17
feb 2020
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 38 Commenti
VISUALIZZAZIONI

4.379

TRE MESI E…DUE CAMPIONATI

Dopo il trionfo con la Juve il rischio sbronza e quindi di hangover era altissimo. Per questo il pareggio di Udine è un buon risultato, al netto di cosa si sia divorato Zaccagni nel finale. L’unico neo, se vogliamo, è di un Verona – rispetto ai soliti eccellenti standard -  apparso meno aggressivo e padrone del campo. Spero si tratti di un piccolo passaggio domenicale (peraltro comprensibile dopo i fasti del ko a Madama) e non di un appagamento, anche inconscio, che inizia a farsi sentire.

Ho scritto che l’obiettivo Europa è da coltivare. Ciò non significa arrivarci (continuo a pensare che tre-quattro squadre del nostro gruppone ci siano superiori), ma intanto siamo ancora al sesto posto, seppur in coabitazione. Ritengo che il Verona possa chiudere il campionato realisticamente a 52-53 punti, ma per mantenere  questa classifica ne serviranno una decina in più. Difficile, ma perché non provarci? Cosa abbiamo da perdere? Capiremo presto il senso finale del nostro (ottimo) campionato nel miniciclo che ci porterà alla partita con l’Inter. Cagliari, Samp, Napoli, Sassuolo, Parma e Brescia, per motivi diversi, sono tutte partite alla portata. Anche il Napoli in casa nostra è un match contendibile.

Parallelamente si giocherà l’altro…torneo: la conferma o meno di Juric, il futuro, i giocatori che possono restare e chi partirà per forza, il consolidamento o la ripartenza da zero. Se ne parlerà tanto (giustamente), anzi si è già cominciato con la conferenza stampa di Juric di venerdì scorso.  Su questo fronte sono più pessimista, per questo vorrei consolarmi con qualche altra impresa in campo. Godiamocela, finché dura.

 

 

4.379 VISUALIZZAZIONI

38 risposte a “TRE MESI E…DUE CAMPIONATI”

Invia commento
  1. wallace scrive:

    Danielr
    infatti se parli con 25000 persone a verona, 24990 sono daccordo con me e con gli altri che criticano el ciuciatoscani, i altri diese ie finidi tutti qua

    1. Danielr scrive:

      Per quelli che scrivono quotidianamente e che pensano che ci siano utenti asserviti alla causa di Setti, i famosi lacche’, ma pensate veramente che un bacino di 15.000 persone che vanno allo stadio piu altre 10000 potenziali , quindi 25000 persone interessate al Verona Hellas non siano in grado di ragionare e valutare con la propria testa e siete convinti che tutti e 25000 siano sempre qui a leggere e farsi influenzare dalle opinioni personali di una trentina di persone che rappresentano se stesse e nulla più. Saluti

      1. wallace scrive:

        angossa
        intanto la difesa l è TUTTA da rifar, perche kumbulla e gunter se ne vanno..9 mesi fa e dietrologia, nel senso che è non 9 mesi, ma 9 anni che la prendiamo nel didietro..tu assolvere me????? dai, non scherziamo, questa e una battuta da allowen..non e dietrologia, e storia, caro mio, storia dell hellas. Mi stupisce una cosa su tutte, non tanto il soggetto che ormai si conosce, ma ancora come ci sia gente qui che crede alle panzane di questo scatolaro..andare a fare l elogio de pazzini..saria come dir che caino el ghe vol ben ad abele..dai, siamo seri per favore

        1. wallace scrive:

          angossa
          pensa come erimo messi 3 anni fa, retrocessi e pilotati con 5 partite d anticipo. Pensete come erimo messi con Martinelli, la sfiga granda de perdar un presidente così. Pensa come erimo messi con chiampan, senza paracaduti e senza diritti tv, che emo vinto uno scudetto, e podeimo nar ben se la piazza nol le avesse seppellio, cosa che adesso non fa con ciuciatoscani. Pensa come erimo messi ieri, col barbabianca e camisaverta che elogia pazzini, quando l è tre anni che el fa de tutto par mandarlo via, par no pagarghe l ingaggio dei 5 anni de un contratto che LU el ga fatto. Pensa come erimo messi che semo ne dentro ai playoff par aglietti, e par via del palermo te si riusio a nar in a. Pensa el ql de averghe juric, che el ta fato lievitar i sugadori alle stelle, corendo a gennaio alle svendite. Pensa che te ghe el stadio de proprieta, el centro sportivo, un nigerian che te castigara al 90% parche l a voluo esar piu furbo. Pensa, pensa, intanto fin che el dotor el pensa, il malato muore

          • Angossa scrive:

            Mi sembravi preoccupato per la difesa da rifare a giugno e ti ho risposto che comunque siamo messi meglio dell’anno scorso. Nè più nè meno. Stop.

            Ma te m’è risposto col solito carneval de dietrologie :lol: Dai te assolvo giusto parchè l’è venardi gnocolar ;-)

          1. Simone scrive:

            Ai tempi dello scudetto non c’erano finanziamenti particolari dalle tv eccetera. Ma non c’erano per tutti. In compenso a quei tempi il Verona sotto aveva la Canon, che non era certo un’aziendina. Oggi a capo del Verona c’è un presidente che rispetto alle altre ha un’aziendina e di diritti televisivi prendiamo meno della maggior parte delle altre. E lo schema sotto riportato dalla gazzetta dello sport di un paio di anni fa dà un’idea di quanto si incassi e quanto si spende di gestione. Noi e tutte le altre. In Inghilterra per esempio il metodo e i parametri di finanziamento per ogni squadra è completamente diverso, e infatti permette a tutte le squadre di partire da una base di competitività reale. Qui Federico Buffa lo spiega perfettamente: https://m.youtube.com/watch?v=JIxIyGzWbZM .

            1. wallace scrive:

              ormai
              siamo nel buco nero , cisa quando el narà via el batman in mustang gialoblu. A mi ste annate le me fa vegner ancora piu rabbia, xche te senti juric parlar chiaro, disendo che ghe vol progetti, no se pol averghe sempre el ql de sto ano, te si contento che l ha fato i miracoli, e dopo te te trovi el ciuciatoscani che puntualmente el desfara tutto par metarse in berta. O ghe pensa volpi, o el mantua sale in b, che la vedo dura, ma la prospettiva de averghe questo altri 9 anni, la me urta fortemente. Anzi, la sà desfa tutto, visto che ghe sarà la squadra da rifar, la difesa è andata in toto.

              • Angossa scrive:

                Pensa a come eravamo messi 9 mesi fa, con una squadra piena de zugadori da serie B e una A inaspettata da affrontare con pochissime speranze. Forse sto giro semo un po’ messi meio, sa disito?

                Magari aspettemo de veder se rinnova Juric, prima de scominsiar a pianzar, o no?

              1. RobyVR scrive:

                Che no ghe sia nissun progeto sportivo l’è na evidensa dal “modelo Crotone” in avanti, Juric l’ha solo dato voce (importante) a quel che za se savea. Quindi no ghe da stupirse adesso come no gh’èra da èssar bocaloni prima. El ponto a Udine, tornando al balon zugà, l’è ORO parchè el nostro obietivo l’è salvarse, no altro. Prima paremose el cul co la matematica, dopo vedema. L’è n’atimo perdar la bussola (vedi Torino).

                • Angossa scrive:

                  Con Juric e con la chimica perfetta con cui è stato costruito questo piccolo gioiello è assurdo parlare ancora di salvezza a 35 punti con 14 giornate da giocare.

                  Questa piccola armata gialloblu ha il dovere di provare ad arrivare il più in altro possibile, dopo che ha messo sotto la prima della classe e giocato alla pari in casa della seconda sarebbe un delitto non insistere nel processo di miglioramento continuo in atto da almeno 3 mesi.

                  Il mister lo sento sempre bello carico nelle interviste, sono sicuro che non lascerà nulla ma proprio nulla al caso!

                1. Riccardo scrive:

                  RobyVR
                  il punto di Udine è oro, hai ragione.
                  io dico che c'erano tutte le prerogative di buscarle (udinese inguaiata dai risultati del sabato, appagamento post Juve, essere sulla bocca di tutti….)
                  invece grande prova di carattere e, alla fine, il punto ci sta stretto.
                  quel musso di un musso (inteso sia come partiere udinese, sua come Zaccagni….)

                  • RobyVR scrive:

                    No posso dir de averghe avuto la stessa sodisfasion che co la Juve ma el ponto a Udine par mi el val tri ponti, salvemose e dopo pensarema al resto, ghe n’ema za viste qua a Verona che metà basta,

                  1. Leone scrive:

                    Tranquilli che il presidente si tiene i soldi, vende quello che può, i soldi molti se li tiene altri pochi li metterà nel Verona, che Juric resti oppure no non credo interessi molto a questa dirigenza allenatori senza contratto che vogliono lavorare ce ne sono, scommesse “sponsorizzate” alla pecchia e grosso comprese. godiamocela finchè si può perchè certe annate “botta di culo” come queste capitano molto raramente soprattutto con questa proprietà.

                    • RobyVR scrive:

                      El strassarol el naviga nele bote de cul, dal gol al 95° col WCensa, se no col casso che tornaene in A, ai pleioff de l’an passà a st’ano dove “a gratis” l’ha catà quel del formaio che el ga fato ciapar schei da imboscar altrove con quatro sconosiuti.

                    1. DM scrive:

                      juric ha semplicemente detto in maniera chiara e limpida quello che i giornalisti scrivono sui blog, suo siti ma che sui giornali e nelle interviste non si sente mai.
                      un mettere il presidente con le spalle al muro dandogli due alternative fai o non fai.

                      1. stezul scrive:

                        Anch’io ho trovato le parole di Juric di venerdì abbastanza inquietanti, anche al netto di eventuali battute. Per quanto riguarda questo campionato, sono contento del buon risultato su un campo ostico come quello di Udine, ma più ci avviciniamo alla famosa quota “40” punti (che, è chiaro, è soltanto una cifra simbolica, in quanto ormai ritengo che siamo a tutti gli effetti salvi) e più temo che subentri un certo rilassamento generale, sia tra i giocatori ormai venduti, sia tra quelli che a giugno sono già sicuri che se ne andranno in quanto non di proprietà, sia infine fra quelli che sono in una situazione di grandissima incertezza. Per questo motivo penso che se arriveremo a 51/52 punti (suppergiù quelli della prima stagione di A con Mandorlini) ci sia da essere già più che contenti…

                        • Angossa scrive:

                          Il rilassamento generale è un pericolo per chi ha già la pancia piena.
                          I giocatori sono un bel mix tra giovani affamati e gente più esperta in cerca di riscatto, secondo me loro per primi hanno la consapevolezza che sarebbe un delitto non dare il 100% fino alla fine. E se hanno qualche dubbio ci penserà Juric a spazzarglielo via ;-)

                          • Giallocromo scrive:

                            Penso anch’io che raggiungere la cinquantina di punti sarà già un traguardo strepitoso.
                            Poi un posto in Europa mi piacerebbe moltissimo. Tuttavia tempo che nel calcio italiano ci siano troppe questioni “politiche”, troppe gerarchie, troppi interessi da rispettare.
                            Quindi non credo proprio che riusciremo a qualificarci.

                        1. Martino scrive:

                          Simone, sa vuti far, no i se scioda gnanca con le suppliche. Se io potessi dedicare al Verona e al calcio in generale almeno 12 ore di ricerche fitte e circostanziate ogni settimana, lo farei molto volentieri. Credo che i giornalisti delle testate veronesi, o quantomeno quelli che sono sinceramente tifosi da che hanno memoria, farebbero altrettanto. Il problema è pubblicare certe ricerche senza riuscire a suffragare le proprie tesi a causa dell’insufficienza dei dati a disposizione…arrivi ad un certo punto e poi ti blocchi, puoi solo ipotizzare. Se non hai qualche editore e patrono potente alle spalle non lavori più.

                          • Simone scrive:

                            Io credo che il mondo calcio sia in linea di massima una bolla enorme destinata prima o poi ad esplodere. E se vuoi entrare in questo sistema senza macchiarti sei destinato a lasciare o a cambiare idea. Poi c’è chi si avvicina di più ad un qualcosa di virtuoso e chi (la maggior parte) meno. Ma se viene a mancare pure il cane da guardia, allora aboliamo pure chi detiene le redini del controllore. Eppure di dimissioni ne vedo poche… che in fondo abbaiare senza mordere vada bene pure a loro..?

                          1. Martino scrive:

                            Per non dimenticare
                            ENTRATE HELLAS VERONA 2018
                            Cessioni: Fares 3 milioni; Viviani 3,3 milioni; Valoti 3 milioni; B. Zuculini 3,3 milioni; Souprayen 0,3 milioni; Bessa in prestito oneroso a 1 milione. Totale = 13,9 milioni
                            Proventi derivanti dalla ripartizione dei profitti sui diritti televisivi: 27,6 milioni
                            Finanziamento di Lega ai club retrocessi: 20 milioni
                            TOTALE ENTRATE: 61,5 milioni
                            Dal totale ho escluso le corresponsioni degli sponsor di cui non riesco a reperire l’entità.
                            Ora ditemi, a fronte dei 22 milioni lordi di monte ingaggi per la stagione 2017/2018, quali voci hanno risucchiato i restanti 39,5 milioni, visto e considerato che la società non ha dovuto corrispondere cifre per l’acquisto di nessun calciatore. Con l’affitto del Bente e dello Sporting club di Peschiera possiamo detrarre 1,5 milioni ulteriori, arrivando a 38 milioni di euro. E dopo? Paghiamo i magazzinieri quanto i calciatori? Mandiamo in trasferta i calciatori con delle Bentley aziendali?

                            • Parmenide scrive:

                              Io credo sia un po’ riduttivo focalizzarci solo sulle entrate di quest’anno. Vorrei capire come mai in tutti gli anni di questa proprietà il problema principale e’ la mancanza di soldi nonostante entrate favorevoli quali paracadute o plusvalenze. Ogni anno che il buon Dio ci ha regalato.
                              Non ho elementi per capire ma i nodi sono arrivati al pettine e Juric ha dimostrato anche le p…e ” dettando” condizioni per restare.
                              Vediamo cosa succede ma, presumo, con uno stadio nuovo che dovrebbe arrivare spero che Setti abbia ben chiaro che serve se poi hai un progetto a medio ma potrebbe anche vendere tutto magari a chi realizza lo stadio.
                              Magari fantasia ma oggi il calcio, come certe aziende, lo costruisci per poi rivendere farci un affare!
                              Non sapremmo mai cosa frulla nella testa di questi signori, noi siamo tifosi e tutto ciò mi basta!

                            • Hellas70 scrive:

                              Peccato che il famoso Paracadute non sia un premio che si aggiunge ai diritti TV dell’anno in corso ma siano i diritti TV dell’anno dopo….ergo ai tuoi 61, 5 milioni di entrate ne devi togliere 20 e ne restano 41…con 46.5 di costi con le plusvalenze che arrivano a pareggiare il tutto…vedi specchietto linkato da Simone…

                              • Martino scrive:

                                Ho verificato quanto affermi e hai ragione. I 60 milioni totali del “paracadute” (che possono diventare 75 nel caso in cui retrocedano tutti club di fascia C) vengono distratti dal totale dei ricavi di Lega dai diritti tv. Ciò significa che nell’estate 2018 il Verona si era ritrovato con circa 34 milioni di entrate…sottraendo a questi 34 milioni i 22 milioni del monte ingaggi lordo, risultano ricavi per quasi 12 milioni di euro. Questa pare una cifra più realistica. Permane comunque il dubbio…visto che il bilancio del Verona era in equilibrio, significa che sono serviti 12 milioni di euro per pagare gli staff che seguivano la squadra e i vari dipendenti? A me sembrano un po’ tanti. Comunque, continuo a ripetermi, mancano le entrate dal merchandising di articoli griffati Hellas Verona e quelle derivanti dagli sponsor. I 12 milioni da me ipotizzati sono arrotondati per difetto, ma un difetto bello consistente.

                                • Hellas70 scrive:

                                  Ci sono dei bilanci dettagliati con costi e ricavi. Sul paracadute spesso si fa molta confusione, si pensa che sia un’aggiunta quando sono invece sono i diritti TV dell’anno dopo.
                                  E’ una cifra maggiorata di molto rispetto a quello che prenderesti n serie B ma van pur sempre conteggiati sull’anno dopo.
                                  Lo specchietto della gazzetta linkato da Simone parla di 46.1 milioni di costi per il campionato 2017/18, da dove arrivano non te lo so dire, sembrano tanti anche a me ma c’è un bilancio che te lo dice nel dettaglio quali sono.
                                  Sempre dallo stesso specchietto si vede però che anche i costi delle altre squadre non sono noccioline.

                                  • Hellas70 scrive:

                                    I 20 milioni di paracadute li puoi anche mettere nel 2018 se vuoi…con li stessi criteri però fai il conto del 2019

                                  • Simone scrive:

                                    Gonfiate o reali che siano, sono cifre alte per tutti, ed è ovvio che lo siano anche per noi, che volendo o nolendo si fa parte del sistema calcio. Il punto è che per analizzare seriamente il tutto (sottolineo il tutto, cioè tutte le squadre) ci vorrebbe una ricerca seria da parte di chi di dovere; invece qui le ricerche, ovviamente sempre parziali e soprattutto impossibili da verificare fino in fondo, le fanno gli utenti.

                                  • Martino scrive:

                                    Sull’articolo che ho letto prima c’era scritto che il 40% del paracadute viene versato il 30 giugno, mentre la parte restate viene versata dopo la prima gara disputata nella stagione successiva. Quindi in realtà il Verona ha percepito l’intero ammontare dei 20 milioni della propria quota di paracadute durante il 2018. Nel 2019 invece il Verona ha percepito una cifra irrisoria di diritti tv della Serie B…qualcosa come 1,6 milioni di euro. L’immagine nell’articolo della Gazzetta non riesco a visualizzarla per intero. Comunque a me sembrano tutte gonfiate ste cifre. Voglio fare anch’io il porta borracce a 200mila euro l’anno!!

                                  • Hellas70 scrive:

                                    55 milioni di costi il Benevento e quasi 70 il chievo per dire, anche li tanti magazzinieri da pagare… :-)

                                • Simone scrive:

                                  C’è stato anche il calciomercato: https://www.transfermarkt.it/hellas-verona/transfers/verein/276 . Circa 11 milioni teoricamente già andati. Il resto delle spese del mercato (Amrabat, Stepinski e gli altri che ci saranno) dovrebbe spostarsi alla prossima/e a stagione/i. Quando comunque arriveranno anche gli incassi delle plusvalenze.

                              • Martino scrive:

                                Non mi risulta nulla di ciò che hai scritto. Il famigerato paracadute è un finanziamento ai club retrocessi affinché non vadano incontro al fallimento qualora non riuscissero a ridimensionare drasticamente il club durante il mercato estivo. I diritti tv riguardano invece tutti i club iscritti alla Lega di Serie A nella stagione corrente, indipendentemente dai risultati sportivi: sono ripartiti quindi fra i 20 club del campionato di Serie A, non solo fra i 17 club che permangono in Serie A. I club percepiscono proventi dai diritti televisivi anche in Serie B, solo che ovviamente sono di molto inferiori rispetto a quelli della Serie A…si parla di una quota fissa spettante a tutti i club di Serie B che si aggira attorno a 1,6 milioni. Nell’articolo linkato da Simone non c’è alcuna analisi dettagliata, solo considerazioni banalotte e palesi che non confutano in alcun modo ciò che ho scritto nel mio commento. Il calcolo fatto alla buona (sicuramente manca qualcosa, come gli accrediti degli sponsor) rimane valido…l’Hellas Verona ha percepito circa 61,5 milioni di entrate nel 2018

                            1. Giallocromo scrive:

                              E’ inutile arrovellarsi su come siano stati spesi i soldi incassati dalla società negli anni scorsi. Nessuno di noi conosce a fondo le pieghe dei bilanci e tutte le spese del Verona. Fosse così semplice, la serie A non avrebbe debiti multimilionari. Ma invece la realtà è ben diversa, fatalità anche per gli altri, e non solo per noi. Mi sembrano concetti talmente banali da rendere semplicemente ridicoli alcuni commenti da tuttologi da “pc-calcio” , o da “sa ghe vol a reinvestir el paracadute”.
                              Io mi accontenterei che il padrone del vapore ci garantisca la serie A stabile (stile Chievo) ed altre belle annate saltuarie come questa. Chiaro: mai come quest’anno con Setti, in passato c’è stata la possibilità di porre basi solide per il futuro.
                              A giugno i soldi ci saranno (ribadisco: mai come stavolta). Purtroppo non ci sarà piu Juric però.
                              Mi auguro fortissimamente il contrario su quest’ultimo punto.

                              1. Andrea scrive:

                                Se setti vuole aprire un ciclo e confermare Juric, ben venga, altrimenti ci sono altri allenatori dello stesso livello su cui puntare x fare un buon campionato e valorizzare i giocatori, e parlo di gente come guidolin o donadoni, che visto che sono fuori dal giro da qualche anno magari vengono via a poco, l'importante è non tornare a puntare su allenatori inesperti tipo pecchia o grosso

                                1. Simone scrive:

                                  “Il fatturato continua a crescere ma crescono di più i costi, e se non fosse per le plusvalenze il buco sarebbe una voragine. È questa la fotografia dell’inchiesta della Gazzetta sui bilanci dei club di Serie A, relativa alla stagione 2017-18.” https://www.google.it/amp/s/www.gazzetta.it/Calcio/19-03-2019/i-conti-club-serie-a-scopriteli-nell-infografica-interattiva-33047994791_amp.html I giornalisti veronesi e non hanno voglia e capacità di capire il perché di questi buchi? Possibile che non si riesca a fare chiarezza sulle spese di gestione e sul perché secondo le regole del fair play finanziario una società più è sana e più tende a pagare negli ingaggi il 50 per cento del fatturato?

                                  1. Riccardo scrive:

                                    se è vero che
                                    non c'erano i soldi per le cene e gli aerei, e questo dopo due paracadute, beh allora il sospetto che tutto il male che si diceva di Setti fosse verità è molto forte.
                                    detto questo, il futuro non ci arride.
                                    ciao Fra, continua così
                                    grazie
                                    Riccardo

                                    1. Nessuna Resa! scrive:

                                      Condivido in pieno l’analisi e al di là di godersi questa squadra e questo campionato fino all’ultima giornata toglie dosi altre soddisfazioni (Inter e Napoli sarebbero due grandi soddisfazioni se arrivassero due vittorie!), è palese che il futuro sia quello che preoccupa maggiormente tutti i tifosi. Perché mai come ora si potrebbe aprire un ciclo con capitale a disposizione ed un ottimo mister per poter raggiungere quel consolidamento che per me significa mantenere stabilmente la categoria magari aspirando in qualche annata anche a qualcosa di più grande. Il problema sta in questa società e in questo presidente che ci ha ormai abituato a disfare quel che di buono si è creato anche casualmente sotto la sua gestione, staremo a vedere cosa ci aspetta ma capiremo presto le sue intenzioni anche solo dalla riconferma o meno di Juric che sicuramente lui vorrà (se non altro per quello che gli ha fatto guadagnare quest’anno) ma si realizzerà solo se l’allenatore avrà determinate garanzie per il futuro e su questo non ho dubbi che Juric sarà cristallino. Quello che è inquietante a mio parere sono state le dichiarazioni del mr sulla situazione economica della società ad inizio campionato, al netto della battuta, se uno dice che non c’erano nemmeno i soldi per prendere un aereo e andare a cena con tutta la squadra significa che i conti erano tutt’altro che a posto e non mi capacito di come questo sia possibile considerate tutte le voci in entrata di questi ultimi anni (paracadute milionario per un paio di annate, diritti televisivi, monte ingaggi tra i più bassi) e l’assenza di voci in uscita importanti (prestiti secchi e parametri zero con pochissimi acquisti) o almeno “ufficialmente”. Come è possibile che ad inizio stagione fossimo in questa condizioni quando lo stesso presidente ha sempre parlato di bilanci risanati ed a posto da almeno un paio d’anni? Dove sono finiti i soldi? Oppure questa società non è nemmeno in grado di coprire le spese di gestione di normale amministrazione di una squadra di serie A? Come sempre con questa società nulla è chiaro e trasparente, meno male che ogni tanto ci pensa Juric ad aprire qualche scorcio di luce e fare chiarezza ma la cosa resta preoccupante specialmente pensando al futuro e alla telenovela Volpi che ciclicamente ritorna aumentando esponenzialmente le cifre di volta in volta…intanto godiamoci questa squadra finché dura poi a giugno capiremo cosa ci aspetta in futuro. FORZA VERONA

                                      1. Fabio scrive:

                                        Godiamoci momento d'oro e campionato in corso, ricordiamoci da dove veniamo (Pecchia Grosso) e dove siamo oggi, tanta tanta roba… e poi lo sappiamo, siamo nati per tribolar :)

                                      Lascia un Commento

                                      Accetto i termini e condizioni del servizio

                                      Accetto i termini sulla privacy

                                      *