31
ott 2018
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 33 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.614

IL BIVIO

Il dispiacere stasera vince su ogni possibile altro stato d’animo. Perdere 3-2 così fa troppo male.

Perché se andiamo a vedere i singoli episodi forse ce lo siamo anche meritato di uscire sconfitti (nel primo tempo il Perugia poteva essere sul 3-0 dopo mezz’ora, Merelli è riuscito nel duplice errore di sbagliare un rinvio e subito dopo di prendere la palla con le mani su un retropassaggio facendo scaturire la punizione a due da cui è nato il 2-1 dei padroni di casa, l’ingenuità di Marcandella ha portato al calcio da fermo dal quale è nato il 3-2, la difesa si è fatta infilare spesso e volentieri) ma il 2-2 che ad un certo punto ci siamo illusi di portare a casa lo abbiamo voluto con tutte le nostre forze.

Gli errori, le leggerezze e le disattenzioni ci sono stati, nessuno lo nega, ma caratterialmente il Padova stasera ha voluto rimettere in piedi la sfida e ci è pure riuscito, mettendo in campo una reazione di grande piglio. Fosse finita 2-2, sabato al derby contro il Cittadella ci saremmo arrivati con una carica incredibile. Così invece non è stato e il derby diventerà tragicamente il primo vero bivio della stagione. Soprattutto per l’allenatore che ovviamente è già finito sul banco degli imputati e potrebbe pagare il conto di questa quinta sconfitta su 6 trasferte fatte fino a questo momento e più in generale lo scotto di questa prima fetta di campionato decisamente al di sotto di quel che ci si aspettava.

Dispiace, ripeto, dispiace davvero. Perché, aldilà della parte centrale del primo tempo, non ho visto una squadra allo sbando. Dispiace perché sarà pur vero che Bisoli continua a sperimentare nuove formazioni (a testimonianza del fatto che non riesce ancora a capire quale modulo e quali elementi siano più congeniali per venire fuori da questo momento e dare continuità alle prestazioni) ma è altrettanto vero che la squadra si impegna al massimo, seppur imbrigliata da alcuni limiti che si stanno facendo sempre più marcati.

Sono convinta che con un centrocampista e un attaccante di qualità ed esperienza in più si potrebbe arrivare davvero alla salvezza finale senza soffrire come sta succedendo adesso. Tutto sta ad arrivare a gennaio senza perdere troppi altri colpi per non ritrovarsi pericolosamente nei bassifondi e sentirsi costretti a decisioni drastiche. Il tempo stringe, occorre una sterzata decisa. Sempre se a Bisoli verrà concesso di portare la squadra almeno fino al derby di sabato.

1.614 VISUALIZZAZIONI

33 risposte a “IL BIVIO”

Invia commento
  1. antonio m. scrive:

    sono abbonato in fattori, tengo al padova quanto tutti voi,ma qua il problema e stato una campagna acquisti nn consonne alla b e questi purtroppo i risultati,saluti a tutti e forza padova ,oggi si vince.

    1. svissero scrive:

      premesso che a Bisoli gli imputo di non avere ancora capito quali giocatori fare giocare dopo 10 partite piu il ritiro e di fare cambi che non si capisce se fa apposta a sbagliare o hanno solo il motivo che poi nel dopo partita ti dichiare Te l avevo detto che,,,, cmq lo sbaglio e stato fatto ad agosto quando la dirigenza ha creduto e noi anche che questa rosa fosse fatta da giocatori di qualitq x la cattegoria e giovani bravi da scomettere in una loro esplosione di un Trevor esperto di unCappelo bomber ecc ecc…. sopravalutando tutti invece la cruda realta e che non c e ne uno che sia adatto x la serie B e anche se cambi il mister la rosa e sempre quella ….scarsiscarsi il mercato di dicembre e ancora lontano e nessun giocatore di CATTEGORIA verra a Padova da ultimi in clasifica dunque raggazzi x quanto il mio cuore pingera siamo destinati alla lega pro x questo io penso che non serva a niente cambiare ora credo che l anno che il cittadella dalla B e andato in C non avese cambiato il mister e dopo un anno son tornati su

      • Enrico M. scrive:

        Non diamoci già per morti per favore, con tutto un campionato davanti.
        La Rosa ha delle lacune, anche importanti, ma c’è chiarimente un problema di guida tecnica che ha perso la bussola e il timone con lo spogliatoio. Cominciamo ad affrontare questo problema. Poi a gennaio il mercato e secondo me possiamo lottare fino alla fine.

        • svissero scrive:

          siamo gia morti con noi c e il livorno e il carpi queste sono le 3 squadre retrocesse quest anno e senza ombre di dubbi le piu scarse

          • Enrico M. scrive:

            A questa squadra manca una punta di categoria, un buon regista e forse un portiere più esperto. Con almeno due di questi tre innesti ci possiamo salvare. Ovviamente cambiando allenatore al più presto.

        • roberto scrive:

          Son perfettamente d’accordo. Ho visto il Padova quest’anno con Foggia, Perugia, Crotone e Spezia. Non ho visto squadre eccelse, anzi, ma formazioni meglio messe in campo. E’ in evidente confusione tecnica Bisoli che cambiando continuamente giocatori e schemi non da certezze a nessuno. Ricordiamoci che se non giochi perdi riferimenti, affiatamento con i compagni, scordi movimenti e posizione e soprattutto certezze su te stesso.
          La squadra manca effettivamente di un registra arretrato di qualità che tutte le altre hanno: penso a Bianco del Perugia, Bartolomei dello Spezia e di Iori del Cittadella. E non tirerei in ballo giovani o vecchi. Se Bonazzoli e Capello li fai giocare in una squadra allungata a rincorrere gli avversari in un pressing che non ha senso perché il resto della squadra sta rintanata 30 metri più indietro, è evidente che al momento che conta non c’è più la lucidità necessaria. Se Clemenza viene relegato sulla fascia destra a rincorrere il terzino avversario e non lo si lascia svariare su tutto il fronte avanzato libero di creare appena dietro le due punte, se il centrocampo si fa infilare sistematicamente (e centralmente per di più) senza mai salire come potete pensare che una difesa (costituita da persone esperte per di più) possa tenere. Anche il portiere perde la proprie sicurezze con avversari che arrivano da tutte le parti…… Bisoli purtroppo sta fallendo proprio tatticamente in un campionato per di più di livello veramente basso. La piazza di Padova è sempre stata difficile e raramente gli allenatori son resistiti più anni di seguito. Il Cittadella ha pescato Venturato che lo fa giocare veramente bene, è inutile che ce lo nascondiamo. E’ una squadra che sta bene in campo, gioca un calcio brillante e ficcante. Perde certo ma quante ne vince e sempre affrontando l’avversario a viso aperto. E non ditemi che ha una rosa più forte della nostra…Forse più equilibrata. Ma Finotto vale più di Bonazzoli? Schenetti vale più di Clemenza? Certo Iori è meglio del Della Rocca che ho visto penoso con il Perugia. Non credo che il Presidente abbia evidenziato a Bisoli solo ieri lo scadimento delle prestazioni: dimostrerebbe d’essere molto lontano dalla squadra. E non me lo vedo proprio. Ed in realtà un allenatore che viene richiamato ai suoi compiti perde di credibilità nei confronti di tutti cosa che in effetti mi sembra sia già evidente.

      1. tifoso ignoto scrive:

        Il mercato del padova assomiglia molto a quella signora che doveva prendere 4
        cosette al supermercato e poi alla fine si è riempita il carrello di roba
        che una volta comprata non sapeva cosa farsene oppure ce l’aveva già in casa

        1. francescosolesino scrive:

          se vi ricordate pillon apeena arrivato ha fatto il 442 non si puo fare questo modulo che secondo me e il modulo migliore sia in difesa avete visto il venezia di zenga con il palermo difendeva in 11 e per poco non porava a casa la vittoria

          1. effebi scrive:

            ok marcandella avra sbagliato ma prendiamo sempre gol con palla da fermo

            1. effebi scrive:

              primo tempo da brividi e inutile recriminare per un errore di pinzi appena entrato o di marcandella frutto di frustrazione e troppa foga. abbiamo giocato un quarto d ora perche loro sono calati…bonazzoli prende un 6 e quando ha la palla al limite tira e non vede nessuno 2 volte anche ieri..broh gioca bene la partita dopo e fuori serena idem.cisco fa gol poi la partita dopo e fuori con tirata d orecchie..merelli ieri ha sbagliato ma il primo tempo ne ha salvati 2…poi la papera e in piu fa una barriera che neanche in 3a categoria ma favaro e peggio?

              1. effebi scrive:

                poi mi dovrebbero spiegare minesso cos ha

                1. effebi scrive:

                  secondo me come diceva prima Maurizio il problema e che 30 giocatori non sono gestibili. io non penso che un bellingheri un pinzi per non dire chinellato etc.. siano contenti. ti ritrovi ogni partita con 5 neanche convocati 3 in tribuna… l anno scorso fino a dicembre tutto bene poi prendono 5 giocatori a gennaio e sono sicuro che in spogliatoio gli equilibri si sono spostati. ce troppa concorrenza tra giocatori e quindi a parte gli obbligati a giocare bonazzoli clemenza gli altri non sentono fiducia… ravanelli vale tre volte trevisan una difesa a tre sarebbe capelletti cappelli e ravanelli..pinzi davanti a loro o broh..si e intestardito con capelletti a centrocampo che va bene perche lui e bravo ma perdi dietro

                  1. effebi scrive:

                    a volte basta un risultato positivo per cambiare la stagione.. ricordate il sassuolo di di francesco?

                    1. francescosolesino scrive:

                      si poteva domandare al milan in prestito plizzari che l anno scorso ha fatto un bel campionato con la ternana

                      1. Enrico M. scrive:

                        La fiducia a tempo è una non scelta. Mi sembra evidente che non c’e Più fiducia in Bisoli nemmeno in società. Quindi perché aspettare fino alla prossima delusione?

                        1. effebi scrive:

                          fifucia a bisoli parli con i giocatori serve umilta

                          1. QuoreSqudato scrive:

                            Che poi quando dice male…
                            Pensi che un giocatore di esperienza come Pinzi messo dentro negli ultimi minuti possa tenere palla ed aiutare a gestire la parità, e invece… eccolo che perde una palla banale a centrocampo da cui scaturisce l’azione per il fallo (ingenuo) di Marcandella, il calcio di punizione ed il gol all’ultimo minuto…
                            Mi dispiace tantissimo per Bisoli, perché ho un’enorme stima e gratitudine per lui, non dimenticherò mai che ci ha fatto vincere (per la prima volta a memoria mia) un campionato tra i professionisti ed ho visto il Padova alzare due coppe. Purtroppo il calcio è così ed anche lui lo sa.
                            Infatti…
                            https://www.padovagoal.it/2018/10/31/padova-clamoroso-alla-guizza-bisoli-a-rapporto-con-la-dirigenza-lallenamento-inizia-con-unora-di-ritardo-e-senza-di-lui-gli-aggiornamenti/104820/

                            Buona fortuna Mister

                            1. Maurizio C scrive:

                              Io sono del parere che è stato un azzardo non prendere un portiere con esperienza o al limite bastava tenere
                              Bindi, che non era male ed esperienza ne aveva parecchia. Ne abbiamo in rosa tre ma tutti under 20.
                              Poi il regista si vede che manca, nessuno ha i tempi e le giocate per farlo.
                              L’attacco ha molte seconde punte, ma manca l’ariete d’area o bomber come volete. Un giocatore insomma alla Cacia.
                              Infine la rosa è mediocre e troppo ampia ( 31 giocatori non ci sono da nessun’altra parte).
                              Speriamo bene.

                              1. cris18 scrive:

                                Penso che siano 5 le squadre che lotteranno per le 4 retrocessioni: Padova, Carpi, Livorno, Cosenza e Ascoli.
                                Con le ultime 2 decisamente favorite sulle prime 3, purtroppo.
                                Ovviamente il calciomercato di gennaio potrebbe spostare alcuni equilibri

                                1. Stefano scrive:

                                  Comunque più analizzo freddamente le 19 squadre e più sono convinto sarà difficilissimo metterne 4 dietro di noi (posto che non considero nemmeno il Foggia …..)

                                  1. cris18 scrive:

                                    Buongiorno,
                                    scrivo per aggiungere un’ultima considerazione al mio precedente intervento: è mia precisa convinzione che quando si esonera un allenatore bisogna cercare un sostituto che abbia un carattere diametralmente opposto a quello del predecessore.
                                    Nello specifico per sostituire il fumantino e colorito Bisoli bisogna cercare una persona pacata, un normalizzatore.
                                    Non fraintendetemi, penso ad un normalizzatore ma con idee tattiche molto chiare e non a un matusa a fine carriera.
                                    Si può essere pacati e determinati al tempo stesso.
                                    Dobbiamo assolutamente evitare una retrocessione che avrebbe il sapore di un definitivo de profundis.
                                    Ciao a tutti

                                    1. nanan scrive:

                                      con crotone ,spezia,perugia abbiamo buttato via dei punti ,qualcosa in piu’ si poteva portare a casa.I problemi ci sono questo è evidente,cosa fare ?intanto mandiamo via l’allenatore ,poi bisogna dare certezze e fare cose semplici.vi ricordate pillon quando e’ arrivato 4-4-2 scolastico e cose semplici…oggi indubbiamente la rosa è troppo ampia e gestire 30 giocatori è difficile.se ne mettono fuori rosa 6-7 e si lavora con 23-24 al massimo.si scelga uno schema base 4-4-2 o 4-3-1-2 o 4-3-3 ,il modulo rimane quello per un tot di partite con una squadra tipo .proviamo a cambiare portiere ?!!!bisogna fino a gennaio restare agganciati sperando poi nel mercato….p.s. per cose semplici intendo marcare gli avversari in area ,schierare giocatori nel proprio ruolo,cercare di fare almeno 3-4 passaggi ,muoversi senza palla ,giocare corti e compatti alzando la difesa,non fare falli inutili fuori area ecc.

                                      1. acp scrive:

                                        ho sempre ragione e ce l’ho prima che voi ve ne accorgiate.

                                        ormai è tardi.

                                        dovrei essere io il dg non zamuner che è un ottimo ds

                                        1. Tifoso a 1/2 scrive:

                                          Trovo tutti gli interventi in questo post molto equilibrati, senza attaccare nessuna componente societaria e facendo analisi condivisibili. E’ chiaramente un momento molto critico (non solo della stagione) e fare ora un’analisi di come si è arrivati a questo punto non credo possa essere utile a nessuno (solo per ora, ma dopo sarà fondamentale farla).
                                          C’è un aspetto che non è stato molto considerato e dal quale si dovrebbe partire per qualunque ragionamento: la rosa.
                                          Ripeto, non voglio fare la cronistoria di come è stata costruita e nemmeno andare a verificare cosa sarebbe servito o meno, ma ci sono 30 giocatori. Potenzialmente tre squadre (di cui almeno due tecnicamente non da serie B) e sono stati fatti due ritiri. Perciò il mister ha avuto tempo e modo di lavorare e valutare. Credo sia oggettiva la valutazione della rosa e, come diceva qualcuno in altri post, solo con carattere, grinta ed amalgama si riesce a colmare le lacune tecniche che si hanno. Ricordiamoci inoltre qual’è la nostra dimensione: salvarci. Chi dopo le prime due giornate aveva pensato ad un doppio salto di categoria, play off facili e compagni bella se la deve metter via. Abbiamo una squadra di bassa/media classifica e l’obiettivo è di metterne quattro dietro di noi alla fine dell’anno.
                                          Riusciremo a farcela?
                                          E soprattutto, si ritiene vi sia un altro allenatore possa fare meglio con il materiale a disposizione (rosa di 30 giocatori)?
                                          Risposte e palla in mano alla Società, che per ora ha avuto nei tifosi e nella stampa fedeli alleati che mai una volta hanno sparato contro (e questo è già un miracolo se pensiamo chi siamo).
                                          In un caso o nell’altro sicuramente faranno la scelta con la testa e sperando nella fortuna (DNA permettendo).
                                          Perciò Fabio reputo il silenzio del Pres tutto fuorchè assordante, ricordiamoci che abbiamo un gran Presidente, che ha imparato a tener a freno gli istinti (imparando da alcuni piccoli errori del passato dettati dalla passione) e la fiducia è doverosa. Non ho rimpianti di casolini che a fine di un paio di match storti mandavano in vacca tutto.
                                          In tema all’allenatore io vedrei cosa succede fino alla partita di Cosenza (abbiamo derby, ascoli, in casa con il Carpi e poi in Calabria) visto che troveremo due squadre che a fine anno dobbiamo tenerci dietro

                                          1. giaconodarecanati scrive:

                                            mah- leggo di foscarini e gia’ mi viene la depressione.
                                            perche’ non sottolineare quanto la suadra allestitat sia debole.?
                                            la colpa che attribuisco a bisoli e’ quellla di avere avallato una campagna per la B di questo genere : non e’ questione di confusione . abbiamo una squadra di serie C .p er una B dignitosa serve altro . cosi siamo al livello del carpi ma, ripeto, siamo cosi anche se arriva un altro allenatore : anzi secondo me un altro allenatore potrebbe anche fare peggio .
                                            io darei foiducia a bisoli anche in caso di sconfitta (probabilissima) con il cittadella : loro sono molto piuìforti!!!

                                            1. Spinoccia scrive:

                                              Io dico che aspettare sabato ha senso solo se non si riesce ad accordarsi prima con il sostituto ma il cambio va fatto a prescindere dal risultato di sabato.
                                              E’ ormai evidente che l’uomo non ha più la situazione sotto controllo.
                                              Il secondo tempo di ieri ci ha fatto dimenticare quello che è successo nel primo. Ha ragione Nesta quando dice che dovevano finire 3-0. Eravamo letteralmente allo sbando: modulo di gioco senza senso, giocatori fuori ruolo, difesa infilata di continuo (graziati dall’arbitro nella mancata espulsione di Trevisan). Abbiamo trovato il goal per puro caso e perchè loro avevano un portiere forse più imbambolato del nostro.
                                              Nel secondo tempo ci ha tenuti a galla solo la grinta di Cappelletti, che mi aspetto ormai di vedere schierato da Bisoli anche come portiere nella prossima partita.
                                              Davanti siamo nulli, con Capello che corre di qua e di là senza costrutto e sbaglia passaggi elementari, Bonazzoli troppo lontano dalla porta a cercare tiri impossibili da lontano e Clemenza che che fa più danni che altro con le palle perse (e nel secondo tempo da inizio campionato non gioca più).
                                              Il centrocampo poi è il settore più incasinato di tutti, francamente credo che Bisoli lanci la monetina per scegliere gli interpreti.

                                              Va anche detto che sono state fatte scelte troppo azzardate: quanti esordienti o con esperienza minima di serie B abbiamo? Quanti sono stati riconfermati dopo aver dimostrato scarso valore già in serie C?

                                              1. Cane Pazzo Tannen scrive:

                                                Sono d’accordo con chi ha scritto finora.
                                                Aggiungo che alcuni erroracci di ieri mi fanno ormai sorgere il sospetto che, oltre a oggettivi limiti della rosa (che ha troppi giovani inesperti oltre che gente come Della Rocca che viene da infortuni lunghi), più di qualcuno stia ormai giocando contro l’allenatore che, beninteso, ha tutte le colpe già da voi evidenziate.
                                                E su Bisoli aggiungo che a me, ma non solo, più di qualche perplessità è cominciata a sorgere con la gestione dell’ultima parte del campionato scorso dove non si riusciva mai a mettere in cassaforte il campionato.
                                                E’ tempo di esonero: i segnali inequivocabili ci sono tutti (purtroppo, mi dispiace dirlo). C’è però da dire che aspetterei l’esito del derby (come ultima spiaggia) più che altro perché cambiare a tre giorni da una partita non ha tanto senso…
                                                Sia chiaro che per salvare la panchina non è che sabato basta un punto, bisogna vincere (ma prevedo una Caporetto…).

                                                1. Enrico scrive:

                                                  Siamo davvero in una situazione critica. Personalmente confermerei il Mister, purchè si vinca contro il Cittadella.
                                                  Lo reputo un ottimo allenatore, ma se sabato non si vince una scossa purtroppo è necessaria, purchè eventualmente il sostituto sia una garanzia, vedi Cosmi, o Iachini.
                                                  Sapevamo perfettamente che la serie B sarebbe stata molto difficile, dobbiamo rimanere lucidi e non mollare.
                                                  Quanto ai giocatori, credo che Serena meriti più spazio, mentre in attacco abbiamo davvero bisogno di un bomber esperto della categoria, altrimenti sarà davvero dura.

                                                  1. fabio.pd scrive:

                                                    …mi spiace….non c’è più tempo. Il mister ha condotto con maestria un peschereccio d’altura sulle acque profonde della serie C, adesso tiene il timone di un piroscafo ma non è in grado di condurlo: urla e gesticola ma non è capito dalla ciurma. Prima di schiantarci sugli scogli, non in stile Rapallo, sarebbe opportuno provvedere al riguardo. Assordante il silenzio di Bonetto.

                                                    1. Enrico M. scrive:

                                                      Bisogna cambiare. 10 partite sono abbastanza per fare un bilancio e il bilancio è negativo. Nessuna impronta, poca personalità, tante ingenuità e tanta paura nel gestire i momenti decisivi delle partite.
                                                      Dispiace per una persona che stimo, ma è impossibile non vedere nell’allenatore il centro del problema.
                                                      È ormai evidente che nell’ambiente qualcosa si è rotto nel finale della scorsa stagione e non può essere aggiustato. Da allora si continuano a vedere cambi di moduli e rotazioni di uomini senza una logica apparente.
                                                      Ieri, per esempio, non ho capito perché escludere Serena che aveva fatto bene con lo Spezia, perché Mazzocco, perché Contessa fuori per far giocare altri fuori posizione, perché tenere in campo un Capello che nel finale non ne aveva più.
                                                      Potrei continuare… il punto è che non c’è un’idea, se non quella di reinventare la ruota a ogni partita, stupire con nuove trovate e cambiamenti. Bisoli si è perso e si è persa la compattezza tra allenatore-spogliatoio-società che ci ha portato in alto ad inizio dello scorso campionato. A mio parere si deve cambiare e in fretta. Forse non basta nemmeno una vittoria nel derby…

                                                      1. tifoso ignoto scrive:

                                                        il problema poi è: con chi sostituire Bisoli? E qui ci vuole molto coraggio e fortuna.
                                                        Cerchi uno con idee nuove magari non espertissimo o uno navigato che fa più
                                                        o meno lo stesso gioco di Bisoli?.Perchè diciamocelo, sulla piazza non c’è molto da
                                                        scegliere, però ad esempio l’anno scorso il disastroso inizio campionato dell’Empoli
                                                        ha portato Andreazzoli come sostituto e abbiamo visto poi che l’ha riportata in A.
                                                        La scelta dev’essere fatta bene magari spendendo qualche soldino in piu, ma la
                                                        situazione è delicata e se non ci si raddrizza per tempo la retrocessione è quasi certa

                                                        1. cris18 scrive:

                                                          Spero stiate riuscendo, a differenza mia, a fare sogni fantastici o quantomeno a dormire serenamente.
                                                          Io, a quasi 2 ore e mezza dalla fine della partita, ho ancora i nervi a fior di pelle e sono preda di una profondissima demoralizzazione.
                                                          Non si può perdere così, non si può giocare così male, non si possona fare errori, come li ha definiti anche il giornalista Pedullà, imbarazzanti, non si può, alla 10 giornata, non sapere ancora quale sia la nostra formazione tipo, non si puo’ cambiare continuamente modulo di gioco, non si può, pur avendo un assetto prevalentemente difensivo, essere la squadra che ha incassato più gol ecc ecc.
                                                          I giocatori sono per la maggior parte mediocri, e lo si sapeva dalla fine del calciomercato, ma Bisoli sta riuscendo a farli giocare ancora peggio di quanto potrebbero.
                                                          Qualcuno potrebbe obiettare, con qualche ragione, che la principale artefice dell’attuale disfatta è la società che, per scelta o per necessità, ha scelto di fare un sacco di scommesse rischiosissime, vedi i tanti giovani e i giocatori reduci da periodi di quasi totale inattività, scommesse che a oggi sta quasi completamente perdendo.
                                                          Tutto vero ma questo non può certo giustificare un allenatore che i fatti dimostrano essere in totale confusione.
                                                          Volete degli esempi esplicativi ? ecco solo i più recenti: 1)contro uno Spezia pieno di giocatori indisponibili, in una partita che bisognava assolutamente provare a vincere, ha mantenuto per tutta la partita una difesa a 5 contro una squadra che schierava un solo attaccante centrale 2) stasera abbiamo giocato per quasi tutto il secondo tempo, con Cappelletti e Mazzocco shierati come mediani davanti alla difesa; Cappelletti e Mazzocco che, sono sicuro, non hanno mai giocato insieme in quel ruolo nemmeno in allenamento.
                                                          La dirigenza ha creduto che Bisoli potesse, con la sua grinta ed il suo carattere, riuscire a sopperire alle evidenti carenze dei giocatori e a salvare questa squadra costruita al risparmio; i fatti stanno dimostrando, non solo che questo non sta avvenendo ma che addirittura l’allenatore sta facendo più errori dei suoi stessi giocatori.
                                                          Bisoli va esonerato, lo ringraziamo per quanto fatto l’anno scorso ma è arrivato il momento di cambiare.
                                                          Ovviamente, purtroppo, non è detto che questo sia sufficiente per portarci alla salvezza ma, è evidente, che rimanendo così le cose siamo praticamente condannati alla tragedia sportiva, ovvero alla retrocessione.
                                                          A chi non fosse d’accordo con me sulla tesi dell’esonero vorrei chiedere: avete visto voi qualche concreto segnale di miglioramento nel corso di queste 10 giornate? i gol assurdi che prendiamo sono solo frutto di sfortuna ed errori individuali? aldilà dell’ impegno, che per me non è in discussione, ritenete che i giocatori stiano dando il meglio delle loro potenzialità? li vedete sereni e pieni di fiducia in sè stessi ? pensate voi che cambiare in continuazione modulo e formazione non abbia inciso su questi pessimi risultati? vedete voi una precisa idea tattica? vi sembra che con il pallone tra i piedi i giocatori abbiano le idee chiare sul da farsi? vedete voi la squadra disposta in modo ordinato? vi piace vedere gli attaccanti giocare a 30 metri dall’area avversaria? siete contenti di vedere dei giocatori cambiare continuamente ruolo andando, in questo modo, in totale confusione? siete convinti che, in una situazione di classifica come questa, sbraitare e riprendere continuamente i giocatori sia propedeutico ad un miglioramento? potrei andare avanti per ore ma mi fermo qui.
                                                          Riassumendo: la squadra ha dei grossi limiti ma con questo allenatore le speranze di salvezza, già basse, si riducono ai minimi termini.
                                                          Vi saluto

                                                        Rispondi a effebi

                                                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                        Accetto i termini sulla privacy

                                                        *