08
ott 2020
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 109 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.831

L’ONDATA DEI VACANZIERI

Molti sarebbero soddisfatti di attribuire ai migranti la nuova ondata di contagi. Ma non è così. La ripresa, come ha dichiarato anche Luca Zaia, è dovuta in buona parte ai vacanzieri: all’esercito di veneti e italiani che sono andati in ferie in Paesi a rischio – da Malta, alla Grecia alla Spagna, alla stessa Sardegna che prima era una regione immune – senza alcuna precauzione né controllo al rientro.

Durante un’emergenza, non sanitaria ma economica (mi pare 2008), la Germania invitò i tedeschi a non andare all’estero, a far le vacanze e spendere in patria. Sul Garda e sul litorale adriatico fu il deserto o quasi di turisti tedeschi. Un analogo appello rivolto agli italiani non avrebbe avuto di certo eguale risposta.

Per quanti siano i migranti arrivati il loro numero non è lontanamente paragonabile a quello dei vacanzieri nostrani.

Altro problema: non tanto la scuola ma come ci si arriva e cosa succede all’uscita.

Col crollo della natalità ormai c’è più assembramento di insegnati che di studenti. Gli spazi per il distanziamento non mancano, le “classi pollaio” sono un ricordo dei tempi miei. Il problema sono i mezzi di trasporto: non c’è bus o metrò che non sia stracolmo, come mostrano foto e video. E poi cosa fanno gli studenti una volta usciti, dove vanno, si assembrano nei locali?

Dopo di che è vero che il virus oggi è depotenziato (Zaia dixit) o che è molto aumentato il risultato delle cure farmacologiche (in attesa del vaccino). Fatto sta che, se i contagi sono tornati a metà Aprile, il numero dei morti e dei ricoveri fortunatamente è di molto inferiore.

Il che non significa che non sia giusto l’allarme e l’invito alla massima attenzione e prudenza. Ma senza cadere in preda ad un panico incontrollato

Per avere una visione più equilibrata, utile a farci ragionale, non sarebbe male se il bollettino, oltre al numero quotidiano dei morti per Covid, fornisse anche quello dei morti per infarto e per tumore. Tanto per aver un idea delle percentuali…

1.831 VISUALIZZAZIONI

109 risposte a “L’ONDATA DEI VACANZIERI”

Invia commento
  1. martello carlo scrive:

    A proposito di Haiti e di una possibile metamorfosi simile degli USA, sarebbe interessante approfondirne l’evoluzione come traccia per capire l’evoluzione degli stati con una forte componente nera afroamericana.
    Se analizzata con quella di SANTO DOMINGO, potrebbe fornire la conferma che i paesi con componenti afroamericane è destinata a diventare africana. TRUJILLO, dittatore bianco di SANTO DOMINGO, fu talmente atterrito dalla trasformazione che stava subendo il paese che fu costretto a favorire in tutti i modi, l’immigrazione di UNGHERESI, CECOSLOVSACCHI e BULGARI.
    Non so come sia finita…. mi riprometto di studiare a fondo l’argomento che potrebbe essere la cartina di tornasole per capire cosa succederà al mondo intero, ascoltando il PAPA.
    CHISSA’ SE L’ARGOMENTO E’ ENTRATO NELLA CAMPAGNA ELETTORALE USA e chissà perché, mentre nel mondo animale si tende a difendere con tutte le forze la salvaguardia delle diverse specie e razze, nel mondo umano, si vuole arrivare all’omologazione di un colore solo da MELTING POT.
    STANDARDIZZAZIONE DEL PENSIERO? SFRUTTAMENTO DI TIPOLOGIE UMANE SENZA RADICI dopo averne sfruttato la rivalità in funzione ribassista?
    MAH, approfondiamo la storia di HAITI E S.DOMINGO, per il momento.
    E CUBA?

    1. marco.com scrive:

      President Trump has a chinese bank account

      AHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHHA

      Pecunia non olet

      AHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHHA

      • martello carlo scrive:

        Buona idea, ci sto pensando anch’io. TRUMP ha sempre ragione; ho sentito dire che il suo conto è cointestato con BIDEN e i CLINTON.
        La CINA sta comprando l’Africa…. la campagna elettorale USA gli costa una barca di soldi e quindi ha bisogno di grana, quindi offre tassi unici al mondo.
        Pensaci pure tu…. :-D

      1. marco.com scrive:

        È così evidente.
        Il salvino è il principale irresponsabile d’Italia.
        Secondo sgarbi.
        Persone ripugnanti e pericolose.

        Il virus è sempre lo stesso. Idiozia quando si dice ‘il virus si è indebolito’.
        Serve solo responsabilità.

        1. Silvestro scrive:

          Ricapitoliamo:
          Fontana assieme al Consiglio Regionale, i sindaci, l’ATS (Azienda di Tutela della Salute) e le ASL lombarde, visto l’andamento dei contagi e le proiezioni, all’unanimità chiedono al Governo un coprifuoco per l’intera regione. La decisione già considerata tardiva è rapida, e senza il parere del “capitano”.

          Mi sovviene l’esclamazione di Zaia “io governo, non faccio comizi”, ed è quello che evidentemente hanno deciso tutte insieme le autorità lombarde. Ma Salvini, che in altre occasioni puntualizzava che “la Lega non è una caserma” sospende tutto perché “PRIMA DI CHIUDERE VOGLIO CAPIRE”.

          AI soggetti gravati da frequenti vuoti di memoria ricordo che ai primi di agosto Salvini piantò un casino memorabile circa i verbali del CTS, segretati, che chiedevano restrizioni tempestive alle quali il governo diede seguito con qualche giorno di ritardo. Ora sembra che tutto questo improvvisamente non sia più valido, anche se le restrizioni (accolte dal governo) provengono proprio dagli enti territoriali, e nonostante le strutture sanitarie lombarde chiedano misure ancora più severe.

          Spero che questi cambi di convenienze, che a casa mia si chiamano “scaricabarile” rimangano bene impresse nella memoria dei boccaloni altrimenti fra qualche settimana verranno a dirci ancora una volta con tono perentorio che “LA GESTIONE DELLE PANDEMIE SPETTA ALLO STATO, COME IL FAR RISPETTARE TALE GESTIONE IN COORDINAMENTO CON GLI ALTRI MINISTERI, IN PARTICOLARE GLI INTERNI… PUNTO.”

          1. Silvestro scrive:

            Per chiarire un concetto che ormai è ricorrente: con i rapidi cambiamenti nella diffusione dei contagi non sto dicendo che cambiare idea significa fare il voltagabbana, o l’ipocrita. Ma ci sono toni, atteggiamenti e linguaggi che rendono il tutto più o meno accettabile e/o comprensibile soprattutto se tenuti da personaggi pubblici.
            Un esempio? Solo il 27 luglio ad un convengo in Senato Sgarbi sostiene che il virus non c’è più, e Salvini, assieme a molti altri, rifiuta la mascherina e successivamente se fa pure oggetto di orgoglio personale.

            https://www.liberoquotidiano.it/video/politica/23997530/matteo-salvini-coronavirus-allarmisti-mascherina-non-metto-saluto-gomito-fine-specie-umana.html

            Si può sorvolare, dimenticare che sull’argomento il Senatore Salvini, come in altre circostanze, si è reso coprotagonista di leggerezze e messaggi fuorvianti di cui oggi paghiamo le conseguenze, oppure è una esagerazione.

            • Mario56 scrive:

              Inoltre, dopo tutto questo CICALARE …
              si permette di dire CHE IL GOVERNO HA PERSO TEMPO E NON HA FATTO NIENTE.
              Detto da lui… è insopportabile. Poi martello lo indica COME ESEMPIO RIVOLUZIONARIO CONTRO L’EUROPA DEI TEDESCHI E FRANCESI…
              .

            1. martello carlo scrive:

              .@ Silvestro 20 ottobre 2020 alle 11:16

              Ripeto, il MES è un tuo problema, in quanto problema del PD e quindi della maggioranza.
              Resta il fatto che è un debito privilegiato nei confronti dell’UE, cioè quanto di più pericoloso possa esserci in giro dopo la CINA. A me non interessa, anzi: con questa gente pauperista e galleggiante al governo, l’unica strada da percorrere sarà quella dettata dai paesi FRUGALI per farci diventare più frugali di loro: se in GRECIA hanno ridotto organici e stipendi statali, sarà il toccasana e finalmente la normalità per un’italia senza classe dirigente e con una classe media ormai imboscata nei ministeri e uffici vari.
              L’IMU, la patrimoniale?….. E vabbe’ sopravviveremo.
              Quanto a Brunetta: non mi dispiace, non è un traditore, è competente, attivo ( mi è piaciuta la sua azione nella PA ) è inventivo, però deve tenere presenti gli interessi industriali del suo capo
              Sul MES, la sua osservazione sul privilegio è pertinente ( io stesso ci ero arrivato ), ma bisogna essere realisti: la scelta è tutta politica, più che ideologica: c’è chi si fida dell’UE e chi no e 37 MLD di debito in più POSSONO ESSERE USATI COME SI VUOLE LASSU’ DOVE SI PUOTE: non è la prima volta che si violano promesse e regolamenti oltre che trattati a seconda di come gli gira a Germania e Francia.
              Su GIORBETTI, non lo conosco: non parla mai, quando dice due parole non lo capisco, non conosco la sua validità in campo economico e politico, non considero manco lui un traditore, ma NON MI PIACCIONO le persone che non si espongono e lavorano dietro le quinte. Posso solo rilevare che fa comodo al PD, ma un’Europa senza opposizione e un pericolo seri, sarà un incentivo a creare eccezioni e problemi seri per l’Italia.

              1. Silvestro scrive:

                MARTELLO (18 ottobre 2020 alle 12:07)

                A proposito di FANFARONI, Non ho capito perché l’IMU SULLA PRIMA CASA, CIOE’ QUELLA IN CUI RISIEDI, abbia bloccato la speculazione edilizia ed abbia sottratto ai capitalisti immobiliari addirittura “1200 MLD di indecente speculazione”.

                Ma è sempre interessante SEGUIRE LE TEORIE DELL’EMERITO ECONOMISTA SALVINI e dei suoi adepti.
                MES: a 10 anni ci costerebbe lo 0,08% che al netto di un minimo di inflazione il rimborso risulterebbe inferiore allo stesso capitale. Il MES però sarebbe disponibile subito, mentre in Recovery fund a metà del 2021 (ma col permesso dei Visegrad).

                La formula BTP ITALIA (ovvero destinata al mercato dei piccoli risparmiatori) non è una novità; è stata istituita nel 2012 (governo Monti) e le offerte si sono rinnovate con ben 16 edizioni (ultima maggio 2020). Quindi in questa operazione non c’è nessuno merito di Salvini. E’ però vero che l’ultima edizione ha raccolto 22,5 miliardi cioè l‘importo più consistente di tutte le edizioni precedenti. In questo però non c’è nessuno slancio patriottico, nessun gesto di solidarietà anche sono soldi destinati al contrasto del covid (analogamente al MES).
                Come per tutti i risparmiatori prevale il vantaggio economico: i BTP ITALIA a 5 anni sono stati offerti al tasso di 1,40% anno (1,56% col premio del quinto anno) mentre i BTP ordinari rendono 1,25%.

                Si può facilmente dedurre che se il prestito lo chiedessimo a SOROS anziché agli italiani, ci costerebbe molto meno.

                PS: A scanso di equivoci, ricordo che MES, RECOVERY FUND, BTP ITALIA, BTP ORDINARI o altro, sono / saranno tutti debiti che vanno rimborsati. Sono esclusi i finanziamenti “a fondo perduto”, se però i fedeli alleati di Visegrad ce lo consentiranno.

                • martello carlo scrive:

                  I miei ultimi 2 post mi sembravano esplicitamente ironici, come il mio sviscerato amore per CONTE. Evidentemente l’ironia nonè il mio forte.
                  Il mio riferimento all’IMU ed alla tassazione sulla casa attuata dal governo MONTI, ha provocato danni incalcolabili e la morte del mercato immobiliare: l’ASINO SX TASSAIOLO ALLA MORTE, non ha imparato niente e sembra che GENTILONI voglia proseguire sulla stessa strada, come se i proprietari della casa fossero degli speculatori, in contropartita del RECOVERY FUND.
                  SUI BTP: non li ha certo inventati SALVINI, né l’ho sostenuto; ho semplicemente fatto notare il parallelo con la rinuncia al MES del CONTE BIFRONTE in versione grillina per non dipendere ancor più dai rischi europei ( come vorrebbero i pidioti di ZINGARETTI, da sempre servi di BRUXELLES ), e la linea di SALVINI per rendere il debito pubblico meno dipendente dalle speculazioni internazionali/UE.
                  Scelta ( di CONTE ) che condivido, essendo il MES una obbligazione subdola che nasconde insidie che potrebbero minare l’indipendenza del Paese ( cosa che con questo governo non mi dispiacerebbe affatto ), essendo le condizionalità incerte, i tassi incerti ( dipendendo da quanto il MES riesce a spuntare sul mercato ) e pericolose per il debito pubblico, sia dal punto di vista del giudizio dei mercati che per le quotazioni, essendo le obbligazioni del MES PRIVILEGIATE e seconde solo al FMI.

                  PS: quando la finirete di scaricare tutte le colpe su VISEGRAD, ormai lo sanno anche i porci che i soli NON SOVRANISTI SIETE VOI DEL PD, IN QUANTO PAPALINI IMMIGRAZIONISTI COOPERATIVI SERVI. TUTTI GLI ALTRI PENSANO AI LORO INTERESSI, E LO VEDREMO CON TUTTI I FANTASTILIARDI CHE HANNO GENTILMENTE ” REGALATO ” ALL’AVVOCATO.

                  • Silvestro scrive:

                    Tra affermazioni poi vendute come ilarità, affermazioni prive di conferme credibili,
                    ti rimando all’articolo di Brunetta sul MES. Un commento un po’ lungo ma puntuale e preciso di un economista che non è certo di sinistra.

                    ww.freenewsonline.it/?p=33565

                    Sui sovranisti e sul loro comportamento rimango sempre in attesa di smentite.

                    • martello carlo scrive:

                      In BRUNETTA, conseguente a quella di BERLUSCONI, alberga una forte sindrome di STOCCOLMA, che cercano di obliare per interessi aziendali ( vedi patto del NAZARENO )
                      Comunque siete voi al governo, quindi non è il sottoscritto che devi convincere, mentre devi convincere me e tutte le persone che non si fermano alle etichette che i FRUGALI NON SONO SOVRANISTI.

                      • Silvestro scrive:

                        Dopo Giorgetti, anche Brunetta, tutti traditori.
                        Il nano di Venezia (Bossi dixit) offre comunque argomenti con riferimenti precisi, difficilmente contestabili.

                • Mario56 scrive:

                  @@@ martello,
                  sarei curioso anch’io che ci spiegassi FINALMENTE la linea politica , sanitaria ed economica di Salvini e tua,
                  visto che siete buoni solo a criticare tutto quello che fa il governo.

                  Credo ci sia bisogno perché gli italiani non hanno ancora capito cosa sta proponendo il cinghiale padano,
                  mentre capiscono bene Conte che sale nei sondaggi.

                  • martello carlo scrive:

                    La linea di SALVINI, è la linea di chi non crede ciecamente alla conversione dell’UE sulla via di DAMASCO, come non credeva alle promesse di JUNCKER nell’ultimo insediamento.
                    Hai visto qualche EURO FINORA? Hai visto qualche redistribuzione di migranti? Hai visto qualche progresso della modifica ( presa per i fondelli ) ) di DUBLINO sia pur limitato al 10% di rifugiati e non al 90% di ospiti del PD?
                    PAROLE, PAROLE, PAROLE….. e fanno bene perché l’Italia non potrà mai restituire il debito con i grillini della DECRESCITA FELICE, e con il PD, che vive dei voti dei burocrati, insieme al governo.
                    E le parole non servono nelle trattative serie, specie se portate avanti da un AVVOCATO BIFRONTE di cui non ci si può fidare ( vedi SALVINI, appunto ), sono servite di più le critiche del governo giallo verde.
                    Parole, non solo in campo economico, ma anche in campo sanitario: ora CONTE se la vede bruttina e scarica le responsabilità sugli enti locali. Tu, nel tuo ossequioso appoggio al governo, gli dai ragione, esasperando una contrapposizione che non ha alcuna ragione di essere: LA GESTIONE DELLE PANDEMIE SPETTA ALLO STATO, COME IL FAR RISPETTARE TALE GESTIONE IN COORDINAMENTO CON GLI ALTRI MINISTERI, IN PARTICOLARE GLI INTERNI E LO STANZIAMENTO DEI FONDI NECESSARI, OLTRE AL CONTROLLO CHE ESSI VENGANO RISPETTATI NEI MODI E NEI TEMPI PREVISTI, SPECIE AL SUD.
                    AGLI ENTI LOCALI SPETTA LA GESTIONE ORDINARIA ED IL RISPETTO DELLE DIRETTIVE, PUNTO.
                    Cosa avrebbe fatto la destra al governo? Non si sarebbe sottomesso al ricatto di considerare le azioni SEVERE previste prima della generalizzazione del contagio come dipendente da PREGIUDIZI RAZZIALI, né avrebbe ridicolizzato chi dava sin dall’inizio il buon esempio, indossando in diretta la mascherina, né avrebbe fatto fuggire al SUD migliaia di lombardi con DPCF intempestivi a mo’ di arringa.
                    QUESTI SONO INDIZI E FATTI FONDAMENTALI.
                    Comunque sono arcistufo .di questi scaricabarile o vanterie che non hanno senso: non ci sarebbe stato nessun BOLSONARO qui e alla fin fine i risultati sarebbero stati gli stessi.
                    PURTROPPO C’E’ ANCORA CHI SI FA PLAGIURE DA UN VACUO ELOQUIO DA AVVOCATO PERENNEMENTE IN DIVISA REGIMENTAL, TANTO PER TIRARE A CAMPARE.

                    • Mario56 scrive:

                      Breve considerazione:
                      Fontana è stato deriso per la sua GOFFAGGINE di indossare la mascherina e con un soggetto ARROGANTE la presa per i fondelli è inevitabile.
                      Non crederai ancora ai cinesi italiani untori. Le comunità cinesi non hanno mai avuto contagi.

                      • martello carlo scrive:

                        Se dovessimo ironizzare sulla goffaggine, con ZINGARETTI, cosa dovremmo fare?
                        E’ che il vostro circo di pagliacci formati all’ARCI GAY, è mantenuto apposta per prendere per i fondelli l’avversario politico, vedi ” PROPAGANDA LIVE “, BLOB e via clownando, esattamente come le bande organizzate di disturbatori dei centri sociali, impediscono la libera espressione degli avversari.
                        Comunque sia, ironia o non ironia, la mascherina è stata associata a qualcosa di ridicolizzato artatamente e quindi rifiutata da molti.
                        CINESI UNTORI è una TUA invenzione/provocazione per sottacere il fatto che, in quanto cinesi, pur in rientro dal paese che ha causato la pandemia, fargli i controlli o fargli fare la quarantena, siccome l’aveva suggerito SALVINI, era considerato un atto RAZZISTA.
                        E non parlare di cosa succede nella comunità cinese perché non lo sa nemmeno il padreterno ed ancor peggio succede in CINA.
                        A proposito, possibile che i cinesi non avessero ancora scoperto la contagiosità degli asintomatici?……. O hanno voluto nascondere pure quello?

                1. marco.com scrive:

                  “Ieri abbiamo riaperto” Siamo rientrati nel padiglione 13, un piccolo Ospedale dedicato solo al Covid 19. Termino una notte allucinante, continui ricoveri, mi sembra di rivedere un film giàvisto”.
                  E’ il Direttore del Reparto di Pneumologia di un primario Ospedale Veneto che parla.

                  Per fortuna che il “virus è clinicamente morto”.
                  Di clinicamente mirto c’è solo il cervello dei negazionisti, che tali sono anche se non vogliono sentirselo dire.

                  Sarebbe interessante sentire il parere di qualche medico su questo blog.
                  E poi sentiamo nella campagna elettorale di trump che “biden sponsorizza la pandemia per farmi la guerra”, “con me tornate alla vita normale” , “biden vuole abolire il Natale”.

                  Perchè la destra è cosi’ irresponsabile?

                  1. Mario56 scrive:

                    Ebbene ci siamo.
                    Dimostriamo di voler l’autonomia regionale e comunale
                    Conte non soffoca l’Italia, lascia eventuale onere a regioni e municipi.
                    Vedremo se ne saranno capaci . Comodo dare sempre le colpe al governo e farsi vedere quando c’era da aprire in maggio.
                    Ora vedremo se saranno capaci ANCHE DI CHIUDERE E ASSUMERSI LA RESPONSABILITÀ DI FRONTE AGLI ELETTORI, SENZA CERCARE LE COLPE A ROMA.
                    Abile manovra avv, Conte

                    • Silvestro scrive:

                      Si potrebbe sintetizzare cosi “Ccà nisciuno è fesso”.
                      Se l’AUTONOMIA è la madre di tutte le battaglie, tutti gli autonomisti, quella parte politica che lamentava “noi avremmo fatto in altro modo”, “dobbiamo subire ordini da Roma”, “siamo costretti a restrizioni che non condividiamo”, sono stati accontentati.
                      In un quadro di norme generali, ovviamente di maglie larghe, i Sindaci, soprattutto, potranno applicare autonomamente ulteriori vincoli in base alle necessità dei rispettivi comuni.

                      Ma anche cosi non va bene: “il governo fa lo scaricabarile”, “Roma non si assume le sue responsabilità”, “non posso chiudere una piazza e non l’altra”, “Non ho i mezzi per fare i controlli”. Una lagna generalizzata che interessa anche Comuni di sinistra.
                      Ma questi problemi c’erano anche quando le decisioni erano centralizzate.
                      Ma in quel caso il sindaco si poteva lamentare, fare la vittima sostenendo che il governo impone norme che non riesce a far rispettare; adesso invece, che sarebbe autonomo nelle decisioni, i controlli diventano fondamentali.

                      E’ chiaro che ci sono problemi di organici nelle forze dell’ordine, e di competenze territoriali, ma questi c’erano prima con le decisioni solo governative e ci sono ora con le decisioni locali. Ma la responsabilità dei cittadini dove la mettiamo.

                      PS.: leggo che il riferimento esplicito all’autonomia dei Sindaci su queste restrizioni sarebbe stata tolta dal decreto. Sarà allora il Prefetto a decidere? Questa scelta è ancora incerta, ma nulla cambia rispetto a quanto scritto.

                    1. marco.com scrive:

                      Grande performance, presidente Conte.
                      Lei è come il brutto anatroccolo.
                      Fin che stava al guinzaglio di quei due manigoldi matricolati (di maio pericoloso perché ignorante salvini pericoloso per il suo egomostro peraltro immotivato) mi faceva un po’ pena.
                      Poi da quando ha seppellito salvino nella sua merda (memorabile la requisitoria implacabile contro quel ributtante pallone gonfiato arrogante è grezzo) via via è cresciuto.
                      Si capisce che il gradimento sia > 50%

                      E meno male. Salvini premier? Prrrrrrrrr prrrrrrr prrrrr prrrrrr

                      1. martello carlo scrive:

                        @ Mario56 18 ottobre 2020 alle 07:39

                        FANFARONE me lo merito, ma ANTIGOVERNATIVO proprio no, è una offesa insopportabile: è come sputare sul piatto dove mangi, sui miliardi che GIUSEPPI ci ha procurato da AVVOCATO trattativista senza prescrizione qual’è: al contrario io non vedo l’ora di tornare, come milioni di italiani, a pagare l’IMU sulla prima casa, una misura che ha dato ottimi risulltati già nel 2012 con il blocco delle speculazioni immobiliari e lo scoppio della bolla che ha sottratto ai capitalisti proprietari di case 1200 MLD di indecente speculazione.
                        Stiamo diventando tutti uguali: io socialista d’antan, come potrei dissentire da un governo a pieno titolo inserito nel processo del NUOVO ORDINE MONDIALE dove tutti saremo uguali, poveri ma uguali.
                        Beh, propirio tutti tutti no, avremo sempre bisogno dei GRANDI MAESTRI, LAICI O RELIGIOSI che ci insegneranno come sia bello ed etico vivere liberi dal consumismo e dai bisogni fasulli e ci assicureranno la CARITAS a vita.
                        Tant’è che il governissimo ha rinunciato finalmente al MES: sarebbe stato diseducativo per gli italiani ormai incamminati sula via di una vita pauperista consapevole.
                        Non mi spiego però le ragioni dell’emissione, con grande successo di decine di miliardi di buoni del tesoro: non era la strada scelta da SALVINI per l’autofinanziamento del debito italiano e liberare il paese dai ricatti dello spread?
                        Boh, forse i GRANDI MAESTRI non stanno più a BRUXELLES, come diceva il capitano?

                        • Mario56 scrive:

                          Lo
                          SAI BENISSIMO CHE NON CI SARANNO RICATTI E PENALITÀ…
                          Sei come i grullini?
                          Complottista?
                          I buoni del tesoro ci sono sempre stati. Salvini non c’entra niente. Comunque andranno pagati con tassi d’interesse superiore al MES…
                          e la fiducia dei mercati non sarà infinita. Anzi ti dirò che se i buoni del tesoro vengono venduti, è per la fiducia dei mercati sul governo e dell’ombrello europeo. Ma rifiutare il MES è come gettare all’aria miliardi a costo bassissimo.
                          FANFARONE non tu specificatamente, ma quelli della tua parte, SIA CHIARO!

                          • martello carlo scrive:

                            Ti ho detto che io non sono antigovernativo, anzi amo CONTE con tutto me stesso, ma sul MES non ci ho capito una mazza, come le fazioni del governo. Questo mi lascia in confusione: i grullini sospettano, i pidioti vogliono indebitarci ulteriormente, ma non parlano di mettere in piedi un manco un minimo di programma economico, di investimenti che dovranno servire per restituirlo, perché dovremo restituirli, vero? Tra l’altro sono crediti privilegiati…. o no?
                            Altrettanto dicasi per il RECOVERY FUND.
                            RITARDATI SI, però, devo rendermene alla fine conto, da nobili progetti come l’IDENTITA’ DI GENERE, lo IUS SOLI, il PERMESSO DI SOGGIORNO GRATUITO, la legge ZAN e l’aborto fai da te.
                            Come posso, alla fine criticare il governo che non non rinuncia a tali impellenti diritti capitali, senza farsi distrarre dalla pandemia?
                            Lasciamo tranquillamente e con fiducia decidere alla grande madre EUROPA, che è diventata così buona, ora che il pericolo SALVINI è superato alla GIORGETTI; tutto andrà a posto automaticamente
                            ALLA FACCIA DEI COMPLOTTISTI, CUI RISCHIO SEMPRE DI ACCODARMI PER CONGENITA DEVIAZIONE MENTALE.

                        1. Silvestro scrive:

                          L’attuale situazione sanitaria offre l’occasione di qualche riflessione interessante.

                          I DPCM fino ad ora hanno sollevato sempre polemiche a non finire; c’era chi lamentava che le restrizioni erano troppo blande, chi si lamentava del contrario, chi segnalava che determinati settori erano penalizzati a favore di altri. Il dato comune era che il territorio (dalle regioni in giù) subiva decisioni centrali non adeguate alla realtà territoriale.
                          I nuovi decreti hanno recepito questi orientamenti e quindi il governo stabilisce dei limiti generali di sicurezza sanitaria, concedendo ai territori spazi di ulteriori restrizioni qualora le autorità locali lo ritengano opportuno. Questo anche perché il grande obiettivo dell’autonomia regionali parte proprio da questo.

                          Tutto risolto? Nemmeno per sogno. Il governo invita le Regioni a prendere ulteriori iniziative nelle situazioni più critiche, ma queste indugiano, mentre per contro, laddove vengono prese decisioni forti (De Luca) il governo stesso si lamenta.

                          E’ significativa proprio la decisione di De Luca di sospendere tutta l’attività scolastica nella Regione. A Salerno sta montando una protesta importante perché una scuola primaria di 1100 alunni, senza un solo contagio è stata completamente chiusa, nonostante ragazzi, genitori ed insegnanti si siano dedicati con impegno al rispetto di tutte le norme di prevenzione. Personalmente confesso che se fossi uno di quei genitori anch’io mi incazzerei visto che gli Istituti scolastici già godono di ampia autonomia nell’organizzazione degli orari e delle attività didattiche.
                          Quindi si pone il problema mai dibattuto fino in fondo di quanto si utile frazionare l’autonomia delle singole attività e come controllarle. Già si stanno verificando chiusure mirate di singoli quartieri cittadini, con disagi e forte impiego di forze dell’ordine, ma di questo passo, si potrebbe arrivare ad escludere singoli condomini, (alla faccia dei Qanon nostrani).

                          • martello carlo scrive:

                            Oltre a quanto stiano rompendo i maroni i media, ti ci metti anche tu con ‘sto COVID, E LO FAI SEMPRE IN FUNZIONE POLITICA, in particolare contro le autonomie e i governi ” negazionisti ” che tali non sono, ma vi piace assimilarli ai nazisti e a favore di un governo che, a questo punto, si può dire sta nascondendo i propri fallimenti, le illusioni europee, dietro la PAURA.
                            Quanto ai JOHNSON, TRUMP, BOLSONARO, ecc. mi sa che se continuiamo così, nonostante tutti i sacrifici e i lockdown, stiamo facendo la stessa fine, con danni economici enormemente superiori.
                            Ma ai sinistri piace da matti il PAUPERISMO: gli serve per avere dei servi, come alla chiesa, è per quello che vi siete messi insieme, alla PRODI.

                            • Silvestro scrive:

                              E’ la tu mente distorta che vede tutto il chiave politica.
                              Dove tu legga una avversione alle autonomie me lo devi spiegare.
                              Ho proposto una considerazione su quanto le autonomie debbano essere ‘personalizzate’ anche nella stessa regione.

                              Prova una volta tanto se ti riesce ad esprimere una tua valutazione personale senza tirare in ballo il negazionismo, Trump, Bolsonaro che proprio non c’entrano.

                              • martello carlo scrive:

                                Tra tutti i nomignoli che ti ho affibbiato, penso che SPADELLATORE sia il più confacente: come riesce tu a rivoltare le frittate al volo, c’è solo GIUSEPPI.
                                CHISSA’ DOVE LEGGO UNA TUA AVVERSIONE ALLE AUTONOMIE….. AH AH AHHHH.
                                Quando proponi il pericolo della frantumazione delle decisioni, prospettando problemi a livello condominiale cos’è se non una ridicola provocazione contro l’autonomia regionale o macroregionale?
                                NEGAZIONISMO, TRUMP E SOVRANISMO SONO PAROLACCE VOSTRE , seconde solo alla parola COVID, il che è tutto dire.
                                Dimmi piuttosto quando deciderete sul MES e arriveranno i soldi di mamma europa.
                                Scommetto che è colpa delle REGIONI se non è ancora stato presentato un PIANO.
                                RITARDATI.

                                • Mario56 scrive:

                                  Il tuo mestiere è ormai quello del FANFARONE ANTIGOVERNATIVO.
                                  Pronto ad polemizzare su ogni decisione del governo, chiedi dove siano i soldi del ricovery found, quando sai benissimo che non arriveranno prima della seconda metà del 2021 e se aspettassimo la LEGA e la MELONI…
                                  … NON ARRIVEREBBE NEANCHE UN CENTESIMO AGLI ITALIANI…
                                  PERCHÉ SONO COME TE: VOGLIONO DISTRUGGERE IL PAESE, FAR MORIRE DECINE DI MIGLIAIA DI ANZIANI IN ATTESA DELLA COSIDETTA IMMUNITÀ DI GREGGE CHE POTREBBE ARRIVARE TRA VENT’ANNI.
                                  INTANTO PROPONETE SOLO IL CAOS, ZANGRILLO E LIBERI TUTTI, E LA DESOLAZIONE TOTALE DI FONTANA E GALLERÀ, che a differenza del governo se la sono cavata bene, vero?

                                • Silvestro scrive:

                                  Estrapoli una frase dal contesto e tiri conclusioni sballate.
                                  Ho parlato di una scuola di 1100 alunni senza contagi che a mio avviso potrebbe rimanere aperta.
                                  La frantumazione delle scelte in ambito regionale sono già state fatte.
                                  Ha iniziato addirittura Zaia con Vò Euganeo; Le mini zone rosse decretate in Valle d’Aosta, Liguria, Sicilia, Alto Adige, sono decisioni autonome dei Governatori. Le restrizioni (ad es. Lombardia) su bar, Ristoranti e attività sportive sono altrettante scelte selettive. In alcuni casi integrate anche da disposizioni dei Sindaci.
                                  La domanda, piuttosto chiara, mirava a discutere fino a che punto la frammentazione è praticabile / utile / gestibile.

                                  Negazionismo, Trump etc non sono parolacce ma cronaca giornalistica che giorno dopo giorno documenta e smentisce sbruffonate e ostentazioni fasulle.

                          1. marco.com scrive:

                            e ora, un pò di socialismo, finalmente

                            • martello carlo scrive:

                              Il socialismo c’è già, in versione GIUSEPPI/ZAMBERLETTI.
                              A mio parere chi ridicolizza il COMPLOTTISMO, è un ignorante, prima di tutto, e in seconda battuta uno ZOMBI DEL PENSIERO UNICO che coincide spesso con l’ORDINE; NUOVO ORDINE MONDIALE, appunto
                              ZOMBI in quanto ha creduto, e scommetto che tu sei tra quelli, per 20/30 anni alle teorie sulla P2, GELLI/BERLUSCONI e via complottando, ed ora , eliminato il nemico, nega tutto.
                              I veri negazionisti sono proprio coloro che non vedono quanto oggi sia piccolo il mondo e manipolabili le masse dalle menti deboli.
                              La MASSONERIA ESISTE, HITLER è esistito, chi ha conferito il premio NOBEL PER LA PACE a OBAMA pure ( nonostante abbia lasciato alle spalle della sua presidenza in coabitazione con un’altra ” de bona “) mezzo mondo.
                              Siamo in GUERRA COVID? E’ irreale che per il nuovo ordine mondiale che sta lottando come sta lottando per la supremazia, usi armi batteriologiche? Forse che non sono mai state già utilizzate abbondantemente, forse che il BOTULINO, l’ANTRACE non sono stati il terrore post torri gemelle?
                              E’ irreale che ci sia stato un attacco contro TRUMP da parte di tutti i POTERI FORTI USA ( e cosa possono essere se non tali CIA, FBI ESERCITO, PROCURATORI VARI, LA QUASI TOTALITA’ dei GIORNALONI e delle TELEVISIONI? ) di cotanta inaudita potenza prima e dopo la sua elezione, con tanto di tentativo di impeachment fallito miseramente come una bolla di sapone tra le mani della PELOSI?
                              Non basterebbe questo per rieleggere il TYCOON?
                              E’ casuale che quasi tutti i poteri del mondo siano contro, salvo qualche eccezione ( vedi SALVINI, the Wonderfull ) e non vedano l’ora di eliminarlo, come fanno i BRANCHI?
                              Per me questa cosa puzza, tanto più che c’è di mezzo la CINA e soprattutto quel trescone di SOROS ( che ultimamente è troppo nell’ombra per non tramare il colpaccio definitivo ).

                              E ORLANDO, sindaco di PALERMO, detto l’ACCOGLIUONE, da che parte starà?
                              Andate su ” prima pagina ” > ” Il TEMPO ” e capirete, facendovi 4 risate su ” il tempo di OSHO “.

                            • marco.com scrive:

                              Paura di QAnon?

                            1. Simona PUDDU scrive:

                              Sono riuscito a ottenere un prestito di 70000€ tra un privato del signore Michel Combaluzier, le condizioni sono buone e il metodo di rimborso. È davvero serio. Se hai bisogno anche di un prestito tra privati. Ecco il suo indirizzo e-mail:  combaluzierp443@gmail.com

                              1. martello carlo scrive:

                                FASSINO potrebbe dire oggi: FINALMENTE ABBIAMO TUTTE LE BANCHE.
                                PADOAN nominato PRESIDENTE di UNICREDIT da MUSTIER, si dice che sia la quadratura del cerchio dell’AFFAIRE MPS, gestito da ministro di RENZI proprio da PADOAN in qualità di ministro.
                                MPS verrà assorbita da UNICREDIT con la probabile mediazione di GUALTIERI.
                                Vi sembra che il PD abbia bisogno dei voti per governare l’ITALIA? Per il partito unico è vaccinato contro il CONFLITTO DI INTERESSI: qui è tutto un tornello, non solo magistratura e politica, ma anche politica e banche, come nel ventennio e con la balena bianca.
                                Fortuna che abbiamo la RAI e i MEDIA INDIPENDENTE..

                                • Mario56 scrive:

                                  A proposito della magistratura,
                                  non ci dici nulla della CACCIATA A PEDATE DI PALAMARA???
                                  Ottimo sistema di immunità quello della magistratura, altroché quello di Trump!

                                  • martello carlo scrive:

                                    CAPRO ESPIATORIO, il resto lo hanno messo sotto il tappeto, votando un dispositivo per cui non sono sanzionabili i CORROTTI, MA SOLO IL CORRUTTORE, che è come dire che non son responsabili i clienti di una donna di strada, ma solo quest’ultima.
                                    CONTINUIAMO COSI’, ma spero che PALAMARA, almeno, anche se non punibili, faccia tutti i nomi, le TRAME e le FINALITA’, anche politiche….. perché se aspettiamo l’ANM……
                                    GLI E’ TUTTO, MA PROPRIO TUTTO DA RIFARE.

                                1. martello carlo scrive:

                                  @ Simone 14 ottobre 2020 alle 20:27

                                  Con te i confronti portano sempre lontano, troppo lontano, specie se partono da esperienze singole e personali.
                                  Non dico che non sia interessante e utile, ma difficilmente si riesce così a , non dico risolvere i problemi, ma almeno ad attenuarli. E’ anche questo, forse il maggiore, tentativi di scaricare tutte le colpe sugli altri: è la tua non comune cultura, piacevole ed interessante che inevitabilmente ti porta a farlo, ma spesso ciò assomiglia alla ” FUGA DELLE IDEE “.
                                  Mi verrebbe voglia di seguirti, ma temo di fare la fine di ZINGARETTI e dei DIRITTI DISUMANI dei PIDIOTI che ormai sono in maggioranza in quota LGBT: in piena pandemia, con l’AVVOCATO che ci impartisce lezioni di comportamento mentre non decide una mazza, quello ha deciso di cancellare il cromosoma Y in nome dell’identità di genere.

                                  Di questo passo , quando la paura della gente avrà raggiunto un livello insopportabile, diventerà RABBIA DISTRUTTIVA che non guarderà in faccia a nessuno e allora, altro che stare in casa…. smart working o segregazione di chi non può vendere pomodori in modalità altrettanto SMART, quando ci si renderà conto che ci sono milioni di persone che sono protette in modo ignobile, sempre pronte perciò a propugnare il LOCKDOWN, allora la farsa dei “soldi che non ci sono” ( per gli altri ) questo governo di poltronari che tirano a campare contro i loro stessi convincimenti, allora ci si deciderà che i ricatti non servono più e che ci vuole una guida seria per il paese coinvolgendo tutte le forze positive e produttive che pure ci sono, purché non sia troppo tardi come si sta verificando per i FANTASTILIARI della grande madre EUROPA ” portati a casa ” dall’AVVOCATO GIUSEPPI.

                                  PARITA’ DI GENERE…… MA GUARDA TU: che cavolo ci hanno a che fare con Marx Engels, Turati questi qua….cattocomunisti farlocchi nel silenzio assordante francescano?

                                  1. Mario56 scrive:

                                    VERGOGNA ZAIA:
                                    Nelle ulss di tutto il Veneto è mancata l’implementazione della app immuni…
                                    rendendola di fatto inutilizzabile ed inutile, tradendo la fiducia del oltre mezzo milione di chi l’ha scaricata.
                                    Sarebbe un sistema più facile per il tracciamento dei contagi, IMPLORATA PRIMA, farneticando a maggio che il governo fosse in ritardo con la app, DERISA e DENIGRATA poi fino A INVITARE LA GENTE A NON SCARICARLA dai destri , Salvini e Meloni in primis.
                                    Zaia da buon leghista ha applicato gli ordini del partito.
                                    Vergogna, vergogna, vergogna!!!

                                    1. Mario56 scrive:

                                      Ma se siamo in queste condizioni per L’ONDATA DI VACANZIERI
                                      i Tedeschi dovrebbero essere ormai tutti morti dal momento che vanno in vacanza 100 volte più di noi.
                                      O no?

                                      • martello carlo scrive:

                                        I tedeschi sono molto più casalinghi di noi.
                                        La MOVIDA/ TRANSUMANZA è nata in SPAGNA e si vede, a parte che lì c’è un governo “socialista” :-)

                                      1. martello carlo scrive:

                                        @Simone 13 ottobre 2020 alle 18:22

                                        Ti è mai venuto in mente che quel tuo amico così precario da essere alla fine licenziato sia FORTEMENTE DISCRIMINATO nei confronti di chi ha un posto statale garantito a vita?
                                        Ti è mai venuto in mente che a causa di questi ultimi le imprese devono chiudere, morire di burocrazia ( spese, rallentamenti dell’attività, tassazione che non ha eguali in Europa e forse nel mondo? ).
                                        Adesso c’è pure lo smart work, cioè lavoro a domicilio di milioni di statali, comunali, regionali, specie al sud ( vedi MUSUMECI ) incontrollati più di prima da dirigenti incapaci, capaci solo di “CHIUDERE UN OCCHIO “, disinteressati a migliorare l’efficienza dei servizi con la gente, le imprese che non sanno a chi rivolgersi, con uffici deserti dove non si può nemmeno andare a chiedere il rinnovo della carta d’identità, SMART WORK PAGATO A FINE MESE SENZA SE E SENZA MA, senza regolamentazione, allo stato brado, dove tutte le funzioni sono saltate come i riferimenti per gli utenti.
                                        Poi non ci sono i soldi per risarcire od aiutare a sopravvivere ad un’infinità di lavoratori VERI perché senza quello non hanno garanzie!!!!
                                        Ripeto, in questa situazione tutti devono fare la loro parte: COMPENSARE LE PERDITE DEL LAVORO AUTONOMO in LOCK DOWN , con coloro che, a stipendio pieno, il lockdown se LO GODONO COME FOSSERO IN FERIE. l

                                        • Simone scrive:

                                          Io non ho detto una sola parola positiva verso chi ha usato, a tutti i livelli, il lockdown per fare ferie perenni. Il mio discorso era ben diverso. Come lo è sullo Smart working, che non è un male di per sé, tutt’altro (tra l’altro quel mio amico ha lavorato (ma davvero) pure con questa modalità, e idem sua moglie. Tra l’altro lavorando anche con aziende tedesche mi ha detto che da loro lo SW è utilizzato eccome. Il problema è che se non c’è la giusta mentalità da parte di tutti, chiaro che può diventare un boomerang. La verità è che siamo sempre e inevitabilmente vittima di noi stessi, fuorviante e inutile cercare altrove le colpe.
                                          Poi sul resto, e il mio amico me li ha confermato pure nella sua ex realtà, è da anni che se un lavoratore dipendente va per esempio in pensione o viene lasciato a casa per qualsiasi motivo, difficilmente viene rimpiazzato. Non si può dire lo stesso per i lavoratori a 5 zeri.

                                          • martello carlo scrive:

                                            APPUNTO, tu non hai usato alcuna parola positiva verso gli statali in versione smart working, te ne sei completamente disinteressato, eppure è evidente che la BUROCRAZIA è una delle cause maggiori dell’inefficienza e delle ingiustizie ( anche in senso stretto visto che anche la giustizia è burocrazia e in questo periodo i tribunali sono rimasti chiusi ) del paese..
                                            Mi sembra che tu consideri gli statali con un senso di solidarietà di classe e perciò non ne contesti l’attività né l’organizzazione.
                                            Per il lavoratore dipendente privato e autonomo, per il professionista, e mi pare che tu faccia parte di queste categorie, tale solidarietà è completamente fuorviante e dannosa: ci sono tali e tanti differenze di autentici privilegi che si possono considerare, oggi come oggi, due calassi antagoniste ( orari, garanzie, luoghi di lavoro, carichi di lavoro, reddito, pensioni, ecc. ecc.).
                                            Comunque, se a te va bene……
                                            Quanto allo smartworking, sono d’accordo con te, d’altronde anch’io non ho detto una solo parola negativa a riguardo.
                                            Siamo in ritardo, certamente, ma pretendere che lo stato faccia da apripista, specie per quanto riguarda la produttività, mi sembra veramente utopistico.
                                            Sulle attività economiche, i reintegri, insomma sull’occupazione, è inutile sperare che in Italia possano migliorare, per le ragioni, appunto, che ti ho prima sommariamente esposto. L’Europa checché se ne dica, visto i regaloni che ha fatto a GIUSEPPI, e tutte le promesse del nuovo corso, non ci spiana certamente la strada.
                                            Si comincia solo ora a parlare di dumping lavorativo di VISEGRAD e di paradisi fiscali…..
                                            FORSE L’IMMIGRAZIONE INCONTROLLATA DALLO STATO, MA CONTROLLATISSIMA DAGLI IMPRENDITORI D’ASSALTO, RIUSCIRA’ A FARE IL MIRACOLO.

                                            • Simone scrive:

                                              Tu poni l’accento sulla burocrazia, io sulla mentalità. Che a mio avviso è l’origine dei mali, burocrazia compresa. Per esempio, i Paesi europei dove lo SW è più sviluppato sono quelli del nord Europa, dove l’economia funziona e dove le differenze sociali, specie in quelli scandinavi, sono molto meno marcate che da noi. Il problema per come la vedo io è che l’Italiano ha bisogno di un capo. Per una mentalità infantile atavica. E per due ragioni solo apparentemente contrapposte: 1. Per il “piacere” di farsi comandare (che personalmente non provo) e 2. per il gusto di provare a fregarlo (che non provo allo stesso modo). Ho visto lavoratori dipendenti da prendere a calci nel culo, lavoratori dipendenti che lavorano pure per loro e quelli a cui non si può chiedere né più né meno di quello che fanno. Per risolvere il problema legato ai primi basterebbe ognuno facesse il proprio dovere (dai medici di base – vedasi voce malattie, quando palesemente troppe e ingiustificate’- a chi dovrebbe gestire il lavoro, eccetera). Solo che nel secondo caso non capiscono che così facendo danno adito al paron di fregarli con tempo a sua volta (che mi va bene), facendo rimettere tutti gli altri (che va male). Dal punto di vista prettamente economico, per tornare al discorso legato al mio amico, io non trovo in linea di massima giustificato ai fini di un equilibrio sociale, che ci siano differenze a più zeri tra lavoratori, indipendentemente dal ruolo che hanno. Che poi è un principio che dovresti riconoscere abbastanza essendo di natura socialista.

                                              • Simone scrive:

                                                E io ti ho risposto: i veneti sono considerati dei lavoratori da sempre, quindi questo significa che erano la dc a suo tempo? Credo c’entri poco. E poi, quale lega, quella rappresentata da Zaia, da Giorgetti o da Salvini? Come allora, quale dc? Perché non mi pare siano la stessa cosa. Oppure i veneti sono storicamente così indipendentemente dal partito che votano? Ma poi mi chiedo: rispetto ad un tempo, quanto i veneti sono ancora “così veneti”? Ho sentito troppi vecchi imprenditori, per esempio, lamentarsi dei figli perché “no i ghe n’ha oia” e più che portare avanti l’azienda con determinate dinamiche, tendono a dissipare la ricchezza proveniente dall’eredità del lavoro dei padri. Io ho l’impressione che un certo tipo di globalismo sia entrato ovunque, cambiandone almeno parzialmente l’identità.
                                                Il PD a mio avviso, ma mi sembra di averlo già detto, lo reputo forse il partito peggiore non in quanto tale (ho l’impressione ci sia di peggio in giro) ma perché mi pare da anni (ma dovrei dire decenni) non abbia nemmeno l’ombra di una qualsivoglia sinistra; eppure attira i voti da quella parte politica perché sfrutta e vive in parte di rendita (a mio avviso abbondantemente scaduta). Vero anche che non si è mai sviluppato un partito alternativo di sinistra vero in Italia (l’unico che poteva avvicinarvisi e che io ricordo forse era rifondazione, ma troppo fondato sull’ideologia e meno sull’idea, non so se mi spiego – e comunque credo non abbia mai superato il 10 per cento o giù di lì). La cosa che fa quella parte fa più riflettere è che oggi puoi anche trovare voci critiche tra i non iscritti (famosa la frase di Nanni Moretti riferita a D’Alema in quel film “Di’ qualcosa di sinistra”), ma poi li votano lo stesso.
                                                Infine, sul concetto di lavoro (inteso come lo intendiamo di fatto noi, e ha in ogni caso a che fare con una sorta di catena di montaggio, che crea danni e conseguenze enormi su ogni campo della nostra esistenza, soprattutto sull’entusiasmo – generalmente più uno lavora più si incattivisce e mostra una sorta di rancore cronico) io sono da sempre molto critico, ma sono al contempo per natura e cultura (questa sì veneto-austriaca credo) fedele e soprattutto affidabile al dovere che ho accettato (certo, per forza di dirà) di compiere. Tanto basta.
                                                P.S. Non c’entra apparentemente nulla col discorso, ma qualche giorno fa mi è capitato di ascoltare un interessantissimo approfondimento di Alessandro Barbero sulla figura di Masaniello, considerato dalla cultura di massa una specie di piccolo rivoluzionario per essere stato un punto di riferimento e un capo rivolta per la popolazione della città di Napoli nel 1600 che insorse contro la pressione fiscale imposta dal governo vicereale spagnolo. Ebbene, se però andassimo a studiare un po’ meglio il personaggio scopriremmo che… https://m.youtube.com/watch?v=zvbETX2WOIg . Ho l’impressione che i personaggi creati dalla storia, quando sono frutto di una storpiatura della stessa possono creare dei piccoli espedienti per nascondere la base dei mali di cui oggi soffriamo. Impedendo di fare un’analisi auto-critica partendo dalle origini.

                                              • martello carlo scrive:

                                                MENTALITA’: non sei stato proprio tu a dire che non è la LEGA che fa grande il Veneto, bensì i veneti, ottenendo la risposta da parte mia che la LEGA e veneti sono la stessa cosa.?
                                                E’ per questo che ci sono 2 italie: prendi l’esempio di CONTE, osannato per aver detto peste e corna in parlamento di SALVINI, dopo averlo elogiato, lisciato, appoggiato per un anno: le mentalità malate lo hanno stimato molto per quel VIGLIACCHISSIMO ATTO, mentre per me ha dimostrato di essere un traditore capace di pugnalare alle spalle chi doveva ritenere almeno un corretto compagno di governo e LO DISPREZZERO’ PER SEMPRE: NON E’ IL MIO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO.
                                                Certo è questione di mentalità, che però non è scritta nel DNA e si può modificare ( o sbaglio? ).
                                                Beh, forse sbaglio: ZINGARETTI inizierà la campagna per l’IDENTITA’ DI GENERE, con cui nessuno potrà stabilire il sesso alla nascita dei singoli individui, ma saranno loro stessi a farlo, dopo averne ritardato con opportuni procedimenti farmacologici lo sviluppo.
                                                UN ottimo ” DIRITTO UMANO ” da portare avanti durante la PANDEMIA.
                                                IO AVREI UN CONCETTO SULLA MENTALITA’ DI ZINGARETTI e dei PIDIOTI che lo seguono, MA NON LO POSSO STERNARE.

                                        1. Silvestro scrive:

                                          Ma alla fine contro il covid quali sarebbero le proposte alterative di questi grandi fautori dello spirito liberale. Quali sono le iniziative che fino ad ora hanno dato risultati significativi. In Europa, non mi sembra che siano state adottate misure molto diverse. C’è chi si agita denunciando che da noi si adottano misure repressive, leggo intimazioni a “non oltrepassare i limiti del FASCISMO e del COMUNISMO”. Ma queste limitazioni lo hanno introdotte tutti, Francia, Spagna, Germania.

                                          Il grande popolo britannico, ammirato e invidiato per il suo storico senso liberal, solo nel dicembre 2019 ha votato a grande maggioranza il loro condottiero BORIS JOHSON, l’uomo che non si spezza, che voleva l’immunità di gregge. Questo impavido leader quali misure ha varato diverse dagli altri; quando nella indifferenza generale ha affermato che gli italiani non amano la libertà, a casa sua le limitazione degli assembramenti per oltre sei persone anche nelle case le aveva già introdotte da 10 giorni. Ed inoltre confermava che ogni violazione sarà considerata “una violazione della legge” e che la polizia, a differenza del passato, avrà anche il potere di imporre multe fino a 3200 sterline e persino di procedere “all’arresto” in caso di resistenza da parte dei cittadini.

                                          Allora questi ‘pseudo liberal’ di cosa stanno parlando.

                                          1. marco.com scrive:

                                            Personaggi inqualificabili popolano le tv. Sono quelli di dx che fanno opposizione solo perchè hanno la bocca per parlare.
                                            La libertà di parola è inviolabile per cui nessuna richiesta da parte mia di zittire questi signori.
                                            La libertà di parola vale anche per me e così esprimo tutta la mia rabbia per gente alla Capezzone.

                                            L’Italia è la nazione che ha meglio gestito la pandemia. Criticare il governo per quello che ha fatto e che sta facendo come dittatura che priva della libertà è da infami.

                                            Pensiamo solo al tema del fumo: impedire di fumare in determinati luoghi è togliere la libertà? Mi chiedo dove siano e da che parte stanno i moderati di dx.

                                            • martello carlo scrive:

                                              Lascia stare CAPEZZONE. Di fronte a lui ti puoi solo inginocchiare, essendo una delle poche voci di giornalisti informata, indipendente, equilibrata, obiettiva, intelligente, buon oratore e scrittore: diciamo che è un fiore spuntato chissà come dal letame dell’informazione italiana.
                                              Che l’Italia sia il paese che se l’è cavata meglio, mi sembra molto opinabile: la mortalità è ancora tra le più alte al mondo a causa di ritardi del GOVERNO CENTRALE che ha gestito la pandemia prevedibilissima ( e in quanto tale compito SUO ) MALISSIMO, soprattutto nella fase iniziale, declassandola a livello di fenomeno RAZZISTA, facendoci trovare impreparati e indifesi rispetto alle direttive europee in termini di dotazioni protettive, anzi inviando quel poco di riserve che esistevano addirittura alla CINA, cioè all’unico produttore al mondo allora esistente.
                                              Lasciamo perdere tutti gli altri ritardi, ormai dimostrati, il declassare le mascherine a strumenti adatti solo al carnevale, deridendo chi le consigliava solo per questioni politiche, ma occorre sottolineare che il ritardo iniziale è stato esiziale, non solo per noi anche per gli altri paesi, che ci consideravano gli untori del mondo ( al posto dei CINESI ).
                                              CAPEZZONE VI DA’ FASTIDIO PERCHE’ DAI DIBATTITI E DAI CONFRONTI ESCE SEMPRE VINCITORE IN MODO CONVINCENTE E RAZIONALE, SMONTANDO UNA MONTATURA CHE VIENE SOPRATTUTTO DELL’ESTERO CHE CONSIDERA CONTE COME IL SALVATORE DELL’ITALIA, E CIO’ SOLO A CAUSA DELLA SOLITA SUPERFICIALITA’ CON CUI SI TRATTA IL NOSTRO PAESE E DEL PARERE OMS CHE SAPPIAMO TUTTI QUANTO VALGA.
                                              La realtà è che abbiamo una SANITA’ ( e con essa intendo anche il personale ) tra le migliori al mondo che ha saputo tamponare gli errori iniziali……
                                              ….. ma se proprio ci tenete, W CONTE GIANO BIFRONTE FACCIA DI TOLLA.

                                              PS: DEVOLVERE PARTE DEGLI STIPENDI DEGLI STATALI IN SMART WORK ALLE PARTITE IVA E A TUTTI QUELLI CHE NON HANNO PAPA’ STATO A FINE MESE.

                                              • Mario56 scrive:

                                                Capezzone?
                                                Chi è?
                                                Ma non era un RADICALE?
                                                Uno di Pannella?
                                                Ora quel voltagabbana lo vedo sperticarsi con l’estrema destra di RETE 4 MEDIASET a favore della SGANGHERATA OPPOSIZIONE.
                                                Se il suo interlocutore dice A lui dice B . UN ESSERE VERGOGNOSO, INUTILE, ANZI DANNOSO CHE SOLO UNO COME MARTELLO PUÒ APPREZZARE…

                                                SIAMO MESSI MALE…
                                                COME DIREBBE GRISANTI…
                                                MI VIENE DA PIANGERE…

                                                • martello carlo scrive:

                                                  Ma, credo che per molti versi essere stati radicali oggi significhi essere molto più vicini alla destra che a questo ibrido governo per caso e di chi lo vota; tra l’altro mi sembra anche un po’ incazzato con se stesso per alcune convinzioni sbagliate del passato e questo gli fa onore. Solo i MAOISTI erano, sono e moriranno tali.
                                                  CAPEZZONE: uno che in futuro potrà essere accostato a INDRO, FALLACI e pochi altri…..
                                                  Quanto a CRISANTI, ha fatto bene, e gli siamo grati per il suo CONTRIBUTO, ma ha fatto anche il suo tempo: è rimasto legato nostalgicamente ai vecchi tamponi burocratici che ora di saperne l’esito risultano utili solo per le case farmaceutiche che li producono. Il suo pianto è come quello dalla FORNERO e dettato da una acrimonia che arriva a definire i tamponi “fai da te” una buffonata, e ZAIA un venditore di fumo, mentre chiaramente sono ( ENTRAMBI ) il futuro.
                                                  INSOMMA CI SONO TROPPI CONTE IN GIRO……….

                                            1. martello carlo scrive:

                                              Finora ho giudicato eccessivo l’atteggiamento di chi , specie dall’opposizione ritiene che certe norme dei DPCM e la dichiarazione stessa dello stato di emergenza fosse finalizzata ad una deriva autoritaria, ma ora anche solo l’ipotesi che qualcuno possa venire a controllare a casa mia, senza mandato chi c’è dentro, mi fa pensare d’istinto ad una reazione tipo la nuova legge SALVINI sulla LEGITTIMA DIFESA.
                                              Stiamo arrivando ad un punto pericoloso: il potere è un gusto ingordo, specie in mano a persone senza valore, quindi attenzione a non oltrepassare i limiti del FASCISMO e del COMUNISMO.
                                              Qualcuno su questo blog ha già affermato che in CINA il controllo del contagio è avvenuto utilizzando il bastone comunista e quindi il pericolo è reale: attenti però, qui non mangiamo il pangolino né topi né i pipistrelli…..

                                              • Mario56 scrive:

                                                @@ martello…
                                                da sempre accade che se fai feste con casino, musica alta e schiamazzi
                                                I VICINI DISTURBATI …
                                                … CHIAMANO ANCHE ADESSO LE FORZE DELL’ORDINE!

                                                Siamo nella DDR?

                                                • martello carlo scrive:

                                                  Gli schiamazzi sono sottoposti a leggi ben precisi: decibel, orari, ecc.
                                                  Per quanto ne so, per l’intervento della forza pubblica non basta un solo condomino, ma la protesta dev’essere condivisa.
                                                  In ogni caso, l’intervento si dovrà limitare ad azioni dissuasive quali denunce, multe e quant’altro necessiti a riportare la situazione nella normalità, se è stata violata: certo che nessuno, nemmeno un generale dei carabinieri, senza mandato, può permettersi di entrare a casa mia, come recita la costituzione,
                                                  Se per te va bene, lo puoi accettare, al limite lo potrei fare anch’io, ma solo sulla base della mia volontà e non per IMPOSIZIONE FASCISTA/COMUNISTA.
                                                  D’altronde questo è stato confermato personalmente da CONTE di fronte a richieste di qualche nostalgico del ventennio: SAREBBE CONTRO LA COSTITUZIONE.
                                                  PUNTO.

                                                  • Mario56 scrive:

                                                    Mettiti a fare CAGNARA alle tre di notte sotto una finestra e …
                                                    VEDRAI G L I A L T R I
                                                    CHE TI SEGNALANO !

                                                    Tuttavia il dpcm cita che SONO FORTEMENTE SCONSIGLIATE… FESTE PRIVATE… CON PIÙ DI …

                                                    • Simone scrive:

                                                      Quelli però sono i pesci piccoli, seppur più o meno condannabili, ma che tutto sommato pigliano grosso modo il giusto per campare dignitosamente. Viviamo in un mondo, e l’Italia non fa eccezione, in cui chi ha molto accumula sempre più, e chi ha poco tende a restare con sempre meno in mano. So per certo che in aziende statali e/o parastatali (il mondo delle private pure non è eccelso, e vedo indirettamente delle schifezze inenarrabili a riguardo) ci sono figure (consulenti ma non solo) che pigliano in un anno cifre a 5 zeri. E, contemporaneamente, persone che meriterebbero fiducia e un tempo indeterminato (e che non chiedono la luna come stipendio) vengono lasciate a casa. Uno dei tanti casi riguarda un mio carissimo amico, stimato dall’azienda dove lavorava e a cui si prospettava finalmente, dopo un anno e mezzo di meritati rinnovi, l’indeterminato. Un mese fa gli è stato comunicato che il rapporto si sarebbe ‘a malincuore’ concluso nonostante le promesse. Lui ha risposto: “ma servo di più io o chi percepisce certe cifre – e qualcuno tra loro ha pure l’età da pensione – e magari ha pure l’auto aziendale gratuita, carburante compreso, pure per andare in ferie? No, perché se si tagliassero certe figure, magari lasciare a casa gente a ‘malincuore’ si potrebbe evitare…” Risposta tanto scontata quanto imbarazzata, mi ha raccontato: “eh, ma non si può…”.

                                                    • martello carlo scrive:

                                                      Mi hai mai sentito protestare per qualche disposizione del governo o della regione? E’ il modo, i DPCM che sono da DUCETTO, che non vanno bene: se poi avesse utilizzato la polizia come le squadracce per entrarti in casa, per me fanatico della COSTITUZIONE, mi sarei sentito autorizzato a difenderla con ogni mezzo.
                                                      NON L’HAFATTO, e tanto mi basta; la forma usata che tu riporti ( se è quella che tu riposti ) è più che giusta. Anzi, ti dirò di più, visto che non sono intruppato da alcuna parte, con il rito della TRANSUMANZA chiamata MOVIDA, sarei andato giù molto più severamente: non si può essere ad IBIZA tutto l’anno, specie di questi tempi, nè sballarsi tutti i giorni.
                                                      Attenti però a non esagerare: l’ebbrezza di potere è INGORDA come ho già detto e non vorrei trovarmi con un presidente del consiglio col FEZ in testa, o i
                                                      i portinai reclutati come delatori referenti all’ ” AGENTE SUPERIORE ” gli ” STRANI MOVIMENTI ” dei coinquilini origliando alla porta di casa.

                                                      Ripeto però e lo farò fino alla noia che, siccome le chiusure e le restrizioni vengono fatte, giustamente, in nome della salute pubblica, chi rimane senza entrate, dovrebbe essere mantenuto da chi nel lock down e nelle limitazioni successive, pur non facendo una beata mazza, NON HA PERSO 1 €..
                                                      I lavoratori privati, nella stragrande maggioranza hanno continuato a fare il loro lavoro, mentre mi risulta che, ad esempio, certi lavoratori comunali si rifiutano di andare al lavoro per ” timore ” del COVID……. non saranno mica quelli che vogliono le ronde di condominio per caso!!!???

                                              1. Simone scrive:

                                                Marco, in Italia credo ci sia stato una specie di obbligo morale nel gestire la situazione in maniera “numericamente migliore”, ad ora, a livello di prevenzione dei contagi rispetto ad altre nazioni. Essenzialmente due motivi: 1. Un motivo sostanziale: con l’elevato tasso di anziani che ha il nostro Paese (tra i più alti al mondo), se avessi permesso maggiore libertà di movimento, sarebbe stato davvero reale il rischio di una strage over 70. 2. Per un motivo culturale e di mentalità: il peggior difetto dell’italiano è che puoi fargli rispettare le leggi e i protocolli solo con la paura. Infatti è evidente come una volta partito un certo rilassamento, la libertà di fregarsene è ripartita. E con essa la dose di incoscienza che prima sembrava non esserci.
                                                Poi se vai a vedere gli altri Paesi occidentali in realtà non è che a livello di numeri vadano generalmente meglio, anzi. Ma lì credo ci sia anche una differenza di mentalità e di obiettivi, collegati a fattori culturali storici ma anche a diverse possibilità legate alla situazione economico/sanitaria. Ogni Paese di muove evidentemente in maniera un po’ diversa in base a tutto questo, che poi sono dei calcoli di rischio. Esempio banalizzato e un po’ estremizzato ma giusto per capirsi: se ho un Paese con un’età media più bassa e con una popolazione con una situazione patologica di partenza non pesante, ed un sistema sanitario che può più o meno reggere bene e sostenuto da un’economia forte che voglio mantenere tale, mi muoverò con queste premesse accettando comunque quelli che sono i rischi e gli imprevisti. In caso contrario, chiaro che mi muoverò in maniera relativamente diversa. Se un pugile ha una costola rotta, la sua preoccupazione primaria sarà quella di proteggerla per poi tentare dei colpi verso l’avversario. Se il pugile è ancora fisicamente integro, la sua concentrazione sarà molto più indirizzata all’attacco.

                                                • marco.com scrive:

                                                  Certo
                                                  Ma c’è modo e modo di fare opposizione.
                                                  A persone come capezzone e sgarbi e trump c’è un aggettivo qualificativo molto appropriato: irresponsabili, pericolosi, malati di protagonismo
                                                  Da contrastare civilmente ma da biasimare senza tregua

                                                  • Simone scrive:

                                                    Sì, vabbè, ma il discorso che ho fatto va al di là dei commenti evidentemente speculatori di certi personaggi. Finché possibile, preferisco evitare di dare credito, nominandoli in un discorso serio e costruttivo, a individui che utilizzano tecniche di comunicazione di un certo tipo (studiate), specie se gli stessi li considero al limite del caso patologico. La cosa che mi preoccupa a riguardo è semmai l’impressione di un costante e sottovalutato aumento di questi casi patologici. O forse stiamo semplicemente vivendo un periodo storico in cui questi hanno maggior facilità di trovare pertugi. Ma questo è un altro discorso.

                                                1. Silvestro scrive:

                                                  Premesso che il contrasto tra potere locale e governo centrale non è un fenomeno solo italiano, bisogna riconoscere che un evento come questa pandemia ha portato in evidenza una serie di problemi sociali e civici presenti da tempo ma elusi, e smorzati da circostanze e quotidianità più eclatanti.

                                                  Saltano all’occhio però una serie di contrapposizioni che lasciano perplessi.
                                                  Il tema di fondo è sempre e solo uno: quando si tratta di iniziative che limitano la libertà personale, che comportano disservizi ed hanno costi sociali le decisioni devono essere del governo di Roma che il territorio suo malgrado subisce; viceversa è decisamente vanto e merito delle iniziative locali. E la constatazione è sempre a posteriori con risultati acquisiti.
                                                  Oggi c’è un problema di reperibilità del vaccini antinfluenzali; e quindi è di competenza Ministero della sanità. Ma prima è successo con le mascherine, di cui le regioni lamentavano la carenza; prima ancora era un problema di scarsità dei macchinari e dei reagenti per l’analisi dei tamponi, cui qualcuno doveva provvedere; non va dimenticato poi la grande polemica sui lockdown e le zone rosse il cui rimpallo su “chiudiamo tutto” / “riapriamo tutto”, lo può fare la regione/ lo deve fare il Governo, si è protratto per settimane con qualche strascico giudiziario tuttora in corso. Ma prima c’era anche un problema di organici del personale sanitario, già carente da anni, accentuato da quota 100 senza piani di reintegro: ci doveva pensare la regione oppure era competenza del governo. Ancora a febbraio 2019 L’ULS2 del trevigiano, si apprestava a far arrivare medici specializzandi all’ultimo anno direttamente dall’università rumena di Timisoara, con polemiche e reclami a non finire.

                                                  Tutto questo riguarda solo la SANITA’, l’unico settore in cui ogni regione gode di ampia libertà amministrativa. Ma quando si parlerà di autonomia più estesa su tutte le 23 materie previste dalla costituzione (la madre di tutte le battaglie), ammesso che si giunga ad un accordo, come si gestiranno competenze e responsabilità.
                                                  Considerando le attuali esperienze ci sarà da ridere, molto da ridere.

                                                  • Mario56 scrive:

                                                    In sintesi …
                                                    GOVERNO CENTRALE = LAVORO SPORCO
                                                    REGIONI ( CENTRODESTRA). = LAVORO PER AVERE CONSENSO POPOLARE, LIBERI TUTTI.

                                                  1. martello carlo scrive:

                                                    Il PAPA: le donne sono emarginate, discriminate, sottovalutate, è loro contrastata una vita lavorativa simile a quella dell’uomo….
                                                    Io al posto di Francesco ci metterei da subito una donna, APPUNTO.
                                                    Questi parlano…parlano…parlano… ma sembra che la legge di DIO non sia molto d’accordo
                                                    MAH.

                                                    • Mario56 scrive:

                                                      Come non darti RAGIONE PIENA, @ martello

                                                      • martello carlo scrive:

                                                        NON CREDO AI MIEI OCCHI….. non stai scherzando, vero?

                                                        • Mario56 scrive:

                                                          No. Non scherzo.
                                                          Relegare nella chiesa il ruolo della donna a quello di una suora … e basta
                                                          … mi pare indice di arretratezza. Legge di Dio = legge degli uomini .

                                                          • martello carlo scrive:

                                                            C’è da domandarsi ( in realtà me lo sono domandato già e già mi son dato la risposta ) perché la Chiesa, non solo la cattolica certamente, ma la quasi totalità delle religioni tende ad escludere in tutti i modi il sesso femminile.
                                                            Le parole del PAPA sono particolarmente irritanti, dal momento che il non consentire alla donna di svolgere le funzioni sacerdotali, come dispensare la comunione o di confessare, non sono un dogma e potrebbero essere cambiate.
                                                            Il fatto che ciò sia giusto o sbagliato, è un altro discorso……..

                                                    1. martello carlo scrive:

                                                      PS: questa futura premio PULLITZER, tra l’altro si è dimenticare la prima cosa che doveva dire, e cioè che non di contratti si tratta, ma di ACCORDI subordinati all’approvazione dell’AIMA

                                                      • Mario56 scrive:

                                                        @ martello più dire tutto quel che vuoi …
                                                        … ma io al GIORNALE ci credo se coraggiosamente pubblica queste notizie, essendo i SUOI PADRONI direttamente in GIUNTA REGIONALE DELLA LOMBARDIA.
                                                        Notizia riportata tra l’altro da tutti i media..

                                                        Della Campania che dirti, una regione scassata da anni non può in due mesi fare miracoli sanitari. Un De Luca poi certamente non aiuta.. PD o non PD o PULCINELLA?

                                                        • martello carlo scrive:

                                                          Ho letto gli altri giornali perfino il fatto quotidiano e finalmente ci ho capito qualcosa: si tratta del nono bando della regione, non ancora andato a buon fine, sottoposto alla solita speculazione incentivata penso anche ad arte dal terrore indotto dalla pandemia.
                                                          Penso che le altre regioni siano messe anche peggio, ma non se ne sa nulla perché non sottoposte all’ossessivo controllo del GRANDE FRATELLO come la LOMBARDIA. Gli accenni a VENETO E E.R. sono molto generici.
                                                          Comunque, penso che non potresti onestamente non essere d’accordo con me che, trattandosi di una situazione legata alla pandemia, sarebbe stato opportuno che il bando fosse stato affidato ad ARCURI che sulle mascherine, bisogna ammetterlo, è riuscito a contenerne il costo ai livelli promessi.

                                                          • Mario56 scrive:

                                                            Indubbiante hai ragione.
                                                            Oltretutto il peso del Paese Italia avrebbe avuto più forza contrattuale, addirittura l’Europa stessa UE avrebbe potuto calmierare le speculazioni con acquisti per i paesi membri.

                                                      1. Silvestro scrive:

                                                        LOMBARDIA – VACCINI ANTINFLUENZALI

                                                        La LIFE’ON che ha fornito 100mila dosi di vaccino, ha sede a Basilea ma è cinese. Niente di scandaloso se non per il particolare che quei vaccini sono privi della autorizzazione dell’Agenzia del Farmaco e quindi non potranno essere distribuiti.
                                                        Ma anche la “Falkem Swiss” con sede a Chiasso, l’altra azienda che doveva fornire altri 400 mila dosi, non ha ancora la registrazione ANAC; e se ti vende in vaccino a 26 euro a dose, la certificazione anticorruzione non è burocrazia.

                                                        https://www.ilgiornale.it/news/politica/vaccino-anti-influenza-senza-autorizzazione-aifa-1895728.html

                                                        • martello carlo scrive:

                                                          Ma a voi fratelli del GRANDE FRATELLO, interessa riuscire a combattere l’epidemia o a darne un colore politico soprattutto per colorare la LOMBARDIA di ROSSO anziché di VERDE?
                                                          Cosa deve succedere, un SUD come e peggio di BERGAMO per farvi cambiare obiettivo?
                                                          Il nord ( la LEGA ) sputtanato da manovre politiche deve sperare che al sud succeda la CATASTROFE cui, nonostante i vostri assordanti silenzi ci si sta velocemente appropinquando?
                                                          STATE ATTENTI: questo è fomentare odio e divisioni, di cui vi riempite la bocca in qualità di pacieri ( dei miei cabasisi ).
                                                          Ora, dopo aver osannato ZAIA per dividere la LEGA, state facendo di quel MEGALOMANE di CRISANTI, invitandolo a tutti i programmi televisivi a voi asserviti, il salvatore del Veneto, mentre è solo un DIPENDENTE della Regione ASSAUNTO E AUTORIZZATO DA ZAIA a fare ciò che il GOVERNO PROIBIVA, cioè il controllo di tutti , anche degli ASINTOMATICI, da cui è nato tutto il resto.
                                                          Ora certamente metterete il Veneto sotto la lente del GRANDE FRATELLO VOSTRO per distruggere la fama che si è meritato.
                                                          LADRONI COMUNISTI, il Veneto forse è, ancora l’unica regione, sebbene inquinata da immigrati non integrati, che non si fa condizionare dal COVID IDEOLOGICO CINESE e sarà la base per la ripartenza di questo anomalo paese, partendo dall’AUTONOMIA, esempio salvifico dal mefitico, narcotizzante ponentino ROMANO.
                                                          HO LA SENSAZIONE CHE TUTTI i LOCKDOWN DI QUESTO MONDO, NON SERVANO, ALLA FINE, QASSOLUTAMENTE A NULLA: IL RISULTATO MI SEMBRA AVVICINARSI AI BOLSONARO, ALLA SVEZIA E AGLI USA, con risultati economici maggiormente disastrosi.
                                                          Attenti a non insistere con la LEGA: potrete vincere in qualche comune disgraziato ( dai contagi ) anche in LOMBARDIA, ma alla fine dal coinvolgimento di tutta Italia, potrebbe innescarsi quell’odio, non so se giustamente o no, cercate di evitare.
                                                          COMUNQ!UE, SE CI DOVESSE ESSERE UN NUOVO LOCKDOWN:
                                                          - stipendi dimezzati agli statali
                                                          - altrettanto per i pensionati sopra i 1000 €
                                                          - devolvere i risparmi alle partite iva e lavoratori non a stipendio fisso

                                                          • Mario56 scrive:

                                                            @ martello…
                                                            mi fai spanciare dalle risate.
                                                            È stato l’assessore alla sanità Mantoan… cioè la REGIONE VENETO
                                                            … e non il Governo ad ammonire Crisanti per le presunte spese a danno del erario.

                                                            • martello carlo scrive:

                                                              Era la linea dell’OMS, fatta propria dal governo e condivisa da MANTOAN che in seguito alla decisione contraria di ZAIA, ha minacciato le dimissioni.

                                                          • Silvestro scrive:

                                                            Lo so che ti infastidisce. Ma non è una notizia pescata chissà dove.
                                                            Non a caso ti ho messo il link de “il giornale”, quotidiano serissimo a te caro anche perché rappresenta il tuo vecchio datore di lavoro.
                                                            Se la notizia è pubblicata anche da una storica testata lombarda solitamente comprensiva per le vicende meneghine, che non esprime certo l’opinione dei “LADRONI COMUNISTI”, ti piaccia o no, qualche evidenza la merita.

                                                            • martello carlo scrive:

                                                              IL GIORNALE on line è uno dei pochi che consente l’accesso libero e AGGIORNATO ORA PER ORA ALLE NOTIZIE.
                                                              Oltre alle difficoltà di selezione, non ci sono più i cronisti di una volta, d’altronde, per 50 € a pezzo cosa si può pretendere?
                                                              Secondo me Francesca Angeli non ha dato il meglio di se stessa: io non ci ho capito niente, d’altronde una non si può improvvisare né cronista ,né tanto meno cronista non PER CASO.
                                                              Ho tentato di informarmi su questa storia assurda, passando da ” la STAMPA ” al ” IL FATTO QUOTIDIANO ” e mi sono reso conto che si tratta di una storia a metà tra speculazione in borsa e speculazione politica condite da STROZZINAGGIO favorito da PANICO PANDEMICO che avvalora non di poco la montatura esagerata che si sta facendo sul VIRUS CINESE.

                                                              Aspettiamo gli sviluppi, ma secondo me SALA e GORI, sempre che i lombardi abbiano conservato un po’ di orgoglio e capacità di autodeterminarsi, dovrebbero essere sbattuti fuori dalle scatole.

                                                              I CROCIATI DELLE MASCHERINE CHE LA VOGLIONO SOSTITUIRE AL PROFILATTICO NELLE NOSTRE CAMERE DA LETTO, SONO GLI STESSI CHE DERIDEVANO SU TUTTE LE TV SERIE FONTANA CHE SI METTEVA LA MASCHERINA E FACEVANO LE VIGNETTE DELLO STESSO TENORE SUI GIORNALONI?
                                                              Quell’atteggiamento, oltre alla mancanza delle mascherine stesse hanno provocato la maggior parte delle vittime COVID, QUINDI SINISTRI DA PANGOLINO E PIPISTRELLO, VERGOGNATEVI.
                                                              D’altronde, ARCURI, come ha fatto per le mascherine, assicurandone la vendita a 0,5 €, perché non fa lo stesso per i vaccini?
                                                              LA CONSIP E’ ATTIVA O E’ STATA ELIMINATA?
                                                              MAH, ASPETTIAMO GLI EVENTI. IO CONTINUO A PENSARE CHE I SX SONO DEI GRAN BOCCALONI.

                                                              LOCK DOWN ASSOLUTO CON STATALI E PENSIONATI AL MINIMO DEL LIVELLO DI SOPRAVVIVENZA.

                                                        1. marco.com scrive:

                                                          Del post di Zwirner vorrei portare l’attenzione solo su una cosa: il virus è depotenziato (Zaia dixit).

                                                          Credo che i termini vadano chiariti: il virus è sempre lo stesso, a parte mutazioni che ci sono sempre in questi casi. Ma non risulta che sia diminuita la pericolosità e la contagiosità. Attenzione a dare questi messaggi che potrebbero essere male interpretati.

                                                          E’ vero che oggi abbiamo in essere precauzioni che all’inizio della pandemia non avevamo.
                                                          E’ vero che il contagiato sintomatico viene preso oggi con molto anticipo rispetto a marzo-aprile e che quindi anche l’intervento immediato sanitario depotenzia la malattia.

                                                          Cmq anch’io non capisco perchè nella pubblicazione dei numeri ci si fermi a riportare quelli dei contagi.
                                                          I dati andrebbero integrati con “percentuale di contagi rispetto al totale dei tamponi effettuati”, numero degli ospedalizzati per covid, numero di terapie intensive per covid e percentuale dei decessi sul numero degli ospedalizzati.

                                                          Forza Zaia, datti una mossa

                                                          • martello carlo scrive:

                                                            Visto che siete così coronavirusdipendenti, questo sito del sole24, mi sembra fornire una situazione giornaliera abbastanza analitica

                                                            https://lab24.ilsole24ore.com/coronavirus/

                                                            buona prosecuzione

                                                          • Mario56 scrive:

                                                            Mi pare
                                                            @@ Marco. Com
                                                            che i dati da te invocati vengano sempre riportati dal ministero della salute…
                                                            … forse meno i telegiornali.

                                                          • Simone scrive:

                                                            Un amico appassionato di analisi e statistiche, proprio oggi dopo una mia richiesta, mi ha mandato questi dati a riguardo:
                                                            23 marzo, nuovi positivi: 4789. 8 ottobre: 4458.
                                                            23 marzo, decessi 601. 8 ottobre: 22.
                                                            23 marzo, tamponi 17.000. 8 ottobre: 128.000.
                                                            23 marzo, percentuale di positivi ai tamponi 28 per cento. 8 ottobre: 3,5 per cento.
                                                            23 marzo, persone ricoverate in terapia intensiva: 3.204. 8 ottobre: 358.
                                                            23 marzo, ricoverati 20.692. 8 ottobre: 3.925.

                                                            Ora, io credo che per capire meglio la situazione sia opportuno aspettare fine anno, voglio vedere se e come cambierà con le temperature più basse e tutto il resto. Quindi fino a quel momento non me la sento di esprimere un giudizio minimamente definitivo in merito, anche se un’idea da tempo la sto partorendo. E credo faccia bene il governo in questo caso a cautelarsi, considerando il tutto. Ma i numeri sono questi, e ad ora, e sottolineo ad ora, la situazione della letalità del virus sembra assai diversa, almeno in Italia (altrove non ho fatto o richiesto analisi).

                                                            • Mario56 scrive:

                                                              Uno dei fattori importanti, essenziale è che in marzo si facevano nemmeno 20 mila tamponi, ora più di 120 mila.
                                                              Si calcola che in marzo i contagi reali fossero almeno di 10 volte più dei rilevati.
                                                              Quindi viaggiavamo su 50/60 mila infetti.

                                                          1. Mario56 scrive:

                                                            ANCORA LA REGIONE LOMBARDIA…
                                                            non si fa mancare niente:

                                                            INDAGINI SU REGIONE LOMBARDIA PER ACQUISTO DEI VACCINI INFLUENZALI A PREZZO PIÙ ALTO DI QUELLO DI MERCATO…

                                                            Ma Fontana è proprio incallito.

                                                            • Silvestro scrive:

                                                              E’ solo una indagine conoscitiva perché con l’ultimo bando sono state acquistate in Svizzera 400mila dosi al modico prezzo di 26 euro cad. dalla “Life’on” sede Basilea.

                                                              Nel primo bando a febbraio la Regione Lombardia offriva 4,5 € per 1,5 mln di dosi, ma rifiutava l’offerta di Glaxo a 5,9 € perché troppo onerosa: Era prevedibile però che con una pandemia in corso la richiesta di vaccini antinfluenzali sarebbe schizzata alle stelle. Infatti molti dei successivi 8 bandi di acquisto andarono deserti fino, appunto all’ultimo con il risultato che comunque la Regione rimane scoperta per oltre 1 milione di dosi rispetto agli obiettivi.

                                                              Per stroncare sul nascere qualsiasi illazione per un presunto accanimento giudiziario, va segnalato che l’indagine nasce non solo per il prezzo di acquisto decisamente esorbitante, ma anche per una certa dimestichezza della famiglia Fontana con gli ambienti svizzeri.

                                                            1. martello carlo scrive:

                                                              @ GATON, c’è posta per te

                                                              1. martello carlo scrive:

                                                                Mi chiedo se dopo essere sopravvissuti al COVID, riusciremo a sopravvivere alla sua mancanza…..
                                                                E’ una vera persecuzione, infinita, giornaliera: ognuno dice la sua e la ripete all’infinito, non resta che rifugiarsi tra i cartoni animati o tra le tette di plastica di “NON E’ LA D”URSO”.
                                                                Ciò che dà fastidio e impressiona maggiormente è la SPARTIZIONE IDEOLOGICA/PARTITICA degli atteggiamenti e delle considerazioni, per cui sono convinto che molti non portano la mascherina essendo antigovernativi, mentre dall’altra parte c’è un sadico gusto ad imporla agli oppositori.
                                                                La ricerca delle cause dei contagi segue gli stessi criteri, magari accusando ipocritamente i migranti, mentre i migranti sono un problema, e GROSSO a sé….. oppure accusando i vacanzieri, ma solo quelli di BRIATORE….
                                                                In realtà il virus è estremamente contagioso, abbiamo imparato tutto sommato a proteggerci ( e tutti dovrebbero attenersi alle disposizioni come misura minima precauzionale, anche se non ci credono più di tanto: si turino il naso ) ) e guarire, ma nulla di RISOLUTIVO.
                                                                Gli unici che hanno risolto i problemi, sono quelli ( di cui ci siamo completamente dimenticati ) da cui il virus è partito: i CINESI ballano, viaggiano, lavorano, festeggiano, manifestano ( non contro il regime naturalmente ), giocano e PRODUCONO ALLA GRANDE, QUANTO E PIU’ DI PRIMA.
                                                                Il resto del mondo è in crisi “patocca”: l’INDIA il maggior concorrente commerciale sta scoppiando, TRUMP, l’unico antagonista universale, rischia la presidenza a causa della pandemia ( neanche WUHAN fosse un laboratorio situato dentro alla casa bianca ), l’Europa è sull’orlo della seconda paralisi, il resto dei paesi sono allo sbando…… ma nessuno ne parla.
                                                                E se i cinesi avessero già il vaccino e le cure per azzerarne la mortalità? D’altronde SONO PARTITI CON LARGO ANTICIPO e sappiamo quanto siano dei perfetti programmatori.
                                                                INSOMMA, NESSUNO SI E’ CHIESTO COSA STIA SUCCEDENDO IN CINA, COME ABBIANO FATTO AD ASNNULLARE L’EPIDEMIA E ABBIA CHIESTO LORO LA SOLUZIONE.
                                                                MAH, mi sa che TRUMP sia il PARAFULMINE PERFETTO.

                                                                • Mario56 scrive:

                                                                  La Cina, la Cina, la Cina…
                                                                  è probabilmente guarita grazie alla
                                                                  DITTATURA COMUNISTA…
                                                                  in cui le norme sanitarie venivano imposte col manganello e la prigione.

                                                                  • martello carlo scrive:

                                                                    la CINA: sarebbe un posto molto adatto per un VECCHIO MAOISTA come te: le bastonate comuniste sono sempre meglio di quelle fassiste.
                                                                    Vacci prima che il vento cambi. :-D :-D

                                                                    PS le anime morte non possono guarire

                                                                1. Silvestro scrive:

                                                                  Dopo l’intervista della settimana scorsa di GIORGETTI a la Repubblica, bocciata quasi come un tradimento, ieri è stato il turno di SALVINI che si è lasciato intervistare dal Corriere. Il colloquio rientra nella lunga marcia di revisione del SALVINISMO che le recenti elezioni non hanno premiato e che l’era post-covid ne ha evidenziato il limite già chiaro da tempo, secondo cui CHI NON E’ SOVRANISTA NON E’ DI DESTRA.

                                                                  SUL PIANO NAZIONALE i limiti del consenso leghista sono determinati dalla storia del movimento, dalle sue origini nordiste esternate spesso con toni di spregio per gli altri, dal continuo richiamo al complotto, al vittimismo, alla catastrofe (con tutti i distinguo del personaggio lo ha capito anche VITTORIO FELTRI). Le Lega abbandonerà quindi la candidatura di soggetti di stretta osservanza leghista a favore di candidati civici (nel 2021 si voterà per i sindaci a Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna). In Parlamento sarà necessario abbandonare posizioni attendiste o tecnicismi tesi a ritardare decisioni e votazioni; ma sarà inevitabile anche “sporcarsi le mani”, prendere posizioni precise sui problemi votando chiaramente per il Si o per il NO, guardando esclusivamente agli interessi concreti del Paese.

                                                                  SUL PIANO INTERNAZIONALE  Non si tratta di diventare un po’ più moderati, o di vantare «contatti riservati» come accennato da Salvini nell’intervista. Si tratta di abbandonare definitivamente le posizioni di eurofobia, di lasciare Marie Le Pen e l’estrema destra tedesca al loro destino e di andare altrove.
                                                                  Si tratta di abbandonare alleanze come quelle di Visegrad che non hanno niente da offrire all’Italia ma che oggi, ad esempio, sono il principale ostacolo per una rapida definizione delle modalità per il recovery fund. Serve un gesto esplicito di rottura per entrare nel gruppo delle forze politiche affidabili in un contesto europeo che conta e conterà sempre di più per dare credibilità al governo di un Paese come l’Italia, che, ormai è evidente a tutti, non può fare da solo.

                                                                  1. maurizio scrive:

                                                                    Diamo anche il dato dei contagi sui luoghi di lavoro, così tanto per farsi una idea..

                                                                    1. Silvestro scrive:

                                                                      Blaterare ed un po’ cazzeggiare è diventato un buon sistema per riempire gli spazi politici oggi un po’ in pausa.
                                                                      “…. abbiamo esagerato con le critiche rivolte al governo – che comunque non ci piace perché pasticcione e supponente – per come ha gestito la faccenda del Covid. Esso avrebbe potuto e dovuto far meglio, ovvio. Ma prima di linciarlo guardiamoci intorno e osserviamo cosa succede in mezzo mondo.
                                                                      Risulta dalle stime che 750 milioni di abitanti del pianeta si siano infettati e una quantità di essi non abbia superato la crisi tirando le cuoia. La Francia è devastata e non sa più che fare per uscire dalla grande macelleria; il Belgio detiene addirittura il record mondiale, in rapporto alla popolazione, delle vittime; l’Inghilterra è messa molto peggio di noi; gli Stati Uniti nel loro complesso continuano ad essere una sorta di tritacarne umano….”

                                                                      MA CHI SARA’ QUESTO COGLIONE COMUNISTA cosi cieco da non capire che con la scusa del covid giustifica ed approva una dittatura mascherata.
                                                                      Si chiama VITTORIO FELTRI, DIRETTORE DI LIBERO, quotidiano non certo di sinistra, che nell’articolo di fondo di oggi ci illustra il suo punto di vista.

                                                                      Capisco che qualsiasi opinione de “la Repubblica” giornale di sinistra e di proprietà di un ebreo sia un insulto, ma qui siamo sull’altra sponda, ed allora perché rifiutare i risultati ottenuti ed accanirsi contro qualsiasi decisione di questo governo.

                                                                    Rispondi a martello carlo

                                                                    Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                    Accetto i termini sulla privacy

                                                                    *