Torna al blog

..MA SOLO LE “CASALINGHE” SONO COSI’ DISPERATE…

In questo periodo della mia vita sto facendo una "complessa contabilità" relazionale con una Cultura totalmente differente dalla mia.
Spesso la cosa mi sorprende per la "diversità", ancora più spesso invece per la "omogeneità" di reazioni e comportamenti che si manifestano in un Paese di un macro Continente com’è l’Africa di fronte ad un DATO UNIVERSALE com’è il SESSO (..e "correlati").
Esempio: per costruire una storia condivisa, sono spesso soggetto a domande come "Who, when, why" riguardanti i miei "trascorsi sentimentali".
Essendo questi ultimi assai "variegati", ho cercato di farne una sintesi, dalla quale è emerso il dato (per nulla edificante), che oltre il 90% delle mie "storie" si è"consumato" con donne già "impegnate" (nel senso di sposate o fidanzate con altri).
L’osservazione (sorpresa, incredula e non molto pacata) della mia attuale moglie (che ricordo ha 25 anni ed è Kenyana) è stata la seguente: "…ma erano tutte così RICCHE(?!) e Desperate Housewives (casalighe disperate)..!?".
L’approfondimento di questa sua osservazione è ancora "in corso" ed ovviamente con un approccio "cauto", com’è giusto si debba, ma il dato che emerge in maniera sintetica quindi parziale (forse un po’ rozzo) è il seguente :
– In Kenya (anche se mia moglie dice "in Africa", ma io su questo sono perplesso) fatto 100 il numero delle donne SPOSATE che "tradiscono", un buon 80% è di origine Araba o Indiana (le Etnie più facoltose di quel Paese)
– il "tradimento" avviene per rapido e progressivo disinteresse del marito nei confronti della moglie e per il gusto di quest’ultimo di "giocare fuori casa" più volentieri (cosa più frequente negi Indiani in quanto è da sfatarsi-e questo già lo sapevo per conto mio- il "mito" delle donne Indiane dalle passioni e fantasia sessuale "sfrenate", il "Kamasutra" non è il loro "sillabario"..! n.d.r.).
– le Indiane e Arabe (di famiglia ricca o benestante) consumano la propria "rivincita"(appare questo il SOLO motivo) quasi esclusivamente con i "gardeners"(giardinieri) o gli "house boys"(domestici,addetti alle faccende di casa, cucina esclusa, che in Kenya sono per la quasi totalità uomini).
– nel 99% dei casi le mogli sanno dei "tradimenti" del loro marito, i mariti invece ne sono quasi totalmente all’oscuro.
Dovrei a questo punto aggiungere una serie di "particolari" che il "Patto Etico con l’Editore" mi impedisce di fare…
So bene che su questo blog c’è una sola donna che scrive, ma non mi pare che le eventuali riflessioni sulla "vita di coppia", COMUNQUE intesa, riguardino un solo "genere" (il titolo del Topic è…solo UN TITOLO).
Mi rendo anche conto dello scarso "interesse"(?!) che può sucitare un Topic come questo… TUTTAVIA ed eccezionalmente sono ammessi i MULTI-NICKNAMES con ovvia rinuncia al proprio gr-avatàr.

 

* RAMMENTO A TUTTI che NON HO MAI CONTROLLATO GLI IP e che MAI LO FARO’.
* Ricordo inoltre che questo è un semplice Blog ed io non sono il dott.Alfred Kinsey.
* La fonte delle "quatro ciacòle" che ho proposto nel Topic non è solo mia moglie, ma anche la mia personale esperienza maturata(?) in numerosi viaggi e contatti in quel Continente.

 serendipity1947@gmail.com

162 commenti - 10.053 visite Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code