25
lug 2018
CATEGORIA

Par tirar tardi

COMMENTI 44 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.970

EPHEMEROPTERA

Ho visto uno splendido documentario della BBC.

Quando hanno dedicato cinque minuti a quell’insetto sono rimasto basito e ci sto riflettendo da giorni.

Sintetizzo la cosa in maniera inevitabilmente forzata.

Si tratta di un insetto che vive un anno, a poco più, da larva, a tempo debito si trasforma in un insetto volante (sempre a milioni ).

All’unisono diventano insetti volanti alla disperata (una licenza terminologica) ricerca di una femmina, l’agganciano in volo, la fecondano e in qualche ora muoiono.

E’ come se un essere umano vivesse per il 99.9 per cento del tempo da bambino, senza obblighi, che pure ha nel DNA, ed nell’uno per cento rimanente del tempo della sua vita, da adulto, conclude la funzione primaria della riproduzione della specie e muore.

Un insetto “effimero” solo nel suo ciclo vitale, ma stupefacente.

Così fa in tempo a non sapere di Di Maio e i suoi tormenti dettati dal principio di realtà, non fa in tempo a sapere e soffrire della sintassi politica del “truce” che conclude i suoi discorsi da ministrao dell’internamento, che conclude grottescamente i suoi discorsi con “e lo dico da ministro e… da padre (?!?)”.

E non saprà mai che esiste un certo casaleggio che aspira ad abolire la DEMOCRAZIA RAPPRESENTATIVA con la “democrazia diretta” (attraverso Internet?!).

L’Ephemeroptera vive la sua vita “effimera” senza conoscere i continui sprazzi di follia del mondo attuale.

Non è poi così sfortunata, certo occorrerebbero anche altri parametri, lo so, ma vado a dormire.

Hi guys!

1.970 VISUALIZZAZIONI

44 risposte a “EPHEMEROPTERA”

Invia commento
  1. do minus gazza scrive:

    Viste alcune diversità d’opinione, per correttezza, il presente Topic rimane aperto fino a domani.

    FUORI SACCO
    Mi pare che sulla carta si stia realizzando un Verona superiore alle aspettative dei più.
    Causa alcune magagne, una delle quali più “seria” di altre, non potrò essere allo stadio.
    Ho smanettato sul Web per ore, sono stato al telefono per un’ora per niente.
    Ma questi di DAZN, che hanno il monopolio della B, hanno un numero di telefono per sapere come abbonarmi a tutte le partite dell’Hellas!?!?!?!?
    Càmado!

    1. Gatón scrive:

      A Verona dovremmo saperlo molto bene.
      Gli stessi cori, gli stessi insulti, definiti goliardici se vanno da sud a nord, discriminazione territoriale punita con ammende e squalifiche se vanno nel senso opposto.
      E poi ci stupiamo se un uovo in faccia ad una ragazza ha scatenato un tam tam mediatico con accuse a questo e quelli di favorire la discriminazione razziale, salvo poi sgonfiarsi non appena scoperto che uno dei responsabili è figlio di un consigliere comunale PD …
      Quasi che le aggravanti e le attenuanti siano da attribuire non a seconda di come si sono svolti i fatti, ma da quale parte è schierato il soggetto sotto esame.
      Per non parlare delle forze dell’ordine, del tutto inerti nei precedenti analoghi casi verificatisi, solleciti e zelanti in quest’ultimo, tanto da arrivare velocemente all’identificazione dei responsabili.
      Ma anche questa non è una novità.

      • do minus gazza scrive:

        Caro Gatòn, il gestore di questo Blog NON ha fatto menzione alcuna su l’”uovo” e per enne ragioni.
        La principale è che non ho gradito il cambio di tono (cauto) delle prime dichiarazioni della vittima e le successive (incaute).
        Ma non essendo io la vittima non posso che prenderne atto.
        Deduco anche che non hai letto o capito il significato del mio post del primo Agosto.
        Che poi a fare l’ultima cretinata sia un figlio di uno del PD mi fa fare alcune considerazioni:
        1) i cretini, pur con alcune fondatezze storiche e recenti, su ALCUNI e SPECIFICI fatti devono essere sempre e solo i fascio-leghisti? E perchè mai?
        2) un cretino, pur supponendo che nella propria casa ascolti discorsi di rispetto civico generale e multietnico, evidentemente non risulta VACCINATO (…) e rimane un cretino con un’aggravante.
        3) quindi per te, tutti gli innumerevoli atti di intolleranza etnica sino ad ora accaduti, non contano più un cazzo perchè a commetterne UNO (uno!) è il figlio (figlio!) di uno del PD.
        Ti informo che il ministro dell’interno ha usato nella sua dichiarazione, come un randello, non effimero, il punto 3.

        • Gatón scrive:

          Lo ripeto : non mi pare di aver in alcun modo giustificato la violenza ne’ tanto meno la discriminazione razziale.

          • Gazza scrive:

            Caro Tom, ci conosciamo, giustificare mai, ridicolizzare, ironizzare (anche con acume che non ti fa difetto), magari si.
            E l’effetto arriva ad assomigliarci.
            Meglio an’accurata attenzione, qualche doverosa analisi critica su certi eccessi, fermezza sui principi, diritti e doveri di ogni essere umano, con possibilmente QUALCHE INTELLIGENTE “adeguamento” (da usare con estrema cautela e parsimonia) e… non dovrebbe essere così difficile.
            Cose ovviamente fuori portata dai mentalmente devastati dalla svastica et similia.

      • El Giara scrive:

        Brutto posto dove scrivere certe cose. El paròn de casa potrebbe risentirsi e spedirti nella vicina Vicenza. E li si che avresti una vita effimera… in salmì :)

        • Gatón scrive:

          Perché ?
          Non mi pare di aver in alcun modo giustificato la violenza ne’ tanto meno la discriminazione razziale.
          Sto semplicemente evidenziando i diversi comportamenti di media e istituzioni.
          Loro sì che discriminano.
          A proposito, apprendo con piacere dal TG5 che la nostra atleta parteciperà ai Campionati Europei.
          Evidentemente un uovo lanciato da un goliardo pidiota fa meno male che lo stesso uovo scagliato da un razzista salviniano.
          O, molto più pragmaticamente, non si intende infierire pretestuosamente contro un compagno.
          Come per gli incidenti stradali, il famigerato colpo di frusta lo subisce soltanto chi si sente dalla parte della ragione.

      1. do minus gazza scrive:

        Dai “ministro e padre” continua a martellare il vaso di Pandora delle inconfessabili pulsioni nelle menti di molti connazionali.
        Lascia passare senza intervenire MAI, una sorta di “fai da te” di chi non sopporta i colorati e gli olivados.
        Per ora è l’estate del nostro sconforto e disonore.
        Non credo che basti la speranza che cambi se chi ha il DOVERE istituzionale di dire qualcosa di sensato TACE.
        Per un tot di prossimi voti e consensi dei Mr. Hyde.

        • Gatón scrive:

          L’allarme razzismo non è altro che un tentativo di creare una rottura nella coalizione di governo.
          Il fatto che PD e FI siano sulla stessa linea la dice lunga.

          • Gazza scrive:

            Anche tu Tom, di solito testa pensante, ridotto a questi passi…
            Ti ha colpito la parp
            ola d’ordime (vuota) del CAMBIAMENTO?
            E non ti sei accorto che sotto quella parola si nasconde l’incapacità di risolvere i grandi problemi sul tappeto, facendo continuamente appello “ai cittadini” e al popolo, come Lenin e Stalin (Togliatti no, non si fidava troppo), perchè non sanno cosa fare come TITOLARI delle PROPOSTE e della scelte anche impopolari.
            Tooom…

          • bardamu scrive:

            tecniche di campagna di stampa già ampiamente collaudate: fatti che succedono ogni giorno diventano improvvisamente notizie, altri fatti, pure quotidiani, di segno opposto, vengono oscurati. Nihil sub sole novi.

            • do minus gazza scrive:

              Ma certo, et come non?
              E’ Agosto, i giornali non hanno un zocca da scrivere e fanno propaganda.
              Ma propaganda a chi, a cosa, e vuoi vedere che sto governo cade per quelli dalla pelle nera?
              C’è un nuovo Black Power potente e visibile in Italia?

              ps.
              Ci siamo conosciuti, mi riferisco agli ultimi quattro post, mi aspettavo qualcosa di più sensato.
              Non è la prima volta che mi sbaglio.
              Ma imparo.

            • Maxx scrive:

              «Il cane che morde l’uomo non fa notizia, ma un uomo che morde un cane sì». (John B. Bogart – 1882).

              • Maxx scrive:

                Ps. Negli 11 (undici!) casi negli ultimi 3 mesi in cui è l’uomo a mordere il cane, 3 sono rom di pelle piuttosto chiara. Ma è ovvio che è SOLO la pelle scura ad attirare i razzisti malintenzionati. E quindi il problema è SOLO il colore della pelle.

        1. Gazza scrive:

          Ci sarebbe una risposta a “idem” che tuttavia porterebbe troppo fuori da alcuni principi che mi sono imposto alla nascita del blog, e quindi idem resta lì.

          POST Illa
          “La mia impressione è che noi italiani non c’entriamo un granchè con il RAZZISMO BIOLOGICO, nel senso in cui può essere usat il termine in alcuni paesi d’Europa: tedeschi, polacchi, austriaci ed in parte per la Francia, per non dire dei nordamericani del sud, eredi di un’economia fondata sullo schiavismo e poi per lunghi anni sul segregazionismo”.
          Con quello c’entriamo, finora, davvero poco o nulla.
          Però “qualcosina” nel DNA sociale c’è.
          Abbiamo prodotto le “Leggi Razziali” a cui si è unita una certa condiscendenza diffusa, anche intellettualmente, verso una forma lata di razzismo e soprattutto di antisemitismo.
          E’ un’opinione che condivido quella che in materia di “razza” e “nativismo” il popolo in Italia si farebbe i fatti suoi, può sbertucciare, irritarsi (non sempre a torto) con gli zingari, ma dare fuori di matto, spesso perseguitare e usare gesti di forza, non mi pare il tratto intimo dell’italiano.
          Ma c’è lo “stimolatore” il “vibro-massaggiatore”, il “grattapancia”, che stimola quà e là il peggio, finora di una minoranza, significativa, ma minoranza.
          Io sinceramente non so se vi sia un’emergenza “razzismo”, ma se l’inquilino del ministero degli INTERNI (!) continuerà ad usare quel linguaggio, quei poveri concetti e certi nacettabili silenzi, per fomentare le paure, potrebbe essere più seguito.
          Quindi concordo con chi ha scritto che in Italia, più che una “emergenza razziale”, esiste un’emergenza VIMINALE.

          • Gazza scrive:

            Alcuni dei passaggi che ho scritto, sono un assemblaggio di alcuni articoli che ho letto, e ovviamente totalmente condiviso, su DUE giornali che non potranno MAI essere definiti di sinistra e nemmeno dei suoi dintorni.

            • paperinik scrive:

              Gazza…..molti italiani sono “Culturalmente razzisti” (anch’io discrimino talvolta e non sempre me ne vergogno), così come moltissima altra gente al mondo….non “biologicamente” (come giustamente scrivi).
              Detto questo non credo che esista un essere umano nell’innocenza della prima infanzia che possa definirsi razzista. E’ un’ovvietà, ma è giusto ribadirlo. Il resto arriva dopo.Quindi…chiaramente non esiste neanche il biologicamente nel senso stretto del termine.

              ps: non sono totalmente d’accordo sui paesi che hai nominato e il discorso “semita” è una roba lunga in certa parte risaputa che porterebbe a mesi..anni di discussione.

          1. paperinik scrive:

            Chi non è in qualche modo discriminatorio a questo mondo? Forse solo i santi e qualche anima pia…parola di papero oriundo Igp

            1. Gazza scrive:

              Nuovo Topic entro il 2 Agosto.

              1. do minus gazza scrive:

                Chissà se l’EPHEMEROPTERA sa riconoscere i colori?
                E magari sia disponibile a perdere un’oretta della sua copula (scopata…) per tirare con un fucile (ad aria compressa, per carità, che non cominciamo con le bufale della sinistra!) a quelli dalla pelle nera o olivastra?
                Macchè, non ascolta nemmeno il Truce che “come ministro e come padre” semina parole di serenità e pace per i dannati della terra.
                Sai cosa ti dico Ephemeroptera, lo sai, sei proprio effimera!

                • Maxx scrive:

                  Già, molto più democratica qualche coltellata ad un controllore bianco e razzista che ti chiede il biglietto dell’autobus; come si permette, diamine? Se l’è cercata e voluta!

                  Nino, stai scendendo nelle stesse cavolate che combatti. Prendi i mezzi pubblici, qualche volta, e vedrai il “rispetto” che i controllori DEVONO portare a qualche ephemeroptera un po’ più scura; ed è solo uno degli esempi. Se il Truce ci sta mettendo del suo, gli antitruce non sono da meno.
                  Per litigare ne basta uno, ma per andar d’accordo bisogna essere in due.

                  • Gazza scrive:

                    Vorrei far presente a Max che utilizzo solo l’autobus da TRE anni.
                    Ed episodi “strani” ne ho visti, ma non EQUAMENTE divisi.
                    Che poi lo stesso (Max) mi definisca come un attizzatore alla pari del Truce e seguaci, per la PRIMA volta da quando lo conosco, mi lascia indifferente.
                    Indifferente tanto quanto effimera mi pare la sua valutazione, tipica del “questo o quello per me pari sono” (in realtà sarebbe “questA o quellA” aria del Duca di Mantova, non un gran personaggio dell’Opera verdiana).

                    • Maxx scrive:

                      Vabbé, capisci ciò che vuoi.

                      Non mi riferivo a te come attizzatore, ma di attizzatori (che ti assomigliano in queste esternazioni, cmq) ce ne sono a bizzeffe. E di certo non si fanno voler bene tanto quanto colui che definisci il Truce, usando il singolo episodio per far mazzo (sarebbe di “ogni erba un fascio”, ma non vorrei urtare la tua sensibilità…).

                      Io detesto i mezzi pubblici. Per necessità ne ho preso 1-uno-1 qualche mese fa (treno). E mi son giurato mai più: sopra ci vige la legge del far west, come diceva l’amico Andrea. E, come tu dici, non equamente divisi tra ephemeroptere chiare ed ephemeroptere scure.

                      Ps. Vero o no che chi si sentiva vittima del razzismo è diventato a sua volta PERICOLOSO razzista? Chi sarà il prox? Ai posteri l’ardua sentenza.

                      Testa sotto la sabbia; che i problemi si risolvono, come le ephemeroptere, dopo qualche ora che han raggiunto lo stadio adulto.

                  • Maxx scrive:

                    Ps. Lungi, molto lungi da me avallare l’episodio che hai citato.
                    Oltretutto avvenuto nella civilissima campania che fino a poco fa ce l’aveva col Truce e con i suoi accoliti e razzisti Veronesi.
                    Dico solo che anziché cercare di abbassare i toni, si sta gettando benzina sul fuoco delle due fazioni contrapposte. Non so se sia una buona soluzione.

                    Non so come, al refresh il commento mi è finito da Barana. Vedi se puoi farglielo togliere. Altrimenti ok.

                    • Gatón scrive:

                      Oggi se, dopo aver chiamato le forze dell’ordine, segui un’auto sospetta e questa si schianta causando la morte del conducente, vieni accusato di omicidio.

                1. Gatón scrive:

                  …e le femmine alla ricerca di un maschio.
                  Nessuno spazio per rapporti omo.
                  Certamente le ephemeroptere non sono politically correct.

                  • Maxx scrive:

                    Pensa, e, ahimé, non è una bufala, che ambienti froufrou stanno studiando sistemi operativi (ingegneria informatica!) che non si basino sul sistema binario (0 e 1, true e false) perché è una classificazione che ricorda il sessismo; vorrebbero un terzo stato (!) indefinito.
                    Parossismo allo stato puro.

                    • Gatón scrive:

                      Del “trit” ne parlavano parecchi decenni fa, avrebbe potuto raddoppiare le capacità elaborative e di memoria dei nuovi calcolatori.
                      Poi è venuta la miniaturizzazione sempre più spinta, e la cosa è diventata inutile ramo secco della ricerca.
                      Esattamente come lgbt sono ramo secco dell’evoluzione darwiniana.

                      • Maxx scrive:

                        Il trit aveva un senso più che logico per aumentare la capacità delle informazioni a disposizione; però creò problemi nell’ingegnerizzare processori ternari.
                        Che la stessa situazione venga riproposta per motivi tutt’altro che logici è del tutto comico.
                        Comico?

                    • Maxx scrive:

                      * sistemi operativi era una semplificazione. Chi conosce le microistruzioni e l’uso che i processori fanno dell’acceso/spento mi perdonerà.

                      • Cesare Settore Superiore scrive:

                        Piccola divagazione in merito al famoso problema acceso / spento su interruttori ed altri artifizi tecnici con le celeberrime scritte in inglese ON / OFF.
                        Non tutti sanno dare il corretto significato alle scritte. O meglio capita spesso di imbattersi in persone che hanno poca o nulla dimestichezza con l’inglese, specie se di una certa età.
                        Ebbene un giorno la mia povera zia stava giusto dibattendosi con tale dilemma e mi chiese di chiarirle che cosa significavano le tristemente note paroline.
                        Glielo spiegai alla mia solita maniera. Rude, truce, ma efficace.
                        Zia, ecco qua la regoletta semplice semplice.
                        Ricorda, la parola ON la usi all’inizio: ON scomissià.
                        La parola OFF indica invece la fine: OF Finido.
                        Non la se la più desmentegà, da allora…

                  1. Gazza scrive:

                    C’era una metafora celata nel Topic sulla EPHEMEROPTERA, ci avevo pensatoa lungo.
                    Peccato che nessuno l’abbia capita.
                    Peccato che io me la sia dimenticata.

                    1. alejandro scrive:

                      L’unico insegnamento che traggo da questi esseri è che è meglio vivere cento giorni da pecora che uno da ephemeroecc…
                      Ma si sa: tira più un’ala dell’insetta che……..

                      1. Cesare Settore Superiore scrive:

                        Se savesse che la me vita la fosse uguale a quella delle effimere, me coparea subito. Restar allo stadio larvale per anni, par poi spuntar fora dal nulla, ghe fo na botta al volo e dopo son morto.
                        Ma vuto mettar perdarse le vere gioie delle vita?
                        I nostri politici, equitalia, i uffici postali, el daspo par 2 fumogeni, la certezza de ciapar la pension a 100 anni (tra eta’ e contibuti versati), el tribunal federale sportivo che col so vizio de forma el ghe le fa passar liscia da novo a recie de gomma, i cinesi che.me fa concorrenza sleale… Povere effimere! Non sapete cosa vi perdete!

                        • Maxx scrive:

                          No effimere, Cesare: ephemeroptere! Su wikipedia i dìse che allo stadio adulto le è sensa boca, quindi no preliminars, quindi “bota al volo” in tutti i sensi.

                          https://www.youtube.com/watch?v=JBmvANfx-tU

                          • Cesare Settore Superiore scrive:

                            A proposito, ghe anche un’altra cosa che le effimere o quel casso de insetti sfigadi li non le podara’ mai capir ne godere.
                            UE cioe’ la magia de na serata tra 4 amici, sentadi a taola a ciacolar dei problemi della vita in generale, davanti a un poche de delizie culinarie e a qualche bon gotto de vin.
                            Son contento de non essar mia nato effimera.
                            E grazie ai miei 3 ospiti de ieri per l’ottima compagnia

                        1. Gazza scrive:

                          A questi tre gentiluomini non rispondo.
                          L’ho gia fatto di persona cercando di… tacere.

                          p.s.
                          Cesare in particolare meritava solo un grazie e una ciacoladHellas.

                          • paperinik scrive:

                            ..e al quarto che si autoproclama gentiluomo rispondi alle quattro della manana Dear herr director Gazza? La domanda e’ semplice, sfrontatella ma diretta e per un caro vecchio amico tornato nel belpaese dopo varie missioni suicide all’estero:
                            Meglio una paperella intraprendente, apparentemente seria e limpida, ma assai faticosa perché la fionda che lancia la mollica de pan l’è un po’ scarica…o una paperella a tiro breve, ciarliera,lusinghiera dal moijto facile…senza pan ..ma quantomeno effimera?Thanks

                          1. bardamu scrive:

                            Tu sai cosa penso dei cinquestelle ( e della democrazia… ), però queste reiterate e petulanti litanie pronunciate con aria di superiorità dei soliti saccenti sussiegosi mi stanno cominciando a scocciare.
                            Sia chiaro, coram populo, che non ti considero facente parte della schiera ( come invece il tuo ex amico Lillo che scrive su questo tono in questo stesso contenitore di blog ) dei maestrini dalla presunta superiorità intellettuale e morale.
                            Criticare, anche pesantemente, i provvedimenti del governo ci sta, ovviamente.
                            Quello che non sopporto è il tono. Lo stesso che veniva usato all’inizio per un altro parvenu della politica, Silvione, che ha poi dimostrato nei fatti di saperla fare, la politica, molto meglio di tanti “professionisti”.
                            Aspettiamo per giudicare.
                            Quanto al ” truce” comprendo, anche se non condivido, i motivi della tua antipatia. Dovrai, però, alemno, dargli atto che sta tentando di fare ciò per cui è stato votato.
                            E in una democrazia non mi sembra cosa da poco.

                            1. Maxx scrive:

                              Beh, capirai.

                              Quelle poche ore di vita da adulto passate cercando sesso (avranno anche loro l’opzione della prostistuzione? Mah…) è una condanna, ma pensa se dovessero passarle in coda davanti ad una scuola per poter esprimere un voto sulla democrazia (diretta o rappresentativa non so se cambi molto per l’Ephemeroptera)!

                              Il problema politico italiano sarebbe risolto d’emblée diventando tutti stupefacenti ephemeroptere; ma io son quasi quasi più contento di essere un normalissimo umano, che (specie quando pensa) assomiglia ad un cammello masticante. Nonostante i Salvini e i Di Maio, gli sprazzi di follia del mondo attuale (neanche gli animali ci vanno leggeri visto che la stragrande maggioranza di loro vivono da parassiti o “assassini”) e le code davanti ad una scuola per le elezioni (l’alternativa-due mi sa che piace ancora meno :lol: ).
                              (b) GREAT MUMBLE EMOTICON ? (/b)

                              https://www.youtube.com/watch?v=7FsolYdZVKM

                            Rispondi a Cesare Settore Superiore

                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                            Accetto i termini sulla privacy

                            *