10
mag 2018
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 132 Commenti
VISUALIZZAZIONI

3.269

SALVINI-DI MAIO, UNA SOLA CERTEZZA

Il governo Salvini-Di Maio che sta per nascere ha, al momento, una sola certezza: i due hanno dato il vaffa a Mattarella. Hanno fregato il presidente della Repubblica che voleva andare ad elezioni con un governo neutro, super partes, mentre le elezioni saranno loro due a gestirle. Questa è la certezza.
Gli sconfitti sono Mattarella e il Pd che era pronto ad appoggiare il governo del presidente. Il terzo vincitore è Silvio che, al di là della non fiducia o della “benevola astensione” ha avuto le sue garanzie: dal conflitto d’interesse (finito “in sonno”) al futuro di Mediaset…
Il resto è tutto da vedere. Quando si andrà al voto? Che farà il loro governo: rivolterà l’Italia come un calzino su immigrati, Fornero, tasse e reddito di cittadinanza o si limiterà ad una sorta di ordinaria amministrazione?
Posto che chiunque tenti di governare sul serio, cioè di attuare riforme radicali, deve fare i conti con il potere vero che è trasferito alle burocrazie e alle magistrature (compresa quella amministrativa, i tar), penso che Salvini e Di Maio prima di provarci abbiano interesse a rafforzarsi ulteriormente tornando cioè al voto.
Ma l’incognita vera è e resta l’Europa. Accetterà o no il governo dei cosiddetti populisti antisistema? Un Europa che, se lo decide, è il grado di aprire una crisi economica finanziaria devastante: con gli italiani ridotti a non poter nemmeno prelevare dai loro conti correnti come accadde ai greci.
Nel qual caso potrebbe perfino risorgere l’unico vero partito europeista italiano: il Pd.
Penso perciò che la prima mossa del governo Salvini-Di Maio sarà quella di cercare di rassicurare l’Unione europea…
Tutto comunque resta da vedere. Al momento la sola certezza è quella che dicevo: hanno fregato Mattarella e il Pd, le prossime elezioni, quando ci saranno, le gestirà il governo che sta per nascere.

3.269 VISUALIZZAZIONI

132 risposte a “SALVINI-DI MAIO, UNA SOLA CERTEZZA”

Invia commento
  1. Marco.com scrive:

    Martello che accusa gli altri di essere accecati dall’odio. ….
    Martello sempre più furibondo che se ci fosse il maiuscolo e il grassetto ci inonderebbe di frasi urlate a squarciagola con la vena del collo pronta a scoppiare
    Che scena penosa

    • martello carlo scrive:

      Guarda che il maiuscolo esiste e non significa sempre urlare: nel 99% del mio caso significa evidenziare, sottolineare, rendere più facile la lettura, comprensione e attirare l’attenzione delle persone coinvolte.
      Comunque, se fossimo nella realtà, non ti inonderei di frasi urlate……… ma di BEN ALTRO.
      Sei uno spasso di TROLL, è per quello che ancora ti considero :-D :-D :-D ……… :-D

    1. Guido scrive:

      credo che l’obiettivo vero sia quello di metterli alla prova, non tanto per vederne il fallimento, quanto per valutarne le effettive capacità. Lasciando da parte le promesse, è evidente che verranno misurati sui risultati e qui troveranno le prime difficoltà poichè chi ha un minimo di ragionevolezza, sa che i risultati necessitano di tempi tecnici per essere raggiunti. Solo che hanno convinto gli elettori che i risultati sono dietro l’angolo e che era solo una questione di … “manico”. Se saranno i sondaggi a determinare i tempi, è probabile che il governo duri poco.

      • Maxhellas scrive:

        Hai toccato un punto importante, Guido, secondo me.
        Una riforma (o rivoluzione, come la chiama qualcuno) di così ampia portata ha bisogno di tempo, come ho già scritto più volte. E proprio qui vedremo se questa strana alleanza nasce ed opera con una visione strategica di almeno 5 anni o se nasce per inseguire i dati dell’ultimo sondaggio. In quest ultimo caso, come dici tu, il governo durerà poco. Vice versa nel primo. E su questo aspetto, credo, Lega e M5S si giocheranno il loro futuro. E il nostro…

      • Silvestro scrive:

        Vedo che si comincia a ragionare.
        Da tempo segnalo che se si trascurano tempi, costi e modalità, ogni iniziativa assomiglia ad un sogno fantasioso.
        Anche Armando Siri (Lega) tecnico del gruppo ristretto che ha preparato il ‘contratto’ comincia a dire che per la flat tax bisogna prima trovare i soldi. E quindi come ideona originale della terza Repubblica anche nel contratto si parla di ‘pace fiscale’ che nelle Repubbliche precedenti si chiamava sanatoria, condono tombale, condono edilizio.
        Ma anche questo non sarà sufficiente perché non è una misura strutturale e quindi vale solo un anno. Per trovare i soldi in via permanente (non a debito) BISOGNA RIDURRE LA SPESA CORRENTE E QUINDI TOGLIERE QUALCOSA A QUALCUNO. Ma è proprio per questo che si preferisce sorvolare.

        • martello carlo scrive:

          E basta con questo vedremo: vedremo quando, vedremo dove, vedremo quanto, vedremo come……. insomma vedremo quando ci sarà un governo e vedremo i fatti che ne seguiranno.

          Ho già detto che sono contrario, ne ho spiegato in parte le ragioni, ma spero di sbagliarmi, confidando che almeno dal cambio di direzione in Europa si possano ottenere quelle modifiche ai regolamenti che aiutino a trovare parte delle risorse necessarie all’ attuazione dei programmi.
          Se è l’ Europa e l’accondiscendenza e servilismo dei governi dal 2011 ad oggi, che hanno contribuito in modo non secondario alla disfatta del paese ( cosa di cui sono convinto ), è in Europa che vanno trovate le soluzioni.
          Su questo tema si è già VISTO un grandioso risultato: L’ ANNULLAMENTO DEL PD.

          • Silvestro scrive:

            SEI NERVOSO, E’ OVVIO. Ma questo non è ‘vedremo, vedremo’, cito i contenuti del ‘contratto’ che ora più che mai è il vangelo per tutti, e le parole di chi ha partecipato attivamente alla sua stesura.
            Detto questo, non è che siccome l’argomento da fastidio a te ora cambiamo argomento e parliamo …. di gnocca.
            Tu peraltro con il ‘tuo’ colpo di Stato del 2011 e il governo Monti ci hai fracassato gli zebedei per anni e lo stati facendo ancora adesso, quindi di cosa di lamenti.

            • martello carlo scrive:

              Voi nipotini del PCI deviati a ” U “, solo questo sapete fare: colpire alla schiena i governi che vi hanno mandato al vostro posto.
              Dopo la pugnalata del 2011 ALL’ ITALIA, AGLI ITALIANI( quella si che ci ha fracassato gli zebedei OLTRE CHE LE TASCHE), ora continuate su questa strada, preparando l’ ennesima congiura: sono sicuro che starete dalla parte di MACRON e MERKEL contro gli interessi italiani anche stavolta.
              Qui sta la differenza tra un democratico autentico come il sottoscritto e chi ha il DNA dell’ odio, dell’ invidia e della prevaricazione ( che pretendeva di cambiare la costituzione senza maggioranza, da solo e senza alcun un confronto ): IO, NONOSTANTE SIA CONTRARIO A QUESTO GOVERNO, SPERO CHE POSSA OTTENERE DEI RISULTATI POSITIVI PER TUTTO IL PAESE E LA PARTE DEL TRADITORE NON LA FARO’ MAI.

              PS: Vorrei rivalutare ( non certo in senso quantitativo ) il DEBITO PUBBLICO ITALIANO: ha consentito all’ Italia di non cadere in mano , in piena guerra fredda, al PARTITO KOMUNISTA PIU’ FORTE E ROMPIBALLE D’ EUROPA.
              Siete sempre stati la disgrazia del paese, sin dalla nascita del FASCISMO.
              La vostra scomparsa ( spero anche culturale ) non potrà che dare un grosso contributo al successo della III repubblica.

      1. Marco.com scrive:

        La fine del PD (vero) ….. e di Forza Italia
        Ma martello gode solo delle disgrazie degli altri
        Ma lo conosciamo già lo squallore del tipo

        • martello carlo scrive:

          E’ ovvio che FI stia facendo la fine del PD, dal momento che ne è stato contagiato.
          Non è un mistero per alcuno ( forse solo a te ) che la legge elettorale sia stata fatta pro inciucio FI/PD e quindi è giusto che paghi, anche per l’ aborto che ne è sortito.
          La sensazione che SB sia un leone domato e che pensi solo agli eredi MEDIASET/FININVEST è ormai una certezza.
          PURTROPPO.

        1. Silvestro scrive:

          Innanzitutto restiamo sulle cose certe.
          IL Presidente del Consiglio del Governo Salvini-Maio sarà Giuseppe Conte.
          GIUSEPPE CONTE chi?

          Domanda: E’ un Politico come ha sempre preteso il SalviMaio?
          >>Risposta: No non è un politico
          D: Ma avrà sicuramente una ampia esperienza politica.
          >>R: no non ha alcuna esperienza politica.
          D: E’ un personaggio eletto come pretende il SalviMaio?
          >>R: no non è stato eletto in alcun partito e non è un parlamentare.
          D: Però certamente è una persona conosciuta ed autorevole
          >>R: si ma solo nel campo universitario e giuridico
          D: Non sarà uno di quei professoroni stile Monti.
          >>R: ebbene si è proprio uno di quelli li, con un corriculum corposo di ben 19 pagine
          D: Però avremo un governo politico
          >>R: Si nella misura in cui lo sono stati tutti gli altri; finché ha una maggioranza parlamentare.
          D: Lo sapevo è tutta colpa della legge elettorale voluta da PD
          >>R: Non è vero, governi nati in questo modo ce ne sono stati anche prima di questa legge.

          Cosa sia può dire!! Il SalviMaio con una sola mossa ha contraddetto, smentito, demolito cinque anni di insulti, vituperio, presunti colpi di Stato, sospetti lamentati ed urlati senza mezze misure. In tutto amplificato anche su questo blog ma senza fare nomi (Mart…., Maxh….).

          L’aspetto positivo è che dopo averci fracassato i cosidoni per anni, forse stenderanno un velo pietoso su queste fesserie.

          • Maxhellas scrive:

            Silvestro, mi pare che tu usi toni leggermente diversi dai miei. Ho solo sottolineato una serie di ragioni per le quali i governi precedenti (quelli dei competenti e bravi a priori) non mi pare abbiano portato risultati meravigliosi. Nonostante l’infinita saggezza di Monti, Letta, Renzi e Gentiloni, il debito pubblico non ha mai cessato di crescere,, sia in termini assoluti sia in rapporto al Pil (in questo caso salvo brevissimi momenti), la nostra recessione è stata tra le più profonde e la nostra ripresa (attualmente in corso) tra le più stentate in Europa, le stime sul costo di evasione fiscale e corruzione sono rimaste stabili, la disoccupazione è in prima istanza salita molto (6,1% nel 2007, 12,6% nel 2014), per poi calare lentamente (circa 10,5% oggi) e, dettaglio non trascurabile, trasferirsi da forme di impiego a tempo indeterminato a contratti precari. Aggiungiamo la scoperta del business dell’immigrazione da parte delle cooperative bianche, rosse e a strisce e forse abbiamo un quadro, ancorché non esaustivo, di ciò che ha provocato l’esito elettorale del 4 marzo.

            Tutto qui.

            Dire poi che, con una legge proporzionale al 100%, diventa molto probabile, o quasi certo, che si formino governi solo di coalizione, è un’ovvietà. Un’ovvietà tale da non poter essere poi utilizzata come argomento per attaccare il governo che sta per nascere.
            Gli argomenti possono e dovranno essere altri. Si potrà più che correttamente attaccare questo governo se, ala prova dei fatti, tra 2 anni non avrà fatto nulla.
            Demolirlo a priori, solo perché è avvenuto ciò che con il Rosatellum era inevitabile avvenisse, mi sembra non porti molto in là il dibattito.

          • martello carlo scrive:

            TI DIFFIDO DALL’ AFFERMARE DI AVERE IO IN QUALCHE MODO PERORATO O ANCHE SOLO AUSPICATO O GIUSTIFICATO UN GOVERNO DI QUESTA FATTA.

            Questo governo, se nascerà, cosa di cui ancora dubito, sarà stato favorito; provocato esclusivamente dal vostro esempio e legalizzato dalle vostre lotte sui diritti civili: SARA’ UN MATRIMONIO TRA GAY CHE “PARTORIRANNO” UN FIGLIO ( IL PREMIER ) CON UN UTERO IN AFFITTO.

            Il velo pietoso lo devi stendere tu, prima di tutto sul tuo modo di pensare. La carica della batteria si sta esaurendo: a quale microsottofazione del sottopartito dei minilavoratori ti attaccherai per ricaricarti?

            SOLO UN TRAM POTRA’ SALVARTI. :-D :-D :-D

          1. Marco.com scrive:

            Grande grandissima performance di salvini.
            Ora può battere il calcio di rigore decisivo a porta vuota.

            Conte sputtanato, di maio sputtanato
            Salvini immacolato
            Persino martello può sperare

            Adesso si tratterà di vedere la guerra salvini-Europa
            Io convertono tutto in moneta cinese
            Ciao ciao

            1. Silvestro scrive:

              Maxhellas. Suppongo che sarà inutile ricordarti che il confronto con i tedeschi lo hai iniziato fatto tu e che le critiche a M5S (+Lega) non è sulla quantità del tempo impiegato per accordasi ma sul come è stato impiegato e cioè in larga parte a begare su chi doveva fare il Presidente del Consiglio.

              Carlo Cottarelli è uno dei tanti nomi dei vincitori candidato a un ruolo nel futuro governo. Può essere utile una sua valutazione sul programma.

              http://www.lastampa.it/2018/05/21/cultura/va-in-scena-il-nuovo-statalismo-KMfexqJqU9BqWgQCP62yUM/pagina.html

              • Maxhellas scrive:

                Abbiamo semplicemente l’identica dignità dei tedeschi come popolo, benché forse i tedeschi non la pensino così. Cosa non nuova quest’ultima, e non solo a nostro riguardo, che ha provocato le ultime 2 guerre mondiali e il conflitto Franco-Prussiano.

                E’ certo “benpensantismo” che tira fuori i paragono con i tedeschi ad intermittenza, non certo io. Mi pare inoltre che il confronto non abbia esattamente riguardato il nome del premier, ma l’intero programma.

                In tema di ritorno dello statalismo (e soprattutto dell’aumento del perimetro di Cassa Depositi e Prestiti (articolo da te linkato), faccio notare che CDP è intervenuta quasi sempre in seguito a “fallimenti” delle gestioni private piuttosto pittoresche. Un esamino di coscienza da parte della nostra classe imprenditoriale (bancaria e non solo) sarebbe forse consigliabile, anche per misurare le parole quando poi la medesima va a dare patenti di “competenza” ad altre categorie…

              • martello carlo scrive:

                Cottarelli, personalmente, lo metterei nel girone degli IGNAVI, magari a mangiare i POP CORN: diciamo che non ha concluso mai nulla nemmeno su incarico ( lo dimostra chiedendosi di quali risparmi parlino Lega e 5S ) e tenendosi ben lontano da contribuire alla formazione di un qualsiasi programma di un partito qualsiasi.
                Tanto per chiudere la breve disamina sulle sue qualità, direi che per le sue caratteristiche di burocrate senza idee cresciuto sotto le ali del FMI, non ne farebbero il tipo adatto per guidare l’ attuale situazione che esige dei profondi cambiamenti; lo dimostra la sua considerazione sulla scelta tra liberismo e statalismo come soluzioni, scelte economiche fossilizzate, permanenti. Mi sembra chiaro che la POLITICA debba avere SEMPRE la supremazia sulla FINANZA e che la prima, a seconda delle fasi economiche possa lasciare più o meno libertà alla seconda.
                In questa fase di strapotenza del mercato, mi sembra sia INDISPENSABILE mettere una stretta allo strapotere della finanza.
                Negli USA, questo TRUMP sta facendo, in Europa lo hanno sempre fatto GERMANIA e FRANCIA, mi sembra ora che lo faccia anche l’ ITALIA.
                Detto questo, do ragione a COTTARELLI quando considera il matrimonio LEGA/5S un ibrido che come discendenza non potrà che avere risultati DISASTROSI.
                IN PRATICA LA FLAT TAX E QUINDI L’ AUSPICATO CONSEGUENTE AUMENTO DEL PIL SERVIRA’ A FINANZIARE IL REDDITO DI CITTADINANZA.
                Riecheggia il solito ritornello dei SUONATORI di TRICCHEBALLACCHE: per dar lavoro ai polentoni del nord bisogna aumentare il potere d’ acquisto parassitario al sud affinché ne possa comprare i prodotti: una bella partita di giro, anzi di PRESA IN GIRO….. e non sono barzellette.
                SALVINI sta vendendo il nord ai QUAQUARAQUA nel tentativo di espandere il suo elettorato al sud per fini che comincio a pensare come PERSONALI.
                E’ evidente che quando mi viene a raccontare che il reddito di cittadinanza è temporaneo ( in italia paghiamo ancora le accise sulla benzina per la guerra d’ ETIOPIA e il terremoto del BELICE ), ci sta prendendo per i fondelli: 2 anni, 3 offerte di lavoro che, se non accettate fanno decadere il reddito. Per quanto? Per sempre, per un anno, per 2 ? E se ne viene accettata una, magare fittizia ( al sud nisciun’è ffesso ) e poi si interrompe, magari dopo qualche giorno, che ffamo? Si riparte daccapo con nel GIOCO DELL’ OCA?
                Non parliamo di tutto il resto, da DAVIGO al REGIME POLIZIESCO, all’ AGENTE PROVOCATORE, di cui SALVINI e quei 4 polentoni di LOMBARDI al governo sarebbero le prime vittime……. . Ci vorrebbero ben più delle pagine del contratto.

                Mi spiace doverlo dire, ma spero che la sceneggiata finisca qui e che SALVINI trovi la chiave per uscire da questa situazione mantenendo il consenso che i sondaggi gli conferiscono per poter andare alle elezioni con la sicurezza di farle vincere al CDX.
                Ripeto, mi spiace, soprattutto perché l’europa a matrice franco tedesca sta mostrando la sua vera faccia come aveva già fatto nel 2011 e si merita ampiamente di essere ripagata degli schiaffoni che ci ha rifilato ( tra l’ altro fra pochi giorni ricorrerà il 38° anniversario di USTICA, altra partita da regolare, oltre alla LIBIA e tutto il resto ).

                COSA VOLETE CHE VI DICA SE NON CHE ABBIAMO LA COSTITUZIONE PIU’ BELLA DEL MONDO E CHE SIAMO UN PAESE DENUCLEARIZZATO?

              1. Marco.com scrive:

                Come già detto, compassione e pena per il martellato
                Sempre pronto a blaterare sulla colpa presunta e strumentale degli altri
                Siamo in democrazia rappresentativa e il rappresentante scelto è scelto
                Neanche quello riesce a fare chiuso nel furore tutto suo
                Compassione

                • martello carlo scrive:

                  Guarda che se fai l’ avvocato difensore di SILVESTRO, questi ha tutto il diritto di incazzarsi: può avere tutti i difetti del mondo, ma farsi affossare da uno che cerca una spalla a tutti i costi per risultare meno irrilevante, non credo sia accettabile nemmeno da parte sua. ;-)

                1. Silvestro scrive:

                  Prima di farci condizionare dall’esito della ‘gazebata leghista’ e il ‘voto on line 5S’ è opportuna qualche considerazione.

                  >> CHI VOTA: nella migliore delle ipotesi sarà qualche migliaio di persone che esprimono un consenso o meno su un documento generico che pochi leggeranno. Comunque vada sarà la volontà di un numero ristretto di votanti; diciamo 1-2per mille degli aventi diritto, che secondo le dichiarazioni dei ‘capi’ decideranno per tutti. E i capi per primi diranno che è la volontà dei cittadini italiani.

                  >> COSA DI VOTA: si vota un testo di 40 pagine molto generico che esprime solo qualche cifra poco significativa, molti sogni spesso condizionati da trattative con l’Europa, e con qualche indicazione inquietante come i minibot per pagare i debiti dello Stato, o come la ‘pacificazione fiscale’ che in altri tempi si chiamava ‘condono’ o ‘sanatoria’.

                  >> PER CHI SI VOTA: E’ un altro degli aspetti curiosi. Non si sa chi condurrà le danze: un personaggio politico, di altro prestigio internazionale che però avrà un ruolo di ‘galoppino‘ perché è già tutto scritto sia sul cosa fare e chi lo dovrà fare (perché anche ministri saranno già definiti); ma è da approvare senza sapere altro.

                  ‘Chi vince governa’ hanno sempre urlato i vincitori. Però dopo 3 mesi di teatrini e giochetti dell’oca, oggi chi vota non sa bene per chi e cosa.

                  QUESTA SAREBBE LA TERZA REPUBBLICA, LA RIVOLUZIONE (SALVINI), LA RISCRITTURA DELLA STORIA (DI MAIO).

                  • martello carlo scrive:

                    La lezione del PD non è servita a nulla: le primarie, secondarie e tutti gli strumenti pseudo democratici per procurarsi una pseudo giustificazioei ai propri interessi non è andata perduta.
                    Speriamo che quelli della LEGA vadano CONTRO.

                  • Maxhellas scrive:

                    Insomma, tutti fessi. Come gli elettori del SPD tedesco che sono andati a votare per il medesimo motivo poco tempo fa….

                    • Silvestro scrive:

                      Ma perché fai sempre esempi poco pertinenti. Come ho già detto i tedeschi sono tedeschi, e poi:
                      >> hanno fatto un documento di 170 pagine che sicuramente rispetteranno fino in fondo
                      >> hanno impiegato 6 mesi, perché per quanto ho letto, le discussioni maggiori erano sulle coperture necessarie. Sul contratto italiano questo ‘particolare’ è semplicemente trascurato.
                      >> Il premier era la Merkel, mai in discussione, che ha partecipato attivamente alla stesura del programma.
                      >> SPD era un partito all’opposizione che poi ha deciso la consultazione degli iscritti per andare al governo. Ma da noi è proprio l’inverso: due partiti che si dichiarano vincitori, che da tre mesi pretendono vicendevolmente la premiership e che attivano una consultazione degli iscritti senza neanche sapere chi sarà il Presidente del Consiglio.

                      PS: più che evidenziare differenze di pensiero sono interessato, come te, a precisare la verità dei fatti citati. Ritengo che questi debbano essere ben distinti dalle valutazioni personali, dalle affermazioni autoreferenziate, dai ‘se’ e dai ‘ma’ con esiti indefiniti, dai sospetti e cospirazioni mai accertate.
                      Anch’io posso dire fesserie, ma sono sicuro che qualcuno sarà pronto a segnalarlo.

                      • Maxhellas scrive:

                        Piccole (ma neanche tanto) puntualizzazioni:

                        >> L’SPD NON era un partito di opposizione, ma veniva da anni di Grande Coalizione con l CDU…. Si era presentato alle elezioni in antitesi alla CDU, con la quale era stato al governo fino al giorno prima, per tornare ad allearsi con la CDU 6 mesi dopo….se fosse accaduto qui….

                        >> Un giorno M%S e Lega sono poco seri perché ci mettono troppo a mettersi d’accordo. Il giorno dopo sono poco seri perché non hanno discusso 6 mesi: cerca di metterti d’accordo un pochino anche tu, perché è davvero difficile farti contento…

                        >> Merkel è segretario della CDU e, assieme ad altri esponenti del suo partito, al segretario del SPD ed altri esponenti di questo partito, sono giunti ad un accordo dopo 6 mesi. Mi pare che anche qui da noi sia andata in modo simile: i segretari ed alcuni esponenti dei due partiti hanno trattato e sono giunti ad un accordo. Francamente, non mi pare dirimente il fatto che il premier sia uno dei segretari od un’altra persona. Dirimente per me sarà vedere cosa fanno e come lo fanno.

                        >> Il documento di 170 pagine sarà rispettato fino in fondo, tu dici. Glielo auguro, e soprattutto lo auguro ai tedeschi. Altrimenti AFD la prossima volta farà il botto. Noi pensiamo per noi, che ce n’è da pensare… Vediamo se le 40 pagine verranno messe in pratica e come. Per fortuna ogni 5 anni si vota (e talvolta anche prima).

                        >> Smettiamola una buona volta con questo complesso del pene piccolo, i tedeschi sono tedeschi, i francesi sono francesi. Che diamine! Anche gli eschimesi sono eschimesi. E allora? Vogliamo davvero continuare a subappaltare la nostra libertà e dignità agli stranieri?

                  1. Silvestro scrive:

                    Gaton, Maxhellas
                    Si però cerchiamo di non prenderci troppo per il culo con al storia della causa-effetto.
                    Se mi fermo alla decisione di Tsipras, è ovvio che è stata una sua decisione. Ma se invece di guardarmi solo la punta dei piedi allargo solo un momento la visuale, magari, come ho già detto, mi accorgo che la decisione di Tsipras è l’effetto a sua volta della decisione BCE di sospendere l’erogazione dei finanziamenti e questo a sua volta è l’effetto di inadempienze del Governo greco, e prima ancora delle promesse elettorali di Tsipras stesso, del debito insostenibile etc. Le situazioni si verificano e si concatenano in un insieme di causa-effetto, che non si possono disgiungere a proprio piacimento, altrimenti “Delle due l’una: o c’è scarsa capacità (intelligenza) di comprensione, o c’è molta malafede…. “ e non sono parole mie.

                    Tanto per non perdere di vista l’origine del dibattito, tutto questo nasce dalla affermazione di Maxhellas che pontifica: “E’ lo Stato che legittimamente legifera e regola i mercati, non l’opposto”.
                    Nell’attuale contesto economico fortemente interdipendente sostengo che l’affermazione è falsa e le vicende greche lo dimostrano.
                    Anche chi ha lavorato in grosse istituzione finanziarie che gestiva patrimoni, o a conseguito un percorso di studi in economia e finanza in una delle maggiori università italiane, può dire fesserie.

                    • Gatón scrive:

                      Mi sono limitato a commentare la tua affermazione “Quando i cittadini hanno trovato i bancomat bloccati Tsipras ha dovuto piegarsi alle richieste internazionali.”.
                      Se non ammetti nemmeno di aver scambiato la causa con l’effetto, ripeto, limitatamente a questa frase, significa che ho fatto bene a star fuori dalla discussione per un po’ di tempo, e che farò bene a proseguire.

                      • martello carlo scrive:

                        Lo so che è dura con il SILVESTRO, specialmente ora che avrebbe bisogno di una cura d’urto a base di CARDO MARIANO, ma ogni blog ha la sua croce: io inoltre ho anche MARCO e ATTILIO, mi sento come il SALVATORE tra 2 ladroni, GIORGIO è sparito e non viene più a darmi una mano, quindi non abbandonarmi, ti prego…..
                        Certo, è arrivato MAX, con il quale si può ragionare, ma è pur sempre, al momento, un grillino; quindi non ritirarti sull’ Aventino, quello è un posto per sinistrati…..
                        ;-) :-D

                        • giorgio scrive:

                          MARTELLO…..
                          Non sono morto (non ancora)….scherzo, naturalmente….io vi seguo sempre e, come ben sai, sono sempre dalla tua parte (quasi sempre).
                          E’ che ultimamente, tra guardare i nipotini, l’orto e andare al poligono per essere sempre PRONTI (non si sa mai), il tempo che mi rimane per commentare è sempre più ristretto.
                          Vedo con piacere che, comunque, vi date molto da fare ultimamente a discutere sul NUOVO GOVERNO che non arriva mai.
                          Se devo dire la MIA…a me personalmente mi basterebbe che il nuovo esecutivo cacciasse dall’Italia tutti i NONITA che non hanno titolo di rimanere o che non si sa di che cosa vivono (o meglio, si sa perfettamente, ma si fa finta di non sapere)….per il resto ( a parte la nuova legge sulla legittima difesa) e quanto sopra menzionato non mi interessa alcunché (visto che non si parla più dell’uscita dall’EURO e da Questa Europa che fa sempre più schifo)….Posso sempre dire, comunque, viva SM ed un VENETO LIBERO ED INDIPENDENTE….
                          Ciao e a presto….

                          • martello carlo scrive:

                            Beh, un andazzo niente male, mi pare: continua così, io speriamo che me la cavo (ti dirò anzi che con MARCO mi sollazzo pure: ho scoperto la BALBUZIE DA BLOG).
                            W S. MARCO SIEMPRE. ;-)

                    • Maxhellas scrive:

                      Per come erano messi, Tsipras poteva decidere unilateralmente di uscire dall’euro e dichiarare il default (tipo Argentina 2001/2002). La miseria dei greci non sarebbe stata molto diversa, poi.

                      Solo che, così facendo, le grandi banche europee (soprattutto tedesche e francesi) non sarebbero rientrate a costi contenuti dai loro investimenti nelle banche greche. Tsipras scelse di piegare il capo e continuare a ricevere i finanziamenti della Troika, i quali sono andati in massima parte a ripagare i debiti verso l’estero, lasciando la Grecia in condizioni da 3° mondo o quasi. Condizioni che non sarebbero state molto diverse in caso di uscita unilaterale dall’Euro.

                      Continuo a sostenere che fu una scelta: c’erano 2 alternative e quella filo UE venne perseguita.

                      A poco sarebbe valso il “rubinetto chiuso” della BCE se la Grecia avesse emesso una propria divisa e ricominciato da li. Era la via individuata da Varoufakis che, anche lui, non è un autodidatta semianalfabeta in economia.

                      Postume, sono arrivate una serie di riflessioni addirittura del FMI che giudicano errato quanto fatto dall’UE in Grecia. Sostiene infatti da circa 2 anni la necessità di stralciare almeno parte del debito greco, visto che è impossibile che giunga mai a rimborsarlo in costanti condizioni di austerità. Guarda caso, l’FMI che riabilita (dopo aver visto l’esito dei programmi anche da lui appoggiati) l’idea originaria di chi chiedeva che si accettasse di cancellare una fetta del debito greco per non mettere in ginocchio il paese.

                      Nel mio piccolo, ero di questo avviso. Un’altra fesseria, sulla quale però perfino il FMI converge ex post. Diciamo che ci avevo visto un po’ più lungo di loro….. Non che sia un genio, mica ero il solo a pensarla così, anzi! Però, visto che tedeschi e francesi (quindi l’UE, visto che gli altri non contano nulla) ci tenevano a perdere il meno possibile, la “mia parte” non ebbe molta eco sui media.

                      Vedi, in economia si possono avere opinioni diverse, facendo così valutazioni e previsioni diverse. Il bello è che però “il tempo è galantuomo”, dando a ciascun “previsore” la possibilità di misurare la bontà delle proprie idee.

                      Per il nostro ingresso nell’Euro non feci certo i salti di gioa, sapendo che alla prima crisi seria saremmo saltati o ci saremmo andati vicini. Così è stato. Ad oggi ti posso garantire che, nel lungo periodo, se non cambiano una serie di regole dell’Area Euro, anche la moneta unica andrà ad ingrossare le fila dei sistemi di cambi fissi (tutti!) che sono saltati nella storia.

                      Fesserie. Ai posteri l’ardua sentenza.

                    1. martello carlo scrive:

                      MARCO e SILVESTRO, mi sto bevendo al baretto, vista mare, un ottimo spritz al Campari dopo la prima nuotata della stagione: 1 Km a crawl come inizio non c’ è male anche se per l’ acqua piuttosto freddina sono uscito un po’ intirizzito. Poco male, dopo aver saputo che anche oggi avete pensato a ME mi sono sentito commosso e riscaldato dal vostro AFFETTO.
                      Vi voglio bene.
                      ;-) ;-)

                      1. Marco.com scrive:

                        Martello chi?
                        Il complottista globalista?
                        Compassione e tanta pena per martello : il contratto salvini-di maio se lo deve ingoiare. E non può dare la colpa a soros o ai kompagni
                        Detto ciò il popolo sovrano appoggia il contratto
                        Quindi avanti
                        Niente critiche preventive
                        Vediamo subito come copriranno la fornero
                        E comunque se tagliano le pensioni “improprie” e i dirigenti statali ben venga

                        1. Marco.com scrive:

                          Certe CAGATE vanno sottolineate
                          È vero che nei gazebo il testo sottoposto al vostro è stato depurato del reddito di cittadinanza?
                          Questo è un atto da Stalin

                          • Silvestro scrive:

                            Beh questa volta dobbiamo ringraziare Zwirner per il suo scoop.
                            I fanatici leghisti come Martello non ce l’avrebbe certo segnalato anche se sono abituati a queste figuracce (sondaggi internet col contributo di siti cileni, assalti improbabili di indipendentisti con trattori ‘blindati’ e cannoncini finti etc).

                          1. Marco.com scrive:

                            W s. Marco.
                            W marco.

                            Martello globalista sodale con Giorgio micro-autono mista
                            Tutto da ridere
                            O piangere

                            Lo studio costa fatica si sa

                            1. Silvestro scrive:

                              19/05/18 – QUARANTAQUATTROMILA GATTI ON LINE

                              Caro Zwirner, niente da eccepire. Su questo blog abbiamo già affrontato l’argomento, ed anche constatato le reazioni: disgusto per le critiche, tentativo di accomunare la decisione con le consultazioni dell’SPD tedesco, con un contesto e motivi molto diversi.

                              Se devi fare una consultazione dopo tre mesi dalle elezioni, vuol dire che le proposte di governo non sono le stesse di quelle elettorali, e quindi un motivo in più per organizzare una verifica più seria, non abborracciata e priva di controlli, come se riguardasse solo decisioni di famiglia.

                              Ma anche cosi, per non farci proprio mancare niente, apprendo dalle sue informazioni che queste consultazioni ‘alla buona’, non sono solo inutili e ridicole, ma per la Lega sono state anche taroccate. Ovvero prendono per il culo i loro stessi elettori prima ancora di formare il governo.

                              Ma non disperiamo, la terza repubblica comincia solo ora.

                              1. Marco.com scrive:

                                Ho browsato il “Contratto fra 5s e lega”
                                Non posso resistere a dire che è una cagata pazzesca

                                Gli italiani hanno votato hanno scelto e quindi w gli sposi
                                Amen

                                Spero che domani avremo il governo
                                La speranza è che i gazeboleghisti firmo (d’altra parte come potrebbero sconfessare i propri dirigenti)
                                Prima cominciano e prima avremo fatti su cui pronunciarsi

                                Quello che dobbiamo è dove prenderanno i soldi – ad esempio – per la fornero (peraltro già annacquata rispetto ai roboAnti cancellamenti)

                                1. Marco.com scrive:

                                  Ci mancava l’auto dichiarazione di martello come Global
                                  Che sia in totale confusione lo si potrebbe capire
                                  Ma a lui che è il nulla cosmico la definizione non si può applicare

                                  W gli sposi di maio e salvini

                                  1. Silvestro scrive:

                                    Maxhellas: per M5S voto on line oggi dalle 10 alle 20. Voterai a favore o contro.

                                    • Maxhellas scrive:

                                      Sicuramente la cosa ti stupirà, ma non sono iscritto…

                                      Voterei a favore, on line o nei gazebo, comunque. Mi interessa mettere alla prova queste persone. Molte idee sono buone. Vorrei vedere se sono in grado di metterle in pratica nei dovuti modi.

                                      L’alternativa è sin troppo nota e non farebbe che allargare il malcontento attuale, che discende dal peggioramento delle condizioni effettive di vita in Italia.

                                      Per fare un parallelo, al posto di Tsipras, avrei scelto l’altra via (uscita dall’Euro e default). Oggi, quindi, scelgo il governo giallo/verde.

                                    1. Maxhellas scrive:

                                      Un tantino off topic, ma interessante:

                                      https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/05/17/vaticano-politica-non-sia-al-servizio-della-finanza-no-alle-scommesse-sul-fallimento-altrui-servono-divieti/4362439/

                                      Tanto per dire che qualche critica al sistema attuale proviene non solo da beceri cospirazionisti e pericolosi sovversivi…..

                                      • martello carlo scrive:

                                        NOO, da te non me l’ aspettavo: farti giustificate dal GESUITA su un concetto che è LAICO, come la supremazia della POLITICA sulla FINANZA SPECULATIVA, è altrettanto SPECULATIVO.

                                        • Maxhellas scrive:

                                          No, no, no. Non ho bisogno di giustificazione alcuna e non la cerco.

                                          Trovo tuttavia interessante che, partendo da un’angolazione del tutto diversa dalla mia, un’istituzione che certo non può essere tacciata dai “benpensanti” come “populista” o “eversiva”, giunga a conclusioni molto simili. Evidentemente il sistema attuale su cui si regge il Globo ha qualche limite.

                                          • martello carlo scrive:

                                            SU QUESTO NON CI SONO DUBBI: le mie esternazioni da COMPLOTTISTA ne sono la conferma, come le esternazioni provincialesche di MARCO.CON

                                      1. martello carlo scrive:

                                        @ Maxhellas 18 magMaxhellas

                                        Tu confermi che “LE PRESSIONI “ESOGENE SICURAMENTE CONTRIBUIRONO ALLA CADUTA DI BERLUSCONI NEL 2011. A CIÒ SI AGGIUNGEVANO ANCHE LE DEBOLEZZE INTERNE (INDAGINI E SOPRATTUTTO PARTE DELLA MAGGIORANZA CHE TENTENNAVA). PER QUESTO HO SOTTOLINEATO CHE, FERME RESTANDO LE PRESSIONI ESTERNE, MANCÒ LA COESIONE INTERNA”.

                                        PAROLE SANTE, che contraddicono la tua avversione, DISCRIMINAZIONE e disprezzo per SB, a meno che tu non sia un BACCHETTONE ETEROFOBO.

                                        La rovina dell’ Italia, cominciata con il primo GOLPE del ’94 al G7 di NAPOLI per far completare l’ ITER SORTO CON TANGENTOPOLI FINALIZZATO ALLE PRIVATIZZAZIONI CLIENTELARI, è la prima espressione di quella che tu definisci MAGGIORANZA CHE TENTENNAVA, proseguita per 20 anni con tutti i mezzi per fottere il popolo italiano aizzandolo contro colui che era l’ UNICO a difenderne gli interessi in EUROPA E NEL MONDO.

                                        FINI, VIAGGI DI NAPOLITANO NEGLI USA SU INVITO DI OBAMA SOTTO ILNASO DEL PREMIER ELETTO, il SOUTH STREAM, avversione geopolitica REALE alla distensione USA/RUSSIA, rapporti PUTIN/BERLUSCONI con ingresso della RUSSIA nel business libico e, alla fine , ma non ultima, L’ ATTUAZIONE DELLA RIFORMA DEL PAESE IN SENSO FEDERALE, mi sembrano già abbastanza per giustificare certe dietrologie
                                        MI SEMBRA CE NE SIA GIA’ ABBASTANZA SENZA AGGIUNGERE GLI INTERESSI TOTAL DEL GOBBO FINANZIATO DA GHEDDAFI.
                                        Se non è sufficiente, ti invito a giustificare ECONOMICAMENTE, con i dati del sito ” IL DISASTRO ITALIANO IN VENTI GRAFICI “, la tua avversione al MAGNIFICO, ALLINEANDOTI CON GLI ODIATORI PLAGIATI dall’ ODIO PRECOSTITUITO CONTRO SB:

                                        http://www.vincitorievinti.com/2015/05/il-disastro-italiano-in-venti-grafici.html

                                        Detto ciò, sono contento che tu sia d’ accordo con me che sono le DIVISIONI POLITICHE INTERNE A FAVORIRE I RAID DELLA FINANZA ALLA SOROS, IL CHE AVVALORA LA MIA TESI DEL COMPLOTTO, CUI CERTO NON POTRA’ SFUGGIRE IL PRESUMIBILE (?) GOVERNO DELLE “ COLT “, A MENO CHE NON ABBIA LA MAGISTRATURA POLITICIZZATA DALLA SUA PARTE, IL CHE POTREBBE ESSERE ANCHE POSSIBILE PER COTANTI GIUSTIZIALISTI USCITI DALLA SOTTOMISSIONE AL BASTONE SECOLARE DELLA MAFIA, di cui potrebbe essere vittima lo stesso SALVINI.

                                        PS. : le sbavature, quando sono comprensibili e argomentate, sono benedette, però quelle di MARCO mi sembrano delle INTRUSIONI DA TROLL. Se tu vuoi dar loro la patente di interventi comprensibili, coerenti e competenti, mi dissocio, non fosse altro per una questione di punteggiatura e di SEZIONE AUREA.
                                        Niente a che fare con le frecciate, di cui sono il primo responsabile e che fanno parte del mio SOLLAZZO preferito.
                                        Quanto all’ evitare di andare su argomenti che rimangono ” MOLTO SOGGETTIVI “, dimmi di cosa possiamo parlare quando il nuovo ” GOVERNO DEL PADRETERNO ” IN FIERI CANCELLA LA PRESCRIZIONE.
                                        Ripeto, dimmi di cosa possiamo parlare se non della prova della condanna di SB da parte di un giudice FERIALE, poi indagato per legittima suspicione, che ha condannato un ONOREVOLE per un presunto reato decaduto perché “ la data della prescrizione NON DECORRE DA QUANDO E’ STATO COMMESSO IL FATTO, BENSI’ DA QUANDO NE E’ STATO GODUTO IL FRUTTO”.
                                        UNA STORIA INFINITA COME IL REATO DI TRATTATIVA STATO MAFIA CHE PRIMA O POI POTREBBE COINVOLGERE I NOSTRI PRODI LEGHISTI CHE, MAGARI PER CATTIVO GUSTO, HANNO COMPRATO UN PAIO DI MUTANDE VERDI.

                                        1. Marco.com scrive:

                                          Martello dice che le elezioni le ha vinte il cdx
                                          È falso
                                          Come Trump altera la verità raccontandola realtà alternativa.
                                          Il cdx avrebbe vinto le elezioni se avesse ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi sia alla camera sia al senato.
                                          È lunica ragione per cui i partiti del cdx si sono coalizzati: per vincere le elezioni nel senso che ho detto prima.
                                          È tanto vero quello che dico e falso quello che dice martello che salvini ora fa il governo da solo e non in coalizione.
                                          State attenti ai falsi.questo è il primo e più grande nostro pericolo per la nostra civiltà

                                          • martello carlo scrive:

                                            FINALMENTE fai dei ragionamenti completi ed intellegibili, cosa di cui ormai disperavo.
                                            Lo sapevo che qualcuno avrebbe eccepito sulla mia affermazione, ma ormai pensavo che avessero capito tutti che non siamo in regime BIPOLARE, ma PROPORZIONALE, anche se SILVESTRO ha tentato di inquinare la responsabilità del PD.
                                            Su tutto il resto ( TRUMP, CDX ), di intellegibile non c’ è nulla: io e molti altri abbiamo fatto arrivare la LEGA al 17%, perché non allo stato BRADO, ma insieme a FI e FDI.
                                            Io ho dato la preferenza alla LEGA perché non m’ aspettavo, un risultato del genere con FI sotto.
                                            ATTENZIONE: il governo, il VIMINALE, non significa controllo della MAGISTRATURA, e questa è una mina vagante sempre PIU’ GROSSA.

                                          1. martello carlo scrive:

                                            QUESTI SONO PAZZI
                                            Entrano ed escono dal QUIRINALE che sembrano DOC HOLLIDAY e WYATT EARPD all’ OK CORRAL con le mani al calcio delle colt.
                                            Il brutto della faccenda è che la pazzia sembra diventata contagiosa e abbia sconvolto anche le menti di SALVINI & C. e che, una volta in libera uscita, abbiano perso il controllo, quell’ equilibrio che conferiva loro l’ intero CDX, lanciandosi in un’ altra avventura GARIBALDINA, come se già non fosse stata tanto disastrosa la prima.
                                            E’ un tentativo di passare dall’ antitesi all’ ossimoro e con l’ ” UNITA’ ” che ne deriverebbe, fare la guerra, non solo all’ UE, ma al MONDO INTERO.
                                            Già la FLAT TAX era un’ impresa da FAR TREMARE I POLSI, ma considerata indispensabile scossa per far ripartire l’ economia, ma se poi ci si aggiunge il REDDITO DI CITTADINANZA, È COME LANCIARE DUE TRENI A TUTTA VELOCITÀ L’ UNO CONTRO L’ ALTRO.
                                            Già questo dovrebbe far riflettere una LEGA che 17/33 rischia di farsi irretire nella rete ITALIOTA che molte affinità ha con la GRECIA di TSIPRAS ( più che con la BREXIT e con TRUMP, come giustamente dice SILVESTRO ), ma la mentalità centralista statalista di quella che ormai possiamo definire la LEGA SUD, rischia di farci allontanare sempre più dall’ attuazione di uno stato federalista e dare poteri alla MAGISTRATURA enormemente superiori a quelli che ha già: UNO STATO DI POLIZIA IN CUI I QUAQUARAQUA AVREBBERO IL DOMINIO INCONTRASTATO..
                                            Il tutto, dopo aver vinto le elezioni col CDX, essersi abbassati allo stato di TRADITORI, aver accettato condizioni parassitarie tipiche di una cultura fuori dal mondo economico che vanifica tutto il castello del programma di CDX, SOLO PER 3 MISERI MINISTERI.
                                            NON SO SE ALLA FINE Doc Holliday e Wyatt Earp si salveranno, e nemmeno se vinceranno sui CLANTON, ma una cosa è certa, NON RESTERANNO INSIEME A LUNGO.

                                            • Silvestro scrive:

                                              Ma tu nella ‘gazebata leghista’ di domenica voterai a favore o contro il contratto di governo.

                                              • martello carlo scrive:

                                                Questa CONFRATERNITA da ” CORTEI – coltelli in italiano ), non è sostenibile: CONTRARIO, anche se molti punti del programma sono molto allettanti….. ma io non voglio diventare ministro dell’ interno.
                                                Spero che nemmeno SALVINI si lasci attrarre dalle sirene SCILLA e CARIDDI.

                                            1. Marco.com scrive:

                                              Mi spiace maxHellas ma sembra proprio che non ci capiamo e la colpa non è mia. Concordo nel dire che gli italiani liberamente possano decidere di fare quello che vogliono indipendente dai mercati.la domanda è diversa: se il mercato reagirà negativamente accetterà e dirai che altrettanto legittimamente il mercato si può comportare come vuole o ti appellarsi alle cospirazioni dei poteri forti. Il resto – scusami – ma sono Bla bla

                                              • Maxhellas scrive:

                                                Mai fatto cenno a cospirazioni.
                                                Sostengo però la supremazia della politica (quella nobile) sull’economia, dello Stato sul mercato. E’ lo Stato che legittimamente legifera e regola i mercati, non l’opposto.

                                                Ribadisco che, se il governo darà prova di compattezza e competenza, le tensioni rientreranno. E’ stato così dopo la Brexit e la vittoria di Trump. Perché non dovrebbe essere così per noi?

                                                Un po’ di tensione iniziale è da mettere in preventivo. A noi dimostrare quello che valiamo come paese.

                                                • Silvestro scrive:

                                                  “E’ lo Stato che legittimamente legifera e regola i mercati, non l’opposto”.
                                                  E’ un’altra delle tue citazioni accademiche che non rispondono al vero.

                                                  Lo Stato legifera e regola i mercati, se non ha enormi esposizioni finanziarie con tutte le conseguenze (speculazioni, crisi internazionali etc).

                                                  Lo Stato legifera e regola i mercati se la sua economia non dipende quasi esclusivamente da import ed export, e da tutto quello che succede al di fuori dei confini (dazi, guerre etc).

                                                  Si possono fare tutti gli esercizi dialettici del caso, si possono avere le migliori intenzioni possibili, ma con questi presupposti le regole di mercato le stabiliscono i più forti e, piaccia o no, condizionano pesantemente anche la libera legiferazione nazionale.

                                                  Più che Brexit e Trump, tra toni muscolari, proclami e sfide, trovo molte più affinità con la Grecia. Quando i cittadini hanno trovato i bancomat bloccati Tsipras ha dovuto piegarsi alle richieste internazionali.

                                                  • Gatón scrive:

                                                    Silvestro, hai comunque trasformato l’effetto in causa.

                                                  • Gatón scrive:

                                                    “Quando i cittadini hanno trovato i bancomat bloccati Tsipras ha dovuto piegarsi alle richieste internazionali.”
                                                    Detto così sembra che l’iniziativa di bloccare i conti dei cittadini sia stata presa dalle istituzioni comunitarie, BCE in primis, mentre sappiamo tutti che la decisione è stata presa dallo stesso governo greco, ed altro non poteva essere.

                                                    • Maxhellas scrive:

                                                      Esattamente, Gatòn.

                                                      Fu una decisione del governo Tsipras, che si piegò ai voleri della Troika. Episodio che segnò la fine del sodalizio con Varoufakis.

                                                      Potevano decidere di tirare dritto, come il voto popolare indicava e, statene certi, lo stato di miseria nel breve periodo non sarebbe stato molto diverso per il popolo. Solo avrebbero avuto poi molti meno problemi a risollevarsi.

                                                      Silvestro, un po’ di “accademia”, come dici tu, ritengo sia necessaria, se non si vuole rischiare di dire castronerie.

                                                    • Silvestro scrive:

                                                      La Grecia è entrata in crisi di liquidità perché la BCE in una nota del 04-02-2015 annunciava che il consiglio direttivo aveva deciso di rimuovere la deroga, introdotta nel 2010, che consentiva alle banche greche di approvvigionarsi di liquidità fornendo come garanzia i propri titoli di Stato, nonostante il loro rating ai minimi termini.

                                                      Questo peraltro conferma il ragionamento in corso secondo cui le decisioni legislative ed economiche sono tanto meno autonome quanto più debole è il Paese.

                                                • Marco.com scrive:

                                                  Meno male maxHellas la mia era una domanda verso di te non un’affermazione che tu avessi detto…..
                                                  La domanda è assai perinente perché sia salvini sia di battista (e il bloggista complottista martello di toninelli fratello e di maio sposo novello) hanno già dichiarato di giochini contro la loro immacolata rivoluzione

                                                  • Maxhellas scrive:

                                                    Identiche affermazioni rispetto agli esponenti dell’ultimo governo Berlusconi, che ipotizzarono addirittura un colpo di stato via spread. Nulla di nuovo nel linguaggio politico, che vive di semplificazioni.

                                                    In realtà la questione, come sempre, è ben più articolata: vero è che molte lobby (anche potenti) sono ben felici della deregolamentazione selvaggia del lavoro (e relativa compressione dei salari), l’immigrazione massiccia (e le pressioni sui salari che comporta), la debolezza politica di paesi che rappresentano mercati importanti (come il nostro), con più di qualche bella azienda e bel marchio da comprare (possibilmente a poco), dello smantellamento dello stato sociale e relativa privatizzazione di sanità e previdenza. Lobby interne ed esterne, che sicuramente possono muovere le loro leve.
                                                    Ma rimane il fatto che, nel momento in cui lo stato sotto pressione si dimostra solido, coeso e serio, non è assolutamente detto che detto stato debba calare le brache. Esattamente quanto accaduto agli USA post elezione Trump e all’UK post brexit. E, giusto per precisare, non è un giudizio su Trump e Brexit, solo su ciò che è accaduto sui mercati prima, durante e dopo questi eventi.

                                                    Detto questo, temo però che il linguaggio politico, che si rivolge per sua natura alle masse, continuerà a vivere di semplificazioni: se un politico fa una dichiarazione pubblica simile a quanto ho scritto sopra, pochi lo ascoltano dopo la prima subordinata ed ancor meno lo capiscono…

                                                    • Maxhellas scrive:

                                                      Le pressioni “esogene” sicuramente contribuirono alla caduta di Berlusconi nel 2011. a ciò si aggiungevano anche le debolezze interne (indagini e soprattutto parte della maggioranza che tentennava). Per questo ho sottolineato che, ferme restando le pressioni esterne, mancò la coesione interna. Cosa che non è avvenuta in USA e UK, per esempio.
                                                      Marco è più che comprensibile, se si scremano dai suoi interventi le frecciate un tantino gratuite e quelli che non gli stanno simpatici…
                                                      Io, nel mio piccolo, tento di ricondurre il dibattito (di per sé positivo ed interessante) entro i termini della discussione nel merito, tentando di eliminare le sbavature più o meno grevi e di essere il più oggettivo possibile.

                                                      Anch’io ho le mie idee ed ipotesi su come funzionino certi retroscena della politica e dell’economia. Ma, non potendolo provare, evito di andare su argomenti che rimangono molto soggettivi.

                                                    • martello carlo scrive:

                                                      A parte che non so di cosa parli MARCO ( tra l’ altro non so come tu faccia a decifrarlo ), mi piacerebbe che mi spiegassi il tuo punto di vista sulle ragioni che hanno fatto cadere l’ ultimo BERLUSCONI.
                                                      GRAZIE.

                                              1. Marco.com scrive:

                                                I capolavori di salvini

                                                Non sono ironico sono ammirato.
                                                Se riesce a fare il governo con 5s avrà conseguito:
                                                - a spaccare il centrodestra senza essere accusato di tradimento
                                                - a non dare vinta a di maio la premier shit
                                                - a non rispettare il patto con gli elettori, lui che prima diceva che chi cambia casacca (come fa lui) è un traditore
                                                - a far ingoiare un rospo enorme a Mattarella

                                                Il giovane salvini gioca benissimo le sue carte: il suo messaggio “non possiamo stare immobili di fronte alla situazione per cui noi stiamo in Europa al costo di essere invasi dai migranti” è un messaggio semplice chiaro e vincente

                                                Qualsiasi anche piccolo risultato che otterrà sarà sempre di più della prospettiva che gli italiani vengono dopo i migranti

                                                • diogene scrive:

                                                  impossibile darti torto dear Marco
                                                  impossibile darti torto oggi e non ha caso, per quanto valgono, i sondaggi parlano di un salvini al 25%
                                                  è il volere del popolo

                                                  ed è incredibile leggere gli articoli di Vittorio Feltri, di Giuliano Ferrara, di Sallusti
                                                  sentire le Opinioni di Zwirner che dice che salvini-di maio non sarebbero capaci neanche di guidare una bocciofila

                                                  incredibile anche Berlusconi che a Sofia dice che la reazionedei mercati (negativa ma pallidissima, non certo quella dello spread oltre 500 che lo aveva distrutto) è saluatere e positiva

                                                  IT’S TOO LATE, il treno del legittimo popolo sovrano che decide in autonomia – a costo di schiantarsi – è partito

                                                  vai salvini, liberaci dai migranti e vai con le ruspe a chiudere i campi rom

                                                1. Silvestro scrive:

                                                  Ok Maxhellas, credo sia inutile proseguire su ipotesi e conseguenze divergenti.
                                                  Ci sono però un paio di punti i cui contenuti sono già molto diversi da quelli promessi in campagna elettorale.

                                                  80 euro e micro interventi assistenziali da unificare (come ipotesi) sotto un unico sistema che incentivi la ricerca e faciliti il reperimento di un lavoro: Solo gli 80 euro hanno interessato 10 milioni di persone. I 26miliardi che togli ad un certo numero di cittadini e lo distribuisci ad altri sono ne più ne meno una redistribuzione di fondi già impegnati che è altra cosa. Sono certo che qualche milione di persone avrebbe da ridire.

                                                  Mercati finanziari: leggo di “misure varate con la dovuta ovvia gradualità” e ciò significa che dopo un intervento magari prudente, prima di proseguire attendo per per vedere l’effetto che fa. Atteggiamento ragionevole e di buon senso che però non è quello che è stato promesso in campagna elettorale e che gli elettori si aspettano.
                                                  Salvini e Di Maio ancora oggi su facebook ed ai media parlano di rivoluzione dove non si può essere moderati, di riscrittura della storia, di shock fiscale, sfida dei mercati, rovesciamento di tavoli.

                                                  Comunque non c’è molto da attendere. Se il governo partirà capiremo subito l’andazzo con il bilancio di previsione in autunno.

                                                  • Maxhellas scrive:

                                                    Puntualizzo che non sono io che decido le misure e come introdurle. Le mie sono solo ipotesi. Ripeto: stiamo a vedere e avremo di che giudicare con cognizione di causa. Nel bene e nel male, ovviamente. Mai stato elettore/tifoso.

                                                    In tema di rivoluzioni, perfino quelle armate prendono tempo. Ad esempio quella cubana durò dal dicembre ’56 al gennaio ’59, tanto per dire, e solo per giungere al potere. Ovviamente ci sono provvedimenti che si possono varare in pochi giorni (esempio: durata della prescrizione, vitalizi e stipendi dei parlamentari) ed altri che, per la loro complessità necessitano di tempi più lunghi (probabilmente il più complesso, per il tipo di organizzazione che richiede, è proprio il reddito di cittadinanza). L’importante è cominciare subito e procedere senza indugi, per non trovarsi alla prossima tornata elettorale senza aver fatto nulla. Questo si sarebbe un fallimento.

                                                    Credo che se tra 5 anni ci troveremo in un paese con una disciplina sulle pensioni diversa (quota 100?), con un reddito di cittadinanza che funziona (aiutando l’incontro di domanda e offerta di lavoro), con una tassazione più bassa ma certa (flat tax e contemporanea stretta sull’evasione), con un costo della corruzione dimezzato (più in linea con la media europea….ce lo chiede l’Europa anche questo, no?), con una gestione di sicurezza e immigrazione più efficace, con una tutela del lavoro (e della sua dignità) in linea con i principi minimi di civiltà, forse ne avremo tutti da guadagnare. Non credi?

                                                    PS: la citazione di Cuba era solo un esempio storico dei “tempi” delle rivoluzioni, non certo la citazione di un modello da seguire, tanto per non essere frainteso.

                                                  1. Marco.com scrive:

                                                    Sempre detrovare che martello è complottismo come i 5s: vedi dichiarazioni di de battista
                                                    Fantastico

                                                    1. Marco.com scrive:

                                                      La grande visione strategica di martello: il complotto dei cattivi
                                                      Un caso clinico.fratello minore di toninelli e del di maio gemello.
                                                      È quello che dice che i migranti li ha portati renzi. Il nulla maiuscolo al quadrato

                                                      • Marco.com scrive:

                                                        La grande visione strategica di Carlo martello è quella del grande complotto universale contro il suo (povero) cervello.
                                                        Carlo martello di toninelli fratello e di di maio gemello.

                                                      1. diogene scrive:

                                                        buoni ragazzi

                                                        salvini ha sempre in mano il Jolly dei migranti
                                                        chi può giocare a poker se l’avversario può contare su un jolly che ha solo lui?

                                                        E’ sufficiente che salvini rimpatri un pò di neri che stazionano negli alberghi e che sia in prima persona a fare i respingimenti che si può prendere tutto il potere quando vuole
                                                        gli italiani posso chiudere un occhio su fornero e flat tax, disquisire su trattati europei e altro ma non sui migranti

                                                        quindi state buoni, salvini ce l’ha fatta

                                                        1. martello carlo scrive:

                                                          Questi botta e risposta senza una visione strategica ( perché questa dev’essere l’ ottica per scegliere la strada di una rivoluzione epocale mondiale ) non fanno altro che aumentare la confusione, come non ce ne fosse già abbastanza.
                                                          Può sembrare una pretesa sproporzionata rispetto alle dimensioni (locali?) del blog e di alcuni suoi protagonisti ( mi riferisco soprattutto a MARCO e SILVESTRO ), ma in realtà è il mondo digitale che è diventato piccolo piccolo.
                                                          Lasciando perdere per ovvie ragioni il primo, è SILVESTRO quello che più preoccupa, in quanto dimostrazione di quanto l’ indottrinamento, la mancanza di autonomia e duttilità mentale possa paralizzare anche le menti potenzialmente più brillanti.
                                                          QUINDI LO ELEGGO A SIMBOLO DELLE POTENZIALITA’ DEL PAESE INESPRESSE, COMPRESSE DA UNA INCLINAZIONE SERVILE DAL DNA COMUNISTOIDE.
                                                          - Sono OTTANTA GIORNI che ci sta dicendo che era meglio continuare a votare PD perché la strada, seppur in discesa verso l’ abisso era almeno SICURA
                                                          - sono OTTANTA GIORNI che ci descrive quanto era bello prima
                                                          - sono OTTANTA GIORNI che dice che gli italiani hanno sbagliato, MA DI BRUTTO, di fronte a tutte le MAGNIFICHE RIFORME DEL PD che avrebbero risolto tutti i problemi dell’ EUROPA ( NON I NOSTRI, naturalmente, ma anche quelli dell’ intero continente negro)
                                                          - sono molto più di OTTANTA GIORNI che gli Italiani l’ hanno capito, e, anche se lui non lo ha capito, vogliono fare A TUTTI I COSTI, QUELLO CHE IL PD NON HA FATTO, DA SERVO DEI MERCATI E DELL’IMPERO: CONSERRVARE UN MINIMO DI LIBERTA’, DI ORGOGLIO E INTERESSE NAZIONALE
                                                          - sono molto più di OTTANTA GIORNI che il PD ci ha ridotto a riserva indiana dell’ Europa riempiendoci di migranti, neanche fossimo una discarica africana o una piantagione di cotone, finanziandola a DEBITO con le CLAUSOLE DI GARANZIA
                                                          - sono 7 anni che ci ricatta con lo SPREAD, sorto da un momento all’altro SOLO DALL’ INDEBOLIMENTO PROGRAMMATO DELL’ ESECUTIVO BERLUSCONI GIUSTIFICATO DA QUATTRO PUTTANELLE DA MILLE E UNA NOTTE CHE HANNO ARRAPATO MILIONI DI BACIABANCHI IN ASTINENZA, come si tenta di fare, dopo tanti OSCENI successi mediatici, con TRUMP.

                                                          E’ ora di capire che la speculazione sul debito, non dipende dal suo valore assoluto, bensì dall’ unità del paese che lo garantisce ( e penso che l’ Italia potrebbe essere un grande paese se non fosse diviso da un’ anima rimasta Kontadina ( non contadina ), anche dopo la RIFORMA AGRARIA e la sconfitta del fascismo ).

                                                          QUESTO ( IL TRADIMENTO DEGLI INTERESSI NAZIONALI IN NOME DI QUEL CAxxO DI CONFLITTO DI INTERESSI CHE NON E’ MAI ESISTITO SE NON NEI CONFRONTI DEGLI INTERESSI PSEUDOCOMUNISTI, E CHE SE E’ ESISTITO, COINVOLGE IL 90% DEL PARLAMENTO), E’ L’ UNICO MOTIVO PER CUI LA SPECULAZIONE CI HA AGGRADITO E RIDOTTO ALLA FAME, COME NON FOSSE BASTATO L’ EURO ( a questo riguardo vorrei vedere chi ha il coraggio, SALVO PRODI & C., di dire che da un giorno all’ altro il costo della vita in Italia è raddoppiato ).

                                                          -POLEMICHE INUTILI? RICORDI NOSTALGICI? MANCATA AUTOCRITICA, COMPITINI NON ATTUATI A DOVERE?

                                                          Sembra di no: l’ UE, DOPO CHE ABBIAMO PAGATO I TURCHI PER DIFENDERE LA GERMANIA DALL’ INVASIONE BALCANICA, CI DICE CHE DOBBIAMO SORBIRCI LA MIGRAZIONE BIBLICA AFRICANA DA SOLI.
                                                          Dopo la violazione di SHENGEN ( in parte giustificata dall’ equivoca accettazione missionaria del surplus musulmano/africano da parte dell’ INTERNAZIONALISMO DELLA MISERIA KATTOKOMUNISTA), SILVESTRO SI CHIEDE ANCORA COME FACCIAMO A FAR RIASSORBIRE I MIGRANTI AI PAESI D’ ORIGINE.
                                                          EVIDENTEMENTE SECONDO LUI SIAMO IN EUROPA SOLO QUANDO SI TRATTA DI FARE I COMPITINI: grande esempio di UNITA’ DA ILOTI… PARDON…. DA ITALIOTI.
                                                          Se non è sufficiente questo per RIVOLTARE I TRATTATI, mi domando cosa serva ancora:
                                                          UN ALTRO GOVERNO MONTI?

                                                          Quanto a MAXHELLAS, che sembra l’ unico in grado di ragionare ( anche se coinvolto nell’ ennesima scelta sbagliata ), mi domando come faccia a sopportare ancora le continue ACROBAZIE E GIRAVOLTE, DI UN MOVIMENTO CHE NON LO E’ PIU’ E CI PRENDE PER I FONDELLI, CON LA NATO, L’ UE, I MIGRANTI, CON LA STESSA DISINVOLTURA CHE POTREBBE AVERE LA SECONDA GENERAZIONE DELLA MAFIA E CON ROUSSEAU, COME SE IL RUSSIAGATE E FACEBOOK NON FOSSERO D’ ATTUALITA’….. PER NON PARLARE DI QUELLA VIPERA INONDATA DI BILE REPRESSA DEL PLURICONDANNATO DIFFAMATORE A SBAFO ( CI HA SPECULATO A VITA ) DI TRAVAGLIO CHE FAREBBE BENE AD IMITARE SESSUALMENTE, SFOGANDOLA , QUELLO CHE PER ME E’ SEMPRE IL CAVALIERE

                                                          PS. RESTA IL FATTO CHE IL MATRIMONIO LEGA/5S È COME UN ACCOPPIAMENTO IBRIDO TRA SPECIE DIVERSE FORIERO DI UN FUTURO STERILE E QUINDI IMPOTENTE DI FRONTE AD UN’ EUROPA CHE E’ DIVENTATA LA VERA NOSTRA ANTAGONISTA.

                                                          1. Marco.com scrive:

                                                            Aggiungo che personalmente non ho alcuna pregiudiziale politica al governo 5s-lega e che si deve giudicare dai risultati

                                                            Ma se l’europa reagisce in un certo modo va preso atto che è un atto più che legittimo e che non si tratta come dicono i leghisti di ingerenza
                                                            Se hai un conto corrente stai accettando che la banca veda i tuoi movimenti e faccia le sue valutazioni senza dichiarerà che c’è ingerenzi
                                                            Cacchio è l’Abc del vivere civile

                                                            1. Marco.com scrive:

                                                              MaxHellas chiedo scusa se alcuni toni hanno procurato fastidio.
                                                              osservo però che quando usi il termine “fattibile” stai facendo un atto di fede. E quindi in materia di fede ci possono essere fedi diverse

                                                              Ma il punto chiave è un altri e sarebbe bene chiarire adesso. Matteo&giggino vogliono cambiare le relazioni con l’europa. Bene , legittimo e consacrato dal libero voto popolare. Come interpreti l’eventuale reazione dei mercati? Un complotto o libera dinamica di mercato?

                                                              • Maxhellas scrive:

                                                                L’eventuale (e probabile) reazione dei mercati non può impedire a un paese di andare nella direzione decisa dai propri cittadini. Questione di democrazia. Altrimenti comanda chi non vota e, spesso, nemmeno paga le tasse nel nostro paese… Il mercato ha tutto il diritto di seguire le sue dinamiche, ma l’espressione democratica dei cittadini, se permetti, viene prima.
                                                                La questione è soprattutto come si faranno le cose, con quanta gradualità e con quanta serietà. Se daremo prova di questo, anche i mercati finanziari (che non votano, non sono cittadini) si calmeranno. La politica, se riuscirà a tornare al suo posto, deve essere superiore gerarchica dei mercati. Altrimenti votare diventa inutile e la democrazia diviene un nome vuoto, non credi?

                                                                Le “soluzioni” dibattute più sotto sono fattibili anche entro i limiti attualmente in vigore. Il problema non è cosa fare, ma come farlo. Per farti un esempio gli 80 euro costano 10 miliardi di euro all’anno e vanno a lavoratori dipendenti che guadagnano più di 8.174 euro all’anno ma meno di 26.600, le pensioni di invalidità e gli assegni di accompagnamento che costano 16 miliardi di euro ogni anno. E sono misure che non sono universali, lasciano fuori gran parte dei poveri assoluti e hanno natura esclusivamente assistenziale. Si potrà pensare di trasformare, ad esempio, misure così in un trattamento unico, finalizzato alla ricerca del lavoro? E’ solo un’idea, un esempio dell’importanza del come, più che del cosa. Non ho mai sostenuto che sia facile, solo che sia fattibile. Arrendersi senza provare credo sia semplicemente esiziale per il nostro paese, che non può rimanere com’è. E’ questo il messaggio del 4 marzo.
                                                                Non è solo una questione di fede.
                                                                Se li vedremo all’opera, Lega e M5S insieme, avremo modo di valutarne la qualità dell’azione di governo.

                                                              • Silvestro scrive:

                                                                Maxhellas (16 maggio 2018 alle 09:48)

                                                                Trovo le tue spiegazioni un piccolo riassunto astratto di politica economica.
                                                                Non ci sono cifre nemmeno a spanne, non ci sono tempi ovviamente orientativi, ma sopratutto non si considera la situazione economica attuale, europea e internazionale, nonché la credibilità che godiamo in questo cotesto. Provo a integrare:

                                                                >> aumenti IVA: non è una possibilità, è una certezza con scadenza precisa 31-12-18. Fra l’altro è una clausola di salvaguardia del 2011 che riflette proprio uno dei principi che hai elencato, più consumi, per aumentare poi le entrate fiscali. E’ una decisione che non ha funzionato (e non c’era ancora il fiscal compact) e questo peso ce lo trasciniamo ancora oggi.

                                                                >> Flat Tax – reddito di cittadinanza. Sono iniziative che insieme vanno sempre nella direzione di aumentare i consumi e in un momento successivo almeno compensare le minori entrate fiscali. Ma non è automatico. I famosi 80 euro di Renzi, vituperati in mille modi, e fatti a debito, non hanno dato i risultati sperati, perché dicono gli analisti, in un clima di incertezza politica (che da noi ormai è la norma) , questi soldi si preferisce risparmiarli. E quindi addio entrate fiscali.

                                                                >> No Fornero – E’ già diventata un’altra cosa e comunque avrà dei costi anche questa.

                                                                >> Mercati finanziari. Insisto su questi perché dando anche per scontato che Buxelles accolga ogni nostra pretesa (e le possibilità sono vicine allo zero), aumentando il debito dovremo rivolgerci ancora più massicciamente a quegli schifosi speculatori finanziari internazionali che i partiti di governo fino a due mesi fa volevano combattere con ogni mezzo. Quale fiducia credi si possa ottenere.

                                                                Per ora mi fermo ma c’è molto altro, ovviamente.

                                                                • Maxhellas scrive:

                                                                  Punto primo: se aumenti l’IVA in assenza di aumento del reddito, ovvio che deprimi i consumi. Il processo da me descritto è esattamente l’opposto: in assenza di variazioni di aliquota IVA, se il reddito aumenta, di conseguenza i consumi, quindi il monte IVA (e accise varie) incassato dal Fisco.

                                                                  Punto secondo (vedi sopra): gli 80 euro e altre misure solo assistenziali costano 26 miliardi all’anno. Perché non unificare tutti i micro interventi assistenziali sotto un unico sistema che incentivi la ricerca e faciliti il reperimento di un lavoro?

                                                                  No Fornero, significa No Fornero. Quindi qualsiasi soluzione diversa è No Fornero. Sarà anche in questo caso importante vedere come si procederà per renderla gestibile entro i limiti in vigore.

                                                                  Mercati finanziari: se le misure saranno varate con la dovuta ovvia gradualità e saranno gestite come si deve, anche i mercati si stabilizzeranno. Ciò che non è accettabile è non fare nulla per la minaccia dei mercati i quali, finora, hanno sempre sottoscritto le nostre emissioni guadagnando parecchio, visto che paghiamo di più (spread) e che abbiamo sempre onorato i nostri debiti.

                                                                  Dare le cifre esatte è impossibile nella fase attuale, in cui non sono disponibili i dettagli delle varie misure. Ripeto, a costo di essere noioso: va visto come si andrà ad agire. Solo così capiremo la fattibilità concreta.

                                                              1. Maxhellas scrive:

                                                                Se qualcuno è interessato all’approfondimento:

                                                                https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/05/15/reddito-di-cittadinanza-un-libro-per-parlarne-sul-serio/4357651/

                                                                Da notare che Feltri non è un “sostenitore” dei M5S.

                                                                1. Silvestro scrive:

                                                                  maxhellas:
                                                                  Non sono d’accordo su molte tue affermazioni.
                                                                  Innanzitutto cominciamo col dire che i vaffa politici dai palchi e nei comizi sono un copywrite di Grillo. Ma non è stato neanche il primo perché ci fu chi molto prima pontificava che “con la bandiera italiana si puliva il culo” e via dicendo.
                                                                  Non sono nemmeno d’accordo che in politica si possano accettare gli insulti e meno ancora ci si possa menare; perché se come sostieni “si può accettare anche questo, basta che tutti possano giocare con le stesse regole” debbo dire che hai un concetto del confronto politico molto pericoloso anzi primordiale.
                                                                  Mi chiedo perché ci scandalizziamo tanto del bullismo scolastico, con esiti talvolta drammatici, se poi i parlamentari, i nonni, i genitori tollerano, o addirittura favoriscono questi comportamenti.

                                                                  Per andare poi sui contenuti, è piuttosto ricorrente il vanto della tua capacità di valutare i risultati. Prima di dare il tuo voto mi chiedo quindi se tu abbia fatto attenta valutazione circa la fattibilità delle promesse elettorali oppure se ti sei fidato ciecamente.
                                                                  Ti confesso che io non ho lavoravo in una grossa istituzione finanziaria che gestiva patrimoni, e non ho neanche un “percorso di studi in economia e finanza in una delle maggiori università italiane”.
                                                                  Da uno come te che di numeri se ne intende, sarei quindi curioso di sapere se e in quale misura si possa realizzare il programma elettorale dei vincitori.

                                                                  • Maxhellas scrive:

                                                                    Comincio dalla fine, apprezzando il tono finalmente pacato che, ferme restando le nostre differenze, non può che facilitare la mutua comprensione. Guarda che sono serio, non sto facendo ironia.

                                                                    Come già detto in post precedenti, nulla è infattibile, per quanto concerne le proposte di Lega e M5S che più graverebbero sul bilancio pubblico. Il reddito di cittadinanza, se costruito bene (mi riferisco al modello tedesco), può avere un benefico effetto sul tasso di occupazione (popolazione disponibile a lavorare/popolazione totale), il che aumenterebbe il Pil potenziale e quindi la flessibilità di deficit (prevista dai trattati UE) per raggiungerlo. Certo, non è una struttura che può nascere in 2 giorni, bisogna formare gli addetti e riformare le strutture pubbliche per l’impiego, ma, ripeto, è fattibile. Nel medio periodo si potrebbe perfino autofinanziare. Nel breve periodo si possono distogliere risorse da altri impieghi (la politica è anche scelta su come gestire le risorse di un paese): missioni militari all’estero, spese militari (i famosi F35) per fare un esempio.

                                                                    La flat tax (proposta da Lega e CDX), come ho già avuto modo di scrivere, non è infattibile a priori, salvo, con buona pace di Marco.com, l’obbligo di conservare una progressività (vediamo dopo come) allo scopo di non sfavorire i “poveri” a beneficio dei “ricchi”. Ricordo a Marco.com, inoltre, che la nostra costituzione (art. 53) impone (secondo me giustamente) la progressività dell’imposizione fiscale. Progressività che, nei paesi che adottano questo sistema, si ottiene modulando le esenzioni per le fasce più deboli, per esempio.
                                                                    Come finanziarla nel breve periodo? Per esempio semplificando nel contempo il sistema fiscale, eliminando tutta una serie di esenzioni e incentivazioni ad oggi presenti nella normativa fiscale. Ancora una volta riducendo le spese in altri settori (vedi sopra). Andando a colpire penalmente l’evasione (come in Germania, Francia, USA, UK etc), cosa che sarebbe legittimata da una pressione fiscale comunque ridotta. Anche questa è una misura che nel medio periodo si autofinanzierebbe, almeno in parte, tramite la ripresa dei consumi e quindi i maggiori introiti da IVA e altre imposte indirette e dall’aumento dei redditi da impresa.
                                                                    Entrambe le misure avrebbero comunque nel breve un effetto in aumento sul deficit, ma non è assolutamente detto che si debba sfondare per forza il 3%.

                                                                    In risposta a quanto affermi all’inizio, concordo con te sul fatto che il confronto migliora se si rimane entro toni accettabili. Ecco, mi piacerebbe che ci si rimanesse tutti. Me compreso. Lo preferisco enormemente a insulti e botte, che di certo non facilitano la mutua comprensione. Ovvio che se si vuole instaurare un clima di questo genere, lo sforzo lo devono fare tutti, a prescindere da “chi ha cominciato”, questione che assomiglia all’antica diatriba sulla precedenza tra uovo e gallina nel grande disegno della creazione.

                                                                  1. Marco.com scrive:

                                                                    Matteo e giggino (tipo Carlo e max) sono una coppia di fatto.
                                                                    Hanno un mutuo di 800 euro/mese e vogliono andare al mare con il su (tedesco) che piace loro così tanto.
                                                                    Dopo averci pensato su tante notti trovano la soluzione. Secondo loro il mutuo dovrà essere di 100 euro al mese.
                                                                    E così vissero felici e contenti

                                                                    1. Marco.com scrive:

                                                                      Ultime dallo zoo
                                                                      Toninelli, il fratello minore di martello, vuole fare la flat tax progressiva.
                                                                      Toninelli 10 e lode

                                                                      1. diogene scrive:

                                                                        c’è un video in rete c’è di maio che fa un monologo sul momento

                                                                        è straziante

                                                                        si capisce che parla una persona che non sa nulla di cosa significhi lavorare e non chiacchierare

                                                                        il signorino mi ricorda la caricatura che crozza dei designer

                                                                        1. Silvestro scrive:

                                                                          FACCIAMO IL PUNTO? Salvini e Di Maio bocciati senza attenuanti da Mattarella. Fino a ieri mattina sembrava ormai fatta, qualche ritocco sugli ultimi punti del programma, il nome del Premier quasi certo ma ben nascosto.

                                                                          Ieri sera dopo l’incontro al Quirinale il risultato è stato molto diverso, sopratutto da parte di Salvini. Cosa sia successo realmente lo sanno in pochi, ma ci sono gli eventi di questi giorni che sono piuttosto significativi.

                                                                          >> I tempi; oltre 70 giorni di beghe personali senza conclusioni, cominciano a pesare anche sulla pazienza di Mattarella.
                                                                          >> Il metodo del contratto di governo (che di tedesco ha niente) perché non può essere definito dai partiti senza un Presidente del Consiglio cioè colui che poi lo deve concretizzare (Meloni diceva giustamente che non puoi organizzare nei dettagli un matrimonio senza sapere chi sarà lo sposo).
                                                                          >> La mancanza proprio della indicazione del Presidente del Consiglio. Si vorrebbe persona conosciuta, competente e di prestigio ma con il ruolo di puro esecutore: credo che nessuno sia invogliato ad immolarsi a queste condizioni.
                                                                          >> Il ruolo stesso del Presidente della Repubblica che i vincitori vorrebbero solo come ‘notaio’. In realtà Mattarella, in occasione di celebrazioni varie aveva già rivendicato chiaramente un ruolo ben diverso (previsto dalla Costituzione) più autonomo ed attivo di quello che pretendono Salvini e Di Maio.
                                                                          >> Ultimo ma non per importanza, la scarsa coesione della coalizione di centro destra che prima delle elezioni si presenta granitica e compatta, ma poi in 40 giorni si va alle consultazioni, prima insieme, poi distintamente, poi ancora insieme, poi Forza Italia si stacca, poi FDI è contraria.

                                                                          • martello carlo scrive:

                                                                            Certo che hai una bella fibra (altro che leone), se dopo 70 gg riesci ancora a riemergere dal fondo del pozzo e tentare di trascinarvi, affondandoli, tutti quanti.
                                                                            Se resisti ancora un po’, può darsi che MATTARELLA, con un COLPO D’ALA riesca a tirarvi fuori con un GOVERNO TECNICO.
                                                                            A mio parere, dopo MONTI, un altro governo “salva Italia” capitanato da un “economista” gradito all’ Europa, alla finanza globale e ai ROTHSCHILD ( oltre che alla GRUBER ) come DE BENEDETTI, con una ROBUSTA SPINTA DELLO SPREAD, potrebbe riportarvi al governo premeditato con BERLUSCONI.
                                                                            MATTARELLA, a quel punto avrebbe compiuto il miracolo: METTERE INSIEME IL DIAVOLO CON L’ ACQUA SANTA, riprendendo la RETTA VIA DEI COMPITINI A CASA DOPO LA BOCCIATURA DI MERKEL E BCE ( nonché di quella piattola di MOSCOVICI ).
                                                                            C’è da domandarsi, sollecitati dalla tua visione PRESIDENZIALISTA della repubblica nata dall’ ANTIFASCISMO, se non sia il caso di andare alle urne ( visto che il pateracchio LEGA/5S MI FA VENIRE L’ ORTICARIA ), oltre che per cambiare il sistema elettorale del parlamento, per cambiare anche quello dei PRESIDENTI DELLA REPUBBLICA che da troppi anni tengono maggiormente a riguardo l’ UE, piuttosto che l’ ITALIA, cosa che è UNICA e ANOMALA rispetto a tutti gli altri presidenti europei.

                                                                            • Silvestro scrive:

                                                                              Ho fatto solo il punto della situazione.
                                                                              Una cronaca temporale facilmente documentabile di quello che è successo in 70 giorni di vuoto post elettorale. Non ho aggiunto altro (deduzioni, sospetti, elucubrazioni etc) perché è una situazione che semplicemente ci fa rimpiangere la prima repubblica ampiamente demonizzata. Se c’è qualcosa che ti risulta falso sei invitato a segnalarlo.

                                                                              Se poi voi commentare, capisco l’intercalare (ed anche la rabbia): “hai una bella fibra…”, “se resisti ancora un po…”, “a mio parere…”, “c’è da domandarsi…”.
                                                                              Ma è evidente che LA SITUAZIONE E’ MOLTO IMBARAZZANTE E SI COMMENTA DA SOLA.

                                                                              - Più soldi per tutti e subito – è lo slogan che accomuna i vincitori; e per questo è necessario aumentare ancora il debito. Si può fare senza chiedere autorizzazioni a chicchessia; però bisogna assumersi la responsabilità delle scelte e delle conseguenze senza paraventi. E’ questo è il punto più difficile.

                                                                              • Marco.com scrive:

                                                                                Chiedere i soldi a chi c’è li ha (soros) oppure una bella patrimoniale

                                                                                Il resto sono discorsi che accomunano martello a di maio (e adesso anche salvini)

                                                                                • martello carlo scrive:

                                                                                  La patrimoniale? Su quale patrimonio? Quello che ci hanno fottuto MONTI/ MERKEL/SAKO’ LE MOCO’/NAPOLITANO?
                                                                                  Ti sei accorto che ormai nemmeno a sinistra di MARCO RIZZO parlano più della RIFORMA DEL CATASTO?
                                                                                  E il LIQUIDO? Il liquido, quello che conta si è perso attraversando l’ oceano, con le barche che sono fuggite dai porticcioli italiani e il resto, se lo toccano, gli tagliano le mani: in Italia, se non cambia, non c’ è certezza del futuro.

                                                                          • diogene scrive:

                                                                            Mi pare che ce lo siamo detti ormai un milione di volte.

                                                                            Per abolire la Fornero ci vogliono soldi. Questi soldi si trovano o nelle tasche dei contribuenti (patrimoniale) e vanno chiesti al mercato finanziario (come quando si vuoe comprare casa e si va in banca a chiedere il mutuo). Se poi chi può prestare i soldi chiede un alto interesse (spread) è una cosa che va da sè. Non c’entrano i complotti tedeschi.

                                                                            Per fare quello che si vuole in Italia (migranti, infrastrutture, aiuti statali per i settori che piacciono a salvini come l’agricoltura e la pesca) , la Lega vuole rivedere i trattati con l’ Europa.Su questo punto, la Lega è sola, arrivasse anche al 30% dei coti, sarebbe minoranza, perchè Berlusconi sa che è meglio avere la Merkel amica che nemica (come insegna l’ Arte della Guerra).

                                                                            Attuare la flat tax , anche nella forma annacquata rispetto alle promesse elettorale, significa ridurre ancora di più i soldi a disposizione di salvini per realizzare le sue idee.

                                                                            Se poi ti metti insieme con personaggi come di maio (mamma mia che pena, spero che qualcuno che l’ha votato se ne stia accorgendo) dove vuoi arrivare ?

                                                                            Intanto una cosa possiamo dire:
                                                                            Grillo, vaffanculo.
                                                                            Di Maio, vaffanculo.
                                                                            Di Battista, ma vaffanculo.

                                                                            • Maxhellas scrive:

                                                                              Ecco quelli dei toni beceri, ma solo quando va bene a loro…..

                                                                              • diogene scrive:

                                                                                beh, a chi ha continuato a dire vaffanculo agli altri non glielo si può dire ?
                                                                                sei d’accordo che l’esibizione di di maio ieri è stato il punto più basso della storia italiana ?

                                                                                • Maxhellas scrive:

                                                                                  Francamente anche “se perdo il referendum mi ritiro dalla politica” e ciò che è accaduto dopo….o la “nipote di Mubarak, o la Boschi che implora Ghizzoni (Unicredit) di comprare l’Etruria, gli esodati della Fornero (quelli rimasti senza pensione e senza lavoro per la legge dell’espertissima prof.)…..vado avanti?

                                                                                  Che ha fatto Di Maio ieri? Stanno cercando (e io sono molto scettico fin dall’inizio) di trovare un accordo tra M5S e Lega. Tutto qui. Francamente capisco meglio se non ci riescono, viste le distanze tra i due partiti.

                                                                          1. diogene scrive:

                                                                            hai mai preso le distanze dai vaffanculo di Grillo?

                                                                            • Maxhellas scrive:

                                                                              E dai “nazisti”, squadristi et similia rivolti dai santi del PD ai 5S?

                                                                              Personalmente ritengo Berlusconi un farabutto (lo dice anche qualche sentenza…), Renzi un incompetente, al pari di molti dei suoi “amici” (Boschi, Lotti, Madia), La Russa e i suoi dei traditori degli ideali da cui provengono. E potrei continuare.

                                                                              Gli insulti ci stanno nella lotta politica e li accetto. Però vanno accettati sempre e da tutti, altrimenti è un po’ il giochino a “chiagne e fotte” di italica tradizione…Pensa che un tempo (ma anche adesso) per questioni politiche ci si menava pure. E si può accettare anche questo, basta che tutti possano giocare con le stesse regole. O senza nessuna regola, ma deve valere per tutti.

                                                                            • martello carlo scrive:

                                                                              Presumo che tu, avendo già risposto a MAXHELLAS, ti rivolga a me in quanto firmatario dell’ ultimo intervento.
                                                                              Allora ti accontento: GRILLO, DI MAIO, DI BATTISTA…. E CASALEGGIO ANDATE AFFANCULO^n.
                                                                              Non posse aggiungerne altri, tifosi del pasticciaccio brutto PD/5S, ma mi pare di essere stato CHIARO.
                                                                              MI SPIACE PER MAXHELLAS che è una persona stimabilissima, ma non posso essere d’ accordo con lui nel continuare a sbagliare, come lui stesso ha ammesso, cambiando continuamente bastone.

                                                                              • Maxhellas scrive:

                                                                                Guarda che quando cambio è solo a ragion veduta e sempre valutando i risultati di chi contribuisco col mio voto a mandare al potere. Se fossi rimasto dove ho iniziato (cosa impossibile anche per evoluzione del pensiero personale), farei fatica oggi a votare.

                                                                            1. Marco.com scrive:

                                                                              Voglio spiegare perché riconosco a martello che sta reagendo da grande.
                                                                              È un leone ferito ma cazzo è un leone.
                                                                              Lo spettacolo di salvini è veramente indecente imbarazzante e che se spiega con la più classica delle ragioni: quella del l’ambizione personale che è una qualità ricordiamolo

                                                                              Bruttissima figura fanno invece i gufi.
                                                                              Ma porco cane ma se Salvini riesce a rimandare in Africa quelli che stiamo pagando 35 euro al giorno non va bene? Se riesce a semplificare drasticamente le tasse non va bene? Se riesce a togliere i privilegi di stipendi e pensioni e vitalizi ingiusti non va bene? Vediamo quali sono le proposte e poi ragioneremo
                                                                              Ma poco cane

                                                                              • Maxhellas scrive:

                                                                                Piccola precisazione: i 35 € che ci costano al giorni i migranti…non vanno ai migranti. Vanno alla cooperativa che gestisce il centro di “accoglienza”. Nelle tasche del migrante finiscono spiccioli. Il grosso (30 €) rimane nelle tasche delle cooperative bianche, rosse e a strisce…. Vedi perché conviene a qualcuno farli atterrare qua?

                                                                                • Marco.com scrive:

                                                                                  Precisazione del tutto superflua quella dei 35 euro ovvio che stessi parlando del costo al cittadino.
                                                                                  Quanto a chi intasca i soldi e la relazione con il fenomeno dei migranti penso che fatto 100 l’insieme delle cause delle migrazioni penso che il rapporto fra “interessi delle coop” e “cause economiche di chi migra” sia 1 a 999. Tu invece cosa diresti? Spara

                                                                                  • Maxhellas scrive:

                                                                                    Penso che quando ci siamo offerti di fare da centro di smistamento per tutta l’Europa (Operazione Triton del 2015) due conti su quanto denaro portavano nelle tasche dei partiti che gestiscono le cooperative se li siano fatti…..

                                                                                    Che il fenomeno sia strutturale (cause economiche e politiche) è certo. Che la scelta di farli arrivare SOLO qua (salvo correre ai ripari tardivamente quando la gente si è incaxxata) venga da altri conteggi è, diciamo, frutto di un semplice ragionamento…

                                                                                    Poi si può discutere sui motivi che spingono i “soliti noti” (USA, UK, Francia) a destabilizzare periodicamente le aree sensibili al fenomeno (tipo Libia).

                                                                              • Silvestro scrive:

                                                                                Sono d’accordo su ogni parola che hai scritto.
                                                                                Ed è per questo che sono l’unico che tifa apertamente per Salvini premier e non da ora. Lo sono ovviamente per motivi opposti a chi lo ha votato perché ci sono almeno due pregiudizi fondamentali:
                                                                                >> il primo è l’atteggiamento: non puoi dichiarare continuamente coglioni e incapaci tutti quelli che non la pensano come te. Ti va bene se con le chiacchiere lo fai dall’opposizione ma se poi ti capita di farlo dal governo la ritorsione è certa.
                                                                                >> il secondo è di metodo: i grandi obiettivi enunciati non sono della Lega o dei 5S ma di qualsiasi movimento/partito che voglia raccogliere facili consensi. Ma vengono sempre trascurati costi, tempi e metodi più volte approfonditi in altri post.

                                                                                Sopra ogni considerazione incombe comunque il debito. Se noi rastrelliamo ogni anno prestiti per migliaia di miliardi, qualsiasi iniziativa, se non convince coloro che ti finanziano, sarà punita pesantemente.

                                                                                Nella nostra situazione il sovranismo, l’autonomia, la volontà della maggioranza, sono solo slogan elettorali. FINANZIARIAMENTE COMANDA CHI CONTROLLA IL DEBITO. E non è una novità.

                                                                              1. Guido scrive:

                                                                                non credo che dopo aver fatto un governo e naturalmente iniziato a governare, possano dopo poco tempo farlo cadere e andare alle elezioni anticipate. Sarebbero anzitutto penalizzati dal voto ma sarebbero anche bocciati dai rispettivi partiti.

                                                                                1. Silvestro scrive:

                                                                                  Però è strano. I vincitori di questi elezioni prima del 4 marzo postavano reprimende violente, insulti e lamentazioni continue anche più volte al giorno.
                                                                                  Dopo la vittoria mi aspettavo un tripudio, una esultanza incontenibile perché i partiti che avevano portato allo sfascio il Paese, questa accozzaglia di incapaci, succubi della Merkel, vessati da Bruxelles, finalmente avevano subito una sonora sconfitta. “Da oggi comincia la terza repubblica” dicevano tronfi gli attori di questa vittoria.

                                                                                  INVECE NO. Gli interventi sul blog si sono diradati, le risposte mostrano evidenti imbarazzi, i contenuti sono molto più generici e rivolti sempre al passato.
                                                                                  Ma ‘loro’ non erano forse i migliori; non dovevano dimostrare plasticamente come si fanno le cose in quattro e quattrotto, come si lavora con le idee chiare, come gli interessi personali non contino ma valgono solo quelli degli italiani?

                                                                                  MAH!!!! DOPO OLTRE DUE MESI SIAMO ANCORA QUI A CHIEDERCELO.

                                                                                  • martello carlo scrive:

                                                                                    Da dove proviene questa stridula vocina? Da un profondo pozzo nero oppure da qualche piscina di stallatico in cui si dimenano insultandosi l’ un contro l’ altro ii rimasugli eredi dell’ unità dei lavoratori di tutto il mondo uniti, oppure ancora dalle prigioni del 41 bis cui sono stati confinati quali mafiosi della politica più collusa con la trattativa migranti/differimento dei debiti?

                                                                                    Questa stridula vocina mi accusa di essere assente dal blog per imbarazzo, per non saper cosa dire su situazioni conseguenti alla sua parte di appartenenza, per giunta convinto di ciò che dice: il massimo della miopia strabica protratta da 30 anni, ma con accelerazione negli ultimi 7che ha fatto nascere un movimento stellare come i 5S.
                                                                                    SALVINI non doveva rompere ( perché questa è la realtà ) con i suoi alleati ( bene ha fatti la MELONI a non entrare nel’ inciucio ), ed ora farebbe bene ad imporre la presidenza del consiglio, il ministro dell’ ECONOMIA ( a parte che MINENNA MI PIIACE ASSAI ), quello degli INTERNI e quello degli ESTERI per costringere il presidente della repubblica a divieti in serie tali da doverlo mandare a quel paese, lui e le sue garanzie dei trattati europei impostici che ci affossano.
                                                                                    E’ ancora in tempo, lo faccia perché se va avanti così a fare il servetto dei quaquaraquà , supportati da un presidente della stessa genia, farà la fine di SAVONAROLA.
                                                                                    DOVER TRATTARE PURE SUI MIGRANTI E’ IL PIU’ EVIDENTE SINTOMO DI INCOMPATIBILITA’: GENTE CHE E’ SEMPRE STATA MANTENUTA, VORREBBE AGGIUNGERE A LORO STESSI I LORO CUGINI AFRICANI.
                                                                                    E’ VERAMENTE TROPPO.

                                                                                    • Silvestro scrive:

                                                                                      Si Martello, è la solita tecnica, cercare le situazioni peggiori per dimostrare quanto siete bravi e diversi.

                                                                                      Purtroppo, sopratutto in questa occasione, non è cosi. Nella storia della Repubblica Il Paese non è mai stato bloccato per cosi tanto tempo per la formazione di un Governo.
                                                                                      C’è stato in effetti una occasione in cui si rese necessario più tempo: nel 1992, quando ci fu la strage di Capaci e le dimissioni di Cossiga. Circostanze tragiche che oggi non ci sono.

                                                                                      Oggi l’Italia è bloccata da oltre due mesi esclusivamente per veti reciproci dei vincitori, per una avvilente diatriba su chi deve fare il Presidente del Consiglio, uno spettacolo deprimente mai verificato in questo Paese.

                                                                                      Eri propri tu che scrivevi che questo matrimonio non si doveva fare, che ironizzavi sulle pretese di “Gigino di Borbone” su “Franceschiello Di Maio”, sul “terroncello con delirio di onnipotenza”. Meno di un mese fa parlavi convinto di due partiti incompatibili, dell’impossibilità di mescolare mele e banane, che solo i pdioti potrebbero fare un’operazione simile.
                                                                                      Oggi Lega e M5S stanno limonando di brutto. Per affinità di linguaggio si può affermare che la banana è un frutto ‘versatile’ apprezzato anche dagli imbecilli.

                                                                                  • Maxhellas scrive:

                                                                                    Faziosità gratuita la tua, Silvestro.

                                                                                    In Germania ce ne hanno messi 6 di mesi per risolvere uno stallo simile al nostro.
                                                                                    In Spagna hanno dovuto tornare al voto.
                                                                                    Entrambi i paesi sopra citati sono ancora li dove erano prima, sia in senso geografico, sia economico.

                                                                                    Veniamo ad ora. Dopo 2 mesi (non 6) e una votazione (non 2) pare che ci siamo. Dovrebbe nascere un governo che qualcuno ha definito giallo/verde.

                                                                                    Benissimo: nessun proclama. Lega e M5S saranno finalmente messi alla prova e, se falliranno come altri prima di loro, saranno puniti alla prossima tornata elettorale.
                                                                                    Personalmente spero che si vada avanti su temi che sono stati portati avanti in campagna elettorale ed ai quali sono particolarmente interessato: tutela del lavoro (art. 18 e non solo), reddito di cittadinanza (alla tedesca, come già da me spiegato più volte), corruzione, evasione fiscale, giustizia, costi della politica.
                                                                                    La mia attenzione sarà massima per vagliare ciò che verrà concretamente attuato e come verrà attuato, allo scopo di ripresentarmi al seggio elettorale (quando sarà) come cittadino informato e non come tifoso, promuovendo o bocciando col mio voto.
                                                                                    Sempre fatto così. Raramente ho votato 2 volte dalla stessa parte e quasi mai 3…
                                                                                    La speranza è che il nostro paese cambi, perché ne ha un gran bisogno, per il bene di tutti.
                                                                                    Vedremo.

                                                                                    • Silvestro scrive:

                                                                                      Se per ‘fazioso’ intendi persona che “subordina tutto alla propria ideologia assumendo consapevolmente atteggiamenti privi di obiettività” credo che su questo blog non si legga altro.

                                                                                      Ma c’è una differenza: una cosa sono i sospetti gli intrighi ed i presunti complotti, altro è evidenziare dichiarazioni ed atteggiamenti che hanno condizionato la campagna elettorale ma che poi, nel concreto, vengono smentite.

                                                                                      Poi i tedeschi sono tedeschi; il contratto simile al loro, sbandierato come il toccasana, è costituito da un testo finale di 177 pagine, in cui ogni singolo dettaglio dell’azione di governo viene spiegato e articolato. Certo, ci hanno messo sei mesi, ma le nostre condizioni economiche non sono quelle della Germania e non possiamo permetterci ne questi tempi e nemmeno nuove elezioni.
                                                                                      Se falliranno saranno puniti alla prossima tornata elettorale, ma prima, molto prima, saranno puniti gli italiani.

                                                                                      • martello carlo scrive:

                                                                                        Mi permetto di incollare qui una risposta a LILLO ALDEGHERI in cui egli si vanta di aver previsto dal 2015 il governo SALVILLO, risposta che giunge al 90% alle conclusioni di MAXHELLAS come ennesimo tentativo di tirare fuori dal pozzo melmoso il tuo povero intelletto rintronato da mille comparse di mille assemblee condominiali:

                                                                                        “Più che previsioni, sono state AZIONI, azioni di GOVERNI FARLOCCHI A RAFFICA che, temendo ciò che era successo a BERLUSCONI, hanno FIUTATO LE TERGA ALLA KULONA, obbedendo supinamente alla KVANDE EUVOPA, e ci hanno talmente ridotto in FRANTUMI i cabasisi, e come italiani ridotto ad un livello inferiore persino ai PRIMATI, che l’ esito elettorale NON POTEVA CHE ESSERE QUELLOCHE E’ STATO.
                                                                                        Ora, al di là che personalmente, ad un governo talmente MULO, io auspichi un veto del PDR (rimasuglio del concetto che l’ EUROPA ESISTA e FACCIA GLI INTERESSI COMUNI, tanto da ispirarsi a LUIGI EINAUDI), devo pur sempre constatare che al QUIRINALE sono rimasti ad un livello ISOLANO.
                                                                                        Nessuno ha mai detto che POSSIAMO FARE DA SOLI ( queste sono letture giurassiche e PROVOCATORIE ), ma almeno possiamo pretendere che in mezzo a gentaglia di GUERRAFONDAI che dice PRIMA LA FRANCIA, PRIMA LA GERMANIA, ci sia uno STRACCIO DI AUTORITA’ AUTONOMA CHE DICA PRIMA L’ ITALIA e dia in po’ di fiato a questa discarica missionaria basata, come il FISCAL COMPACT, su formulette che dicono che siamo fuori dall’ emergenza e quindi ci meritiamo nuovi tagli comunitari?
                                                                                        SI FARA’ QUESTO GOVERNO? SE SI’, SARA’ MEGLIO LASCIARE PERDERE LE DIVISIONI E PRESENTARCI UNITI A BRUXELLES CHE ORMAI E’ LA NOSTRA MATRIGNA CONTROPARTE A FAR VALERE I NOSTRI PARTICOLARISSIMI INTERESSI.
                                                                                        SE QUALCUNO FARA’ IL CONTRARIO ( CHE POI E’ STATA LA RAGIONE DEL CROLLO PD ), NON RESTERA’ CHE RIMANDARE A CASA TUTTI, COMPRESI I SUCCESSORI DI GIOVANNI LEONE CHE IN MOLTI CASI ABBIAMO SOPPORTATO CON TROPPA PAZIENZA.”

                                                                                        Spero che ZWIRNER mi scusi per aver approfittato dei vasi comunicanti.

                                                                                      • Maxhellas scrive:

                                                                                        Certo. Saranno puniti gli italiani, esattamente come è capitato fino ad ora, con gli esodati della Fornero, i gabbati di Etruria, Vicentina e Veneto Banca, i precarizzati a vita, i sottopagati senza diritto alcuno, quelli che rinunciano a curarsi per il progressivo incremento dei ticket sanitari, i licenziati, i massacrati dalle tasse. Gli italiani hanno sempre pagato e continuano a pagare per l’incapacità dei politici, ed è proprio per questo che il 4 marzo gli italiani hanno votato così: perché ne hanno abbastanza!

                                                                                        Adesso si vedrà se Lega e M5S si riveleranno capaci o no. Se non altro avranno la possibilità di dimostrarlo. Una possibilità che è stata data a tutti negli ultimi 30 anni, quindi non si capisce perché a loro no.

                                                                                        Ripeto, mi auguro per il bene di tutti noi che riescano a dare una svolta al nostro Paese, per il bene di tutti. Quanto fatto negli ultimi 30 anni non mi pare ci abbia portato così in alto.

                                                                                  1. martello carlo scrive:

                                                                                    Questa è la prima volta che spero, dai tempi di COSSIGA, in un presidente della repubblica affinché faccia una cosa BUONA
                                                                                    - tra la difesa degli interessi di FRANCIA e GERMANIA
                                                                                    - gli interessi parassitari del sud
                                                                                    - l’ unità del paese ( come se fosse messa in pericolo da quei barbari di nordisti )
                                                                                    SI OPPONGA AD UN GOVERNO DI NULLAFACENTI CLASSICHEGGIANTI ITALIOTI, LAUREATI AL MASSIMO IN SCIENZE POLITICHE ( TE LI RACCOMANDO ) PER IL POSTO STATALE/REGIONALE A VITA, MANTENUTI AL’ UNIVERSITA’ DA CHI AL NORD PRODUCEVA BENI ( NON QUAQUARAQUA ) MAGARI FACENDO IL TORNITORE O IL MURATORE, GOVERNO CHE RISCHIA DI CONTEMINARE IL RESTO SANO, CONTINENTALE DEL PAESE.

                                                                                    Non è possibile che questi cresciuti, manipolati, condizionati sin dall’ infanzia dalla mentalità mafiosa, oggi si mettano a fare i PALADINI CONTRO I MULINI A VENTO DEL CONFLITTO D’ INTERESSI APPOGGIATI DA CIANCIMINO.

                                                                                    Spero che SALVINI, o porti a casa ed ATTUI la quasi totalità del programma del CDX con dei ministri ad hoc, oppure faccia a MATTARELLA ed all’ UE, un bel VAFFA di grillina memoria e TORNI ALLA LEGA NORD, come chiaramente espresso dalla suddivisione del voto a livello peninsulare.

                                                                                    ALTRIMENTI? Altrimenti il VAFFA glielo faremo NOI, IO per PRIMO

                                                                                    SENTIRE UN ECTOPLASMA CULTURALE COME IL ” PROF ” DE BIASI ( DETTO MAO ) DIRE CHE IL M5S E’ SUPPORTATO DA UNA CULTURA DI BASE, MENTRE LA LEGA NASCE DA UN TERRITORIO PRIMITIVO, MERITA DI ABBANDONARE I TERRONI AL LORO DESTINO ELLENICO.

                                                                                    ABBANDONARLI A SE’ STESSI, ALLE LORO RESPONSABILITA’ E DARE CACCIA SPIETATA AI MAFIOSI INFILTRATI AL NORD MI SEMBRA SEMPRE PIU’ L’ UNICA POSSIBILITA’ DI EMENDAZIONE DA UNO STATO INQUINATO DALLE RADICI.

                                                                                    • Maxhellas scrive:

                                                                                      Quello della supremazia culturale è una vecchia bufala della sinistra. Come se Gentile, Pound, Evola e così cia non fossero mai esistiti….
                                                                                      Lascia perdere De Biasi. Non sa quello che dice e più che un comunista è….un luogo-comunista…..

                                                                                      Una cosa è certa adesso: dobbiamo tutti prestare massima attenzione al governo che sta nascendo e a ciò che farà, in modo da poterlo giudicare sui fatti. E giudicarlo senza sconti, con sguardo obiettivo. E’ così che si fa l’interesse del Paese e, di conseguenza, anche il nostro.

                                                                                    • Marco.com scrive:

                                                                                      Si va bene ottimo bravo ma ci spieghi cosa è successo nella mente di salvini?

                                                                                      • martello carlo scrive:

                                                                                        TUTTO E NIENTE.
                                                                                        Il desiderio di cambiare E’ FORTE e GIUSTIFICATO ( e come potrebbe non esserlo dopo 9 anni e più di manipolazioni eterodirette e complottiste? ), quindi SALVINI potrebbe essere tentato dalle sirene 5S, ma non credo sia questione di ambizione personale, perché se di ciò si trattasse, SALVINI non si accontenterebbe certamente di fare la ruota di scorta di una nullità.
                                                                                        Se, alla fine, avesse scambiato il “TRADIMENTO ( che potrebbe essere concordato ), con una compagine e programma di governo congruente al 70% con i punti secondari ed un 90% di quelli fondamentali, il gioco varrebbe la candela.
                                                                                        Non sono poi sicuro che i giochi siano ancora fatti e che non siano finalizzati ad un fallimento da addossare ai 5S o al PDR ( visto che si comporta più da presidente dell’ UE piuttosto che dell’ italia )
                                                                                        CERTO CHE, SE LE TRATTATIVE NON FALLISSERO o NON FINISSERO CHIARAMENTE ED INEQUIVOCABILMENTE A FAVORE DEL CDX ( CENTRO DESTRA SOTTOLINEO ), SALVINI SAREBBE DEFINITIVAMENTE BRUCIATO CON ENORMI, FATALI RIPERCUSSIONI PER IL NORD DEL PAESE CHE ANCORA ( A FATICA ) FUNZIONA.

                                                                                        • Marco.com scrive:

                                                                                          Bah bah bleah… troppo politichese. Il programma del cdx il 17 di salvini è il 33 dei 5s…. sono Bla Bla politichese mi meraviglio usare gli stereotipi. Fornero? Ci vogliono soldi. Rdc? Ci vogliono soldi (780 euro a civile). Flat tax? Meno soldi allo stato. Dove li trovano I soldi di maio e salvini ? Li chiedono ai mercati? A soros ? Ci vorrebbe una risposta non Bla Bla politici

                                                                                    1. Marco.com scrive:

                                                                                      Oggi salvini e di maio proporranno martello come premier
                                                                                      È tutto logico

                                                                                      1. Marco.com scrive:

                                                                                        C’è una prima cartina di tornasole che CHIUNQUE può chiamarsi onesto intellettuale.
                                                                                        5s e salvini hanno redatto e sottoscritto il contratto di governo.
                                                                                        Troveremo l’abolizione della fornero? Si o no, si abolizione oppure annacquamento con rettifiche e aggiustamenti? Potrebbe avere ragione silvestro

                                                                                        • Silvestro scrive:

                                                                                          In particolare sulla Fornero siamo alle interpretazioni semantiche.
                                                                                          Abolirla, come strepita da anni Salvini, significa eliminare il sistema contributivo.
                                                                                          Viceversa con la soluzione venduta come una rivoluzione (quota 100 con 65 anni di età e 35 di contributi), la pensione sarà sarà comunque poca cosa.
                                                                                          Meglio che niente dirà qualcuno, ma l’ipotesi, da sola, vale comunque 10 miliardi il primo anno e 150 in 10 anni.

                                                                                        1. diogene scrive:

                                                                                          c’è anche una spiegazione assai più prosaica dell’ambizione, caromarco
                                                                                          e l’ha detto lo stesso salvini davanti alla prospettiva del governo di garanzia paventato dal pdr: 200 nomine di cariche molto molto succulente che evidentemente fanno venire l’acquolina in bocca
                                                                                          una bella campagna elettorale promesse mirabolanti attacchi continui per osa ? per il popolo ? chi vuole essere lieto lo sia

                                                                                          1. Marco.com scrive:

                                                                                            Bravo martello grande

                                                                                            1. Silvestro scrive:

                                                                                              Berlusconi è riabilitato e potrà nuovamente rivestire incarichi pubblici e politici.

                                                                                              Prima che qualche fanatico esulti sguiatamente, è bene chiarire subito.
                                                                                              Il tribunale di sorveglianza ha dato il via libera perché sono scaduti i tempi di incandidabilità previsti dalla legge Severino.

                                                                                              A proposito di certezza della pena, praticamente, tra prescrizioni anticipate e condoni, Berlusconi, grazie all’età ha evitato anche il carcere e se l’è cavata andando per qualche ora 1 volta la settimana per un anno in un centro anziani a raccontare barzellette.
                                                                                              Il pg della cassazione Antonello Mura (che evidentemente non era un comunista) a suo tempo chiese ed ottenne la riduzione dei termini di incandidabilità da 5 a 3 anni.

                                                                                              Ora Berlusconi è di nuovo il pista e saranno cazzi per Salvini.

                                                                                              • martello carlo scrive:

                                                                                                Se avessi potuto sceglier tra te e BERLUSCONI su chi dovesse andare a pulire i cessi, non avrei avuto dubbio: il più meritevole saresti stato tu.
                                                                                                Se fossi SALVINI farei marcia indietro: i giustizialisti pentastellati sono dello stesso stampo degli ‘ndranghetisti e dei loro metodi intimidatori tribali basati sulla FAIDA.

                                                                                              • Gatón scrive:

                                                                                                Almeno adesso sapete di nuovo con chi prendervela, da troppo tempo ne eravate orfani,.

                                                                                              1. diogene scrive:

                                                                                                considerando la moderazione di maxhellas e l’approccio condivisibile, vorrei sottoporre allo spettabile blog un argomento che mi sembra importante anche se un tantito impegnativo

                                                                                                riprendo una frase di Cacciari, il quale nei suoi farfugliamenti a volte incomprensibili, ha detto “dobbiamo capire che la democrazia rappresentativa non è più attuale e non abbiamo ancora capito da che parte andare”

                                                                                                Mi sembra un bel tema: è a tutti chiaro che ormai il messaggio politico arriva direttamente dal “trasmettitore” al “ricevente”. La televisione ma anche i social consentono a Salvini , Di Maio & co di rivolgersi direttamente ai cittadini.

                                                                                                Ciò comporta una domanda con impatto pratico diretto: perchè ci teniamo ancora 630 deputati alla Camera e 315 senatori a Palazzo Madama ?
                                                                                                Non ne faccio una questione di “quanto ci costano” (che è sicuramente e comunque un tema” ma proprio di efficienza ed efficacia dell’azione politica.

                                                                                                Visti e considerati i nuovi mezzi, il “Parlamento” (luogo dove “si parla”) non dovrebbe essere ripensato in un “Conference CALLmento” con max 10 rappresentati a regione ?

                                                                                                1. diogene scrive:

                                                                                                  posto qui (copia&incolla) un trafilletto presente su liberoquotidiano.it

                                                                                                  non mi sembra esattamente in linea con l’opinione di zwirner secondo cui molto pomposamente “Una cosa è certa: ha perso Mattarella e ha perso il PD”. Mi risulta che il pd abbia auspicato fin dal primo momento la nascita di un governo di maio-salvini

                                                                                                  A L’aria che tira di Myrta Merlino su La7, Vittorio Feltri fa il punto sulla situazione politica. “Nel mio piccolo ho suggerito a Berlusconi di votare contro a questo governo, di non partecipare in alcuna forma. In modo così che possa verificare quello che sanno fare i signori del M5s che condizioneranno fatalmente programma e volontà della Lega, perché in questa società il Carroccio è socio di minoranza. E il socio di minoranza, in ogni azienda, deve ubbidire al socio di maggioranza. Mi sono fatto l’idea che qui siamo di fronte alla fiera delle vacuità, delle illusioni: non c’è copertura finanziaria a nessuno dei provvedimenti. Il più stolto – spiega il direttore – è l’abolizione della Fornero, si tratta di correggerla: non si può abolire tout-court, provocherebbe un disastro”. E ancora: “Poi la flat-tax: a me piace moltissimo, ma è irrealizzabile. La facciamo per gradi, dicono: ma come? Non è sufficiente fare delle promesse a cacchio e non raccontare poi come si intende realizzare questo sogno. Anche sull’euro mi sembra un gran pasticcio: non capisco più niente”, conclude Feltri.

                                                                                                  1. Marco.com scrive:

                                                                                                    Eliminazione dei vitalizi in particolare di quelli multipli
                                                                                                    Riduzione degli stipendi d’oro dei magistrati e dei papaveri di stato
                                                                                                    Fine della pacchia per rapinatori e spacciatori
                                                                                                    Restituzione dei soldi truffati da pop vicentina e venetobanca
                                                                                                    Il governo farà tutto questo perché sono richieste dai cittadini sovrani

                                                                                                    Se il govero non ci riuscirà la colpa sarà di soros della Troika e del fato cinico e baro

                                                                                                    1. Marco.com scrive:

                                                                                                      Dopo 7 anni di tirannia finanziaria e di colpi di stato finalmente abbiamo il governo del popolo.
                                                                                                      Il nuovo governo farà :
                                                                                                      Eliminazione della povertà : a chi ne ha bisogno verrà dato il reddito di cittadinanza
                                                                                                      Abolizione della fornero : con quota 100 si fa il nonno
                                                                                                      Zero ingresso nuovi migranti ed espulsione di tutti quelli mantenuti dallo stato.

                                                                                                      1. Marco.com scrive:

                                                                                                        Blog: “Morte elettorale per chi governa”
                                                                                                        Post di Marco del 14/3 12:34 -》estratto : “io dico che si metteranno d’accordo salvini e di maio per fare qualcosa e poi tornare a votare a novembre. … signori fate le vostre previsioni. ..

                                                                                                        • Silvestro scrive:

                                                                                                          Vedi, io credevo che un “Monti 2” o come lo si voglia chiamare fosse la soluzione politicamente più conveniente “per loro” perché dopo due mesi di beghe personali è abbastanza chiaro che gli interessi degli italiani e del Paese gliene frega relativamente.

                                                                                                          Detto questo basta leggere la risposta di Martello (10 maggio 2018 alle 18:19) al mio post, per capire quanto siano importanti i farmaci antipsicotici per curare il delirio ricorrente. L’elenco delle soluzioni che propone come al solito trascura i tempi ed i costi, ma sopratutto da per scontato che Bruxelles accetti rinvii di misure (es. aumenti IVA) che salvo interventi, scatteranno a-u-to-ma-ti-ca-men-te perché sono le clausole di salvaguardia adottate nel 2010 da Berlusconi e rinnovate anno dopo anno per ben 7 volte.

                                                                                                          Per rispondere alla tua domanda, affinché il governo possa trarre qualche vantaggio prima delle elezioni di fine anno (ma è probabile che si faccia un election day con le europee) dovrebbe concretizzare qualcosa di importante dei punti del programma. Ma dovrebbe realizzarlo rapidamente e coinvolgere una vasta fascia di cittadini.
                                                                                                          Ho l’impressione che nel migliore dei casi (cioè se non litigano prima) ci allungheranno una merendina e ce la venderanno come un dolce delizioso, spettacolare e abbondante.

                                                                                                        1. diogene scrive:

                                                                                                          Bizantinismi e Fuffa all’ennesima potenza

                                                                                                          Qual è il vantaggio di “gestire le elezioni” ?
                                                                                                          Qual è il vantaggio che ha avuto il PD dal fatto che a gestire le elezioni c’era Gentiloni ?

                                                                                                          e poi, perchè Matatrella dovrebbe essere rimasto fregato ? Chi lo dice che il suo obiettivo non fosse invece quello di far nascere un governo politico ?

                                                                                                          5S e CDX hanno nel programma l’abolizione della fornero
                                                                                                          salvini come ministro degli interni può espellere i migranti e andare a organizzare l’africa per far sì che aiutiamo i neri a casa loro

                                                                                                          perchè dovrebbe avere perso mattarella ? fantasie da chiacchiericco da bar

                                                                                                        Rispondi a Maxhellas

                                                                                                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                                                        Accetto i termini sulla privacy

                                                                                                        *