Torna al blog

VIA L’ ASSEGNO DI INVALIDITA’ A CHI LAVORA: RUPE TARPEA O “SOLO” DISTRAZIONE?

L’ Inps ha annunciato che d’ora in avanti l’assegno di invalidità sarà versato solo alle persone che non lavorano.
Devi essere totalmente inattivo, insomma, per ottenere
il sostengo.
E, sia ben chiaro, non è che i titolari della misura, potessero mettersi in tasca lauti stipendi e poi battere cassa all’istituto di previdenza.
No, la legge stabiliva già un tetto massimo di retribuzione. Si potevano svolgere piccoli lavori entro il limite di 4.931 euro annui.
In termini economici, poco più di niente.

Ma non erano – credo- i soldi la ratio di questa possibilità.
La ratio è l’inclusione sociale. E’ dare la possibilità a tutti, per vie diverse e con strumenti diversi, di avere una vita attiva, una possibilità di riscatto, di interazione.

Mettere al centralino di un’azienda una persona non vedente è una possibilità, doverosa, che uno Stato offre ad un suo cittadino più in difficoltà di un altro.
Senza peraltro considerare che non è un regalo. Queste persone lavorano, lavorano davvero. E in certi casi, senza voler generalizzare, offrono una forza lavoro seria e sottopagata.

Ora, che senso ha mettere queste persone nella condizione di guadagnare di più stando a casa? Che senso ha invitarli a stare sul divano perché guardando la tv si assicurano un’esistenza più dignitosa?
Uno Stato può pensare che chiudere in casa i suoi cittadini più fragili sia un investimento?

Vero è che la decisione dell’Inps si allinea ad una recente pronuncia della Cassazione, ma davvero non si poteva fare diversamente?

Non voglio pensare che sia un rupe Tarpea di Stato. Un modo per togliere dalla vista il centralinista ipovendente o il guardiano del parcheggio affetto da una disabilità qualsiasi.

Non voglio nemmeno pensare che sia un modo per risparmiare. Perché non lo è. Aumenterà la spesa sanitaria, almeno nel medio lungo termine. Le persone, tutte, ma a maggior ragione quelle con disabilità, non possono essere messe in un angolo senza che poi venga presentato il conto.

Voglio pensare che sia piuttosto una “distrazione”.
Che lo Stato si sia per così dire dimenticato di quale sia il suo ruolo.
Non mi rassicura, affatto.
Ma forse almeno si potrò tornare indietro.

Spread the love

5 commenti - 1.152 visite Commenta

Maria Cristina

Buongiorno, non si può emarginare chi ha già problemi per inserirsi in una società Non Organizzata per gestire Invalidità, senza dare un coinvolgimento alla vita comune “normale”… Sarebbe come Eliminare le Paraolimpiadi!

Rispondi
Alice Cristiano

No, non si può. Ha ragione. La società dovrebbe strutturarsi per dare pari possibilità a tutti. Nei limiti e nel rispetto delle diversità. Questa cosa è orribile, ma non solo. E’ controproducente e non fa il bene né di chi ha disabilità ma nemmeno dello Stato.

Rispondi
Luca Barti

Una misura presa semplicemente per far risparmiare un po’ di soldi all’inps, non ragionando sulle conseguenze. Purtroppo molto spesso in italia si mira al guadagno immediato piuttosto che ad una visione lungimirante dei problemi. Il problema e’ che cosi’ facendo si possono fare grandi danni….. 🙁

Rispondi
Enrico

Una decisione scandalosa fatta al momento (per loro )opportuno in modo tale da passare, quel tanto che basta, sottotraccia affinchè nessuno alzi un veto comprensibilissimo.
Coloro che con disabilità lavorano in centralini, per esempio, rendono invece il doppio di coloro considerati normali che affrontano una mansione di tal tipo con lo spirito del portiamo a casa i soldi il 27 del mese e basta. Per il disabile è la luce in un grigiore generale, è la possibilità di dare un senso compiuto alla propria esistenza, è occasione di riscatto, ed il servizio che rendono, parlo per mia esperienza diretta, è di efficienza, cortesia sopra la media. Per questo mi auguro in un ripensamento o quantomeno in una petizione con raccolta firme almeno per dire ce l’avete fatta sotto al naso ma non siamo così rinco..

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code