19
nov 2020
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 108 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.389

IL DIRITTO ALLA CURA

Mai come in questo tragico frangente il primo, incontestabile, diritto è quello alla cura, ad essere curati; almeno ad avere la garanzia che ci provino.

Il Messaggero, quotidiano di Roma, fa un titolone critico in prima pagina sui “Positivi in fuga verso il Lazio”. Parla di “Oltre duecento pazienti in venti giorni arrivati dalla Campania: violata la zona rossa. La Asl di Latina: il caso segnalato all’autorità giudiziaria”.

Trovo il tutto vergognoso. Siccome sono in fascia rossa, e con i loro ospedali al collasso, i campani dovrebbero restare a crepare senza cure a casa loro? Ciascuno di noi al posto loro farebbe lo stesso: in fuga sperando di trovare chi ci curi; di trovare il rispetto per questo inalienabile diritto.

D’altronde è già successo nella prima ondata: diversi mantovani sono venuti a farsi curare in Veneto; e la regione non li ha respinti, i giornali veneti non sono insorti come il Messaggero.

Senza aggiungere che è così da sempre. Col disastro sanitario in tanta parte del Sud, una folla di meridionali venivano a farsi curare in Lombardia, in Emilia, in Veneto.

Ci sono regioni impegnate a garantire un servizio sanitario quantomeno decente. Altre che pensano anzitutto a trattare i voti con la ‘Ngrangheta per farsi eleggere consiglieri comunali (vedi notizia sugli arresti in Calabria).

Chi poteva permetterselo andava anche all’estero. Ad esempio negli Stati Uniti dove le terapie oncologiche (a pagamento) sono all’avanguardia da sempre.

Tornando alle nostre regioni, queste differenze sono comunque inaccettabili. Se e quando, passata la pandemia, proveremo a fare qualche riforma seria, la prima dovrebbe essere cancellare (o quantomeno ridurre) il divario sanitario. Oltre al diritto alla cura c’è infatti il diritto di ottenerlo dove vivi e lavori, senza essere costretti a diventare migranti per motivi di salute…

1.389 VISUALIZZAZIONI

108 risposte a “IL DIRITTO ALLA CURA”

Invia commento
  1. martello carlo scrive:

    No, non è ancora MES ( MECCANISMO EUROPEO SALVASTATI ) per ora è solo BIS ( BERLUSCONI ITALIANO SALVASTATO ).
    Come ho detto, la storia ha poca fantasia e si ripete, col NAZARENO 2.
    Quelli che sono avanti di 30 anni sono allibiti: SILVESTRO è MUTO, il suo raccattapalle che almeno una virgola ce la mette ogni giorno, quello che morirà tondo, ancora non ci crede, non vuole.
    Ma il BERLUSCA, non era morto, defunto, scomunicato da NAPOLITANO? E ora si rischia che vada a fargli compagnia sullo scranno da senatore a vita vicino a lui…. e forse nel ’22…..
    Miracolo da CIRCO BARNUM: chi sarà il DOMATORE? Colui che ha fatto fare il triplo salto mortale tra i cerchi di fuoco a quella FOCA del ZINGA che ha resistito ai muli fannulloni indietrologi oltre quanto abbia saputo fare l’ex Ministro degli Interni portando il paese sull’orlo del baratro?
    Non può essere che LUI, sì quel GIUDA che ha tradito SALVINI ( e perciò piace tanto a certi italiani da 8 settembre ) davanti al parlamento…. sì, l’AVVOCATO…. 1 o 2?
    Non è possibile saperlo, forse oltretevere o al Colle…..
    Io propenderei per il primo: DI AUTENTICO MIRACOLO trattasi, con tanto di resurrezione dei morti.

    • Mario56 scrive:

      Certo che il berlusca…
      VI HA LASCIATO COL CERINO IN MANO.
      SALVINIMELONI MESSI NEL SACCO A TACERE. ORA COMANDA LUI NEL DESTRA/CENTRO: IL BERLUSCA
      che dovrà pure controllare gli scellerati FONTANA/SALVINI che vogliono aprire tutto in Lombardia ora che sono diventati ARANCIONE.
      SILVIO PENSACI TU!

      • martello carlo scrive:

        “BERLUSCONI IL MAGNIFICO”, così chiamavo SILVIO quando regnava ed era assalito da IENE di tutti i tipi e tu ancora dovevi nascere ( nel blog ).
        L’italia sarebbe l’ITALIA, rispettata in europa, avanzata e prospera economicamente, se i traditori non avessero riso insieme al NANO DI NOTRE DAME e alla MERKEL, ma avessero, uniti, reagito indignati e difeso gli interessi del Paese.
        Tutto il resto è stato DISGRAZIA, SOTTOMISSIONE, SVENDITA, PERDITE IN TUTTI I CAMPI, LIBIA COMPRESA, insomma una discesa agli inferi attuali.
        Non credo che il BERLUSCA riuscirà a salvarci ( a lui interessa MEDIASET ) la situazione l’avete troppo deteriorata, dando spazio e vita ad una nuova generazione di DEBOSCIATI TERRONI senza scuola, tuto diritti e niente doveri che fanno scivolare il paese, paralizzandolo, sempre più in giù.
        Quella del ZINGA è solo tattica miope, tipica della sinistra e non porterà da nessuna parte se non a fare qualche miliardo di debiti in più e forse a RILANCIARE DI MAIO 6 C.
        CHISSA’ COSA NE PENSA PEPPONE/BERSANI.

        • Mario56 scrive:

          Quindi @ martello
          sostieni che ne 2011 Berlusconi fu TRADITO, DERISO dalle sinistre , complici Merkel e Sarkozy?
          Non è che invece stava portando il Paese al baratro giusto per assecondare Tremonti e Lega Nord di Bossi?
          Se fosse realmente stato tradito…
          PERCHÉ VOTÒ LA FIDUCIA A MARIO MONTI?

    1. Mario56 scrive:

      Una breve osservazione fatta guardando i dati del CORRIERE DELLA SERA di ieri:
      CASI TOTALI DA INIZIO PANDEMIA,

      CAMPANIA 146000 decessi 1483
      VENETO 138000. decessi. 3560
      si nota che il Veneto con meno casi presenta una mortalità più del doppio rispetto alla Campania.
      Si potrebbe obiettare che i casi di contagiati nel Veneto siano sottostimati, cosicché la mortalità non sarebbe poi nemmeno troppo alta. Ma Zaia si vanta di fare più tamponi di tutti!
      Si potrebbe obiettare che la Campania riesce a tamponare meglio. Ma ci dicono che è in enorme difficoltà ed è altamente improbabile ciò. Come è improbabile che riescano a CURARE MEGLIO
      Non riesco a darmi sinceramente una risposta .
      Quindi invito gli OSANNATORI DEL VENETO…
      in particolare
      @ gaton
      @ martello
      ad aiutarmi.

      • Gatón scrive:

        Ho guardato un po’ di statistiche.
        La Campania ha avuto un numero di gran lunga minore di casi e decessi nel corso della prima ondata.
        Da Settembre ad oggi il paragone col Veneto è più o meno alla pari.

        • Mario56 scrive:

          @gaton dice: “
          DA SETTEMBRE AD OGGI IL PARAGONE COL VENETO È PIÙ O MENO ALLA PARI”

          Ma come?
          Sentendo Zaia, telenuovo, ecc dava l’impressione di capire che il Veneto, ma anche l’Emilia Romagna fossero PRIMI DELLA CLASSE e a Napoli vi fosse una sciagura inimmaginabile. Pronto soccorso pieni, code di ambulanze che stazionavano per giorni. Pazienti trovati morti nei gabinetti.
          Io mi ero fatto un’idea probabilmente alterata della realtà, PERCHÉ ALLA FINE I DECESSI SONO UGUALI.

          • Gatón scrive:

            Stiamo per l’appunto parlando di numeri.
            Ho capito da tempo che Zaia è un incapace e che il resto dell’Italia, Lombardia esclusa, si sta salvando facendo il contrario di ciò che si fa nel Veneto.
            D’altra parte, soltanto degli analfabeti funzionali come me possono aver votato per lui.
            Mentre altrove chi ha scelto Bonacini ha espresso il massimo.

            • Mario56 scrive:

              Se tu leggessi meglio invece di
              INFIAMMARTI subito…
              ho detto IL VENETO MA ANCHE L’EMILIA ROMAGNA
              quindi non vi è alcuna animosità politica da parte mia. Si cerca solo di capire il fenomeno.

        • Mario56 scrive:

          I dati che ho riportati riguardano i casi e i decessi dal 21 febbraio ad ieri.sia di Veneto che di Campania.
          Io lo spigo solo con una differenza di gestione degli anziani. RSA e case di riposo al nord, famiglia al sud.

          • Gatón scrive:

            Perché al sud le case di riposo semplicemente non ci sono.
            In ogni caso da febbraio a giugno la percentuale di decessi è stata enormemente superiore, l’esperienza maturata ha ridotto la mortalifà nel corso dell’autunno.
            Se confronti i decessi fino a giugno il Veneto supera la Campania di almeno 5 volte.
            Ma in primavera la diffusione non era omogenea.

      • Gatón scrive:

        Meglio del Veneto di Zaia l’Emiia Romagna di Bonacini.

      1. martello carlo scrive:

        Un pensierino alle nostre compagne per la giornata contro la violenza sulle donne, no?

        • Simone scrive:

          Personalmente ho sempre trovato queste giornate inutili, al di là degli slogan e delle (spesso finte) buone intenzioni che ci possono stare dietro. Ma al di là di quello che penso io, ieri Raidue (e lo prendo come esempio) ha dato il meglio di sé in poche ore. Prima facendo vedere come una donna possa andare a fare la spesa in modo sexy. E dopo il Tg della sera annullando i venti minuti che volevano dedicare al tema in favore di un tributo a Maradona (che contemporaneamente e pure dopo facevano pure su altri canali). La donna è oggetto e soggetto di mercificazione. E credo che in linea di massima all’uomo vada bene così. Ma quello che mi chiedo, e che credo sia più importante come questione, è quante resistenze ci siano da parte vedo mondo femminile stesso affinché le cose rimangano così… le tette e i culi se fatti bene possono essere venduti ancora meglio. E questo sembra far comodo ad una fetta significativa (e soprattutto piena di interessi) del mondo femminile. Però poi sono le stesse che girano con i vestitini rossi… perché anche il ricordo crea business…

        1. Silvestro scrive:

          MARTELLO: (25 novembre 2020 alle 23:30)
          Affermazioni generiche ma, a mio avviso, anche sbagliate.

          “1 – Se uno nasce tondo, non può morire quadrato”
          Innanzitutto nella vita l’età, le circostanze e le situazioni ci convincono, talvolta ti costringono, a cambiare idea. In secondo luogo, per restare nella logica delle forme geometriche, non c’è solo il tondo e il quadrato; ci sono molte altre figure che meglio si adattano alle circostanze.

          “2 – la storia ha poca fantasia, si ripete sempre”
          Leggo l’affermazione come CCCP e ‘cortina di ferro’ siano ancora oggi un pericolo che si ripete. L’espressione è vera se viene estesa anche al fascismo ed al razzismo.
          E se ci guardiamo bene intorno, gli atteggiamenti di questo tipo di destra oggi sono molto più diffusi di quelli di sinistra. Il “sovranismo” che trova molti consensi non è che una revisione moderna, anche nel lessico, della “cortina di ferro”, mixata all’autarchia nostrana di vecchia memoria.

          • martello carlo scrive:

            Hai notato che sono stato generico; proprio per non essere troppo supponente.
            In realtà avrai colto tra le righe, ricollegandoti a PEPPONE che il motto per me diventa regola quando si parla dei comunisti. D’altronde sono essi stessi a gloriarsene.
            Poi ci sono quelli più ragionevoli, diciamo moderati che hanno una certa capacità di adattamento logico ( solitamente di cdx ) ed infine ci sono, all’estremo opposto, i TIRAMOLLA come CONTE :-(
            Sostieni che ” Il sovranismo non è altro che la cortina di ferro in versione moderna ” . Bene, allora bisogna dargli anche una consistenza FISICA: MATTONI, CEMENTO, RETICOLATO e torrette con la polizia di stato dotata di mitragliatrici pronte all’uso.
            Il RAZZISMO? Ormai è solo contro i BIANCHI, soprattutto se MASCHI.

            Vedi che sei tu che ragioni come 30 anni fa?

            • Silvestro scrive:

              Mi fa piacere che sei attento alle parole ma anch’io lo sono.
              Infatti ho parlato di “revisione moderna” di barriere nazionali che hai citato TU non io.
              I reticolati ci sono anche oggi (Viktor Orbán) visitati e citati come esempio da Salvini; ma poi ci sono restrizioni più legate agli interessi correnti.
              Qualche esempio?
              >>I dazi importazioni USA sui prodotti Cinesi ma anche su quelli europei;
              >>I divieti di immigrazione negli USA degli islamici; ma solo quelli che non hanno grandi interessi commerciali con gli americani;
              >>Le sanzioni commerciali USA contro l’Iran con le minacce agli europei se non rispetteranno i medesimi provvedimenti.
              >>Il veto di Ungheria e Polonia sul recovery fund.
              >>La Brexit che vedrà drasticamente ridimensionato lo spostamento di cittadini europei sul territorio britannico, ma anche il movimento degli inglesi nella UE.

              Come vedi pochi fili spinati e pochi muri di mattoni, ma molte limitazioni commerciali ed economiche.
              In pratica, un SOVRANISMO SELETTIVO dove prevale il “prima noi” che non capisco, alla fine, chi ne trarrebbe vantaggio.

              • martello carlo scrive:

                Stasera voglio sbrigarmela presto: tutte le cose che hai citato sono OTTIMI, anche se largamente insufficienti; il filo spinato di ORBAN, paragonato alla MURAGLIA CINESE, è uno sputo.
                Si stava parlando di odio: il muro di BERLINO e la CORTINA DI FERRO, volevano impedire che la gente scappasse, uscisse, non che entrasse.
                C’è troppa gente nel mondo che ci ama eccessivamente….. .-(

          1. martello carlo scrive:

            @Simone 23 novembre 2020 alle 20:16

            Ci sarà certamente qualche causa più recondita di quello che emerge dai tuoi interventi per questo rancore verso gli USA, ma io sono un po’ stufo di sentirmi ripetere che sono il paese più inquinante al mondo, intanto per la genericità dell’accusa, visti la molteplicità degli inquinanti e poi perché non è vero in assoluto, anche se parlare di dati provenienti da un paese in cui vige un regime ditttatoriale della specie comunista è estremamente difficile, deviante, anzi IMPOSSIBILE: la CINA, pur aderendo all’UNFCCC, non comunica i dati del GHG dal 2005 e all’epoca dichiarava 7046 mln di t. di CO2 equiquivalente. Per avere dati più recenti bisogna ritenere valide le stime di fonti specializzate esterne. Il WRI stima al 2012 un valore di 10795 t/mc, cioè il 24% del totale mondiale, mentre gli USA si collocavano asotto il 14%.
            Se vai sul sito

            https://www.greenme.it/informarsi/ambiente/india-cina-inquinamento/

            puoi avere la vista globale dell’inquinamento da PM 2,5: gli USA sono ad un livello da 0-10 microgrammi/mc, mentre la Cina va dai 35 ai 150.

            Ciò detto, io continuo a parlare di EQUILIBRIO, non protezionismo, non autarchia generalizzata, quindi della necessità di REGOLARE gli ECCESSI, le FUGHE IN AVANTI ed il CAOS, compreso quello ecologico derivante dal fatto che lasciando i paesi come CINA e INDIA a briglia sciolta, in barba a tutte le regole del lavoro, del commercio, della produzione, della CONCORRENZA ( vedi CE ) si crea una corsa ad una competitività mondiale cui non riescono a sottrarsi nemmeno i paesi più avanzati…..
            Riequilibrio delle reciproche, tollerabili convenienze, regolazione delle migrazioni di massa, dei disavanzi commerciali, magari sottoscritti proprio con intenti imperialistici, questo è ciò che è giusto fare in questo momento e che ha tentato di fare, giustamente TRUMP, osservando ciò che stava succedendo a quei 70000000 di connazionali che più stavano soffrendo la globalizzazione umana ed economica conseguenti ad un degrado imposto dall’ingordigia delle grandi multinazionali in cerca dei bambini cinesi 24 su 24 a produrre le NIKE ( CHE SCHIFO ).
            VALVOLE TERMOSTATI, FILTRI, DIGHE, NON MURI: non mi sembra una politica dissennata.
            VOGLIAMO CHIAMERLO SOVRANISMO? FACCIAMOLO PURE, INTANTO BECCHIAMOCI COME MONITO IL COVID.
            Quanto all’imperialismo americano, trovarne nella storia imperialismi come quello, e ringrazia il tuo Dio se non hai il fez in testa o non sei in qualche GULAG a studiare il pensiero unico.

            • Simone scrive:

              Che i “nuovi Paesi” che si stanno sviluppando a dismisura siano nocivi non c’è alcun dubbio. Che i dati reali dei suddetti non coincidano con quelli dichiarati è probabile anche se non si può sapere di quanto, che vada regolato il tutto a livello globale è cosa ovvia e auspicabile. Ma per arrivare a questo, bisogna – ripeto – mettere in radicale discussione l’intero sistema produttivo e consumistico (le due cose vanno a braccetto per forza) su cui si regge il successo delle economie mondiali, che hanno tutte lo stesso comun denominatore al di là dei colori che le governano o le amministrano.
              P.S. L’imperialismo americano ha prodotto un odio verso di loro di una più che metà del mondo, cioè quella non alleata (quella alleata ha invece progressivamente perso l’anima). Cosa che non credo sia mai avvenuta nella storia dell’umanità a certe cifre e livelli. Credo ci voglia una seria riflessione su questo punto. Ma per farla bisogna anche sapersi calare nelle situazioni e ragioni altrui, senza per forza sposarle in toto naturalmente.

              • martello carlo scrive:

                Così andiamo già meglio, certo me m’hai rotto parecchio i co….scienziosi dubbi con la storia dell’inquinamento americano, tanto più che sai benissimo che gli stati COMUNISTI non COMUNICANO mai niente di vero, quando lo comunicano, tanto sanno che ci sono sempre i PIDIOTI di tutto il mondo uniti che ci credono, come hanno creduto e credono tuttora alle balle della propaganda della CCCP: lei sì che si sono fatti amare, difatti austriaci, tedeschi ovest, finlandesi, tutti volevano andarci, superando quella stramaledetta cortina di ferro CAPITALISTA, fuorché MARIO56, SILVESTRO e i PEPPONI italiani.
                Non dimentichiamo poi il simbolo dell’amore propagandato dal comunismo reale: le BR.
                Quello che mi stupisce è che ancora persone intelligenti, documentate come te abbiano certe convinzioni.
                Perché qualche volta, tanto per cambiare, non ci parli dell’imperialismo cinese: documenti in giro ce n’è qualcuno, anche son tutti entusiasti, a livello di Tedros Adhanom Ghebreyesus

                • Silvestro scrive:

                  No era necessario, ma è l’ennesima conferma che sei tuttora fermo a geografie e dottrine di oltre di 30 anni fa. Quelli sono gli scenari su cui ancora oggi sviluppi i tuoi presagi.

                  • Mario56 scrive:

                    Fermo a trent’anni fa è ancora poco. Martello probabilmente è stato ibernato nei freezer della Pfizer per 60 anni.
                    Viaggia con Don Camillo e Peppone, con la DC e il PCI,
                    con i cosacchi che abbeverano i cavalli alla fontana di San Pietro.
                    Vive in un mondo suo come se il tempo non fosse mai passato, addirittura è ancora convinto che il modello di sanità della regione Lombardia sia il migliore e non sa spiegare la metà dei decessi di tutta Italia avvenuti li.
                    È rimasto indietro. Diamogli tempo di sincronizzarsi.

                  • martello carlo scrive:

                    1 – Se uno nasce tondo, non può morire quadrato
                    2 – la storia ha poca fantasia, si ripete sempre

                • Simone scrive:

                  In realtà ho parlato della Cina anche sotto. Ma è chiaro che se l’argomento di discussione sono gli Stati Uniti, parlo di quelli, allargando al limite il discorso. Come ho fatto per esempio qualche tempo fa parlando di come e quanto fanno lavorare da quelle parti. Mi pare strano che non te lo ricordi. D’altra parte, come ha scritto recentemente Massimo Fini, è anche vero che “ Il Novecento è stato il ‘secolo americano’, ma il futuro non è più ‘iuessei’, è della Cina che senza fare stupide guerre con droni e bombardieri punta sull’economia e ha già conquistato mezza Africa e parti dell’Europa e anche del mondo islamico, radicale e non, o forse, dell’Isis.”

            1. marco.com scrive:

              (in particolare @Simone)

              non mi sento interessato a ragionare dei RISIKO internazionali, semplicemente non sono alla mia portata
              mi interessa di più parlare dei comportamenti sociali e sono convinto he essi più che i RISIKO internazionali facciano la storia

              Prendiamo il fumo: fino a qualche decennio fa, fumare era un gesto figo. Poi qualcuno ha cominciato a far osservare quanto fosse dannoso. Oggi chi fuma viene guardato con condanna e un pò di commiserazione: persona incapace di esercitare su sè stesso la forza di volontà.

              Poi occorre stare attenti a non esagerare, il political correct e l’anti-political correct ne sono un esempio, con ragioni e torti da entrambe le parti, ma se posso dire la mia: ipertrofismo di buonismo da una parte e reazione di cattivismo dall’altra. In ogni caso, preferisco la prima, perchè l’altra si richiama esplicitamente alla violenza.

              Quanto a trump e al trumpismo, non mi piace perchè è basato sul suprematismo. Per capire cosa significa, guardate Mississippi burning, la dichiarazione di supremazia WASP chiaramente espressa da un politico del luogo e che è ancora ben presente nell’elettorato degli stati “rossi” quelli che votano repubblicano sempre a prescindere di chi sia il candidato.

              Non è un caso che gli stati più culturamente avanzati hanno tutti – tutti fatto perdere trump, pur non amando particolarmente Biden.

              Sono fatti, non opinioni

              • Simone scrive:

                Che a livello di immagine, mediatico e sociologico (a 359 gradi), Trump sia stato e sia un danno concordo, e l’ho già detto più volte, spiegandone credo per bene i motivi, almeno per come li vedo e li percepisco io. E questo è un aspetto indubbiamente importantissimo. Ma non ci si può secondo me fermare solo a quello. È in ballo il futuro. E dato che ora il futuro è (in parte, ma trattandosi degli Stati Uniti è una parte importante, anzi fondamentale del globo, perché le loro azioni e le rispettive motivazioni incidono ovunque) nelle mani di Biden, io mi sto già concentrando su di lui e su ciò che potrebbe succedere. Sotto ho espresso la mia lettura in questo senso.

              1. marco.com scrive:

                qualche spunto

                oggi ho visto spezzoni (proprio spezzoni) della conferenza giornaliera di Zaia
                Dico che
                - lo vedo molto meno arrogante di maggio, quando continuava a dire quanto era bravo lui e bravi i veneti (anche A RAGIONE, sia ben chiaro). Oggi come oggi potrei anche votarlo
                - Zaia sembra depresso dal comportamento dei veneti e anche dalle domande dei giornalisti: quando dice che in Instagram circolano video dei bar con spritz e poi sui social si leggono i post incazzati dei giovani perchè hanno difficoltà a farsi gli spritz

                @Simone: chiaro chiarissimo che trump o Biden cambia poco o niente nelle meccaniche economiche. Ma che trump abbia perso resta una gran bella notizia, per il messaggio che dava: che lui era il più forte e aveva diritto a fare quello che voleva lui. Pagliaccio prepotente, bugiardo e ingannatore, fomentatore delle teorie dei complottisti, opinion-maker dell’anti-scienza, usato come esempio per chi nega il riscaldamento globale ecc ecc. Solo per questo c’è da essere felici che abbia perso (nonostante abbia preso 70 milioni voti, record per uno che ha perso le elezioni USA). Basta pensare: cosa sarebbe successo se avesse vinto ? quanto spago in più sarebbe stato dato ai boccaloni ?

                • Mario56 scrive:

                  Però, caro @MARCO.COM ho sentito anche un tentativo di DARE LA COLPA AL GOVERNO SULLE SANZIONI DI BAR ED ESERCIZI che non rispettano la legge : “ Le sanzione non le abbiamo mica messe noi. Le sanzioni sono state fatte dal governo… “
                  Poi sottoscrivo quello che dici che probabilmente, almeno sulla gestione COVID lui NON SEMBRA NEMMENO UN LEGHISTA.

                • Simone scrive:

                  Ricordo di aver letto una quindicina di anni fa un libro in cui si diceva, documenti alla mano, di come gli Stati Uniti avessero già inquadrato la Cina almeno dalla fine degli anni novanta come principale avversario-concorrente per il dominio mondiale dell’economia e non solo. Mi viene in mente tra le altre cose un passaggio in cui, credo all’epoca addirittura del governo Clinton, si era addirittura individuato l’anno preciso in cui a livello militare sarebbe diventata una potenza di pari livello. Si trattava del 2017 se non erro. Tutti i governi succeduti a quello del “Bill” (che con tutte le responsabilità che gli si potevano imputare, fu “ucciso” da un pompino, direi indicativo pure questo fatto del livello americano) hanno tentato in un modo o nell’altro di ostacolare l’avanzata cinese. E l’invasione dell’Afghanistan io l’ho sempre letta anche in quest’ottica – occupare un Paese confinante con l’Iran e al contempo molto vicino alla Cina non fu altro che una mossa, che col tempo si è rivelata inutilmente dispendiosa – infatti ora se ne stanno lentamente andando, concentrandosi su altro -, ma vabbè).
                  Detto ciò, oggi Biden ha scritto su Twitter (a proposito, che tristezza di comunicazione), testuale: “È ora di ripristinare la leadership americana. Confido che questo gruppo faccia proprio questo.” Questo cosa può significare? Potrebbe essere il classico slogan usato da qualsiasi nuovo presidente, certo. Ma potrebbe anche celare un ultimo (forse) tentativo per riprendersi in mano le redini del mondo (tutti i tentativi precedenti non hanno prodotto risultati- e se permetti mai succederà finché non si metteranno globalmente in discussione le regole vigenti, cioè quelle della globalizzazione). E per fare questo, la questione cinese sarà ancora centrale. Tenteranno accordi diplomatici? Probabile. Ma basteranno? L’espressione “improbabile” sarebbe un eufemismo. E quindi cosa potrebbe succedere? Personalmente faccio fatica a prevedere ed ipotizzare qualcosa di buono.
                  P.S. Trump considera la questione ambientale una balla. E ha agito di conseguenza. Biden a parole la considera importante. Ma cosa farà per risolverla o quantomeno migliorarla se vuole “rimettere gli Stati Uniti al centro del villaggio”? Stiamo parlando del Paese che inquina di più al mondo pur avendo un numero di abitanti inferiore ad altri territori economicamente forti. Permettimi di dire per l’ennesima volta che questo gioco degli ossimori dovrebbe essere chiarito. E finalmente rovesciato.

                  • Simone scrive:

                    Se dovessi ipotizzare qualche movimento futuro in questo senso, mi verrebbe da pensare ad un meccanismo che si sgonfierà da solo negli anni. Se la crisi economica scatenata dal coronavirus proseguirà nei prossimi anni, si arriverà ad un impoverimento generale del “mondo occidentale”, soprattutto della ‘classe media’. Cioè quella che ha permesso col suo sviluppo di massa di accrescere l’economia stessa. E senza questo “appoggio”, pure la Cina globalizzata potrebbe entrare in crisi. Perché non avrebbe più un mercato estero (in altre parole, verrebbe a mancare la sufficiente domanda) all’altezza della sua crescita in cui muoversi come ha fatto negli ultimi 20 e più anni. A meno che non voglia “cinesizzare” il mondo proprio come fecero gli americani dopo la seconda guerra mondiale. Ma ne avranno la forza e la propensione? Non so.

                  • martello carlo scrive:

                    Vado a pagare l’IRPEF per i FETI, poi ci risentiamo.

                    • Mario56 scrive:

                      Bravo, bravo, bravo.
                      Pagare le tasse è giusto.
                      Deve essere addirittura BELLO, perché abbiamo visto che non pagandole abbiamo un livello di cure sanitarie insufficienti.
                      Quanto a Trump tranquillo che si ricandida tra quattro anni, COVID permettendo

                      • martello carlo scrive:

                        Sai che sono contrario all’aborto, quindi le tasse per i feti, le pago volentieri, anche se per quelli malformi ho qualche riserva ( :-D :-D ) soprattutto perché il 25% dei finanziamenti alla sanità delle regioni inquinate dalla malavita serve per finanziarla. :-( :-(

                        Per quanto mi riguarda non mi devo rassegnare a nulla, dal momento che non mi sono mai illuso come ho largamente anticipato rispetto alle elezioni: era evidente che il DEEP STATE, se si è fatto soprendere una volta, si sarebbe organizzato per evitare la seconda vittoria popolare, e si è visto…. D’altronde è la logica conseguenza di una confederazione ormai ridotta a repubblica CENTROAMERICANA, fiaccata economicamente e intellettualmente dai NARCOS ( basti pensare a HOLLYWOOD, in cui il solo che ragiona è CLINT EASTWOOD ).
                        A proposito guardati stasera ” ATTACCO AL POTERE” con DENZEL WASHINGTON, il nero bello che salva l’america dalla persecuzione razziale/religiosa islamica da quel cattivone bianco del GENERALE in capo, impersonato nienteopopodimenoche da BRUCE WILLIS. ( film girato prima delle torri gemelle, naturalmente )
                        Ora c’è BIDEN; i maoisti come te saranno contenti: si metterà a 90° davanti alla CINA, visti anche gli inquietanti personaggi che ha imbarcato nello staff.
                        L’OCCIDENTE E’ CHIARAMENTE IN PERICOLO, SE NON AL TRAMONTO, considerato quanto DEBOSCIATA ED IN CRISI DI IDENTITA’ SIA LA VECCHIA EUROPA, STRAPOPOLATA DA GENTE COME TE.
                        La situazione però mi richiama alla mente l’INGHILTERRA, sola contro HITLER che alla fine con una strenua resistenza, degna solo di un grande popolo, quello ANGLOSASSONE, ha saputo riconsegnare il mondo alla LIBERTA’, salvandoci dal NAZISMO e dal COMUNISMO
                        TRUMP forse è finito, ma è nato il TRUMPISMO, cioè la resistenza occidentale che riuscirà ancora una volta, con la grande forza del suo senso e amore della libertà a vincere la terza guerra mondiale contro il NARCOMUNISMO e l’inciucio DEMOREPUBBLICANO.
                        Nel frattempo, pensa alla tua di ghirba, non hai certo il MILIONE DI $ del TYCOON e se aspetti il vaccino di ARCURI, stai fresco, anzi FREDDO. :-D :-D

                        QUESTO LIBERO BLOG SI STA FACENDO ANCORA PIU’ INTERESSANTE.

                  1. Mario56 scrive:

                    @ gaton
                    Febbraio era febbraio. Un secolo fa. Ora ci sono nuovi dati.

                    • Gatón scrive:

                      Che dimostrano chs siamo stati noi a contagiare Wuhan…
                      Complimenti.

                      • Mario56 scrive:

                        Diciamo solo che a Wahn se ne sono accorti …
                        Tu dubbi non ne hai mai!
                        Ti consiglio una buona lettura:
                        CARTESIO !

                        • Gatón scrive:

                          Vorrei avere qualche certezza, come voi plagiati dal pensiero unico omologato.
                          Non avete mai nulla da ritrattare, che dico, da rettificare.
                          Non sbagliate mai, le vostre sentenze sono inappellabili.
                          Quando vi si dimostra il contrario cambiate discorso.
                          …e poi sarei io quello che non ha mai dubbi…

                          • Mario56 scrive:

                            Tu ti riferisci ad un cliché creato dalla propaganda di destra. Non esiste quello che ti hanno plasmato nella PADANA TESTOLINA..
                            L’uomo dì sinistra, moderato, è pieno di dubbi, cauto, interpreta la realtà sospendendo il giudizio. Cerca i FATTI e non gli impulsi bestiali dell irrazionalità.
                            Guarda ad esempio il modo diverso di interpretare il caso ELEZIONI AMERICANE tra Silvestro e Martello:
                            Il primo porta fatti, documenti, materiale inoppugnabile.
                            Il secondo sgrana una litania di SLOGAN, FRASI CONFEZIONATE DALLA PROPAGANDA SALVINIMELONIRADIOMARIA. NOn uno straccio di prova, non un elemento certo, chiaro, incontrovertibile.
                            Riflettete ragazzi di destra!

                    1. Silvestro scrive:

                      Negli USA c’è “…un complotto per rubare per via informatica milioni di voti ai repubblicani alimentato da soldi comunisti di Venezuela, Cina e Cuba, che ha la sponda di George Soros e della Fondazione di Bill Clinton, truccando le voting machine della società Dominion…”

                      La credevo una delle fantasiose farneticazioni di Martello, invece no, è di TRUMP.
                      Senza dubbio c’è molta sintonia.

                      • martello carlo scrive:

                        Tu evidentemente sei ancora uno degli STUPIDOTTISTI che credono che KENNEDY sia stato fatto fuori da OSWALD e credi ancora che esista un partito REPUBBLICANO e i DEMOCRATICI siano ancora democratici.
                        Negli USA esiste il TRUMPISMO e il resto è una ELITE TRILIARDARIA che sfrutta il mondo globalizzato e specialmente il popolo americano per ridurlo allo stesso livello delle formichine cinesi.
                        Chissà perché tu credi al RUSSIAGATE e non ammetti la possibilità di truccare un software o il voto postale, senza probabilmente sapere come si esplicano.
                        Negli USA l’ “e-voting “o voto elettronico si attua con sistemi di registrazione diretta elettronica ( DRE ) avvalendosi di componenti elettro ottici ( pulsanti o touchscreen ) con l’elettore al seggio.
                        Il voto postale ( che quest’anno ha raggiunto il livello record di 65 MLN ) si svolge con l’ “Absentee ballot e
                        ” mail in ballot “, a seconda che il votante lo richieda la scheda ad un indirizzo diverso dalla residenza oppure venga inviata d’ufficio a tutti gli elettori a domicilio.
                        Nel primo caso, usato in 34 Stati, quasi sempre NON SERVE FORNIRE MOTIVAZIONI, ma le poche restrizioni sono state allentate durante la pandemia: LA PAURA DEL VIRUS QUEST’ANNO E’ STATA UNA SCUSA SUFFICIENTE PER OTTENERE UNA SCHEDA.
                        Per quanto riguarda l’e voting, Ron Rivest, crittografo e professore al Massachusetts Institute of Technology (MIT) l’ha definito ” A HARD PROBLEM ” sia per assicurare l’anonimato del voto che per la sicurezza delle procedure, la sua VULNERABILITA’, e la VERIDICITA’ del risultato.
                        A mio parere ce n’è quanto basta per avere quanto meno dei dubbi.
                        La complessità e la diversità tra contee e stati di normative e di verifiche mettono a nudo un sistema complicato che richiede tempi infiniti e perciò stesso discutibile e manipolabile., indegno della maggiore potenza mondiale.
                        Se finora erano in gioco solo interessi mafiosi o robetta simile e quindi era tutto sommato tollerabili visto anche che tra repubblicani e democratici alla fin fine gli interessi erano gli stessi, oggi è in gioco un nuovo ordine mondiale in presenza di un attore del tutto inaffidabile e dittatoriale come la CINA e di un effettiva, profonda diversità di strategie per affrontarlo.

                        • Silvestro scrive:

                          SEI PATETICO.
                          Parliamo di un sistema elettorale piuttosto datato e per molti versi discutibile ma è sostanzialmente lo stesso da sempre.
                          L’unica contestazione recente sulle votazioni USA mi risulta risalga al 2000 con la candidatura BUSH – GORE, ma in un contesto del tutto diverso:
                          I due candidati non erano Presidenti uscenti;
                          La contestazione riguardava solo la Florida dove la differenza era di 327 voti;
                          BUSH, vincendo, si aggiudicava 271 Elettori dei 270 necessari.

                          TRUMP nel 2016 ha vinto con la stesse norme. E’ accertato e documentato che ha vinto anche con circa 3 milioni di voti in meno di HILLARY eppure nessuno ha mai ostacolato lo spoglio dei voti o messo in discussione la vittoria. Ti piaccia o no l’indagine sul RUSSIAGATE, è successiva, e non ha impedito il regolare avvicendamento della Presidenza USA.

                          La differenza di un Presidente USA che lascia la Casa Bianca con la dignità di chi ha perso e non ha prove per dimostrare il contrario, sta tutta qui e non è proprio un dettaglio, per il prestigio personale, per il clima di contrapposizione che ha fomentato e alimenta tuttora, per le condizioni sanitarie in cui si trova il Paese.

                        • Simone scrive:

                          Trump è lui stesso un miliardario grazie a che ha cavalcato la globalizzazione. Lo sappiamo benissimo. Gli Stati Uniti d’America sono l’esempio principe del Paese costruito con la globalizzazione. Il voto postale, possibilità che è sempre esistita negli USA, era inevitabile, se non auspicabile data la situazione Covid, che in Cina sembra sia stata gestita molto meglio con metodi non democratici rispetto a tutti i Paesi occidental democratici. Stati Uniti inclusi. E non venire a dire che il cattivo esempio di Trump, a livello di messaggio mediatico di immagine continuo prima ancora che come “gestione sul campo” non abbia avuto un peso negativo. Boni tutti tra l’altro a mostrarsi come Superman quando hai la possibilità di farti una cura da un milione di euro mai smentita. I tagli alla Posta tra l’altro li ha voluti lui. Quindi il fatto che il sistema sia peggiorato in un periodo in cui sarebbe stato opportuno migliorarlo è anche colpa sua. Ma la colpa è sempre altrove. Dice che ha prove di brogli (non opinioni ma prove) ma non ne ha mostrata una. Sembra una persona patetica con manie di persecuzione patologiche. Questa è la netta impressione che dà. Detto ciò, come ho già detto, non credo affatto che con Biden la situazione nel complesso migliorerà, al di là di qualche parola dolce quanto inutile sull’ambiente. E il fatto che la Clinton sia fuori gioco a me fa molto piacere. Ma se vuoi continuare a garantire la potenza e l’opulenza in quel territorio, non puoi farlo tagliando la politica globalizzante che l’ha accompagnata finora. O l’uno o l’altro. Quando un presidente non solo degli degli Stati Uniti ma in generale dirà che “è finita l’epoca dell’opulenza, ora bisogna diminuire le pretese garantendo al contempo una possibilità di vita dignitosa per tutti”, ecco, allora in quel caso comincerò a guardarlo e seguirlo con interesse. Perché è l’unica via realistica sé vuoi cambiare davvero. Finora non è successo.
                          Politica estera. In centro e Sud America il loro potere di influenza non è affatto diminuito, anzi. Ad oriente tutti gli sforzi, tra l’altro vani perché non puoi fermare artificialmente quest’onda, sono stati concentrati verso il tentativo di ridurre il potere e l’espansione mondiale della Cina. L’Afghanistan in questo senso non a caso era diventata soltanto una spesa inutile, era solo questione di tempo.

                          • martello carlo scrive:

                            Hai presente il significato di equilibrare, di RIEQUILIBRARE?
                            Sono azioni attuabili solo da persone realiste che esaminano le situazioni nella loro dinamica, ne giudicano la qualità e, nel caso siano negative e possano portarti a sbattere, cercano di regolarle. In fin dei conti sono dei moderati che, finché la situazione non sia deteriorata e irrecuperabile, desiderano che i cambiamenti non siano troppo violenti e quindi inevitabilmente traumatici.
                            A mio parere tu non sei né realista, né moderato, né equilibrato ( in senso buono, naturalmente ) in quanto, in un mondo proiettato troppo in avanti, tu vorresti tornare troppo indietro.
                            Altrettanto lo sono i globalisti, ma in senso opposto: credono di essere i favoriti dei BEZOS, dei GATES, che la grana delle tasse evase finisca anche in tasca loro e che i drastici cambiamenti che sconquasseranno il mondo, di cui il CORONAVIRUS è sola l’avvisaglia non li riguardi, nonostante siano terrorizzati dal virus che è fuori delle porte di casa loro ( ma non gli insegna nulla ), porte che vorrebbero peraltro evangelicamente aperte a tutta l’umanità.
                            Sono come feti nella pancia di mamma stato, convinti di non venire mai al mondo ( reale ).
                            E’ dura a sostenerlo, mi rendo conto, ma rispetto a voi la persona più equilibrata è proprio il TYCOON che, oltre a frenare il declino degli USA, ha frenato anche il vostro, e ve ne accorgerete quanto prima, non appena saranno finiti i fantomatici 209 miliardi regalati a GIUSEPPI DALLA NEW GENERATION UE.
                            TUTTO IL RESTO,E’ FUFFA COMPRESO IL PASSATO DI TRUMP,E TUTTA LA CRONISTORIA SULL’IMPERIALISMO AMERICANO SENZA TIRARE IN BALLO IL QUALE NON E’ POSSIBILE FARE ALCUN RAGIONAMENTO ATTUALIZZATO.

                            PRESTO CE NE ACCORGEREMO, INTANTO PENSIAMO A RINNOVARE IL CONTRATTO DELLA P.A.

                            Quanto a SILVESTRO e le sue ricostruzioni sul voto ( quelle sì patetiche ) lo lasciamo a margine, dal momento che non si è ancora reso conto che ormai siamo in un mondo digitalizzato e di essere ridiventato un ANALFABETA.

                            • Silvestro scrive:

                              Mi impegno sempre nel fornire fatti documentabili; le ‘ricostruzioni’ e le congiure le lascio a te.
                              Anche in un mondo digitalizzato non sono i sospetti che confermano le accuse ma sempre e solo le prove. E’ stato detto e ripetuto molte volte.

                              Ma non ti accorgi neanche che quello che Donald oggi non riesce a provare a suo vantaggio, è proprio quello che gli avversari politici non sono riusciti a provare a suo danno nel RUSSIAGATE del 2016.
                              Zaia direbbe ‘pensaci sopra’.

                            • Simone scrive:

                              Gli Stati Uniti sono stati il Paese più influente degli ultimi cento anni. Attraverso la globalizzazione e il loro imperialismo economico e “culturale”. Questo ha portato a loro il potere e la ricchezza di cui godono. Lasciando però degli “effetti collaterali” in giro per il mondo che si stanno pagando e si pagheranno ancora. Come si può pensare che questo Paese possa continuare così? Logico. Continuando la loro politica imperialista. Ciò che però ora li ostacola è la Cina. Con cui Trump da una parte fa la faccia dura ma versi cui a conti fatti deve cedere, e come se non bastasse privatamente ci fa affari. L’obiettivo numero uno della sua politica estera era di fermarli. Non ci è riuscito per i motivi già detti. E non ci voleva un genio a prevederlo. Gli USA sono tuttora il Paese più potente e inquinante del mondo, quello in cui si consuma di più eccetera, nonostante abbiano una popolazione inferiore di tot volte all’Europa e alla stessa Cina. E guarda caso Trump tra le tante cose che nega c’è proprio il problema legato all’inquinamento. Come si può pensare che ci possa essere un cambiamento se non si cambiano i ragionamenti di base che hanno portato a questa situazione francamente non lo so. È impossibile. Ma come sempre sarà troppo tardi quando ve ne accorgerete. Mi chiedo se sei più ingenuo o più in malafede non capendo e non affrontando questo semplice ragionamento logico.

                      • Mario56 scrive:

                        Ormai
                        PUR DI RIMANERE INCOLLATO ALLA POLTRONA E AL POTERE, ANCHE PER EVITARE LA GATTABUIA,
                        Trump farnetica, vede complotti, è preso ta terribili allucinazioni di voti rubati, brogli …
                        SI STA SEMPRE PIÙ CONFERMANDO LA SUA MALATTIA MENTALE!

                      1. marco.com scrive:

                        E’ stra-noto che con i complottisti non ci si ragiona.
                        La ragione non fa proprio parte del DNA di questi esseri.

                        Io ho visto il primo dibattito Biden-trump.
                        Ho visto, constatato con i miei sensi, l’arroganza di trump, la chiara volontà di buttarla in rissa e non di dialogare come dovrebbero fare degli aspiranti alla presidenza.

                        Ho visto anche il secondo dibattito, dove ad un certo punto, Melania & entourage si sono tolti la mascherina.
                        Che cosa, se non per per mostrare il loro negazionismo ?

                        Lo si è visto il trumpino 24 ore dopo la chiusura dei seggi dire che lui aveva stravinto: “extraordinary anc complete vistory everywhere”. Questi sono fatti, il resto sono teorie. Molto bislacche, peraltro.
                        Grottesco poi quello che succede con le elezioni, ove il comportamento è quello dei tiranni “Dio me l’ha data, la presidenza, guai a chi la tocca”. Grottesco.

                        1. Mario56 scrive:

                          https://www.agi.it/cronaca/news/2020-11-15/studio-covid-virus-italia-settembre-2019-10300267/

                          Se questo studio fosse confermato

                          DOBBIAMO DIRE GRAZIE AI CINESI CHE ALMENO 4 MESI DOPO LO HANNO SCOPERTO

                          @ MARTELLO
                          come vedi nulla è scontato. Nemmeno che il VIRUS SIA CINESE

                          • martello carlo scrive:

                            Nello spionaggio cinese, particolare attenzione è riservata alle aziende farmaceutiche e dei vaccini.
                            Già dal 2010, i servizi belgi VSSE hanno denunciato uno spionaggio mirato agli esperti di guerra biologica e di vaccini e alla GLAXO SMITH KLINE, che ha creato una joint venture con SANOFI finalizzata al vaccino contro il coronavirus.
                            L’interesse cinese è giustificato in ottica difensiva vista la facilità di epidemie dovute alla sovrappopolazione che in quella offensiva poiché ha certamente studiato l’EBOLA come vettore offensivo appunto.
                            Il virus in un modo o nell’altro circola da parecchio tempo, prima del settembre ’19.
                            Quello che conta sembra sia la CARICA VIRALE: probabilmente la convivenza col covid a bassa carica è datata: non so se si possa stabilire dalle analisi EX POST se gli anticorpi riscontrati fossero relativi a coronavirus dotato della proteina SPIKE.
                            Stabilire le responsabilità, di qualsiasi tipo, alla CINA, è obiettivamente difficile. Una cosa è certa: NON E’ STATO CONCESSO ALLA COMMISSIONE INTERNAZIONALE DI VISITARE IL CENTRO DI WUHAN, CHE FA PARTE DELLA RETE OMS.
                            Comunque, il fatto che si pensi solo al vaccino, con evidenti speculazioni POLITICHE e FINANZIARIE ( basti pensare che il CEO di PFIZER ha venduto il 62% delle proprie azioni il giorno dopo l’annuncio ) e non alle cause e chi abbiano diffuso il virus, è PERICOLOSO per il futuro dell’umanità: UN ESEMPIO DI COME SIA FACILE FAR GIRARE LE SORTI DEL MONDO NEL SENSO DESIDERATO, QUINDI PREPARATEVI AD UN FUTURO DI PANDEMIE, DI VACCINI, DI RECLUSIONE; PENITENZE MONACALI FRANCESCANE E DI FOSSE COMUNI.
                            :-( :-(

                            • Gatón scrive:

                              Codogno e Vo Euganeo sono sede di due importanti laboratori biologici che studiano lo sviluppo dei virus rispettivamente nella mostarda e nella pearà.

                              • Mario56 scrive:

                                Gaton,
                                la butti in caciara ma hai evidenze scientifiche che il virus SIA NATO IN CINA?
                                Pure io se RAGIONASSI ALLA “CAZZO DI CAN” , come fai tu ,
                                POTREI DIRE CHE È PARTITO DAGLI USA E NESSUNO CE LO AVEVA DETTO…

                                ORMAI SI VA AVANTI COME PER TRUMP , GATON E MARTELLO, SOLO CON FARNETICAZIONI, DELIRI, CAMPANILISMI REGIONAL OSPEDALIERO, TIFO !

                              • martello carlo scrive:

                                … non solo, ma se consideriamo che FONTANA e ZAIA sono due pericolosi dittatori che approfittano dell’autonomia per nascondere la vera strategia leghista che mira a distruggere la sanità pubblica, meglio si comprende anche il ruolo del S. RAFFAELE guidato da inquietanti scienziati pazzi con a capo un certo ZANGRILLO, colpevoli di essere all’avanguardia nello studio e cura delle malattie complesse e di farsi pure pagare da malati traditori transfughi della efficientissima sanità socialista della repubblica democratica dei compagni SILVESTRO e MARIO56.
                                Ti risulta che BILL GATES abbia investito anche a VO’ e CODOGNO?

                                • Gatón scrive:

                                  Al nostro amico va bene qualsiasi ipotesi che scarichi la Cina da ogni responsabilità.
                                  Se poi accusano Veneto e Lombardia tanto meglio.

                          1. marco.com scrive:

                            Esatto: NEGAZIONISTI.
                            Arrivano addirittura a negare che ci siano i negazionisti: trumpisti, complottisti.
                            Negano i fatti per la pretesa di fare i propri porci comodi

                            • Silvestro scrive:

                              Ho letto anche di peggio in USA.
                              Il livello di fanatismo è tale che malati covid ricoverati, cacciano gli infermieri bardati e coperti perché loro non hanno quella malattia.
                              Oppure di persone agonizzanti che prendono la mano dell’infermiere e gli chiedono disperati “io non ho il covid ma dimmi almeno di quale malattia si tratta”.

                            • martello carlo scrive:

                              Quelli che ti negheranno il vaccino perché lo devono dare solo alle persone importanti, alle élites di cui tu non fai parte, come li chiamerai? NEGAZIONISTI ANCHE LORO? :-D :-D .

                            1. marco.com scrive:

                              Paesino della valpolicella
                              Bar
                              Persone senza mascherine o con mascherine abbassate

                              • martello carlo scrive:

                                Tranquillo MARCO.COM, fra poco avremo 2 vaccini annuali contro i virus e qualcuno sta già lavorando al terzo.
                                Già la LORENZIN ce ne fa fare 11 per mandare i bimbi a scuola, e quindi fanno 13; non ci possiamo lamentare già ora, anche se il futuro ci promette soddisfazioni ben maggiori ed esponenziali.
                                Chissà se alla PFIZER hanno messo a punto un algoritmo per stabilire quanti vaccini potranno produrre nei rosei anni a venire.

                                • Mario56 scrive:

                                  È stato chiuso pure un bar in piazza Erbe per un assembramento senza mascherina e vedo troppa gente per strada che ostenta soddisfazione nel girare senza mascherina.
                                  Non vedo più però la polizia locale al lavoro per i controlli. Nella prima ondata era stata più attiva.
                                  Non sarà che il nostro Sindaco sia un po’ NEGAZIONISTA??

                              1. marco.com scrive:

                                Però dire che Mario godrebbe per le disgrazie del Veneto è una cattiveria bella e buona, o no?
                                Poi non è così grave, per carità, resta ancora nei confini. Anche dire giullare non è proprio carino.
                                Sì insomma quasi cartellino giallo

                                • Gatón scrive:

                                  …mentre il tuo assistito mi ha dato del rincoglionito sostenendo che alla mia età è normale esserlo.
                                  Quella volta ci ho mandato lui.
                                  E nessun altro in nessuna occasione.

                                  • marco.com scrive:

                                    Fallo di reazione.
                                    Stiamo uniti contro il covid,
                                    Mascherine , distanziamento e gel.
                                    Solo i cittadini possono fare la vera differenza.riconosciamo e isoliamo i negazionisti.
                                    Ricordiamoci che trump non ha fatto niente contro il covid. Quel tipo li dopo 48 ore dalle elezioni è andato in ti a dire che aveva stravinto
                                    Forse era Soros travestito

                                    • Mario56 scrive:

                                      Hai ragione, @ MARCO.COM
                                      ma cosa andiamo a dire ai nostri FRATELLI LOMBARDI che ancora non hanno il VACCINO ANTINFLUENZALE
                                      Che fiducia potrebbero avere nel LORO SISTEMA SANITARIO?

                                      Spero che alle prossime elezioni SI RICORDINO IN CHE MANI SONO STATE,

                                      • martello carlo scrive:

                                        I FRATELLI LOMBARDI…. che tu vorresti diventassero COMPAGNI LOMBARDI, magari con DE LUCA governatore
                                        Non ci sarebbe nulla da stupirsi, visto che il cognome più diffuso a Milano è HU.
                                        Dopo aver fatto fuori TRUMP, sarebbe normale che il virus cinese facesse fuori anche FONTANA, magari con il contributo della versione italiana del COVID 19, cioè MARIUS56. :-D :-D :-D

                                • Gatón scrive:

                                  E quando gatto silvestro ha sentenziato che io avrei gioito per il naufragio che ha causato 400 morti nel mediterraneo pretendendo le mie scuse per qualcosa che non avevo mai detto ?
                                  È stata l’unica volta che lo ho mandato a c……..

                                • Mario56 scrive:

                                  Come vedi, caro @ Marco.com non ho reagito ai grossolani insulti di GATON, ormai mi sono abituato. Lui mi/ci manda a c…….re e altre cretinate che un UOMO MATURO AVANTI ANCHE CON GLI ANNI , non dovrebbe fare, anzi NEMMENO PENSARE.
                                  Quanto ai DECESSI VENETI mi pare del tutto OVVIO che non provo alcun piacere, come per i morti DI TUTTO IL MONDO.
                                  Si faceva solo notare che i modelli del nord, e anche Veneto delle RSA, SPECIALMENTE SE ORGANIZZATI COL PERSONALE INSUFFICIENTE …
                                  DIVENTANO PRESTO CIMITERI.
                                  Ma gaton non lo ha ancora compreso
                                  E NE FA UNA BANDIERINA DI ORGOGLIO REGIONALE,
                                  DA BUON POLENTONE!

                                1. Silvestro scrive:

                                  GATON: DATI RECENTI A FRONTE DI PROVE: ma per favore!!!!
                                  Basta un pò di buonsenso:
                                  La Lombardia ha 10 milioni di abitanti e gli over 65 sono 2,25milioni
                                  La Calabria ha 1,95 milioni di abitanti e gli over 65 sono 420mila
                                  E’ facile notare che gli anziani della Lombardia superano l’intera popolazione della Calabria.
                                  E’ ovvio che in Lombardia ci sono più RSA.
                                  E’ ovvio che i decessi degli anziani lombardi anche pre covid sono più numerosi

                                  Non è necessario essere maghi di internet per fare due click e trovare questi dati.
                                  DI QUALI PROVE HAI BISOGNO.

                                  1. Gatón scrive:

                                    per Mario56
                                    Hai scritto tu che
                                    “nel Veneto abbiamo TANTISSIMI DECESSI NELLE RSA E CASE DI RIPOSO, più della CAMPANIA E CALABRIA MESSE INSIEME…” sottintendendo che le RSA del Veneto sono peggio di quelle di Calabria e Campania.
                                    Ho semplicemente fatto notare che, per poter fare un qualsiasi confronto, il numero dei decessi andrebbe rapportato a quello dei ricoverati.
                                    Estremizzando il concetto ho detto che se non ci fossero RSA non vi sarebbero morti in RSA.
                                    Il tuo mentore, facendo finta di non capire, ha rigirato la frittata e tu, come al solito, hai raccattato la palla.
                                    Purtroppo devo ancora una volta constatare che non c’è alcuna utilità nel cercare il dialogo con chi si rifiuta di ragionare.

                                    1. Silvestro scrive:

                                      Gaton (20 novembre 2020 alle 20:41)

                                      Le risposte le devi dare TU.
                                      Hai proposto un documento di 24 pagine quindi saprai certamente dirci AD OGGI, NON 20 ANNI FA:
                                      qual’è la percentuale di anziani della popolazione di Campania, Calabria e Veneto
                                      quanti sono gli anziani nelle RSA delle stesse regioni
                                      quanti sono i decessi e le relative percentuali
                                      quanti sono gli anziani che dal sud si sono trasferiti al nord
                                      quanti prima e quanti durante il covid
                                      Quanti di questi sono deceduti nelle RSA del nord

                                      Dopo di che, cifre alla mano, sapremo con certezza chi ha scritto cazzate.
                                      Ma sono cazzate anche le domande di chi da per scontato risposte che il proponente stesso non conosce.

                                      • Gatón scrive:

                                        E’ stato il TUO giullare a dire che i morti in RSA del Veneto sono in numero maggiore di quelli della somma di Campania e Calabria.
                                        Io ho risposto citando dei dati che dimostrano il contrario.

                                        • Gatón scrive:

                                          Cerchiamo di ragionare serenamente.
                                          I dati sono datati, concordo, ma sono i soli che ho trovato.
                                          Se qualcuno ritiene che non siano più attendibili e rispondenti alla realtà attuale, sta a lui fornirne di più recenti.
                                          L’onere della prova sta sempre a chi accusa, altrimenti sai quante sarebbero le condanne “per insufficienza di prove” …

                                          • Silvestro scrive:

                                            Tanto per darci un taglio faccio un discorso di ordine generale.
                                            Nel blog chiunque esprime opinione e convinzioni più o meno credibili.
                                            In questo ambito le mie convinzioni valgono come le tue e quelle di chiunque altro.
                                            Qui non si tratta di destra o sinistra, fascisti o comunisti, giullari o mentori;
                                            c’è sostanzialmente un tuo atteggiamento personale che non tollera di essere smentito anche se non porti argomenti a supporto. Il link che tu hai postato espone dati del 2001, dice poco rispetto all’argomento e quindi è irrilevante.

                                            Se però tu consideri che le tue sono verità assolute e quelle degli altri CAZZATE non sono i tuoi interlocutori che devono dimostrare che dici sciocchezze, ma sei tu, innanzitutto, che devi dimostrare di essere credibile.

                                            E’ un atteggiamento che porta inevitabilmente allo scontro verbale, sul quale, peraltro ci siamo già passati; e non mi sembra sia produttivo per nessuno.

                                            • Gatón scrive:

                                              …se non ci sono dati più recenti, quelli pubblicati, piaccia o no, sono attendibili.
                                              Sempre dislosto, a differenza di altri, a rettificare la mia posizione, a fronte di PROVE.

                                          • Mario56 scrive:

                                            Diciamo @gaton
                                            che se io faccio una ricerca per discutere di un problema odierno
                                            NON POSSO PORTARE I DATI DI VENTI ANNI FA.
                                            Come se il CTS per studiare l’epidemia disponesse di dati di un ventennio fa.
                                            TI SEMBRA PLAUSIBILE?

                                      1. Mario56 scrive:

                                        https://www.cdt.ch/mondo/da-eroe-sindaco-d-america-al-lavoro-sporco-per-il-tycoon-AI3468570

                                        Da SINDACO LEGGENDARIO DI NEW YORK DEL 11 settembre
                                        a
                                        GIULLARE IMBARAZZATO DEL TYCOON
                                        PARABOLA DISCENDENTE DEL GRANDE PROCURATORE GIULIANI.

                                        • martello carlo scrive:

                                          Tra i grandi meriti di TRUMP, va ora annoverata anche la dimostrazione di quanto bizantino, manipolabile sia il voto americano
                                          Vi immaginate se in italia dopo 20 gg dal voto stessimo ancora a contare i voti?
                                          Finora se ne sono fregati tutti di chi avrebbe vinto le votazioni: democratici e repubblicani erano la stessa cosa.
                                          TRUMP ha rotto questo INCIUCIO all’americana e ha rotto il giocattolo, rivelando la pura e semplice verità: l’abbandono dell’élite statunitensi del proprio popolo per andare a sfruttare il resto del mondo, ma se questa ha fatto perdere le elezioni al TYCOON è certo che 70 milioni di voti veri sono entrati nell’anima dell’America, e sono destinati ad aumentare man mano che i rincretiniti dal NYT, dalla CNN e dai SOCIAL degli schiavisti mondiali, si renderanno conto di essere stati presi per i fondelli da un virus cinese che è partito da un laboratorio di WUHAN, finanziato anche da GATES, che, pur avendo smentito le notizie di essere azionista di PFIZER, intrattiene con essa ha rapporti stretti attraverso donazioni della sua fondazione.
                                          RISULTATO FINALE: NON CI SI PUO’ PIU’ FIDARE DEGLI USA SIA COME DEMOCRAZIA SIA COME CAMPIONE DELLA CIVILTA’ OCCIDENTALE.

                                          • Mario56 scrive:

                                            C’è una NUOVISSIMA RICERCA
                                            che dimostrerebbe che il virus sia entrato in Europa e precisamente nel nord Italia a settembre 2019.
                                            Nel tal caso
                                            DOVREMMO SOLO RINGRAZIARE IL GOVERNO CINESE CHE PER PRIMO NEL MONDO SE NE SAREBBE ACCORTO IN GENNAIO 2020

                                          1. giulaio scrive:

                                            Poche volte concordo con lei, questa è una! Complimenti

                                            1. martello carlo scrive:

                                              La CALABRIA è di moda, non c’è che dire, e in positivo naturalmente, nonostante l’inciviltà di un presidente dell’antimafia che per sensibilità sembra un CAMALLO ( con tutto il rispetto per i camalli ) più che un politico e le vicissitudini dei commissari alla sanità: ho scoperto infatti che 2 dei maggiori e migliori BOIARDI di stato, TRIDICO e ARCURI, provengono dalla punta dello stivale.
                                              L’immagine che ne dà l’opposizione è per entrambi a dir poco di una inefficienza abissale, coinvolti nell’emergenza COVID in tutti i suoi aspetti più negativi.
                                              Ora un giornale scandalistico smaccatamente di destra riporta su ARCURI delle notizie relative a tangenti e affari poco puliti con mezzo mondo politico di governo, mentre viene arrestato, giusto in tempo, il presidente del consiglio regionale di FI, con MORRA a fermare miracolosamente il ritorno del DEMONIO nel giro governativo.
                                              Tutta becera dietrologia di menti malate: ho letto il curriculum di ARCURI: una carriera eccezionale dalla NUNZIATELLA alla LUISS, dall’IRI, alla PERS, da TELCO alla DELOITTE CONSULTING, alla mega trasformazione di SVILUPPO ITALIA a INVESTITALIA, a COMMISSARIO per IL COVID, ora per PFIZER e per ILVA/ACEOR MITTAL.
                                              Come si fa a bruciare una testa da TARTUFO così con una specchiata e fulminea carriera alle spalle ed un ancor più brillante futuro che è una garanzia per paese, sia dal punto di vista sanitario che economico?
                                              E io che quasi quasi credevo ai suoi detrattori ed alla campagna di odio nei suoi confronti……….
                                              Spariamo che la magistratura non sia costretta ad indagare.

                                              1. marco.com scrive:

                                                Il diritto alla cura è un principio socialista.

                                                1. martello carlo scrive:

                                                  ” Oltre al diritto alla cura c’è infatti il diritto di ottenerlo dove vivi e lavori, senza essere costretti a diventare migranti per motivi di salute…”
                                                  L’accostamento tra migranti stranieri e migranti sanitari è quanto mai appropriato e giusta la conclusione.
                                                  Esiste però anche il diritto di VOTO e, non essendo negli USA, esso ha ancora un significato: la scelta degli amministratori è responsabilità dei singoli, come la gestione delle risorse ed i comportamenti individuali, insomma incide molto nel contesto la cultura di base delle singole regioni.
                                                  Mi sembra di aver letto, ad esempio, qualche statistica sull’assenteismo negli ospedali che potrebbe essere utile per inquadrare meglio la situazione e dimostrare che tutto sommato il comportamento dei pazienti non è molto diverso da chi lavora negli ospedali.

                                                  1. Mario56 scrive:

                                                    Tre deputati di FORZA ITALIA vengono COMPRATI da Salvini perché VI SAREBBE IN CORSO UN INCIUCIO TRA BERLUSCONI ED IL GOVERNO.
                                                    E questa sarebbe l’auspicata COLLABORAZIONE E UNITÀ NAZIONALE della LEGA?

                                                    • martello carlo scrive:

                                                      A me sembra che sia questo governo della paura che compra il DIAVOLO PUTTANIERE per far passare i suoi provvedimenti a rotelle, ricattandolo su una legge che dovrebbe essere il postulato di ogni stato degno di questo nome: la difesa dei settori strategici dell’economia.

                                                    1. marco.com scrive:

                                                      e il dovere di fare della buona politica è avere dei principi morali
                                                      cosa che manca totalmente ai salvinisti-meloniani
                                                      a salvino ormai è stra-chiaro ed evidente che gli interessa solo arrivare alla poltrona di capo del governo

                                                      Dio ce ne scampi, già gli americani hanno visto di che pasta merdosa è fatto trump e i suoi accoliti sovranisti

                                                    Rispondi a Gatón

                                                    Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                    Accetto i termini sulla privacy

                                                    *