20
ott 2020
AUTORE micheloni
CATEGORIA

Uncategorized

COMMENTI 21 Commenti
VISUALIZZAZIONI

3.104

L’ALTRA MEZZA VERITÀ

La verita? Le dichiarazioni pre-partita sabato scorso di Juric sul mercato le ho trovate alquanto inadeguate.

Niente di nuovo sia chiaro, la favoletta dei grandi investimenti e la pazzia Kalinic si sono sgonfiate subito di fronte ai conti entrate-uscite, nettamente a favore delle prime.

Mi chiedo tuttavia come si possa prima di un incontro spiattellare una presunta debolezza e inferiorità rispetto allo scorso anno. E’ sicuramente così, ma un tecnico non può dire dei suoi giocatori “ non siete al livello di chi vi ha preceduti”. Non si lamenti se i nuovi finiscono per crederci davvero. Per un calciatore l’autostima è tutto… fa girare le gambe rende più facile una giocata… e sentirsi dire che chi c’era prima era migliore, non è positivo proprio per niente.

Meno male che in campo i “mediocri” ragazzi hanno dato l’anima e pur tra mille errori hanno fatto loro la partita.

Il Genoa aveva tre allenamenti nelle gambe? Vero! Al Verona mancava pero tutta la difesa (prima volta insieme dei tre titolari) mancava del regista di centrocampo, sostituito da un talentuoso quanto acerbo diciottenne. Aveva in campo giocatori arrivati da due settimane che ancora non conoscono il calcio di Juric, tanto meno i compagni. A tutto questo aggiungerei coloro che lo scorso anno hanno fatto la differenza e in questo inizio di stagione sembrano l’ombra di sé stessi (Lazovic, Veloso, Zaccagni, Faraoni).

E’ vero… non abbiamo i pilastri della difesa di un anno fa ma sino a prova contraria abbiamo preso 1 gol con reparti incompleti e giovani debuttanti in serie A.

Juric è senza dubbio un grande allenatore e ben fa a dire la sua verità… ma la dicesse sino in fondo, ne manca mezza

Dica che al braccino corto di Setti va di pari passo una preparazione palesemente sbagliata (ci può stare dopo un torneo che ha vissuto due mesi di stop e un ciclo infernale di partite ogni 3 giorni).

Se Lazovic peró ha perso smalto e lucidità, velocità, efficacia e pericolosità offensiva, mi si permetta, ma  il mercato cosa c’entra? Se Zaccagni non incide come alcuni mesi fa e parte pure in panca con il Genoa, il mercato cosa c’entra?

Detto che siamo tutti allenatori, sulla carta questo doveva essere il Verona di Magnani, Gunter Cetin in difesa, Veloso, Tameze e Vieirà a centrocampo, Faraoni e Lazovic come “quinti” e due tra Barak, Benassi e Zaccagni dietro a Kalinic. Dietro una schiera di giovani talentuosi, Da Lovato a Di Marco, da Ilic a Colley a Salceido e Favilli.

Ebbene, della su citata ipotetica formazione, con il Genoa erano in campo quattro undicesimi… hai voglia a parlare di mercato, di milioni spesi o non spesi.

Setti poteva e dove fare di più, in questo Juric ha ragione. Ora l’ha detto… è stato chiarissimo. Bene. Adesso però recuperi al meglio tutti gli infortunati da guai muscolari emersi con la sua preparazione e non antecedenti ad essa (Benassi forse il solo ad essere arrivato con problemi fisici). Porti in forma i nuovi e ci rifaccia vedere i leoni che furono lo scorso anno i vari Zaccagni, Lazovic, Faraoni e Veloso. Inizi a fare il suo (cosa che non dubito stia facendo ogni giorno a Peschiera)… la squadra non è quella sognata ma nemmeno tutta la mediocrità che ha dichiarato Sabato (senza San Perin non saremmo a scrivere di questo)

Faccia di Lovato e Amione i nuovi Kumbulla… di Cetin e Ceccherini i post Rrahmani, di Vieirà un corridore alla Amrabat. Non emuleranno chi era prima di loro? Saranno comunque migliori di quando sono arrivati.

E cerchiamo se possibile di non elevare a star del football mondiale, giocatori che in gialloblù hanno fatto benissimo (e bene hanno reso in termini di plusvalenze) ma che oggi, vale la pena ricordarlo, sono riserve due su tre (Rrahmani e Kumbulla) e uno fuori ruolo (Amrabat) che ottiene a malapena la sufficienza.

Sono arrivati da anonimi e Juric li ha resi grandi. Ripeta il miracolo, è stato confermato per questo.

Juric è uomo di grande onestà intellettuale e pragmatismo… uomo di campo capace e grande motivatore. Inizi a dire che Lovato può rivelarsi un possibile crak come da ormai due partite i commentatori di Sky e DAZN ripetono nel vederlo all’opera. Giocare con l’ombra dei giocatori partiti è quanto di più negativo e controproducente… anche perché, lo ripeto… dove questi sono finiti, almeno al momento… son finiti male.

3.104 VISUALIZZAZIONI

21 risposte a “L’ALTRA MEZZA VERITÀ”

Invia commento
  1. Edo scrive:

    Ciao Mauro, è evidente che stai sottovalutando Juric. In conferenza stampa non perde colpo per lamentarsi di una cosa o dell’altra per per far abbassare la guardia all’avversario di turno. Nello spogliatoio di sicuro parla un’altra lingua e sa egregiamente motivare i ragazzi, anche questa è tattica…
    Edo.

    1. pipphellas scrive:

      Sono d’accordo. Trovo il comportamento di Juric fuori luogo ed estremizzato. Il contratto con il Verona l’ha firmato lui, non credo sia stata una prescrizione del medico. Setti lo si conosce da anni…quindi adesso basta lamentele e testa bassa. Questo continuo sfogo mi sa tanto una ricerca di giustificazioni preventive….della serie, se dovesse andare male io l’avevo detto, se dovesse essere come lo scorso anno allora sono un fenomeno. Ecco, queste cose meglio evitarle. Ci sono squadre ben meno attrezzate dell’Hellas ed il mercato è chiuso. Basta parole. Zuga e tazi

      1. MarcoHVR scrive:

        Juric ha voluto parlare con chiarezza a noi tifosi (non a Setti con cui può parlare sempre) di non mettere pressione alla squadra con eccessice aspettative, perché non si parte dalla squadra dello scorso anno a cui sono stati aggiunti giocatori per 30/40 Milioni, ma dai restanti giocatori dell’anno scorso cui sono stati aggiunti giocatori per 10 Milioni +4 +4.
        Questo voleva dirci.
        Mio parere la squadra è buona, mancavano 2 attaccanti da 10 gol (e Pessina naturalmente) un attaccante speriamo sia arrivato.
        Sempre mio parere, Juric ci salverà anche quest'anno.
        Firza Hellas.

        • zz scrive:

          Sottoscrivo.
          Juric l’ha anche detto chiaramente, nel post-partita, che con la Società si è già fatto ben sentire al proposito.
          Il messaggio era per tifosi E giornalisti/opinionisti.
          Lo scopo quello di tenere bassa la pressione su di un gruppo tanto giovane quanto da amalgamare, a suo dire uno dei segreti del successo dell’anno scorso.
          A mio parere, eh.

        1. ciccio2 scrive:

          Anche lo scorso anno juric diceva che nessuno, tranne 2 erano da A. Che sia strategia? Meglio tenere le aspettative basse, altrimenti la pressione riduce le prestazioni, specie se hai giocatori con poca esperienza. Si vede che giocano da poco insieme con meccanismi non oliati. Vedremo tra un paio di mesi se gli acquisti sono stati giusti o meno.

          1. DM scrive:

            anche secondo me juric ha voluto abbassare le aspettative che per forza di cose dopo un annata come la scorsa si erano alzate (salvezza scontata, obiettivo fare campionato come l'anno scorso).

            1. stefano scrive:

              La conferma
              Caro Mauro il tuo post da conferma e ragione al ns Juric, perché solo nella mediocrità di tanti giocatori, l'unica possibilità che hai è tirar fuori i c….i per smentire il Mister. Grande Ivan!!!

              1. mapassamela scrive:

                Credo che Juric sia il primo ad augurarsi che Lovato possa seguire lo stesso percorso di Kumbulla.
                Di certo lo vede tutti i giorni allenarsi, lo conosce fisicamente e caratterialmente e visto anche l’esperienza che ha nel far crescere i giovani non me la sento di consigliargli cosa dire o non dire e come farlo. Sono certo che sa quali corde toccare del giocatore e come farlo. Magari parlando con Lovato gli dirà che ha tutte le possibilità di arrivare al livello di Kumbulla, ma si deve fare un mazzo cosi e accettare anche eventuali critiche che potrebbero esserci.
                Lasciamolo lavorare, ci ha già dimostrato di saperci fare a portarsi i giocatori dalla sua parte e creare il famoso amalgama.

                1. bardamu scrive:

                  Anch’io non ho apprezzato molto lo sfogo di Juric, così come avevo apprezzato ancor meno il suo tiramolla prima di firmare il rinnovo del contratto. Ma mentre per il secondo caso non trovo alcuna giustificazione, perché non conosco i retroscena, nel primo, cioè nell’oggetto di questo topic, credo di ravvisare un paio di motivi.
                  Il primo è la risposta piccata alla fanfaronata del boss.
                  Quello aveva dichiarato di aver fatto una follia economica e che ora la palla passava a Juric, e Juric l’ha presa e rispedita al mittente con un tiro secco e preciso, senza effetti, fornendo cifre precise e dichiarando il suo sconforto per il fatto che si sarebbe potuti crescere e, invece, tocca ricominciare tutto da capo.
                  Il secondo motivo è il tentativo, alla Mourinho, di togliere pressione alla squadra e chiarire ai tifosi che l’obiettivo non può essere che minimale, proprio come l’anno scorso.
                  Era opportuno farlo?
                  Per il secondo motivo sì, per il primo probabilmente no.
                  Ma conosciamo il soggetto.
                  Non possiamo essere entusiasti del fatto che sia diretto e sincero solo quando fa comodo a noi.
                  Per quanto, invece, riguarda gli infortuni trovo ingiusto addossare tutta la colpa allo staff tecnico. La situazione è stata molto anomala, senza periodo di riposo usuale, con il campionato precedente finito nelle condizioni che conosciamo, e con una preparazione affrettata.

                  1. Papo scrive:

                    non ha detto ci siamo indeboliti ha solo detto che non ci siamo rafforzati.
                    Per rafforzarsi bisognava tenere gli elementi dello scorso anno ed aggiungere 2 o 3 pedine.
                    quando ha detto indeboliti ? Ha detto che siamo messi più o meno come l'anno scorso in partenza

                    1. schetch scrive:

                      E’ esattamente il mio pensiero già espresso da Vighini.
                      E’ stato “un po’” fuori luogo Juric, un po’ lamenton, oltre che a dire quello che ha detto su Lovato>Kumbulla.
                      Inoltre se ne sono andati ( i tre..) avranno certamente migliorato il loro cc ma come ho già detto non mi pare stiano facendo meraviglie, glielo auguro però.

                      1. Oste Chri scrive:

                        Voglio ricordare che kumbulla fino a inizio del campionato scorso, nessuno ne teneva conto; rrahmani chi era costui? Amrabat, fatto la champions…ma col bruges, mica manchester o real…..preso Cetin che la roma non pagó poco, tameze fatto la champions con l atalanta e Lovato el nuovo bocia….ah dimenticavo Pessina e Borini.
                        Il primo a gennaio per me torna, il secondo, quando parlava di avere mentalità più alta…talmente alta che narà far su condominii.
                        E ricordo che di punta c era un Di Carmine/Pazzini quando quest anno è arrivato uno sconosciuto di nome Kalinic.

                        Se l anno scorso c erano 5/6 pilastri…quest anno vedo piu squadra con ricambi all altezza (juric disse che in panchina non c erano cambi adatti, oltre a dire che i primavera aggregati non li vedeva pronti).

                        1. Maxim scrive:

                          Io mi limito a una considerazione….. Leggo Micheloni, leggo Barana, leggo Vighini (su Juric) e trovo qualcosa in comune e letture di fondo piuttosto divergenti….. Anche e soprattutto riguardo l'obiettivo del Juric pensiero…..
                          Ci stanno le diverse interpretazioni…. In questo senso approvo lo scritto di Micheloni (posso non concordare, ma non è quello il punto….lo approvo a livello di onestà intellettuale), posso anche accettare le critiche/punti di vista degli altri colleghi che però rasentano chi il limite dello sborone e chi il limite di riportare estrapolazione maliziose, figlie di certi articoli (e, di più, di certi titoli nelle varie news ancor più estrapolati dal contesto già viziato dalla malizia di cui sopra).
                          Ne è la prova che tutti scrivono di un Juric che parla chiaro, eppure dopo le giuste recriminazioni concordanti sul Setti più o meno fanfarone, la chiarezza ivaniana diventa un ipocrisia giornalistica in quanto viene tradotta in 3 diversi aspetti non molto concilianti tra loro.
                          Ciò accade anche tra i tifosi…..ma se in tal caso trovo la cosa normale (si chiama diversa passionalità….ciacole da bar), a livello giornalistico lo trovo meno normale.
                          Ed è questo che mi lascia perplesso dei 2 ai quali risparmio di inquinare il blog, riportando il mio umile pensiero laddove (qui) ritengo, ribadisco il concetto, vi sia un onestà intellettuale molto più elevata aldilà del condividere, condividere in parte o poco….
                          Che Setti faccia sbarellare le menti, i pensieri e quindi anche gli scritti del giornalismo veronese non v è dubbio….c'è quando Juric dà adito a interpretazioni forzate nonostante all unisono tra la stampa locale sia sinonimo di chiarezza senza peli sulla lingua….
                          Manco mal….!!!

                          1. Tomhv scrive:

                            L’anno scorso dichiarò che in rosa c’erano due soli giocatori pronti per a .. sappiamo tutti com’è andata!!!

                            1. Alessio Caporali scrive:

                              Sono convinto che Juric con le sue dichiarazione aveva altri pensieri rispetto a quello che appare.
                              Uno su tutti togliere pressione sui suoi ragazzi

                              1. Caniggia scrive:

                                bel commento che mi trova d'accordo. sono molto allineato con juric e capisco quanto ha detto nei giorni scorsi: in sostanza è tutto nuovo e si riarte da zero ma le basi sono buone. non mi sembra ci sia molto da aggiungere a questo anche se da giorni ci siamo tutti scatenati a commentare vedendoci chissà quale retropensiero. devo dire che non mi è piaciuto molto il commento fatto ieri sera su lovato quando ha affermato che kumbulla era un'altra cosa. lovato diventerà beavo ma cu vuole tempo. non esattamente un esempio di discorso motivazionale…ecco… ogni tanto si può anche dire un a mezza bugia a fin di bene mettiamola cosi. anche perché se c'è uno che sinceramente personalmente mi ha veramente impressionato in questo inizio è proprio lovato

                              Lascia un Commento

                              Accetto i termini e condizioni del servizio

                              Accetto i termini sulla privacy

                              *