02
mag 2019
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 7 Commenti
VISUALIZZAZIONI

5.592

DILETTANTI ALLO SBARAGLIO?

Improvvisazione e disperazione. Setti, dopo mesi di melina, decide di esonerare Grosso troppo tardi e preso solamente da una fifa boia. Una società seria che sa fare calcio avrebbe sollevato l’allenatore dall’incarico dopo la sconfitta di Brescia, quando le alternative peraltro non mancavano e c’era tutto il tempo di sistemare la squadra e magari rafforzarla a gennaio. Avrebbe dovuto essere una decisione razionale, non nata da un clima da fine del mondo.

Sembrano dilettanti allo sbaraglio che non sanno cosa fare e come farlo.

Ho sempre trovato ridicolo il “cinema” esonero sì-no-forse culminato con il surreale affaire Cosmi, alla mattina “ingaggiato” e alla sera liquidato. Ho sempre considerato grottesco che bastasse un pari o una vittoria isolata a ridare credito imperituro a Grosso, prima di quel pari o di quella vittoria messo in discussione. A un allenatore o ci credi o non ci credi più, indipendentemente da un risultato positivo casuale.

Ora arriva Aglietti. Una non scelta, una sorta di premio di consolazione. La soluzione migliore era De Biasi, che però non si sarebbe accontentato di un contratto per una manciata di partite. Carriera mediocre quella del simpatico Aglio come tecnico. Ovviamente a lui va l’in bocca al lupo e l’affetto per quello che è stato da calciatore, rifinitore di uno dei Verona più belli (quello di Prandelli in B, giusto vent’anni fa). Aglietti è stato chiamato a tre giorni dalla gara decisiva (in chiave play off) di Cittadella. E anche questo dà il senso della società a cui siamo in mano. Non potrà fare miracoli, ma perlomeno sperò dia un po’ di buon senso in campo, a cominciare dal mettere i giocatori nel loro ruolo. Ci vuole poco.

Per i play off servono 4 punti, poi agli spareggi ci sono due squadre più forti di noi (Palermo e Benevento).  Intanto mi basterebbe non perdere a Cittadella e già scrivere questo significa che siamo al cospetto di un fallimento. Ma ormai siamo in ballo e balliamo.

5.592 VISUALIZZAZIONI

7 risposte a “DILETTANTI ALLO SBARAGLIO?”

Invia commento
  1. Ruspa62 scrive:

    L' unica cosa sulla quale non sono d'accordo è la tempistica dell'esonero. Ip lo avrei cacciato dopo la partita di Coppa Italia con il Catania.

    1. RobyVR scrive:

      Me despiase par Grecchietti (parchè l’è un mediocrissimo alendar al pari de Pechia e Grecchia) ma sputanarse così le propria credibilità nela cità dove l’ha visuo l’anata probabilmente più significativa dela so cariera calcistica l’è francamente insensato… l’èra meo se el ghe disea a Seti de andar a dar via el cul (che l’è quel che se meritaria da qualsiasi persona sèria).

      1. Fabio scrive:

        In A a fare cosa con questa Società se x miracolo andassimo? Già facciamo ridere in B ma anche nei dilettanti faremo ridere i polli… Serve un reset totale… Dino ad allora Hellas non esisterà più

        1. Maria Giovanna Calafà scrive:

          ormai abbiamo toccato davvero il fondo…anche se con il genio di Carpi al fondo non c'è mai fine…..

          1. die980 scrive:

            Assolutamente in bocca al lupo ad Aglietti

            tuttavia il male reale rimane. Chi ancora spera di andare in A davvero temo non si renda conto delle condizioni in cui versa questa società. Non sono questi stanchi delle figuracce in ogni parte d’Italia? Non vi ha ancora preso per i fondelli abbastanza il tizio di Carpi? Uno striscione non serverà a molto. Deve essere isolato, lasciato a se stesso. Rinunciate allo stadio (o rimanete fuori a grigliare) per un paio di partite.

            Diego

            1. bomber scrive:

              (setti e i bifolk bend) VAI COL LISCIOOOO

            Rispondi a RobyVR

            Accetto i termini e condizioni del servizio

            Accetto i termini sulla privacy

            *