12
mar 2018
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 77 Commenti
VISUALIZZAZIONI

4.557

MORTE ELETTORALE PER CHI GOVERNA

Piccolo ricordo storico per gli smemorati: come mai dal 1994 non abbiamo mai avuto continuità di esecutivi, come mai ogni volta si passava da un governo di centrodestra (Berlusconi) ad uno di centrosinistra (Prodi) e viceversa? Come mai Monti quando, dopo aver governato, ha provato a fare un suo partito è defunto? Come mai oggi il Pd è ai minimi storici e il centro di Alfano è scomparso?
Risposta ovvia. Chi governa il nostro Paese una cosa anzitutto si garantisce: la sconfitta, la morte elettorale.
Dal che se ne deduce che tanto Salvini quanto Di Maio sarebbero degli autolesionisti per il proprio partito se lo portassero al governo. Specie oggi che c’è da varare una manovra, un Def (Documento di economia e finanza) che non potrà che essere da lacrime e sangue.
Facile elargire promesse elettorali. Masochismo puro andare al governo e dimostrare così che sono inattuabili. Stando all’opposizione (o comunque defilati) Salvini e Di Maio hanno tutto da guadagnare; andando al governo del Paese tutto da perdere.
Quindi è puro gossip quello sulle trattative, più o meno segrete, che i due starebbero già portando avanti per varare assieme (o anche no) un esecutivo.
Sull’altro versante la resurrezione del Pd – Renzi o non Renzi – è garantita solo standosene qualche annetto all’opposizione.
Il nostro Paese è semplicemente ingovernabile. Perché è incartato tra debito esorbitante, spesa pubblica alle stelle, impossibilità di ridurla cioè di falcidiare gli statali; e poi tasse, burocrazia, scarsa produttività.
L’unica soluzione seria l’aveva prospettata Enrico Letta parlando di “politica del cacciavite”: cioè puoi solo cercare di dare un’aggiustatina qua e là. Mentre gli elettori pretenderebbero il demolitore, seguito dalla radicale ricostruzione del Paese. Pura fantasia sganciata dalla realtà.
Quindi cosa succederà? La soluzione più logica e probabile sembrerebbe quella di un Gentiloni bis (o chi per lui) inteso come governo tecnico che vari alcuni provvedimenti dolorosi e inevitabili, senza che alcuna forza politica sia chiamata ad assumersene direttamente la responsabilità. Una riedizione della “non sfiducia”. E poi si vedrà…
Se non vuoi la morte elettorale, tutti all’opposizione e nessuno al governo.

4.557 VISUALIZZAZIONI

77 risposte a “MORTE ELETTORALE PER CHI GOVERNA”

Invia commento
  1. martello carlo scrive:

    Mi pare quasi unanime l’ opinione che l’ esito delle votazioni sia stato antisistema.
    Non so se molti abbiano la stessa opinione sul significato di tale parola, ma per me ha il significato di RIGETTO DELL’ UE PER COME SI E’ RIDOTTA: la dimostrazione è il CROLLO del PD che ne è stato il più servile sostenitore, anzi il complice traditore degli interessi nazionali.
    E COME E’ POSSIBILE NON ESSERLO!?
    Tralasciando altri aspetti altrettanto fondamentali, basterebbe da solo il caso SARKOZY, ex presidente della FRANCIA, cioè uno dei paesi più importanti dell’ unione.
    C’è da chiedersi come un tale delinquente sia potuto assurgere alla sua guida e se il tanto esaltato sistema elettorale/istituzionale francese non favorisca alla fine il potere assoluto di un pazzoide come si è dimostrato essere il NANO DI NOTRE DAME.
    E’ di questi giorni l’ accusa di essere stato finanziato nella sua corsa all’ ELISEO dai milioni di GHEDDAFI, cosa che covava sotto la cenere da anni è che è scoppiata con ritardo molto sospetto, col rischio persino di ritrovarcelo di nuovo tra i piedi alla presidenza.
    Ciò che scandalizza di più è il modo in cui viene trattato il caso: a parte l’ Italia che sappiamo essere un caso clinico di provincialismo culturale (basti pensare al pover MARCO), in Francia l’ attenzione è focalizzata esclusivamente sulla corruzione, mentre sul DISASTRO PLANETARIO di una guerra civile tra l’ altro nel pieno delle primavere arabe, la morte di migliaia e migliaia di persone, donne e bambini, la crisi dei migranti e la distruzione della LIBIA come paese, conseguenze che tuttora subiamo, NIENTE, NEMMENO UNA PAROLA.
    Esagero se dico che c’è da vergognarsi di essere europei di una tale Europa e dei suoi sostenitori tra i quali in primo luogo chi è stato in Italia il più servile e accanito fautore del seguire Sarkozy nella sua folle guerra petrolifera e nel far fuori il suo foraggiatore?

    PS. tra l’ altro questo oriundo ungherese è forse quello che con un sorrisetto da deficiente alla MERKEL già pregustava la concordata caduta di S.B. e la conseguente crisi italiana?

    1. Silvestro scrive:

      “Se il servizio è gratis il prodotto sei tu”.
      E’ uno slogan, neanche nuovo che sintetizza bene il problema.
      Se tramite google mi informo su in viaggio o su qualche prodotto, il giorno dopo mi trovo investito da numerose pubblicità sull’argomento.
      E’ la vendita di indirizzi per scopi pubblicitari mirati su destinatari in qualche misura interessati. E’ una pratica del tutto legale che si espande in pari misura con la digitalizzazione e la diffusione digitale.
      Chi sui social esprime un “like” fornisce la sua opinione sull’argomento. Se mi esprimo anche su notizie più o meno false organizzate ad hoc ed in sequenza, fornisco indicazioni precise del mio pensiero e delle mie preferenze, delle mie abitudini.
      A questo si aggiungono i ‘circoli’ le ‘amicizie’ gli indirizzi mail, i ‘cookie’, la ‘cronologia’. Tutte tracce che debitamente incrociate e monitorate nel tempo tracciano un profilo abbastanza preciso dell’individuo.
      Nel caso specifico degli USA poi, l’origine sembra sia una ‘applicazione’ scaricata volontariamente dall’utente che desidera ottenete gratuitamente il suo profilo psicologico, rispondendo ad una serie di quesiti.

      Che la politica si avvalga di questo straordinaria tecnica di indagine in un Paese peraltro di gran lunga più avanti dell’Europa sul piano tecnologico, non mi sembra una grande scoop.

      1. Marco scrive:

        @diogene: big data sono una cosa seria.se bannon li ha usati bravo lui.altra cosa è l’uso fraudolento della tecnologia non a caso lo spendi sulla cybersecurity sta crescendo in progressione geometrica
        Cmq sulle elezioni politiche i big data non ci dicono niente di nuovo
        Auguri sinceri ai prossimi governanti

        Sarcozy che prende soldi da gheddafi? Sì sì lasciamo martello al suo onanismo

        1. martello carlo scrive:

          FACEBOOK e la vittoria di CASALEGGIO.

          Mi sorprende la sorpresa delle MANIPOLAZIONI INFORMATICHE: non si sarebbe saputo nulla, ancora per chissà quanto tempo, se non ci fosse l’ esigenza di far fuori TRUMP (perché VERAMENTE ANTISISTEMA) da parte di coloro che tali manipolazioni le hanno usate sin dai tempi dell’ uso del computer al posto delle palline per l’ estrazione del lotto.
          Ho spesso parlato di analfabetismo informatico (mettendomi in primo piano).
          Uso il Norton ben sapendo che quando Symantec lo deciderà mi intaserà di virus, ma mi guardo bene da utilizzare i CLOUD, come mi guardo bene dal votare M5S e scaricare APP. a manetta com’ è tanto TRENDY.
          L’ esplosione di voti per l’ormai PARTITO M5S non può che avere, (se non è mafiosa) questa origine, nonostante venga spacciata per vittoria dell’ élite (ci risiamo) giovane e titolata.
          Tanto per abbattere un mito che si sta subdolamente insinuando, non è assurdo parlare di ANALFABETISMO PENTASTELLATO, non solo per chi è corso ai CAF un minuto dopo le elezioni per il reddito di cittadinanza, ma anche per molti MILLENNIALS, bravissimi a digitare ma che ma che sono stati condizionati da automatismi che li rendono privi di ogni forma di senso critico.
          Dietrologia? Complottismo? Può darsi, certo che stanno evidenziandosi casi sempre più sospetti (WIKILEAKS ne è l’ esempio più eclatante), come l’ attacco a GHEDDAFI da parte del NANETTO DI NOTRE DAME.
          Ormai si rifiuta di crederci solo MARCO, il che è tutto dire.

          OCCHIO, dietro quell’aspetto da CHIERICHETTO senza mai un capello fuori posto di DI MAIO, si nasconde pur sempre un NAPOLETANO, troppo furbetto per essere vero e sincero ( d’ altronde nessuno è in grado di capire, a parte il VITALIZIO DI CITTADINANZA, quali programmi abbia), alla faccia di chi vorrebbe un inciucio Lega/5S.

          1. Marco scrive:

            Monti e fornero hanno dovuto fare quello che pensavano fosse il bene per l’italia
            Adesso tocca a salvini dimostrare che lui sa fare di meglio
            Quindi se Salvini non riuscirà ad abolire la fornero, avremo la prova che ci ha creduto ha sbagliato oppure è un allocco

            • martello carlo scrive:

              Ah ah ah……. MONTI e FORNERO hanno fatto quello che pensavano fosse il bene per l’ Italia….. alla NAPOLITANA.
              RETROCESSO.

            1. Marco scrive:

              Titolo del quotidiano Libero: golpe finanziario, Black rock minaccia l’italia
              “Non comprate titoli di stato”

              Soros contro salvini

              1. Marco scrive:

                Direi di lasciare martello ai suoi orgasmi solitari con la foto di Sarkozy e concentrarci sull’allocchismo
                Allocco è chi pensa di aver votato per abolire la fornero per la flat Tax e tutte le altre mirabolanti imprese

                • Maxhellas scrive:

                  Sono pronto ad ascoltare quali mirabolanti imprese hanno compiuto gli esecutivi degli ultimi 5 anni, peraltro condotti da gente mai votata, almeno per quanto riguarda Renzi…

                  • Silvestro scrive:

                    Detto cosi si potrebbe intendere che il nuovo governo, per poco che faccia, sarà sempre di più dei precedenti. Ma allora abbiamo già dimenticato le mirabolanti promesse elettorali dei vincitori.

                    Non so cosa intendi per “esecutivi condotti da gente mai votata”. Ma nella stessa situazione di Renzi c’è stato anche Letta, Gentiloni, ma prima anche Monti, Dini (1995), D’Alema (1998).
                    Siamo una Repubblica parlamentare dove il premier governa se, appunto, ha una maggioranza in Parlamento. Se vuoi un Presidente nominato direttamente dai cittadini ci vuole una modifica costituzionale. Ma anche questa strada è già stata bocciata dagli elettori più di una volta.

                    Infine c’è anche la possibilità che il prossimo premier non sia ne Salvini ne Di Maio ed allora …… avremo ancora un “esecutivo condotto da gente mai votata”; proprio come prima.

                    Dobbiamo aspettare solo un po’ di giorni.

                1. martello carlo scrive:

                  Cito con piacere il mio intervento del 18 marzo 2018 alle 17:33: “siamo ancora con quel cacchio di DUBLINO tra gli zebedei, e ognuno va per conto suo come nel caso della LIBIA dove un NANETTO CON LA “R” MOSCIA da solo, con la coda di NAPOLITANO e del PREMIO NOBEL ABBRONZATO, si permette di fare la guerra della TOTAL e crea un pandemonio mondiale, lasciando senza lavoro milioni di neri africani che lavoravano per GHEDDAFI e che poi sono venuti in Europa a creare il caos che l’ ha portata al capestro……”

                  Intervento rabbioso, che pur nel rammarico per ciò che è accaduto e che non cambia di certo, si sta tramutando in grande soddisfazione e sollazzo per le notizie che ci arrivano dalla FRANCIA:

                  L’EX PRESIDENTE FRANCESE NICOLAS SARKOZY È IN STATO DI FERMO……… NELL’AMBITO DELL’INCHIESTA SUI POSSIBILI FINANZIAMENTI IN ARRIVO DALLA LIBIA PER LA SUA CAMPAGNA ELETTORALE NELLE PRESIDENZIALI DEL 2007.
                  Le Monde sottolinea che lo stato di fermo potrebbe durare 48 ore e che l’ex presidente potrebbe doversi presentare ai magistrati al termine dei due giorni di custodia, per essere INCRIMINATO.

                  La mia speranza è che le indagini si estendano al senatore a vita ex pres. della repubblica NAPOLITANO per chiudere finalmente il cerchio.

                  1. diogene scrive:

                    ghiottissima notizia facebook Cambridge Analytica
                    il tuo pane quotidiano Marco, commenti di impatti sulla situazione politico-economica in Italia ? bye

                    1. Marco scrive:

                      Ma cosa deve ancora dire e blaterare martello
                      Peggio di toninelli dei 5s
                      Adesso aspettiamo a vedere le azioni dei muscolari
                      Siamo ancora ai Bla Bla qua quaranta
                      Bla Bla Bla martello peggio di toninelli

                      1. Silvestro scrive:

                         martello carlo (17 marzo 2018 alle 18:56)

                        Dove tu abbia colto il mio pianto proprio non lo so. Anzi ti dirò che mi sto divertendo come non mai.
                        Non fai nemmeno a tempo a completare le tua sequela di insolenze e insulti come negli ultimi 5 anni e vieni qui a chiedere alla sinistra di mettersi a disposizione per realizzare una maggioranza che non avete. Per fare cosa, poi, non si sa. Secondo te i perdenti dovrebbero mettersi a disposizione per realizzare quello che non hanno mai voluto fare autonomamente fino ad ora.

                        MA TU SEI MALATO SERIAMENTE; DEVI FARTI CURARE.

                        Avete cosi certezza e arroganza nelle vostre convinzioni e ora, che dovete realizzarle avete dubbi?
                        Avete tolto il termine NORD alla LEGA un mese prima delle elezioni pensando che dal sud votassero il massa Salvini dopo che lo stesso li ha insultati per decenni. E’ l’ennesima conferma che siete dei poveri illusi.

                        La sinistra svolgerà l’incarico che l’esito elettorale gli ha assegnato: opposizione; e se utilizzerà termini ed atteggiamenti che voi usavate fino ad un mese fa, non penso che vi dovrete scadalizzare. Anzi ti dirò che in presenza di provvedimenti inaccettabili, dipendesse da me non esiterei a presentare 40-50 mila emendamenti elaborati con un algoritmo ad hoc.
                        Anche su questo Calderoli insegna.

                        Poi si potrà verificare qualche convergenza su specifici provvedimenti; ma non certo su l’eliminazione della legge-Fornero, sulla flat tax o sullo sforamento del 3% del deficit.
                        Quelli sono solo cazzi vostri.

                        • martello carlo scrive:

                          Ogni post è un singhiozzo…. e mi chiedi dove abbia colto il tuo pianto lamentoso.
                          Francamente questa piega non mi piace: io desideravo sapere da te se non abbiate fatto una politica troppo prona e servile nei confronti dell’ Europa, e della MERKEL, visto che implicitamente lo dice lei stessa.
                          Capisco che il terrore di fare la fine di Berlusconi vi abbia ridotto ad obbedire come dei CAGNOLINI a tutte le imposizioni e a considerare i trattati ( come se loro non li avessero mai violati sputandovi e sputandoci in faccia ) come qualcosa di eterno, sacro come i 10 comandamenti, mentalità che è entrata a far parte del vostro DNA.
                          Capisco anche che tu non voglia rispondere alla mia sensazione che, almeno su questo terreno ( quello dell’ aggiornamento dei trattati ventilato da chi conta in UE ) il voto del 4 marzo abbia aperto delle prospettive nuove e che voi quindi vi sentiate tagliati fuori e dispiaciuti se un governo senza di voi, finalmente, possa cambiare questa Europa ROVINOSA, però è su questo e sui grandi successi del PD per l’ ITALIA nella comunità che voglio sentire la tua campana.
                          Sarebbe anche interessante sentire quali iniziative future vorreste appoggiare a Bruxelles.

                          • Silvestro scrive:

                            Non abbiamo ancora visto le vostre iniziative pratiche in Italia ma già sei in ansia per quello che si dirà in Europa.
                            Ti preoccupi troppo dei perdenti e troppo poco dei vincitori.
                            Non so più come dirtelo: è il momento di essere concreti, il tempo degli sproloqui è finito.

                            • martello carlo scrive:

                              Sono stanchino delle tue interpretazioni bislacche: sono MERKEL e MACRON che sono preoccupati, ed hanno ragione, come abbiamo ragione noi e gli europei in genere.
                              L’ Europa si sta SFALDANDO, IMPLODENDO, governata da banchieri ed interessi ( economici ) di parte, con trattati che in gran parte nessuno conosce e ha votato ( al contrario di ciò che sostieni tu ), siamo ancora con quel cacchio di DUBLINO tra gli zebedei, e ognuno va per conto suo come nel caso della LIBIA dove un nanetto con la “R” moscia da solo, con la coda di NAPOLITANO e del PREMIO NOBEL ABBRONZATO, si permette di fare la guerra della TOTAL e crea un pandemonio mondiale, lasciando senza lavoro milioni di neri africani che lavoravano per GHEDDAFI e che poi sono venuti in Europa a creare il caos che l’ ha portata al capestro……
                              E tu dai gli otto giorni alle forze politiche per sistemare le cose dopo popò di dimostrazione che gli stessi ITALIANI ANCORA NON CI SONO.
                              Ma va là, tu e quell’ allibratore da quattro soldi di cui ogni tanto sentiamo il raglio: fate proposte, fate proposte, avete vinto voi……
                              Non ci sono soluzioni limpide, pulite: TANCREDI disse “cambiare tutto per non cambiare niente”.
                              E’ questa l’ennesima lezione che ci viene dal SUD ABBANDONATO.
                              Abbandonato da chi? Sono disoccupati? E gli occupati, come negli ospedali sporchi lerci, i malati abbandonati nelle corsie in mezzo ai topi, fanno i disoccupati pure loro? E le decine e decine di miliardi dei fondi strutturali inutilizzati? E le altre decine e decine di miliardi che dal nord spariscono, che fine fanno? E le 4 sorelle mafiose che esportano in tutto il mondo le loro risorse ( sì, anche il sud ha le sue risorse ), possibile che non trovino qualche impiego produttivo a casa loro o è tutto NERO?

                              Abbiamo bisogno tutti di una bella lezione: siamo ancora al SACRO ROMANO IMPERO, con tanto di PAPA che ci mette del suo con le quinte colonne di GIANNIZZERI.

                              Guardiamo la cartina geografica del voto e capiremo quale potrebbe essere la soluzione che con il reddito di cittadinanza potrebbe venire da sola, inevitabilmente.

                        1. martello carlo scrive:

                          Queste parole ” HANNO PROMESSO DI SOVVERTIRE CONVENZIONI E ACCORDI INTERNAZIONALI, DI IGNORARE PARAMETRI E VINCOLI DI TRATTATI ” di SILVESTRO nei confronti delle FORZE ANTISTEMA ( naturalmente Lega e 5S ), danno da sole l’ idea di come siamo stati governati senza “SE” e senza “MA” in Europa portandoci a questo disastro, a questo PANTANO.
                          Se poi le mettiamo in relazione con l’ analisi del voto italiano sortite dall’ incontro MERKEL-MACRON, ( abbiamo sbagliato, dobbiamo cambiare questa Europa ), acquistano ancora maggiore significato.
                          Siamo nel PANTANO, sì, ma ” quanto accaduto il 4 marzo ci porti, tra qualche scossone inevitabile, a risalire la china ed uscire dal buco nel quale ci siamo infilati.” come dice MAXHELLAS, era l’ unico mezzo per liberarci ( speriamo ) di chi ha fatto il proprio interesse, quello dell’ UE, delle cooperative, di tutti fuorché quelli dell’ Italia.

                          Volete una riprova? Ci hanno fottuto l’ EMA con una SEDE CHE NON C’ E’, come i FASCISTI a cui si dilettavano a dare la caccia. Purtroppo coloro che pretendono di sostituirli, i 5S, abbiano votato contro MILANO al parlamento Europeo: da Milano e dal nord loro vogliono solo il VITALIZIO DI CITTADINANZA.

                          • Silvestro scrive:

                            QUANTE CHIACCHIERE INUTILI.
                            Ora è imbarazzante, ma dovresti sostenete esplicitamente che quelle dichiarazioni non sono mai state fatte.
                            La vostra campagna elettorale è stata esclusivamente di promesse miracolose; i cittadini vi hanno dato credito, ora siete chiamati a onorarle.
                            I risultati economici dal 2013 al 2018 sono sotto gli occhi di tutti, ma gli elettori vogliono di più e rapidamente, cioè quello che avete promesso. Non siamo più in campagna elettorale, le recriminazioni non servono, ora è il momento dei fatti.

                            PS.: se volete uscire dall’euro non solo avremmo perso comunque l’EMA, ma perderemo anche l’agenzia per la sicurezza alimentare (EFSA) di Parma.

                            • martello carlo scrive:

                              Comincio a provare, ma veramente, un senso di compassione: è classico dei comunisti doc piangere quando perdono. Per il male che ti voglio, ti consiglio di fartela passare, magari facendo un po’ di autocritica; se vuoi sono disposto a farti un po’ da psicologo accompagnandoti passo passo dal 2011 al 2018; i dati parlano, certo e dicono: DISASTRO!
                              I cittadini ci hanno dato credito, certo, com’ era giusto e come sarebbe giusto che, invece di fare gli offesi, vi levaste il dito dalla bocca e realizzaste cosa potete finalmente fare per il paese e non per voi stessi, mettendovi a disposizione per realizzare la maggioranza che non hanno le forze che hanno vinto.
                              Io NON ME LO AUGURO, ma sarebbe l’ unica strada per lavarvi un po’ la coscienza.

                              PS. come al solito però non hai colto o meglio non hai risposto allo spirito della mia domanda: a parte l’ elezione MOGHERINI LA GRANDE, cosa avete fatto per imporre nuove regole in Europa che, come dicono gli stessi MERKEL e MACRON sono troppo rigide, sbagliate e INGIUSTE nei nostri riguardi.

                          • martello carlo scrive:

                            E.C.: ” HANNO votato contro MILANO al parlamento Europeo “

                          1. Marco scrive:

                            Fate caso a toninelli
                            Quando gli si chiede di fare una proposta parte in quarta ad accusare questo è quello
                            Martello è uguale
                            Proposte? Zero

                            1. Marco scrive:

                              Ecco martello il toninelli del nord
                              Sarebbe ora di fare qualcosa ma gli è più consono blaterare
                              Il salvini comincia a fare il pinocchio del potere: con fi c’è pieno accordo quindi anche con la Merkel
                              O no?

                              1. martello carlo scrive:

                                Tutte le colpe (se di colpe si tratta) sono del ROSATELLUM: paginate di chi l’ ha votato, di chi si è opposto ma poi ha ceduto, di chi lo ha progettato pensando ad un certo esito, ecc.
                                E pensare che ci vorrebbe, ci vuole e c’è voluto così poco per accontentare gli italiani che si son mangiati e digeriti sistemi di tutti i tipi, dal proporzionale puro, all’ ITALICUN al PORCELLUM al MATTARELLUM ( scusate se ho dimenticato o sbagliato qualcosa, ma l’ argomento mi fa venire l’ orticaria ), e hanno votato un centinaio di partiti, movimentini, partitini, conventini. ad ogni tornata.
                                Certo la CORTE COSTITUZIONALE vorrebbe che fossero più selettivi per assicurare la rappresentatività dei risultati, ma credo che i risultati non sarebbero cambiati, se non ci fosse stato qualche intervento IMPROPRIO.
                                Quello che è successo il 4 Marzo non è altro che la resa dei conti di questa violazione: i nodi delle favolette raccontateci dai grandi giornaloni associati ai potentati beneficiari delle grandi privatizzazioni anni ’90, dalle claque dei talk show, dai professoroni apolidi bocconiani, sono venuti al pettine.
                                L’ occupazione non è forse esplosa? Certo, basta guardare i risultati al sud dei 5S
                                La tassazione, la burocrazia non sono diminuite e non è stata forse fatta una radicale riforma della GIUSTIZIA? Poco ma sicuro: c’ è la fila di imprese di tutti i livelli, persino di pensionati che vogliono trasferirsi in questo paradiso
                                La sicurezza non ci rende i paese più tranquillo al mondo? Non sono forse crollati i reati, nonostante il passa parola degli albanesi che invitano i compaesani a venire qui dove rubare è più facile, visto che la proprietà privata è diventata un OPTIONAL per consentire il REDDITO DI CITTADINANZA surrogato ed esteso ben oltre i confini che NON CI SONO PIU’?
                                Diamo pure tutta la colpa al sistema elettorale, ma mi sembra che, a torto o ragione il popolo si sia espresso, FINALMENTE, molto chiaramente ed in maniera inevitabilmente contrddittoria.
                                Ma la GOVERNABILITA’?
                                Non vi preoccupate: qualcuno di insospettabile, nemico mortale del CAIMANO, stasera si è chiesto perché quando in SICILIA FI ha preso il 60% era un voto MAFIOSO, mentre il 60% del M5S è il voto dell’ emancipazione dalla soggezione della malavita organizzata…. e le claque e i giornaloni si stanno già riposizionando.
                                Eppoi mi si consenta, alla fine, una considerazione del tutto personale sulla distribuzione di questo voto così popolare: ci penserà un GRANDE COMICO con il REDDITO DI NASCITA a liberarci dalla schiavitù del lavoro.

                                • Maxhellas scrive:

                                  Concordo con te, martello: progressi veri negli ultimi 30 anni ce ne sono stati pochi e i risultati sono davanti ai nostri occhi. Li vediamo tutti, tranne chi fino a ieri era comodamente seduto nei palazzi. Spero, per il bene del nostro paese (e quindi il nostro, visto che ci abitiamo), che quanto accaduto il 4 marzo ci porti, tra qualche scossone inevitabile, a risalire la china ed uscire dal buco nel quale ci siamo infilati.
                                  Noi cittadini, secondo me, abbiamo il dovere civico di tenere gli occhi aperti e di informarci, per dare il nostro contributo fondato col voto e con la discussione in luoghi come questo. In tal senso, tutte le opinioni sono in qualche misura utili, anche se non le condividiamo, nel senso che possono sempre darci l’occasione per una riflessione e per guardare i nostri convincimenti in una prospettiva diversa.

                                  • Silvestro scrive:

                                    Non ti ho visto spesso sul blog e non vorrei annoverarti tra coloro che “predicano bene e razzolano male”.
                                    Giusto per fare un esercizio di “onestà intellettuale” tu ieri hai individuato ogni responsabilità nella legge elettorale.
                                    Ma se Lega o M5S avessero raggiunto il quorum di maggioranza cosa cambierebbe.
                                    Sono due movimenti dichiaratamente antisistema che hanno promesso di sovvertire convenzioni e accordi internazionali, di ignorare parametri e vincoli di trattati democraticamente sottoscritti. Si sono scagliati contro ogni organizzazione nazionale e internazionale, ondivagando sulle loro stesse idee smentendole talvolta nei fatti.

                                    Il tempo delle lamentele e delle recriminazioni, è finito; è giunto il momento dei fatti; quindi anche se le ipotesi restano tali, puoi dire chiaramente cosa prevedi con un governo M5S e/o Lega.

                                    Io la mia previsione l’ho già fatta. lo slogan comune “PIU’ SOLDI A TUTTI SUBITO”, che è il tema comune del successo elettorale, è destinato ad un rapido e drastico ridimensionamento. Con buona pace dei loro elettori.

                                    • martello carlo scrive:

                                      Penso finalmente di aver capito cosa fai nella vita: il GESTORE DI POMPE FUNEBRI.
                                      Ci vuoi vedere proprio morti, senza neppure di dire MA, alla maniera vostra….. e la conferma viene da EMILIANO e tipi come lui ( che poi sono la stragrande maggioranza all’ interno della RIDOTTA PD ) che si vogliono mettere dalla parte del VITALIZIO DI CITTADINANZA.

                                  • martello carlo scrive:

                                    Certo, è il modo giusto di procedere, anche se con opinioni e stili di esprimersi diversi
                                    Io ho un modo colorito, a volte provocatorio, e deciso, ma ciò non toglie che ci si possa confrontare in modo costruttivo….. per quanto possa servire.
                                    Se sbaglio o eccedo, MI CORIGERAI.
                                    Ciao.

                                1. Marco scrive:

                                  Rettifica: martello è il toninelli del nord
                                  Molto meno di zero
                                  Salvini ha detto che gli importava solo di votare
                                  Salvini non cambia idea
                                  Salvini è al lavoro per la flat Tax la fornero e ha comprato la ruspa per caricarci dentro i migranti
                                  Martello è il solito qua qua Bla Bla quaquaraqua blaqua quaqua
                                  Meno dello zero

                                  1. martello carlo scrive:

                                    Mi ero illuso, benché quell’ Hellas finale mi puzzasse non poco. Mi ero illuso che fosse arrivato qualcuno con cui ragionare ed invece mi ritrovo una spalla di chi?
                                    Di MARCO!!!!
                                    Abbiamo trovato una nuova coppia, stavo per dire alla STANLIO e OLLIO, ma è ancora prematuro; lo scopriremo, sollazzandoci non poco, andando avanti.
                                    Per ora limitiamoci a chiamarli MATTARELLUM e ROSATELLUM.

                                    :-( :-D :-D :-D

                                    • Maxhellas scrive:

                                      Guarda che sbagli.
                                      Se leggi con attenzione la mia risposta a Marco, rimando al mittente ancora una volta l’idea che sia possibile formare un governo. Tutto li.
                                      Inoltre, io scrivo qui per dare la mia opinione, soprattutto vedendo quanta disinformazione ci sia. Anche da parte di chi scrive i topic.

                                      • martello carlo scrive:

                                        Bene, me ne rallegro: hai un’ ottima penna e tutto ciò che ne è all’ origine e spero che tu continui a esprimere le tue opinioni. Mi spiacerebbe però che sprecassi l’ inchiostro per un ALLIBRATORE DA CORSA DEI SACCHI come MARCO: ormai l’ abbiamo capito tutti com’ è la situazione post voto ed è inutile giocare al totocalcio rilanciando all’ infinito le provocazioni di un povero TROLL che spera che gli altri non facciano “il politico che dice e non dice e poi dice che non aveva detto per avere sempre ragione” quando di lui non siamo certi manco del SESSO.

                                      • Marco scrive:

                                        MAx Hellas ero stato chiaro nel parlare di previsioni.
                                        Ne deduco che la tua previsione è “non si farà alcun governo”.
                                        Vedremo chi ci avRa indovinato di più
                                        Voglio sperare che non fai tu il politico che dice e non dice e poi dice che non aveva detto per avere sempre ragione
                                        Su dai qui di un nulla totale abbiamo già martello

                                        • Maxhellas scrive:

                                          Non faccio il politico: mi guadagno da vivere lavorando, tranquillo.

                                          Le previsioni (anche quelle del tempo) si possono sbagliare e, ti assicuro, sbaglio spesso anch’io come tutti quanti.

                                          Confermo: governi politici possibili non ne vedo. Forse solo un governo per mettere a posto la legge elettorale e poi andare a “far la conta” di nuovo.

                                    1. Silvestro scrive:

                                      Sono allibito.
                                      Tutti a pararsi il culo, recriminare, scaricare responsabilità, assegnare colpe come se tutto il disastro italiano fosse degli ultimi 5 anni mentre prima andava tutto bene.
                                      Il voto è stato chiaro e inequivocabile.
                                      Coloro che da quel momento ogni giorno hanno sputato su qualsiasi iniziativa del governo, lo hanno accusato di usurpazione, hanno manifestato tutto il loro disprezzo su ogni iniziativa, senza alcun ritegno nel linguaggio e nell’atteggiamento, sono stati accontentati.
                                      I cittadini hanno dato credito alle promesse, agli impegni solenni, alla volontà espressa in ogni occasione di mostrare gli attributi a tutti.

                                      Il tempo delle chiacchiere è finito. Chi ha perso va all’opposizione chi ha vinto ha l’onere di mantenere le promesse elettorali senza se e senza ma.

                                      • martello carlo scrive:

                                        “Coloro che da quel momento ogni giorno hanno sputato su qualsiasi iniziativa del governo, lo hanno accusato di usurpazione, hanno manifestato tutto il loro disprezzo su ogni iniziativa, senza alcun ritegno nel linguaggio e nell’atteggiamento, sono stati accontentati.”……

                                        …… e voi cosa avete fatto?
                                        Certo non da soli….. quinte colonne, cariche terze, magistratura e poi vi siete pure sacrificati per portarci con l’ IVA in scadenza, debito pubblico e disoccupazione alle stelle, paese diviso in 2, al pantano del ROSATELLUM, dicendoci ” ORA ARRANGIATEVI “.
                                        Ve lo ha suggerito SOROS nel corso della visita a GENTILONI?
                                        E avete ancora il 17% di italiani che vi vota !!!!!!!!!!

                                      • Maxhellas scrive:

                                        Silvesto, calcolatrice alla mano, mi spieghi chi tra le varie coalizioni/partiti (a seconda di come si sono presentati alle elezioni) ha i numeri necessari per formare un governo?
                                        Mi ricordi inoltre per favore chi ha scritto l’ultima legge elettorale, con quanti voti di fiducia è passata e quali sono stati i partiti che l’hanno votata?
                                        Così, tanto per fare un piccolo esercizio di onestà intellettuale.

                                      • martello carlo scrive:

                                        Ma quanta fretta…… tutti agitati perché siamo senza un governo.
                                        A me non pare, c’ è sempre BRUXELLES!
                                        Insomma non è cambiato nulla rispetto ai governi post golpe, c’ è solo ROSATELLUM che ci assilla come se gli mancasse l’ aria.
                                        Tutto sommato un po’ di tranquillità ci sta bene….. eppoi nessuno dei poteri forti, neanche SOROS potrà far cadere un GOVERNO CHE NON C’ E’.

                                        EH eh.

                                      1. Silvestro scrive:

                                        Maxhellas (15 marzo 2018 alle 09:39)

                                        Le alchimie politiche, con o senza calcolatrice, non mi appassionano, anche perché, i ripensamenti ed i voltagabbana ultimamente sono ancora più numerosi del solito.

                                        Sul resto però si può dire qualcosa:
                                        Il PD nelle scorsa legislatura era partito di governo e di maggioranza ed era invitato da tutti (Mattarella compreso) a farsi carico di proposte sulla legge elettorale che fossero condivisibili.
                                        Ci provò col mattarellum rinnovato, con l’italicum allargato, col rosatellum uno, col para-tedesco, ed infine il rosatellum due. L’ultimo fu un compromesso che non piaceva innanzitutto al PD ma che trovava una risicata maggioranza parlamentare.
                                        Si disse che favoriva Berlusconi; si disse che avrebbe favorito anche le alleanze col PD, M5S si ribellò al limite dell’insurrezione perché la legge era vista come una congiura contro il movimento, mentre la Lega, pur di andare a votare era favorevole a qualsiasi soluzione. Si pose fiducia per mettere fine ad una manfrina che rischiava di non finire più.

                                        Guardando i risultati mi sembra che pochi ci abbiano visto giusto, ma questa è la cronaca degli ultimi 6 mesi, opportuna per gli smemorati e per dare il giusto peso alla ‘onestà intellettuale’.

                                        1. diogene scrive:

                                          secondo me, Silvestro, sei ancora allibito per il risultato delle elezioni
                                          parliamo di cose serie: il pd è accusato di aver dato i soldi dello stato alle banche e ai poteri forti anzichè ai disoccupati del sud oppure alle partite iva del nord che hanno crediti nei confronti dello stato

                                          salvini dice che abolirà la fornero, farà la flat tax al 15% e pagherà sull’unghia tutti quelli che stanno aspettando i soldi dallo tato
                                          d’altra parte il ragionamento di salvini è molto logico: se c’erano i soldi per le banche e se adesso che c’è salvini i soldi non verranno più dati alle banche, ecco trovati i soldi per la fornero ecc ecc

                                          A te l’arduo compito: spiega agli italiani perchè per il loro bene è meglio avere delle banche vive piuttosto che morte
                                          Il pd dica il perchè delle scelte che ha fatto e che sono sate bocciate dagli elettori
                                          solo così può sperare, che qualora lo spread andasse a 600, di poter dire agli italiani: da una parte il caos salvini dall’altra la responsabilità del padre di famiglia

                                          coraggio

                                          1. Maxhellas scrive:

                                            Ma non è che per caso abbiano governato male?
                                            Chi l’ha detto che chi governa va a casa?
                                            E tutti i sindaci e i governatori di regioni che sono stati confermati?
                                            Probabilmente chi ha governato il paese finora è andato a casa semplicemente perché ha governato male.
                                            Male a tal punto (nell’ultima tornata) da produrre come “canto del cigno” una legge elettorale che garantisce…l’ingovernabilità (il Rosatellum passato dopo 8 fiducie con i voti a favore di PD, FI e Lega…).

                                            • martello carlo scrive:

                                              IMPECCABILE, fino al punto e alla virgola……. ma faglielo capire ai capoccioni alla RENZI e SILVESTRO..
                                              Il riferimento ai governi regionali poi è illuminante……anche per quelli che al sud hanno votato LEGA ed è il valore aggiunto della coalizione di CDX.

                                            1. Marco scrive:

                                              Bravo max Hellas che almeno ti sei esposto a fare previsioni
                                              Le previsioni sono tali e non si discutono: si verificano a posteriori

                                              Mi permetto però una osservazione e voglio stare proprio terra terra: legge fornero, nel programma (il mito del prrrrogrrrramma )c’è sia della coalizione che ha preso il 37% sia nel partito che ha preso il 33%
                                              E questi sono fatti che nessuno può contestare (a parte martello che dice che queste cose le ha sette soros).
                                              In campagna elettorale a chi chiedeva dove prenderete i soldi le risposte di salvini & di maio sono state: i soldi ci sono.
                                              Salvini ha già detto che se necessario sfonda il 3% del rapporto deficit/PIL
                                              Lo faccia, è lui il vincitore

                                              • Maxhellas scrive:

                                                Assolutamente in linea con te. Salvo che per uno o due punti in comune non credo proprio che si possa basare un’alleanza a medio termine, connaturata alla formazione di un governo.

                                              1. Marco scrive:

                                                È sempre più evidente la vicinanza di pensiero fra i 5S e i vari martello & Giorgio ecc. Già hanno pronti gli alibi Bruxelles Soros ecc il grande complotto mondiale che impedisce agli uomini giusti di fare le cose giuste
                                                Piena conferma: martello come di maio: il nulla

                                                • Maxhellas scrive:

                                                  Non servono alibi, basta l’aritmetica: nessuno schieramento ha i numeri per governare.
                                                  Altro che Soros, Bruxelles o le astronavi di Vega! E’ bastato il Rosatellum e, come previsto, siamo bloccati.
                                                  E il Rosatellum non l’ha votato Soros, né Bruxelles, tanto meno el poro limon, ma, con ben 8 fiducie, è stato fortissimamente voluto da PD, FI e Lega. Questi sono i fatti.

                                                1. Marco scrive:

                                                  Mettiamoci alla prova: come evolveranno le cose?
                                                  Io dico che si metteranno d’accordo salvini e di maio per fare qualcosa e poi tornare a votare a novembre e fare il referendum: statalisti contro celoduristi
                                                  Signori: fate previsioni e non sparate i vostri desideri

                                                  • Maxhellas scrive:

                                                    La premessa fondamentale è che nessuno dei 3 schieramenti principali ha i voti per governare.

                                                    Le istanze di Centrodestra (presentatosi unito e quindi giustamente unito post elezioni), M5S e PD sono fondamentalmente molto diverse. Inutile trovare marginali convergenze, visto che nelle linee macro i programmi divergono parecchio. E parlo dei programmi concreti, non dei “si dice” intercettati qua e la.

                                                    Lega e M5S non hanno alcuna legittimazione ad accordarsi. In primo luogo per il semplice fatto che la Lega è parte del Centrodestra, non è una forza autonoma. In secondo luogo per le fondamentali differenze tra i 2 schieramenti nella gran parte dei rispettivi programmi (ripeto: quelli veri, nero su bianco).

                                                    I governi di coalizione possibili sono sostanzialmente 2, secondo me: Centrodestra + PD e M5S+PD+LEU. Entrambe queste soluzioni vedono o il veto del PD o il veto della Lega e di parte del PD. Le ritengo quindi molto poco probabili.

                                                    Alternativa “atipica”: Lega+M5S al solo scopo di rifare la legge elettorale per coniugarla con la governabilità. Qualche probabilità c’è, anche se, visto che il Rosatellum ha avuto i voti della Lega, rimane da vedere se la stessa Lega ha voglia di cambiarlo.

                                                    Infine lo scenario più probabile: il governo attualmente in carica (Gentiloni) rimane al suo posto per affrontare gli impegni europei. Nel frattempo Mattarella affida almeno due incarichi esplorativi (Salvini prima e Di Maio poi) e, dopo aver constatato l’indisponibilità dei vari schieramenti ad alleanze per un governo politico, prova la carta dell’incarico ad una personalità “super partes”, attorno alla quale si aggregheranno FI, PD, LEU e probabilmente Lega e quasi tutti gli altri. Si torna a votare nel 2023 e, salvo miracoli di questo “collage” o una ripresa internazionale che cancella temporaneamente tutti i nostri problemi, il M5S va al 60%.

                                                  • Silvestro scrive:

                                                    Possibile, ma intanto, come ho già segnalato in post precedenti, a breve scadenza sono previsti incontri UE nel corso dei quali l’Italia deve elencare impegni e previsioni economiche, posizioni da assumere su argomenti quali immigrazione etc.

                                                    Chi ci mette la faccia, cosa dice e con quale maggioranza parlamentare?

                                                  1. Massimo scrive:

                                                    Bravo Giorgio….sono d’accordo con te. Fin tanto che non si capisce che votando questi partiti non cambierà mai nulla per il popolo ( siamo senza sovranità monetaria ed economica ) resteremo sempre schiavi di Bruxelles e ci saranno sempre promesse irrealizzabili.

                                                    • Silvestro scrive:

                                                      Gli elettori brillanti e intuitivi come voi sono piuttosto rari.
                                                      CasaPound Italia 0,9%, Forza Nuova (con la lista “Italia agli italiani”, assieme a Fiamma Tricolore) 0,37%.
                                                      Ma potete sempre consolarvi con Salvini.

                                                      • giorgio scrive:

                                                        In Democrazia, si sa, vince chi ha i numeri….ma questo non significa che sia dalla parte giusta (G: Galilei docet)….
                                                        Io non ho votato gli Extremisti perché sapevo benissimo che il mio voto sarebbe andato perduto (visto lo sbarramento al 3%), ma sono gli unici ( Casa Pound ) a PENSARE per il BENE del PAESE ( senza tanti INCIUCI ) e dei suoi abitanti (non per gli ALIENI e per la FINANZA speculativa)….guardate qualche intervento dell’avv. Marco MORI su youtube e ve ne renderete conto….
                                                        Gli italiani non sono ancora CONSAPEVOLI di cosa li aspetta se si continuerà su questa strada guidata dai SOROS e da Bruxelles e, quando si sveglieranno ( se mai succederà), sarà troppo tardi per rimediare…..
                                                        I nostri nipoti ce ne renderanno conto e ci MALEDIRANNO per non aver fatto nulla (o quasi) per contrastare l’ avanzata del NWO che distruggerà la NOSTRA PATRIA, coi suoi VALORI, la sua CULTURA, la sua ARTE, la sua LINGUA e, soprattutto, i suoi ABITANTI….gl’ ITALIANI!

                                                    1. Andrea scrive:

                                                      Che molti, la maggioranza, sia un po’ risentita perché (dati di oggi) il 5% degli italiani possiede da solo il 40% della ricchezza complessiva?

                                                      Magari, come qualcuno ha sottolineato, accumulata grazie all’ evasione fiscale e alla corruzione, due cancri che in questo Paese non sono mai stati affrontati seriamente?

                                                      Ricchezza mal distribuita, evasione fiscale e corruzione che Zwirner si guarda bene dal citare nella sua disamina.

                                                      Chissà perché.

                                                      • martello carlo scrive:

                                                        ANDREA, il ridurre tutto all’ “evasione fiscale e alla corruzione, due cancri che in questo Paese non sono mai stati affrontati seriamente”, è una visione un po’ provinciale di un trend mondiale che si nasconde dietro la parolina magica GLOBALIZZAZIONE.
                                                        Secondo il Global Wealth Databook 2012 del Credit Suisse, Il 39% della ricchezza MONDIALE è in mano solamente allo 0,6% della popolazione adulta.
                                                        Capirai bene che il dato italiano, nonostante gli ultimi 6 anni di governo al servizio della finanza speculativa, è ancora ben lontano da dove vogliono arrivare i SOROS & C ( ZUCKERBERG, BEZOS, ROTSCHILD ecc. ).
                                                        Ma quando accenni a questi “signori”, MARCO, SILVESTRO e altri innominabili fanno i sorrisetti come se fossero dietrologie demenziali: il primo perché ignora le dinamiche mondiali, il secondo per difendere una classe politica che ha venduto la classe media e operaia alla peggiore finanza e alle banche.
                                                        Come Italia, non possiamo metterci al livello di TRUMP, ma dobbiamo ribellarci, come cerca di fare il CDX, per far cambiare le cose anche in EUROPA dove il presidente della COMMISSIONE è l’ ex premier del LUSSEMBURGO (un certo JUNCKER), che per DUMPING FISCALE, è paragonabile a PANAMA e alle CAYMAN, cioè è un PARADISO FISCALE.

                                                        ZWIRNER di queste cose dovrebbe cominciare a parlare, ma penso tema l’ arretratezza di pensiero e di visione di gente come il già citato MARCO.

                                                      1. Silvestro scrive:

                                                        Caro Zwirner, vedo che anche lei ormai è sulla mia stessa lunghezza d’onda.
                                                        In effetti la sua affermazione secondo cui gli italiani non vogliono essere governati non è una novità; ma con questo topic si mettono in chiaro le cose.

                                                        Solo qualche giorno fa avevo dato l’interpretazione concreta delle promesse dei vincitori: “PIU’ SOLDI PER TUTTI E SUBITO”. Tutto il resto è fumo.
                                                        E c’è anche una motivazione sociale nelle proposte:
                                                        al nord dove c’è più lavoro e la popolazione è mediamente più anziana, furoreggia la flat tax, la no-Fornero, senza dimenticare l’immigrazione perché gli anziani sono anche più ansiosi e diffidenti.
                                                        Al sud, dove mediamente la popolazione è più giovane e c’è meno lavoro è indispensabile il reddito di cittadinanza.

                                                        Naturalmente quanto costa, quanto tempo ci vuole, quali sono le grandi riforme propedeutiche a cambiamenti radicali, come si gestisce la transizione, sono argomenti che non interessano nessuno, perché la fanfara politica per prima non ha alcun interesse ad approfondire. Per non parlare dei grandi temi quali corruzione, evasione fiscale e mafie varie, che sono parte integrante dei problemi irrisolti.

                                                        Le politiche del cacciavite dei piccoli passi, sono fesserie, iniziative inadeguate; ci vuole uno shock fiscale, grandi investimenti, dire alla Merkel quello che si merita.
                                                        Sono le loro parole ripetute ossessivamente per anni. Ma ricordarle, ora, sembra che li infastidisca.
                                                        Bene, il popolo italiano ha dato loro ragione, senza se e senza ma. Facciano il governo per mettere in pratica le promesse. Elemosinare voti da quei partiti che sono contrari a questi toni è oltremodo mortificante.
                                                        Auguri ai vincitori.

                                                        • RobyVR scrive:

                                                          I grandi temi (corruzione, evasione fiscale e mafie varie, problemi irrisolti) sono esattamente gli stessi grandi temi che c’erano nel 2013.

                                                          Ci si chiede dov’è stato il governo negli ultimi 5 anni.

                                                          • martello carlo scrive:

                                                            Ma dentro a coloro che provocano e hanno provocato i problemi, naturalmente.

                                                          • Silvestro scrive:

                                                            Si hai ragione!!! purtroppo sei un po’ carente nelle percezioni neuropsicologiche di medio-lungo termine.
                                                            Sono gli stessi grandi temi non dal 2013 ma da almeno trent’anni.

                                                            • RobyVR scrive:

                                                              Credo un po’ di più. Sempre che prima del 1988 mafia, evasione, corruzione e problemi vari non ci fossero o non si sapesse che erano dei problemi. Purtroppo il sistema dei partiti questi temi non solo li lascia “inalterati” ma ne alimenta l’esistenza. Capisci?

                                                        • martello carlo scrive:

                                                          L’ ITALIA HA TANTO BISOGNO DI VOI, PURTROPPO CE NE SIAMO ACCORTI TROPPO TARDI.
                                                          Dateci una seconda occasione, perdonate i vostri COMPAGNI CHE HANNO SBAGLIATO, i vecchi che hanno paura, chi perde il lavoro perché le aziende vanno all’ estero a causa delle troppe tasse e il 40% di giovani disoccupati al sud che protestano indegnamente:

                                                          FATECI VOTARE SUBITO UN’ ALTRA VOLTA, COSI’ PORTEREMO A TERMINE L’ OPERA DI FARVI SCOMPARIRE COMPLETAMENTE DALL’ ITALIA.

                                                          • Silvestro scrive:

                                                            Anche per votare un’altra volta dipende solo da voi.
                                                            Ma per una maggioranza la vedo comunque dura.

                                                            AUGORONI.

                                                            • martello carlo scrive:

                                                              Meglio essere senza governo che averne uno come quelli di NAPOLITANO…. e mal che vada continueremo come prima, sempre agli ordini dei mangiapatate.

                                                        1. RobyVR scrive:

                                                          Tutto sarebbe più semplice se non fosse necessario tenere a vita il deretano sulla sedia parlamentare (o senatoriale).
                                                          Un bel mandato parlamentare di massimo un paio di volte e governi o al primo o al secondo giro sennò… a casa.

                                                          Per l’ingovernabilità dobbiamo ringraziare i soliti noti che ci ammorbano, appunto, dal ’94. Gente che predica la riforma della legge elettorale appunto da 25 anni ma che sono riusciti solo a creare il caos in cui sguazzano (dallo spartirsi i governi al governare assieme, Monti docet, disastri condivisi da Forza Italia e Partito Democratico).

                                                          • Silvestro scrive:

                                                            Francamente non capisco.
                                                            Se fosse in vigore quel sistema stocastico che ti piace tanto, non avresti nemmeno l’opportunità di lamentarti. Potresti solo sostenere che siamo stati sfigati, che la sorte non ci ha favoriti.
                                                            Alla faccia delle responsabilità di governo.

                                                            • RobyVR scrive:

                                                              In effetti non capisci.

                                                              Per cogliere il senso della democrazia stocastica devi togliere tutta la retorica dalla “responsabilità di governo” e vederla come “necessità di amministrare il patrimonio comune”. Purtroppo continuare a vedere la politica come un sostituto della religione o un metodo per fare carriera, oppure un lavoro a tempo indeterminato ha portato alle conseguenze del fallimento attuale.

                                                          1. Massimo scrive:

                                                            Complimenti Silvestro…..ideologia che non fa una piega!

                                                            1. Massimo scrive:

                                                              Ma volete capire che senza uscita dall’UE e ripristino della sovranità monetaria non si attua un bel niente? Siamo schiavi dei mercati esteri-paghiamo interessi alla BCE per avere moneta-cediamo a terzi la nostra industria-importiamo prodotti che sono schifezze in confronto con i nostri perchè ce lo impone Bruxelles……La settimana scorsa per la prima volta in Italia un magistrato ha sentenziato che cedere sovranità è reato e anticostituzionale perché viene meno il primo principio cioè che l’Italia è una repubblica sovrana. Questo lo scrivo per tutti i sostenitori degli USE. Qualsiasi partito prendiate nel Parlamento attuale e in quello futuro non troverete nessuno che nel suo programma ha l’uscita dall’UE e dall’Euro. In realtà fino a pochi mesi fa Lega e M5S erano anti europeisti e lo manifestavano apertamente ma nell’ultimo mese uno è andato a braccetto col cavaliere mentre l’altro è volato a Londra per rassicurare gli investitori stranieri sulla posizione del suo partito.

                                                              • giorgio scrive:

                                                                In realtà c’era un Partito che era (ed è) contro l’EURO e contro gli USE….Voleva ( e vorrebbe) ripristinare la Sovranità Monetaria e la Sovranità Territoriale (ricacciando i NONITA che non hanno diritto a rimanere in Italia )…ma purtroppo voleva ( e vorrebbe ) solo questo (come se fosse cosa da poco) ed agli italiani non basta….gli italiani vogliono promesse su promesse anche se non potranno essere mantenute…
                                                                Ah, dimenticavo…il Partito si chiama Casa Pound….

                                                              1. diogene scrive:

                                                                Basta ciance, dico anche a lei Dir. Zwirner.

                                                                Nel programma elettorale del CDX e nel programma elettorale del M5S c’è l’abolizione della Legge Fornero.

                                                                Stante la larghissima maggioranza in Parlamento di CDX+M5S, i cittadini elettori si aspettanol’abolizione della Fornero entro metà aprile.

                                                                Cosa dico di sbagliato o che si possa contestare ?

                                                                1. Massimo scrive:

                                                                  Sig Swirner può scrivere pubblicamente di Bruxelles ( che ci continua a chiedere ritocchi causando austerità) . Può scrivere di cosa sono gli USE ( Unione stati europei ) di come siamo vicini allo loro creazione e di come finiranno i Popoli e la loro sovranità. Può scrivere del burattinaio Soros….chi è….cosa c’entra con noi….del suo piano ( quasi irreversibile) per controllare i mercati mondiali imponendoci la globalizzazione….delle sue amicizie e degli incontri con i capi governo PD. Per cortesia eviti di scrivere di governi fantocci europeisti (Lega-M5S a servizio di Bruxelles )che tanto non cambierà assolutamente nulla. La invito a scrivere la realtà di questa crisi economica e politica con nomi e date. Il popolo ha diritto di sapere e non c’è più tempo da perdere. Buona giornata.

                                                                Rispondi a martello carlo

                                                                Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                Accetto i termini sulla privacy

                                                                *