13
gen 2021
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 167 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.348

DONAZZAN E LIBERTA’ DI PENSIERO

 

Tante critiche, anche insulti, e richiesta di dimissioni per l’assessore regionale Elena Donazzan rea di aver intonato Faccetta Nera ospite alla trasmissione radiofonica la Zanzara.

Si dimentica una cosa elementare: un conto sono i fatti, le azioni, altra cosa il pensiero e le opinioni che devono sempre essere liberi.

Il reato contemplato è ricostituzione del partito fascista, inteso non come elogio del Ventennio, ma come azioni volte a riportare la dittatura fascista nel nostro Paese.

Chiara o no la differenza che vale su tutti i fronti? Posso cantare quanto voglio Bandiera Rossa e sostenere che il comunismo è il Paradiso del proletariato; ma non posso agire per cercare di instaurare la dittatura comunista in Italia.

Quanto al pensiero è appunto libero. Si può sostenere, come ripete Mattarella, che “il fascismo non ha fatto nulla di buono”. Ma si può anche avere un giudizio diverso.

Ad esempio il sabato fascista fu la prima opportunità di uscire di casa per le donne italiane di tutti i ceti sociali, in particolare quelli popolari, che prima i mariti tenevano relegate. Mio nonno paterno, tanto per dire, andava lui anche a fare la spesa; perché voleva che la moglie rimanesse sempre e comunque a casa…

Piccolo dettaglio storico. Negli ultimi anni quando il regime si inasprì varando le leggi razziali, fu proibito di cantare Faccetta Nera (rimase solo Giovinezza) perché si riteneva che avesse in qualche modo sdoganato le donne nere (facendole diventare romane, “Faccetta nera sarai romana…”), quando invece andavano solo eliminate come razza inferiore.

Aggiungo e concludo: quando il Duce si affacciò alla finestra annunciando “L’Italia ha finalmente il suo impero!”, la quasi totalità degli italiani era entusiasta di lui e del regime. O vogliamo scordarlo? Domanda: erano più baucchi gli italiani di allora o i tanti che oggi, stando ai sondaggi, sono entusiasti del governo Conte? A voi l’ardua sentenza…

Tornando alla Donazzan, giusto giudicarla per il suo operato di assessore regionale all’istruzione e al lavoro; ridicolo farlo per le sue – lecite anche se non condivisibili – nostalgie del Ventennio.

2.348 VISUALIZZAZIONI

167 risposte a “DONAZZAN E LIBERTA’ DI PENSIERO”

Invia commento
  1. Silvestro scrive:

    In un tempo in cui le appartenenze ideologiche sono molto appannate ed affiorano rielaborazioni lessicali di principi fuori dal tempo e condannati anche dalla storia, c’è da chiedersi quali siano le cause non dette d questa crisi di governo e perché adesso.

    LA RISPOSTA E’ TANTO SEMPLICE QUANTO TACIUTA E NASCOSTA: LA NEXT GENERATION EU OVVERO IL LUOGO E LE PERSONE CHE AVRANNO IL POTERE DI SPENDERE E CONTROLLARE 209 MLD DEL RECOVERY FUND.

    Bisogna innanzitutto riconoscere che Conte (versione due) è quello che più di altri ha saputo spendersi per ottenere questo finanziamento (senza trascurare Sassoli, Gentiloni, Gualtieri e Amendola). E’ un risultato da non sottovalutare perché nella versione uno era comunque il Premier di un governo fortemente contrario ad una Europa i cui rappresentanti spesso erano stigmatizzati con considerazioni pesanti ed insulti.

    Sull’onda di questo clima La Lega stravinse le europee, votò contro la Von der leyen, e sostenne sempre che Bruxelles ci vuole sudditi, con la schiena piegata, schiavi etc.
    Con questi presupposti (e questa faccia) Salvini-Meloni oggi si propongono agli italiani alla guida del Paese come forza alternativa credibile e coesa per gestire una montagna di soldi che (sempre secondo loro) l’EU non ci avrebbe mai dato.
    La parte ancora più taciuta è che per realizzare un programma che dura qualche anno:
    >> L’EU chiede riforme profonde (sostanzialmente quelle che i governi nazionali ci promettono da decenni)
    >> L’EU vuole un piano di investimenti analitico delle opere da realizzare e tempi dettagliati.
    >> L’EU vuole un interlocutore unico, e continuativo.
    >> Il piano prevede un controllo semestrale dei lavori, pena la sospensione delle erogazioni.
    >> Per superare la burocrazia sono necessarie norme specifiche che agevolano il percorso dei lavori.
    >> Per affrontare tutto questo è necessaria una maggioranza parlamentare stabile che sostenga le iniziative anche quelle impopolari (continuità).
    >> La maggioranza deve avere il coraggio di parlare con realismo ai cittadini perché saranno colpite posizioni di rendita, privilegi, attività prive di futuro.

    Questo con qualsiasi governo pre o post elettorale.

    1. Mario56 scrive:

      Mancano vaccini in tutta Europa ed in tutto il mondo…
      … ma per zwirner e la leghista che nemmeno mi prendo la briga di sapere come di chiama, oggi a ROSSO E NERO…
      LA COLPA È DEL GOVERNO

      L’Italia divisa in aree secondo contagio, auspicata da zwirner in aprile quando era tutto chiuso,

      ORA È UNA BABILONIA, ( della serie se dici a zwirner dice b e se dici b zwirner dirà a)

      Zwirner sui vaccini cita l’efficienza tedesca, senza sapere che in Germania alcune regioni sono rimaste senza vaccino da 15 giorni senza fare nemmeno la seconda dose.

      Zwirner: pura propaganda Salvini Meloni.

      • Gatón scrive:

        In trasmissione Zwirner ha detto chiaramente che il contratto è stato sottoscritto dai burocrati dell’ U.E. senza tirare in ballo il governo italiano.

        • Mario56 scrive:

          Forse ti sei distratto @gaton.
          Faceva da sponda a quell’insopportabile leghista. Comunque nulla sappiamo dei contratti perché
          SEGRETATI
          stasera guarda report che c’è un’inchiesta sui contatti dei vaccini.

      1. Gatón scrive:

        Onestà va cercando ch’è sì cara
        Come sa chi per lei sedia rifiuta…

        • Mario56 scrive:

          LA VITA RIFIUTA…
          … NON LE SEDIE.
          QUESTE SONO BRAMATE DA SALVINI MELONI
          COME UN BAMBINO GHIOTTO CHE GUARDA LA VETRINA DI UNA PASTICCERIA MA SA CHE NON POTRÀ ENTRARE. E ALLORA PIANGE, URLA, GRIDA, STARNAZZA, INSULTA, SI GONFIA IL COLLO, ESCE BILE DALLA BOCCA.
          MA È INUTILE TUTTO QUESTO CASINO. LA PORTA DELLA PASTICCERIA SI APRIRÀ SOLO TRA DUE ANNI.
          MEGLIO ANDARE A CASA CON LA CODA TRA LE GAMBE.

          • Gatón scrive:

            …e di Friedman non se ne parla.

            • Mario56 scrive:

              Friedman probabilmente ha detto di getto quello che pensava, e non è nemmeno l’unico a pensarla così.
              Vuoi censurarlo?
              Lo vuoi denunciare?
              Lo vuoi sottoporlo all’olio di ricino e alla preparazione col selg esse ( non preparazione h)

              • Gatón scrive:

                Quindi anche tu…
                Vorrei vedere se qualcuno di dx avesse usato quel termine per qualche compagna. Gli avvocati avrebbero avuto un notevole incremento del fatturato.

          • Gatón scrive:

            …e smettila di gridare.

          • Gatón scrive:

            Colui che ha rifiutato la vita cercava la libertà.
            I tuoi idoli che tanto starnazzano di onestà non mollano la sedia.
            Ma hai letto Dante ?

            • Mario56 scrive:

              Certamente. La sedia intesa come potere politico in se è una cosa nobile. La politica è un’arte, un servizio agli altri, per far progredire la società.
              I popolasti dileggiano la sedia intesa come CAREGA IN CUI UNO SI SISTEMA E NON PENSA PIÙ AL POPOLO.
              Ciò potrebbe essere vero per loro, ma non devono extraproiettare sugli altri i loro vizi, le loro carenze di preparazione, la loro fannulloneria,
              Poi nei fatti i populisti sono i primi a tenere la carega sotto il sedere e non la mollano più
              NEMMENO DOPO AVER PERSO LE ELEZIONI!

              • martello carlo scrive:

                La politica è un’arte … ma per i quaquaraquà. Per molti cafoni rifatti è fondamentale l’oratoria fine a se stessa rispetto alla sostanza per sentirsi emancipati.
                In realtà è e dovrebbe essere ben altro: lavoro per la comunità che esige rettitudine morale, dedizione, sacrificio e visione.
                L ‘accostamento di certi modo di fare politica con la poltrona, con la cadrega o con la sedia che simboleggiano una occupazione comoda di un posto, specie quando ne è limitato il numero è pienamente confacente…. e si sa che la comodità spesso va d’accordo con l’inattività, la pigrizia e l’inettitudine
                E’ perfettamente naturale che tu e la tua parte politica cerchiate di modificare il lessico per far sembrare ciò che non siete, cioè depositari della cultura mentre siete solamente acculturati a non risolvere i problemi con i fatti per tirare a campà.
                La nobilitazione dei voltagabbana a costruttori responsabili ne è un esempio lampante.
                D’altronde da gente che non può fare a meno di un avvocato, cosa si può pretendere?
                IN VITA TUA HAI MAI AVUTO A CHE FARE CON UN AZZECCAGARBUGLI?
                ….E allora…..

              • Gatón scrive:

                Pd e 5*…
                miserie.

        1. Mario56 scrive:

          L’algoritmo, questo sconosciuto. Da tre giorni, il grande pasticcio lombardo sui dati del contagio è materia di uno scontro istituzionale ai massimi livelli, con accuse reciproche. La Regione ha mandato due volte i dati sui positivi che servono all’Iss (Istituto superiore della Sanità) per calcolare l’Rt, cioè l’indice di contagio, in base al quale un territorio viene messa in zona rossa, arancione o gialla. Poiché il presidente lombardo Attilio Fontana ha accusato l’Iss di non aver mai detto come funziona l’algoritmo, da Roma è arrivato un dossier in cui tutto è spiegato per filo e per segno. E il concetto base è che l’Rt viene calcolato sulla base dei positivi al Coronavirus che presentano sintomi da una certa data. Fuori quindi gli “asintomatici” per i quali sapere una data dei primi sintomi è impossibile, perché sarebbe una contraddizione in termini: se non ci sono sintomi, non si può sapere quando sono iniziati. Non è molto difficile da capire nemmeno per un profano.

          Zona rossa per errore, è caccia al colpevole. Le mail della Lombardia: “I dati sono cambiati adesso ricalcolate l’Rt”
          di Michele Bocci
          24 Gennaio 2021

          “Il flusso del dato su cui viene basato, e cioè quello relativo ai pazienti sintomatici, è il seguente – si legge nel documento che l’Iss ha condiviso e illustrato nei dettagli ai tecnici delle Regioni con cui c’è un’interlocuzione quotidiana da 36 settimane – . Ogni volta che viene rilevato un caso clinico, viene compilato il relativo campo “stato clinico” nel quale viene indicato il grado di severità dei sintomi, da paucisintomatico a severo e, quando possibile, anche la data della loro insorgenza. Presenza di sintomi e data di insorgenza sono le due variabili che definiscono i soggetti da considerare”. Quando del paziente contagiato non sia mai indicato nel database lo “stato clinico” ” il caso si considera asintomatico”. E viene escluso dai calcoli dell’Rt, come quello dei contagiati considerati “guariti”, perché usciti da tre settimane di isolamento domiciliare, sempre senza sintomi, ma anche senza doppio tampone di controllo, come il ministero ha autorizzato a fare. “Nella situazione emergenziale – aggiunge l’Iss – questo approccio conservativo è volto ad evitare una sovrastima dei casi sintomatici su cui si calcola l’Rt”.

          Il pasticcio della zona rossa in Lombardia, Sala: “Per sapere la verità, la Regione mostri i dati”. La replica di Fontana: “Dati pubblici, dell’errore il sindaco chieda a Roma”
          24 Gennaio 2021

          Cos’ha fatto la Lombardia? “Ha segnalato dall’inizio dell’epidemia nell’ultimo periodo, una grande quantità di casi, significativamente maggiore di quella osservata in altre regioni, con una data di inizio sintomi a cui non ha associato uno stato clinico e che pertanto si è continuato a considerare inizialmente sintomatici. Questa anomalia è stata segnalata più volte dall’Iss alla Regione”. I tecnici di Roma e di Milano si sono parlati, anche il 13 gennaio, quando la Lombardia ha segnalato 14.180 nuovi positivi, un dato che fa schizzare l’Rt a 1,4, da “zona rossa”. Un dato anomalo, visto che tutte le curve dei ricoveri e dei focolai erano stabili o in calo. Infatti, il 20 la Regione compila i database con nuovi numeri corretti: i nuovi positivi scendono a 4.918, un numero che porta l’Rt a 0,88, da zona arancione.

          Il pasticcio della zona rossa in Lombardia, l’allarme dei sindaci sul database impazzito
          di Luca De Vito
          24 Gennaio 2021

          C’era stato “un aumento non congruo della differenza tra il numero di casi sintomatici documentati nella settimana di stima rispetto alla settimana precedente, che a sua volta ha determinato solo in Lombardia e solo nelle stime di queste settimane una sovrastima di Rt – spiega il documento dell’Istituto presieduto da Silvio Brusaferro – . Solo a seguito della rettifica del dato relativo alla data inizio sintomi e dello stato clinico dei casi già segnalati, avvenuta con il caricamento dati del 20 gennaio, con una corretta identificazione dei casi asintomatici da parte della Lombardia, su loro richiesta, sono state ricalcolate le stime di Rt della settimana precedente”.

          1. Mario56 scrive:

            UN PATTO GENERAZIONALE TRA UMBERTO BOSSI E MATTEO SALVINI
            Il 26 febbraio 2014 viene siglata una scrittura privata tra Umberto Bossi e il nuovo segretario della Lega Nord, Matteo Salvini. Un accordo noto a molti, ma che nessuno ha mai potuto leggere. Salvini promette 450mila euro all’anno per mantenere lo staff composto dagli autisti e la segreteria del Presidente della Lega, in cambio l’ex avvocato di Bossi, Matteo Brigandì, rinuncia a 6 milioni di euro di mancati pagamenti proprio dalla Lega nord. Soldi che già nel 2014 sono fondamentali per le casse del partito, che rischia, come poi è successo, di vedersi sequestrare ben 49 milioni.
            Report lunedì alle 21.20 su Rai3

            Si preannuncia puntata interessante

            1. martello carlo scrive:

              @ MARIO5656 23 gennaio 2021 alle 10:32

              Se ci sono dei burini, la maggior parte stanno nel PD, dove il più burino di tutti è il loro segretario, ZINGARETTI.
              Tu mi sembra che li rappresenti ottimamente.
              Speravamo che il preparativo H ti facesse effetto per un periodo maggiore, ma evidentemente hai bisogno di qualcosa di più forte: sto pensando a dei clisteri alla CANDEGGINA ANTIMAFIA.
              Tu che ci sei dentro, questa ennesima sceneggiata a tempo sulle collusioni tra CESA e la ‘NDRANGHETA che scopo ha? Favorisce od ostacola l’accordo tra GOVERNO DEGLI STATALI e la QUARTA GAMBA?
              Si tratta dell’ennesima trattativa STATO/MAFIA e se sì, c’entra BERLUSCONI anche questa volta?
              LETIZIA MORATTI A CAPO DI UN NUOVO GOVERNO.

              • Mario56 scrive:

                Sappiamo bene tutti che alla fine i metodi che proponete sono le PURGHE , I CLISTERI, L’OLIO DI RICINO.
                È insito nel dna delle destre proporre questi metodi CONVINCENTI.
                L’altra caratteristica della destra è la propaganda PAROLAIA. Fiumi di inutili parole , bla, bla, bla,
                senza dire nulla se non aver solo offeso il proprio avversario .
                Parli di MAFIA, CAMORRA,MAOISMO , ISLAM, PENSIERO UNICO, PIL LOMBARDIA, W LA MORATTI, W FONTANA …
                … ma non una parola sulla INCAPACITÀ ORGANIZZATIVA (almeno sulla sanità, il resto dobbiamo ancora scoprire) della ammaccata macchina organizzativa lombarda, composta non da competenti ma da TESSERE VERDI PADANE DI PARTITO. Quindi non c’è da stupirsi se nemmeno i dati corretti riescono a inviare al ISS .
                Ora pagate i ristoranti e i negozi chiusi per
                COLPA DELLA REGIONE LOMBARDIA A TRAZIONE LEGHISTA.
                @ gaton
                Non mangiare oggi: risarcisci i negozianti lombardi, rovinati dai tuoi INCAPACI AMICI DI PARTITO.

                • martello carlo scrive:

                  Le destre possono essere come dici tu: PURGHE, CLISTERI, ecc. Tutta roba che fa SCARICARE i rifiuti da dove è naturale, mentre le sinistre RIEMPIONO le teste di rifiuti tossici dottrinali, come non ci fossero già le religioni….
                  Siete i maestri del TIK TOK; dopo esserne stati plagiati, ora volete far ricadere la colpa del fallimento di negozianti e partite iva sulla LEGA per una settimana di chiusura attribuita vigliaccamente alla Regione, quando il GOVERNO DEGLI STATALI è un anno che fa di tutto per cancellare il lavoro autonomo dal paese con LOCKDOWN MIRATI e ZERO RIMBORSI.
                  Veramente avete una faccia di tolla che è degna del vostro AVVOCATO,
                  Vergognatevi e chiedete perdono per i morti causati dalla mancanza dei dispositivi mandati in CINA con una lungimiranza miope degna della politica miope di questa armata BRANCALEONE a cavallo di MATTARELLA, del PAPA e dei poteri forti UE.

                  • Mario56 scrive:

                    DISPOSITIVI MANDATI IN CINA?

                    Ma Salvini Meloni allora NON DENUNCIARONO NULLA!
                    Perché?
                    Se avevano previsto la pandemia e i morti della Lombardia

                    PERCHÉ NON DENUNCIARE SUBITO
                    E NON A POSTERIORI?
                    La verità è che a quei tempi Salvini ringhiava tra pub e bar a dire che È SOLO UNA BANALE INFLUENZA.
                    QUINDI BASTA PROPAGANDA!

                    • martello carlo scrive:

                      Quando sarete all’opposizione ( spero presto ) avrete il diritto di ragionare così.
                      Volete governare solo per spendacchiare i 300 mld UE ed eleggere il prossimo presidente rosso?
                      Intanto continuate a far fallire i bar in modo che arrivino i cinesi, vostri kompagni di merende a comprare tutto quello che resta dalle svendite ai mafiosi..
                      TIK TOK, TIK TOK, la CINA s’avvicina.

              1. Silvestro scrive:

                Mano a mano che si approfondisce, “l’inconveniente” sulla sanità lombarda diventa sempre più incredibile. Si è sostanzialmente verificata una sovrastima dei contagi.
                Infatti non è da una settimana, è fin dal 12 ottobre 2020, che il Ministero ha stabilito che coloro con “inizio sintomi”, senza più il doppio tampone negativo, dopo 10-21 gg, potevano sospendere l’isolamento e quindi essere depennati. Queste segnalazioni non sono state cancellate creando un progressivo aumento del numero dei contagi, e quindi un incremento ingiustificato dei pazienti. Quindi non solo chiusura immotivata degli esercizi pubblici, ma una situazione pandemica esagerata ed in crescita da molto più tempo. Il tutto con conseguenze non solo regionale, ma anche negli studi sulla diffusione del virus e nel calcolo dell’Rt che è il parametro più importante per stabilire il “colore” della regione.
                MA LA VICENDA CI PORTA AD ALTRE CONSIDERAZIONI:

                Innanzitutto sulla tanto declamata “migliore sanità italiana”. Se la Lombardia incorre in questi svarioni clamorosi, cosa ci si può aspettare dalle altre regioni, quelle normali, o magari quelle in difficoltà; quale sarà il livello del loro pressapochismo; come lamentarsi della loro inadeguatezza.

                In secondo luogo c’è l’atteggiamento dei politici nazionali, di coloro che governano da decenni la Lombardia. Urlano scandalizzati contro il governo centrale, per l’incapacità, per l‘inefficienza e la ricerca solo di poltrone, ma l’esempio che viene da Milano non è proprio esaltante. E’ ovvio che non sono colpe solo di Fontana, Gallera, Moratti per cui basta sostituirli e tutto rientra nella norma.
                La sequenza di incidenti e scandali, confermano solo i motivi di chi definisce l’apparato amministrativo lombardo un poltronificio di partito, distributore di prebende, che prescinde dalle competenze e dalle capacità che il ruolo richiede.

                1. Mario56 scrive:

                  ASSOCIATED PRESS
                  Alla fine, Attilio Fontana l’ha spuntata: la Lombardia, come il Governatore chiedeva insistentemente al punto da tirare in ballo il Tar del Lazio, da domenica passerà in area arancione. E però, l’errore alla base dei calcoli che l’avevano fatta finite in zona rossa, sarebbe stato commesso dai tecnici regionali. “Sono arrivati dei dati di correzione della Lombardia rispetto ai sintomatici presi in considerazione la settimana precedente – hanno spiegato ad HuffPost fonti dalla Cabina di regia – i tecnici dell’Istituto Superiore di Sanità hanno verificato che sono compatibili con l’andamento epidemiologico, quindi c’è una rettifica rispetto all’Rt della Lombardia della settimana scorsa per cui la regione passa in zona arancione”.

                  Qualche ora prima Fontana, via Facebook, aveva sparato ad alzo zero contro il ministero della Salute: “Abbiamo sempre fornito informazioni corrette. A Roma devono smetterla di calunniare la Lombardia per coprire le proprie mancanze”. Parole alle quali dal ministero avevano replicato rimandando a una nota diffusa giovedì dalla stessa Regione Lombardia nella quale si spiegava che “i tecnici dell’Istituto Superiore di Sanità e della Direzione generale del Welfare hanno in corso una interlocuzione e, nelle prossime ore, valuteranno una serie di dati aggiuntivi da parte della direzione Welfare lombarda per ampliare e rafforzare i dati standard già trasmessi nella settimana precedente, ai fini di una rivalutazione in vista della Cabina di regia di venerdì 22 gennaio”. Come dire, “la previsione l’hanno proposta loro”. Posizione ribadita dal Governatore anche in serata. “Per quanto riguarda la trasmissione dei dati, Regione Lombardia ha sempre mandato dati puntuali, precisi e corretti”, dice Attilio Fontana. “Contesto – ha aggiunto – nella maniera più vibrata le false notizie che girano circa presunte irregolarità nella trasmissione. I dati sono stati mandati sempre in maniera puntuale, trasparente e precisa”. A stretto giro replica l’Iss con una nota. La stima dell’indice Rt della Lombardia è stata cambiata perché la Regione ha modificato i dati inviati all’Iss sul numero dei pazienti sintomatici. “L’Istituto Superiore di Sanità è un organo tecnico scientifico che lavora con i dati inviati dalle Regioni e Province autonome e ripetutamente validati dalle stesse -dice nella nota l’Iss-. Questo avviene da 37 settimane regolarmente con tutte le Regioni e Province autonome. La Regione Lombardia, nella settimana corrente, ha modificato i dati relativi alla settimana precedente il 22 gennaio. La modifica ha riguardato in particolare il numero di pazienti sintomatici con infezione confermata sui quali si basa il calcolo dell’Rt. Questa variazione – conclude la nota – ha comportato la modifica della stima di Rt della settimana precedente”.

                  Un pasticcio vero e proprio quello che si è creato attorno ai dati della situazione epidemiologica che ogni settimana i tecnici delle regioni trasmettono alla Cabina di regia perché, analizzandoli, i tecnici di Istituto Superiore di Sanità, Regioni e Ministero della Salute ricavino l’indice di trasmissione Rt, la valutazione complessiva sullo “stato di salute” delle regioni, anche in proiezione, e tutti i parametri necessari al Ministero della Salute per assegnare la fascia di rischio corrispondente. Rossa, la più alta e dunque con le restrizioni più severe, quella assegnata alla Lombardia la settimana scorsa con un’ordinanza che il Governatore, Attilio Fontana, aveva impugnato subito davanti al Tar del Lazio. “È una punizione che la Lombardia non merita”, aveva detto il Presidente della Regione, annunciando ricorso. Sul quale era attesa, annunciata per lunedì 25 gennaio, la decisione del Tribunale amministrativo. Una scelta, quella del Governatore, che avrebbe potuto innescare conseguenze importanti. Per dirla in due parole, “un precedente”, che avrebbe potuto anche decretare la fine del sistema di assegnazione delle zone di rischio e di colore. Ipotesi guardata con preoccupazione, e per ragioni immaginabili, dalle parti del Ministero della Salute e del Governo. Al quale oggi Fontana ha chiesto di nuovo la zona arancione per la regione che governa.

                  Casus belli, il calcolo dell’Rt nell’ultimo monitoraggio. Effettuato come di consueto dalla Cabina di regia sulla base dei dati trasmessi dai tecnici regionali, sarebbe risultato errato. Di qui la necessità che i tecnici, per consentire ai tecnici di Istituto Superiore di Sanità, Regioni e Ministero di effettuare un altro calcolo e un’altra valutazione, inviassero i nuovi dati al ministero della Salute. In modo da dare al ministro Speranza la possibilità, preso atto del nuovo parere della Cabina di regia, di firmare un’ordinanza per scalare il colore della fascia di rischio assegnata alla regione, passando dal rosso all’arancione. Che è quello che avverrà.

                  REGIONE LOMBARDIA NEMMENO CAPACE DI INVIARE I DATI CORRETTI.
                  SI SONO MESSI IN AREA ROSSA CON LE LORO MANI.
                  HANNO CAMBIATO GALLERÀ, MA È FONTANA CHE DOVREBBE ANDARSENE.

                  • Mario56 scrive:

                    IL RETROSCENA
                    Covid, Lombardia errore nel calcolo dell’Rt: migliaia di guariti sono stati conteggiati come ancora positivi
                    Il meccanismo Le persone catalogate con «inizio sintomi» non uscivano più dalle statistiche Che cosa mancava Non veniva compilata la descrizione dello stato clinico: «Non ci era stato chiesto»

                    Questo alla cortese attenzione dei boccaloni nostalgici di faccetta nera, bianca, antiacidi e purganti.

                    • Gatón scrive:

                      Vedo con piacere che stai bene e che il tuo silenzio era dovuto a mancanza di argomenti.

                      • Mario56 scrive:

                        Tu li chiami ARGOMENTI gli sproloqui del tuo capo MARTELLO?
                        Sono argomenti FACCETTA BIANCA? Ho fin pensato che avessi bevuto oltre il limite, nonostante la zona arancione coi bar chiusi.
                        Martello
                        ha solo dimostrato che tutto l’Occidente era impreparato, e aldilà dei copia incolla, non sarebbe cambiato niente.
                        PERCHÉ ALLORA NON ERA STATO DENUNCIATO DA NESSUNO, NEMMENO DAL BOCCALONE SALVINI E DALLA URLATRICE BURINA MELONI , IL REGALO DI MASCHERINE ALLA CINA? Allora è non dopo.
                        Col senno di poi…
                        … anche i BOCCALONI potrebbero aver ragione.
                        Ma su dati errati di Lombardia a trazione leghista non mi dici niente?
                        Non mi dici nemmeno che la Campania è gialla coi bar e i ristoranti aperti?

                        • Gatón scrive:

                          Faccetta bianca l’avevo scritta diversi anni fa, ho creduto opportuno condividerla, ma richiede spirito critico, sinonimo di intelligenza, opposto di intellighenzia.
                          Di Friedman evidentemente ti vergogni al punto da non volerlo ammettere.

                  1. martello carlo scrive:

                    Tanto per fermare una volta per tutte il vero BOCCALONE del blog, cioè MARIO56, voglio mettere una pietra tombale sul discorso PIANO PANDEMICO e mascherine, pietra tombale posta proprio dal suo giornale di riferimento: “il matto quotidiano”

                    Da “il TEMPO”:
                    “atto di accusa del bureau of international journalism al governo Conte e ai grandi Paesi europei: per farsi belli con la Cina Italia e Ue a febbraio hanno svuotato i propri magazzini di mascherine da mandare a Wuhan. E sono restati senza mandando i propri medici e infermieri a combattere il virus a mani nude.

                    A pubblicare il più spietato j’accuse nei confronti del governo Conte forse senza accorgersene è il capo delle guardie svizzere del premier, Marco Travaglio sul Fatto quotidiano di oggi. “A febbraio l’Unione Europea ha donato alla Repubblica popolare cinesi cinquantasei tonnellate di mascherine e guanti. Proprio quando l’Italia Settentrionale si trovava all’inizio dell’epidemia mortale, nonostante le rassicurazioni fornite a gennaio e febbraio sul contenimento europeo del contagio” si legge sul quotidiano. “Già nei mesi precedenti in Europa, le scorte di Dispositivi di protezione individuale (Dpi) erano carenti. Le scorte di mascherine previste dai piani pandemici europei, mai aggiornati dal 2010, erano scadute. Sono state distrutte e mai sostituite. La Francia nel 2011 ne aveva 1,7 miliardi. Tra gennaio e marzo 2020 ne ha bruciate 1,5 milioni. Nel 2017 il Belgio ne ha distrutte 38 milioni mai rimpiazzate.”
                    NDR: IL GOVERNO CONTE ( leggi DI MAIO, superministro degli esteri ) IL 15 FEBBRAIO, DA SOLA 2 TONNELLATE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

                    PREFERISCI IL BUSCOPAN O IL GAVISCOM……. ah già, ma tu sei uno di quelli PELOSI sullo stomaco………
                    :-D :-D

                    • Simone scrive:

                      Beh, a me sembra evidente come il mondo occidentale, nonostante gli allarmi lanciati prima dalla Cina (in ritardo, poi di quanto non l’ho ancora ben capito) e poi dell’Oms, abbia sottovalutato la cosa all’inizio. Poi va detto che in Cina la situazione a febbraio era molto più grave che da noi e necessitavano di aiuti esterni.
                      La primissima presa di posizione del governo italiano, allora parecchio criticata, fu presa il 30 gennaio 2020, quando decise di sospendere tutti i voli con la Cina. Il giorno dopo si registrarono i primi die casi ufficiali in Italia, si trattava di due turisti cinesi. Da quel momento Conte fece scattare l’emergenza sanitaria nazionale.
                      Il 2 febbraio venne inaugurato a Wuhan il famoso ospedale costruito a tempo di record: mille posti letto in una superficie di 25.000 metri quadrati. Il motivo di quell0operazione ebbe origine dal fatto che improvvisamente si ritrovarono con una scarsità di posti nelle terapie intensive. Chiaro il periodo di difficoltà improvviso, che in quel momento inventiva la Cina e non ancora il mondo occidentale. Da lì cominciarono, soprattutto dall’Europa, gli aiuti verso la Cina.
                      In Europa la prima vera mossa che andava verso la direzione della chiusura fu a Barcellona, il 12 febbraio, quando per la prima volta fu annullato il Mobile World Congress, la più grande fiera al mondo di tecnologia mobile. Ma evidentemente i rischi e la situazione non erano ancora chiari in Europa. Sette giorni dopo al Meazza di Milano si giocò Atalanta Valencia, con circa 50.000 bergamaschi presenti allo stadio. Si ipotizza che quello fu uno dei primi grossi errori commessi sul suolo europeo.
                      In Italia la storia cominciò a farsi ufficialmente seria dal 21 febbraio, quando un uomo di 38 anni di Codogno risultò positivo al Covid. In poche ore si registrarono ufficialmente altri quattordici casi nella zona. La prima vittima ufficiale registrata sul territorio italiano fu un 78enne, che perse la vita proprio nella provincia di Padova in quei giorni.
                      Il 23 febbraio scattarono le prime ”zone rosse”, in 11 comuni tra Lombardia e Veneto.
                      Ma per alcuni politici importanti ancora la situazione non era chiara. Il 27 febbraio Zingaretti, che poi risulterà positivo, partecipò al famoso aperitivo sui navigli. Contemporaneamente il sindaco di Milano Sala lanciò l’hashtag milanononsiferma, e idem il sindaco di Bergamo Gori. Il giorno dopo, 28 febbraio, negli Stati Uniti Trump affermò che ”il virus è una bufala dei democratici”, ”non è altro che una banale influenza” e che ”sparirà a breve come per miracolo”.
                      Il 4 marzo i Italia si sospesero le attività scolastiche.
                      Il 7 marzo la Lombardia divenne ”zona rossa” perché i casi erano in forte crescita e iniziò allora il dramma della provincia bergamasca. Decisione che dovrebbe essere stata resa una decina di giorni prima ma non se ne fece nulla.
                      Il 9 marzo il lockdown ”duro” si estese in tutta Italia. Il nostro fu il primo Paese europeo ad adottare questa misura. il che rivela uan sottovalutazione del pericolo da noi ma ancor di più negli altri Paesi, dove in seguito si avranno numeri più drammatici rispetto ai nostri. Ad esempio in Svezia, e tra i Paesi più popolosi in Inghilterra, dove il 12 marzo Johnson annunciò che il piano per fronteggiare l’epidemia da loro si sarebbe basato sul raggiungimento della famosa ”immunità di gregge”, secondo cui ”il 60 per cento dei britannici dovrà contrarre il virus” e ”i cittadini dovranno rassegnarsi a perdere molti cari”. Inutile ricordare come qualche tempo dopo il programma inglese cambiò radicalmente.
                      Eccetera eccetera eccetera…
                      Qui il link, dal sito del Sole24Ore, in cui si fa una cronaca completa con tanto di date di tutti i passaggi: https://lab24.ilsole24ore.com/storia-coronavirus/

                      • martello carlo scrive:

                        Chiusa senza la tua interferenza un po’ pedantina, sarebbe stata la risposta perfetta alla pesante, pretestuosa politicamente inquinata campagna costruita sui morti della Lombardia.
                        E invece no, hai voluto metterci il becco ancora una volta con la solita critica antioccidentale.
                        Peccato…. tu lo fai perché sai che alla fin fine ti perdono e mi piacciono le tue lenzuolate da libro stampato…. però almeno una supposta della preparazione H la farei prendere anche a te. ;-)

                        • Simone scrive:

                          Dovresti sapere bene che non sono tipo da provocazioni webbistiche. E che preferisco arrivare a conclusioni partendo da due principi: pensiero ed analisi. La pappardella sopra dimostra tre cose del mondo occidentale: 1. Che il pericolo è stato sottovalutato nonostante dall’oriente le notizie cominciassero ad arrivare da inizio gennaio. 2. Che gli aiuti (mascherine ma probabilmente anche altro suppongo) dall’Europa furono mandati alla Cina quando la Cina era nel pieno della crisi sanitaria e qui ancora no. Cosa che si può leggere in due modi. Uno positivo (se vogliamo leggere quel presente come un’istantanea), uno negativo (se vogliamo leggere quel presente con la chiave del suo divenire, ovvero incapacità di saper cogliere per tempo il problema nonostante quello che stava succedendo nello Stato asiatico). 3. Che nonostante tutto l’Italia, numeri alla mano, è tra gli Stati europei considerati importanti, quella che ha risposto meglio alla faccenda. In entrambe le ondate viste finora. Poi che la si voglia vedere più come una critica agli altri o più come un elogio a noi, mi interessa poco, anzi nulla perché non è questo il punto. Il punto per quanto riguarda l’occidente è che indubbiamente non siamo stati recettivi per tempo, a livello politico e non. E che, se mi si permette, la libertà “democratica” unita alla mancanza di disciplina personale e collettiva che ci contraddistingue per esempio rispetto al popolo giapponese ha fatto, ed in parte sta ancora facendo e probabilmente farà il resto. In attesa del propagarsi del vaccino ed il passare del tempo.

                          • Simone scrive:

                            Ma infatti la disciplina è una qualità relativa, non assoluta. Nella seconda guerra mondiale, le due forze più ”cattive” erano la Germania e appunto il Giappone. Ovvero quelle riconosciute maggiormente disciplinate. La disciplina diventa una qualità positiva se associata ad azioni che possono portare ad una sorta di armonia, non so se mi spiego. Nel caso della gestione ”popolare” del Covid, non v’è dubbio che, al di là delle azioni politiche, il fatto di essere disciplinati fa la differenza. Interessante notare come in Giappone la cosa grosso modo funzioni (e si sta parlando di uno dei Paesi più popolosi e con l’età media più vecchia del mondo), mentre in Germania no. E dirò di più: guardavo con curiosità cosa sarebbe successo in Svezia. Mi hanno deluso da una parte, ma li ho apprezzati dall’altra. Deluso perché l’ “esperimento scandinavo” di provare a dare libertà associata a dei ”consigli comportamentali” è fallito (vedi l’altissima percentuale di infettati, se la associamo al fatto che là la densità della popolazione è bassa). Apprezzati perché nonostante tutto (mi pare d’aver letto che i reparti di terapia intensiva già a novembre erano quasi al collasso per via dei casi da coronavirus), non sembra abbiano fatto passi indietro ”alla Johnson” circa la loro decisione. Una forma di disciplina e coerenza anche questa se vogliamo. Il quadro deve essere chiaro nei limiti del possibile già dall’inizio. E c’erano tutte le possibilità per averlo chiaro già da gennaio/febbraio 2020, come scritto sopra. Se un premier dice “il 60 per cento della popolazione dovrà contrarre il virus” e ”i cittadini dovranno rassegnarsi a perdere molti cari”, devi conoscere perfettamente o comunque piuttosto bene già dall’inizio il quadro, in proiezione. E prendertene le responsabilità. Nel bene e nel male. E in un Paese democratico devi farlo col consenso maggioritario della popolazione che governi. Mettendo in atto per tempo tutte le misure possibili.
                            La mia critica al mondo occidentale inoltre è tale perché è il mondo i cui vivo e che conosco meglio anche per esperienza diretta. Per esperienza indiretta invece (ovvero tramite racconti di chi ci è stato, quindi da prendere come indicativo ma non come una verità certa, ma diciamo che tendo a fidarmi dati i soggetti – più fonti – che me lo hanno riferito), tenderei a smentire il tuo paragone tra popolo giapponese e cinese. I giapponesi hanno un’autodisciplina che fonda le proprie radici a livello culturale e storico, i cinesi lo sono invece più per imposizioni del regime.

                            “Ogni epoca ha la sua malattia.
                            Mio zio ricorda sempre la ‘spagnola’: travolgente, drammatica, violenta… adattissima agli umori umani dell’epoca. Si potrebbe studiare la storia dal linguaggio delle malattie.
                            E poi la tisi, il mal sottile che colpiva deliziosamente un’umanità illanguidita, romantica e attaccata alle tende.
                            Si muore come si deve… l’epoca lo esige.
                            L’importante, è opporsi alle malattie. L’importante è non invecchiare. Essere vecchi vuol dire non trovare più una parte eccitante e fisica da interpretare… e cadere in quello stupido riposo in cui si aspetta la morte.
                            Non lo abbiamo mica rubato il gusto di vivere. Ci spetta di diritto. Ma forse non basta più difenderlo con la pentola che bolle, con la libertà, col potere all’immaginazione.
                            Sento come il bisogno di un rigore… ma, a scanso d’equivoci… da inventare ogni giorno. Non un poliziotto… ma un guardiano di me stesso. La libertà di non essere liberi.
                            E ora, ai miei amici che gli racconto? Sì, ai miei amici… ai Re Nudi, ai Gesù Liberi, agli Erbi Voglio, ai Libertà 1, 2, 3, 4… che gli racconto? Io che sono sempre stato d’accordo che si può far tutto?

                            Si può, siamo liberi come l’aria
                            Si può, siamo noi che facciam la storia
                            Si può, libertà, libertà.libertà
                            libertà obbligatoria.”
                            Gaber-Luporini.

                          • martello carlo scrive:

                            Preferisci ragionare arrivando a conclusioni, contorcendoti in mille considerazioni che corrispondono esattamente al modo di ” FAR PENSARE ” l’occidente da parte delle sue classi dirigenti? Non è un incentivo a scusare il disprezzo per i popoli europei, da governare con la paura e la pandemia, insinuando il dubbio che di mera insipienza si tratti ( cosa che potrebbe essere concepibile solo per il nostro ministro degli esteri )?
                            Insomma, non è esattamente il modo di pensare all’occidentale che tu tanto denigri?
                            Non è un modo per dare fiato ai tromboni alla MARIO56 che suonano il requiem politico ai morti disarmati, facendo il PIFFERAIO dei MAGNIFICI PRIMATI ottenuti dal nostro Paese?
                            Il tuo post è un crescendo, come al solito, a senso unico, che arriva al suo culmine glorificando la grandiosa “disciplina personale e collettiva ” che contraddistingue, per esempio, il popolo giapponese.
                            Sbaglio o è quel popolo che all’ordine del dio in terra ha conquistato e messo a fuoco e fiamme mezzo continente asiatico e si è arreso solo alla bomba atomica?
                            Oggi ne abbiamo un miliardo e mezzo di giapponesi potenziali….. ma per ora non dobbiamo preoccuparci: c’è il nuovo presidente USA, con lo sguardo acuto delle plastiche facciali contornato dalle pie donne che in quanto a plastiche non sono da meno, insomma un occidente di CELLULOIDE GREEN, GENDER e MULTIETNICO dove alla italoamericana, alla ispanico americana ( che senso sentir cantare JUSTICIA Y LIBERTAD POR TODOS ” alla PANCHO VILLA ) ed alla nera afroamericana ci sarebbe stata molto bene, a mio parere, anche una CINOAMERICANA…. tanto per arrivare al GLOBALISMO PERFETTO.
                            Quando ci farai un PENSIERO e un’ANALISI su ” NARCOS E DEGRADO DEGLI STATI UNITI D’AMERICA E DELLA SOCIETA’ OCCIDENTALE “?

                    • Gatón scrive:

                      Più appropriata Preparazione H

                    1. Silvestro scrive:

                      Certo che la Moratti comincia proprio bene.
                      Dopo la richiesta dei vaccini in base al PIL, ha voluto subito dimostrare come si cambia registro, con un ricorso al TAR per la regione posta in zona rossa causa un errore nei dati trasmessi dalla regione stessa.
                      In pratica negozi, bar e ristoranti della Lombardia sono rimasti chiusi una settimana in più per una svista del nuovo assessore alla sanità o chi per lei.

                      Dopo solo due settimane rimpiangono già Gallera ‘l’incapace”.

                      • Mario56 scrive:

                        Lombardia una settimana in zona rossa per errore: colpa del Governo o della Regione?

                        Lombardia zona rossa per errore, le reazioni

                        Durissime le reazioni da parte del Partito Democratico e delle associazioni dei commercianti costretti a chiudere per colpa di uno sbaglio. “Sembra incredibile, eppure è vero: la Lombardia è finita in zona rossa perché Fontana e Moratti hanno sbagliato a dare i dati al governo”, scrive in un post su Facebook Lia Quartapelle, capogruppo Pd in commissione Esteri della Camera. “Vi ricordate – scrive – che Fontana e Moratti hanno fatto ricorso al Tar contro la decisione del governo di mettere la Lombardia in zona rossa a partire da domenica 17? Il punto forte del ricorso e dell’ennesima polemica contro Roma era che il governo stava usando il dato Rt sbagliato. Il ricorso, ci hanno raccontato i giornali, era il primo colpo della nuova strategia della neo-assessora alla salute Letizia Moratti chiamata per sostituire Gallera ‘L’Incapace’. Moratti ‘L’Esperta’ era pronta persino ad andare in tribunale per dimostrare l’efficienza della gestione lombarda”.

                        “Qualcosa però non tornava: i dati sul parametro Rt li calcolano le Regioni – spiega Quartapelle – e sono sempre le Regioni che li trasmettono al governo. Quindi suonava un po’ strano che Fontana si lamentasse di un dato che forniva lui al Governo. Regione Lombardia oggi ha consegnato altri dati Rt, perché la settimana scorsa avevano commesso un errore, trasmettendo i dati sbagliati. Grazie alla correzione, la Lombardia tornerà zona arancione da lunedì. Il ricorso era quindi un modo per provare a coprire l’errore”.

                        Potrebbe interessarti: https://www.milanotoday.it/attualita/coronavirus/lombardia-dati-rt-sbagliati.html

                      • Mario56 scrive:

                        ROBE DA MATTI!
                        Ma una regione col pil più alto d’Italia, traino dell’economia, ricchezza simile alla Baviera,
                        può permettersi ancora di
                        ESSERE GOVERNATA DA QUESTI INCAPACI E PURE ARROGANTI?
                        Ora ristorino SUBITO COI LORO SOLDI I NEGOZI CHIUSI SENZA MOTIVO, PER LORO ERRORI.

                      1. marco.com scrive:

                        gran divertimeto per me la Opinione del 21 u.s. (in podcast)

                        incredibile come facile è leggere il Direttore: persino gli elogi a Kamala Harris gli danno fastidio, sicuramente ha leggiucchiato “La Verità” che ormai mi pare sta diventando il suo giornale preferito (bleahhhhhhhh)

                        caro zwirner: se il mondo economico, quello del profitto capitalista, non quello della cina e della russia comunista, si sta sfrozando per far largo alle donne, NON E’ PER IL POLITICALLY CORRECT ma perchè scommette che LA DIVERSITA’ E’ UN VALORE sempre ai fini del profitto

                        dura da digerire per i maschilisti conservatori che quanto a considerazione della donna sono parenti stretti degli islamici
                        proprio così: degli islamici

                        proprio come l’amico di orban, puritano conservatore di giorno, orgia gay la sera

                        1. Gatón scrive:

                          Tornando al topic.

                          Faccetta bianca

                          Faccetta bianca senza più le palle
                          Arriviam noi che scura abbiam la pelle
                          Conquisteremo quest’Europa imbelle
                          Sarete tutti schiavi dell’Islam

                          Faccetta bianca
                          Senza più storia
                          Ti metteremo testa in terra e culo all’aria
                          Verso la Mecca
                          Dovrai pregar
                          E dovrai dire tutti i giorni Allah Akhbar !

                          Dal giorno che qui noi comanderemo
                          A capre e buoi la gola taglieremo
                          La birra con il vino aboliremo
                          E dovrai rispettare il Ramadan

                          Faccetta bianca
                          Dovrai mangiare
                          Solo le cose che il Corano può approvare
                          Basta maiale
                          Niente più bar
                          E grideremo tutti insieme Allah Akhbar !

                          Le figlie tue col burqa copriremo
                          A scuola non le potrai più mandare
                          A dodici anni le farem sposare
                          Per fare tanti figli come noi

                          Faccetta bianca
                          Islamizzata
                          I capi tuoi ormai l’han fatta la frittata
                          Il minareto
                          Dovrai guardar
                          E poi gridare come noi Allah Akhbar

                          • Mario56 scrive:

                            Perché la Donazan si è scusata?
                            Non è una canzone di LIBERAZIONE DELLA DONNA AFRICANA?

                            • Gatón scrive:

                              Mia madre mi ha insegnato che ai matti ed agli ubriachi è sempre meglio dare ragione.
                              Da parte mia ho aggiunto i politicamente corretti.
                              A proposito, perché non hai citato ii giornalista Friedman che ha dato della escort alla First Lady uscente ?

                          1. Maxim scrive:

                            giorni fa mi chiedevo davanti a miei clienti…..”ma come si può, in zona arancione, permettere la libera circolazione nel comune, ma allo stesso tempo chiedere l’autocertificazione per chi, nell’ambito del comune stesso, va a trovare un parente/amico permettendo il trasporto a max 2 persone + eventuale figlio under 14? tradotto…..chi è quel deficiente che, fermato dalle forze dell’ ordine tipo con 4 persone pur conviventi, ma maggiorenni, in auto dice che sta andando a trovare un parente/amico?”….minimo dici che stai andando all’adigeo, che vai al supermercato, che vai a fare un giro, che vai semplicemente per i cazzi tuoi….è una norma idiota al pari di chi l’ha pensata

                            eppure

                            800 euro di multa, ieri, a un conoscente, secondo il racconto di un amico fidato (perchè francamente ho fatto fatica a crederci)…..che, pacifico, alla locale che l’ha fermato avrebbe detto che stava andando a trovare la sorella con moglie e due figli over 14….400 per ognuno fuori legge….almeno cosi ho capito

                            quindi non è una norma idiota…..mmmm….è solo pensata da un idiota sapendo che qualche suo simile si paleserà placidamente…..fossero andati a far assembramento nella galleria dell’adigeo assieme ad altri 1000+ bipedi non ci sarebbe stato problema

                            1. Silvestro scrive:

                              A proposito di decessi covid, da marzo a novembre 2020, all’ISTAT risulta un eccesso di 85.624 decessi rispetto alle medie fra il 2015 e il 2019. Ma i morti ufficiali per Covid dichiarati nello stesso periodo sono stati 55.576.
                              E gli altri 30 mila?
                              Morti per covid ma non diagnosticati?
                              Morti per patologie che il sistema sanitario al collasso non ha potuto curare?
                              Entrambe le cause?
                              Magari è un rigurgito di complottismo, ma le morti in eccesso sono proprio concentrate nelle province più colpite dal virus: Bergamo +86%, Cremona +76%, Lodi +62%, Brescia +57%, Milano +41%.
                              Solo a Milano e provincia c’è un eccesso di quasi diecimila morti rispetto alla normalità degli anni recenti.

                              Ciurlando sui morti anche i numeri diventano discutibili.

                              • martello carlo scrive:

                                E’ la dimostrazione che la MORATTI ha ragione quando chiede vaccini in proporzione al PIL. Le zone da te citate sono tra le più produttive d’Italia, quindi DINAMICHE, ATTIVE. ed è propri là che il piano pandemico ( non aggiornato ) doveva essere rinforzato, proprio come il vaccino
                                Le responsabilità del MINISTERO della SANITA’ sono gravissime e la MAGISTRATURA sta indagando sul silenzio dell’OMS.
                                Tra le cause dell’aumento, stai dimenticando l’ INVECCHIAMENTO del Paese ed all’affacciarsi all’età critica del miracolo sanitario italiano.
                                INOLTRE TI STAI SCORDANDO, RIMUOVENDOLI, I MORTI DI FREDDO, DI QUELLI CHE DORMONO SOTTO I PONTI E I PORTICI, DI QUELLI CHE SOFFRONO LA FAME IN CODA AL “PANE QUOTIDIANO”, DEI QUALI VEDO CHE DA BUONI COMUNISTI DISDOTTRINATI NON PARLATE MAI: SOLO IL VIRUS PUO’ INTERESSARE ANCHE VOI :-D

                                • Silvestro scrive:

                                  STAI PARLANDO A VANVERA.
                                  Non c’entrano i vaccini, non c’entra il Ministero della sanità, e meno ancora la giustizia e l’OMS.
                                  Ma non c’entra neanche l’invecchiamento della popolazione.
                                  C’è un dato certo dell’ISTAT che evidenzia un incremento dei decessi ESTRANEI AL COVID proprio nelle zone lombarde più colpite dalla pandemia.

                                  Se giustifichi la differenza con i derelitti che muoiono di freddo e dormono sotto i ponti, quando prima hai dato ragione alla Moratti, rendi le sue dichiarazioni ancora più odiose. Comunque i dati ISTAT sono marzo-novembre 2020, quando il vaccino non c’era.
                                  Quindi se l’incremento di decessi rispetto alla media degli anni precedenti, è dovuta a morti covid non dichiarati (e le percentuali di scostamento sono paurose), significa che in Lombardia c’è stato un grave comportamento (da stabilire se doloso e/o incompetente), che ha nascosto una situazione pandemica molto più grave di quanto dichiarato.

                                  • martello carlo scrive:

                                    INVECE TU NON PARLI MAI AVANVERA, HAI DELLE DIRETTIVE MOLTOPRECISE:
                                    - far passare in secondo piano lo schifo che sta avvenendo in parlamento sotto gli occhi di MATTARELLA
                                    - riprendere l’attacco alla Lombardia, gallina dalle uova d’oro, in quanto guidata dalla destra. Uova che dovrebbero finire a ROMA, con i vostri governacci guidati dalla sinistra grazie alle spintarelle dei presidenti della repubblica.
                                    Questo attacco continuo, strumentale, alla ragione che mantiene mezza italia, nella quale vanno a farsi curare chi butta alle ortiche i soldi inviatigli proprio per avere una sanità decente, francamente ha STANCATO.
                                    Se lo SMART WORKING con lo stipendio a fine mese assicurato anche per i lavoratori della bergamasca, del bresciano e del lodigiano come succede per molti statali ( non certo per gli operatori della sanità mandati a morire senza mascherine, regalate alla CINA da un ministro degli esteri eccezionale soprattutto ,per lungimiranza e tempismo ) non staremmo qui a parlare DIETROLOGICAMENTE di residuo funerario?
                                    Possiamo affermare che molti di quei morti che per produrre il PIL per mantenere i mantenuti e far si che i morti per le strade e la gente in coda alla Caritas fossero il meno possibile, sono degli eroi ?
                                    Possiamo affermare che a voler tenere aperte le fabbriche ( e qui mi dispiace di scendere al tuo livello ) sono stati anche i sindaci di sinistra di Bergamo e Brescia, oltre che il governo?
                                    Possiamo affermare che l’incompetenza, il menefreghismo dei governi centrali cui spetta l’onere di attuare i piani anti epidemici, se ne sono strafregati e cercano di nascondere persino davanti alla magistratura le loro colpe?
                                    Possiamo affermare che sorella Europa che ora, in ritardo, ha dato a GIIUSEPPI tutti quei soldini, con la sua austerità imposta ha determinato i minori investimenti nella sanità?
                                    Se non c’entra tutto questo, di cosa stiamo parlando?

                                    Sai cosa? Alla fine anche i discorsi più pretestuosi possono suggerire soluzioni brillanti: parlo della crisi di governo in cui sembra non ci siano PDC all’altezza della bassezza di CONTE. Ebbene, penso che sia giunta l’ora di avere anche noi una PRESIDENTESSA: penso che la MORATTI sarebbe veramente una GARANZIA, d’altronde non è proprio lei che con la sue conoscenze e la stima a livello internazionale ha portato a Milano l’EXPO? :-D

                                  • Mario56 scrive:

                                    Mi pareva @ Silvestro, che le responsabilità di regione Lombardia a trazione leghista sulla diffusione della pandemia e sul disastro organizzativo nel contrastarla fossero ormai appurate ed evidenziate da qualsiasi studio scientifico. Ormai è storia unanimemente accettata…
                                    … ma pare non da qualcuno qui nel blog. Vedo un arrampicarsi sugli specchi pauroso ogni volta che si parla di Lombardia. Se si parlasse di De Luca allora sarebbe messo alla gogna e crocifisso, nonostante in Campania la mortalità sia bassissima e Napoli ha una densità abitativa da record europeo .

                                    • martello carlo scrive:

                                      VOGLIAMO LA MORATTI COME PDC. :-D

                                    • Silvestro scrive:

                                      Già la situazione era grave prima: Ma se fosse accertato che, come già detto, a Milano e provincia si sono ‘persi’ 10mila decessi per covid cioè il 41% del totale dei decessi, sarebbe tragico.

                                      Ma poi per scaricare le responsabilità, anche con numeri che parlano da soli il divagare, i bla bla bla imperversano.

                                • Mario56 scrive:

                                  Ti devo ricordare che la GERMANIA, pur con notevole incremento negli ultimi tempi di decessi,
                                  ha sempre una mortalità bassissima rispetto alla Lombardia governata da sempre dalla lega e destraglie varie. Non mi pare che in Germania vi sia poca circolazione di persone e vi sia bassa produttività .
                                  Lascia stare il piano pandemico aggiornato o no non avrebbe cambiato di una virgola: il modo di trasmissione delle malattie respiratorie è uguale da decenni e i presidi sono sempre gli stessi.

                                  Se fosse stato aggiornato, Fontana avrebbe avuto più mascherine e camici?
                                  Avrebbe avuto più medici, infermieri, oss?
                                  Più letti di terapia intensiva?
                                  Sarebbe stato più assennato?

                                  • Maxim scrive:

                                    MARIO56…”il piano pandemico aggiornato o no non avrebbe cambiato di una virgola: il modo di trasmissione delle malattie respiratorie è uguale da decenni e i presidi sono sempre gli stessi”

                                    manco salvini avrebbe potuto dire una puttanata simile, e te lo dico con tutta la rabbia possibile e puoi immaginare il perche, se tu avessi la sensibilità di una persona e non di un misero ultras di non so che cosa, togliendo un impropero che non mi è solito e che risparmio…….occupati di trump che è meglio…..

                                    • Maxim scrive:

                                      ma a tirarlo fuori, con nuove linee comuni avrebbe aiutato e delineato una movenza comune….ricordo che oltre ai piani pandemici ci sono altri piani….e cmq dal 2006 ne sono passate di epidemie, fortunatamente non pandemie, sotto i ponti….io stesso ogni anno affronto nuove esercitazioni e seguo aggiornamenti riguardo a piani interni certamente meno gravosi, ma che evidentemente andavano fatti per anche piccole variazioni….lo chiede semplicemente lo stato nelle sue leggi!!! lo stesso stato che, sotto vari governi, avrebbe aiutato e delineato una movenza comune se si fosse ricordato di fare piuttosto che di modificare le date o addirittura infischiarsene…..e questo, se permetti, non puoi sminuirlo con le tue parole….fermo restando che io parlavo del concetto fine a se stesso, mentre tu ti butti subito a politicizzare la cosa…..ma rientra nel tuo carattere….riusciresti a disquisire sul significato politico di una tazzina di caffè servita su un piattino circa il posizionamento a sx o dx del manico e del cucchiaino :D

                                    • Mario56 scrive:

                                      In fondo, tornando al nostro piano pandemico del 2006, la preparazione non è un concetto astratto. Basti guardare ciò che è successo all’ospedale di Schiavonia, in provincia di Padova dove, grazie a un protocollo applicato con diligenza e tempestività, dopo il primo caso Covid registrato il 21 febbraio si è sanificato correttamente l’ospedale, si sono fatti circa 700 tamponi, si è chiusa l’area con misure di quarantena e si è spento il focolaio sul nascere. Carta canta. In Veneto possiamo dire che una preparazione anticipata ha evitato il disastro. Era stato sviluppato un test diagnostico, erano state fatte scorte (decine di migliaia) di test, acquistato respiratori, riempito i silos di ossigeno e acquistato quantità ingenti di mascherine.

                                      Insomma, laddove sono stati applicati dei protocolli e soprattutto laddove è stata messa in campo una azione preparatoria, i focolai epidemici sono stati spenti e il contagio ridotto a zero. Quanto meno nella prima ondata. Laddove non si è predisposto nulla, non si sono fatte scorte di tamponi, di reagenti e dpi e soprattutto non si è fatta sorveglianza è successo il disastro. Ora siamo tutti distratti dallo scandalo del dossier dell’Oms fatto sparire dal web, ma il punto sembrerebbe un altro: l’Italia aveva un piano pandemico che, anche se vecchio di 14 anni, sarebbe potuto servire – se applicato – a salvare vite umane. Chiediamoci perché nessuno lo abbia tirato fuori dal cassetto.

                                    • Mario56 scrive:

                                      Guarda @maxim
                                      sull’aggiornamento o meno meno del piano, qualche ritocco poi, che cambiasse poco la situazione non è un’affermazione mia , ma di illustri esperti.
                                      Tu puoi avere anche l’aggiornamento del 2021 ma se le regioni non recepiscono e non fanno scorte di mascherine chi incolpiamo.
                                      Il piano del 2006 prevedeva ampie scorte di presidi. Il Veneto li aveva, la Lombardia no. Ovviamente parliamo di presidi per gli operatori sanitari.
                                      Due regioni guidate dalla lega, visto che mi accusi di partigianeria.

                                    • Maxim scrive:

                                      tu continua a leggere e a risponndere a quel che vuoi….e prima di darmi di uno in malafede, rileggiti la stronzata scritta che ti ho riportato……c’è scritto lombardia? c’è scritto zaia? tu sei semplicemente uno che la gira quanto vuole…..per quel che mi riguarda, puoi continuare a farlo, in tutta la tua buonafede…..

                                    • Mario56 scrive:

                                      Maxim rabbioso …
                                      non mi meraviglio!
                                      Non sei in buonafede se credi che col piano aggiornato al 2017 …
                                      … la regione Lombardia avrebbe fatto meno disastri…
                                      … loro non avevano nessun piano a differenza del Veneto del leghista Zaia che tra l’altro dopo la dichiarazione dello stato di emergenza ( 31/01/2020) riempiva i magazzini del Veneto di mascherine.
                                      a differenza della Lombardia che rimaneva immobile.

                                  • martello carlo scrive:

                                    Parli di COVID da mane a sera da un anno e non hai ancora capito che sono proprio le mascherine e tutti i dispositivi per gli operatori sanitari che non sono stati integrati la causa principale della tragedia. GLOBALISMO SIGNIFICA ANCHE LASCIARE IL MONMOPOLIIA DELLE PRODUZIONI STRATEGICHE AI CINESI?
                                    Ma di cosa parli…..
                                    Comunque Il furto di miliardi alla LOMBARDIA dovrà essere tagliato: spero che la MORATTI metta fine allo sconcio del residuo passivo buttato nel calderone del magna magna….. e così i medici e i posti ci saranno anche con l’austerità impostaci dall’UE ( non dimentichiamoci l’aumento in GRECIA della mortalità infantile TROIKA DIPENDENTE ).
                                    Finalmente una che dimostra di avere gli attributi, come nel caso PIL/VACCINI

                                    • Mario56 scrive:

                                      I dispositivi, mascherine, guanti, tute, gel ,..
                                      … anche se il piano era quello della SARS del 2006 dovevano esserci nei magazzini delle regioni.
                                      Zaia li aveva in Veneto e dopo lo stato d’emergenza (31/01/20) ne ha acquistato ancora sul mercato internazionale.
                                      Fontana no invece. Non ha fatto nulla se non uno scaricabarile con speranza…
                                      e non aveva nessuna scorta. Non avevano nemmeno il piano regionale.
                                      Perché?
                                      Loro pensavano in questi anni alla cardiochirurgia : c’erano più posti letto di cardiochirurgia a Milano che la l’intera Francia.

                              1. Mario56 scrive:

                                @gaton
                                Visto che DEVI SOTTOLINEARE “ ANCHE STALIN…” per dimostrare che fascismo = comunismo …
                                ti dirò che anche Stalin era un dittatore.
                                Ma questo è scontato, non dobbiamo ribadirlo ogni volta.

                                1. Marco.com scrive:

                                  Viste le miserie italiane – tutti: con l’aggravante del comiziante felpino che augura la morte ai senatori a vita è alla urlatrice smemorata diventata ministro grazie a scilipoti – consoliamoci con la fine grottesca del presidente orange-hair.

                                  Questo abietto personaggio come un qualsiasi Nepote della storia abusa del potere fino all’ultimo.
                                  Resterà nella storia come la più assurda evidenza di deriva psicopatica.
                                  Ma a zwirner interessa difendere la donazzan
                                  A ognuno il suo

                                  • martello carlo scrive:

                                    Consolati…… ma WASHINGTON è lontana, al di là dell’Atlantico, mentre le miserie al sono al di là del TEVERE e i costruttori PELOSI di stomaco nemmeno si sognano l’IMPEACHMENT di CONTE.
                                    Vediamo cosa farà il SACRO COLLE che l’ha nominato al primo dei suoi governi……. non certamente l’ultimo, visto che la stanno tirando a campà in attesa di un altro presidente di sinistra. ( che palle )

                                  • Mario56 scrive:

                                    Usa Inauguration Day 2021. Donald Trump: “Arrivederci, Torneremo”. Biden: “È un nuovo giorno in America”

                                    Donald Trump e la First Lady Melania lasciano per l’ultima volta la Casa Bianca (afp)
                                    Il presidente uscente e la First Lady hanno lasciato la Casa Bianca e sono già a bordo dell’aereo che li porterà a Mar-a-Lago in Florida. Nel discorso di addio l’ex capo di Stato vanta il “miracolo del vaccino” e il taglio delle tasse. Ma non nomina mai il suo successore

                                    Che soddisfazione oggi che ci da la politica usa rispetto a quella italiana.
                                    Trump è stato malefico fino all’ultimo minuto: graziato Steve Bannon e altri della sua cricca.
                                    Alla povera gente invece si nega la grazia e la si manda al patibolo.

                                    • martello carlo scrive:

                                      Chiamala povera gente gli assassini. Povera gente sono gli oppositori al regime cinese.
                                      Con questo metro CONTE è uno che non tradisce mai.

                                      • Mario56 scrive:

                                        Assassina si, ma
                                        MALATA DI MENTE, INFERMA COME DIAGNOSTICATO DA TUTTI GLI PSICHIATRI, e riconosciuto perfino dal tribunale che ugualmente l’ha condannata a morte, dopo una povera vita di violenze, abusi, alcool.
                                        Come le SS che eliminavano i PAZZI.

                                  1. Silvestro scrive:

                                    Fino ad ora tutto come previsto.
                                    Conte ce la fa con quelli raccattati col nome che volete voi, la crisi non c’è.
                                    A Italia Viva tutti riconoscono la fondatezza delle loro motivazioni che erano pure documentate; Conte le ha praticamente accolte tutte ma andrà avanti escludendo Renzi il quale, per ottenerle, ha dovuto ritirarsi.
                                    Quindi non sarà lui per il futuro a dettare l’agenda del governo.

                                    E qui comincia il bello: quali sono gli spazi di manovra di una maggioranza più debole nei numeri e più confusa nelle idee per farsi ascoltare da un premier accentratore che traccheggia perché non vuole scontentare nessuno.
                                    Cosa faranno quei senatori che hanno votato sempre contro le scelte di questo governo e che ora sono in maggioranza.
                                    Quale sarà l’esito delle votazioni quando i 3 senatori a vita che ieri lo hanno supportato torneranno ad assentarsi come è quasi sempre avvenuto.

                                    L’importante è resistere per sei mesi, magari avviando la discussione su una nuova legge elettorale esclusivamente proporzionale, poi comincia il semestre bianco e dopo c’è la nomina del nuovo Presidente della Repubblica. Cosi sarà trascorso almeno un altro anno.

                                    Ma aspettiamo Mattarella che si sa vede la situazione in modo diverso.

                                    • Simone scrive:

                                      Mi si permetta un ragionamento anti democratico, se intendiamo per democrazia (rappresentativo parlamentare) il governo di almeno il 50+1.%. Il mio ora è un ragionamento che va al di là di quello che penso delle singole forze di governo e di opposizione, sto parlando di metodo. Fosse per me, volendo mantenere questo sistema (che non condivido ma nel quale vivo e devo accettare quindi le sue regole di base), farei governare il partito che prende la maggioranza, I compromessi, i tentavi di accordo e/o di sintesi, alla lunga disgregano qualsiasi tentativo di azione politica pura. E finiscono inevitabilmente per impedire il raggiungimento di qualsiasi programma. Fossi un del 5 Stelle non potrei accettare di governare insieme al PD, e viceversa, come se fossi un leghista non potrei accettare di governare con la Meloni o Forza Italia, e viceversa. Proprio perché così non arriverò mai a raggiungere la meta della mia idea politica. E’ sempre successo in questo tipo di democrazia partitica, e sempre succederà. Con alcune punte che portano all’inevitabile quanto ahimè legittimo mercimonio parlamentare – a meno che non lo si faccia comprando e corrompendo, chiaro. Detto questo, l’azione di governo la si dovrebbe poter fermare – o meno – in qualsiasi momento, dopo un serio dibattito pubblico (a mio avviso impossibile perché lo è per via dei grandi numeri e non solo, ma questa è un’altra questione), qualora quella stessa forza di governo che ha ottenuto originariamente la maggioranza non rispettasse il suo programma.

                                      Sulle parole della Moratti: è evidente che c’è un filone che lega certi tipi di dichiarazioni (altro esempio Toti). Detto che a logica secondo me la priorità dei vaccini dovrebbe andare prima a quei soggetti che possono ammalarsi gravemente indipendentemente dalla regione, mi dà fastidio, prima ancora che quelle dichiarazioni, l’affannoso e spesso ridicolo tentativo di nasconderle dopo. Mi piace quando la gente si rivela per quella che è, indipendentemente che io sia d’accordo o meno con ciò che esprime. Solo con la sincerità e la chiarezza ci si può rivelare, se stessi e i proprio piani. E solo così poi in democrazia si può decidere se accettare o no certi concetti, che naturalmente devono essere compatibili con la Costituzione, altrimenti è la legge stessa che li dovrebbe automaticamente bloccare.

                                    • Mario56 scrive:

                                      Quel TRACCHEGIA PERCHÉ NON VUOL SCONTENTARE NESSUNO …
                                      a me pare invece che NON VUOL SCONTENTARE IL M5STELLE, indubbiante azionista di maggioranza ma TROPPO CHIUSO DA IDEOLOGIE ANCORA IN PREVALENZA POPULISTE E ANTISISTEMA che sta ingessando tutto.

                                    1. marco.com scrive:

                                      Ma perché il direttore dice pfaiffer e non pfaizer?
                                      Pensa alla Michelle Pfeiffer?

                                      • Mario56 scrive:

                                        Casi
                                        Totale
                                        Germania
                                        Casi
                                        2,07 Mln
                                        +12.233
                                        Guarigioni
                                        1,76 Mln
                                        +44.517
                                        Decessi
                                        48.997
                                        +1.734
                                        Luogo Casi Guarigioni Decessi
                                        Renania Settentrionale-Vestfalia
                                        457.000
                                        +4.957
                                        395.000
                                        +9.520
                                        9.473
                                        +350
                                        Baviera
                                        380.000
                                        +3.798
                                        326.000
                                        +7.469
                                        9.106
                                        +334
                                        Baden-Württemberg
                                        277.000
                                        +1.712
                                        240.000
                                        +5.567
                                        6.324
                                        +106
                                        Sassonia
                                        169.000
                                        +1.209
                                        140.000
                                        +3.300
                                        5.307
                                        +159
                                        Assia
                                        161.000
                                        +1.770
                                        136.000

                                        Di questo passo la Germania farà il sorpasso sui decessi !
                                        Ciò prova che non si può convivere col virus è se ci provi soccombi.

                                        • martello carlo scrive:

                                          Ma non eri tu che davi tutta la colpa alla scarsa medicina territoriale della LOMBARDIA e alla gestione di FONTANA, mentre in GERMANIA avevano sconfitto il virus senza tante restrizioni perché, come al solito avevano i posti di medicina intensiva 10 volte i nostri e……bla bla bla……

                                      • Maxim scrive:

                                        ha lo stesso difetto di pronuncia di mario, che lo chiama swirner….

                                        quindi….mario56….è mario zwirner… :D

                                      1. Gatón scrive:

                                        Tecum nobiscum !

                                        1. Maxim scrive:

                                          circa la fiducia…..il governo è gia di per se morto, responsabili o no….

                                          avrei voluto scrivere sputtanato, ma nei miei pensieri ciò piu si addice a renzi….che ha grandi ragioni di fondo, ma che ha espresso nel momento in cui evidentemente si aspettava (alla salvini…..per fortuna non ho dei matteo in famiglia… :D ) di annientare conte, piu che sollecitarlo….

                                          credo che renzi sia la persona piu ricca di idee, attenzione e fantasia del decennio….fosse stato un pacioso carattere emiliano o un quadrato bolzanino piuttosto che un indecifrabile semidimenticato isernino probabilmente avrebbe tradotto meglio in azioni le sue idee, azioni spesso degne di vignette da vernacoliere piu che da politico rottamatore

                                          invece…..

                                          invece ha ragioni di fondo (l’immobilismo del governo e le tante scelte opinabili sono piuttosto evidenti, almeno negli ultimi 6-7 mesi…), ma lui stesso nell’additare le cose a conte sminuisce troppo che non era con salvini o meloni, ma con conte stesso!!! lo ha incalzato sottovoce e conte non ha risposto? puo essere….ma questo è piu degno (si fa per dire…) di zingaretti, che solo ora se ne viene fuori col “bisogna dare un’accelerata”!!!! anche lui ha incalzato conte sottovoce e l’avvocato non ha risposto? in effetti in questi mesi piu che un dialogo tra sordi a me è parso che l’unica comunicazione realmente sentita dal paese sia stata sui vaccini e sul numero della pandemia nei vari riscontri…..e l’inutile semaforo regionale delle fasce: 4 mesi di paranoie settimanali per non aver chiuso 1 mese o poco piu in maniera decisa, totale

                                          francamente nemmeno un sussurro da mattarella….in passato almeno qualche spiffero sottovoce se l’è fatto scappare, in situazioni medesime….ma tra tutti, è il comportamento che meno mi preoccupa

                                          aldilà di ciò non mi è parso di sentire nè renzi e tantomeno zingaretti, prima di gennaio…..bontà loro…

                                          detto ciò, non vedo che una strada: che conte faccia pace con IV, se no può avere tutti i numeri che vuole, ma con un’armata brancaleone di responsabili sai cosa succede oggi, ma non domani…..e comunque i numeri ci sarammo, secondo me (in tv sono scettici)

                                          quanto ai 5S….dal vaffaday all’irruzione in massa, insperata, sugli scranni, al vaffa a salvini, al vaffa a renzi, alla ricerca di un manipolo di vaffanculati…..un vaffa a chi aveva creduto al nuovo…..addio cittadini, benvenuti politicanti….normale!

                                          1. Mario56 scrive:

                                            https://www.tgcom24.mediaset.it/politica/proposta-moratti-vaccini-in-base-apil-sala-mi-cadono-le-braccia_27750298-202102k.shtml

                                            Ma,
                                            questa è peggio di Gallerà!
                                            In regione Lombardia gente, anche se di destra, con un po’ di sale in zucca esiste?

                                            • Maxim scrive:

                                              non c’è solo il covid, contagioso….c’è anche il contagio dell’intellighenzia di governo (in vacanza da una vita, canta irene grandi….diciamo da giugno-luglio, per dare un confine temporaleal “da una vita”) che fa proseliti negativi (IV compresa)….quindi non mi stupisce che la Moratti sia stata preda da febbre senile da cavallo, del resto viene da parenti tra cui uno che ha vinto il triplete dopo aver depauperato miliardi (di lire) e milioni (di euro) in 16 anni piu o meno di insuccessi come se desse spiccioli a un lavavetri…. (continuando pure dopo la splendida stagione di 10 anni fa…..lo ammetto, non sono interista….anzi, è proprio la squadra che mi è piu antipatica proprio dal suo avvento da incompetente abramovich italiano :) )

                                              ci sono famiglie che ragionano col…..portafoglio….lady moratti compresa….poi magari dirà che non abbiamo capito, che non intendeva, che qua, che là…..nulla di nuovo….come il dibattito al senato….come la conta delle pecore (usare vacche poteva essere sessismo, anche laddove uno qui ha dato della scimmia alla meloni mesi or sono…) e dei mufloni (montoni era la prima idea, ma….vedere parentesi precedente)…..gli snocciolamenti superbi dei propri risultati e quelli contrari, e viceversa a seconda di chi parla prima…..

                                              non c’è nulla che non abbiamo gia vissuto negli ultimi 50-60 anni almeno…..tra parentesi, la moratti ne ha 71…. :)

                                            1. martello carlo scrive:

                                              @ MARIO56 17 gennaio 2021 alle 13:45

                                              “Consegnare il paese a SALVINI MELONI, sarebbe decretare già ora il FALLIMENTO ECONOMICO, IL DEFAULT…SAREBBE CRIMINALE SAREBBE UN REATO”.

                                              E’ UN REATO mantenere in piedi questo governo col 33% di NAVIGATOR che ha trasformato il parlamento in un SALOTTO di stravaccati protagonisti di chiacchere per distruggere , la democrazia e la sovranità dell’Italia, cui si sono aggiunti dei comunisti debosciati sdottrinati.
                                              A questo AVVOCATO sono consentite cose, forse anche da parte del Presidente, che non lo sarebbero in alcun paese democratico, anche considerando lo squallore o meglio l’assenza di un programma serio per l’utilizzo del finanziamenti europei.
                                              Capisco: è un fedele di PADRE PIO, e quindi l’appoggio incondizionato di FRANCESCO è più che comprensibile, ma non è sufficiente, come pure quello di MATTARELLA.
                                              Ci dev’essere molto di più.
                                              Il RECOVERY PLAN che era nella sua testa, non è azzardato affermare che sembrasse concepito per avere come conseguenza il fallimento del Paese ( e qui torniamo alla scatola di tonno ).
                                              Ciò è talmente provocatorio da giustificare PIENAMENTE la reazione di RENZI. Non solo, giustifica la sua volontà di estrometterlo una volta per tutte dalla guida di un qualsiasi governo ( un CONTE TER sarebbe veramente troppo ed una soluzione MOLTO OSCURA ).
                                              I suoi sostenitori, ritengono l’AVVOCATO come l’eroe che ci ha fatto avere i 209 MLD dall’Europa. Sì, questa è la convinzione, popolino compreso.
                                              IN REALTA’ NON ABBIAMO NEMMENO, NON DICO UN EURO, MA NEMMENO UNA DELLE VECCHIE LIRETTE E POTREMMO NON AVERLO NEMMENO IN FUTURO.
                                              Il RECOVERY PLAN di CONTE sembra fatto apposta per far fallire l’Italia, viste le CONDIZIONALITA’ che ne possono impedire il finanziamento.
                                              In Europa non sono né stupidi né generosi. Se hanno dato a CONTE ( SULLA CARTA ) questa pioggia di miliardi è per controllare meglio il nostro Paese ( la iniziale struttura piramidale per l’attuazione del programma era finalizzata a questo ): i PROTETTORI sopra MATTARELLA sono MACRON e la MERKEL.
                                              La resistenza COCCIUTA a non abbandonare, ricorrendo perfino a vecchi arnesi come MASTELLA, è dovuta al fatto che non può mancare al compito assegnatogli: portare il paese al baratro , ben sapendo che l’Italia, senza la riforma della burocrazia e della giustizia non sarà MAI in grado di investire i finanziamenti e quindi alla fine magari andranno alla costruzione di un’altra autostrada in POLONIA.
                                              Da BRUXELLES filtrano già voci che giudicano il piano come finalizzato a distribuire prebende agli amici degli amici, con gaudio massimo per chi vorrebbe usare il DDT per le CICALE, e lo useranno non appena avranno il minimo appiglio, stiamone certi.
                                              Ma l’AVVOCATO deve andare avanti a tutti i costi: IL BOCCONE ITALIA E’ TROPPO GHIOTTO ed il popolino è abituato alla sottomissione. Se al posto della SPAGNA ci mettiamo la GERMANIA, poco cambia, c’è pur sempre la FRANZA.
                                              Per un fedele di PADRE PIO e delle sue sofferenze, cosa c’è di meglio di un popolo che sopravvive magari a pane e acqua, senza bisogno di divertimenti pagani quali discoteche ” happy hours “, le vacanze al mare, teatri, cinema e le insopportabili cenate in trattoria in allegra compagnia? :-( :-(

                                              • Mario56 scrive:

                                                A te va sempre ricordato che Conte lo avete trovato fuori VOI DEL GOVERNO GIALLO VERDE (Salvini premier)
                                                >> i navigator e reddito di cittadinanza sono state LEGGI VOSTRE . Il centro sinistra ha votato contro.
                                                >> i giovani pensionati e medici e infermieri pensionati anzitempo con quota 100 è stata una VOSTRA LEGGE
                                                e se ora sono sul DIVANO È COLPA VOSTRA. Il centro sinistra ha votato contro.
                                                Affidare il governo a Salvini Meloni significherebbe perdere per sempre i 209 mld euro di aiuto europeo e proseguire nel fallimento di tutti i governi di destra.
                                                Vedi per tutte governo Berlusconi col quasi default del 2011.

                                                • martello carlo scrive:

                                                  Mi sembra che ultimamente la tua memoria scarseggi.
                                                  Perciò devo ricordarti di averti già precisato che CONTE è stato scelto da MATTARELLA, designando il candidato dei 5S, un errore che stiamo tuttora pagando caro. La Lega aveva proposto GIULIO SAPELLI.
                                                  Quanto al reddito di cittadinanza, è stato un provvedimento che ho sempre avversato ( ha comprato lo stramaledetto 33% di voti per i grillini ), che però a giudizio di molti è servito ad aiutare una situazione di disagio e povertà che già allora si cominciava a sentire e che la LEGA ha approvato con dei paletti precisi finalizzati all’occupazione, poi disattesi per la caduta del governo giallo verde e non osservati dal governo giallo rosso, che col contributo del PD è un creatore di fancazzisti incalliti insuperabile: non ho mai sentito profferire a CONTE ( ma nemmeno a ZINGARETTI ) la parola LAVORATORI.
                                                  La quota 100 non era certo un obbligo, bensì una POSSIBILITA’ che avrebbe dovuto favorire un ricambio generazionale nell’ambito di una politica di occupazionale giovanile ostacolata da un’europa tirchia che soprattutto sotto l’austerità dei governi di CSX ha fatto trovare l’Italia impreparata di fronte alla pandemia, europa che per rivedere i propri errori, da sempre ostacolati dalla LEGA, ha bisogno di pesanti avvertimenti SOVRANISTI e MONITI VIRALI.
                                                  Se poi qualcuno sostiene che i 209 MLD sono merito di conte, sono d’accordo visto che lo considero un virus più letale del COVID. :-(

                                              1. Gatón scrive:

                                                Anche oggi in diretta tv misera figura di Zaia, costretto ad un’ignobile sceneggiata nei confronti di Pfizer per cercare di giustificare il fallimento del piano vaccinale regionale.

                                                • Mario56 scrive:

                                                  Credo che la tua sia una provocazione!
                                                  Il piano vaccinale regionale non ho alcun motivo di pensarlo fallito dopo meno di un mese dall’inizio.
                                                  Sceneggiata contro la PFZER ?
                                                  Si assolutamente
                                                  se è vero che trattasi solo di una settimana di ritardo che sarà tutto recuperato alla prossima consegna, come dichiarato dalla azienda.
                                                  Se poi ci vediamo delle cospirazioni contro il Veneto …

                                                1. Mario56 scrive:

                                                  @@gaton
                                                  Non c’è da tirare le orecchie a nessuno, se non a te stesso.
                                                  Posto che non importa UNA MAZZA da dove hanno avuto origine le epidemie, l’importante è prendere atto che i popoli orientali come Cina, Vietnam, Corea del Sud, Giappone ecc hanno contenuto il contagio…
                                                  … l’Occidente sta invece soccombendo.
                                                  Mi sai dare una spiegazione?
                                                  Potresti chiedere supporto a quel seminegazionista , firmatario del documento Zangrillo che dava il via libera alla infezione estiva, tal Palu’.

                                                  • martello carlo scrive:

                                                    A me la ricerca sulle epidemie è sembrata interessante, ma a te può sembrare superflua, considerata la tua enciclopedica cultura rossa.
                                                    Capire le origini e le cause di un errore, mi sembra l’unico rimedio affinchè non si ripeta.
                                                    A te dà fastidio perché a commettere gli errori sono coloro che hanno la testa come la tua.
                                                    Quanto agli orientali, penso che siano in gran parte immuni essendo autoctoni della maggior parte dei virus.

                                                  1. Mario56 scrive:

                                                    https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2021/01/17/navalny-torna-in-russia-sono-innocente-non-temo-larresto-_d6a2f318-0f9d-4deb-ac5c-7436aa05f00e.html

                                                    Della DEMOCRATICA Russia d Putin…
                                                    … ne vogliamo parlare?
                                                    O la dittatura c’è solo in Cina e paesi islamici?

                                                    • Gatón scrive:

                                                      Chi di noi ha mai portato la Russia di Putin ad esempio di cemocrazia ?

                                                      • Mario56 scrive:

                                                        C’è qualche partito vicino al tuo modo di pensare e probabilmente lo hai votato, che si vanta tuttora di essere ALLEATO di Putin.
                                                        Non credo che occorra che ti metta dei link.
                                                        Addirittura Berlusconi stesso se ne è sempre vantato di essere AMICO DI PUTIN E DELLA RUSSIA.

                                                        • martello carlo scrive:

                                                          A te andava bene la Russia dei GULAG evidentemente e ti brucia che nonostante il pesante retaggio, PUTIN la stia rimettendo sulla strada della democrazia.
                                                          Tra l’altro mi sembra che abbia risolto i gravi problemi medio orientali provocati dal tuo tanto amato PRESIDENTE ABBRONZATO premio NOBEL.
                                                          A proposito, ho sentito che a Stoccolma hanno deciso di distribuirlo sulla base di quote nere: 50/50, come nella PUBBLICITA’. :-D :-D

                                                    1. marco.com scrive:

                                                      donazzan: l’argomento mi sembra chiusissimo
                                                      la super-antipatica donazzan se le è sentite cantare persino da Pan (lega) che in pratica le ha detto di non scherzare su questi temi: Pan ha raccontato che suo nonno è stato costretto a bere l’olio di ricino
                                                      la donazzan può avere le opinioni che vuole, retrograde e bigotte, l’importante è che non metta in pratica nulla
                                                      d’altra parte, non ne ha nessuna possibilità se non quella di starnazzare contro il pensiero unico, che non esiste
                                                      avete visto: non c’è stata nessuna censura, egregio zwirner: tutti in Italia possono dire la loro. Non siamo sotto il regime fascista (o stalinista)

                                                      Virus cinese: ci si gira intorno. Supponiamo pure che l’origine sia cinese. Il punto successivo è se questa origine è stata intenzionalmente prodotta in laboratorio per scopi bellici oppure è sfuggita per sbaglio, contro cioè la volontà di chi l’ha prodotto.

                                                      Gli studi pubblicati da Lancet dicono che la mappatura del genoma del virus fa pensare che sia naturale e non artificiale. Del resto non ci sono evidenze.
                                                      Alla luce di questo, insistere come trump, come salvini sulla natura cinese del virus è puramente strumentale, giusto per mestare nel torbido del comunismo della sinistra ecc. ecc. Una cosa miserevole. Miserevole come la fine di trump, che dopo aver incitato gli sciamani ad assaltare il Campidoglio, adesso fa il vigliacco.

                                                      1. martello carlo scrive:

                                                        @ SILVESTRO 16 gennaio 2021 alle 20:56

                                                        tu scherzi, ma la peste di GIUSTINIANO ( che DETERMINO’ LA FINE DELL’IMPERO ROMANO prestando il fianco alle conquiste ARABE ) fu causata dal batterio YERSINIA PESTIS proveniente dall’ASIA CENTRALE, diffuso dalle pulci dei ratti e fu la PRIMA di una serie di pestilenze ( 541 al 717 ), la Shirawayh (627-628), la peste di Amwas (638-639) e la peste di notabili (716-717). La SECONDA serie copre il periodo che va dal 1346 al 1720, arrivata probabilmente in Europa dalle rotte commerciali con l’Oriente.
                                                        QUEST’ULTIMA COINCIDE PERFETTAMENTE CON LA PESTE A VENEZIA.
                                                        Se vogliamo approfondire la ragioni per le quali le epidemie e i virus provengano prevalentemente dalla CINA, è interessante leggere l’intervista del prof. PALU, il più grande virologo mondiale, come confermato da MARIO56

                                                        https://ilbolive.unipd.it/it/news/cina-covid19-coronavirus-origine-epidemia.

                                                        Naturalmente tutte queste considerazioni valgono per l’antichità, prima che l’ingegneria genetica e biologica raggiungesse l’attuale livello, grazie agli studi che si effettuano in laboratori come quello di WUHAN ( dove esiste un’ampia scelta di germi già in natura ) ed entrassero a far parte dell’arsenale delle armi chimiche e batteriologiche, il cui utilizzo è già stato ampiamente sperimentato nella 2 ultime guerre mondiali e non solo.

                                                        • Silvestro scrive:

                                                          Forse ti sfugge che da “faccetta nera” della Donazzan, allargando sempre più il dibattito con nuove divagazioni, siamo arrivati a discutere sulla storia secolare delle epidemie in Europa che nulla hanno in comune con il tema originale.
                                                          Non è più una discussione, è un rilanciare continuo nuovi argomenti.

                                                          Sul covid cinese, a distanza di una anno e viste le condizioni in cui si trova oggi l’occidente, ho già detto che si tratta di un anacronismo strumentale.

                                                          • martello carlo scrive:

                                                            AWOMEN ( amen è anacronistico e strumentale ). Così parlò SILVESTRO.
                                                            …e perché l’hai detto tu, bisogna chiudere un argomento che ci sta rompendo gli organi da un anno e che continua a mietere vittime in tutto il mondo?
                                                            Cosa c’entrino poi le condizioni dell’occidente con l’espandersi del virus cinese poi va ricercato nei meandri della tua testolina….. o sei anche tu seguace di PADRE PIO……
                                                            Mi sembra che aver dimostrato con prove storiche quanto la CINA sia un paese virale, oltre che interessante sia stata un ottimo freno alla difesa stancante ( io tra l’altro sono un CINOFILO, nonché amante degli elefanti e rinoceronti ) di MARIO56 di responsabilità tanto evidenti……

                                                            • Silvestro scrive:

                                                              Se ti rivolgi a me io ti rispondo e ho esposto, anzi, ho riproposto ancora una volta il mio punto di vista.
                                                              Se ti fa piacere puoi continuare a parlarne come se servisse a contenere le migliaia di decessi che giorno dopo giorno si certificano ancora dopo un anno nell’occidente. Perché, ripeto anche questo, “libertà non è far ammalare gli altri” (Mattarella 31-7-20).
                                                              Ma troverai certamente chi ti spalleggia.

                                                              • Silvestro scrive:

                                                                Gaton:
                                                                Io non tiro le orecchie a nessuno, faccio le mie osservazioni quando le ritengo utili.

                                                                Ho segnalato che tra botta e risposta siamo passati dalla Donazzan alla storia delle epidemie nel mondo; ho segnalato che trovo anacronistico dopo un anno si cerchino ancora le origini del virus.
                                                                Se non sei d’accordo, tu, come chiunque altro, puoi continuare trascurando le considerazioni degli altri.
                                                                Nel blog ognuno commenta e risponde secondo le proprie sensibilità e le proprie convinzioni.

                                                              • Gatón scrive:

                                                                …se tu tirassi le orecchie al tuo compagno sinonegazionista la tua posizione
                                                                sarebbe chiara e l’argomento chiuso.

                                                        1. marco.com scrive:

                                                          Opinione…..
                                                          Diciamo: insinuazione, piuttosto. O sospetto. Che nasce da pregiudizi, preconcetti.
                                                          E la mia è un’opinione? Forse no. Che difficile. Dobbiamo misurare chi ha più dubbi?

                                                          Volto pagina.
                                                          Parliamo di San Renzi martire?
                                                          Che altro se non martire, kamikaze, autolesionista, masochista?
                                                          Già la sua simpatia la sua credibilità stavano a zero.

                                                          Bisogna partire dalle ultime elezioni. Maggioranza schiacciante ottenuta dai sorrisini di di maio. Vittoria del vaffa e della politica dei talk show e dei social.
                                                          Chi pensava di cambiare l’Italia si è trovato oltre il sorrisino di di maio anche il bifolchismo strafottente del felpino.

                                                          Ci sono dei video in cui vengono intervistati dei fan leghisti che hanno appena firmato contro il MES. Signora, che cos’è il MES? Il Mes è …. che la Germania deve aiutare l’Italia perché siamo Europa. Signore, lei ha firmato per il Mes o contro il Mes? Non lo so…..
                                                          Che cos’è il Mes? Perché ha firmato? Ah, non lo so. Se salvini dice di firmare, io firmo tutto …..

                                                          Allora, Silvestri Maxims Simone, sto Mes?
                                                          È vero che se prendiamo il Mes mettiamo a rischio i risparmi degli italiani? Allora perché non chiedere direttamente agli italiani di mettere subito a disposizione i loro risparmi?
                                                          Oppure gli italiani non si fidano degli italiani?

                                                          • martello carlo scrive:

                                                            Scommetto che il tuo vate è JEAN PAUL SARTRE….

                                                          • Silvestro scrive:

                                                            Inutile addentrarci in dettagli tecnici piuttosto complicati, e per molti versi noiosi.
                                                            Le considerazioni mi sembrano più di ELEMENTARE BUON SENSO.
                                                            Facciamo parte di una comunità europea divisa quasi su tutto, ma che ha in comune una sola certezza: L’EURO; uno strumento di interscambi dentro e fuori l’Europa dove tutti i Paesi che lo adottano hanno interesse, senza distinzioni, che rimanga una moneta stabile e sicura.

                                                            Poiché siamo indebitati fino al collo e lo saremo ancora di più nei prossimi anni; anche a parità di condizioni, per noi è preferibile indebitarsi con l’UE o sui mercati finanziari?
                                                            Se non ci fosse il MES quali sarebbero le alternative?

                                                            • martello carlo scrive:

                                                              Ecco, bravo, non addentrarti, tanto son cose strumentali all’abbattimento di CONTE, e questo da solo giustificherebbe RENZI, sempre che andasse fino in fondo.

                                                          • Mario56 scrive:

                                                            Qui caro mio tutti hanno paura di METTERE LE MANI NELLE TASCHE DEGLI ITALIANI. MA QUALCUNO DOVRÀ PAGARE. IL PROBLEMA È PAGARE CON TASSI ALTI O CON TASSI QUASI INESISTENTI?
                                                            Ps
                                                            Come dimostrato ampiamente GATON si nutre di pregiudizi. Un po’ come i grillini col mes.

                                                            • marco.com scrive:

                                                              Quindi, governo zingaretti-renzi-berlusconi
                                                              Fuori di maio-salvini-meloni

                                                              FANTACALCIO

                                                              • Mario56 scrive:

                                                                Consegnare il paese a SALVINI MELONI, sarebbe decretare già ora il FALLIMENTO ECONOMICO, IL DEFAULT…
                                                                SAREBBE CRIMINALE
                                                                SAREBBE UN REATO
                                                                Secondo me un accordo ancora con renzi lo troveranno.
                                                                Riunione maggioranza stasera.
                                                                Alla fine
                                                                A NESSUNO CONVIENE ANDARE ALLE ELEZIONI.

                                                          1. Mario56 scrive:

                                                            @@gaton
                                                            Tu hai elementi, evidenze che il virus sia cinese?
                                                            Le potresti illustrare?
                                                            Il mercato di Whuan mi pare solo una delle tante ipotesi. Il salto di specie facilmente avviene in diverse aree
                                                            NON IN UNA SOLA.
                                                            Comunque aspetto i tuoi studi epidemiologici.

                                                            • Gatón scrive:

                                                              …e l’influenza suina ?
                                                              E la Sars ?
                                                              E l’aviaria ?
                                                              I virus killer hanno un “modus operandi” comune, che ne riporta l’origine ad un unico luogo.
                                                              Confermato dalla scienza.
                                                              Ma tu saresti pronto ad accogliete gioiosamente qualsiasi ipotesi esposta dal più bislacco dei biologi che ne ipotizzasse l’origine nel raccoon americano.
                                                              Purché non durante l’amministrazione Obama.

                                                              • Mario56 scrive:

                                                                Epidemiologia e storia[modifica | modifica wikitesto]
                                                                L’influenza aviaria venne descritta per la prima volta in Piemonte nel 1878. Nel 1901 se ne attribuì la causa a un virus, che nel 1955 è stato ascritto al “tipo A influenzale”.

                                                                Da Wikipedia… origini Piemonte

                                                              • Mario56 scrive:

                                                                Mers
                                                                Origine ARABIA SAUDITA

                                                              • Mario56 scrive:

                                                                La pandemia influenzale del 2009-2010, causata dal virus H1N1, è stata una pandemia influenzale denominata influenza suina che, dal Messico, ha causato migliaia di morti e migliaia di contagi nel mondo, concentrati per la maggior parte nel continente americano.

                                                                Da Wikipedia…
                                                                Influenza suina … origine MESSICO E CONTINENTE AMERICANO

                                                              • Mario56 scrive:

                                                                E la spagnola, la mucca pazza?
                                                                Virus americani e inglesi.
                                                                Mi pare che quei paesi non abbiano mai risarcito nessuno e nessuno li ha additati come untori.
                                                                Non hai @gaton prodotto alcun documento UNANIMEMENTE RICONOSCIUTO DALLA COMUNITÀ SCIENTIFICA CHE PROVI QUANTO AFFERMI.

                                                                • Gatón scrive:

                                                                  Manca questa
                                                                  L’epidemia di SARS del 2002-2004, comunemente indicata come epidemia di SARS, è stata un’epidemia della malattia respiratoria SARS causata dal coronavirus SARS-CoV, probabilmente iniziata nel novembre del 2002 in Cina, e successivamente diffusasi in 26 nazioni del mondo, contagiando più di 8000 persone.
                                                                  Se deve essere tanto per litigare, ti dico che sono convinto che il virus sia stato costruito, studiato e deliberatamente diffuso quale atto ostile di una guerra non dichiarata.
                                                                  Ma essendo questa una mia opinione…

                                                                  • Silvestro scrive:

                                                                    Per una analisi esauriente delle epidemie di origine cinese propongo di partire dalla peste del 1348, che solo a Venezia provocò circa 70 mila morti su 120mila abitanti.

                                                                    La “via della seta” era stata tracciata da poco ed in Cina non c’era ancora Mao Tse-tung, ma i suoi antenati si.

                                                            1. martello carlo scrive:

                                                              Trovo che l’espressione ” SILENZIO ASSORDANTE ” sia bellissima e si adatti molto bene all’assenza di suoni da parte del trio filogovernativo del blog
                                                              Dopo le strombazzate trionfalistiche sulle vicende TRUMPIANE, ora assistono attoniti alla lotta CADORNA – DIAZ ( bel paragone ) sulla Caporetto giallo rossa ma soprattutto dell’Italia.
                                                              Spero che le loro competenti considerazioni tornino ad illuminare le nostre povere menti brancolanti nell’oscurità accessibile solo alle menti aduse a decrittare la politica sinistra come ai tempi della caduta del governo PRODI, tanto più che ricomincia a circolare il nome di un certo MASTELLA.
                                                              FATEVI CORAGGIO…….

                                                              • Mario56 scrive:

                                                                Il coraggio uno lo dovrebbe trovare e forte anche, a consegnare il governo nelle mani dei popolar ciarlatani Salvini e Meloni…
                                                                … al cospetto Mastella è come la Merkel.
                                                                Comunque rilassati martello che dovrai aspettare per andare al potere a far danni.

                                                                • martello carlo scrive:

                                                                  Che danni potrebbero fare più di quel RITARDATO di CONTE, che etero o estero comandato, si rifiuta persino di ubbidire a MATTARELLA che era il suo protettore di prima fila….qualcosa non torna….
                                                                  Comunque sono ben lungi da augurarmi le votazioni: in questo momento mi auguro solo che RENZI ( uno dei pochi uomini politici di statura in Italia oggi, sebbene con una forte tendenza alla guapperia ), riesca a sbattere ” fora ” di ball ” quel corpo che ho sentito estraneo e oscuro fin dal primo momento che si chiama CONTE.
                                                                  Ti confesso che non ho mai creduto veramente a SALVINI quando sosteneva di aver provocato la crisi perché non riusciva più a smuovere quegli asini dei 5S nemmeno col gatto a 9 code, ma ora ne sono più che convinto: avere una classe in maggioranza meridionale al governo significa mettere alla guida del paese gli stessi che lo frenano nella burocrazia: un doppio ceppo che lo immobilizza.
                                                                  RENZI HA PIENAMENTE RAGIONE: CON L’AVVOCATO TEMPOREGGIATORE I RICORSI E LA CAUSA NON ARRIVERANNO MAI ALLA FINE, TANTO PIU’ CHE NON ESISTE PIU’ LA PRESCRIZIONE ( MERIDIONALIZZAZIONE DELLA GIUSTIZIA ).
                                                                  Come sostiene il BERLUSCA, le imprescindibili priorità sono: GIUSTIZIA, BUROCRAZIA e FISCO, senza le quali si possono avere disponibilità di denaro illimitate, ma non si riuscirà mai a spenderle, tanto meno proficuamente; solomonopattini banchi a rotelle, sperperi in siringhe, mascherine e primule e BONUS.
                                                                  CICALE, come dicono i virtuosi europei e del nord Italia.

                                                                • martello carlo scrive:

                                                                  PALU: smettetela di parlare di virus INGLESE, SUDAFRICANO perché il virus è CINESE, lo hanno dichiarato gli stessi cinesi.
                                                                  MARIO 56, tu che sei l’esperto politico del virus, vuoi rifare il punto sull’andazzo attuale nel VENETO, nel resto d’Italia e d’Europa con speciale riguardo alla GERMANIA?
                                                                  GRAZIE

                                                                  • Mario56 scrive:

                                                                    Palu, Palu, Palu …
                                                                    un minimizzatore della combriccola Zangrillo, Bassetti e Remuzzi. Non ne hanno azzeccata una in vita loro.
                                                                    Palu che in settembre diceva di stare tranquilli che tanto il virus uccide solo i vecchietti, dimenticando che lui ha più di 70 anni.
                                                                    Palu che volutamente ogni volta che Zaia lo fa parlare davanti a quei quattro giornalisti rintronati della stampa veneta, fa sfoggio di tecnicismi da azzeccagarbugli per fare in realtà politica e non informazione scientifica.
                                                                    Palu che HA BISOGNO DI INSISTERE NEL DIRE CHE IL VIRUS È CINESE, QUANDO GLI SCIENZIATI VERI DI TUTTO IL MONDO ANCORA NON SANNO BENE LA ORIGINE.
                                                                    Anzi, recentemente hanno trovato dei campioni di cute di una ragazza milanese di 25 anni ed esaminati con le odierne metodiche hanno scovato il COVID a novembre del 2019.
                                                                    Caso Germania conferma che non c’è da scherzare e qualsiasi sistema sanitario anche il più organizzato può soccombere di fronte al n di contagi.
                                                                    La domanda corretta dovrebbe essere: con la medesima condizione di circolazione del virus che c’è in Germania il sistema Lombardia come se la sarebbe cavata? Meglio o peggio?
                                                                    Devo ricordare che hanno pur sempre 40 mila morti su 80 milioni di abitanti vs 30 mila e più della Lombardia che ha un ottavo di abitanti.
                                                                    Come la mettiamo?

                                                                    • martello carlo scrive:

                                                                      Non mi resta che confermare: sei un PEPPONE veterocomunista non aggiornato per interessi del Partito.
                                                                      C’è l’Europa intera che ce l’ha con l’italia per il mancato rinnovo del PIANO PANDEMICO dal 2006, fotocopiato tale quale senza prendere i provvedimenti necessari nel 2017 dal direttore generale della prevenzione del Ministero della Salute, tale Ranieri Guerra, attuale vicepresidente per l’Europa dell’OMS, il quale ha cercato di evitare che la cosa trapelasse, cercando perfino di impedire la testimonianza dei suoi collaboratori davanti al MAGISTRATO ( malo guardi REPORT? )
                                                                      IN PRATICA GLI OPERATORI SANITARI SONO STATI MANDATI ALLA GUERRA CONTRO IL VIRUS COME ISOLDATI DELL’ARMIR SONO STATI MANDATI IN RUSSIA CON GLI SCARPONI DI CARTONE: DISARMATI!!!!!
                                                                      NON C’ERA UNA MASCHERINA IN TUTTA ITALIA MENTRE SALA E ZINGARETTI BRINDAVANO COI CINESI, MEDICI E GLIOPERATORI SANITARI ANDAVANO DISARMATI CONTRO IL COVID E TU GIA’ FACEVI LA CAMPAGNA CONTRO FONTANA PER I CAMICI DEL COGNATO.
                                                                      MA VA IN CINA, VAI.

                                                                    • Gatón scrive:

                                                                      …che il virus sia cinese ti dà tanto fastidio…
                                                                      A proposito di auspicare o sostenere regimi comunisti.

                                                                    • Mario56 scrive:

                                                                      Correggo
                                                                      Lombardia 26700 decessi.

                                                              1. Silvestro scrive:

                                                                Il silenzio sulla situazione politica in corso è solo per vedere come va fa finire; ma ci sono dei dati certi:

                                                                Con la prossima legislatura ci saranno 345 parlamentari in meno.
                                                                Ad oggi la legge elettorale non è ancora stata definita.
                                                                Nella legislatura corrente, fino ad oggi di 34 mesi, 14 sono del governo Conte I, e 17 del Conte II certi che, comunque vada, non sarà più lo stesso. Per valutare quanto tutto questa risponda alla volontà dei cittadini, è opportuno segnalare che nessuna delle soluzioni adottate è mai stata nemmeno ventilata prima del voto.

                                                                LE LOGICHE DEDUZIONI SONO:
                                                                Con la riduzione del numero dei parlamentari, di fatto nessuno è disposto ad andare a elezioni anticipatamente.

                                                                I ‘responsabili’, i ‘costruttori’, i ‘voltagabbana’, gli ‘scappati di casa’, come si vogliano chiamare, che saranno raccattati per reggere questo o qualsiasi altro governo, non sono certo quelli che possono assicurare la realizzazione d un programma chiaro e coeso per un esecutivo che ci porti alla fine della legislatura.

                                                                Renzi che ha voluto questo governo e che lui stesso ha distrutto, non ha alcuna possibilità di assicurarsi la competizione politica in corso, perché significa, di fatto, che fino alla fine del mandato sarebbe lui a dettare l’agenda.

                                                                La richiesta insistente di andare al voto (soprattutto della destra), non trova convinzione neanche tra i richiedenti proprio per i motivi suesposti.

                                                                Per eventuali (remote) nuove votazioni si parla di giugno, (fine luglio inizia il semestre bianco) e quindi ci sarebbe comunque da stabilire chi e con quale maggioranza traghetta il governo.

                                                                Intanto incalzano le scadenze, per la definizione di tempi e cifre precise per il recovery fund.

                                                                IN POLITICA COMUNQUE TUTTO E’ POSSIBILE; E MOLTO LO ABBIAMO GIA’ VISTO.

                                                                • martello carlo scrive:

                                                                  La realtà è una e una sola: GRILLO aveva promesso di aprire il parlamento come una scatola di tonno?
                                                                  EBBENE LO STA FACENDO IN PIENO
                                                                  Tutto ciò che ha combinato il ” movimento ” del RAIS, dalla riduzione dei parlamentari, alla campagna contro gli stessi con i vitalizi, con l’immobilismo, contro la soluzione dei problemi industriali e occupazionali, con lo sperpero di risorse per mezzo del quale hanno raccolto quello STRAMALEDETTO 33% di voti dell’italia fankazzista, TUTTO, ripeto, è finalizzato al discredito del sistema democratico.
                                                                  E il popolo italiano? Il popolo italiano plaude a un PREMIER PER CASO PREDESTINATO che dopo aver leccato il deretano a SALVINI per più di un anno rendendosi responsabile di tutte le sue scelte, lo sputtana in parlamento. Gente così è degna progenie di chi andava a Piazza Venezia ad applaudire il DUCE che annunciava l’entrata in guerra.
                                                                  BELLA CIAO.

                                                                1. Mario56 scrive:

                                                                  Gatón
                                                                  14 gennaio 2021 alle 15:17
                                                                  Anche il paraocchi ideologico fa comodo.
                                                                  Con la differenza chs nessuno giustifica o minimizza ciò che è accaduto in casa nostra, mentre altri auspicano / favoriscono per noi ciò che altri hanno subìto.

                                                                  Attendo ancora una risposta. Chi sarebbero quelli che AUSPICANO/FAVORISCONO PER NOI …
                                                                  ??

                                                                  • Gatón scrive:

                                                                    Siamo l’unico Paese europeo in cui sopravvivono dei partiti che continuano a definirsi comunista.

                                                                    • Mario56 scrive:

                                                                      Credo siamo estreme minoranze della sinistra e nessuna influenza hanno e sono presenti in quasi tutta Europa.
                                                                      Va ribadito tuttavia che i partiti comunisti in Italia non sono fuorilegge …
                                                                      … a differenza del PARTITO FASCISTA E ACCOLITI CHE SONO ESPRESSAMENTE FUORILEGGE.

                                                                      • Gatón scrive:

                                                                        …i libri di storia li hanno sempre scritti i vincitori.
                                                                        Lo vedi che anche tu, democraticamente, sopporti e supporti il comunisno ?

                                                                        • Mario56 scrive:

                                                                          Quindi tu @@gaton ti senti tra i vinti o i vincitori?
                                                                          Non sopporto e non supporto alcuna forma di dittatura sia fascista che comunista o islamista.
                                                                          Nessuno qui mi pare sia amante di soluzioni che prevedano la sopraffazione.

                                                                  1. Simone scrive:

                                                                    L’analisi migliore che mi pare d’aver letto di ‘Faccetta nera’ è questa:

                                                                    “L’Africa è sempre stata vista dai colonizzatori (non solo dagli italiani) come una terra vergine da penetrare, letteralmente. O come diceva nel 1934 lo scrittore coloniale Mitrano Sani in Femina somala, riferendosi alla sua amante del Corno d’Africa: “Elo non è un essere, è una cosa […] che deve dare il suo corpo quando il maschio bianco ha voglia carnale”. Una terra disponibile, quindi. E questa disponibilità si traduceva spesso nel possesso fisico delle donne del posto, attraverso il concubinaggio, i matrimoni di comodo e spesso veri e propri stupri.
                                                                    Basta farsi un giro su internet o al mercato di Porta Portese a Roma o in qualsiasi altro mercatino delle pulci per ritrovare le foto di questo sopruso. Di recente ne ho vista una nel libro di David Forgacs Margini d’Italia (Laterza), dove una donna eritrea viene tenuta ferma in posizione da “crocifissa” da alcuni marinai italiani sorridenti che probabilmente l’hanno stuprata o si stanno accingendo a farlo.
                                                                    Faccetta nera in questo senso è una canzone sessista, oltre che razzista. Una canzonetta che nasconde dietro la finzione della liberazione una violenza sessuale. Non a caso il suo testo a un certo punto dice: “La legge nostra è schiavitù d’amore”. Temi che si ritrovano in altre canzonette dell’epoca come Africanella o Pupetta mora.”

                                                                    • martello carlo scrive:

                                                                      Devi ammettere che ormai il problema è stato largamente superato dal sodalizio #ME TOO e BLACK LIVES MATTER. :-)
                                                                      Diciamo che il commento migliore è: TANTA CAGNARA PER NULLA by PARENZO.

                                                                      • Simone scrive:

                                                                        Direi che la questione andrebbe divisa in due: 1. Che ci siano atteggiamenti razzisti e che questi atteggiamenti mostrino evidenza in alcuni fatti, nonché discorsi (che possiamo sentire anche noi ogni giorno) eccetera, non c’è alcun dubbio. E per chi le subisce, queste sono esperienze negative che possono diventare anche tragiche. Da questo punto di vista le reazioni dei diretti interessati non solo le capisco ma idealmente le appoggio. 2. Poi però c’è la grancassa mediatica, che sul fatto (di cui umanamente in linea di massima non gliene può fregar di meno, parliamoci chiaro) specula per motivi di sistema e come effetto reale lo neutralizza.
                                                                        Ci sarebbe però da fare un escursus e una bella analisi sul razzismo dei bianchi. Razzismo che è sempre odioso ma che negli ultimi decenni e negli ultimi anni in particolare ha cambiato a mio avviso le origini e la prospettiva. Questo razzismo, rispetto a quello passato mi pare che abbia una connotazione più difensiva, quello di prima offensiva. Non so se si capisce ciò che intendo.

                                                                        • martello carlo scrive:

                                                                          I tuoi omissis mi provocano a fare una veloce analisi alquanto terra terra e pertanto molto vicina alla realtà, della quale spero non si offenda nessuno, dato che in questo blog sono quasi tutti progressisti antirazzisti nonché buonisti fino all’autolesionismo.
                                                                          Verissimo, ha assunto una connotazione difensiva: l’uomo bianco si è debosciato ormai da alcune generazioni: lavoro manuale quasi scomparso, vita sedentaria in luoghi chiusi, città malsane, troppo condizionato da una società sempre più effemminata, razionale e sempre meno istintiva. Questo vale soprattutto per gli italiani; già i romeni, popoli dell’est quali serbi e in generale gli slavi hanno mantenuto un po’ della loro primitività e fisicità.
                                                                          Per contro gli immigrati, non solo neri, ma anche asiatici, mediorientali ne hanno in abbondanza: sempre aggressivi, mani e braccia sempre in agitazione in qualsiasi situazione, sono territoriali, si conquistano spazi a dispetto di tutti e di tutto, fisicamente e mentalmente sono più forti di noi in quanto meno condizionati.
                                                                          Negli USA la situazione non è molto diversa: TRUMP non ha risentito più di tanto a livello elettorale dei disordini seguiti alla uccisione di FLOYD facendo leva sul desiderio di legalità, ordine e sicurezza sentito anche dagli stessi afroamericano contro la violenza e insubordinazione della delinquenza di colore nei confronti dei poliziotti, la cui vita non è per niente facile contro la loro fisicità: in un video, ho visto un afroamericano a terra sovrastato da 3 poliziotti liberandosene lanciandoli in aria come fossero dei burattini.
                                                                          Insomma i neri non sono più ” BOVERI “, ma si sono ritagliati una larga fetta del potere bianco…. ed il razzismo, inutile negarlo ormai l’hanno ben appreso anche loro.
                                                                          Per confermare quanto sia vero ciò che tu dici, ti rivolgo una domanda un po’ provocatoria: secondo te, da un punto di vista sessuale e della protezione, una normale donna bianca preferirebbe un SILVESTRO, un MARCO o un MARIO o un baldo negrone per un semplice FLIRT? :-D :-D :-D

                                                                          • Simone scrive:

                                                                            Immagino dipenda dalla donna. Ci sono quelle che preferiscono i “Big Bamboo” giamaicani e quelle che preferiscono i Briatori, facendo in entrambi i casi un’assai cattiva pubblicità al loro stesso sesso. Perché nel primo caso diventano loro le cacciatrici, nel secondo le cacciate, con tanto di cartello sul petto. Cercasi in ogni caso dignità… Io che della critica verso la donna ho già detto, e ne avrei da dire tante altre, anche in questo caso guardo all’utopistica terza o quarta via (eccetera).
                                                                            Ma a proposito di immigrazione, in questi giorni ho letto un libro che ho trovato tanto scorrevole quanto illuminante (e personalmente mi ha dato conferma di alcune mie convinzioni, dati alla mano): si intitola “Mare Monstrum” di Alessio Mannino. Buona lettura a chi fosse interessato.

                                                                    1. Silvestro scrive:

                                                                      SI PUO’ EQUIPARARE E CONDANNARE ALLO STESSO MODO FASCISMO E COMUNISMO; SI PUO’ SOSTENERE CHE SONO DUE FACCE DELLA STESSA MEDAGLIA?

                                                                      La risposta è SI se ci riferiamo a due REGIMI TOTALITARI che si differenziano dal punto di vista delle ideologie, ma che hanno messo in pratica forme di governo basate sulla negazione radicale della democrazia e del pluralismo, in nome di uno statalismo assoluto e di una integrazione completa tra stato e partito, che ha tolto ogni autonomia ai cittadini, trasformati in sudditi di una macchina di controllo sociale il cui esito estremo è stato il gulag da un lato ed il lager dall’altro.

                                                                      C’è quindi una differenza? SI; IL FASCISMO I NOSTRI GENITORI LO HANNO VISSUTO SULLA LORO PELLE, IL COMUNISMO NO.

                                                                      • Gatón scrive:

                                                                        Il comunismo vissuto sulla pelle dei nostri vicini di casa confinanti ad est lo abbiamo visto benissimo.
                                                                        Direi la stessa cosa, se non peggio.
                                                                        E del totalitarismo islamico ne vogliamo parlare ?

                                                                        • Silvestro scrive:

                                                                          Se leggi bene ho parlato di REGIMI TOTALITARI come due facce della stessa medaglia, quindi senza pregiudizi ideologici o preferenze dei lager o dei Gulag.

                                                                          Ho invece sottolineato una constatazione direi ovvia: chi ha vissuto il ventennio del fascismo è molto più sensibile all’argomento in senso positivo o negativo come preferisci tu. Gli altri regimi vicini o lontani, migliori o peggiori, antichi o moderni, non sono paragonabili perché GLI ITALIANI NON LI HANNO VISSUTI E NON APPARTENGONO ALLA NOSTRA STORIA.

                                                                        • Mario56 scrive:

                                                                          Come ben detto guardiamo in casa nostra.
                                                                          Qui ci sono stati il fascismo, i lager e le deportazioni. Ma fa comodo essere strabici e guardare altrove.

                                                                          • Gatón scrive:

                                                                            Anche il paraocchi ideologico fa comodo.
                                                                            Con la differenza chs nessuno giustifica o minimizza ciò che è accaduto in casa nostra, mentre altri auspicano / favoriscono per noi ciò che altri hanno subìto.

                                                                            • Mario56 scrive:

                                                                              Non so proprio chi auspica e favorisce per noi ciò che altri hanno subito.
                                                                              Se me lo potresti spiegare con fatti e non con i soliti slogan te ne sarei grato.

                                                                      1. Mario56 scrive:

                                                                        https://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/usa-giustiziata-lisa-montgomery-prima-donna-in-70-anni_27533616-202102k.shtml

                                                                        Sete di condanne a morte volute fortemente dall’amministrazione Trump. 11 negli ultimi tempi, dopo 17 anni di sospensione della pena capitale.
                                                                        TRUMP ESCE DALLA CASA BIANCA CON LE MANI SPORCHE SEMPRE PIÙ DI SANGUE!

                                                                        • Gatón scrive:

                                                                          Giusto.
                                                                          Ma non ho mai sentito nessuno di voi protestare, nemmeno velatamente, per le esecuzioni capitali in Cina o nei Paesi islamici, tanto per citarne qualcuno.

                                                                          • Gatón scrive:

                                                                            Mica hai il coraggio di rispondere, vero ?

                                                                            • Mario56 scrive:

                                                                              Ho risposto. Non c’è l’ora dei post?

                                                                              • Gatón scrive:

                                                                                Ho visto, tre minuti di differenza, non so se l’ora sia quella del server o del sistema utente, ci siamo sovrapposti.
                                                                                In pratica stai dicendo che la pena di morte non è accettabile in un Paese democratico, mentre è ineluttabile in una dittatura.
                                                                                Un po’ come quel giudice che ha sentenziato che un africano non può sapere che in Italia una donna che si aggira in spiaggia di notte non è da considerare “caccia libera”, e qiuindi non è responsabile se la stupra.
                                                                                Rimane il fatto che cortei e girotondi vari contro la pena di morte si sono sempre visti solo contro gli USA.

                                                                          • Mario56 scrive:

                                                                            Questo non è vero assolutamente. Ovviamente fa specie che in un PAESE DEMOCRATICO ci sia la pena di morte.
                                                                            Cina o Islam non sono stati democratici che io sappia e comunque la pena di morte va condannata sempre e ovunque..

                                                                        1. martello carlo scrive:

                                                                          Il fatto è che l’Italia ne ha piene le scatole della GRANCASSA comunistoide; sembra che non ci siano che loro, dal momento che bannano chi non la pensa storto come loro, come del resto sta succedendo su questo blog.
                                                                          Ad un certo punto la gente scoppia ( è scoppiato persino RENZI ) e per reazione si mette a cantare ” FACCETTA NERA ” in un momento in cui anche solo sfiorare con le parole un nero, vieni SCOMUNICATO.
                                                                          EPPOI l’alternativa di quel provocatore leccapd di PARENZO era BELLA CIAO , canzoncina proposta dagli esaltati bambinoni dell’antifascismo da operetta come alternativa all’INNO DI MAMELI.
                                                                          E la scuola…… cosa succede nella scuola? Potrebbe saltare il monopolio della SINISTRA GENDER LGBT… ma ci pensate quale disastro per i nostri pargoletti?
                                                                          Alla fine una cosa bisogna pur ammetterla sul fascismo. Mussolini ci ha salvato da quella che poteva essere una rivoluzione d’ottobre all’italiana senza ZAR…. scusate se non è un gran merito.

                                                                          COSA VOLETE E’ ANDATA COSI’: COME HANNO SCRITTO SUI SOCIAL ” QUALCUNO HA DIMENTICATO DI APPENDERLA “…..

                                                                          1. Gatón scrive:

                                                                            Tornando al topic, faccetta nera parla di integrazione.
                                                                            Antesignana di Black Lives Matter.
                                                                            Senza per questo voler stravolgere il giudizio storico sul fascismo.

                                                                            1. Oste Chri scrive:

                                                                              ….e questi sono i grandi problemi dell’Italia di oggi.

                                                                              1. Gatón scrive:

                                                                                Le dosi di vaccino somministrate fino ad ora sono 885.814, diciamo 2 milioni in un mese.
                                                                                Di questo passo per vaccinare 40 milioni di italiani serviranno 20 mesi.
                                                                                Applicando due dosi ciascuno, 40 mesi.
                                                                                Questo lo sconfortante quadro…

                                                                                • Mario56 scrive:

                                                                                  Il problema per ora non è nemmeno la velocità che ci vede non messi proprio male, anzi.
                                                                                  È invece la scarsità di vaccini disponibili.
                                                                                  Se arriva quello inglese si potrà fare anche dal medico di base. Ha una catena del freddo come i vaccini antinfluenzali, però sembra efficace al 75% .

                                                                                1. Silvestro scrive:

                                                                                  Mi sembra che si continua a girare intorno agli stessi dubbi.
                                                                                  Le nostalgie del ventennio della Donazzan sono opinioni, “ lecite anche se non condivisibili “, oppure è una posizione che condiziona l’attività di assessore.
                                                                                  Esprime il pensiero dei suoli elettori oppure no.
                                                                                  E’ lecito che un politico eletto esprima pubblicamente opinioni personali cosi divisive nell’opinione pubblica oppure no.

                                                                                  Quando Zaia affermò pubblicamente che i cinesi “mangiano i topi vivi”, era una opinione personale, ma a conferma che ogni parola pesa e condiziona in comportamento di cittadini e politica, Zaia chiese anche pubblicamente scusa.

                                                                                  E’ il confronto che da qualche giorno anche i media propongono su TRUMP.
                                                                                  E’ lecito che Il Presidente definisca patrioti dei fanatici armati, oppure è una opinione personale che non deve condizionare il giudizio sul suo operato.

                                                                                  Zwirner è il giornalista che difese il Berlusconi che di giorno appoggiava pubblicamente la campagna antiprostituzione della Carfagna e alla sera organizzava i bunga-bunga ad Arcore, perché si trattava di iniziative private distinte dall’azione di governo.

                                                                                  In definitiva per un personaggio politico qual’è il limite lessicale che differenzia una opinione personale e lecita, da una affermazione offensiva, oppure da una istigazione.

                                                                                  • marco.com scrive:

                                                                                    temo sia linguaggio troppo difficile per il direttore

                                                                                    in ogni caso, la cagnara “donazzan” non fa bene alla cosiddetta sinistra, e si poteva lasciarla dov’era
                                                                                    esagerata la reazione di certi sinistri, strumentale la opinione di zwirner

                                                                                    • Mario56 scrive:

                                                                                      Condivido. Inutile dire ogni giorno, me per primo, che sono FASCISTI. Ormai questo è chiaro o almeno è chiaro che PESCANO VOTI DA QUELLA AREA E CHE HANNO INTENZIONE DI PROSEGUIRE…

                                                                                      • Mario56 scrive:

                                                                                        Il problema che abbiamo in Italia è che LA DESTRA NON SI È MAI LIBERATA DAL MODELLO DEL FASCISMO.

                                                                                        • Gatón scrive:

                                                                                          Cosa vuoi che ti dica, a me pare molto più fascista la sinistra, coi suoi giudizi sommari e la sua pretesa di tappare la bocca a chiunque dica qualcosa di diverso…
                                                                                          Se non vi piace essere definiti fascisti, posso dire bolscevichi, il concetto non cambia.

                                                                                  1. marco.com scrive:

                                                                                    La signora Donazzan mi è talmente antipatica (è insopportabile) che potrei smarrire il sangue freddo..
                                                                                    Mi fa impressione che questa cosa appassioni zwirner
                                                                                    Passerà anche questa come un microscopico refolo di aria nel cosmo

                                                                                    1. Mario56 scrive:

                                                                                      Caso Donazzan, il commento di Zaia: «L’assessore quanto meno di deve scusare»
                                                                                      „«Non l’ho sentita, ho letto solo qualche agenzia. so che che ha partecipato a una trasmissione che fa satira cantando una canzone che riprende un periodo buio della nostra storia – ha commentato Zaia – dico che l’assessore si deve scusare quanto meno, penso che da parte sua siano doverose le scuse»“

                                                                                      Potrebbe interessarti: https://www.vicenzatoday.it/attualita/donazzan-faccetta-nera-la-zanzara-dimissioni-luca-zaia.html

                                                                                      E perché dott. Swirner la Donazzan si dovrebbe scusare se scorrendo il suo post LE PARE TUTTO NORMALE?

                                                                                    Rispondi a Gatón

                                                                                    Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                                    Accetto i termini sulla privacy

                                                                                    *