16
dic 2016
CATEGORIA

Par tirar tardi

COMMENTI 96 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.150

QUANDO IL VATICANO SI OCCUPA ANCHE…

Istant Topic.
Sotto Papa Benedetto XVI° l’Osservatore Romano si occupò anche di cose “serie” (almeno per qualcuno di noi).
Fece una classifica di album musicali degni di nota (Vaticana).
L’album “If I Could Remember My name” di David Crosby (ottimo in verità in verità vi dico) si classificò al secondo posto.
Al primo si classificò (essendo un fan non eccepisco) si classificò Revolver dei Beatles.
Io concordo.
Qualcuno di voi, blasfemamente, no?!?

2.150 VISUALIZZAZIONI

96 risposte a “QUANDO IL VATICANO SI OCCUPA ANCHE…”

Invia commento
  1. Maxx scrive:

    Eh, ed in tanto che voi blablabla, io, illuminato dall’amico Gatón, ho fatto approfondite ricerche ed ho scoperto il perché delle scie chimiche.
    Le ricerche, come da manuale, erano inizialmente svolte in 3 tronconi:
    a – Cui prodest?
    b – Di cosa son fatte?
    c – A cosa servono?
    Poi il colpo di scena che mi ha sbalordito (Pagina sponsorizzata, fai click qui che attraverso i cookies ti inseriamo nella lista dei terroristi islamici, e/o con una modica somma ti facciamo inserire anche tra i personaggi del prossimo libro di Saviano).

    Ebbene.
    a – Cui prodest? Piuttosto semplice. Ai possessori dei cani.
    b – Di cosa son fatte? Polvere bianca del tutto innocua. Ed allora perché le fanno, direte voi; il che ci porta direttamente al punto
    c – A cosa servono? Questo è molto interessante. A sollevare i suddetti possessori dei cani dalla seccatura di raccogliere gli escrementi dei loro amici a 4 zampe dal marciapiede.
    La tattica è semplicissima: non appena il cagnolino/cane/vitello si impunta assumendo la tipica posizione del cane che sta cagando, il proprietario alza gli occhi al cielo, e, con espressione di sconforto stampata sul viso (te la insegnano quando comperi un cane), indica (usualmente con l’indice) le suddette scie chimiche. Tutti alzano lo sguardo, il cane caga, cane e padrone se ne vanno senza curarsi del pandoro lasciato nel mezzo del cammin di nostra vita, e la gente si ammazza discutendo delle scie (o per i tamponamenti a catena come in “Indipendence Day” o scivolando sul pandoro stesso).

    Non ci voleva molto.

    Ma quello che ho scoperto poi, mi ha sbalordito (Pagina sponsorizzata, fai click qui … etc.).

    Il tutto è architettato dalla Sig.ra Brambilla, che con questi benefits mira a portare un cane in ogni casa (come gli NS-5 in “I, Robot”). Quando questo avverrà, attraverso onde cerebrali emesse dal microchip sottopelle dei cani che è collegato direttamente con il cervello positronico centrale della U.S. Robotics, V.I.K.I. (Virtual Interactive Kinetic Intelligence, fonte Wikipedia), costringerà tutti gli occupanti della casa a votare per il partito che lei fonderà e di cui lei è l’unica rappresentante. Ottenendo il 100% dei voti potrà alfine coronare il sogno di prendere il potere, cambiare il nome da italia a pet-landia e diventarne l’imperatrice. I cani ne sono entusiasti. Me lo ha detto il cugggggino del cane di mio cugggggino!

    • Maxx scrive:

      Ps.
      Ovvio che “in tanto” è il contrario di “avvolte” e che potrete salvarvi dal perire nelle discussioni sulle scie chimiche, dai tamponamenti a catena o dal scivolare sui pandori comperandovi un cane.

      • Maxx scrive:

        Prima che mi prendano per pazzo (se non si fosse capito), questo per dire che non ne posso più dei complotti sui social.

        • Ciucco Norris scrive:

          Io ho visto un cane che una volta ha sganciato un pandoro di fronte all’ ambasciata e sono risaliti a lui perché aveva lasciato lí i documenti.
          Non dirmelo Maxx , ci ho messo ANNI a far capire a una mia amica che il crollo delle torri NON é stato causato da esplosivi.
          Per te , ma solo per oggi , in offerta il libro : ” Complotti e cospirazioni ” di James McConnachie. Tratta e descrive, cercando di mantenere una posizione neutrale, piú o meno tutti i complotti presunti da quando esiste il gomblottismo. Moby Prince , Twin Towers , JFK , Ustica , etc.

          • Simone scrive:

            Quando uno che scrive più di me mi piglia per il culo un paio di volte perché scrivo molto (cosa che in generale ho fatto in ben altri lochi e con ben altri argomenti tra l’altro), faccio fatica a dimenticarlo.. Senza offesa, piccola puntualizzazione dovuta.

          • Ciucco Norris scrive:

            Sí, ma mi sono espresso male. Non giudicando i blog dei veri e propri social network, intendevo dire che scrivo e leggo volentierissimo questo blog , ma evito facebook , twitter, instagram , etc. Sì sì il Ciucco dal Vigo ero io.Cass ma che memoria…

          • Simone scrive:

            Ciucco, però ogni tanto scrivevi anche sul blog di Vighini mi pare, a meno che non fosse un Ciucco diverso. Piccola puntualizzazione al limite dell’inutile, chiaro.

          • Ciucco Norris scrive:

            Ora il Dominus si stará chiedendo : ” Ma perché proprio a me !!! ” :-)

          • Ciucco Norris scrive:

            A parte codesto blog, ho rinunciato ai social da anni. Si sta meglio.Fidati.

    1. Gazza scrive:

      Questo dovrebbe essere lo spot Conad completo.
      E’ evidente che ci sono alcuni FRAME che dovrebbero “tranquilizzare” tutti…
      >> http://apriamoleporte.conad.it/?gclid=CjwKEAiA7ejCBRDlp8uF6ezPnjoSJAAPED7MQw16O4mXdyi8fjl3qJxb3UGWGzNw5xa0LZ01vrLtOxoCjIvw_wcB

      • Jetto scrive:

        Quando si dice professionalità…..

        • Gazza scrive:

          Jetto ciao.
          Non sono un professionista, sono il prodotto di quelle strane follie che prendono talora gli Editori, quello di Telenuovo un po’ di più, mi chiama sette anni fa e mi dice: ti do uno spazio scrivi quello che vuoi.
          Un’ultima cosa: sono un pensionato, pure vecchiotto e sul vecchiotto, qua e là, lo vedo da me.

      • Gazza scrive:

        Siccome sono (quasi) sicuro che nessuno ha guardato fino in fondo la clip del film di Gianni Amelio “Porte Aperte”, ve lo sintetizzo io:
        Siamo durante il ventennio, c’è uno che ha ammazzato due persone, ma il magistrato non è convinto che la pena di morte sia la condanna “giusta”…
        Finchè il suo Capo e una voce fuori campo non gli dicono testualmente: (con la pena di morte) dobbiamo fare in modo che la gente viva tranquilla…con LE PORTE APERTE.

        • Ciucco Norris scrive:

          Cosí entra il freddo , peró.
          Usi e costumi : una mia amica umbra una decina di anni fa venne a lavorare a Verona. Trasferitasi nel nuovo condominio, fece quello che si fa generalmente al centro- sud : suonó i campanelli dei vicini di casa per presentarsi . Notó una generale leg-ge-ris-si-ma freddezza nei suoi riguardi. Una signora sulla sessantina , tenendo sempre la catenella alla porta , le disse di aspettare un attimo. Chiuse la porta per poi tornarsene una trentina di secondi dopo con dei cachi in mano. Glieli regaló , tenendo sempre peró la catenella alla porta :-)

      1. Simone scrive:

        http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/12/20/attentato-berlino-ne-aggettivi-ne-titoli-urlati-sui-siti-tedeschi-solo-fatti/3272889/ Il tedesco medio non mi è mai piaciuto, proprio a pelle. Ma la loro dignità (in)formativa è lontana anni luce dalla nostra, specie negli ultimi 20/25 anni.

        1. bardamu scrive:

          Scusa Dominus, scrivo qua perché l’alberello, sotto Natale succede, si è esaurito.
          A proposito di vegani non ho mai capito perché qui in Italia, dove una cucina per lo meno “vegetariana” e saporita, soprattutto in Toscana e in meridione, esiste da secoli, propongano nei loro ristoranti piatti immangiabili che oltretutto vorrebbero essere imitazioni di cibi non vegani, tipo il formaggio di tofu o la bistecca di seitan ( identico sapore, se si può definirlo tale… ). Ma scusate, con la sarabanda di pasta e legumi che abbiamo a disposizione, con i meravigliosi ortaggi saporiti, tipo peperoni, cime di rapa, melanzane, friarielli e via dicendo, che bisogno avete di inventarvi bistecche e formaggi “vorrei ma non posso” ?
          Uno dei migliori piatti della cucina mondiale, gli spaghetti al pomodoro, magari accompagnato da un buon bicchiere di vino, è vegano al 100%. Ma non l’ho mai visto nei menù masochisti dei ristoranti vegani.
          Anche questo mi fa dubitare della salute mentale di alcuni ( non tutti, per carità ) estremisti culinari.

          • Ciucco Norris scrive:

            Ma la domanda che invece mi pongo é: se tutti diventassimo vegani , ci sarebbe poi la possibilità di mangiare sempre le nostre prelibate erbettine , senza dover ricorrere ad ” allevamenti vegetali ” intensivi ? E riuscirebbe , la nostra cara Terra , a firnirci sempre le erbettine , o in tot tempo ci risponderebbe con : ” spiacente , da oggi in poi solo sabbia . Occhio che fa un po’ pastone , una volta in bocca “.

            • Ciucco Norris scrive:

              p.s : mi sa Maxx che non ero io a lamentarmi del sesso nelle pubblicità. A memoria mi pare solo di avere partecipato a un discorso sulle pubblicità prima dei video di stragi e morti o delle supercazzole senza senso delle pubblicità dei profumi.

          • Maxx scrive:

            Chiedo venia. Con un commento a Ciucco ti ho alberellizzato in basso… :)

            • Maxx scrive:

              Ps. Ineccepibile! Troppo scontata la cucina da 4€!

              • Maxx scrive:

                PPs. Vista ieri una pubblicità che auspicava “un alberello natalizio su misura (ca. 30cm/30€) per i nostri amici a 4 zampe!”. Siamo sicuri che cani e gatti festeggino il Santo Natale? Giuda era un pitbull o un dobermann? O magari un “povero cane” alienato…

                • Ciucco Norris scrive:

                  Si vede che anche loro rivendicano una pisciatina sull’ Albero o potercisi arrampicare senza saper poi scendere…
                  Sei una personcina inzenzibile :-)

          1. do minus gazza scrive:

            In uno dei miei traslochi devo aver regalato (o smarrito) un libro su cui avevo un po’ sudato.
            Era un testo di Vance Packard dal titolo “I Persuasori Occulti” dove, per la prima volta, incontrai il termine (non banale) di “messaggio subliminale”, cioè a dire un messaggio-comunicazione non immediatamente percepito a livello di “coscienza”, quindi accettabile o negabile, che tuttavia poteva lasciare qualche residuo persuasivo.
            Non la faccio lunga, ma penso che una quindicina/ventina d’anni fa il messaggio pubblicitario della Conad sarebbe stato tranquillamente accettato se non “gradito”.
            La domanda che mi pongo, e segnatamente agli amici MaXXX e Gatòn, è la seguente: quanta subliminalità negativa abbiamo introdotto nei nostri neuroni da trovare così “sgradevole” un messaggio pubblicitario come quello in questione?
            Se provate a “spezzare” lo spot in almeno tre parti: gli adulti impazienti e scorbutici di fronte ad una necessità, i bambini più tolleranti e meno nevrotici (attraverso il gioco)…rimane solo (ma non è poco) il PORTE APERTE.
            Tralascio volutamente che i bambini, ancorchè al primo incontro, si prendano per mano un istante, lo fanno anche ora e le bambine ancora di più.
            Pure il lancio dalla finestra della lettera di plastica del “puzzle” che nella mente degli adulti appare come una forma di “adescamento” (e se lanciava una caramella…, quella del mai caramelle dagli sconosciuti?).
            I bambini non hanno (ancora) certi processi mentali, tipici degli adulti.
            Quindi rimane il PORTE APERTE.
            Un concetto che la contrapposizione politica ha trasformato in un oggetto di totale “schieramento” e che la cronaca violenta, recente e recentissima (…), lo rende duro, quasi “indigeribile”.
            Io conclusioni da trarre non ne ho e non ne ho l’autorevolezza per farle.
            Dico solo che alla quarta/quinta visione dello spot, l’ “indigeribile” è diventato più accettabile, specie se lo rendi un po’ più distante dalla cronaca, che non è l’unico paio di occhiali con cui leggere la quotidianità.
            In termini quantitativi la cronaca non è la “realtà”, nemmeno per l’evento, magari grave, di cui si occupa.
            Quindi vogliamo tornare al vecchio “Apocalittici e/o Integrati”?
            >>> https://www.youtube.com/watch?v=xdAfh4pimEM (guardatelo fino in fondo, meglio se trovate il film completo).
            E penso che le grandi agenzie di pubblicità non siano governate da idioti privi di cultura psicologica, anzi.
            Quindi?

            • Ciucco Norris scrive:

              Mi sa che siamo su una cattiva strada. Se vedere un bimbo che prende per mano un altro bimbo per invitarlo a giocare ci fa venire in mente adescamento , omosessualità e altri fraintendimenti , scusate la sincerità ma allora capisco perché i parchi giochi sono vuoti.
              E se poi penso a tutte le volte che mia mamma mi diceva : ” vai da quel bambino e fai amicizia che così giocate asdieme ” … Mia madre voleva creare un maniaco sessuale ???!!! :-)
              Meno TgCom e Studio Aperto sarebbe un bel toccasana , a mio parere.

              • Maxx scrive:

                Sì Ciucco, siamo su una cattiva strada.

                Giochiamo con quel ““…una quindicina/ventina d’anni fa…” del Gazza. In alcuni casi qualcosa di più.
                Quale madre avrebbe rizzato il pelo se un adulto avesse accarezzato il figlioletto? Poi l’esplosione della pedofilia.
                Quale madre avrebbe rizzato il pelo se un adulto avesse regalato una caramella al figlioletto? Poi l’esplosione della droga fuori dalle scuole, con caramelline bombate regalate ai ragazzini.
                Chi avrebbe rizzato il pelo vedendo uno zainetto dimenticato in un bar? Poi l’esplosione… e basta.

                …et millanta altri esempi potrebbero fare al caso.

                Colgo l’occasione per ringraziare chi ha avuto le mie stesse sensazioni e mi fa sentire meno deficiente.

                • Maxx scrive:

                  Ps. Tua madre non pensava assolutamente a creare maniaci sessuali. Anzi, non concepiva assolutamente che ci potesse essere quel problema. Che oltretutto veniva considerato una disfunzione alla nascita e non “un’evoluzione” come al giorno d’oggi.

                  L’amicizia tra bambini è la cosa più pura che ci sia. Strumentalizzarla mi infastidisce parecchio. Il messaggio, se non ci fossero occhi languidi, sorrisi ammiccanti e mani nelle mani sarebbe bellissimo e nessuno ne avrebbe fatto un caso. Lo stesso slogan “porte aperte”, leit motif, associato a questi atteggiamenti ha qualcosa di disturbante.

                  • Maxx scrive:

                    Harakiri perché?
                    Se non sbaglio lo hai detto proprio tu che ci mettono SESSO nelle pubblicità di un profumo. O del tonno riomare. O della pasta. E anche del tè freddo (“Antò, fa ccccalddddoooo!”). Usano il sesso? Vabbuò, guagliò. Ma quando fai ‘ste porcate lascia fuori i bambini.

                  • Ciucco Norris scrive:

                    Appunto, Maxx : disgusta te , Gaton , bardamu ( mi pare di aver capito ) e altre milioni di persone che avranno notato insolite inquadrature , solamente per attirare l’ attenzione ? Sarebbe il peggior harakiri pubblicitario degli ultimi anni , dopo quello di Howe che a furia di sfondarsi di Kinder Bueno per fare 100 metri ora deve prendere l’ auto…

                  • Maxx scrive:

                    Non è “bambino gay”, Ciucco.
                    Con i bambini si fanno decine e decine di riprese.
                    La sensazione (che tu non hai ma che altri hanno) è che siano state scelte clips, tra le tante girate, che abbiano un qualcosa di “stuzzicante”.

                    Lavoravo in una primaria azienda, ero a contatto col figlio di uno dei più grandi “marketin’ man” d’Italia (apprezzato “visionario” del target anche lui). Mi diceva degli errori appositamente inseriti in alcuni contesti per attirare l’attenzione in chi si rendeva conto della stonatura.
                    Il bambino NON è gay. Ma lo spot ci gioca per attirare l’attenzione; ed è una cosa che mi disgusta.

                  • Ciucco Norris scrive:

                    Occhi languidi ? Ma é un bimbo che gioca da solo in casa e vede un altro bimbo e lo invita a giocare …
                    E poi come avrebbero girato la pubblicità i registi ?
                    ” Allora , bambino gay , ora mi fai l’ occhio languido seducente tipo quando esci e vai ad adescare un bambino fuori da scuola. Ciak al mio tre !!! ” .
                    Non ti sembra che siamo al surreale ?

            • Jetto scrive:

              La sua analisi dello spot conad che mi ha lasciato perplesso è una delle cose più intelligenti che io abbia letto su un blog.
              Sarà anche anche “arrugino” (arruginito?), ma averne.
              The Rust never Sleeps canta Neil Young e penso che lei ne abbia fatto tesoro.
              Anch’io, anche se sto di là.
              Cordialmente.

            • Maxx scrive:

              Hai ragione Nino. Probabilmente vedo fantasmi dove non ci sono; è possibile che IO sia talmente “contro” questo tipo di messaggi (…l’omologazione…) che li ho immaginati anche qui.
              Me se ne ho avuta una sensazione così netta, significa che c’è la possibilità di “ingannarsi” nel vedere questo spot: come ho fatto io e me ne rammarico. Ma i sorrisi e quella manina nella manina hanno, per me, poco di naturale e ricordano moltissimo l’atteggiamento di due maschi adulti.

              “…una quindicina/ventina d’anni fa il messaggio pubblicitario della Conad sarebbe stato tranquillamente accettato se non “gradito”…”. Concordo. Ma, sempre secondo la mia opinione, una quindicina d’anni fa non si sarebbero usati ammiccamenti così simili a quelli presenti nel “gossip per adulti”. E, probabilmente, una quindicina d’anni fa avrebbero “usato” un bambino ed una bambina. Forse non era così complicato evitare messaggi che POTEVANO generare equivoci mettendoci in mezzo dei bambini.
              Chiedo venia per il mio perbenismo estremista.

              • bardamu scrive:

                Sì, tutto vero quello che dite tutti. Rimane il fatto che lo spot sia stato confezionato in modo oltremodo furbesco, molto più delle pubblicità in confronto “rozze” della united colors of Benetton.
                E’ ovvio che ad una prima letture nessuno si può “scandalizzare”. Chi ha la mia età, la nostra Maxx, soprattutto chi ha vissuto nei paesi ha sperimentato le porte letteralmente aperte, con la gente che bussava ed entrava direttamente. E tutti siamo stati bambini, e tutti facevamo amicizia immediatamente coi nostri coetanei, soprattutto se dello stesso sesso ( a quell’età noncii sarebbe mai venuto in mente di giocare con una bambina se ci fossero stati dei maschietti a disposizione ).
                Tutto normale, quindi.
                Ma che qualcuno, come è successo, a Maxx ci potesse leggere anche altri significati, oltre le righe vergate, non solo era previsto, era voluto.
                E il committente non è casuale. Il buon Caprotti uno spot del genere non l’avrebbe mai commissionato.

                • Ciucco Norris scrive:

                  Cioé stai dicendo che Conad , essendo una coop , quindi di sinistra (?) , avrebbe usato due bambini per rivolgersi alla clientela gay ?
                  Credo che siamo tutti fuori pista : se vuoi abbracciare clienti , non fai una pubblicità con messaggi subliminali erotico/gay usando dei bambini . É ovvio che ti inimichi tutti , a parte i pedofili . Questa potrebbe essere la pubblicità piú natalizia in circolazione: invita a fidarsi di piú delle persone come quando eravamo bambini. Senza tanto bianco e rosso e lucette varie , senza sfarzi .
                  Io ho un ricordo nitido della mia infanzia : un bambino cicciottello che continuava a darmi baci a stampo sulla guancia e a regalarmi giocattoli. Avró avuto sei anni. A 8 aveva smesso di essere cosí affettuoso , a 11 era un picchiatore e a 20 un malato di gnocca.
                  Il primo che se ne esce dicendo che é diventato un malato di gnocca SOLO perché io non mi sono concesso quando continuava a baciarmi , é una brutta personcina :-)

                  • Maxx scrive:

                    Beh, sei quasi più estremista di me! :)

                    Lo spot di Esselunga, probabimente, è molto meno “geniale”, ma non lascia alcun retrogusto in bocca.

              • Gazza scrive:

                MaXXX, MaaaXXX, hai avuto come al solito il coraggio di sollevare – dubito ergo sum – una cosa assolutamente NON banale.
                Te ne sono grato per il blog.
                Un po’ di praticaccia sociologica – residuale – mi è rimasta e avrei potuto evidenziare almeno un paio ancora di “dubbiosi” interrogativi sullo spot, che magari ti sarebbero “piaciuti” (lo dico solo per te perchè ti conosco), ma avrei fatto il “professionista arrugino non ancora rimbambito”, ma sarebbe stato “lisciare un pelo, il tuo, che è meglio che sia (talora!!) irsuto.
                Una stupidaggine assoluta di fronte alla tua “irruente” onestà.

                • bardamu scrive:

                  A proposito di spot commerciali. Mi aveva molto divertito la pubblicità di un noto panettone che si burlava amabilmente dei vegani con una frase del tipo: avremmo potuto fare questo panettone con seitan, tofu ed alga tritata, invece abbiamo preferito rispettare la tradizione e farlo con i soliti ingredienti di sempre.
                  Apriti cielo!
                  Valanghe di insulti sui “social” alla marca in questione da parte di torme di vegani imbufaliti, con minacce di boiccottaggi ( ma boicottaggi de che? nessun vegano potrebbe mai avvicinarsi ad un panettone ).
                  Infatti la pubblicità in questione non si è più vista.
                  Ma l’aggressività non è appannaggio dei soli carnivori?

                  • Ciucco Norris scrive:

                    I vegani spesso seguono un percorso spirituale di arricchimento per chi vende loro il cibo . C’ é un negozio vegan appena aperto vicino a casa mia. L’ invasione é iniziata:-)
                    Nota a margine : andate al super e cercate i succhi di frutta della Pfanner. Sul cartone é bella evidente la scritta ” 100% vegan “.
                    Se ogni volta che ti bevi un succo che non é Pfanner e poi ti si gonfia lo stomaco, ora sai il perché: ti mettono dentro di nascosto purea di salsiccia…

            1. Maxx scrive:

              Naaaaaaaaaaaaa!
              Potensa dei cucchisss!
              Vèrzo iutub e insima me vièn fora ‘l facciòn de Gazzini!

              1. Maxx scrive:

                Prima di un altro topic, vorrei capire se sono malato.

                https://www.youtube.com/watch?v=ORRwLf5TvsY

                Il messaggio che ci ho letto mi fa schifo! Spero di esser deficiente io e chiederò umilmente scusa.

                1. cliente affezionato scrive:

                  Caro Gazza un altro topic, anche due, no….. (sorriso)

                  1. Gazza scrive:

                    …ma ci sono anche Aleppo, Berlino, Ankara…
                    Mai dimenticare!

                    1. Luigi scrive:

                      El Gringo. Blasfemamente parlando è vero che mister Gazza si è riappropriato del video per dissertare di un povero calcio? Uso il termine blasfemo calcio. Semplicemente perchè il football si gioca altrove…

                      • Gazza scrive:

                        Caro Luigi, sempre puntuale e “puntuto”.
                        C’è un momento, due momenti e forse tre, che POLENTA E RENGA (dondolante e tacada al ciodo…) ti sazia come una Chateaubriand in Salsa Bernese.
                        Di quella (polenta e renga) oggi si pasce l’amor nostro, l’Hellas Verona.
                        ;)

                      1. Gazza scrive:

                        Caro Neurone, non per infierire, ma a quello STREPITOSO concerto di Gabriel del 1987c’ero.
                        All’ultimo NOTO bis finsi di soffiarmi il naso per nascondere una vigliacca commozione

                        >> https://www.youtube.com/watch?v=luVpsM3YAgw

                        • Gazza scrive:

                          Vorrei sapere dal Gazza perchè il MIO post scritto alle CINQUE DI MATTINA del 18, e quindi l’ultimo (!!) sia finito qui sotto…

                          • Gazza scrive:

                            …aaahn…eco, adesso sì.
                            A proposito uno dice, maa ci sono ancora gli orizzonti?
                            Mah, dipende https://www.youtube.com/watch?v=iEjiO4A-sHY

                            • Ciucco Norris scrive:

                              Chiedi all’ Albatros.
                              https://m.youtube.com/watch?v=SXfmNSPbMTc
                              Questo per me é IL brano che racchiude un buon 90% degli orizzonti esplorabili dalla mente umana. Forse manca solo la rabbia incontrollata.
                              Non riesco a NON ascoltarlo ESCLUSIVAMENTE con la mia vecchia fonovaligia Reader’ s Digest. Il disco gracchia, il vecchio amplificatorino della fonovaligia non tiene piú certe sonorità come un tempo , ma é un viaggio che mi piace sempre fare cosí.

                              • Gazza scrive:

                                Anche Baudelaire scrisse un “testo” sull’Albatro, non musicabile.
                                Non serve.

                                L’ALBATRO

                                Spesso, per divertirsi, gli uomini d’equipaggio
                                Catturano degli albatri, grandi uccelli dei mari,
                                Che seguono, indolenti compagni di vïaggio,
                                Il vascello che va sopra gli abissi amari.

                                5 E li hanno appena posti sul ponte della nave
                                Che, inetti e vergognosi, questi re dell’azzurro
                                Pietosamente calano le grandi ali bianche,
                                Come dei remi inerti, accanto ai loro fianchi.

                                Com’è goffo e maldestro, l’alato viaggiatore!
                                10 Lui, prima così bello, com’è comico e brutto!
                                Qualcuno, con la pipa, gli solletica il becco,
                                L’altro, arrancando, mima l’infermo che volava!

                                Il Poeta assomiglia al principe dei nembi
                                Che abita la tempesta e ride dell’arciere;
                                15 Ma esule sulla terra, al centro degli scherni,
                                Per le ali di gigante non riesce a camminare.

                        1. Gazza scrive:

                          Non capisco i vostri post.
                          Non è un problema, ma il Vaticano?

                          • Maxx scrive:

                            Al Vaticano ci sono andato una volta, quando ero piccolo. Siccome tutto attorno ci sono i romani, che detesto quasi come i francesi, non ci sono più andato. Fine del tema.

                            • punta scrive:

                              Scusi Sig.Max, perchè rinunciare alle bellezze e alla mistica che si respira in Vaticano.
                              Se per lei il problema sono i romani (condivido), può sempre farsi paracadutare direttamente in Piazza San Pietro o andarci in autoblindata (almeno fino al confine territoriale.
                              A me pare cosi semplice.

                              • Maxx scrive:

                                Acc,,, Non riesco mai a far capire quando faccio le battute.

                                • Ciucco Norris scrive:

                                  Se vi puó consolare io le ho capite. Tenete conto peró che sono lo stesso che ha pubblicato un video dei The Romantics.

                                • punta scrive:

                                  Max se la mette giù cosi significa che anch’io non riesco a far capire le mie.
                                  E su questo blog mica te lo perdonano, per carità tutti educati ma educatamente alla corta non ti fila nessuno.
                                  :(

                          • Ciucco Norris scrive:

                            Beh, una cosa che so é che Benedetto quando era cardinale diffuse il De Delictis Probiovirum ( o qualcosa di simile )un manuale su come agire in caso di preti sessualmente deviati ( insabbia e al massimo spista in altra parrocchia) , poi diventó Papa e fece una dura battaglia ai preti pedofili. Ma non era il massimo come comunicazione e la Chiesa aveva bisogno di un’ immagine nuova , piú semplice , e credo che le dimissioni di Ratzinger siano state chieste dall’ Alto . É arrivato Bergoglio che mi piace perché se gli fai un torto la prima volta ti perdona, la seconda anche , la terza ti tira un cricco nei denti.
                            Dai, come frontman direi che é valido e il gruppo procede alla grande.
                            Da qui la domanda : meglio i Genesis di Gabriel o quelli di Collins ?
                            Io per non sbagliare ho sempre preferito il progressive e la psichedelia dei Floyd , di cui salvo perfino l’ ultimo disco ( TDB ). Ma non quell’ operazione puramente commerciale venduta col nome The endless river , della quale salvo solo il cofanetto.

                            • zz scrive:

                              Scegliere a piacere:
                              1) In generale meglio quelli con Gabriel, ma senza quelli con Phil Collins io non conoscerei quelli con Gabriel.
                              2) Gabriel aveva in formazione il sig. Steve Hackett (a parte i primi due), Collins no (sempre a parte i primi due). Vuoi vedere che…
                              3) Meglio quelli con Banks.
                              :-)

                              • neurone scrive:

                                Si parla di Genesi(s) quindi il Vaticano ci sta e non si va fuori tema.
                                I Genesis di o con Peter Gabriel mi sono piaciuti tutti, naturalmente concordo con Bardamu che la vetta fu toccata con Nursery Cryne.
                                Però poi presi ad ascoltare solo Peter Gabriel fino al suo album UP.
                                Non lo seguii più nei suoi esperimenti orchestrali.
                                Devo ammettere che il Gabriel “solo” mi piacque di più di quello dei Genesis, altra roba, altro genere, sciocco sarebbe quindi fare paragoni.
                                Il rimpianto resta quello che per una banale malattia mi persi il suo concerto in Arena del 1987, a detta di molti fans di Gabriel fu uno dei suoi top.
                                Sfiga maledetta.

                                • Begbie scrive:

                                  Presente a quel concerto. ME-MO-RA-BI-LE!

                                • Maxx scrive:

                                  Non conoscevo i primi 3 dischi dei Genesis. Uno “avanti”, a scuola, mi fece ascoltare Foxtrot.
                                  Naturalmente ho risparmiato i soldi delle merendine fino a raccattare la somma necessaria e sono corso a comperarlo.
                                  Poi ho comperato gli altri. Con Nursery Cryme ho limato più di qualche Stanton ed è stato il primo CD comperato*** (insieme a “The dark side of the moon”), ma la bellezza di Supper’s Ready per me è inimitabile. Qualche buon pezzo anche con Phil, ma dischi globalmente più poveri

                                  Non ho più ascoltato Peter Gabriel dalla sua uscita dal gruppo e non ho alcun disco suo: l’ho odiato troppo per aver “rovinato” un giocattolo perfetto.

                                  ***Ad oggi ho 3 cd di Nursery Cryme: uno original, uno remastered e quell’uno (il primo!) su cui il mio primo nipotino si è affilato i dentini; non funziona, ma non sono mai stato capace di gettarlo via!

                                • neurone scrive:

                                  CRYME!
                                  Rimbambito

                            • Ciucco Norris scrive:

                              Che poi un gruppo puó essere bravissimo, ma se si ha un barbiere che soffre di prosopagnosia , la carriera va a farsi benedire in un paio di album …
                              https://m.youtube.com/watch?v=JmGMzyajA2U

                              • bardamu scrive:

                                talking in your slip, direi…

                              • Maxx scrive:

                                Caro Ciucco ti scrivo (per dirla alla Vighini che la dice alla Dalla…)
                                prima mi parli di Genesis (io preferisco di gran lunga i Gabrielliani) e di Pink (considerati più pop che progressive e che io adoro); poi te ne esci con links del genere…
                                Fammi una viliaca di carità… :)

                                • Ciucco Norris scrive:

                                  Non ho resistito. Con sempre piú calvi in giro ( me compreso ), certi ciuffi vanno condivisi per farci capire che la natura ci sta imponendo l’ alopecia affinché certe cose non si ripetano…

                          1. bardamu scrive:

                            …azz! Dominus! Con i Genesis ho avviato un bel bagolo. Del resto che sia uno dei gruppi più amati l’ho scoperto su un noto social, che frequento pochino, ma sul quale ho notato che i gruppi di adoratori di Tony Banks e soci raccolgono più adepti rispetto a tutti le altre band di “progressive”. Spesso poi scoppiano liti furibonde tra i “puristi”, che non vogliono nemmeno sentire parlare di album registrati dopo la dipartita di Gabriel e tutti gli altri.
                            Mi fermo qui perché dei Genesis potrei scrivere per ore e tu mi banneresti molto giustamente. Segnalo solo che Steve Hackett ha ripreso il suo tour in cui suona i brani dei Genesis ( a marzo in Italia ) e che a San Giovanni Lupatoto il 25 febbraio suonerà la migliore cover band che io abbia ascoltato: i “The watch”.

                            1. Gazza scrive:

                              CIUCCO!?!?
                              Fino ad ora ti ho perdonato tutto, ma quella delle:
                              “…dimissioni di Benedetto XVI°…CHIESTE DALL’ALTO…” ti danno ancora una grande franchigia per le mejo trojade del blog…
                              :D :D

                              • Ciucco Norris scrive:

                                Un lampo di genio che non si ripetetá piú , probabilmente…
                                Ma parlando de robe serie : anche il Vaticano ha detto NO a Virginia Raggi. E adesso ?

                              1. Ciucco Norris scrive:

                                Erano i tempi in cui erano sorte le polemiche sul Vaticano che non pagava l’ IMU , giusto ?
                                Il primo posto é dovuto alla track 1 , mi pare ovvio. :-)

                                1. Simone scrive:

                                  In verità in verità vi dico…che il funerale della musica va in onda regolarmente in tv, naturalmente in salsa allegramente commerciale, con i vari “talent show”, a cui fanno partecipare da tempo pure qualche personaggio che la musica la sapeva fare davvero. Il massimo dell’umiliazione e del sadismo.

                                  • Gazza scrive:

                                    Caro Simone, non ho titolo per esprimere un giudizio.
                                    Ho dei miei parametri di comunicazione in uscita e altri in entrata.
                                    Dei “talent” avrò visto complessivamente 6/7 minuti da quando esistono.
                                    Lo so, uno “studioso” di fenomeni sociali dovrebbe resistere e capire, ma la mia soglia di sopportazione si è di molto abbassata.
                                    Ergo…

                                  • Ciucco Norris scrive:

                                    Quello che trovo strano é che non ci siano sottoculture musicali emergenti , legate magari al degrado portato dalla crisi economica. O magari non sono informato io…
                                    L’ ultimo album comprato é un vinile degli A flock of seagulls , quindi non seguo molto il mainstream e qualcosa mi perdo. Ma giusto qualcosina…
                                    Su Rai 5 fanno vedere cosucce interessanti. A orari da vampiro, ovviamente.

                                  • Simone scrive:

                                    https://www.youtube.com/watch?v=eeckg25Io78 Bill Hicks, geniale, come sempre..

                                  1. niktv scrive:

                                    Se sono o.t. mi perdonerete… ma le liste sono importanti: faccio mente locale e mi viene in mente “Index proibitorum” o qualcosa del genere e penso: è anch’essa una lista del Vaticano. Svolgo quindi una piccola ricerca e trovo questi dati (in calce i vari link per chi fosse interessato): nel 1908, sotto Pio X, la Santa Inquisizione cambia nome (sic!) e diventa la “Sacra Congregazione del Sant’Uffizio”, nel 1917 la Congregazione dell’ Indice nata nel 1571 per volere di Pio V, come organo di censura libraria passa sotto al Sant’Uffizio e di conseguenza prende in gestione l’ “Index Librorum Prohibitorum (ecco il vero nome che non mi veniva) istituito nel 1758 e da allora aggiornato solo con liste di libri proibiti. 31 marzo 1959, papa Giovanni XXIII, sì proprio lui, aggiorna per l’ultima volta questo libro* cacciandoci dentro, fra gli altri, l’opera omnia di Moravia e di Sartre. In un momento di lucidità, non completa, come vedremo, nel 1966 (ero già nato), decidono di eliminare la collana, ma (ecco la non lucidità completa) mantiene lo stato di Indice moralmente impegnativo** in pratica se li leggi fai peccato e poi, via di confessione…
                                    Sorrido per non piangere e mi accodo sull’”Universalità” (da cui deriva il termine “cattolicesimo”) di alcuni brani immortali, per una volta apprezzati e non messi invece all’…Indice

                                    * http://www.utopia.it/index_additus_1954_1959.htm#229933
                                    ** http://www.utopia.it/1961_vaticano_libri.htm
                                    Fonte: http://www.utopia.it/index_librorum_prohibitorum.htm#52008

                                    1. Maxx scrive:

                                      :)
                                      Nell’esegesi teologica si tende a considerare la locuzione “In verità, in verità vi dico…” come un codice evangelico che indica un messaggio proveniente direttamente da Dio. Nemo ben…

                                      Ps. Mi hai bruciato un commento di là! :(

                                      • Gazza scrive:

                                        Non sono esperto ma mi pare che l’allocuzione “In verità in verità vi dico” sia di Jesus (Tom Neely) Christ
                                        >> https://www.youtube.com/watch?v=X_mJgVwQ3Qw

                                        Poi c’è il Che “Juda” Guevara formidabile
                                        >> https://www.youtube.com/watch?v=W_hlGtZalhs

                                        • Maxx scrive:

                                          Nino, hai molto da imparare in quel campo.
                                          Nessuno di noi può sapere con certezza cosa ha detto Jesus, se non (fidandosi) attraverso gli Evangelisti (ufficiali). Ed ognuno di loro ha riportato in maniera codificata (costruita) delle Verità teologiche provenienti dalla vita del Signore.
                                          Ovvio che quel “In verità…” proviene dal Figlio, ma “arriva”, in maniera dogmatica, direttamente dal Padre. Questo secondo l’esegesi tipicamente accettata.

                                          Sì. La figura di Giuda è intrigante e scomoda. Poteva esimersi? Era già scritto il suo ruolo? Ed allora che colpa ne ha…

                                      1. bardamu scrive:

                                        il migliore dei Beatles è quasi unanimemente ritenuto “Sgt. Pepper’s etc.”, ed io modestamente concordo. Di Revolver la mia favorita è “Eleanor Rigby”, ma entrambi sappiamo che i nostri gusti in campo musicale divergono. Se dovessi fare un solo nome per il miglior album di musica non classica indicherei “Nursery crime” dei Genesis.

                                        1. do minus gazza scrive:

                                          Anche se l’imbattibile di Revolver resta questa (opinione era, che no se metemo a bacaiàr anca su ste robe)

                                          >> https://www.youtube.com/watch?v=VJDJs9dumZI

                                          1. do minus gazza scrive:

                                            >> https://www.youtube.com/watch?v=Hug_ovoGFOU
                                            Ho pensato di incontrare un uomo,

                                            che diceva che sapeva di un uomo,

                                            che sapeva ciò che stava accadendo.

                                            Mi ero sbagliato,

                                            era solo un altro straniero che avevo conosciuto

                                            Ho pensato poi, di trovare una luce

                                            e tutto questo buio;

                                            mi ero sbagliato,

                                            erano solo riflessi di un’ombra che avevo visto

                                            E ho pensato che avevo visto qualcuno

                                            che sembrava finalmente

                                            conoscere la verità

                                            Mi ero sbagliato

                                            Era solo un bambino che rideva nel sole,

                                            nel sole

                                            >> https://www.youtube.com/watch?v=HMAf4Uq9mrs

                                            Per condurre una vita migliore ho bisogno che il mio amore sia qui

                                            Lui, facendo si che giorno dell’anno
                                            Cambi la mia vita con il gesto della sua mano
                                            Nessuno può negare che ci sia qualcosa là

                                            Là, scorrendo le mie mani tra i suoi capelli
                                            Entrambi pensiamo quanto bello può essere
                                            Qualcuno parla, ma non sa che lui è lì

                                            La voglio ovunque e se lei è accanto a me
                                            So che non ho bisogno mai di cura
                                            Ma amarla è necessitarla ovunque
                                            Sapendo che l’amore è da condividere

                                            Chiunque crede che l’amore non muore mai
                                            Guardo i suoi occhi e spero che sarò sempre lì

                                            Io sarò lì e ovunque

                                            ***chissà, forse l’ubiquità dell’amore…

                                          Lascia un Commento

                                          *