06
mar 2017
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 35 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.314

CENTRI D’ACCOGLIENZA: UN CASINO

I centri d’accoglienza da casini in senso metaforico – luoghi dove succede di tutto – sono diventati casini in senso letterale: luoghi della prostituzione, della prostituzione gay a beneficio di clienti italiani.
Come è inevitabile che succeda di tutto – proteste, rivolte, risse – quando la gestione e affidata a privati (i “volontari” inesperti delle coop) e non ai professionisti, forze dell’ordine o reparti speciali dell’esercito. Così è inevitabile che chi desideri comprarsi le prestazioni di maschi giovani e aitanti, vada la dove la “merce” abbonda…
Fatta salva la giusta condanna della prostituzione coatta, quella libera non può essere contestata. In un’epoca in cui si è affermato il principio del diritto individuale di fare di se stessi ciò che più aggrada – anche di scegliere come e quando darsi la morte – non si vede come possa essere negata la libertà di vendere pure il proprio corpo.
Se mai la discussione si apre sul motivo che induce a prostituirsi.
Don Luca Favarin, fondatore della coop Percorso vita, propugna l’accoglienza diffusa in alternativa ai grandi hub di Bagnoli e Conetta, e non si dice sorpreso dalla notizia della prostituzione maschile che avviene in questi luoghi. La causa sarebbe la povertà.
Dichiara infatti al Gazzettino: “Ci troviamo di fronte a persone poverissime, ed un povero per uscire dalla situazione di miseria in cui vive usa tutti i mezzi che ha, in questi casi solo il suo corpo da vendere”.
Ragionamento che non trovo convincente per due motivi. Primo: se è la povertà ad indurti alla prostituzione, la pratichi anche se sei accolto in una piccola casa privata e non solo in un grande hub. Secondo: abbiamo 4 milioni e mezzo di italiani sotto la soglia di povertà e non risulta che siano tutti pronti e costretti dalla miseria a vendere il proprio corpo.
Al di fuori della scontata retorica pauperista, già in voga nell’Ottocento, oggi la libera prostituzione è una scelta libera anche perchè più remunerata di altre prestazioni lavorative. Punto.

1.314 VISUALIZZAZIONI

35 risposte a “CENTRI D’ACCOGLIENZA: UN CASINO”

Invia commento
  1. diogene scrive:

    trovandomi negli usa, sono un pò condizionato da quello che si dice qui (a parte le nevicate storiche, causate dallo scioglimento dei ghiacci, ma tranquilli trump dice che il riscaldamento globale è una bufala)

    dunque, è arrivata la dichiarazione ufficiale che non c’è alcuna prova di cimici messe da obama negli uffici di trump

    effettivamente, gli americani si stanno accorgendo di essere stati dei grandissimi imbecilli presi per il culo da uno schizzoide truffatore

    1. diogene scrive:

      le elezioni in olanda: meno male, sembra che il pensiero razionale non sia morto
      a differenza dei populisti – in particolare di quelli che si distinguono per la loro imbecillità – il pensiero razionale può contare sulla capacità di voler capire i fenomeni e di modificare i comportamenti per un mondo migliore

      prima o poi la dovrà fare la scelta, caro direttore zwirner, se continuare a fare di teenuovo il megafono di belpietro&comapny. Lo vuole dire che il comportamento di salvini è quello di un provocatore colpito da manie di grandezza?

      1. martello carlo scrive:

        Negli ultimi post ho usato, anzi, abusato della parola MAINSTREM MEDIATICO.
        Di ciò non mi scuso: le mie antenne da CONTRODIPEDENTE CRONICO captano un inebetimento collettivo TAFAZZIANO agli ordini di TEOCRATICO FINANZIARI SPACCIATORI DEL COMUNISMO UNIVERSALE DROGATO ( nella CCP detti meno prolissamente CONNIVENTI VICINI A STALIN ) che, con la scusa di elevare globalmente il tenore di vita dell’ universo mondo, distruggono le conquiste dei lavoratori a meri JUNK, TRASH, confinando i POPULISTI FASCISTI nei GULAG.
        ” SSIORI E SSIORE, NEGRI ( scusate, i venditori proletari da rione di periferia non sanno della NETIQUETTE BOLDRINIANA ), ROSSI, GIALLI, ARCOBALENO, VENITE TUTTI QUA CHE CE N’ E PER TUTTI.
        ABBIAMO BISOGNO DELLE VOSTRE TRADIZIONI, USI E COSTUMI ( soprattutto il BURQA ) , DEL VOSTRO SENSO DEL DIRITTO CHE A MALAVOGLIA LASCIATE NEI VOSTRI DEMOCRATICISSIMI PAESI BOKASSIANI/MUSULMANI PER RADDRIZZARE LA SCHIENA A QUESTI DEBOSCIATI DI EUROPEI VIZIATI SINDACALI STI FASCISTI CHE NON HANNO UN’ IDENTITA’ FORTE ” ( sembra un invito a ritornare GESUITICAMENTE ALLA SANTA INQUISIZIONE )…… PER VINCERE IL CAMPIONATO DI CALCIO.

        Mi fermo qui, alla soglia di S. PIETRO per lasciare la parola a concetti liberamente tratti da un blogger, Giampaolo Rossi, che meglio di altri sintetizza, ANALIZZANDO CIO’ CHE STA AVVENENDO IN FRANCIA CON IL NEO CANDIDATO ” GAUCHISTE ” MACRON, i comandamenti del VANGELO secondo SANSOROS & C. che identifica l’ ELETTO IMBROGLIONE, facendone un sunto:
        - colto, bello, ricco, elegante, ammaliante nei modi e affascinante nella retorica; è il candidato ideale che PIACE ALLA GENTE CHE SI PIACE (e soprattutto che conta). ALLALONTANA, il ritratto del ns. surrogato RENZI.
        - moglie di 25 anni più grande tutta classe e raffinatezza; l’ideale per i tabloid patinati e per i giornali di tendenza; un modellino di narrazione radical-chic ( ad uso delle tardone che non hanno bisogno delle quote rosa )
        - ” lavoratore ” dell’Ispettorato Generale delle Finanze, uno dei sette “Grand Corps” dello Stato, i CENTRI DI POTERE DELLA TECNOCRAZIA.
        - Nel 2008 alla corte dei ROTSCHILD fa il colpo grosso per NESTLE’ acquisendo PFIZER: BABRECK, il patron della Nestlé: “è un giovane che SA PADRONEGGIARE LA TECNICA E GLI ESSERI UMANI”.
        - MACRON, dopo aver accumulato una fortuna, ha maturato la voglia di scendere in politica; ovviamente nel PARTITO SOCIALISTA. Una carriera sfolgorante ( che ha avuto negativo riscontro anche in italia, guarda caso ( ndr )), una ASCESA FULMINEA che ha destato sospetto anche oltre Manica, tanto che The Spectator ha cercato di indagare sui potenti amici che lo sostengono da dietro le quinte CON L’OBIETTIVO NON SOLO DI “DIVIDERE I SOCIALISTI MA DI SOSTITUIRLI”. PERCHÉ IL CUORE DEI BANCHIERI E DEI TECNOCRATI BATTE SEMPRE A SINISTRA.
        - Le sue idee politiche sembrano prese direttamente dai documenti dell’OPEN SOCIETY DI GEORGE SOROS; come il nome del suo Movimento (EN MARCH!) così incredibilmente uguale a MOVE.ON, l’organizzazione di cui Soros è il principale finanziatore e che appoggia le politiche liberal dei candidati democratici negli Stati Uniti
        - MACRON ha raccolto il gotha del potere finanziario, mediatico e industriale francese: in primis Pierre Bergé ( industriale miliardario ( il Soros di Francia ), omosessuale e laicista estremo che vuole l’abolizione di tutte le festività cristiane e detiene il 64% di ” LE MONDE con Pigasse l’altro banchiere enfant prodige della SINISTRA francese) oltre al Nouvelle Observateur.
        - Nel suo team , ha un ruolo guida BERNARD MOURAD, l’uomo di MORGAN STANLEY in Francia, a capo del comparto media del colosso olandese ALTICE/SFR CHE GESTISCE OLTRE 60 TESTATE (quotidiani e periodici) tra cui LIBERATION, LE FIGARO, L’EXPRESS, RADIO E TV COME RMC E BFM; ruolo da cui si è dimesso per gestire la campagna elettorale.

        Cosa c’ è nella sua testolina programmata da piano quinquennale?
        - “Non esiste una cultura francese; esiste una cultura in Francia… ed è molteplice” ( come dire… che per coloro “che sono sotto la bandiera progressista, la Francia non è una storia e non è neppure un Paese, è solo uno spazio, LUOGO NEUTRO DOVE LE CULTURE SI TROVANO PER CASO, una chiesa o una moschea non fanno differenza ( ciò che vale è il conto alle CAYMAN ED ASSOCIATED, accumulato naturalmente in difesa e per gli interessi del popolo.
        - MACRON incarna perfettamente l’ideale dell’apolide mondialista per il quale cultura, tradizioni, lingua, nazioni, sono INCIDENTI DELLA STORIA rispetto all’unico valore universale: quello dell’HOMO OECONOMICUS. Per lui, il conflitto con l’Islam in Europa è colpa di un modello sociale sbagliato e IL TERRORISMO ISLAMISTA “È SOLO FRUTTO DI MANCANZA DI OPPORTUNITÀ ECONOMICHE”.

        Questo è il ROBOT messo in campo DAI PAPERONI DEL DOLLARO UNIVERSALE, a disposizione dei RINCOGLIONITI MASOCHISTI SINISTRATI per contrastare la LE PEN e favorire la società ZULU’.

        UNA COSA DA FUMETTO DISNEYANO

        Se desiderare conoscere il VERBO INTEGRALE, vi indirizzo a

        http://blog.ilgiornale.it/rossi/2017/03/14/lapolide-mondialista-macron-e-la-nuova-sinistra/

        1. martello carlo scrive:

          Sempre più spesso mi chiedo perché paghiamo il canone RAI, specie quando per puro masochismo insisto a guardare AGORA’, trasmissione che sembra finanziata dalla Open Society Foundation per rendere il nostro paese un grande campo di COTONE.
          Il gestore di questa rete di tolleranza, GERARDO GRECO, sinistro di vecchia data, si è convinto che SOROS sia il nuovo alfiere del comunismo mondiale, novello LENIN che specula creando caos per combattere la povertà ed il FASCISMO travestito da POPULISMO.
          Questo novello ROBIN HOOD, girando per la foresta mentale che ormai ha stranito le masse del socialismo reale, riesce sempre a scovare filosofi idioti che sparano cazzate megagalattiche supportate da teorie KAFKIANE.
          La volete sapere l’ ultima?

          CHI VUOLE ORDINE, PROTEZIONE, SICUREZZA ( magari in casa propria ) E’ UN FASCISTA.

          Comincio a sperare in un gigantesco, feroce, selettivo ARMAGHEDDON.

          1. giorgio scrive:

            Amici di Zwirner….

            Avete visto su STRISCIA come hanno accolto il reportage di L. Abete a Caserta le NUOVE RISORSE ?
            Beh, bisogna dire che questi giornalisti della MUTUA se la vanno anche a cercare….nessuno ha detto loro che certe zone d’ Italia non sono più sotto il controllo della Repubblica, ma sono FEUDI a parte?…..Eppoi, andare a disturbare le Nuove Risorse che lavorano così alacremente per pagarci le PENSIONI ?…Si, è vero, forse (anzi, sicuramente) la merce in vendita faceva parte di qualche furtarello o rapina, ma solo a fin di bene…..Per cui, caro ABETE, visto che sei andato a DISTURBARE onesti lavoratori a CASA LORO…..le botte te le sei meritate, poiché, secondo la proposta di qualche politico NAZIONALSOCIALISTA nostrano, chiunque, si intromette in casa altrui, senza essere invitato è passibile di ritorsioni anche estreme…..come dice il saggio: ” Chi è causa del suo mal…pianga se stesso “.

            A parte il sarcasmo che, spero sia stato evidente….parlando di legittima difesa, io credo che sia ora di fare una legge ( che esiste in natura da millenni) la quale sancisca l’ INVIOLABILITA’ della privata dimora.
            Se si mettessero delle pene alte per la violazione di domicilio ( tipo, dai 5 ai 10 anni di galera) forse i SS. ladri ci penserebbero 2 volte prima di entrare in casa altrui…..se poi, oltre che violazione di dom., commetti anche rapina…le pene dovrebbero essere raddoppiate.

            Io proporrei anche di raddoppiare le pene per tutti coloro che sono stranieri, poiche OSPITI in terra non loro….naturalmente rispetto le pene in vigore nei propri Paesi d’origine cosicché da farli desistere ad andare a commettere delitti in terra straniera e, se proprio non possono fare altro, che delinquino a casa propria che, a questo punto, converrebbe a tutti….In pratica: ” Vuoi fare il ladro, il rapinatore o anche semplicemente il truffatore….ti conviene farlo a casa tua, nella tua Patria, perché se lo fai a casa altrui le pene, come d’incanto, RADDOPPIANO! ”
            Si eviterebbe cos’ il MOLTIPLICARSI dei furti e rapine commessi da Personaggi provenienti da ogni dove.
            E questa proposta potrebbe benissimo FUNZIONARE anche a livello Mondiale.

            In ogni caso….IO SONO PER LA LEGITTIMA DIFESA….SEMPRE ED IN QUALSIASI MODO!

            1. diogene scrive:

              qui negli USA tutti i giornali stanno illustrando le proposte della nuova amministrazione trump in tema assistenza sanitaria (Obamacare)

              Tutti i giornali – liberal e conservative – evidenziano come i tagli proposti da trump vadano a colpire in particolare esattamente l’elettorato di trump stesso

              questi poveracci (e un pò imbecilli) hanno votato un miliardario che si è circondato di generali che vogliono aumentare le spese della difesa e di eminenti pezzi da 90 della goldman sach per gestire la finanza

              ho detto “un pò imbecilli” ? togliamo il “pò”

              Tutti per sè e Dio per tutti ?
              SI SALVINI CHI PUO’

              • martello carlo scrive:

                GUARDATI DALLE FAKE NEWS e cerca di fatti una tua opinione: i giornali, ormai sono delegittimati e non ne imbroccano più una.

              1. Silvestro scrive:

                13/03/17 – SALVINI E I CENTRI SOCIALI

                Non so se Zwirner porti sfiga o sia solo un giornalista beatamente ingenuo.

                Sull’aspetto enfasi e risonanza della vicenda niente da dire. E’ la vecchia teoria di marketing per cui parlare continuamente di qualcosa o qualcuno è positivo; parlarne bene o male non importa. D’altra parte Salvini in questo è un maestro.
                Questo conferma ciò che sto sottolineando da tempo circa la responsabilità di giornalisti e media nel condizionare e canalizzare l’opinione pubblica su fatti e circostanze ben precise.

                Nel merito, è fuori dubbio che la violenza di strada è da condannare da qualunque parte provenga (ne abbiamo parlato a proposito dei taxisti), ma il problema è altro: Fino a che punto si possono tollerare o prevenire proteste violente.
                In Olanda e Germania sono stati proibiti comizi di ministri Turchi per un referendum nel loro Paese, e per questo privi anche di conseguenze politiche sul territorio.
                C’è stato grande consenso, per questa iniziativa da destra, ma anche da sinistra. Argomenti di buon senso, motivi di sicurezza, si sono affrettati a dichiarare; come dar loro torto.
                Ma questi non sono forse gli stessi motivi dichiarati da De Magistris quando intendeva proibire il comizio di Salvini?.

                MA ALLORA QUALE E’ IL LIMITE OLTRE IL QUALE SI CONSIDERA LECITO IMPEDIRE A QUALCUNO DI TENERE UN COMIZIO.
                CHI SI PUO’ ARROGARE IL DIRITTO DI IMPEDIRE UN DISCORSO PUBBLICO.

                • martello carlo scrive:

                  Ma ADELE GAMBARO naturalmente, e tutto il MAINSTREAM MEDIATICO della finanza teocratica globalista cui DIO ( DENARO ) ha delegato il compito di stabilire quali notizie e quali COMIZI sono VERI o FAKE.

                1. martello carlo scrive:

                  Come si fa a sopportare di farci FOTTERE 70 MILIARDI tra Veneto e LOMBARDIA da NAPOLETANI e terroni vari quando:
                  - a napule esiste un sindaco come DE MEGISTRIS
                  - la Lega che cerca, facendo una cosa contro natura pur di eliminare gli attriti tra nord e sud e le storture camorristiche, viene assalita da balordi, delinquenti, sfaccendati più o meno organizzati e più o meno mantenuti dal comune
                  - quando “ ‘o maggistrate sindache “ dice che la spazzatura l’ ha eliminata lui, quando il 90% dei rifiuti solidi urbani va all’ inceneritore di ACERRA, voluto, costruito e inaugurato dal BERLUSCA, c’ è una raccolta differenziata da terzo mondo del 21% ( quando “ ‘o papocchiune “ aveva promesso un 70% ) e la rimanenza viene disseminata tra campania, resto d’ italia e del MONDO?
                  - nella RAI, nelle TV a livello nazionale ( compresa MEDIASET ) non si sente parlare che in tutte le inflessioni terronico romanesche, da parte di giornalisti, politicanti da quattro soldi che quando parla un leghista, viene etichettato come ignorante da branchi di IENE AFRICANE, fautrici dell’ invasione che non pagano loro, ma che i loro caporali sfruttano e MASSACRANO nei campi di pomodoro.
                  - a livello politico dove non si sente un’ inflessione nordica, dal LINGOTTO alla LEOPOLDA, al NAZARENO, a tutte le miriadi di SUK dove i mantenuti non fanno che parlare, teorizzare inventare cazzate distruttive a danno nostro.
                  - a livello dipendenti pubblici, dalle scuole, agli enti, all’ ufficio delle entrate dove allignano meridionali nella stragrande maggioranza, anche al nord, c’ è un assenteismo spaventoso e un grattamento di palle che supera in decibel il traffico di una metropoli, salvo quando si tratta di fotterci con le GABELLE
                  - una giustizia composta non certo da persone concrete come è nella nostra mentalità, ma nella maggior parte da meridionali, le cui capacità logiche e filosofiche infinite ci hanno consegnato codici, hanno contribuito a leggi, decreti, burocrazie, iter tra i quali io NORDICO POLENTONE SEMPLICIOTTO IGNORANTE ALL’ INGLESE non riesco a districarmi…….

                  Avrete capito che sono reduce da una “ tranquilla “ domenica televisiva di ” permesso ” in italia, trascorsa in famiglia e con BARBARA D’ URSO e tutto l’ armamentario del MAINSTREAM MEDIATICO TERRONICO SINISTRORSO.
                  In Spagna ( non vedo l’ ora di tornarci ), forse perché sono sempre un po’ stanchi a causa del fuso orario FRANCHISTA che li costringe a pranzare non prima delle 14 e cenare non prima delle 22, il clima è più disteso.
                  Pur esistendo contrasti tra nord e sud, non sono inquinati da immigrazioni recenti come da noi, ma solo di antica data: popolazioni meticciate e non dalla dominazione araba, che consentono istanze più concrete di tipo CATALANO o integraliste tipo PAESI BASCHI, mentre qui a causa della recente immigrazione industriale e amministrativa, sono ancora legate, anche come mentalità, al paese d’ origine.

                  NON FATE CASO ALLO SFOGO: DON FRANCESCO E TUTTI I SACERDOTI DELLA FREGATURA ANTIRAZZISTA, CONTINUANO A CONSIGLIARCI SADICAMENTE: NON MURI MA PONTI ( D’ ORO,MEGLIO SE D’ EURO ).

                  • giorgio scrive:

                    Bravo Carlo, capisci ora perché io sono e sarò sempre per l’INDIPENDENZA del Veneto?….ma, anche senza sforzarmi troppo, del Lombardo/Veneto ?
                    Forse dovremmo dire che BOSSI aveva ragione?

                    • martello carlo scrive:

                      Caro GIORGIO, non è che capisco ora, sono cose che sostengo da anni ( indipendenza a parte che si basa su utopie e analisi storiche che poco hanno a che fare col territorio e il sentimento diffuso attuale ).
                      BOSSI ha ragione? Una cosa è certa: il nord, oltre ad aver dovuto mantenere i meridionali, che sta pagando con l’ attuale crisi, si deve sorbire anche il peso insopportabile dell’ invasione.
                      La beffa è che si dichiarano CAMPIONI DELL’ ACCOGLIENZA in tutte le sedi mediatiche: cosa vuol dire aver vissuto da VITELLONI.
                      INTANTO BISOGNA VOTARE IN MASSA PER L’ AUTONOMIA, facendo molta attenzione alla LOMBARDIA in cui i PISAPIA importati sono molto numerosi e non ancora emancipati dai retaggi ancestrali.

                  1. martello carlo scrive:

                    Ci voleva ” STRISCIA LA NOTIZIA “, un programma satirico di evasione di una TV commerciale, guardata dall’ alto in basso, quasi disprezzata dal MAINSTREAM MEDIATICO capeggiato dai giornaloni delle BORGHESIA MEDIA, ora quasi estinta a forza di leggerli, tipo il CORRIERINO e REPUBBLICHINA, per smascherare lo sporco traffico degli schiavi dal nord Africa.
                    Ma il principale merito è l’ avermi fatto scoprire un blogger come LUCA DONADEL cui pronostico un grande avvenire qualora non venga colpito ed affondato dai servi liberticidi della libera espressione alla ADELE GAMBARO.
                    Sfruttando la tecnologia satellitare ha ricostruito INCONFUTABILMENTE i movimenti delle navi del SOCCORSO NERO, non solo della marina militare, ma anche quelle delle ONG, scoprendo come i ” salvataggi nel canale di Sicilia “, in realtà manco lo vedono, ma si concentrano in un punto a poche miglia dalla costa libica, per poi portare la MERCE in ITALIA.

                    Quello che mi ha scandalizzato maggiormente è che nella spola sono coinvolte i mezzi della nostra GUARDIA COSTIERA: la PELLUSO ad esempio fa la spola tra la costa libica varcando la soglia delle 30 miglia marine per portare dalla libia a POZZALLO i nuovi schiavi, ma sembra che non sia l’ unica.
                    Mi viene spontaneo chiedermi se anche la marina militare non sia coinvolta nel businness dell’ invasione, invece di fare l’ esatto contrario.
                    Spero che finalmente, grazie a questo blogger si comincerà ad affondare seriamente questo traffico maledetto e a mandare in galera, oltre che a GAETA se del caso, chi viola così palesemente le regole nazionali ed internazionali: E’ ORA DI DIRE BASTA AL BUONISMO DEL CAPORALATO DIFFUSO COOPERATIVO.

                    LUCA DONADEL: è un TIPO SVEGLIO che vale la pena di conoscere e seguire. Allego il link relativo a questo caso:

                    http://www.direttanews24.com/la-verita-sui-migranti-ragazzo-smentisce-le-balle-dei-media/

                    • giorgio scrive:

                      Si, l’avevo già condiviso nel mio Diario di Facebook ancora l’ 8 marzo….
                      In pratica, invece di portare i c.d. naufraghi al porto più vicino come prescrive il Codice Marittimo Internazionale, le ONG e la M.M.I portano i suddetti naufraghi direttamente in Italia così da Garantirsi il Privilegio di occuparsene personalmente tramite Gli Amici rimasti in Patria..
                      Eppoi, qualcuno dice che, per Risolvere il Problema Immigrazione, non ci riuscirebbe nemmeno il Mago Merlino….Ipocriti…Fate a meno di andarli a prendere e già ne arriverebbero la metà…
                      Stamane, andando in Posta per pagare un paio di bollettini, mi sono stupito nel vedere che, dall’altra parte del vetro, seduto allo scranno, c’era una Nuova Risorsa….Subito ho pensato:” Ma come mai invece di esserci un impiegato italiano ( con tutti i disoccupati che ci sono) ci trovo un Nonita ? ”
                      Poi, tra me e me ho pensato che forse, fare l’impiegato delle Poste, rientra in quei Lavori che gli Italiani non vogliono più fare….ecco, perché c’era il Moretto….
                      Forse siamo diventati troppo schizzinosi o…forse c’è un altra ragione più Subdola…..E’ Iniziata La Grande Sostituzione…..Auguri….

                    1. martello carlo scrive:

                      NON SI TRATTA DI TERRORISMO: la germania ad ogni fatto in odore di terrorismo, più che naturale in un paese che è inquinato da milionate di immigrati musulmani, vuole smentire subito ciò che è evidente, arrivando a RESUSCITARE LA EX JUGOSLAVIA: il boscaiolo taglia teste è di ” quelle parti “, facendo credere che nei BALCANI siano tutti CRISTIANI ORTODOSSI.
                      LA GERMANIA STA DIVENTANDO PIU’ RIDICOLA DELL’ ITALIA, IL CHE E’ TUTTO DIRE.

                      • giorgio scrive:

                        Ieri, su Rai storia, ho visto un programma che parlava del BARBAROSSA….è ora che i PADANI si sveglino e che facciano fare ai TEUTONICI che ci governano da Bruxelles la stessa fine riservata qualche secolo fa a quell’illustre TETESCO, JA ?
                        Naturalmente in forma più MODERNA, senza spargimento di SANGUE….

                        • martello carlo scrive:

                          A proposito di LEGA LOMBARDA, lo sai, anche se a te non mi pare interessi particolarmente che il referendum sulla autonomia di VENETO E LOMBARDIA verrà fatto nella stessa data?
                          Si tratta di 70 MLD di RESIDUO FISCALE ( 20 + 50 ), mica male eh?
                          E di fronte ai prefetti non contiamo una minchia!!!!

                          • giorgio scrive:

                            Eco, appunto…è ora di ritornare alla VECCHIA LEGA LOMBARDO/VENETA che, nel 1176, a Legnano, ha sconfitto l’Imperatore Federico I° ( il barbarossa ) e ricacciato in CERMANIA.

                            Ora il Nemico l’abbiamo dentro casa nostra , oltre che a Bruxelles….
                            Cosa aspettiamo ad unirci e a cacciarlo….
                            Insieme, il LOMBARDOVENETO sarebbe una delle Regioni più ricche del Mondo….ma forse è proprio per questo che ce lo impediscono con ogni mezzo, non ultimo con L’ AFRICANIZZAZIONE FORZATA….
                            A noi , purtroppo, manca UNA GUIDA, manca l’ORGOGLIO PADANO, ci sottovalutiamo e poi, abbiamo tra le fila, un sacco di TRADITORI della PATRIA LOM.VEN. che, nonostante siano nati e cresciuti in questa GENEROSA TERRA, continuano a REMARE CONTRO di essa. e dei suoi rassegnati abitanti…

                            • martello carlo scrive:

                              Ora il nemico lo abbiamo dentro COSA NOSTRA, vorrai dire, e sta approfittando della crisi e dei fallimenti dei nostri artigiani, delle nostre imprese per comprare depredare e fallire.
                              Quando dici che manca una guida, ( in senso di classe dirigente ), confermi quanto ti dicevo: il fatto è che abbiamo sempre privilegiato il lavoro all’ istruzione e siamo troppo individualisti.
                              Anche la politica di SALVINI mi lascia perplesso: la lega non sfonderà mai al sud, non riuscirà mai ad essere un partito nazionale e ci lascia tra l’ incudine dell’ irrisolta questione meridionale ed il martello ( HAMMER ) europeo con i prefetti che ci riempiono di immigrati.
                              A proposito, hai visto su STRISCIA come fanno ad arrivare i nuovi schiavi anti welfare?
                              Una cosa inaudita, ma su questo argomento voglio aprire un nuovo commento.

                      1. martello carlo scrive:

                        Due giorni fa accennavo ai finanziamenti di SOROS alle ONG per la creazione di una flottiglia PRO INVASIONE. dell’ Europa.
                        ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE che sembrano essere il braccio armato, la quinta colonna di questo UNGHERESE DI ORIGINI EBRAICHE per continuare ad accumulare denaro sporco creando casino in giro per il mondo al seguito ( o guidando non si sa bene ) della congrega OBAMA CLINTONIANA che con la scusa di portare porta a porta la “ LORO “ democrazia, ha causato il CAOS INFERNALE delle PRIMAVERE ARABO MUSULMANE e milioni di morti.

                        Il vento, finalmente sembra stia cambiando con TRUMP ed il promesso ” disengagement ” e lo stop alla globalizzazione, nonostante i tentativi di delegittimazione dei FALCHI FINANZIARI di cui la faccia di SOROS sembra il più rappresentativo EMBLEMA ARALDICO.
                        L’ influenza del sito BREITBART di BANNON, consigliere di TRUMP comincia ad espandersi oltre confine, soprattutto nei paesi dell’est europeo. Come si può leggere oggi su ” IL GIORNALE “, il PARLAMENTO UNGHERESE si appresta a votare una legge per stanare i veri obiettivi, i finanziamenti di queste ORGANIZZAZIONI spesso OCCULTI ed EVERSIVI. ( non sarebbe male estendere in italia questa politica alle ONLUS e COOP, anche in ottica CONSIP ).

                        Il vento che cambia spero che presto spazzi via anche tutte le subcricche disseminate e instaurate in giro per il globo dal fighetto marrone PREMIO NOBEL PER LA PACE.
                        Da qualche tempo, nonostante le smentite del diretto interessato, stanno circolando voci ( ex arcivescovo di FERRARA, molto amico di RATZINGER ) sulle pressioni dell’ amministrazione OBAMIANA per le dimissioni di BENEDETTO XVI, tanto da sollecitare a TRUMP, da parte di ambienti cattolici americani, una commissione d’ inchiesta sulla vicenda anche sulla base di quanto emerso dalle rivelazioni di WIKILEAKS.
                        Insomma, FRANCESCO IL GLOBALIZZATORE RELIGIOSO, non dovrebbe essere dov’ è, come parecchia altra gente che si trova in posti immeritati e funzionali alla politica NO BORDERS.
                        Penso per esempio e per personalissima ( molto condivisa ) antipatia, alla BOLDRINI, ma anche alle espressioni di tutte quelle sovrastrutture internazionali SCLEROTIZZATE come ONU, FMI, UNESCO, ecc ed ai loro GALOPPINI che servono ormai solo a mantenere sé stesse ed alle organizzazioni che distribuiscono statuette e premi a sproposito ( leggi OSCAR HOLLIWEEDIANI e NOBEL )
                        E’ ora di togliere un bel po’ di polvere al MAPPAMONDO prima che sia troppo tardi: TRUMP AVANTI TUTTA!

                        HO DIMENTICATO QUALCUNO?

                        • Silvestro scrive:

                          HO DIMENTICATO QUALCUNO? Si la Gran Bretagna.
                          Era il 23 giugno 2016 il giorno della brexit. Grande entusiasmo, i britannici riconquistano la sovranità nazionale, impediscono l’invasione degli immigrati, eliminano i costi UE eccessivi, si sottraggono ad una burocrazia poco trasparente e poco democratica. Un esempio da seguire dicevano i tromboni che volevano cavalcare politicamente il momento.

                          Dopo 8 mesi si può fare un primo tagliando.
                          Cominciamo col dire che la sterlina oggi vale il 18% in meno rispetto al dollaro e il 12% rispetto all’euro. Poichè GB è un importatore netto, ne consegue che l’inflazione tiene banco: 11/2016 +1,02%, 12/2016 +1,6%, 01/2017 +1,8%. La maggioranza delle azienda ha registrato un calo delle esportazioni, mentre si registra un generale ritocco all’insù dei listini.
                          C’è una generale riduzione della disoccupazione ma i part-time senza alternative restano ampiamente sopra la media, così come i lavoratori occasionali. E se con una sterlina debole il costo del lavoro diventa più conveniente, il Regno Unito diventa ancora più appetibile per i big player continentali e americani, pronti a sfruttare la manodopera, ultra-qualificata o ultra-flessibile.

                          E noi? Possiamo imitarli in una scelta cosi audace senza dimenticare che:
                          La Gran Bretagna comunque non aveva l’euro.
                          Ad oggi non è ancora uscita da l’UE perché non c’è nemmeno un atto formale in merito.
                          Il suo debito è al 90% del PIL (e non al 132%).
                          Non abbiamo manodopera ultraqualificata o ultraflessibile da offrire. Quelli disponibili se ne sono già andati, magari in Albania (dice Zwirner).

                          • martello carlo scrive:

                            SILVESTRO, devo dire, nonostante gli alti e bassi, che sostanzialmente mi piaci, anche perché contrariamente a ciò che hai detto, mi stimola molto il contraddittorio e tu in questo sei un CAMPIONE.
                            A volte però svicoli approfittando delle benché minime falle dei miei post: credevo di essere riuscito a criticare tutto e tutti, ma tu con un’ abilità DALEMIANA ( mi stupisce che tu sia RENZISTA all’ ultimo sangue ), sei riuscito ad infilarmi nella BREXIT scivolando su tutto il resto.

                            E va bene, analizziamo un po’ la situazione di questo GRANDE PAESE, da sempre guida della democrazia occidentale, dal carattere indomabile, indipendente, più volte salvatore delle sorti europee, cioè il contrario dell’ italietta da 8 settembre, che va dove soffia il vento, sceglie sempre gli alleati sbagliati e per giunta poi li tradisce.

                            - GB importatrice netta: non ti sembra che sia ora che ribalti la situazione o deve lasciare tutto il SURPLUS alla GERMANIA?
                            - l’ inflazione e la svalutazione? Potrebbero essere i punti di partenza.
                            Su questo punto poi ci sarebbe molto da dire: in italia i filogovernativi gridano vittoria perché l’ inflazione FINALMENTE ha RIALZATO LA TESTA!!! Ma siamo pazzi? Il PIL ristagna ed i prezzi aumentano, le famiglie non si possono manco più permettere un pomodoro ed il mainstream ci dice che finalmente è arrivato il momento che ” NON CE NE SARA’ PIU’ PER NESSUNO “: si avvicina l’ ora del LINGOTTO e l’ INCLUSIONE SOCIAL ELETTORALE sistemerà definitivamente e strutturalmente il DBT/PIL.
                            - ” il Regno Unito diventa ancora più appetibile per i big player continentali e americani “?
                            COS’È, UN DATO NEGATIVO?
                            - la MANODOPERA ITALIANA NON È QUALIFICATA? Ma a quali fonti riesci a trovare tutte ‘ste ” FAKE NEWS “?

                            Intanto Il nostro GRANDE PAESE al seguito del suo massimo CONDOTTIERO, ECONOMISTA e STRATEGA che forse starà a cavallo per qualche mese, va dalla MERKEL a dire che l’ EUROPA A DUE VELOCITA’ ( cosa significhi nessun lo sa, come nessuno sa a quale velocità verremo fatti correre noi ) sarà il RADIOSO FUTURO DELL’ UE che perde pezzi di giorno in giorno.
                            Continuiamo così con l’ europa che va avanti a colpi di grande finanza senza coinvolgimento dei popoli.

                            Siamo l’ italia dei SILVESTRI signori; INGLESI, FATEVI DA PARTE.

                        1. diogene scrive:

                          mi spiace che il Premio Nobel per l’Economia Lona non frequenti più spesso il blog.

                          mi preme fargli la domanda: fra 3 mesi 3, il dollaro come sarà rispetto all’euro ?

                          sarà come adesso (1,05 – 1,06) o sarà più 1 oppure 1,10 ?
                          e con quale motivazioni?

                          Se il $ va verso la parità è una grande successo di Trump e se va versp 1,10 è il segnale che Trump non sta incidendo?

                          the answer my friend is blowing in the wind

                          • Silvestro scrive:

                            Un suggerimento: Se esponi opinioni gradite, puoi esprimerti, in dialetto, dire cazzate, mandare a cagare gli interlocutori e trovare comunque sostegno e comprensione.
                            Ma se il tuo intervento è mal visto, allora è importante ‘l’esposizione grafica’, il ‘conformismo paleoinformatico’ l’uso corretto delle maiuscole.

                            In pratica se vai controcorrente devi stare attento alla forma e a cosa scrivi, perché gli pseudo giornalisti sono spietati.

                            • martello carlo scrive:

                              Grazie per l’ aiuto, ma mi sembra che se c’ è qualcuno che va dove soffia il vento, quello, dopo di te, è proprio lui.
                              Io sono per TRUMP da quando lo davano 1 a 100.

                              La strada antiglobalizzazione, contro gli schiavisti e la finanza sporca è più incerta che mai e chi non si accorge di essere dalla loro parte, pur essendone una vittima pensando oltretutto di essere anticonformista, va solo commiserato.
                              Il vento spira forte verso RIGNANO dove presto vi ritroverete a raccogliere pomodori a 3 € al giorno se non vi svegliate.

                              PS: quanto a LONA, spiace anche a me che non si faccia vivo(a): forse che non ha trovato in voi delle controparti all’ altezza ( ma forse è solo un pappagallo; non l’ ho ancora ben inquadrato ).

                          • martello carlo scrive:

                            Certo che se fosse per te ed i tuoi EPITAFFI porterebbero il blog a fine certa.
                            Oltre all’ aridità delle idee, l’ esposizione grafica è di uno squallore mortale e di un conformismo paleoinformatico per cui non bisogna utilizzare le MAIUSCOLE come se la memoria dei computer andasse ancora a megabyte.
                            Cerca di darti meno arie nel tentativo di nascondere il nulla. Raschia nel fondo e sarai più utile a tutti.

                          1. diogene scrive:

                            però, non è difficile da capire

                            ma insistiamo, chissà che non entri in testa

                            NOI VOGLIAMO UAIFFAI. UAFFAI

                            se c’è da fare marchetta, noi fare marchetta

                            tanti giri di parole – inutili – per dire che i migranti neri NON CI PIACCIONO, nè con l’accolgienza diffusa nè con l’accoglienza nei centri

                            1. martello carlo scrive:

                              Francamente non so da dove cominciare: il problema della prostituzione in sé, è vecchio come il mondo, ma, giustamente, lei ne sottolinea gli aspetti nuovi legati all’ immigrazione.
                              Non è una novità: a CALAIS c’era già stata un’ inchiesta che aveva portato all’ individuazione di ” mediatori culturali “, ” assistenti arcobaleno ” e terzomondisti di svariate tendenze che approfittavano della situazione per sfruttare sessualmente gli immigrati, anche MINORENNI: individui di tutti i tipi, dai ” maschi ” alle donne, laici e non, in cerca di emozioni forti a buon mercato.
                              Per non ridurmi al solito commento, come SILVESTRO, vorrei fare l’ ennesima provocazione, quella su un certo FANATISMO DELL’ IMMIGRAZIONE NEGRA.
                              Credo non sfugga a nessuno che l’ immigrato ormai è identificato solo esclusivamente come individuo dalla pelle nera, giovane, prestante, un po’ ( molte volte sbagliando ) primitivo dai bisogni primordiali. Gli altri, dai sud americani, ai cinesi, ai pachistani, persino ai SIRIANI che pur ne avrebbero più diritto, sono quasi scomparsi dall’ interesse pubblico.

                              E’ del tutto blasfemo collegare ciò anche alla fama sempre più in via di consolidamento, di una certa superiorità sessuale negra di cui sente il bisogno una società come la nostra sempre più sdoganata alle deviazioni e disinteressata, quasi annoiata dalla normalità e con una sessuofobia CANONICA che porta spesso a perversioni pericolose per la società e ad ostacoli di principio all’accettazione della realtà prostitutiva nelle strade, ora nei ghetti e quindi alla sua regolarizzazione?
                              C’ è qualcosa di strano che anche i meno abbienti desiderino godere di quei privilegi sessuali esotici di cui godevano nella colonia di MALINDI i benestanti, non solo italiani, ma anche le valchirie magari attempate, facendo immigrare qui i prestatori d’ opera a buon mercato cui va bene di tutto?

                              CASINO D’ ACCOGLIENZA appunto e non è un caso che il suo massimo profittatore, un certo SOROS ( le cui tendenze sessuali non sono note, ma le sue deviazioni mentali per la speculazioni distruttive certamente sì ), stia spendendo 500 milioni nelle ONG INVASIVE per creare una flotta di navi pro migranti?

                              1. Silvestro scrive:

                                Caro Zwirner,
                                ma lei ha fatto un intervento all’insegna del liberismo più estremo. In un solo colpo:
                                >> liberalizza l’attività professionale più vecchia del mondo
                                >> riconosce che si fa per soldi (e chi non lavora per i soldi)
                                >> lo fa senza distinzione di sesso
                                >> Lo fa senza distinzione di razza ( bianchi, neri o gialli è indifferente)
                                >> Lo fa senza discriminazione di nazionalità o residenza
                                >> Non relega l’attività in ghetti dove si pagano balzelli e si lavora a cottimo
                                >> Lo fa in totale assenza di tasse
                                >> Applica il principio della libertà che è tale finché non limita quella altrui.

                                Chissà cosa diranno i nostalgici dei vecchi bordelli.

                                1. giorgio scrive:

                                  …..è una scelta libera anche perché più remunerata di altre prestazioni lavorative punto

                                  E ,cosa più importante, …..non si pagano tasse!

                                Lascia un Commento

                                *