02
ott 2018
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 13 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.273

QUALCHE PROBLEMINO DA RISOLVERE

Dal punto di vista del morale il punto strappato grazie al sinistro di Cisco e al tacco di Cappelletti al 90′ e al 95′ contro il Pescara è grasso che cola. Portare a casa la seconda sconfitta di fila (la terza in campionato in sei giornate), per di più in casa, sarebbe stato deleterio. Già alcuni tifosi avevano iniziato a borbottare, a chiedere addirittura la testa di Bisoli, al grido di “siamo troppo difensivisti, non abbiamo un gioco”.

La boccata di ossigeno di questo pareggio è di quelle non indifferenti. Perché permetterà al Padova di guardare alle prossime sfide con un pizzico in più di serenità nonché, cosa più importante ancora, di risolvere i problemi che ci sono e non si devono assolutamente nascondere. Che la squadra abbia un gioco eccessivamente difensivista è vero. Che per questo occorra già chiedere la testa di Bisoli è francamente eccessivo. L’allenatore però deve lavorare e anche tanto per imprimere a questo gruppo un’identità di gioco che non sia quella di chiudersi per poi tentare di ripartire alla bell’e meglio.

C’è però da aggiungere che, se l’altra volta ci era salito solo un semplice dubbio, stavolta ci stiamo lentamente avvicinando alla certezza: questo Padova necessita di una punta di esperienza lì davanti che possa, oltre che segnare, perché no anche prendere in mano Capello e Bonazzoli che in questo momento sono un po’ spaesati (e pure molto oberati dal gran lavoro in ripiegamento che richiede loro lo stesso Bisoli) e non si sono ancora sbloccati dal punto di vista realizzativo. Ci sono tanti giovani interessanti e di qualità in questo gruppo. Ma in serie B purtroppo arrivi alla fine con tranquillità e la salvezza in mano anche grazie ad una buona dose di esperienza.

P.S.: un plauso particolare a Cisco che, dalla tribuna delle prime giornate, è passato, anche lui come Mazzocco, all’esordio con gol (e palo) in serie B. Il futuro si prospetta sempre più roseo per questo ragazzone di Altichiero. Chissà che il suo presente possa dare una grossa mano al Padova.

1.273 VISUALIZZAZIONI

13 risposte a “QUALCHE PROBLEMINO DA RISOLVERE”

Invia commento
  1. PIETRO scrive:

    La partita col Lens è una cazzata andiamo all 'estero ad esportare calcio da perdenti.

    1. PIETRO scrive:

      Qualche problema? Difesa colabrodo e attacco zero…. San Antonio pensaci tu!

      1. effebi scrive:

        come volevasi dimostrare bonazzoli imbarazzante e cjemenza pulzetti senza voto secondo tempo ridicolo ce maretta in spogliatoio e l ha creata il sig bisoli

        1. Cane Pazzo Tannen scrive:

          Ormai il copione è sempre il solito… Allarme acceso…

          1. Ciccio pasticco scrive:

            Si effettivamente qualche problemino c’è…

            1. effebi scrive:

              ma poi sul 2 a 0 per il pescara doveva fare la fase difensiva cisco? non giocano quelli piu in forma ma quelli che per contratto devono giocare.. poi caro bisoli ci sono modi e modi per lasciar fuori un giocatore…io non ho mai sentito un mister che in conferenza parla male dei suoi giocatori prenda esempio dai vari allegri di francesco spalletti gattuso difendono i giocatori a spada tratta non li danno in pasto ai media come fa lei….e se non c era la rimonta martedi staremo a parlare d altro magari di panettone

              1. fabio.pd scrive:

                ….”…e poi è troppo individualista visto che contro il Pescara non ha mai passato la palla e bisogna che si sintonizzi con i compagni…” Rimango basito da questa affermazione. Un giocatore che palla al piede scarta 2…3…giocatori e si presenta davanti alla porta….cosa deve fare ? deve passare la palla ad un compagno ? contro il Pescara: 1) entrata in area – tiro – palo…..2) tiro da fuori area ed insacca sotto la traversa. Secondo lei, caro Bisoli, un giocatore così…si deve sintonizzare con i compagni…oppure sono i compagni che devono sintonizzarsi con lui. E’ Lei Bisoli che dovrebbe essere la parabola che sintonizza tutti i giocatori, invece mi sembra sempre di più un parafulmini che scarica sui giocatori la negatività del gioco e di conseguenza la sconfitta o il pareggio….VEDREMO DOMANI se mette in campo Capelli e Bonazzoli che lei ha definito nell’intervista che “non sono al massimo”. Ma….anche se fossero al massimo (..al massimo di che cosa? ..della forma fisica spero, non certamente di un’intesa di gioco)…se poi non c’è sintonia, per usare le sue parole, tra loro !!

                1. effebi scrive:

                  stessa identica cosa ha fatto con marcandella…e ti giuro che non e positivo per l umore del ragazzo

                  1. Enrico M. scrive:

                    Non ho capito lo scopo delle dichiarazioni di Bisoli su Cisco. Se fosse una stroncatura la troverei un autogoal pazzesco. Se è un modo “originale” per spronarlo, beh spero che conosca il ragazzo e cosa gli serve perché potrebbe anche deprimerlo e farlo sentire escluso. Insomma se non è un’uscita fuori luogo, è quanto meno un azzardo.

                    1. effebi scrive:

                      non sono mai stato contro bisoli l ho sempre difeso oggi mi sento di fare una critica…cisco dopo 2 volte in tribuna era stato ai margini non si sa perche ..ravanelli migliore in campo dopo le prime tre partite va in panchina non si sa perche trevisan in campo abbiamo visto come e andata col pescara …ora le dichiarazioni di cisco sono di rito ma voci mi dicevano che a gennaio andava via non credo che bisoli abbia pescato la matta…le qualita ci sono basta farlo giocare…ora e il momento di emarginare marcandella? bonazzoli con la nazionale marcandella neanche convocato? mi sa che mister e qualcun altro non hanno certo le idee chiare….pulzetti vedremo come sta a brescia..e vero che manda in campo 5 6 under a partita ma non sono patrimonio del padova l anno prossimo by by clemenza bonazzoli ravanelli capello cisco…comunque vedremo…vi ricordo a chi non c era lunedi sera che si scaldavano 15 giocatori perche non sapeva un ora prima chi mettere in campo….fortuna non si e giocato…io penso che abbiamo una rosa molto piu che da salvezza …

                      1. tifoso ignoto scrive:

                        Mi sa che c’è piu di un problemino, questo è un pareggio preso per i Cappelletti

                        1. Lacoste76 scrive:

                          Le mie impressioni dopo 6 giornate:

                          1 il pubblico padovano DA TROPPI ANNI NON LOTTA PER SALVARSI. Di fatto tolto l’anno dei play out con Triestina, sono quasi 20 anni che noi lottiamo per salire in qualunque categoria siamo e l’anno di penocchio non fa testo perché eravamo retrocessi dopo poche giornate e non abbiamo mai lottato. Quando si lotta per salvarsi, si vince poco, mediamente non si gioca bene, quindi i buongustai devono tapparsi il naso e leggere le partite in modo diverso, con toni meno catastrofici e pensando che anche le nostre reali concorrenti faranno una gara a chi fa peggio.

                          2 Merelli non mi convince. Qualche grande parata ma 3 gol su punizione in 6 giornate sono troppi
                          Anche quella di ieri, pur essendo la più difficile delle 3, non era imparabile. Lenta e non sul sette, a mezz’altezza. Proverei Perisan.

                          3 il centrocampo e le fasce sono per me anello debole più dell’attacco. En attendantMadonna spero che a Gennaio prendano un incontrista e un terzino di spinta dai piedi buoni.

                          4 Mi fido ancora di Bisoli. Sa dare carattere e sa leggere molte, non tutte, le partite ma ora dopo aver fatto giocare tutti e in tutti i moduli DEVE aver scelto chi gioca e COME giocare. Basta esperimenti e puntare su Minesso e Cisco (nei secondi tempi Cisco)

                          5 Ho fiducia n quest’attacco. Forse è il reparto più forte con Clemenza, Cisco, Capello in cui credo, lo stesso Bonazzoli se cambia atteggiamento.

                          6 PER ME comunque LA QUALITÀ PER ARRIVARE A GENNAIO ANCORA A GALLA C’È, poi la palla passerà a Bonetto e Zamuner

                          7 ieri…semplicemente..EMOZIONANTE…BELLO…

                          • Enrico M. scrive:

                            Rispetto a quanto scrivi:

                            1. Vero che l’obiettivo primario è la salvezza Verissimo che bisognerà lottare. Il catenaccio invece non è l’unica via, è la via di questo allenatore.

                            2. A me Merelli piace. Certo come tutti i giovani ha i suoi alti e bassi.

                            3. A mio parere c’è un problema generale: il rendimento di molti giocatori (per ora) non è da B. E questo riguarda anche giocatori da cui mi aspettavo un impatto diverso come Pulzetti o Capello.

                            4. La fiducia in Bisoli è dovuta e razionale. Prima di 10-12 giornate una sentenza negativa sarebbe affrettata.

                            5. Non condivido l’ottimismo sull’attacco (come ho già scritto). Di certo Cisco deve trovare spazio. Non aspettiamoci costanza (è giovane), ma ha qualità che non trovo in altri nella rosa. Si deve costruire su lui e Clemenza.

                            6. Lo credo anche io ma dobbiamo dare di più

                          1. Spinoccia scrive:

                            Concordo con gli altri. Godiamoci questi 5 minuti di gloria estrema e festeggiamo un pareggio che vale molto a livello di morale e autostima. Incassare uno 0-2 ieri sarebbe stato come dire: siamo ufficialmente in crisi.
                            Tuttavia i problemi effettivamente sono molti.
                            A mio avviso siamo una squadra mediocre che deve giocare al massimo delle sue possibilità per ottenere buoni risultati. Per farlo servono grinta e intensità ma anche attenzione estrema a non fare errori.
                            Gli errori invece li stiamo facendo eccome… Sia tattici schierando gente fuori ruolo che poi determina situazione di goal incassati (es. Zambataro esterno sinistro a Salerno oppure Mazzocco esterno destro a Foggia), sia personali (Merelli a Foggia, Trevisan ieri e non solo). In particolare il buon Trevor mi pare sia un pò in difficoltà: ieri ha causato la punizione goal per un fallo tanto inutile quanto plateale e ha quasi tolto la maglietta dell’attaccante in occasione del rigore (poi fischiato per un fallo molto meno evidente di Mazzocco). A Foggia inoltre ha commesso il fallo di mano che ha originato la punizione su cui Merelli ha fatto la papera. Perchè non gioca Ravanelli centrale di sinistra?
                            Il centrocampo è un bel rebus… Al momento è un gran casino e manca gente di vera qualità. Pulzetti è in stato confusionale e ieri si è visto. Broh davanti alla difesa per me è sprecato alla grande dato che ha corsa e doti di inserimento. Perchè allora non provare, almeno in allenamento, un Belingheri imbolsito sul piano della corsa ma pur sempre dai piedi educati? L’unica alternativa resta Serena, che però fisicamente non è certo un colosso.
                            L’attacco è il settore che vedo più drammaticamente: Bonazzoli e Capello combinano davvero poco o niente. Cisco ha dimostrato di meritare sicuramente più considerazione e non solo per essere buttato dentro per disperazione. D’altronde abbiamo fatto carte false per non darlo subito al Sassuolo, almeno facciamolo giocare no?!? Proverei lui in avanti con Capello o, forse anche meglio, con un supporto di due trequartisti (Clemenza e Minesso).
                            Una cosa è certa: se si segna un goal a San Donà di Piave pareggiando al 93simo significa che in avanti non abbiamo molte soluzioni.
                            Bisoli è in confusione, tra cambio di moduli, giocatori prima in tribuna e poi titolari spera di pescare la matta ma non sempre accade… Cisco ieri non è una trovata geniale dell’allenatore che lo ha spedito in campo nel secondo tempo ma è un demerito per non averlo fatto giocare prima. Così come Mazzocco esterno destro a Foggia a contrastare il tedesco. Certo è fisicamente più dotato ed è riuscito a sovrastarlo nel goal ma poi lo ha sofferto di brutto per tutta la partita.

                            1. fabio.pd scrive:

                              spero di non sentire da Bisoli che è colpa dei giocatori che mollano….Qui non si tratta più di dire “pane e sudore”…questo vale per soprattutto per altre categorie. Oltre a pane e sudore ci vuole anche un pò di tattica, di pianificazione, di avvedutezza nel saper impiegare delle risorse valide che abbiamo e non aspettare ad “usarle” solo quando qualcuno è infortunato e negli ultimi due minuti di gioco.

                              1. Enrico M. scrive:

                                Anche se gli ultimi 5 minuti mi hanno fatto godere e non poco, a mente fredda vedo difetti che cominciano ad apparire strutturali. Mi concentro sull’attacco:
                                - che manchi una prima punta era evidente fin dal mercato. Perché una dirigenza solitamente attenta non sia intervenuta per tempo, io non lo capisco
                                - Cisco deve essere utilizzato di più. Farà errori essendo giovane, ma a parte Clemenza, non vedo in rosa altri con i suoi numeri
                                - il tiro a due stile gemelli Derrick di Capello e Bonazzoli al 75′ testimonia che oltre a caratteristiche troppo simili, l’incompatibilità è personale: non si vedono, non si aiutano, si pestano i piedi. Su questa mancanza di collaborazione (al netto di una soluzione tattica poco convincente) deve intervenire Bisoli. Un po’ di intimità seduti vicini in panchina secondo me gioverebbe a ricordare che viene prima la squadra.
                                Forza Padova!

                              Rispondi a Ciccio pasticco

                              Accetto i termini e condizioni del servizio

                              Accetto i termini sulla privacy

                              *