccia la fine del Torino nel 2005.
                Piuttosto che succeda al suo proprietario quanto accaduto a Francesco (detto Franco) Cimminelli.
                Ma prima possibile, please!

                1. Simone scrive:

                  Cesare, sui giovani della primavera secondo me la prassi dovrebbe essere questa: si fanno visionare dall’allenatore di turno, come fatto con Kumbulla (che lo scorso anno era stato infortunato per tot tempo se non erro). Se lo stesso allenatore riterrà che possano tornare utili per la prima squadra, che restino, come avvenuto quest’anno per il buon Marash. Se invece lo stesso riterrà opportuno fargli fare esperienza, il Mantova dovrebbe servire tra le altre cose proprio per questo: tenere i giovani dentro la propria ala e fargli fare esperienza per valorizzarli e per capire se potranno tornare utili al Verona direttamente (reintegro in prima squadra dopo l’esperienza maturata) o indirettamente (tramite cessione o ulteriori prestiti).

                  1. wallace scrive:

                    vorrei
                    fare solo una considerazione. Il presidente della samp ferrero, dato che le attivita sue personali e di sua figlia, vedi sale cinema e immobiliare, vanno male, ed e in amministrazione controllata, ha pure un procedimento in corso x fatture false per 1.5 ml, per soldi evidentemente drenati dalla samp, che peraltro come societa va discretamente ed e in utile. Ora mi domando, come il nostro, con il bilancio in passivo, possa acquistare il mantova e supportarne la gestione, quando, da bilanci, anche le sue attivita nella moda non vanno bene, anzi. In un articolo di non molto tempo fa, veniva evidenziato anche questo suo continuo ricorso a notai, x spostare societa, crearne di nuove etc etc.. Ha inoltre emesso mini bot x 4.5 ml, espandibili a 7, che sono in sostanza altri debiti verso i sottoscrittori. Ora, siccome di certe cose non si può parlare, xche non vengono fornite notizie sulle suddette societa, sono sempre del parere che volpi, se gli daranno ragione, creera un tale casino, che forse vendera.A proposito, fiorani sta trattando x conto di volpi l acquisto della samp. E giusto parlare di calcio, ma parlarne nei termini giusti, se uno prende 100, quei cento devono rimanere x l hellas e la squadra. E no digo altro

                    • Simone scrive:

                      In realtà “il mini-bond (non mini bot) non è uno strumento di supporto alle aziende in crisi ma un’opportunità di finanziamento sul mercato dei capitali per le aziende sane, con buone performance negli ultimi esercizi e con precisi programmi di crescita per i prossimi anni, che per motivi diversi decidono di fare a meno del credito bancario o di integrarlo con strumenti di debito alternativi.” Per chi volesse saperne di più: https://www.borsaitaliana.it/notizie/focus-small-cap/strumenti/cosa-sono-i-minibond.htm .
                      Volpi per natura e posizionamento è sempre stato associato alla Sampdoria, come Antonio Gozzi. Periodicamente si associa il suo nome a quello dei blucerchiati. Qualche anno fa un amico doriano mi ha detto che si pensava fossero loro i reali proprietari del club, insieme a Garrone, e che Ferrero fosse il classico personaggio da mettere lì al posto loro. Se così fosse, non mi pare sia stata un’idea così illuminata.
                      Sul Mantova, io mi aspetto che il prossimo anno se dovesse salire in C, gli si possano prestare alcuni giocatori della primavera per farli giocare e valorizzare. Se a quel punto, provati per la prima volta un campionato da professionisti, meritassero di essere presi in considerazione, si potrebbe inserirli gradualmente in prima squadra o venderli sul mercato, a seconda del giudizio tecnico che se ne darà.

                      • Cesare Settore Superiore scrive:

                        Ma scusa Simone, perche’ alcuni giocatori della nostra primavera dovrebbero essere prestati proprio al mantova? Ci sono centinaia, migliaia di altre squadre a disposizione per far giocare gli atletida valorizzare.
                        Non solo. Se quest’anno in buon Kumbulla anziché essere schierato in campo da un tecnico avveduto (altro che i 2 ebeti di siamoincrescita oppure abbiamoampimarginidimiglioramento) fosse stato dirottato al mantova, credi davvero che oggi saremmo sesti con 35 punti?
                        Ogni tanto per valorizzare i giovani talenti del proprio vivaio, per quanto scalcinato possa essere, bisogna avere il coraggio di impiegarli in prima squadra, e non di mandarli alla societa’ satellite controllata dallo stesso proprietario con la scusa di farli crescere.
                        Perché lo sappiamo tutti quanti che Lotito manda i giovani rigorosamente in prestito a farsi le ossa alla Salernitana, mentre Pozzo li presta al Watford (e viceversa, naturalmente), ma di certo non per farli crescere e valorizzare. Ma perché così costano al proprietario un solo ingaggio, non si pagano i procuratori e non si deve sborsare un solo euro di trasferimento. E pensa che a volte (solo a volte, nota bene), anche il ragazzo e’ contento di andare a giocare altrove.
                        Solo che mentre Lotito e Pozzo sono 2 gran figli di troia ma i soldi li hanno sul serio, il nostro e’ pure un pezzente, arrivato qui grazie ai soldi altrui e approfittando della grave situazione di salute del compianto Martinelli.
                        Mi auguro solo che prima o dopo gli amici cattivi del petroliere furbacchione si decidano una buona volta a fare giustizia sommaria e ce lo tolgano dalle palle per sempre.
                        E quel giorno sara’ una gioia immensa non solo per noi tifosi, ma sopratutto per l’intera umanita’

                    1. Carter scrive:

                      Simone, evidentemente non ti è chiaro un concetto.
                      Qualora il proprietario del Verona sottraesse risorse al club gonfiando i costi e fatturando servizi inesistenti, sarebbe proprio il Verona a rimetterci. Se qualche autorità preposta a ravvisare reati di natura economica scoprisse la truffa a danno del Verona, sarebbe solo il proprietario a rimetterci personalmente con le sue società che (ipoteticamente) drenavano liquidità dal Verona, ergo ne gioverebbe proprio l’Hellas Verona FC.
                      Su una cosa hai ragione: vorrei che si facesse di tutto per mandare fuori dalle palle il parassita. Prometto di organizzare un bacanal in grande stile quando il mio desiderio verrà esaudito.

                      • Simone scrive:

                        Certo. Se. Ma dati alla mano, i costi di gestione della società sono di livello basso (ma comunque superiori alle entrate per la stagione sotto citata) rispetto alla media. Cosa che mi fa pensare che 1. o l’è un magna magna ovunque oppure 2. i costi sono davvero esorbitanti per tutte. Aspetto indagini e report a riguardo . Nel frattempo se arrivasse a Verona la richiesta di un Commisso (più che per le sue potenzialità economiche che per il personaggio, per quanto mi riguarda) ne sarei assolutamente contento.

                      1. bardamu scrive:

                        Applausi.
                        Sulle dichiarazioni di Juric nel prepartita, che i setti fans hanno maldigerito, vorrei svolgere alcune considerazioni.
                        La prima, e più importante: è la terza volta che Juric asserisce che se guadagni cento devi reinvestire ottanta. Vi sembra casuale che un uomo di pochissime parole come il croato ritorni per la terza volta su questo concetto? A me no, e sono preoccupato. L’interpretazione benevola è che costituisca un invito in modo da poter rimanere, la malevola è che possa essere una sorta di scusante se dovesse lasciare il Verona.
                        A me se il tecnico se ne andasse dispiacerebbe, e molto.
                        Ma capisco che sia difficile farlo comprendere a chi sostiene che setti è l’unica possibilità di proprietà esistente.
                        La seconda considerazione: a molti è sfuggito che a un certo punto Juric ha detto che quando telefonava a Tudor per avere qualche “scarto” dell’udinese si rendeva conto che non se lo poteva permettere economicamente.
                        Lasciando perdere la questione economica ( solo i distratti non si erano accorti che negli ultimi anni il Verona faceva le trasferte in treno ) la questione fondamentale è che questa frase significa che il “mercato” l’ha fatto Juric, e non la società.
                        Con buona pace di quelli che ironizzavano su questi blog con quelli, come me, che ringraziano soprattutto Juric per come stanno andando le cose quest’anno ( dando atto a setti e d’amico di aver scelto bene l’allenatore, anche contro la piazza ).
                        Non so come setti abbia preso le parole di Juric.
                        Spero che non costituiscano la causa ( reale o fittizia ) per una rottura.
                        Ma se ciò avvenisse incolpare Juric mi sembrerebbe assurdo.

                        • ciccio2 scrive:

                          il treno, in certe trasferte è molto più comodo dell’aereo, non per niente alitalia paga anche la concorrenza dei treni veloci milano-verona. A parma non puoi certo andare in elicottero.

                        • Simone scrive:

                          Ma nello specifico, non capisco cosa avrebbe detto Juric di così particolare ed anti Setti. Per la stagione in corso ha ribadito la chiarezza. Su Rrahmani ha già detto che l’operazione l’ha ideata e portata avanti D’Amico, per il quale ha parlato in termini di stima. Per Amrabat idem. Poi che si sia mosso anche lui sul mercato mi pare abbastanza normale (credo sia stato scelto anche per questo, perché la A la conosce abbastanza e qualche contatto l’ha sviluppato), a Milano sponda Inter praticamente l’ha fatto Conte il mercato. Eppure Marotta è e resta il miglior ds della A. Sulle trasferte il treno, anche qui non vedo quale sia il problema, le fanno quasi tutti i club medio piccoli. Qualcuno di loro ha addirittura firmato accordi con le ferrovie per gli spostamenti. Il Verona sul mercato due anni fa in A ha speso 3 milioni, quest’anno 11 più altre operazioni con diritti/obblighi di riscatto. Con due operazioni con controriscatto, imposto evidentemente da società più “potenti”. Prendere o lasciare. Ma quello che non si dice e si continua a non dire qua dentro da parte di quelli che dovrebbero essere gli addetti ai lavori sono le spese ufficiali di gestione del club. Anzi, di tutti i club. Perché la comparazione è importante per capire bene. L’altro ho trovato a tal proposito questo pezzo, che riporta i dati (grosso modo) delle spese di gestione delle varie squadre di A. Eccolo: https://www.google.it/amp/s/www.gazzetta.it/Calcio/19-03-2019/i-conti-club-serie-a-scopriteli-nell-infografica-interattiva-33047994791_amp.html “Il fatturato continua a crescere ma crescono di più i costi, e se non fosse per le plusvalenze il buco sarebbe una voragine. È questa la fotografia dell’inchiesta della Gazzetta sui bilanci dei club di Serie A, relativa alla stagione 2017-18.” Dai un’occhiata alle spese del Verona e delle altre medio piccole, e poi prova a fare due calcoli. Il prossimo anno avremo a disposizione molti soldi in più, quindi direi che per il prossimo anno si dovrà discutere a tempo debito, non ora. L’unica cosa che possiamo dire ora è che ci dovremo aspettare certamente un aumento delle spese atte ad un passaggio verso un tentativo di consolidamento in virtù appunto delle entrate che arriveranno. E non solo sul mercato.

                          • Carter scrive:

                            Do you know “fatture false”? Come sono registrate le varie voci nel bilancio del Verona? Quanto sono dettagliate le informazioni ascrivibili ai costi gestionali? Fra i costi gestionali ci sono anche eventuali scorporazioni di titoli dell’Hellas Verona FC a favore delle famigerate scatole cinesi con sede in Lussemburgo? Sinceramente non ho molti dubbi sul fatto che diversi milioni si siano volatilizzati con la scusa dei costi gestionali gonfiati o falsificati…che poi lo facciano anche rece de goma e sugatoli preziosi, da tifoso gialloblu, poco mi interessa

                            • Simone scrive:

                              Cioè, tu affermi, ovviamente senza riportare prove ma vabbé, che ci siano fatture false nel Verona. Secondo questi dati, se così fosse, le fatture false sarebbero una regola di tutto il calcio italiano. Ma il problema secondo te dovrebbe riguardare solo il Verona. Quindi a te non interessa minimamente fare chiarezza sull’intero mondo calcio, ma solo sul Verona, in modo che le altre possano continuare a fatturare il falso tranquillamente mentre il Verona dovrebbe essere controllato in maniera speciale. Chiaramente se così fosse partiremmo in una condizione di svantaggio incolmabile e le altre continuerebbero a fare il c…o che vogliono, tanto controllerebbero solo noi. La risposta che immaginavo.

                              • Simone scrive:

                                A te interessa che si faccia di tutto per far andar via Setti (a costo che il sistema controlli noi e lasci fare in maniara indisturbata tutto agli altri) ma non ti interessa nulla su come procederanno le altre realtà, non capendo che se le altre continuassero a ”fatturare il falso” (il tutto affermato senza prove e senza notizie che avvalorino questa tesi), pure il prossimo eventuale proprietario del Verona ne trarrà un enorme svantaggio, trovandosi un Verona fin dall’inizio in una posizione di perenne svantaggio e permettendo alle altre di far festa alla faccia nostra. Io credo che qualsiasi ragionamento dovrebbe partire dal quadro completo, altrimenti o 1. si finisce col fare i partigiani (tagliandosi i c…..i per far dispetto alla moglie), oppure 2. facendo nel caso opposto le vittime perenni affermando che da noi è il paradiso terrestre fatto da gente onesta e trasparente, mentre i ladri e i malvagi sono tutti altrove. Io il mio punto di equilibrio l’ho trovato. E pretendo lo stesso trattamento per tutti.

                              • Carter scrive:

                                A me interessa che un faccendiere non devii il corso del fiume Hellas Verona. Se poi altri faccendieri prosciugano allegramente i bacini dei fiumi Genoa, Chievo, Udinese e via dicendo sono fatti loro. Se la vedranno coloro che si abbeverano a quelle acque.

                          • Simone scrive:

                            E allora, dati alla mano, vogliamo capire perché Barresi dice che per permettersi di provare a stabilizzarsi in serie A ci vorrebbe una base di fatturato di almeno 50 milioni (l’ultimo fatturato del Verona in A era di 41 milioni)? I costi del Sassuolo due anni fa ammontavano a 82 milioni, della Spal 28, del Torino 92, dell’Udinese 87, del Verona 46, del Chievo quasi 70, del Crotone quasi 35, del Genoa 97. E cominciamo a voler parlare e capire, alla luce di tutto questo, perché secondo il fairplay finanziario si dice che una società si muove in modo sano se tende a pagare di ingaggi per il 50 per cento del proprio fatturato? Non segui queste regole? Bene, allora le vie sono due: o pareggi i conti con le plusvalenze, oppure con i soldi che il proprietario dovrà mettere di tasca sua, entro una certa cifra e percentuale. Ecco le regole: https://it.uefa.com/community/news/newsid=2065465.html .

                            • Maxhellas scrive:

                              Tutto bellissimo quello che dici tu.
                              Ma hai ascoltato cosa ha dichiarato Juric (non Vighini, Juric!).
                              E non hai nulla da dire nel merito?
                              Non mi pare che Juric abbia parlato di fatturati, sistema calcio e altro. Ha fatto un quadretto piuttosto “pittoresco” della situazione in cui si è trovato l’estate scorsa proprio qui da noi a Verona.

                              • Simone scrive:

                                Certo . E il mio pensiero in merito l’ho esposto sopra (18 febbraio , ore 13.14, prima parte), Riassumendo: credo che le poche risorse il Verona le abbia messe sul mercato (speso meno del Brescia e più del Lecce, e in modo migliore di entrambe), su Juric e lo staff da lui stesso richiesto e ottenuto, mercato che tu stesso ad inizio stagione se non erro avevi definito migliore come investimenti rispetto a quello nullo di due anni fa, e ti chiedevi pure il perché. Se Juric avesse avuto la proposta allora probabilmente manco l’avrebbe presa in considerazione. Del mercato invece si è detto soddisfatto e ora come tutti noi vuole sentire i programmi di Setti per la prossima stagione. E quello che ha in testa lo ha esposto. Cominciare a costruire investendo buona parte degli introiti che verranno sulla squadra e immagino la struttura societaria. Per costruire ancora una squadra da salvezza per poi vedere se gli anni che verranno si potrà progressivamente puntare a qualcosa di più. Col tempo. E se tutto andrà per il verso giusto. Se vuoi che ti dica la mia, dico che non dovrebbe più cincischiare col centro sportivo, investire qualcosa di ulteriore sul settore giovanile, e sul mercato dovrebbe innanzitutto fare una proposta a Juric e staff, riscattare il riscattabile, chiedere magari il rinnovo del prestito di un Salcedo, alzare di tot il monte ingaggi, provare a tenere borini, rinnovare veloso, buttarsi sui migliori giocatori delle retrocesse che potrebbero fare al caso nostro, riportare Henderson (è un mio personalissimo pallino che a Empoli sta dimostrando di essere un lusso per la B), guardare sempre occasioni particolari all’estero (vedi Rrahmani e Amrabat quest’anno) e riuscendo portare a casa almeno un paio di giocatori da più di metà classifica accertata. Questo secondo me dovrebbe essere grosso modo il passo da fare e che mi aspetto per la prossima stagione.

                        1. wallace scrive:

                          ci sono
                          squadre largamente indebitate, come il milan, squadre che vanno bene, come sampdoria,udinese, napoli, atalanta su tutte, con 50 ml di utili in due anni, ed adesso venduto l attaccante alla iuve x 35 ml più nove di bonus, ed è a queste che si deve guardare, sono capaci tutti di portare ad esempio quelli in rosso profondo, ma bisogna sempre parlare di quelle che consolidano, hanno un centro sportivo, si fanno lo stadio. Setti ha preso una societa da Martinelli che andava bene, con un parco giocatori di tutto rispetto, pagando poco. Negli ormai nove anni ne ha fatte di ogni, tutte però non improntate a consolidare, ma a consolidarsi in proprio. E ora di finirla con la bufala dei costi della societa, sono solo scuse x incamerare, e lo stadio non lo fara mai, xche impegnarsi in un progetto x lui vuol dire esborso di denaro, e gia con i 5.5 di stepinski avra pianto una settimana. E ora di finirla coi bilanci, l anno scorso ha avuto 25 ml di paracadute, a fronte di ingaggi x 14 lordi, piu plusvalenze varie, quindi il bilancio a posto ed in utile, ce l hanno diverse in serie a, e fanno sforzi x diventare piu forti come patrimonio, mentre qui sei sempre sospeso su cosa fara o non fara. L anno prossimo entrano la valanga di soldi, ma non cambiera niente secondo me. Siamo gia salvi, questanno, detto da tutti, la salvezza non e a 40, ma a 36/37, impensabile non si programmi gia da adesso. La difesa e tutta da rifare, oltre ad amrabat, rahmani, e kumbulla, non avrai piu gunter, pessina, e se juric non resta anche borini. Lazovic, zaccagni, faraoni, a fortissimo rischio. Juric e stato duro, gia da adesso devi guardarti intorno. E ripeterò alla noia, che se uno è in rosso, una media piccola come noi, non va ad imbarcarsi nel mantova dicendo che ha speso solo questanno piu di due ml di euro. Altro che bacaioni, l e ora de sveiarse, almeno moralmente, altroche bilanci a posto. El sa meso anca 200000 come aministrator, la tolta par el ql l e completa

                          1. MarcoHVR scrive:

                            Simone, anch'io del mercato dove è presente la MIA attività so praticamente tutto.

                            1. Cile scrive:

                              Caro Mauro…hai ragione da vendere…l amore ha più sfumature,ma l’essenza spesso è la medesima…questo comporta che ci siano parecchie similitudini tra l amore per una donna e quello per la propria squadra..però,esiste un però..e mi piacerebbe sentire la tua opinione.Mi danno abbastanza fastidio i commenti in merito al possibile addio di Juric a fine campionato..sullo stile di”cambieranno i giocatori ecc ecc”,”io tifo l Hellas non l allenatore”e via con altre ovvietà…non credo ci sia bisogno di specificare nel malaugurato caso che il buon Ivan ci dovesse salutare a stagione conclusa,la mia fede rimarrebbe la stessa…ma mettiamo che Setti richiamasse Pecchia al suo posto!cosa farebbero quelli del “cambieranno i giocatori ecc ecc”?va tutto bene e forsa hellaaaas?!perchè se così fosse,l amore lascerebbe il posto a stupidità cieca…che se permetti,poco ha a che spartire con FEDE,ORGOGLIO e altre parole con cui spesso,io per primo,ci piace riempirci la bocca.

                              • MAURO MICHELONI scrive:

                                Concordo con te.
                                La squadra del cuore si ama, sempre e comunque.
                                Credo che ora più che mai la Società sia davanti allo spartiacque tra serietà e buffoneria.
                                Il che significa fare di tutto per confermare Jiuric, dargli carta bianca sul mercato (in collaborazione con D’Amico) e far tesoro del messaggio (nemmeno tanto velato) che il tecnico ha lanciato giorni addietro: “ora che i soldi arrivano è il momento di spendere).
                                Spendere in sè non è necessariamente negativo se lo si sa fare. Acquistare giovani talenti è propedeutico a future plusvalenze. Prendere giocatori con ingaggi più alti degli attuali (senza follie è chiaro), dovrebbe corrispondere ad un più elevato tasso tecnico. Entrambi sono garanzia di consolidamento della categoria e magari anche qualcosa di più.
                                Perdere Juric sarebbe davvero triste ma un matrimonio si fa in due e se pur davanti ad un progetto il tecnico fosse tentato da una big (Napoli in pole) dovremmo farcene una ragione e ripartire.
                                Come e con chi spetterà a Setti deciderlo.
                                Stiamo a vedere.

                                • Maxhellas scrive:

                                  Concordo. Aggiungi poi che Juric (grandissimo!) nell’ultima conferenza stampa ha messo sul tavolo tutte le carte, perciò a questo punto Setti non può più girarci intorno.
                                  Quindi la prossima estate capiremo tutti definitivamente con chi abbiamo a che fare.

                              1. Giorgio scrive:

                                Complimenti:
                                Bellissimo pezzo Micheloni.Hai descritto perfettamente cosa significa essere tifosi dell'Hellas, amare svisceratamente questi colori, nei momenti di gloria e ancora di piu nei momenti piu tristi,quando la discesa sembra inarrestabile e sarebbe facile mollare tutto e lasciarsi prendere dalla tentazione d cambiare e magari passare all'altra sponda…dell'Adige!! Piu di qualcuno lo ha fatto qualche anno fa' ma sono convinto che adesso si stia mordendo le mani. Non quelli come il sottoscritto e tantissimi altri che erano a Busto Arsizio o in piazza Dante a soffrire fino alla fine, fino all'insperato miracoloso gol di Zetulayev..L'amore x la propria squadra e' qualcosa di unico e di speciale che solo chi non ama il calcio non puo capire.Nella vita puo succedere che l'amore x una donna, anche quello piu coinvolgente, quello che ti fa perdere la testa e sentire le farfalle nello stomaco,possa ad un certo punto finire x la voglia e la smania di qualcosa di nuovo, di piu forte e intrigante.Cambiare donna puo succedere e succedera' sempre, cambiare la squadra del cuore mai.

                              Lascia un Commento

                              Accetto i termini e condizioni del servizio

                              Accetto i termini sulla privacy

                              *