06
apr 2019
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 94 Commenti
VISUALIZZAZIONI

5.121

NON L’ABBIAMO PERSA A CARPI LA B

Mbakogu che si divora il 2-0 poco dopo aver segnato l’1-0 dell’iniziale vantaggio biancoscudato. Pulzetti che si vede fare un autentico miracolo da Piscitelli su un tiro dal limite. Baraye che per due volte finisce giù in area ed era rigore, oh se era rigore. E poi oplà, come dentro il peggiore degli incubi, il Carpi indovina un tiro sotto la traversa di Concas e poi va a segnare il 2-1 su un’azione viziata da una gamba tesa netta di un giocatore di casa.

Fa rabbia perdere così. Perché se martedì sera contro l’Ascoli si sapeva che non era fatto il proprio dovere fino alla fine, oggi onestamente credo che il Padova abbia interpretato la partita al meglio, sia nell’atteggiamento che nella disposizione in campo.

Purtroppo però la serie B, che oggi ci vede scivolare di nuovo all’ultimo posto e tra qualche settimana non sarà più la nostra realtà, non l’abbiamo persa oggi a Carpi. L’abbiamo persa a Venezia, non riuscendo a strappare il pari. L’abbiamo persa a Crotone e a Cosenza perdendo negli ultimi minuti. L’abbiamo persa in casa col Crotone e col Perugia. L’abbiamo persa in una miriade di altre occasioni. Oggi no. Oggi ci sentiamo depredati e frustrati. Ed è giusto così perché se fossimo usciti dal Cabassi con un 3-0 per noi sarebbe stato perfino un risultato stretto.

Si esce con una sconfitta allucinante ed è solo l’ennesimo simbolo di un campionato iniziato male e che sta per finire peggio.

Amen.

5.121 VISUALIZZAZIONI

94 risposte a “NON L’ABBIAMO PERSA A CARPI LA B”

Invia commento
  1. Lacoste76 scrive:

    La cosa che mi irrita di più è la SPAL.
    Per anni sembrava la derelitta tra le nobili provinciali e alla fine si appresta al suo terzo anno di A (meglio di noi) in uno stadio gioiellino che rappresenta in modo quasi speculare quanto sarebbe stato fatto al Plebiscito.

    Credo che il Padova vada abbandonato perché esiste un limite a tutto. La serie C al Plebiscito l’avrei anche fatta. All’Euganeo no. Che ci vadano i 100 tifosi DOC a vedere il sudtirol in uno stadio enorme, deserto, senza curve, con campi e carcere, senza bar, senza colore. Che si guardino la partita dai loro uffici quelli del CONI.

    In 25 anni si è chiesta una tettoia per là sud, poi una curva in tubi, poi il Plebiscito… non abbiamo nulla ed abbiamo una squadra che fa cagare da 60 anni.

    Basta.

    • Marcantonio scrive:

      Lacoste, io in qualche modo sono in contatto con Ferrara e ti posso garantire che quando ieri il telecronista, dopo che hanno battuto la juve ha detto _è la vittoria di una intera città_ stava dicendo il vero. La Spal è seguitissima e sentita da tutta la città.

      • Cane Pazzo Tannen scrive:

        Ma per favore… Facile adesso seguire la Spal… Sono tutti esaltati per la prospettiva di un consolidamento in serie A e, in più, in uno stadio che è stato molto intelligentemente ben rimodernato rendendolo invidiabile… Sbaverei all’idea di avere a Padova uno stadio come il Mazza…
        Sugli spallini ha ragione da vendere Lacoste… Prima del doppio salto dalla C alla A (cosa che sportivamente parlando rivitalizzerebbe anche un cadavere) gli spallini erano veramente zero. A loro parziale discolpa va detto che anche loro venivano da decenni di merda, ma insomma erano proprio presi male.

      • Lacoste76 scrive:

        Adesso.
        Vuoi andarti a vedere le medie spettatori che faceva in C??
        Tranne l’anno della promozione non superava i 3500 di media.

        Sono 4 sfigati. A Ferrara noi sempre più di loro.
        Dacci uno stadio in centro e una curva come la ovest.

        Siamo i più penalizzati d’italia e bisogna dire BASTA a questa penalizzazione.

        Se lasciassimo l’euganeo vuoto e sottolineo Vuoto, vorrei vedere se la società pagherebbe spese ed affitto al comune. Ora non c’è neppure più un progetto sportivo.

        CHI VA È COMPLICE

        • Marcantonio scrive:

          Parlavo d’altro, di come una città sente la propria squadra. Quando arrivai a Novara era mezza mattina e feci un giro per la città. Tutto parlava della sfida per la A, la foto della squadra oppure una bandiera era presente in vetrina dalla parrucchiera, nel bar più sperduto, alla stazione degli autobus, bandiere erano tese da un lato all’altro della via e ci dovevi passar sotto come fossero le forche caudine… tutta la città palpitava vicina alla squadra e la volgia di A la percepivi nell’aria, ho sentito come un fremito dentro di me, la sgradevole sensazione che non ce l’avremmo fatta. poi è andata come è andata.
          Parlavo di questo.

    1. Pietro scrive:

      Alì Bonetto e i 40 scarponi…..al grido di “Apriti sesamo” non s’è aperto un cazzo e non s’è segnato, ora c’è chi non da la colpa a Bonetto…sbagliato! Se un’azienda fallisce è colpa del Paron…che non ha saputo spendere i suoi soldi in modo occulato. 1) Direttore Generale neofita in B 2) Paron neofita in B 3) Cessione veloce di Tabanelli, pilastro del Lecce che vola verso la A 4) Pensare di avere in mano una grande squadra dopo i trionfi della C 5) Affidare a Bisoli una squadra carente in ogni reparto sapendo i disastri fatti da tale allenatore a Vicenza, a Perugia squadre appunto in difficoltà, Bisoli cavalca solo cavalli vincenti….(forse) 6) Prendere una quarantina di giocatori al 70% fermi da mesi o ex rotti 7) Non essersi affidato ad un consigliere o meglio Direttore Sportivo navigato da anni ed anni di serie B ed A. 8) Essere troppo lungimirante vedi stadio, vedi store, vedi nuovo buffet che in serie C non serviranno a nulla. 9) Averci fatto sprofondare nel ridicolo con l’ultimo posto in classifica e continuare a dire che è un anno così…nato male. 10) Farci ritornare solo un anno dopo nel pantano della C a giocare con l’Arzignano, l’Adriese, l’Imolese ecc…ecc…PER TUTTO QUESTO CHIEDA SCUSA AL POPOLO SCUDATO CHE HA CREDUTO IN LEI CON OLTRE 5000 ABBONAMENTI!

      1. Stefano scrive:

        Agganciato il carpi !!! Adesso i ns eroi chiederanno un premio per il “non” ultimo posto : Boca sarà no ciapa mosche ……..

        1. Stefano scrive:

          E adesso arriva la fattura della “piroga “

          1. Pietro scrive:

            Giornata brutta, partita del Padova inutile, spettatori pochi e delusissimi, abbonamento gettato alle ortiche….resto a casa a godermi un bel film. Arrivederci tra qualche anno….forse!

            1. QuoreSqudato scrive:

              Uno strano istinto sado-masochistico mi spinge ad andare oggi allo stadio.

              Sento che assisteró a qualcosa di particolare, assurdo, irreale e…. doloroso, come partecipare al funerale di un amico caro scomparso improvvisamente. 

              Voglio sentire i cori della Fattori, i commenti abbattuti della est, l’impassibilitá abulica della ovest.

              Voglio vedere i giocatori muoversi (correre?) imbarazzati ed impauriti in questo stadio che oggi sarà ancora più spettrale, con il fantasma della retrocessione ormai fisicamente presente.

              Sarò curioso di vedere la reazione (anche la mia, non so quale) ad un eventuale gol sia nostro che dell’avversario: stolta gioia? rabbia? ironia?  o, che è peggio di tutto, indifferenza?

              Sì, pur nel dolore, sento che questa è una partita da non mancare.

              Condividere il dolore, la rabbia o quello che sarà con gli altri tifosi del Padova è l’unica cosa da fare.

              E quando la retrocessione sarà  matematica, gridare ancora una volta FORZA PADOVA, con la tristezza nel cuore e la speranza in un futuro che ci ripaghi di tutte queste sofferenze.

              1. Marcantonio scrive:

                Stavo pensando che….può succedere anche alle migliori, se domani ilo napoli non dovesse vincere col Chievo, anche alla Juve gli tocca vincere lo scudetto in poltrona :lol:

                1. Pietro scrive:

                  Vi racconto una favola: in un paesino di 3000 anime Borgostorto c’è una grande azienda multinazionale la Gallina Cocodè spa il cui patron Orfeo Gallinaro è stato appena eletto presidente della Deichegheafemo Borgostorto che milita all’ultimo posto in 3°categoria. Bene, il nuovo patron decide di investire molte palanche nella squadra per farle fare salti di categoria e compra questo, compra quello, quello ancora e quest’altro e via di seguito fino a fare uno squadrone pagando profumatamente i giocatori. Una passeggiata, nel giro di 5 anni il Borgostorto è promosso in serie B, l’anno dopo sale, addirittura in serie A. Gallinaro maniaco di grandezza decide di non fermarsi e investe a più non posso portando il Borgostorto in Europa League. Prima partita: Borgostorto – Arsenal : 4 – 1 all’Euganeo di Padova. Morale= anche le pulci annidate su un Alano diventano altissime. Favola per intenditori tipo: Sassuolo, Chievo, Cittadella, Frosinone e pulci simili.

                    1. fabio.pd scrive:

                      domenica assisteremo al riproponimento della stessa squadra. Si vuole finire con dignità il campionato. A Roma dicono: ahoo…sei de coccio ! Ancora: qualcuno diceva…tempo ne abbiamo per ripartire con una nuova squadra e nuova struttura, allenatore..d.s…., ma scusate: lo scorso anno abbiamo chiuso il campionato in anticipo e non siamo riusciti a fare una squadra che sia Squadra, e adesso…se tanto mi da tanto….accadrà la stessa cosa. Piangersi addosso, cercare un capro espiatorio, sperare in qualcosa che accada…. Sapete cosa manca, secondo il mio modesto parere ?……manca l’Amore per la maglia, scendere in campo per dare il 100%, dare il Massimo come prestazione mentale e fisica. Il Bonazzoli che scende in campo e cammina…io non lo concepisco…..se io fossi al suo posto riterrei questa esperienza negativa al Padova come un anno perso della mia vita, una opportunità mancata. Mi stupisco del coraggio che non vedo in Centurioni nel fare giocare giocatori come Moro fin dal primo minuto !! …e buttalo dentro !!

                      1. Pietro scrive:

                        Co-senza idee e garretti se non perdiamo contro i calabresi poco ci manca, ormai la squadra, se vogliamo chiamarla così, è in riserva e la pompa di benzina più vicina sta a mille chilometri di distanza, il che significa che ci fermeremo punto e stop. Beato Giordani, che col biancoscudo nel cuore ci aveva svenduti a quel bastardo del milanese amico di Altobelli, ora perora la causa fino all’ultimo sangue ed alito di respiro ….proviamoci, certo farsi bello sulle disgrazie altrui ma noi tifosi da sempre non dimentichiamo la gioia in serie A della vittoria per 3 a 2 contro il Vicenza e la speranza di farcela a rimanere in A stava aumentando, poi al lunedì la mazzata Giordani vende il Calcio Padova. Ma stattene zitto! Cali il silenzio sull’Euganeo ed amen,
                        Magari investiamo più denaro per provare a ritornare subito in B altro che sperperare liquidità anche se in parte offerti da Abodi e dal suo Credito Sportivo per quella merda di Euganeo che piace tanto a Giordani. Fate piazza pulita di giocatori a fine carriera o di mezzi pedatori inutili, via…aria…puntate sui giovani con coraggio e lungimiranza se impiegheremo un paio d’anni va bene lo stesso ma con una squadra sbarazzina che ci farà divertire col suo allenatore a cui piace il giuoco del calcio più che i punticini (vero Bisoli). Apriamo le finestre diamo aria al Calcio Padova e smettiamola di sentirci tifosi di una gloriosa squadra, meno prosaici, meno cagoni e più seri. Abbiamo una squadretta di provincia in una città metropolitana ecco la realtà.

                        1. Enrico M. scrive:

                          Questa è stata la settimana della sconfitta. siamo tutti giustamente incazzati, delusi, tristi per non dire depressi. La mazzata di aver vanificato con un anno orribile la risalita in B è pesantissima.
                          Settimana di riflessione anche per Bonetto, ci sta.
                          Però si deve ripartire e il primo a doverlo fare è proprio il presidente con i suoi soci. Cominci a programmare il futuro. Se questa è una società sana e se ci sono le buone intenzioni di cui per ora non si può dubitare, si può e si deve ripartire. Adesso. l’estate scorsa come in passato i tentennamenti e i ritardi sono stati letali. Bonetto decida cosa vuole fare, budget e obiettivi. Poi sotto con il lungo lavoro di ricostruire staff e rosa. In fondo, abbiamo l’opportunità di poter giocare di anticipo. Non perdiamo altro tempo a piangerci addosso.

                          1. Bozzi85 scrive:

                            E’ inutile non voler ammettere che questa retrocessione non fara’ danni seri sulla tifoseria futura.
                            A questo punto era meglio rimanere in C, perche’ la delusione che si percepisce in giro e’ la piu’ forte di sempre.
                            Nessuno si spiega come una societa’ sana e solida, abbia potuto fare tanti errori e mettere su una squadra cosi’ sgangherata, affidandola a 3 allenatori diversi, con qualche limite.
                            Mai accaduto nella storia del Padova un ultimo posto , per di piu’ staccati.
                            Una volta terminata la rabbia verso il dg, la gente chiedera’ spiegazioni alla presidenza, se questa non anticipa tutti, dichiarando a breve le sue intenzioni per il futuro.
                            E’ il momento della verita’, qualsiasi sia, io resto grato al presidente per quello comunque fatto, nello sport si vince e si perde.
                            Consiglio per il futuro, che venga assunto qualcuno che conosca bene il mondo arbitrale, per evitare altri arbitraggi stile Carpi.

                            • Patrick scrive:

                              tu sai gia che arriveremo ultimi? usti…che scoop…el solito padovano casoin….so tuto mi…proprio non ce la fate….la piazza piu’ spocchiosa e gradassa d’ italia…che nn conosce la sua misera storia dell ultimo mezzo secolo e a cui piace la tracotanza , ma con le ginocchia pero’ affondate nella merda……
                              siamo troppo buoni troppo democristiani troppo bravi ragazzi in un mondo come il calcio italiano dove comanda ben altro…foggia docet….

                              • Bozzi85 scrive:

                                Detto tra noi, molti addetti ai lavori e non, pronosticavano un Padova retrocesso già ad agosto. Altro che casoin, questo gioco a te è sconosciuto, continua con il burraco.

                              • Bozzi85 scrive:

                                10 righe di nulla. Secondo i tuoi neuroni, accendine qualcuno, cosa cambierebbe un penultimo posto?
                                Le risposte sono altre e tu non sei grado di capirle o fai l’indiano.
                                Se il presidente non dichiara ,il più presto possibile, le sue intenzioni per il futuro si gioca 4 anni di successi e simpatie.
                                Questa piazza può sopportare una retrocessione, anche rovinosa, ma non l’incertezza.
                                È solo un consiglio , speriamo almeno non segua più i tuoi, perché è finito nel burrone.
                                Il presidente non ha bisogno di tappetini, torna in te

                            1. massimo scrive:

                              Essendo anche ottimisti per le prossime cinque partite raccogliendo 11 punti ( 3 con Cosenza – 1 Palermo – 3 Lecce – 1 Benevento – 3 Livorno ) si termina a 35 punti .
                              Credo sia difficile che le 3 squadre ora a 30 punti non riescano a raccogliere in 6 partite almeno 6 punti,. ( forse il solo Livorno non ce la farà, ma non basta).

                              Massimo

                              1. acp scrive:

                                É una storia di periferia,
                                É una storia da una botta e via,
                                É una storia sconclusionata,
                                Una storia sbagliata

                                Lo so
                                io perderò
                                questa partita qui
                                finirà così…
                                che io mi pentirò
                                che io rimpiangerò
                                questi momenti qui
                                vale la pena o no?

                                Voglio ridere come se
                                come se ridere di per sé
                                bastasse già a risolvere gli errori

                                noia noia noia.

                                dopo aver compiuto 18 anni l’ingenuità diventa una colpa.

                                • tifoso scrive:

                                  Chapeau per la Fabrizio-citazione

                                  • acp scrive:

                                    tengo di più alle altre due citazioni.

                                    quella è fin troppo precisa e tagliente per la realtà che viviamo.

                                    comunque pensavo che la nobildonna, bozzi o il merola del venessian se ne accorgessero e invece niente.

                                1. Lacoste76 scrive:

                                  Trovo assurdo che ancora si parli del Calcio Padova come squadra di calcio.
                                  La nostra maglia, che qualcuno ERRONEAMENTE DEFINISCE GLORIOSA, è una maglia di serie C.
                                  Il calcio a Padova non esiste dal 1962. I due penosi anni di serie A ottenuta al terzo penoso tentativo non sono nulla, sono una comparsata fatta anche da squadre come Benevento, Treviso, pistoiese, ternana, Frosinone.

                                  In questi 56 anni realtà come Empoli, Chievo, Sassuolo, Messina, Reggina, Parma, Como, Cremonese, Ascoli, Avellino, Salerno, Lecce, Foggia, ora Ferrara, Ancona, Udine, Verona, Vicenza, Siena, Piacenza, Pescara, Brescia, Pisa, Livorno, Catania e di certo ne scordo qualcuna HANNO FATTO UN CICLO DECENTE DI SERIE A.

                                  E ho nominato realtà che come città e provincia sono pari o per lo più inferiori a Padova.
                                  Aggiungiamoci lo stadio più schifoso d’Italia e mi chiedo COME ANCORA NON SI CAPISCA CHE PER UNA MISCELA DI ELEMENTI SOCIALI, POLITICI, IMPRENDITORIALI, INFRASTRUTTURALI, STORICI ORMAI, GIORNALISTICI, PADOVA NOM SIA UNA CITTÀ PER FARE CALCIO.

                                  Il Calcio Padova è una realtà minore che sta tornando nella sua dimora abituale degli ultimi 40 anni.

                                  Il blasone ormai somiglia a quello della pro Vercelli, o agli scudetti del Genoa o del grande Torino.

                                  Quindi nessun pianto. Chi ha voglia andrà in C e chi no, no. Ma il calcio a Padova non è possibile farlo. 60 anni parlano chiaro. Io lo chiamo DNA, coi chiamatelo come volete.

                                  • Cane Pazzo Tannen scrive:

                                    Ormai da tanti anni sostengo che Padova è, per il calcio, una piazza maledetta.
                                    La nostra storia di nobile e blasonata di provincia si è chiusa nei primi anni ’60.
                                    Dal ’62 in poi, a parte la finale di Coppa Italia del ’67, siamo letteralmente scomparsi…
                                    Una realtà che dovrebbe veleggiare tra A e B si è invece consolidata tra B e, soprattutto, C (con addirittura 4 campionati di C/2 e uno di serie D causa fallimento sportivo). A tal proposito gli ultimi 20 anni sono emblematici visto che, tra l’altro, sono 20 anni che,di fatto, come rendimento sportivo il Padova è la seconda squadra di provincia…
                                    Sadness…

                                  • Patrick scrive:

                                    Ancona ha fatto uno o due anni penosi in A, poi sparita…certo, a livello di stadio anche loro, sebbene il dorico non sia un catino ribollente, sono messi meglio di noi….
                                    l’ Eugeneo festeggia 25 anni a settembre. proporrei una grande festa ironica…

                                    • acp scrive:

                                      tu che proponi qualcosa di ironico è il punto più alto toccato in questa stagione.

                                      lacoste invece è sempre più calimero.

                                  1. filippo scrive:

                                    Marcantonio a Cittadella puoi permetterti una retrocessione come quella, diversa dalla nostra
                                    A Cittadella c’è Gabrielli, 1 miliardo di fatturato annuo con le sue aziende
                                    Il paragone non regge, anche se a rigor di logica il tuo ragionamento è corretto
                                    Ma li ricordati che Marchetti aveva una rosa quasi interamente di proprietà che ha vincolato a metà stagione con rinnovi a stipendi ridotti per tornare su subito, qui oggi non lo puoi fare

                                    Il mio sogno è quello che aveva Puggina tanti tanni fa: una società di livello manageriale con alle spalle un gruppo forte di azionisti
                                    Bonetto stesso dice “padova può offrire di più”? Benissimo, il sindaco si faccia promotore di una cordata di azionisti composta dalle grandi firme dell’imprenditoria cittadina… non sto neanche a dirvi i nomi che tanto li sapete già.
                                    Se non lo fa Giordani che ha le mani in pasta ovunque, chi dovrebbe farlo mi chiedo.

                                    Si fa un board, ci mettiamo dentro pure un serio azionariato popolare che rappresenti TUTTA la tifoseria e che controlli quello succede,
                                    Il board nomina 3 figure: un presidente, figura di alto profilo e della Padovanità. Possibilmente un ex calciatore / allenatore / dirigente (come Kenny Dalglish a Liverpool, Ferguson allo UTD, lo stesso Zanetti all’Inter). Nomi anche qui quanti ne volete: Nanu Galderisi, Damiano Longhi, Mauro Sandreani…
                                    Un manager di livello per l’area amministrativa / finanziaria (AD), un manager di altissimo profilo per l’area tecnica (un DG alla Marotta). Anche qui nomi quanti ne volete: Marchetti stesso, un Perinetti…
                                    Il board da obiettivi e il budget, i manager rispondono agli azionisti.

                                    Gli imprenditori padovani non vogliono esporsi in prima persona? Benissimo, così sono tutti assieme e ognuno compartecipa per il suo. E se ne stanno fuori, ripeto fuori da scelte tecniche o amministrative etc. etc.; quello va in capo a chi hanno delegato, loro rispondono, loro ci mettono la faccia.
                                    Così si organizza seriamente una società di capitali, non solo nel calcio, nel 2019. Il calcio del mecenatismo più o meno facoltoso è morto e sepolto, fattibile solo dagli sceicchi – che non vengono certo a Padova.

                                    • Marcatonio scrive:

                                      Mah. Il tuo sogno mi piace. Mi sa però che ci dobbiamo accontentare di ciò che abbiamo e ci conviene pure baciarci mani, avambraccio e gomiti…perchè l’inprenditoria padovana ha più volte dimostrato nel corso degli anni di non essere interessata al calcio e al Padova, se no non saremmo finiti nelle mani di Penocchio fino ad arrivare al punto di rischiare di scomparire.
                                      Se ci fosse la fila per acquisire il Padova, potrei capire una rivalutazione sulla proprietà dettata dall’esigenza di avere alle spalle una forza economica importante, ma stante l’attuale situazione e con questi chiari di luna, dobbiamo solo sperare che Bonetto non arrivi a lasciare.
                                      Quindi posso capire che con un campionato del genere la tifoseria e mi ci metto pure io si senta delusa e frastrata…. allora posso capire che si voglia cambiare, ma puoi cambiare direttore sportivo, puoi cambiare squadra e allenatore ma come ti può venire in mente di a buttare via tutto? Perchè di questo si tratta e messa così rappresenta solo un salto nel vuoto.

                                      • filippo scrive:

                                        Io conterei sul fattore aggregazione, Giordani sarà antipatico ad una parte di tifoseria per questioni di natura politica, ma nei palazzi e nei potentati sa come muoversi.
                                        Bonetto va certamente ringraziato per quello che ha fatto in questi anni, ma va anche aiutato nel momento in cui appare sempre più evidente che le sue forze non bastano, che i suoi soci di minoranza non hanno il passo per subentrargli, e che l’armeno è a tutti gli effetti un oggetto del mistero.
                                        Buttare via tutto? E’ un punto di vista, io lo vedo più un reset finalizzato ad un consolidamento futuro.
                                        Io ma come penso tutti voi mi auguro di vincere. Tornare in C è un abominio sportivo, e con quello che si profila il prossimo anno la competizione sarà durissima. Se effettivamente si vuole puntare ad un immediato ritorno in B servono risorse. Con il misero paracadute dalla C, introiti di lega / federali pari ad un pugno di mosche, e con l’oggettiva ristrettezza finanziaria che abbiamo visto anche quest’anno… la vedo molto dura.
                                        Un cambio di passo per me è fondamentale, anche perché non penso che Bonetto voglia andare in rovina per il pallone…

                                    1. Nonostante Lutterotti:)) scrive:

                                      Delusione, delusione, delusione, torniamo mestamente in serie C,….e poi?
                                      Bonetto, giustamente non si svenerà per fare uno squadrone, ne’ comparirà alcun cavaliere bianco a portare il biancoscudo.
                                      Le motivazioni le avete sviscerate nei vostri interventi, distanza dell imprenditoria Padovana, mancanza di uno stadio e via dicendo.
                                      Ma, se guardiamo un po’ più in là, …cosa vediamo anche solo fra 10 anni?
                                      Necessita’ di risorse sempre maggiori per fare calcio a buon livello, stadio sempre meno affollato, per carenza di risultati e invecchiamento anagrafico della tifoseria, campionati sempre più “ingessati” con poco turnover, per lo squilibrio delle le risorse..
                                      Qui da noi, ma anche altrove, come già stiamo vedendo, anche poco lontano. Società gloriose eclissate per molti anni, vedi Treviso e Triestina, miracolati sequenziali, vedi Vicenza, o piccoli miracoli…senza prospettiva, come a Cittadella o Pordenone, per impossibilità di attrarre masse sufficienti a sviluppare il business legato al calcio.
                                      …. e quindi?, non è quello che mi auguro, ma credo quello che sarà possibile e forse utile, per fare calcio di alto livello:
                                      L’unione sinergica delle forze del territorio, con una squadra di riferimento nel luogo principale, una squadra giovane ed il settore giovanile di punta in periferia, e la capacità di fare sistema nel proprio territorio.
                                      Capisco non sia quello che vorremmo, ma mi pare le esperienze vadano in questo senso.
                                      A parte Il caso di Vicenza nato sbagliato e gestito male, Lotito, con le sue squadre, Pozzo a Udine ma anche all estero, le squadre B degli altri campionati ci fanno delle indicazioni.
                                      In attesa della serie C, si può anche ragionare su cosa sarà……

                                      • Marcatonio scrive:

                                        L’unione sinergica delle forze del territorio, attorno ad una squadra di riferimento, mi sembra fantascienza e non la vedo perchè non fa parte della natura del calcio che è campanilismo puro.
                                        Le squadre B di squadre più “grandi” altro non sono che l’espressione di una espansione della potenza della squadra di riferimento, un mondo assurdo dove potrebbe succedere, che la squadra di riferimento si trovi a giocare in un campionato contro la propria “alter ego” da ridere se non ci fosse da piangere.

                                      1. Stefano scrive:

                                        Comunque è’ chiaro che il ritiro sia stato deciso perché qualcuno ha rappresentato a Bonetto la possibilità , sia pur remota , di un ripescaggio …… sicuro che anche qualora ci fosse , per un qualsiasi appiglio non andrebbe in porto …… mica siamo a wcenza qui….

                                        1. Stefano scrive:

                                          La squalifica con multa a Baraye per simulazione e’ poesia pura : bell’arbitraggio …

                                          1. Folpo di Noventa scrive:

                                            Quoto le parole di Bozzi.
                                            Questa retrocessione ha paradossalmente reso la scorsa promozione un danno.
                                            Retrocedere da ultimi al primo anno, dietro a realtà come Cosenza o Carpi ha creato uno sconforto che mai avevo visto.

                                            La maggior parte dei tifosi che sento dichiara di non voler tornare in C all’Euganeo.
                                            È la famosa goccia che fa traboccare un vaso fin troppo capiente da troppi anni.

                                            Siamo nella situazione della retrocessione in C con Viganó. Anzi peggio.

                                            A me spiace ma solo una nuova proprietà dichiaratamente ricchissima potrebbe ricreare un entusiasmo che gli stessi che lo avevano ricreato, lo hanno poi ucciso, seppur in buona fede.

                                            Io amerò per sempre i Bonetto, restano una presidenza da amare ma a mio avviso sarebbe meglio che il Padova passasse di mano.

                                            • Bozzi85 scrive:

                                              Folpo, hai altri neuroni. Ogni tanto un voce fuori dal coro delle banalità . Sindrome cinese per questa tifoseria. Patrik, sei intelligente ma non ti applichi o la sai lunga.

                                            1. Stefano scrive:

                                              A voler essere precisi noi siamo riusciti in un quadruplo salto all’indietro …… credo mai eguagliato …. dalla cessione in a a Cesarino siamo finiti in c2 senza fermarci mai ….. talento puro !

                                              1. Lacoste76 scrive:

                                                Che poi…tutto sto amore per il Padova lo abbiamo noi 4/5000 fedeli, quelli che un tempo erano 20000, poi 15000, poi 10000, poi 7000, ora 5000 dal prossimo anno 2000.
                                                In 40 anni si sono persi 18000 fedeli e di questi la maggior parte in città. Ovviamente in tal senso ha giocato un ruolo fondamentale l’abbandono di uno stadio cittadino per uno stadio più comod per la provinicia.

                                                Molti di noi sono quelli tra qualche anno non sapranno più neppure in che serie è il Padova e che guarderanno alla squadra locale come il lato grottesco della stessa.
                                                Forse hanno ragione. Sonò solo persone che hanno capito prima l’antifona.

                                                • tifoso ignoto scrive:

                                                  Due sono i motivi per cui si è ridotto il numero dei tifosi allo stadio

                                                  -La tv in abbonamento ha allontanato parecchio
                                                  -Non c’è stato turn over, cioè le nuove generazioni non
                                                  hanno sostituito i vecchi tifosi, e infatti allo stadio ci vanno
                                                  i vecchi di una volta tolti quelli che hanno optato per il divano
                                                  e quelli che nel frattempo sono muerti
                                                  (vebbè c’è pure il fattore Euganeo che non aiuta)

                                                • fabio.pd scrive:

                                                  Mamma mia che pessimismo….già la giornata è grigia e piovosa ! Se il Padova giocasse oggi la partita per i play off ci sarebbe lo stadio pieno…..dalle case uscirebbero persone/famiglie mai viste prima, se non in queste occasioni, che sventolano bandiere e sciarpe che profumano ancora di naftalina. L’ossatura costante siamo noi ! “il Padova siamo noi” cantiamo…..

                                                • Lacoste76 scrive:

                                                  Guardò il Lecce ed il suo doppio salto.
                                                  Doppio salto riuscito a Como, Modena, Spal, Lecce, Benevento e tante altre. A noi MAI. MAI UNA SOLA VOLTA.

                                                  ANZI SI…ALL’INDIETRO PERÒ.

                                                1. filippo scrive:

                                                  Fate tenerezza
                                                  Oggi avete scoperto che in Italia gli arbitri sono sporchi? A quando l’acqua calda?
                                                  L’anno dei 17 rigori contro, quando mi facevo venire un embolo per il famoso Pinzani di Empoli in un Padova – Reggina 2-2, dove eravate? (e non dico chi era il presidente sennò si scatenano i moralisti dell’ultima ora con le solite manfrine…). Quando le grandi penne emergenti del giornalismo Padovano bastonavano i tifosi dandogli dei provinciali perché si lamentavano della solita rapina made in Cittadella in un derby dell’era Pillon, dov’eravate?
                                                  Adesso che il cadavere è fresco e arrivano gli avvoltoi a cibarsi, cosa che accade puntualmente tutti gli anni a tutte le compagini in simili condizioni. Il rigore clamoroso a te lo negano, la situazione borderline per i tuoi avversari diventa regolare. Quindi, ripeto la domanda: dove sarebbe la novità?

                                                  Padova retrocede esclusivamente per suoi demeriti, demeriti che partono da questa proprietà e dalle sue scelte – scelte che l’hanno messa nella condizione più o meno voluta di trovarsi a cinque partite dalla fine ultima in classifica, cose mai successe in Serie B a queste latitudini. Ripeto mai successe, almeno da Puggina in poi.

                                                  Ai tempi di Cestaro criticavate “el casoin” quando c’era chi in campo si vendeva le partite.
                                                  Oggi chiedete alla squadra di togliere la maglia, e andate dietro come bestie assatanate ad un video del solito Viafora (a proposito di chi fa le crociate contro gli “agitatori” Edel e Borile…); la roba incredibile è che gli va dietro pure il presidente che osannate distribuendo multe come cioccolaitni, salvo poi fare marcia indietro quando si rende conto della valutazione forse un tantinello affrettata… con il risultato che poi i due usurpatori sono in campo con grande pace e gioia dei comunicati congiunti Ultras, Aicb, Azionariato Popolare, Caritas, CL, Associazione Consumatori e Azione Cattolica. E questa è solo la punta dell’iceberg, una chiara malagestio, resa pubblica solo perché a favor di stampa… sul resto meglio stendere un velo pietoso.

                                                  Ma cosa vi serve ancora per iniziare a contestare questa società?
                                                  Cosa, mi domando.

                                                  Ultima domanda: Bepi Bergamin? Un mona? Qualcuno se la ricorda la sua conferenza stampa di uscita, il non detto tra le righe e quello che disse la moglie che forse qualche pelo sulla lingua in meno ce l’aveva?
                                                  Fareste bene ad andarvela a rivedere.

                                                  • Marcatonio scrive:

                                                    Evidentemente non ci sono abituato, quando una squadra retrocede, non deve cambiare direttore sportivo, squadra, allenatore, deve cambiare società.
                                                    Si, però mi chiedo perchè non succede anche ad altre lati-longitudini? Perchè tre anni fa il Cittadella che è retrocesso, non ha cambiato società? E poi il destino gioca anche degli scherzi, con la stressa società con cui sono retrocessi, sono poi stati promossi in B e ora addirittura si accingono a lottare per un posto in serie A….
                                                    Sono gli stessi “incapaci” che l’hanno vista retrocedere….Se si usasse lo stesso parametro che piace a te Filippo, non dovrebbero aver stravolto tutto a Cittadella?

                                                  • Marcatonio scrive:

                                                    Vuoi che andiamo a chiedere al brav’uomo di Bergamin, che io rispetto, di venire a raccogliere i cocci?
                                                    Perchè ho l’impressione che di questo passo potremmo anche trovarci senza proprietà….e allora si che te lo sogni l’ immediato ritorno in B, in questi casi si perdono almeno due stagioni, se ti va bene!

                                                    Ma dico, quanti presidenti ci sono in Italia che sbagliano “qualcosa”? Avrà sbagliato alcune scelte, le stiamo pagando, ma da qui a crocifiggerlo e buttare all’aria tutto…. senza nessuno alla porta poi….

                                                    • filippo scrive:

                                                      Guarda Marcantonio, a me di tizio caio o sempronio frega nulla
                                                      Dico quello che penso, abrasivo o meno che sia per qualcuno – e per dare un giudizio mi baso esclusivamente sui dati che sono sempre incontestabili
                                                      Come dicono dalle parti di Liverpool, il presidente di una squadra di calcio è il guardiano di una storia, di una tradizione, di un blasone
                                                      Ha questa responsabilità verso la tifoseria e la città che rappresenta
                                                      Quindi io non giudico le persone, che non conosco – ci mancherebbe. Esprimo un giudizio da beneficiario di quell’opera di protezione e tutela che quel “guardiano” fa

                                                      Il problema invece è che voi – ma anche qui, mica ce l’ho con voi personalmente, ma con il pensiero che esprimete (sono altri i “fenomeni” che danno del mentecatto a destra e a manca) – basate le vostre considerazioni mettendo al primo posto la simpatia o antipatia per il tal personaggio, prima del giudizio fattuale su quello che fa o meno. Due pesi e due misure: a chi sta “simpatico” si dà tutto il credito del mondo a chi sta “antipatico” si dà addosso senza pietà.
                                                      Viafora ha fatto uno “sgarbo” da matita rossa a questa società con il video assurdo della scorsa settimana. Non aveva niente a che vedere con il diritto di cronaca, è stata solo una leggerezza inutile. Ebbene, non ho sentito uno, dico uno solo dei soliti noti qui dentro che poi attaccano in continuazione Edel o Borile dire una parola. Quindi? E’ obiettività questa?

                                                      Un campionato vinto come si è vinto lo scorso anno, il tira e molla su Bisoli a Giugno, la campagna acquisti estiva da film di Dario Argento, tutto quello che gli è andato dietro che culmina in una retrocessione indecorosa come quella che si sta profilando due dubbi, dico due dubbi dovrebbero farveli venire no? E invece, dato che se Bonetto se ne va pare si aprano le porte dell’inferno, guai. Guai a contestarlo, guai a criticarlo sennò si offende, teniamocelo ben stretto alla poltrona… mi tocca vedere persino le legioni di protettori (mi auguro non richiesti) su Facebook che screditano chi attacca la proprietà dicendo “Presidente non legga la prego, questi non sono veri tifosi”.
                                                      Ma siamo impazziti o cosa?
                                                      Ma è serietà questa?

                                                      Due pesi e due misure: a chi sta “simpatico” (per motivi che francamente mi sfuggono, e faccio il finto tonto che è meglio) si da tutto il credito del mondo. A chi sta antipatico, fucilate.

                                                      Ripeto, a Padova non si è capaci di giudicare i fatti sulla base dei dati e non sui propri bias che hanno a che fare con le suddette simpatie / antipatie

                                                      Ci possiamo tenere il presidente chi volete, poi che nessuno venga a fare la pitima se e quando ci troveremo in acque agitate.

                                                      • Patrick scrive:

                                                        I FATTI sono due promozioni in 3 anni, a queste latitudini praticamente mai successo o quasi negli ultimi 50 anni.
                                                        I FATTI sono un primo posto vincente ed un secondo trofeo vinto, un doblete di sta minchia in terza seri che qui non si erano pero’ mai visti…conta poco come ci siamo arrivati. FATTI.
                                                        I FATTI sono che Bonetto è stato il primo presidente a rilanciare un progetto serio di Stadio nuovo, cosa mai accaduta a queste latitudini, non puttanate o sparate, ma progetti seri.
                                                        I FATTI sono che questa è la prima dirigenza che instaura un dialogo proficuo e costruttivo con tutte le parti in causa padovane, dall’ amministrazione comunale alle varie componenti cittadine.
                                                        I FATTI sono il tentativo riuscito di riavvicinare mondi in parte lontani dalle nostre parti, come per esempio il rugby petrarca e il calcio padova, a prescindere dall’ utilizzo del Geremia. Fare squadra su tante piccole cose da sempre dimenticate.
                                                        I FATTI sono che ha toppato in pieno la stagione del rientro in cadetteria e questo è grave. ma gli errori purtroppo si compiono, fondamentale è prendere spunto da questo e provare a ripartire, salvo miracoli.
                                                        Coi tuoi paragoni folli, ti ripeto, per me resti un mentecatto.

                                                        • Enrico M. scrive:

                                                          Riassunto quasi condivisibile.
                                                          Mi soffermo sul punto del dialogo… Tra il dialogo tra le parti ed essere in balia degli umori dell’allenatore e della piazza, c’è differenza. Confermare Bisoli e richiamarlo sono state scelte di pancia e non da dirigenti razionali. Mancanza di esperienza aggravata da un DS senza polso. Per ripartire servono figure capaci e ferme anche in società. Non mille consulenti alla Cestaro, ma un DS scaltro e un paio di dirigenti che conoscono il mondo del calcio. E un buon allenatore, ovviamente.

                                                        • filippo scrive:

                                                          promozioni 1 e mezza, la prima è sua a metà, e se guardiamo la composizione societaria di allora forse anche qualcosa di meno di metà. Su quella dello scorso anno, se non ci vedete il seme del disastro di quest’anno nella seconda parte del campionato scorso non so che farci. La coppa dell’amicizia conta zero, tant’è che le squadre che avevi “asfaltato” ti sono ampiamente davanti, anzi una probabilmente andrà in A. Tanto erano “veritieri” i valori in campo (e fuori).
                                                          Progetto stadio? ma sei serio? Ancora la favola dei 100 milioni? E secondo te in Serie C lo stadio lo fai? Guarda, peggio ancora: se effettivamente il progetto stadio era serio doppiamente folle farlo finire in disgrazia per la gestione oscena di questa stagione. E’ evidente anche ad un marziano che oggi una società di calcio per stare a galla ha bisogno di strutture di proprietà. Giocarsi quella possibilità per risparmiare quattro euro sugli ingaggi una follia ancor più grave.
                                                          Dialogo proficuo con le parti in causa… mi sembri un politico. Ma chi sarebbero le parti in causa, il comune? Perchè non si è dialogato con Bitonci quando c’era da andare al Plebiscito? Le altre parti in causa? Gli abbonamenti all’ASCOM? Con ZED ad esempio che tipo di dialogo c’è tu che sai? Mi pare che a Padova ormai Zabeo conti più del sindaco… e mi pare che anche lui abbia qualcosa da fare a Padova Ovest.
                                                          Riavvicinare il mondo del rugby? Perché una volta sono venuti ospiti ad una partita? Te lo ripeto, ma sei serio? E che altri mondi lontani avremmo riavvicinato illuminami: basket? Pallavolo? Atletica?
                                                          Su questa stagione siamo incredibilmente d’accordo, ma ci mancherebbe pure il contrario.
                                                          Io sono un mentacatto caro mio, tu sei nella migliore delle ipotesi un prezzolato.

                                                  1. tifoso ignoto scrive:

                                                    Fossi in Bonetto metterei tutti i tre gli allenatori ad allenare
                                                    insieme il Padova per queste ultime partite, e se non rigano
                                                    dritto minaccerei di prenderne un quarto. Cossì i’impara!

                                                    1. fabio.pd scrive:

                                                      una volta soltanto faccio considerazioni non sul Padova, ma sui wcentini: hanno un apparato mediatico: notiziari, collegamenti di tutto rispetto, persone che sono in primis tifosi e poi giornalisti o semplici commentatori. In questi giorni valutavano la partita a casa del Teramo come la possibilità di accedere ai play Off in caso di vittoria. Non dicevano però che in classifica sono metà del guado: pochi punti per i play off e pochi punti per play out. ma questo non importa, chissenefrega…..vedono il bicchiere mezzo pieno, ma senza sbracarsi o tirarsela troppo………vedo in loro tanto entusiasmo. da noi, a parte la brava Martina, non tocco con mano una tale passione. La trasmissione soporifera di Borile vede interlocutori che sono lì solo per dire qualche cosa, fare qualche ragionamento: se le cose vanno bene…un piccolo applauso, se le cose girano male…giù critiche, tutti commissari tecnici.

                                                      1. effebi scrive:

                                                        ma neanche la multa li hanno dato state tranquilli…sono sicuro…la nostra rovina non è bonetto È ZAMUNER

                                                        1. Spinoccia scrive:

                                                          Beh a quanto pare qui ce n’è veramente per tutti i gusti: in ordine non di apparizione nè alfabetico abbiamo moralisti, ironici onniscenti, contestatori duri e puri e smaliziati che vedono le cose anni luce prima del popolo bue…Chi più ne ha più ne metta!
                                                          La realtà è che l’anno prossimo si gioca nuovamente in serie C. Cinesi o arabi pronti a rilevare il Calcio Padova e a buttarci dentro milionate non mi pare se ne vedano. Quindi che si fa?
                                                          Via tutti, conta solo la maglia, orgoglio biancoscudato, eccellenza all’Appiani?
                                                          Oppure diamo credito a chi ha fallito alla sua prima esperienza in serie B e contiamo sulla sua voglia di rivalsa per programmare una rapida risalita?

                                                          A me il buon senso suggerisce decisamente la seconda ipotesi. Non so a voi.

                                                          1. acp scrive:

                                                            4 vittorie in 31 partite.

                                                            nello sport prima fai il tuo poi forse puoi parlare del resto.

                                                            1. acp scrive:

                                                              nel mio oceano di verità assoluta c’è solo un dubbio: ma se foscarini avesse pareggiato 3 partite in più come saremmo messi ora?

                                                              centurioni mi sta facendo rimpiangere bisoli.

                                                              • tifoso ignoto scrive:

                                                                il problema è che qui si cambierebbe allenatore
                                                                dopo ogni pareggio, prima via Bisoli meglio Foscarini
                                                                poi via Foscarini meglio che ritorni bisoli poi altre peste corna
                                                                a Bisoli e finalmente aria nuova con Centurioni ma pure
                                                                lui è caduto in disgrazia, e si può sempre tornare a Bisoli comunque
                                                                e Foscarini è sempre a disposizione in fin dei conti mancano altre
                                                                5 partite se ne possono cambiare di allenatori fin che si vuole

                                                              1. acp scrive:

                                                                ieri ho chiuso con il padova di bonetto. non darò più un euro a questa società. fino a quando questi qua resteranno nel padova io tiferò solo in trasferta.

                                                                1. Il vecchio Max scrive:

                                                                  1)Il boia e’ pronto a tagliare la testa,ma finche’ non lo fa si lotta…Lo so,e’ un concetto difficile da applicare in situazioni come la nostra,ma rimane comunque il cuore pulsante di qualsiasi competizione sportiva sportiva,a qualsiasi livello.
                                                                  Non lo dico ai tifosi,i quali possono reagire come a loro pare,lo dico a quelli che avranno l’onore e il fardello di scendere in campo la prossima volta.
                                                                  2)Evidentemente esonerare Bisoli porta male,sembra quasi una iattura . Non riesco infatti a ricordare una stagione piu’ avversa di questa. Abbiamo gettato via e regalato una marea di punti per banali errori individuali. Ho visto fare un sacco di papere analoghe anche in altre partite,ma non ne ricordo una,dicasi una,in nostro favore.Se guardo come il Carpi si sia preso 6 punti da noi,ad esempio,mi viene il male di fegato.Errori arbitrali: almeno 3 rigori clamorosamente a nostro favore (quello di ieri un capolavoro,dove praticamente 4 giocatori insieme stendono Baraye) e in altri numerosi casi dubbi,ne ricordo solo uno fischiato in nostro favore,cioe’ nell’unica partita in cui non serviva a niente(Lecce).A La Spezia Mbakogu da’ finalmente segnali di netta ripresa in fattto di corsa e durata e nella rifinitura della vigilia col Perugia ,si’,ho detto nella rifinitura,qualcuno dei nostri lo azzoppa…Risultato:giocatore furi altre 3 gare e condizione che torna di nuovo indietro…Se e’ vero il principio che tutti questi accidenti alla fine del campionato si equilibrano,allora le prossime 5 le vinceremo pur facendo schifo e,conti alla mano,ai play-out ci andremo di sicuro.
                                                                  3)Per quanto mi riguarda su Bonetto non ho il minimo dubbio.Il campo sta dando i suoi impietosi verdetti:ha sbagliato,ha cercato in tutti i modi di rimediare,ma senza risultato.Questi sono i fatti. Detto questo,pero’,per me stramerita una prova d’appello per quanto ha fatto in precedenza.Guardate che non mi sto attaccando a motivi sentimentali, a cose come passione,amore per la citta’,onesta’,tutte cose che meriterebbero comunque una considerazione non certo cosi’ misera come per qualcuno che scrive sul blog.. Il paragone a Penocchio e’ un offesa lla realta’ dei fatti,prima che alla persona.
                                                                  Me ne frega zero che con Penocchio abbiamo fatto piu’ punti. Io so che con Penocchio non siamo nemmeno finiti in serie D. Con lui siamo spariti. Se per la retrocessione faremo la stessa fine,ne riparleremo.
                                                                  Se poi qualcuno rimpiange Cestaro,ricordo che i fatti dicono che per sfiorare la A ci ha messo 10 anni e che Bonetto ha impiegato 3 anni a fare quello che Cestaro ha fatto in 7 con la meta’ dei suoi soldi.Anche i Gabrielli hanno avuto i loro ruzzoloni,le loro stagioni nere,e non sono cero degli incompetenti.Eppure hanno saputo riprendersi, Credo che i Bonetto abbiano tutte le qualita’ morali per reagire alla nuova situazione che si sta delineando.Se poi ne hanno anche le possibilita’ economiche,beh,lo capiremo tra non molto. Io me lo auguro di cuore,anche se non nascondo qualche dubbio a riguardo.

                                                                  • Marcatonio scrive:

                                                                    Anche i Gabrielli hanno avuto i loro ruzzoloni

                                                                    ….ma non ho sentito in quel di Cittadella nessuno che si sognasse, neanche lontanamente di mettere in discussione la proprietà….chissà perchè!!

                                                                    Qui a Padova abbiamo un presidente che bene o male in tre anni ci ha portati in B, e per il progetto Bonetto passa il nuovo stadio, ora ha commesso degli errori, ma ha un progetto preciso in testa. Ma qui a Padova al solito abbiamo l’animus pugnandi e non vogliamo sentir ragioni, cotestazione è la parola d’ordine. Poi diciamo che siamo sfigati e vogliamo parlare di DNA ?

                                                                  • Patrick scrive:

                                                                    Grande Max, sottoscrivo in toto….

                                                                  • lino scrive:

                                                                    …..a dire il vero e’ quello che ho pensato anch’io prima delle ultime due/tre partite, ( “Se e’ vero il principio che tutti questi accidenti alla fine del campionato si equilibrano,allora le prossime 5 le vinceremo pur facendo schifo e,conti alla mano,ai play-out ci andremo di sicuro.” ) … sara’ perche’ sono ottimista fino al midollo e mi rassegnero’ solo alla matematica e anche perche’ credo ai miracoli, ogni tanto capitano, succede che ogni tanto qualcuno vince la lotteria e qualcun’altro viene salvato sotto le macerie, e penso: se si vince, magari a caso o giocando come a Carpi (segnando pero’!) tutto sarebbe estremamente piu’ abbordabile…

                                                                  1. Albi scrive:

                                                                    Disfatta totale. E non mi riferisco alla sconfitta di ieri, di per se grottesca, ma al fatto di non aver saputo mantenere la tanto agognata serie B che ritenevo e ritengo assolutamente vitale. Tornare nella fogna della serie C è un dramma sportivo per Padova, perdiamo tra le altre cose, ogni speranza di avere uno stadio decente, presupposto fondamentale per ambire a stare stabilmente nel calcio che conta. Io attribuisco molte colpe alla dirigenza, perché da lì partono tutte le scelte, tutte le decisioni. Se penso poi che Bonetto storceva la bocca perché riteneva pochi 5500 abbonati…. ecco, quest’anno si è dilapidata gran parte di questi 5500 tifosi perché molti, io compreso, non seguiranno più la squadra in serie C anche perché non si vedono le premesse per una pronta risalita. Qui non c’è nulla o poco da salvare, quindi la squadra andrebbe totalmente rifondata a partire da direttore sportivo e allenatore, quindi la prossima sarà giocoforza una stagione di transizione, senza contare che ci sarà probabilmente un vicenza formato corazzata è una Triestina lanciatissima.

                                                                    • Marcatonio scrive:

                                                                      la prossima sarà giocoforza una stagione di transizione

                                                                      Tre ipotesi, la società già si è giocata il “paracadute ” a Gennaio e allora sarà di transizione e saremo tra color che son sospesi; oppure l’investimento stadio è così importante che giocoforza vedremo un ulteriore investimentoi per risalire subito; alla fine potrebbe anche succedere che invece Bonetto lasci tutto che, secondo me, nonostante le aspre critiche di questo periodo, sarebbe per noi la cosa più grave.

                                                                    • Patrick scrive:

                                                                      TI ha detto il compitino il tuo compagno di merende piagnucolone?

                                                                    1. Patrick scrive:

                                                                      Strano ma vero, mi trovo quasi interamente d’ accordo con il contenuto dell’ editoriale.
                                                                      La sconfitta di ieri ha del folle, allucinante, cose che solo il calcio puo’ farti assaporare ma che qui a Padova sono tradizione consolidata. Doveva finire 3 a 0, l’ abbiamo presa in culo.
                                                                      Al novantesimo non sono riuscito nemmeno ad offenderli, talmente basito mi sentissi….
                                                                      Ho tra l’ altro la consapevolezza assodata che ci vogliano giu’, a parte gli errori marchiani arbitrali del Cabassi, andatevi a rivedere gli highlights di Foggia Spezia….indegno…
                                                                      Un invito alla presidenza: tenete duro, superate la tempesta, ricominciate dagli errori commessi e continuate.
                                                                      Almeno riprovateci…
                                                                      Siete contenti ora Edel e Borile ?

                                                                      • Bozzi85 scrive:

                                                                        Patrick, hai sempre insultato chi scriveva su questo blog di arbitri e campionati telecomandati, ed ora fai tu il cantante neo melodico?
                                                                        Retrocediamo per colpe precise, ma anche per fattori esterni. Su questo non perdono la stampa locale , tranne rare eccezioni, sempre pronta a difendere il Cittadella, ma mai disponibile ad una parola in difesa del Padova.Ma anche la societa’ non ha capito l’aria che tirava nei palazzi e non ha usato ad esempio il suo ufficio stampa,come hanno fatto le altre per denunciare i torti a livello nazionale. Squadre vicino a noi, lo fanno settimanalmente con il loro mister e dg e sono rispettate, anche troppo.
                                                                        Ieri c’e’ stato tutto in una partita, difesa ballerina e distratta, attacco sciupone e arbitraggio da manette. Rigore e rosso sul fallo subito da Baraye e secondo gol loro veramente da ufficio inchieste, entrata killer su Pulzetti, piu’ un giallo su Baraye preso per il collo in aerea , che ha fatto capire chiaramente cosa voleva l’arbitro romagnolo, strana designazione, per i piu’ maliziosi.
                                                                        Tutto insieme e di piu’ e siamo retrocessi. Ma ieri e’ stata la piu’ bella partita del Padova.
                                                                        Troppe venete il prossimo campionato di B o noi privi di anticorpi?
                                                                        Prendersela con chi e’ arrivato a gennaio e’ da capro espiatorio, errori imputabili solo a dg e Bisoli, per quanto riguarda la parte tecnica. La proprieta’ ha gia’ ammesso i suoi errori. Max pero’ dice una cosa interessante, che puo’ essere letta in molti modi, mandare via Bisoli ha portato male o forse lo spogliatoio lo ha avuto sempre in mano lui?

                                                                        • Patrick scrive:

                                                                          dai bozzo, non dire scemate, ho richiamato in alcune occasioni chi si attaccava solo alla questione arbitri ma ho sottolineato anche piu’ volte che in determinati match gli errori arbitrali hanno pesato eccome….
                                                                          vedi espulsione ai nostri danni a cosenza….
                                                                          piu’ che il nostro match mi ha sconvolto rivedere gli highlights di foggia spezia…

                                                                      1. Aldo Angelici scrive:

                                                                        Saremo anche una squadra mediocre, ma nessuno ci ha fatto regali. Anzi con tutta la sfiga e gli arbitraggi contrari avuti quanti punti abbiamo perso? minimo 6! e ora saremmo in zona play out e anche più su.

                                                                        1. Stefano scrive:

                                                                          Magari arriva la telefonata del governatore che interrompe l’esecuzione …….

                                                                          1. Spinoccia scrive:

                                                                            La possibilità che Bonetto molli esiste, per la gioia di quei 2/3 che in questa sede si esprimono costantemente contro di lui.
                                                                            Persone vicine alla società mi confermano la sua delusione e il suo scoramento.
                                                                            Personalmente però ritengo che, una volta digerita la delusione del momento, abbandonare la nave una volta che è affondata sia troppo in stile Schettino e tale mentalità non appartenga al presidente. Già ha manifestato il suo senso di colpa nei confronti della tifoseria e della città in genere in uno sfogo 2/3 settimane fa che mi ha colpito parecchio (ricordiamoci invece dei finti mal di pancia di Penocchio e i sorrisetti sotto i baffi in trasmissione).
                                                                            La mia idea è che riprovi l’anno prossimo ad allestire una squadra per la pronta risalita, anche sfruttando quel minimo di paracadute nella retrocessione. Dovesse fallire, allora si che la prospettiva di abbandono diventerebbe concreta.
                                                                            Il primo passo sarà sicuramente affidarsi ad un DS di comprovata esperienza e lasciarlo lavorare in pace

                                                                            1. Stefano scrive:

                                                                              Finalmente non si dirà più “ultima spiaggia “ :!siamo spiaggiati

                                                                              1. Mario2 scrive:

                                                                                Voglio proprio vedere quanti di questi giocatori avranno il coraggio di rimare anche l’anno prossimo dopo aver fatto retrocedere la squadra e aver sfruttato il tempo per trovare minutaggio…o dei tanti simil fenomeni in prestito…oggi vista dal campo si è visto chi ha personalità: mbakogu (non voglio sentire storie e c’è ancora chi lo offende personalmente quando era davanti a tutto il gruppo sotto il settore ospiti, ci metterei la firma subito per farlo rinnovare visto che comunque è stato il padova a rimetterlo in sesto), Lollo, calvano, baraye e i due centrali…il resto fuffa o per motivi anagrafici (pulzetti) o perché semplicemente è un mezzo giocatore (cappelletti, capello, bonazzoli, clemenza)

                                                                                • svissero scrive:

                                                                                  caro Mario sara come sempre rivoluzione in C penso che i portieri rimangano e anche mbakogu se acceta di rimanera io terei anche Lollo e i 2 difensori centrali poi valuterei gli altri ma credo che quasi tutti se andrano via xk nessuno e uomo d onore e prima ci sono i schei anzi solo quelli

                                                                                  • tifoso ignoto scrive:

                                                                                    prima di tutto bisogna vedere cos’ha intenzione di
                                                                                    fare la proprietà: se continuare anche serie C o
                                                                                    mollare tutto e vendere. secondo me non è remota
                                                                                    la tentazione di Bonetto di lasciare

                                                                                1. 4 tribune a bordo campo scrive:

                                                                                  TORNEREMO PIù FORTI DI PRIMA!!!

                                                                                  FORZA PADOVA E FORZA BONETTO!!!

                                                                                  In campo i giocatori di proprietà (tanti o pochi che siano) e i primavera, in queste 5 partite che restano…
                                                                                  Ora, il tempo per progarammare la prossima stagione non manca…

                                                                                  DETERMINAZIONE E IDEE CHIARE!!!

                                                                                  1. svissero scrive:

                                                                                    mi sa che quest anno e stato il pui vergognioso anno calcistico del nostro Padova che mi ricordi neanche in C o in D non ho visto giocatori cosi scarsi nel complesso squadra e sopratuutto pcchi UOMINI con le palle che sudavano x il biancoscudo Sara dura la C ma noi saremo La Retrocessa e avremo il Dovere di provare andare su in B subito SPERANDO DI SBAGLIARE MAI PIU COME QUEST ANNO DI mERDA

                                                                                    1. Enrico M. scrive:

                                                                                      Arbitro pessimo, ma noi siamo zero.
                                                                                      Oggi eravamo nettamente superiori (non che ci volesse molto) e abbiamo perso. Una squadra vera avrebbe chiuso la partita nel primo tempo. Una squadra con un minimo di carattere e personalità l’avrebbe vinta a metà secondo tempo. Ennesimo boccone amaro di una stagione all’insegna di una mentalità perdente.

                                                                                      1. Stefano scrive:

                                                                                        Sto guardando in tv i tifosi della Juventus . Loro non possono capire. MANIO NON MOLLO !

                                                                                        1. fabio.pd scrive:

                                                                                          pomeriggio da incubo! umiliante! torno sul commento, dell’altro post, di Massimo Biancoscudo che mi definisce ingeneroso con Bonazzoli…onestamente caro Massimo dopo la partita di oggi sono ancora più convinto di ciò che ho detto in precedenza. Io non ce l’ho con l’uomo, ma con il giocatore: un attaccante che cammina in campo….ai miei occhi non esiste…un attaccante che tira i calcio d’angolo non esiste….un attaccante che spara palloni fuori dallo stadio non esiste, non gli vedo lo sguardo da attaccante, ma lo sguardo di uno furbo o che pensa di essere furbo. Centurioni, secondo me, ha sbagliato a non togliere Makogu alla fine del primo tempo…era finito, e Moro metterlo gli ultimi 10 minuti onestamente. RIPETO: i giocatori sulla carta sono validi, ma messi in campo mi è sempre sembrata una armata brancaleone sia con Bisoli che con Mardorlini ed infine anche con Centurioni: non è cambiato niente…..ANZI nel primo tempo senza Bonazzoli abbiamo avuto diverse occasioni, poi con il suo ingresso c’è stato il rompete le righe. Permettetemi ma io la penso così. Q

                                                                                          1. francescosolesino scrive:

                                                                                            e cocco che acquisti che ha fatto zamuner ma mazzocco da quando e arrivato centurione e finito nel dimenticatoio io farei giocare dei migliori giocatori della primavera

                                                                                            1. francescosolesino scrive:

                                                                                              adesso fino alla fine io farei giocare i giovani tipo marcandella moro tanto ormai siamo in c

                                                                                              1. effebi scrive:

                                                                                                le occasioni le abbiamo avute ma dire che meritavamo di vincere 3 a 0 è esagerato…cappello inguardabile longhi na sola baraye sbaglia troppo..e poi mentre guardi la partita hai sempre l impressione che prima o poi il gol lo prendi

                                                                                                1. Nonostante Lutterotti:)) scrive:

                                                                                                  Certo Martina, non l abbiamo persa oggi, l’abbiamo lentamente persa da quando l’abbiamo conquistata.
                                                                                                  Eppure non riesco a prendermela con i Bonetto. Hanno certamente fatto un sacco di errori, ma altrettanto hanno fatto quanto era belle loro possibilità. Sbagliando, ma hanno fatto il possibile.
                                                                                                  Sono assurdamente convinto che con questa rosa, più un regista ed un attaccante, potessimo ricominciare, faremmo un campionato importante. Ma tant’è. Siamo in C, senza solide prospettive, torniamo nel nostro anonimato, e chissà quando si potrà tornare a vedere la luce…..
                                                                                                  ….a meno che…………
                                                                                                  (Alla prossima puntata).

                                                                                                  Oggi ammaino la mia bandiera, ma non la passione,

                                                                                                  #sesalvemo…….game over.

                                                                                                  1. antonio m. scrive:

                                                                                                    brocchi e basta, altro che alib,i scusa a tutti ma per me e cosi.

                                                                                                    1. Stefano scrive:

                                                                                                      Comunque adesso si finirà nell’anonimato . Non vedo le basi per alcuna risalita o tentativo di risalita . Una disfatta

                                                                                                      1. effebi scrive:

                                                                                                        societa mediocre e incapace ma barisic? spero non abbiano speso soldi…

                                                                                                        1. Stefano scrive:

                                                                                                          E così sia. Però se penso che quello vestito di giallo è’ già stato designato in serie a …………

                                                                                                        Rispondi a Stefano

                                                                                                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                                                        Accetto i termini sulla privacy

                                                                                                        *