31
dic 2019
CATEGORIA

Par tirar tardi

COMMENTI 13 Commenti
VISUALIZZAZIONI

780

E COME SEMPRE…

Vi giunga il mio più sincero, fondato, incontestabile e verificato AUGURIO PER UN PROSSIMO ANNO ASSOLUTAMENTE NORMALE!

Guardatevi intorno, paese per paese, stato per stato, in tutto il pianeta e ditemi se la massima aspirazione non debba essere una qualche INTELLIGENTE NORMALE PROPOSTA, soprattutto REALIZZABILE E REALIZZATA.

La compagna inevitavile di questo augurio sia LA FINE DELLA SGUAIATEZZA MENTALE E VERBALE, matrice dell’odio che da sempre accompagna IL NON PENSIERO.

 

Un cordialissimo saluto a tutti, ma proprio tutti….

 

 

 

780 VISUALIZZAZIONI

13 risposte a “E COME SEMPRE…”

Invia commento
  1. middle scrive:

    Caro Gazza, io sono nell’età di mezzo (45 anni) così spero di arrivare ai 90, anche se in verità non mi interessa davvero.
    Ho un temperamento molto attivo però ho molto apprezzato il tuo topic.
    Qualcuno confonde NORMALITA’ con routine, quieto vivere e così cantando.
    Hai ragione tu, basti pensare alla situazione mondiale, come hai citato.
    Ritengo di essere un liberal-conservatore che vorrebbe tanto essere anche “illuninato” (senza fari ma con il cervello).
    E tocca proprio a me, dopo aver sentito l’intervista di un senatore di Fratelli d’Italia, porre la domenda di dove cacchio sarebbero i COMUNISTI, a parte qualche paese del Centro Anerica e qualche militante di Liberi e Uniti?
    non ci può essere NORMALITA’ se gira ancora questa fola.
    La connotazione del comunismo è ben precisa e oggi inesistente.
    Aspetto pareri contrari.

    Questo non la pensa come te https://www.youtube.com/watch?v=jIrgbA4hNwk ma…. https://www.youtube.com/watch?v=JBS48R2i6Pw

    • Dax scrive:

      Caro Middle, scusa se mi permetto di intervenire sul tuo post.
      Quell’intervista l’ho seguite anch’io e in realtà il senatore di Fratelli d’Italia ha agitato ancora “lo spettro che si aggirerebbe nel mondo”,
      E’ chiaramente una non verità a fini elettorali, non si spiegherebbe altrimenti la risposta del paron de casa che quella intervista potrebbe averla vista anche lui.
      Cordiali saluti.

    • Gazza scrive:

      Io con i Comunisti ci ho lavorato e molto battagliato (e spesso vinto).
      I primi due anni di lavoro avevo a che fare anche con due “residuati” stalinisti.Sapete chi li fecero fuori (metaforicamente)?
      I comunisti stessi.
      Era cominciata la marcia di avvicinamento verso la loro NORMALITA’.
      Poi ci fu Enrico Berlinguer, oggettivamente un politico di grande valore che dichiarò che si sentiva più al sicuro “…sotto l’ombrello della NATO che sotto il Patto di Varsavia…”.
      Poi arrivò Occhetto che nel 1989 dichiarò che il PCI doveve diventare un’altra “COSA”.
      Aveva ragione, ma lo fecero fuori.
      Ditemi oggi, nel loro linguaggio e nelle loro proposte che cavolo è rimasto di “comunista”.
      Solo la propaganda sovranista populista può inventarsi balle per fini elettorali.
      Parola di anti-comunista (quelli veri!) storico.

      p.s.
      chi ha un po’ studiato davvero la storia, dovrebbe sapere che il partito più detestato dal regime sovietico di allora, era proprio il PCI.
      Il resto sono balle, balette, BALOTE.

    1. Gazza scrive:

      Che strana la cifra di questa annata. 2020.
      Credo che a partire dal 1010 d.C., si sia ripetuta una sola volta per ogni secolo.
      Su cosa accadrà nell’anno 2121 o 2222… non provo alcun interesse.
      Perchè NESSUNO è in grado di fare previsioni che non siano Fanta-Fanta “scientifiche”.
      Sulle nostre origini invece, ho una curiosità “famelica”.
      Diciamo che mi sento un Giano Bifronte che guarda al futuro con espressione accigliata ed al passato (remoto…) con espressione da… scolaretto attento.

      1. Dax scrive:

        Seguo da molti anni questo blog e un’idea del “gazza” Gazzini, giusta o sbagliata che sia, me la sono fatta.
        Credo che il suo pessimismo di fondo derivi dalla sua forte “ratio”, anche quando potrebbe essere un po’ “temperata”.
        Che Gazzini non sia un credente è cosa nota, io invece lo sono e lo stimo, in base a quello che scrive mi pare un Cristiano Fattuale (nei fatti insomma).
        Ho un amico catechista che lo conosce, non benissimo ma quanto basta per essersi fatto un’idea che più o meno suona così: non crede in Dio con assoluta certezza, ma è affascinato da alcuni temi dei vangeli, specie di Giovanni (inevitabile!) e nella sua condotta quotidiana nel sociale o quando è stato “Dirigente” (lo è stato in tutti i suoi lavori e questo lo so io) ha applicato o cercato di applicare un suo mix tra le Virtù Teologali, in parte, direi la Carità come unico elemento) e le Virtù Cardinali viste da un razionalista e quindi in modo non rigido.
        E quella “NORMALITA’” che cita nel suo augurio non c’è niente di “quiescente”.
        L’anedottica che qui ha scritto LUI, che io prendo per vera, e quella raccolta nella “vulgata”, lo definiscono – mia sintesi – come un maniaco di portare alla “NORMALITA’…” tutto ciò che di anomalo gli capitava tra le mani e che fosse il frutto della negligenza e della faciloneria dgli umani.
        Diligente nelle cose che riguardano gli altri, un po’ negligente sulle sue cose (fonte la “vulgata”).
        Credo che abbia vinto alcuni scontri professionali tosti, ma alla fine perse la sua battaglia più grande, così mi viene detto.
        La A-NORMALITA’ delle cose che lo fecero perdere, il ritorno in seguito alla NORMALITA’ lo fecero vincere quando ormai se ne era andato da anni.
        Qui mi fermo perchè il Gazza ha scritto più volte che non vuole che si parli del suo lavoro se non è lui a farlo.
        NORMALE mi pare.

        BUON ANNO 2020 a voi!

        • Gazza scrive:

          Dax, per essere uno che non mi conosce di persona, così dici, sai di me molte cose.
          Troppe.
          Alcune lacunose, con qualche tentazione esegetica su come sono in realtà, specie intellettualmente, che mi è parsa un po’ disinvolta anche se mai “offensiva”.
          E’ vero, ho un amico catechista con cui mi confronto spesso ed è la parte del tuo post che è più veritiera.
          Tuttavia, la cosa che mi pare più sorprendente, a meno che tu non abbia partecipato a qualche mia riunione (…?!), è la parte che riguarda la mia vita lavorativa, troppo vera per essere uno che raccoglie anche aneddoti dalla “vulgata”.
          Poichè non ho segreti, specie sulla mia vita lavorativa, quando mi sono trovato con 2/3 amici SERI che mi chiedevano perchè me ne ero andato, ho sempre detto la verità anche se era presente qualche LORO amico e, sapendoli piuttosto severi nella scelta, ho parlato “con “lingua dritta e senza peli” lo stesso.
          Forse sei stato uno di quelli, ma non ci tengo a saperlo.
          Comunque sei un partecipante che apprezzo, quindi resta sul pezzo.
          Cordialmente.

        1. Gatón scrive:

          Buon 2020

          1. GG scrive:

            https://www.youtube.com/watch?v=29MQ4kVbCgw

            Buon Anno!
            e se mi permettete Alè VERONA! Hellassss

            1. Tiresia scrive:

              Caro Gazzini, gli auguri sono graditi sinceramente.
              Leggo tra le righe un suo pessimismo di fondo, che ha le sue concrete ragioni, ma forse risulta in contraddizione con il “dovere” di osare per qualcosa che ancora non esiste e la “normalità” potrebbe significare un approccio quiescente alle cose, quindi immobobile.
              E così non sta andando il mondo.
              Auguri con stima, anche, e soprattutto, nella differenza di valutazione.

            Rispondi a Tiresia

            Accetto i termini e condizioni del servizio

            Accetto i termini sulla privacy

            *