29
dic 2017
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 65 Commenti
VISUALIZZAZIONI

8.276

DOVRA’ ESSERE UN BUON PRINCIPIO

“Buona fine e buon principio”, ci si augura di solito il 31 dicembre, con la speranza di concludere bene l’anno ancora in corso e di cominciare col piede giusto quello nuovo. Ebbene, pareggiando a Fano all’ultimo secondo su rigore, non è che il Padova si sia regalato proprio una buona fine. Oscar Arnaldo, come lo chiamate qui sul blog, stava per giocarci un brutto scherzo davvero! E’ per questo che bisogna provvedere assolutamente ad un buon principio. Anzi: un intero 2018 di gioie, mica solo i primi mesi!

Per farlo occorre mettere benzina sulle gambe e serenità nella testa durante il ritiro a Milano Marittima e poi fare in modo che il d.g.  Zamuner sul mercato peschi non solo il degno sostituto di Madonna (preciso però che Cappelletti in generale e Zambataro oggi mi son molto piaciuti!) ma anche una punta che segna. E lo fa con continuità.

Non ho altro da dire se non “buona fine e buon principio” a tutti voi!

8.276 VISUALIZZAZIONI

65 risposte a “DOVRA’ ESSERE UN BUON PRINCIPIO”

Invia commento
  1. Cane Pazzo Tannen scrive:

    Comunque, a parte tutto, sono convinto che anche stavolta a Vicenza la sfangheranno… Vedrete che la prossima stagione ripartiranno dalla terza serie o tramite fallimento pilotato e prosecuzione dell’attività (come il Bari, per dire), o magari tramite l’Arzignano con cui, se venisse promosso in serie C, potrebbero fondersi o acquisirne il titolo sportivo (insomma, un po’ come ha fatto la Spal con la Giacomense, con la differenza che a Ferrara hanno comunque dovuto fare la Serie D).

    1. Giorgio scrive:

      Giacomodarecanati, la questura ha smentito la società. Per la prima volta grazie a Sanpinocchio troviamo una questura schierata con gli ultras.
      Pensa che individuo…..

      1. Giacomodarecanati scrive:

        In questo casino non e’ detto si sia passato il turno. Il wc potrebbe dimostrare grazie alla questura l’impossibilita Fisica di poter ragggiungere lo stadio…. a Vicenza esistono regole particolari …, se poi alla fine la sfangheranno tipo il Bari con l’esercizio provvisorio potremmo ritrovarci a rigiocare la partita di Coppa Italia.
        Non e’ fantascienza .

        1. Mario2 scrive:

          Ottima prova di maturità da parte della tifoseria giustamente solidale con chi ha perso la propria storia. Credo che alcuni vicentini abbiano qualcosa da imparare sotto questo punto di vista (vedi Arzignano e valdagno). Almeno spero che la finiscano di fare i finti snob

          1. Cane Pazzo Tannen scrive:

            Insomma sembra ormai certo che da qui in avanti si andrà verso un campionato con 3 riposi… Se già con 2 riposi era una vergogna e una farsa, non ho parole per definire quello vedremo con ogni probabilità dopo la sosta…
            Ciò detto, ricordo che trovandoci nel girone di ritorno scatterebbe l’art. 53, comma 4, NOIF (e non il comma 3 come successo con il Modena). Dunque per chi dovrebbe affrontare i berici da qui in avanti scatterebbe la vittoria per 3-0 a tavolino, mentre le gare sin qui già giocate manterranno in ogni caso valido il risultato del campo (chi ha perso punti con il Vicenza non avrà, quindi, alcuna possibilità di ragranellarne alcuno).

            Concordo con acp che non si può arrivare ai primi di febbraio contro la Samba (partita importantissima) senza giocare da più di un mese…

            • filippo scrive:

              caro Cane Pazzo, in questa repubblica bananifera il calcio rappresenta una delle primarie industrie del paese, numeri alla mano. Eppure anzichè essere gestita come una vera e propria impresa privata denota tutti gli aspetti caratteristici tipici del carrozzone all’italiana: malaffare, corruzione, nepotismo, servilismo… chi più ne ha più ne metta.

              D’altrocanto, una commissione d’inchiesta parlamentare ha stabilito il concetto secondo cui i vari livelli di controllo di un sistema bancario non hanno l’obbligo di parlarsi tra di loro a riguardo di faccende sensibili come lo stato (catastrofico) dei conti di alcune delle banche più importanti del territorio: pertanto cosa ti aspetti? Che Gravina fosse informato dei conti di Modena, Vicenza, Arezzo, Arkagas… e chi più ne ha più ne metta?

              Se si devono difendere potentati, interessi di campanile, poltrone politiche, o a volte (ancor più triste) per mero esibizionismo si mantengono in sella consigli di amministrazione che in nessun paese civile dell’Occidente, e probabilmente nemmeno nello Zimbawe filo-cinese del fu Mugabe, avrebbero patria… ebbene se si tiene in vita un sistema simile concedendo poi a veri e propri avvoltoi di aggirarsi sulle carcasse dei moribondi alla ricerca di spillare qualche facile euro prima di darsela a gambe, il tutto nel silenzio complice del potere giudiziario (chissà perchè perquisizioni e arresti si fanno sempre a buoi scappati e già macellati e a recinti smontati e fatti sparire nel buio della notte)… ecco, se tutto questo avviene senza che alcuno si assuma un minimo di responsabilità, non c’è nulla di cui stupirsi o scandalizzarsi. Ormai siamo talmente assuefatti dalla diarrea in cui si è tramutato questo fantomatico “mondo del calcio”, facilmente traslabile a buona parte della realtà quotidiana italiota, che prendiamo tutto per assodato. Film visti e rivisti, in un loop di demenza civile che non prevede momenti di rottura con il passato, perchè quello che conta è la conservazione della specie, intesa come sopravvivenza del ladrocinio e dell’arricchimento sulle spalle di chi non ha forza e potere per imbastire una qualsivoglia forma di difesa.

              Basterebbe guardare poco più in la della Manica, alle bianche scogliere di Albione, per rendersi conto che un mondo diverso è possibile. Un mondo nel quale i Cellino vengono rispediti al mittente, per restare in tema di possibili scenari di mercato biancoscudato. E invece quando leggi che per succedere a Tavecchio le forze convergono sul nome di Gravina, prendi in mano il passaporto e inizi a sfogliare la margherita… UK, USA, Canada, Australia, Hong Kong, Giappone… Valle Mille Campi…

              • LucaPd scrive:

                Finitela di mitizzare in maniera eccessiva l’Inghilterra e il calcio inglese soprattutto per quanto riguarda morale e simili e aprite gli occhi. Cacciano Cellino(che poi non è vero..il Leeds se l’è comprato e rivenduto), ma gli va bene di fare da ricicleria dei nababbi arabi(vedi il ManCity e non solo) e degli oligarchi russi.. io non vedo vergini nel mondo del calcio.. e devono solo pregare che gli arabi folli non decidano di cambiare hobby..

                • filippo scrive:

                  LucaPD, mi sembra la tua la risposta di un patriota stizzito, che comprendo. A nessuno piace sentirsi dire che vive in un paese del terzo mondo, sia solo calcistico.
                  Però prima di farvi prendere dai soliti luoghi comuni sui nababbi, gli oligarchi, le vergini e gli arabi folli, fate un po’ di mente locale su alcuni dati di fatto:

                  La Premier League è il primo campionato al mondo per volume d’affari. Solo per il triennio 2016-2019 gli incassi da diritti TV a livello globale sono pari a 5,136 miliardi di sterline (circa 5,75 miliardi di euro). Per un confronto, la Serie A vale meno di un quinto di questa cifra.
                  Rispetto al triennio precedente, la crescita negli introiti è pari al 71%. Ora, come tu mi insegni un investitore estero è chiaramente attratto da un paese in cui ci sono: A- norme e regolamenti certi, che garantiscono la stabilità nell’operatività dell’impresa; B- un mercato solido, non saturo ed in crescita. Descrizione che si confà perfettamente allo scenario che stiamo dipingendo. E’ per questo che 15 dei 20 club della Premier annoverano tra le loro compagini societarie investitori Americani, Russi, Iraniani, Tailandesi, Arabi, Cinesi, Svizzeri, Islandesi… e pensa un po’, pure Italiani (Gino Pozzo proprietario al 100% del Watford). Tutti riciclatori impenitenti di denaro? Non credo.

                  Il Manchester City dei nababbi arabi come li chiami tu è al 13% sai di chi? Della China Media Capital, un fondo direttamente riconducibile al Governo di Pechino. Il Leicester del miracolo Ranieri? Tailandese. Liverpool, Manchester United… interamente Americani. West Bromwhich Albion? Cinese. Arsenal? Una cordata Russo-Americana in barba alla Guerra Fredda, pensa un po’. Allo stesso modo il Bournemouth. La proprietà dello Swansea? Un gruppo che detiene anche la maggioranza della franchigia NBA dei Memphis Grizzlies e della squadra di NBA DC United. Le attività di tutti questi signori? Materie prime, Oil & Gas, Acciaio, Energia, Immobiliare, Finanza e persino Scommesse Online. E vuoi sapere qual’è la cosa ancor più interessante? In tutte, e dico TUTTE le società la tifoseria è parte dell’azionariato. Lo Swansea di cui parlavamo prima è addirittura al 21.1% di proprietà dei suoi fan.

                  Scendendo di categoria si trovano situazioni analoghe. La Championship è ricca di finanziatori esteri, i patrimoni netti naturalmente scendono, ma l’attrattività dell’investimento rimane. Persino in League One, che equivale alla Serie C Italiana, la liquidità d’oltre manica si spreca. Ti ripongo la domanda, tutti riciclatori impenitenti?

                  Vogliamo poi addentraci su altre questioni? Sei a conoscenza del fatto, ad esempio, che le partite delle 15.00 del Sabato (statisticamente la maggior parte), NON possono essere trasmesse sul suolo patrio al fine di favorire l’afflusso di spettatori negli impianti? Pensa un po’ che a noi hanno sempre raccontato che affinchè il prodotto Calcio Italiano sia più appetibile per le televisioni bisogna giocare a tutte le ore perchè si possano trasmettere quanti più eventi possibili. Non occorre che ci addentriamo sulle medie spettatori tra Italia ed Inghilterra, non spariamo sulla Croce Rossa.

                  Andiamo alla governace? Parliamo di Football Association, la “nostra” FIGC?
                  Solo per la FA CUP il nuovo accordo con emirates porterà 1.5 miliardi di euro nelle casse della federazione, che permetterà alla stessa di reinvestirne parte nel gioco sotto forma di investimenti per il miglioramento dei centri sportivi e delle infrastrutturedi 150 club semi dilettantistici e delle scuole calcio a loro affiliate. Entro il 2019 tutti questi club dovranno essere guidati da un allenatore dotato di LIcenza Uefa B, così come le affiliate di cui sopra… parliamo di circa 64 mila società su tutto il territorio nazionale (e parliamo solo di Inghilterra, non Galles, Scozia o Irlanda del Nord). Andranno ad investire sull’installazione di 600 nuovi campi per i bmabini, sulla creazione di tornei ed eventi che coinvolgano la comunità e facciano sentire l’istituzione vicina al cittadino. Sorvoliamo poi sull’annullamento del debito entro il 2024 per la costruzione dello stadio di Wembley con il Governo Inglese, gli investimenti sulle associazioni che si occupano di calcio per i disabili e sui 50 milioni di sterline che investiranno nel calcio femminile.

                  Sai cosa significa questo nel lungo periodo, no? Che probabilmente, come per la Germania, l’Inghilterra inizierà a vincere qualcosa anche a livello di Nazionale, perchè formerà calciatori sempre più bravi e preparati seguendoli fin dall’età dello svezzamento in pratica.

                  Noi invece siamo reduci dalla prima di una lunga serie di eliminazioni dal mondiale: una lunga serie che se non cambiano le cose ridurrà l’Italia ad una Costa Rica qualsiasi. Mentre questi investono nel futuro, noi abbiamo come candidato forte del palazzo lo stesso che ha permesso che un campionato a Gennaio abbia già perso due squadre dopo che a tutti i venti si era urlato “MAI PIU’ PARMA”.

                  Allora ti do io un consiglio:finitela di ragionare da provincialotti mettendovi facendovi mettere in bocca dai palazzinari questo inutile e dannoso nazionalismo di comodo e guardatevi attorno per capire che fuori dall’Italia è pieno di esempi da imitare per rendere questo paese in tutto migliore. Una mentalità retrograda che la storia dimostra non ci ha portato, non ci porta e non ci porterà da alcuna parte.

                  • tifoso ignoto scrive:

                    Everton (proprietà iraniana acciaierie ecc) 1

                    Atalanta (proprietà mix industriali italiani) 5

                    (partita europe league)

                    Questo è un esempio di come i soldi vanno dove non contano i risultati,
                    ma dove conta il business, però il business c’è solo se conviene se crea utili
                    il calcio in questi casi è un sottostante come il bitcoin, funziona perchè ci sono condizioni favorevoli, ma non è detto che serva al calcio.
                    Vorrei tanto sapere se i tifosi inglesi preferiscono questo calcio miliardario senza risultati a un calcio piu povero ma che magari producesse
                    almeno una vittoria ai campionati del mondo.

                  • LucaPd scrive:

                    Io non sono nazionalista, ma neanche eccessivamente esterofilo e penso che l’esterofilia sia uno dei mali dell’italiano medio..tutto quello che è italiano è brutto sporco e cattivo mentre tutto quello che è straniero è bellissimo e luccicante e penso che sia proprio questa la mentalità da provincialotti. E non serve che mi fai il pistolotto di 100 righe. Il vantaggio competitivo della premier nasce negli anni 90, quando i ricchi(nel calcio)eravamo noi. La differenza sta nel fatto che in Italia ai presidenti non è mai fregato una cippa di creare valore dalle società calcistiche perché, nella migliore delle ipotesi, le hanno sempre viste come il giocattolino che permetteva di abbassare gli utili e pagare meno tasse nei bilanci consolidati(soprattutto in quegli anni di vacche grasse). Quando noi pagavamo Recoba 16 mld di lire all’anno loro investivano in marketing nel far east e si creavano il mercato che stanno sfruttando adesso. Ci dimentichiamo troppo spesso che gli stadi alle società inglesi sono stati praticamente regalati negli anni 80 dalla Tatcher(tagli alla spesa pubblica) e le società hanno solo ristrutturato(infatti gli stadi nuovi stanno nascendo negli ultimi anni, ma mediamente gli stadi inglesi sono tra i più vecchi d’Europa), mentre se una società Italiana va dal comune a chiedere lo stadio si sente sparare cifre folli solo per la concessione dell’area..a parte pochi casi. Per il resto hanno soldi e per certi versi li stanno usando bene(penso agli investimenti nei settori giovanili), per certi altri io continuo ad essere molto perplesso sulle cifre che spendono i club per giocatori assolutamente normali..e questo soprattutto nel mercato interno. A livello di nazionale continueranno a non vincere mai una cippa. A livello di club a parte lo United l’anno scorso che ha vinto una Europa League, negli ultimi anni non è che stiano combinando granché e a dirla tutta quando li becchiamo passiamo quasi sempre noi. Il paragone con i tedeschi non regge perchè la Germania è sempre stata forte, anche quando la Bundesliga era poco più di un dopo lavoro ferroviario(Italia 90 per dire..giocavano tutti all’estero). Le cose in Italia vanno cambiate radicalmente, ci mancherebbe altro e me me rendo conto benissimo, va tirata un riga e bisogna ripartire da zero. Ma a me personalmente questa mancata qualificazione sembra più figlia delle scelte di formazione ridicole di Ventura che del resto. A Euro 2016 la stessa squadra(anzi meno dotata per via degli infortuni) prendeva a bastonate la Spagna(la stessa Spagna che ci ha battuto 3-0 a Madrid..ma se vai li a giocare col 4 2 4 o sei scemo o sei molto presuntuoso) e teneva testa alla grande alla Germania, segno che forse quello che non andava nelle ultime qualificazione era più Ventura che la qualità della rosa. Sembrerà una banalità, ma quello che voglio dire è che la realtà non è bianca o nera.. degli altri paesi posso prendere spunto dalle cose positive, ma penso che in Italia abbiamo tutte le capacità per uscire da questa situazione..ma ci vuole una svolta netta.

                  • filippo scrive:

                    errata corrige: i DC United ovviamente sono una squadra di MLS.

            1. fabio.pd scrive:

              sono contento per Cisco, ma mi piange il cuore sapere che non sia più del Padova….anche se giocherà per il prossimo anno e mezzo….forse…. Facciamo come l’ex presidente Pilotto che allevava vitelli per poi venderli una volta cresciuti un pò, a parte che lo faceva anche con i giocatori…..Invece noi dobbiamo pregare i fenomeni di turno per venire a giocare a Padova…..

              • Enrico M. scrive:

                Se la cessione di Cisco sarà un buon affare o no dipende dalle cifre e dei dettagli dell’accordo (bonus, permanenza a Padova l’anno prossimo ecc.). Senza conoscere questi elementi è difficile da commentare.
                Chi sta facendo crescere un giovane ha svolto bene il suo compito, ora tocca al DS costruirci intorno un’operaz Lungimirante

              • Marcatonio scrive:

                E’ il destino delle piccole….ancor di più se sono nelle serie inferiori.

              1. giacomodarecanati scrive:

                di rabbia.
                “ROSSO” AL MODENA — Pazzesco quello che sta succedendo nel girone B della Serie C. Il 15 dicembre scorso il torneo ha già perso il Modena, fallito e poi escluso dopo una serie di rinunce e non avendo più nemmeno uno stadio dove giocare. Se si ritira anche il Vicenza, il girone resta a 17 squadre e non ci saranno retrocessioni in Serie D.

                Se non ci saranno retrocessioni, prevedo molte “sorprese” nei risultati …
                Girone da circo. Grazie Lega C

                • Marcatonio scrive:

                  Eh già, quando vince il Padova, o l’avversario è poco o niente, oppure se vince il campionato, il girone è da circo.
                  Io di falsato vedo solo il calendario che obbliga a delle giornate di riposo assurde…ma le fanno tutti, così come tutti giocano con tre squadre in meno, per cui alla fine se vinci hai sempre vinto per meriti, non perchè il campionato è falsato.
                  L’altro dato interessante per il tifoso è che a questo punto a strapagato l’abbonamento. :)

                  • Il vecchio MAX scrive:

                    Esatto ! Parlare di campionato falsato e’ totalmente improprio . Alla fine risulterebbero “falsati ” il numero di punti totali ,di vittorie totali e di di gol realizzati (rispettivamente +3 +1 +3),ma siccome varrebbe per 16 squadre su 17 alla fine verrebbe svantaggiato il solo Gubbio (che ha giocato la prima di ritorno col Vicenza pareggiandola). Fortunatamente il Gubbio non avra’ comunque molto da lamentarsi ,anzi,suppongo stapperebbero pure la bottiglia di spumante visto che si troverebbero gia’ matematicamente salvi in caso di esclusione del Vicenza. Non solo. A guardar bene,i 3 turni di riposo renderebbero il campionato piu’ breve ,ma anche psicologicamente molto piu’ difficile da affrontare.
                    Per quanto riguarda gli abbonamenti,in linea teorica per me si avrebbe il perfetto diritto di richiedere un rimborso alle societa’a prescindere dal costo basso od alto dell’abbonamento ,perche’ le due gare che non si disputano sono state comunque regolarmente pagate. Dovrebbe essere lasciata alla coscienza del tifoso la decisione di evolvere o meno, in aiuto alla societa’, l’importo che ha versato in piu’.
                    Non sono abbonato,quindi non e’ un discorso di parte…

                  • Marcatonio scrive:

                    ha

                • Giorgio scrive:

                  @Se non ci saranno retrocessioni, prevedo molte “sorprese” nei risultati …

                  Molte società non avendo il rischio retrocessione faranno giocare i giovani per raggiungere il minutaggio/pro incentivi.

                  Campionato totalmente falsato con rischio anche di qualche ricorso per farlo invalidare??

                  Forse entreremo negli almanacchi per aver vinto il campionato più falso. DNA

                • Lacoste76 scrive:

                  Ecco il DNA che sta emergendo lentamente.

                1. acp scrive:

                  salterà la trasferta più attesa dell’anno.

                  questo è il dna che cerca di uscire dalla bara.

                  zamuner si mette subito all’opera per organizzare delle amichevoli di buon livello. la squadra deve arrivare rodata alla partita con la samb.

                  1. Nanu Gol scrive:

                    Caro Lacoste, concordo con te che la soluzione migliore sarebbe rifiutare il progetto di Bonavina e fare una guerra perché si ritornasse a parlare del Plebiscito. Ti rammento che già all'insediamento di questa giunta sostenevo che fosse il caso di dar loro filo da torcere. Ricordo che tu mi davi contro e sostenevi la necessità di raggiungere un compromesso. Mi fa piacere che tu ti sia ravveduto.
                    Credo anch'io che se ci fosse una netta opposizione al progetto fra qualche anno si tornerebbe a parlare del Plebiscito, per il semplice motivo che questi sono degli incapaci totalmente privi di idee, e direi che la vicenda dell'ospedale in questo senso è indicativa.
                    Ma non accadrà perché la tifoseria per prima non si metterà di traverso ai progetti di Bonavina. Sotto Natale ho avuto modo di conoscere e scambiare qualche parola con un paio di ragazzi degli ultras attuali, i quali sostenevano che si, il progetto di Bonavina è un taccone, ma che sarebbero disposti ad accontentarsi piuttosto che ritrovarsi ancora per anni nell'Euganeo attuale.
                    Giusto o sbagliato? Io credo che molta della volontà di non fare la guerra dipende anche dal ristoro aperto alle biglietterie. Purtroppo ci illudiamo se pensiamo che il mondo del tifo sia fatto solo di passione….

                    • Lacoste76 scrive:

                      Ciao Nanu. Sono contento tu sia tornato a scrivere.
                      In realtà non mi sono ravveduto. Io ero certo che Bonavina e Giordani avrebbero proposto qualcosa mentre tu sostenevi non avrebbero fatto assolutamente nulla.
                      Ritenevo giusto essere aperti al dialogo sulle proposte fatte.
                      La proposta fatta mi piace al 50% (avvicinare il campo alla sud e coprire la sud), mentre mi fa schifo il restante 50% ossia la “quinta” semimobile da togliere per concerti.

                      Se invece proponessero da subito il medesimo progetto con una cosmtruzione a breve termine anche di una nord nuova, io lo abbraccerei subito. Quindi così com’è va bocciato, se rivisto nel lato nord potrebbe essere una grande idea.

                      Come vedi a me piace discutere dei progetti nel dettaglio, non strumentalizzarli per guerre politiche di colore.

                      • Nanu Gol scrive:

                        Per me invece c’è poco da discutere: chiacchieroni erano e chiacchieroni sono rimasti! E fino adesso hai visto solo un progetto, monco, raffazzonato, e sottoposto a mille vincoli (se vinciamo il bando sulle periferie, se il Padova va in serie B…).
                        Ma rassegnati, è già tanto che abbiano fatto questa proposta. Non ne seguiranno altre.
                        Da un certo punto di vista capisco anche gli ultras: che senso ha che facciano una battaglia per avere uno stadio decente quando i tifosi di altri settori sostengono che le tribune “vanno bene così”?
                        Ad un certo punto tutelano i propri interessi, e si preoccupano della curva e non del resto. Non gli dò torto.

                    1. Lacoste76 scrive:

                      Caro Patrick, visto che tu non hai buona memoria, te la rinfresco, e mi è toccato fare 20 minuti di ricerca per trovarlo:

                      Lacoste76
                      20 giugno 2015 alle 13:30
                      Un’altra domanda per Edel:

                      La nuova giunta ha mai preso in considerazione il restauro del Plebiscito che con due curve capienti arriverebbe ai sospirati 20’000? Credo sarebbe più economico del restauro dell’Euganeo.

                      Se non è mai stato valutato, perché?

                      FedericoPD
                      24 giugno 2015 alle 06:59
                      Intervista a Bitonci sul corriere del veneto: il Padova potrebbe giocare al plebiscito entro l’inverno !!
                      Il plebiscito verrà adeguato ad ospitare 8mila persone e sarà omologato anche per la serie B , spesa 2 mln di euro. Nel frattempo si proseguirà con un progetto di rifacimento dell’euganeo che però necessita di decine di milioni di euro per i quali si cercano dei privati disposti ad investire.

                      Lacoste76
                      24 giugno 2015 alle 09:34
                      Lo spostamento al Plebiscito per ricostruire l’Euganeo sarebbe ciò che ogni tifoso padovano attende dal lontano 1994.

                      Ps chi è che cade nel ridicolo Sangue??????? :D

                      CARO PATRICK GUARDA BENE LE DATE E QUANDO IO FECI QUESTA DOMANDA A EDEL, TU MI DESTI DEL RIDICOLO. TI CHIAMAVI SANGUE SCUDATO,sei stato bannato ed i tuoi commenti rimossi.

                      Ora stai zitto e rifletti sulla tua pochezza

                      • Lacoste76 scrive:

                        Aggiungo:

                        Er Bomba
                        24 giugno 2015 alle 17:10
                        Sangue almeno non parlare

                        PER TUA FORTUNA PATRICK (fu sanguescudato) NON SI PUÒ RECUPERARE IL TUO ATTACCO A ME PER LA “CAZZATA” DEL PLEBISCITO POI RIPRESA DA BITONCI

                        • Lacoste76 scrive:

                          http://blog.telenuovo.it/martina-moscato/2015/06/12/la-malinconia-dellultimo-giorno-di-scuola/

                          Incollo il link della discussione dell’epoca da cui fatti i soprascritti copia-incolla

                          • Patrick scrive:

                            Ho maturato definitivamente che nella vita non hai un cazzo da fare.
                            Mi spaventa la tua deriva…perdere 20 minuti di saldi in shopping, uno come te non dovrebbe permetterselo…
                            Manco mi ricordavo di sta minchiata, prima tu prima il sindaco…
                            Bene, la conclusione che un’ intera giunta ha preso spunto dal tuo teorema e farci sognare..
                            La Coste Martir Luther King degli Euganei, sorta di Bobby Sands deo Spritz!
                            Ora comprendo perche’ continui a parlare del Plebiscito, tutta farina del tuo sacco!
                            In merito ad una riapertura del discorso stadio, e mi riferisco a Nanu, sinceramente non colgo dove potrebbero esserci spiragli di riapertura….questa giunta non cadra’ nella maniera piu’ assoluta purtroppo, supportata dall apparato catto bigotto della nostra amata citta’, è ora che cominciamo a guardare la REALTA’, che a dire il vero rispetto al 3 anni fa è molto piu rosea…non si parlava di nuovo stadio, plebiscito restaurato, interventi all euganeo…un grazie sempre immenso a bitonci che fu il primo a smuovere il substrato lattiginoso lasciato dall’ epopea zanonato…..ahime’…..
                            bisogna focalizzarsi sulla nuova sud e costringere, nelcaso mai arrivassero i presunti finanziamenti, a modificare quel progetto astruso e senza senso…

                      1. Lacoste76 scrive:

                        Guardavo le immagini di Spal-Lazio.
                        Bellissimo il Mazza, 13000 posti (che verranno portati a 16000) tutti pieni ogni domenica.
                        3700 posti la curva di casa, COPERTA
                        1500 posti la curva ospiti, SCOPERTA

                        Situazione davvero simile al nostro sfumato Plebiscito, con la differenza che il Plebiscito è meno in centro (tu pensa) e che entrambe le tribune lunghe sono coperte (dunque migliori).

                        Noi tifosi siamo stati privati di una grande opportunità.

                        L’Euganeo doveva essere visto come lo stadio non di Padova, ma dei grandi eventi di tutto il nordest , lo stadio di Zed e del rugby , e lasciato così com’è. Invece ci tocca vedere porgetti allucinanti che cercano di salvare capra e cavoli creando qualcosa di asimmetrico e brutto.

                        In tutto questo, noi tifosi del settore caldo, siamo confinati (unici, insieme agli empolesi) in una “noncurva”

                        Che sfortuna pazzesca.

                        • Patrick scrive:

                          ahime’ , tra mazza e plebiscito c’è un abisso…..
                          sono convinto che la curva della spal contenga ben oltre i 3700 tifosi….
                          anche i forlivesi tifano nel rettilineo….ma differenza di empolesi e biancorossi noi siamo pure laterali, caso unico…

                          • Lacoste76 scrive:

                            Allora la curva ovest del Mazza tiene ufficiali 3700 tifosi che verranno portati a 3800 nel prossimo campionato. Documentati e rifletti sulla tua inaccettabilità di 3500 come capienza della nostra curva futura.

                            Il Plebiscito sarebbe venuto molto simile ma più bello avendo 3 settori coperti su 4, settori tra l’altro più verticali.

                            Detto questo, spero la Fattori si opponga al progetto di Bonavina, sottolineando che io non ho nulla contro Giordani e Bonavina ma semplicemente trovo ridicolo il loro progetto sull’Euganeo.

                            • Patrick scrive:

                              niente non c arrivi….la capienza della ovest è proporzionata alle dimensioni del mazza..
                              una sud nostra da 3000 e qualcosa è completamente anacronistica rispetto alla struttura dell euganeo…ed il progetto fa schifo..per quanto mi riguarda ci vuole un settore almeno da 4000 e punto, che sia bilanciato con le modifiche del nostro impianto e con una capienza commisurata ad una nostra realta di livello massimo che è superiore a quella estense..
                              lo so che ti annoii e senza sole non sai come trascorrere le giornate nella tua bambagia cortinese, ma ancora tirar fuori il plebiscito, ormai tramontato, dimostra che hai piu a cuore la tua saccenza che la realta’ delle cose….

                              • Patrick scrive:

                                ahhahahahhaha, quanta tenerezza…..la coste precursore del bitonci….ma che dici? ma cosa tiri fuori?
                                cmq ti do un po’ di spinta…sei veramente troppo intelligente per scrivere su questo blog…cosi va meglio ?

                              • Lacoste76 scrive:

                                Pensa che quando parlai del Plebiscito prima che Bitonci ne parlasse mi avevi detto la stessa cosa.

                                Vedrai che prima o poi il Plebiscito salterà fuori di nuovo.

                                Corsi e Ricorsi.

                        1. acp scrive:

                          RIP marina ripa di meana.

                          patrizia sei l’ultima nobile socialite che ci resta. non lasciarci mai. salutami la giada e il principe giovannelli.

                          in questo periodo non mi manca il calcio, mi manca il tifo. zamuner sta operando come farei io, cioè perfettamente. salviato colpo eccellente per tempismo, qualità e comunicazione.
                          questa neanche troppo piccola crisi ha prodotto un piacevole cambiamento sulla giornata in cui vinceremo il campionato. non più a fermo ma a reggio. personalmente l’idea di andare in 4mila a reggio mi fa tirare la tega.

                          1. Nanu Gol scrive:

                            Dopo il Modena anche il Vicenza rischia di lasciarci anzitempo… Questa nuova serie C è una vera e propria pagliacciata dove per far numero sono state iscritte squadre che non avevano i requisiti. Rimpiango Macalli e non dico altro.
                            I vicentini vanno avanti da 15 anni come se fossero attaccati ad una macchina che li tiene in vita: ripescaggi, campionati mediocri, ora il fallimento alle porte… A questo punto ripartire dalla D o dal l'Eccellenza sarebbe un toccasana anche per loro, almeno avrebbero la possibilità di ripartire da capo. Andando avanti ancora a lungo credo che anche nella città berica il giocattolo finirà per rompersi, ed allora vedremo quanta gente porteranno allo stadio. Noi purtroppo ci siamo già passati

                            1. fabio.pd scrive:

                              Faccio fatica a stare senza il mio Padova nei fine settimana. Mi fa stare meglio pensare che in questo mesetto: la squadra si ricarica e si perfeziona con 2/3 innesti nuovi, le giornata si allungano e farà meno freddo. Inoltre…..adesso che il Natale è terminato, spero che lo schema di gioco “ad albero di Natale” (4-3-2-1) di Bisoli, impostato sia per necessità, venga accantonato per sempre.

                              1. effebi scrive:

                                grande tifoso ignoto condividi tranne ano con una enne

                                1. Nanu Gol scrive:

                                  Sono tornato in Italia per le vacanze di Natale, mi aspettavo una città in preda all'euforia per il primo posto del Padova ed invece ho la sensazione che ci sia un po' di freddezza nell'ambiente. Forse siamo troppo abituati ad essere illusi e gabbati sul più bello, vabbè…
                                  Leggo della probabile cessione di Cisco al Sassuolo e me ne rammarico perché ritengo che il giovane padovano sia patrimonio della società e come tale andrebbe valorizzato e non svenduto.
                                  Io dico che il 2018 sarà un anno decisivo per il biancoscudo: o faremo un bel salto di qualità tagliando definitivamente i ponti col passato, o saremo destinati a rimanere nella mediocrità per altri 20 anni.
                                  Non si sa più niente sul progetto dell'Euganeo proposto da Bonavina?

                                  1. acp scrive:

                                    euganeo theatre of dreams.

                                    l’unica statistica interessante è la media sulle 5 partite.

                                    acquistare subito 2 giocatori, poi il colpo finale.

                                    in caso di dubbi li dirimerò con la consueta brevità e sagacia.

                                    essere intelligenti è solo un gran rottura di coglioni

                                    1. Patrick scrive:

                                      Prima pippa quotidiana del buon Ciccio sul mattino di oggi..
                                      Per ben due volte ha sottolineato che il tanto vituperato Euganeo ha fatto la differenza in questo girone d’ andata..
                                      Caspita, necessaria una riflessione profonda come la Fossa delle Marianne…
                                      Ridicoli………….
                                      https://youtu.be/8sSqzz4KLkk

                                      • Lacoste76 scrive:

                                        Anno nuovo, paranoie vecchie.

                                        mi piacerebbe vedere la foga con cui divori gli articoli di edel in cerca di appigli critici :D

                                        • Patrick scrive:

                                          Si chiama realta’ che ti circonda, spirito critico, documentazione cittadina.
                                          Certo,leggere solo il mattino sarebbe deleterio….
                                          Cmq Edel è in tregua con la societa’, ha perso lo spirito di un tempo, ha firmato un patto di non belligeranza.
                                          Investo tutte le mie fish su Barile….è l’ ultimo guerriero rimasto…………………………………………….

                                        1. Mario2 scrive:

                                          Fossi in zamuner andrei a verificare la situazione di melchiorri..rientra da un grave infortunio vero però in agosto per poco non finiva all’ olbia e a cagliari si sta comunque allenando. Magari 6 mesi da noi accetterebbe di farli

                                          1. acp scrive:

                                            mentalità perdente.

                                            1. LucaPd scrive:

                                              Mah io sono preoccupato il giusto. Non mi incazzo perché stiamo vivendo un momento di flessione che è fisiologico e che speravo arrivasse proprio adesso. Non si può pensare e pretendere che una squadra vada a 100 all’ora dalla prima all’ultima partita. Non esiste squadra che ce la possa fare, neanche ai massimi livelli mondiali. Per questo dico che la sosta, per quanto ci riguarda, arriva nel miglior momento possibile… non sono convinto sia così anche per chi ci insegue.

                                              1. Enrico M. scrive:

                                                Personalmente sono incazzato dopo la partita di ieri. Non solo una prestazione mediocre, ma anche un atteggiamento sbagliato. Aspettare l’80esimo per attaccare come si deve, proteste lunghe e inutili invece di attaccare, gente che esulta dopo che è stato fischiato il rigore come se avesse vinto il Mondiale (ma vuoi aspettare che lo tiri?), gente che sull’1-1 perde tempo rotolandosi per terra invece di buttarsi in avanti. Mi sembra che qualcuno pensi che la promozione sia già in tasca e che basti vivacchiare per qualche mese per andare in B. Non abbiamo fatto ancora niente. Da queste parti non si vince facile, si vince sudando e soffrendo. Non perdiamoci per strada. Non sprechiamo una grande occasione.

                                                • Enrico M. scrive:

                                                  La mia rabbia è proprio perché ci sono le condizioni per raggiungere qualcosa di importante e non bisogna farsi scappare l’occasione. Se vogliamo vincere bisogna: recuperare condizione fisica durante la sosta, comprare 2 titolari (terzino e attaccante), mantenere la fame sempre al massimo (come ha detto anche E. Bonetto).
                                                  Forza Padova e buon 2018 a tutti i biancoscudati!

                                                • tifoso ignoto scrive:

                                                  Insomma non si può pretendere che la squadra sia sempre al top:
                                                  Marcandella e Cisco fuori, Madonna lo vedremo forse ad aprile, Guidone mezzo malato idem DeRisio.
                                                  Il povero Pinzi dopo le prime è calato vistosamente idem Beringhieri, Pulzetti è l’unico che ha tenuto botta
                                                  fino ad ora.
                                                  E abbiamo 5 punti di vantaggio. Calma, rifiatiamo, non abbiamo vinto nulla ma neppure stiamo
                                                  arrancando in classifica. L’anno scorso di questi tempi avessimo avuto una situazione del genere avremmo
                                                  gridato al miracolo. Quest’anno arricciamo il naso appena appena la squadra gioca sotto le aspettative.
                                                  C’è fame di promozione ok, ma nessuno te la regala e va bene anche il punto strappato all’ultimo minuto.
                                                  Bon ano a tuti quanti

                                                1. acp scrive:

                                                  surclassati da una squadra allenata da brevi. bisoli si dia una svegliata. meno scene, più gioco

                                                  3 acquisti mirati e basta. un mese di pausa e subito dopo avremo la samb.

                                                  sbaglio o uno stimato e noto tifoso biancoscudato aveva promesso che avrebbe portato fuori la nobildonna del blog in caso di rigore per il padova oltre il novantesimo? :) :)

                                                  • Patrick scrive:

                                                    confermo la precisazione di Acp. mi aspetta una cena di alto profilo. scelgo io la location ?
                                                    ieri sinceramente per la prima volta sono rimasto molto deluso dalla prestazione. decisamente mediocri.mi preoccupano un po’ i risultati di ieri.
                                                    segnalo il vergognoso servizio d ordine a fano: continue provocazione per alzare il livello della tensione, un finale indecoroso con capo stewart protagonista che offende la nostra gente gratuitamente….
                                                    peccato, non c era nessun motivo per un atteggiamento simile….
                                                    fermiamoci. compriamo sul mercato e stiamo umili che non abbiamo ancora fatto nulla.

                                                Rispondi a Lacoste76

                                                Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                Accetto i termini sulla privacy

                                                *