07
gen 2018
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 82 Commenti
VISUALIZZAZIONI

9.227

LA RESA DEI CONTI

Cortocircuito infinito. Non c’è limite allo sconcerto in questo Verona. Cerci infortunato ma in vacanza alle Maldive – per gentile concessione societaria – con immancabile foto su Istangram e il sorriso rilassato. Non è questione di moralismo e non voglio solleticare inutili populismi, ma quell’immagine stride. La forma in certi casi è sostanza. Pare che lottare per la salvezza qui sia considerato un pranzo di gala.

Dischi rotti (e stonati). Quelli di Fusco. Sarà l’avvicinarsi di Sanremo, sarà che le canzonette danno conforto, ma il ds insiste con la sua nenia preferita: “Caceres ha un contratto con noi fino a giugno 2018”. Lo sanno anche i muri e ciò che più conta Re Lotito, che regna, sovrasta e impera, che Caceres è già alla Lazio. Perché insistere, Fusco?

Masochismo d’ordinanza. Giochi a Napoli, aspetti lo scontro diretto (quasi) decisivo con il Crotone e ti fai espellere con probabile squalifica. Pecchia, al solito tarantolato in panchina (ma a che serve? I giocatori così li agiti…), questo giro ha ecceduto pure con l’arbitro. Nel giorno più sbagliato. Autocontrollo, questo sconosciuto.

Parole vuote. Chissenefrega se “abbiamo tenuto il campo” con Juve e Napoli, o “perso con onore”. Le prestazioni con le grandi, nel momento che perdi, contano fino a un certo punto, dato che queste spesso giocano svogliate e sornione, un po’ al gatto con il topo, consce che il gol prima o poi lo trovano. Sono prestazioni quasi falsate, intangibili. E’ fondamentale l’ordine tattico, il gioco, il ritmo atletico e la concentrazione con le nostre (poche) pari grado o con le avversarie di mezzo. E’ qui che finora abbiamo miseramente fallito.

Parole già scritte. Quelle di Fusco mercoledì in un’inusuale conferenza stampa pre-mercato. Il ds ha messo quasi le mani avanti parlando di “poco budget” e ha invocato l’aiuto dei tifosi (che pure verso la squadra c’è sempre stato e comunque certi appelli sono fastidiosi) e pure dei giornalisti (non ho mai letto in nessun manuale deontologico che i giornalisti devono aiutare, so che devono informare, raccontare e analizzare con obiettività e capacità critica, ma aiutare mi è sfuggito). Ha lasciato intendere che confida nel calendario (e su questo può anche aver ragione) e ha ammesso che servono tre-quattro rinforzi. Sono arrivati Matos (serviva un’altra mezza punta che ne abbiamo già 5-6 in organico?) e Petkovic, ariete d’attacco, fisico e discreta velocità, ma poca confidenza con la porta e soprattutto con la serie A. E’ chiaro che stiamo parlando di scommesse (speriamo indovinate). Servirebbero anche un centrale di difesa e un terzino sinistro, ipotesi quest’ultima scartata da Fusco, per il quale lì siamo a posto (contento lui). Disco rotto su Caceres a parte, ho visto un ds più provato del solito e anche un filo più umile. Forse in via Belgio cominciano a rendersi conto degli errori fabbricati in serie da luglio in poi. Chissà. Speriamo non sia troppo tardi.

Resa dei conti. E’ quella con il Crotone dopo la sosta. Non servirà giocare come con la Juve o il Napoli. E’ una partita diversa. Il Verona deve dare un segnale forte e chiaro. La città è con il Verona, indipendentemente da Setti, Fusco e Pecchia. Ed è proprio questo che gli imperatori degli alibi Setti, Fusco e Pecchia non capiscono e non capiranno mai. Loro, non so perché, ne fanno una questione personale.

9.227 VISUALIZZAZIONI

82 risposte a “LA RESA DEI CONTI”

Invia commento
  1. Dandy scrive:

    Segnalo a tutti (giornalisti in primis) che è uscito il bilancio. Così almeno quelli dei "soldi spariti" parlano con cognizione di causa.

    • spc scrive:

      No dai ma veramente c’è ancora gente che crede al bilancio pubblicato??? Dimmi che scherzi

    • Stefano scrive:

      Semo sempre li caro dandy….ghe l’ha prescrito el dotor de acquistar el Verona anca se nele scarsele el gha du bagigi e tri fasoleti doparadi?? Dovea vendar a Veronesi el mese scorso e “no farse pi vedar” (ahahahahahahahah).

    1. Luca scrive:

      CURVA SUD MARCHE
      @Maxhellas speriamo sia la prima ipotesi!

      1. Simone scrive:

        Maxhellas. Riflessioni personali: questa è una società che dopo il probabile addio di Volpi come finanziatore più o meno occulto si è ritrovata a dover camminare con le proprie gambe, che sono piuttosto corte, ma a partire oltretutto da una situazione piuttosto difficile da gestire. Nel senso che i costi di gestione ereditati dal periodo volpiano erano, e sono ancora per quel che ne rimane, per forza di cose difficili da sostenere per una proprietà senza grana. Dover gestire una situazione che da investimenti costanti e coperti va palesemente al “priorità suprema è la sopravvivenza societaria” non dev’essere semplice. Qual è il modo più logico per gestire questa situazione, se non si hanno risorse proprie da poter mettere o rischiare in un mondo come quello del calcio odierno in cui se sbagli una virgola rischi di cadere un un burrone più o meno profondo? Disinvestire progressivamente puntando, come spieghi bene tu, tutto sugli introiti e sulle plusvalenze legate alla vendita dei giocatori. Dicono quelli di “Verona col cuore”, “Come si evince dai bilanci gran parte dei finanziamenti ricevuti dal Verona nei primi anni di gestione Setti sono provenuti dalla società anonima lussemburghese Falco Investment, per il tramite dell’allora controllante HV7. Nelle ultime stagioni questo flusso non c’è più stato e si è fatto fronte alla gestione economica-finanziaria riducendo i costi e realizzando plusvalenze “liquidando” il patrimonio giocatori. Quale futuro aspetta l’Hellas Verona?”. Solo che se non hai capacità di spesa non è sempre così facile trovare giocatori all’altezza della serie A da poter vendere per fare una plusvalenza (ricordiamo tutti quanti rifiuti ha ricevuto il Verona quest’estate da parti di determinati giocatori che si sono accasati sistematicamente altrove, e a gennaio sembra ripetersi non a caso la stessa cosa), cosa da quel che si capisce anche da ciò che racconti fondamentale per la ”sopravvivenza”. E attenzione, parliamo di sopravvivenza, al di là della categoria (e qui Fusco è stato molto chiaro in più occasioni, “Setti non investe e non ha intenzione di investire del proprio e mi ha chiesto di mantenere il club sotto controllo sia in caso di A che di B” questo il senso) non di rilancio. Mi e ti chiedo: data la situazione ormai sempre più evidente, quale potrebbe essere il vero motivo, se c’è, per cui a Setti conviene ancora e tuttora tenersi il Verona? Possibile che in una situazione comunque di pareggio di bilancio non si sia presentato davvero nessuno interessato (al momento solo voci ma nulla di ufficiale, in un senso e nell’altro)? Potrebbe cambiare la situazione (poniamo questo scenario realistico), e quindi l’avvicinarsi di un avvicendamento societario reale, in caso di: retrocessione, quindi paracadute e plusvalenze legate alla vendita di alcuni giocatori grosso modo già individuabili, squadra che resterà in serie B e quindi non avrà più particolari introiti (che, ripeto, al momento ne garantiscono la semplice sopravvivenza e nulla più)?

        • Maxhellas scrive:

          Ci sono 2 possibili ragioni per le quali Setti si tiene il Verona:

          1) Ipotesi “pulita”: cerca di pagare i debito (con Volpi ed eventualmente altri) vendendo ed estraendo risorse in modo lecito dal Verona. Il rimborso di 3,9 mln a HV7 avvenuto nell’esercizio scorso potrebbe essere un esempio. Nel frattempo cerca di mantenere in pari l’andamento economico in modo da offrire, una volta chiuse tutte le pendenze, una società appetibile ad un eventuale acquirente.
          Se è così, ancora questa stagione e la prossima, poi non ci saranno più plusvalenze/paracadute da estrarre e quindi vende.
          Se fosse vero, però, Volpi non avrebbe fatto causa a Setti per farsi rimborsare…quindi, chissà!

          2) Ipotesi “sporca”: Setti, tramite plusvalenze, aggiustamenti di spese amministrative generali e spese promozionali, rimborsi di prestiti, etc estrae risorse dal Verona per sistemare altre questioni delle sue attività.
          Se è così va avanti fino a quando c’è qualcosa da estrarre, e questo lo sa solo lui. E’ l’ipotesi peggiore, perché potrebbe arrivare fino al fallimento: il Verona è una spa, quindi lui non rischia il suo patrimonio, sempre che non si provino comportamenti fraudolenti.

        1. Luca scrive:

          CURVA SUD MARCHE
          Un grazie @Maxhellas!

          • Maxhellas scrive:

            Figurati.
            Ero veramente curioso di vederlo il bilancio.
            Non che ne sappiamo enormemente di più sulle eventuali malefatte, però si può notare la strana fluttuazione delle spese promozionali e delle amministrative diverse (queste ultime solitamente piuttosto fisse), dove, quando ci sono, si annidano le uscite di denaro non del tutto proprie.
            Inoltre, il rimborso del finanziamento a HV7 nell’esercizio scorso (3,9 mln) è di un importo curiosamente simile ai 5 mln del prestito obbligazionario sottoscritto da Volpi…
            Quindi?
            Quindi si può ipotizzare che i soldi incassati con le vendite dei giocatori e non oggetto di pagamento dilazionato negli ultimi 2 anni (15,6 mln-8,9 mln=6,7 mln, cioè plusvalenze nette 6/16 e 6/17 meno crediti per giocatori ceduti in essere al 6/17) siano finiti nel rimborso a HV7 di prestiti da questa concessa, anche al fine di onorare il debito con Volpi. Ma allora, perché Volpi dice di non essere mai stato rimborsato? E perché Setti ha messo in salvo le azioni del Verona in un’altra società per evitare che gli venissero sottratte da Volpi in sostituzione del pagamento del debito obbligazionario? L’unica spiegazione è che i soldi siano rimasti in HV7 per non si sa quale ragione o che siano stati girati a loro volta in un altra società del gruppo Setti.
            Ipotesi, si dirà, ma almeno adesso fondiamo le ipotesi su numeri e dati di bilancio e non sui “si dice”.

            Ciao Luca e, se hai altre curiosità, chiedi pure. Nei limiti del possibile sarò ben contento di risponderti.

          1. Maxhellas scrive:

            Eccomi qua dopo una prima lettura del bilancio al 30.06.2017 dell’Hellas Verona F.C. Spa
            Questa è una prova per vedere se mi bannano…

            • Maxhellas scrive:

              OK. Esame passato.
              Cercherò di essere sintetico.

              Il bilancio giugno 2017 chiude con una perdita netta di € 216.684, dovuta alle maggiori imposte pagate rispetto al 6/16. L’utile lordo risulta infatti di € 706.832 (+6,8%).
              Il conto economico vede ricavi per 43.4 mln, comprensivi di 25 mln del paracadute, di 6 mln di plusvalenze per cessione di giocatori (12,2 mln al 6/16) e di 1,7 mln di diritti televisivi (26,4 mln per l’anno rima in serie A). I ricavi da biglietti e abbonamenti (giusto per dare un’idea dell’importanza relativa del pubblico) sono di 2,7 mln (4,6 mln l’anno precedente in serie A).

              Riflessioni:
              Il pubblico conta molto poco.
              I diritti per la serie A sono sostanzialmente equivalenti al paracadute

              I costi ammontano complessivamente a € 42,4 mln (55,2 mln al 6/16), cui si aggiungono oneri finanziari di € 0,4 mln (0,7 mln al 6/16).
              La voce principale dei costi è il personale tesserato (30 calciatori e 42 tecnici al 6/17 e 34 calciatori e 39 tecnici al 6/16), pari a 21 mln al 6/17 (29,5 mln al 6/16). Tale componente scende quindi più velocemente delle altre (-29% contro -23% della voce costi complessiva).
              Il personale ordinario (non tesserato) costa 0,7 mln (precisamente 661.000 euro, contro 733000 euro al 6/16) ed è composto da 3 dirigenti, 10 impiegati e 5 operai (4 dirigenti, 9 impiegati e 5 operai al 6/16), quindi la tanto decantata mega struttura della società pare molto poco mega, visto che si tratta di 18 persone…).
              L’ammortamento dei cartellini giocatori (compresi tra le immobilizzazioni immateriali) è di 5,1 mln (5,8 mln al 6/16).
              In calo anche le spese per pubblicità/promozione ed in generale tutte le componenti.
              Rimane non spiegato un totale di 0,8 mln di spese amministrative, anche se l’importo non è gigantesco.
              Le minusvalenze su cessioni giocatori sono 0,5 mln al 6/17 contro 0,8 mln al 6/16, pertanto il calciomercato ha reso al Verona 5,5 mln al 6/17 e 11,4 mln al 6/16.

              Osservazione finale per il conto economico: per quanto si vede, senza plusvalenze cospicue ogni anno il Verona chiuderebbe con perdite ingenti, tali da comprometterne la stabilità economica.

              Venendo allo stato patrimoniale, e risparmiandovi i dettagli voce per voce, vi indico alcuni punti dubbi, di cui non viene data alcuna spiegazione nella nota integrativa al bilancio.

              1) al 30.06.2016 risulta un debito di 7,9 mln con Banca Ifis, interamente rimborsato al 30.06.2017 (infatti non appare più in bilancio). La relativa nota non spiega di cosa si trattasse.
              2) ci sono rimborsi di debiti per complessivi 3,1 mln a società estere e agenti Fifa, di cui però non si dà dettaglio.

              Ma il maggiore dubbio mi viene su quest’ultimo importo:

              3) al 30.06.2016 c’è un debito di 3,9 mln verso HV7 (la società che controllava l’Hellas Verona FC Spa, fino a giugno 2016-controllo poi trasferito alla Falco Investments SA, come abbiamo letto dai giornali e confermato nelle nota al bilancio). Ebbene, questo debito viene totalmente rimborsato nell’esercizio che si chiude al 30.06.2017, senza che vi sia una parola che spieghi a cosa si riferisse tale debito. 3,9 mln sono l’8% del totale attivo del Verona, per dare un’idea delle proporzioni.

              Alcune curiosità per finire:

              Il parco giocatori è valorizzato in bilancio a 8,9 mln (13,6 mln al 6/16).
              Il credito verso la HV Marketing & Communications per la cessione del marchio avvenuta alcuni anni fa è di 12,5 mln.
              Dalle varie cessioni fatte, risultano crediti in essere (quindi non ancora pagate) per 11,2 mln, di cui 3 mln per Ionita da ricevere dal Cagliari, 2,3 mln per Gollini dall’Aston Villa, 1,5 mln per Hellander dal Bologna, 1 mln per Sala dalla Samp e 1 mln per tale Andriuoli dal Genoa (qui c’è una vicenda piuttosto pittoresca sotto-se qualcuno è interessato ne parliamo), 0,7 mln per Hallfredsson dall’Udinese, 0,7 mln per Lancia dalla Samp, ed altri minori.

              Infine, credo sarebbe opportuno, pur rimanendo alcuni aspetti dubbi anche di sensibile entità (soprattutto i 3,9 mln di debiti verso la HV7 estinti nell’ultimo esercizio) dare una guardata anche ai bilanci al 6/16 e al 6/15.

              • Maxhellas scrive:

                Dimenticavo:

                I costi pubblicitari e promozionali al 6/17 erano di € 0,5 mln, contro 2,2 mln al 6/16 (per nulla dettagliati), quelli amministrativi e generali (solo parzialmente dettagliati, come detto sopra) erano 2,05 mln al 6/17 e 3,4 mln al 6/16. In entrambe queste categorie di spese si possono (bisognerebbe guardare le fatture) essere annidati giri a società o persone legate al proprietario. Dico possono, perché, ripeto, il dettaglio non c’è e comunque per averne prova si dovrebbero guardare le fatture. Diciamo però che pare strano che gli oneri amministrativi diversi e quelli per attività promozionali, normalmente componenti più fisse che variabili, riescano a scendere in linea con le minori disponibilità provenienti dai ricavi.

                • Simone scrive:

                  Maxhellas, a me sembra piuttosto chiara, ancora una volta, una cosa, anche dopo aver letto questa tua attenta analisi. Sicuramente ci sono delle voci poco chiare perché non specificate, eccetera, ma non credo più della media delle altre società, senza andare nei dettagli. La verità è che, come hanno già detto più volte negli ultimi due anni e mezzo proprio gli esponenti della società tra cui Setti stesso, la proprietà ha come priorità il mantenimento del bilancio entro certi parametri, senza rischiare nulla, e che infatti sulla squadra Setti di suo non investirà più nulla, e anzi sarà probabilmente un disinvestimento progressivo per il semplice motivo che se un tempo poteva investire facendo affidamento su soldi altrui, ora quei soldi non solo non li ha ma li deve pure far tornare almeno in parte al mittente (sarebbe interessante sapere quanti, ma ad ora credo sia praticamente impossibile venire a capo di questa domanda). L’unica cosa quindi che si può pretendere da questa società è questo punto. Aspettando che ne subentri magari un’altra in grado di poter tornare ad investire.

                • RH scrive:

                  Intanto, tanto di cappello per il lavoro svolto.
                  Alcune riflessioni molto prolisse sulla situazione
                  1.Non è vero che il pubblico è quasi ininfluente, perché se è vero che in percentuale è relativamente ininfluente, è anche vero che avere più pubblico è un differenziale che hai nei confronti delle società che non lo hanno. avendo il bilancio più o meno in pari, con lo stesso introito di pubblico avuto in serie A si sarebbe chiuso con circa +2mln, utilissimi per pagare un discreto giocatore, o due forti in prestito, oppure un anno di ingaggio a Pazzini, che or ora sarebbe un punto fermo invece che un esubero (sempre che l’obiettivo sia cercare la A a bilancio 0, e non SOLO l’utile).

                  2. Se il prestito alla banca non è nulla di oscuro (possibile finanziamento, generale per avere liquidi da pagare qualsiasi cosa, da stipendi a stadio, probabilmente dati dal fatto che diritti tv e simili si spartiscono verso agosto mi pare), io mi chiedo la quota parte ad agenti fifa, visto che non ho ricordi di acquisti all’estero, salvo Zuculini che attualmente non ha agente, ma in passato era seguito da FF. Agente Fifa dovrebbe voler dire solo riguardo a scambi internazionali; intranazionali si chiamano procuratori sportivi; se manca voce relativa, facile siano considerati tutti lì dentro (di per sé la cifra è in linea con tutte le altre, ma dà l’idea di quanto contino i procuratori nel calcio.. Se penso che il loro ruolo è praticamente nullo a livello funzionale, dovrebbe solo assicurarsi la correttezza dei contratti, quando in realtà di fatto gestisce gli assistiti come burattini).
                  Il terzo punto che indichi è piuttosto oscuro in effetti, e penso abbia a che fare col contenzioso tra la HV7 e la società di Volpi; dubito che quei soldi siano in tasca a Setti (che penso si ciucci parte di quel 0.8mln, che visto vicino alle altre cifre non vuol dire nulla, ma mettiamo anche fossero 0.2mln quelli che prende lui, detta così sembrano pochi ma sono 200.000 euro, cifra che i più prendo in 10 anni di lavoro..) per il semplice fatto che la HV7 è in rosso e deve soldi a Volpi secondo quanto esce da varie inchieste, probabilmente quel prestito serve a ripagare i soldi prestati da Volpi.
                  3. tornando sugli 0.8, penso siano comprensivi delle multe e della gestione degli steward, che da amici che lavorano dentro so essere molto più onerosa di quel che si pensi (quanto ci hanno mangiato con la scusa dell’aumento controlli causa isis e allarmismi vari!) ma di solito è lì che si preleva qualcosa e a me come spese sembrano gran basse.
                  4. Non mi meraviglia affatto che i costi pubblicitari siano dimezzati; ricordo la tournée in Brasile e tutti gli sforzi di marketing in America Latina, che con la vendita di RM4 si sono azzerati, inoltre nella comunicazione sono cambiate tante cose in quest’anno, hanno ridimensionato molto da quel punto di vista
                  5. Le spese amministrative sono diminuite perché furono altissime due anni fa, dovendo cambiare sede e dovendo gestire comunicazioni maggiori, c’è però da dire che la differenza è alta, e forse qualcosa si tirava su da lì.
                  6. Non c’entra molto, e so che è uno stratagemma per far risultare plusvalenze quelle di vendere giovani valutati a cifre decisamente spropositate, ma mi chiedo se non ci sia modo a livello federale di dare valutazioni più corrette ai giocatori. A me sembra veramente poca cosa una rosa 8mln di valutazione della rosa

                  Complessivamente però leggendo i bilanci in questi anni mi sento di dire che il Setti è descritto molto peggio di quanto non sia realmente; mi fa strano che gli venga continuamente dato dell’incompetente. Gli danno del ladro, e salvo qualche nero che sicuramente ci sarà, mi sembra stia a pari bilancio a fatica e perciò non mi sento di dire che lo sia. No chiedo, quanti tifosi del Verona si sentirebbero di metter più soldi in un mondo dove la palla è tonda, e in cui paradossalmente sei retrocesso l’unico anno in cui hai provato a fare invesimenti. Le colpe che gli vanno imputate a mio avviso sono di natura sportiva e comunicativa, mi chiedo infatti se a parità di budget non si potesse fare una squadra più bilanciata numericamente e tecnicamente, e se sia proprio necessario che nel Verona gravitino praticamente solo personaggi che con Verona e con il Verona spesso non solo non hanno nulla che li leghi, ma addirittura che siano sfacciatamente contrari alla Storia che da sempre ci ha contraddistinto (la gestione di tutti gli eroi della gloriosa era mandorliniana trattati a pesci in faccia, sostituiti dai vari del Neri, Fusco, pecchia, tanti giocatori neri scarsi, cassano, margiotta, altri exgiocatoriChievo in organigramma, bilanciati appena da Mazzola e Corrent, che comunque gran parte della carriera l’ha fatta lontano dal gialloblu, che sanno cosa voglia dire Verona. Senza considerare le cadute sulla Storia, la mercificazione del colore e il mancato utilizzo dei simboli, oltre che una velleitaria e superficiale accondiscendenza se dall’altra parte usano ciò che ci appartiene)

                  • Maxhellas scrive:

                    Qualche risposta: i costi amministrativi e generali nulla hanno a che vedere con quelli di “gestione” di stadio e squadre.
                    Nel dettaglio della voce “costi per prestazione di servizi:
                    Costi attività sportiva settore giovanile 0,6 mln (come al 6/16)
                    Costi attività sportiva prima squadra 1,3 mln (1,45 mln al 6/16)
                    Costi per consulenze sportive e procuratori 1,65 mln (1,67 mln al 6/16)
                    Costi per servizi stadio Bentegodi 0,7 mln (0,9 mln al 6/16)
                    Assicurative e previdenziali 0,1 mln (come al 6/16)
                    Costi pubblicitari e promozionali 0,55 mln (2,2 mln al 6/16)
                    Costi amministrativi e generali 2,05 mln (3,4 mln al 6/16)

                    Le multe sono comprese tra gli oneri diversi di gestione e ammontano a 14.000 euro al 6/17 e a 50.000 euro al 6/16.

                    Per quanto concerne la trasparenza delle voci, ovvio che nessun bilancio ti presenterà chiaramente eventuali comportamenti scorretti. Rilevo solo che, come da me ipotizzato prima di leggere il bilancio del Verona, le voci più “ballerine” sono proprio quelle che di solito vengono usate per fini non proprio corretti.

                    In merito all’equilibrio economico e patrimoniale della società, il lato curioso è che, senza le plusvalenze da calciomercato, i due ultimi esercizi avrebbero chiuso in perdita (5 la perdita ante imposte al 6/17 e 10,7 mln al 6/16). Mi chiedo come si potrà andare avanti con un parco giocatori che frutta sempre meno plusvalenze, a meno di riuscire sempre a ridurre corrispondentemente i costi.

                    La rosa è valutata in bilancio 8,9 mln, ma non è detto che sia questo il suo effettivo valore. Come funziona? Compri il giocatore a 5 mln con contratto a 5 anni; scrivi 5 mln in attivo (immobilizzazioni immatreriali) e ogni anno ammortizzi per il valore pagato per il cartellino (5 mln) diviso per gli anni del contratto (5), nell’esempio l’ammortamento è di 1 mln all’anno. Se poi alla fine del 3 anno, con un valore residuo in bilancio di 2 mln per il cartellino, vendi il giocatore a 5 mln (quindi in pari rispetto al prezzo di acquisto), andrai comunque a segnare plusvalenze per 3 mln (che compensano i 3 mln di ammortamento già spesati nei 3 esercizi precedenti) e 2 mln di ricavi che nettano la voce patrimoniale delle immobilizzazioni immateriali.
                    Ecco perché non è detto che la rosa abbia sul mercato il valore riportato nelle immobilizzazioni immateriali. Potrebbe essere maggiore o minore. Il valore reale di mercato dipende da come evolve il valore di ogni giocatore, il valore contabile da quanto pagato e da quanti ammortamenti sono stati fatti.

                    Nessuno si aspettava di trovare una voce che dicesse chiaramente “trasferimento di fondi a società correlata” o “oneri fittizi riconosciuti a soggetti correlati”. Tuttavia, ripeto, sono proprio le voci normalmente usate a tale scopo quelle meno spiegate. Per quanto riguarda le altre ci sono tabelle fatte molto bene e dettagli anche interessanti. Per quelle no. Non è una prova. Diciamo che rafforza il sospetto.

                    Dal canto mio, se dovessi affidare il Verona sulla base del bilancio, non credo lo farei, se non sul breve e brevissimo termine, perché la struttura del conto economico mi suggerisce che, terminate le plusvalenze, in 2 anni mi si azzera il patrimonio netto. Il che vuol dire fallimento, a meno che gli azionisti reintegrino.

            1. Stefano scrive:

              Cambiar titolo: LA CONTA DEI RENSI mi sembra più appropriato.

              1. Paolone scrive:

                Siamo sicuri che Pecchia e Fusco siano quelli che “ne fanno una questione personale”?
                A memoria e senza pretesa di essere esaustivo ricordo, almeno qui sul blog, commenti del tipo:
                Fusco teron, Pecchia teron ancà lù (per l’accento pare perché è nato a Formia) tanto che ad un certo punto in trasmissione si è incazzato giustamente anche Vighini ricordando le origini di Maietta (ex capitano gialloblù) e di un signore di nome Galderisi (nato a Salerno).
                Subito dopo un politico, di cui non ricordo il nome, ha blaterato qualcosa sulla sua pagina facebook relativamente a delle mozzarelle scadute…Questo gentleman siede in consiglio regionale alè alè bum bum vivà vivà.
                Infine anche la Curva, depositaria del tifo più puro, alla terza giornata di campionato ha pensato di intonare DURANTE I 90 MINUTI, il salmo ben noto. Ora va bene che la partita contro la Fiore è stata avvilente ma alla TERZA GIORNATA non è un pò presto per cantare il de profundis? Fermo restando il sacrosanto diritto di critica (meglio se a fine partita). Lasciamo stare gli altri settori dello stadio.
                In conclusione, senza voler generalizzare e consapevole che chi scrive sui blog è una percentuale infinitesima di chi legge, mi pare che sia stato anche qualcuno “di Noi” a metterla sul personale andando ben oltre il diritto di critica.

                • michele scrive:

                  le critiche a Fusco Pecchia e Setti sono meritate, al di là dell’espressioni colorite che lasciano il tempo che trovano, ora più che alla 3 giornata, ma già allora si capiva l’andazzo.
                  Setti è senza soldi e la società è alla canna del gas dovremmo esserne contenti?

                • Nucky scrive:

                  Pecchia e Fusco criticati perchè napoletani, mentre Setti che è nordico no, mi sembra palese.

                1. mir/=\ko scrive:

                  caro Setti: sognavi successi sportivi in stile Borussia e ti sei ridotto a collezionare figure di merd…… !!! SETTI VATTENE!!! purtroppo le tue figure di merd… sono anche le nostre….

                  1. Dandy scrive:

                    Sick, Bessa non è un trequartista anzi, se leggi la sua carriera ti accorgerai che spesso ha fatto proprio il centrocampista centrale in un centrocampo a 2.

                    • Stefano scrive:

                      Bessa è un trequartista, e con l’Inter ha vinto un campionato primavera giocando dietro le punte. Che poi oggi in Italia nessun allenatore voglia giocare col fantasista drio le punte è un altro discorso. Da quando ha 20 anni Bessa viene ADATTATO centrocampista con scarsi risultati.

                      • Sick boy scrive:

                        Esatto…

                        • Simone scrive:

                          La miglior stagione, nonché l’unica degna di essere segnalata, in un campionato professionista da parte di Bessa è stata quella dell’anno scorso in B, dove ha giocato prevalentemente in un centrocampo a 3, all’inizio da mezzala pura, poi da un po’ più avanzato con Zuculini centrale e Fossati spostato sul centro destra.

                          • Simone scrive:

                            Bessa a Como fece bene in una squadra arrivata ultima in classifica. Ricordo perfettamente un’intervista sulla gazzetta ad un giornalista che seguiva la b lo scorso anno, in cui si diceva stupito dalla continuità di rendimento di Bessa, cosa che “gli mancava a Como”. Bessa stesso ha dichiarato che quella dello scorso anno fu la sua miglior stagione in assoluto e di gran lunga. Non neghiamo l’evidenza almeno. Tra l’altro io avevo espresso perplessità ben precise sul suo reale valore già lo scorso anno. Quindi la mia risposta è ben chiara e detta in tempi non sospetti dai più.

                          • Sick boy scrive:

                            Con la squadra dell’anno scorso potevi metterlo a fare anche il terzino,che avrebbe reso comunque.in ogni caso non voglio riaccendere discussioni vecchie e inutili.Considero questo giocatore da serie A comunque,la B gli stava stretta.L’anno di como (?) fa testo si e no

                    1. Luca scrive:

                      CURVA SUD MARCHE
                      Sapete dirmi quando iniziano gli allenamenti? Siccome non ho avuto modo di seguire quelli del precampionato che giustificavano l'assenza da titolare di Pazzini per scarso impegno ora vorrei vedere come si allena Fossati per poi giustificare l'utilizzo del fenomeno Calvano. Grazie!

                      • Parmenide scrive:

                        Calvano? Era stato messo fuori rosa ora addirittura sostituisce Fossati…. Credo che noi non capiamo nulla di calcio! Hahahaha. … Caro Luca non ho ai visto un presidente ed una dirigenza così senza vergogna!

                      1. Francesco Barana scrive:

                        Qualche genio qua commenta a sproposito. Io non me la prendo con Cerci alle Maldive (di cui però si potrebbe discutere, al di là dei tecnicismi legati alle ferie da contratto), ma lo sconcerto è legato alla foto nel giorno della partita. La forma che in un contesto come l’attuale (di sofferenza) è sostanza. Ma per alcuni va bene tutto, pare. Poi la mia speranza è che Cerci torni in fretta e bene, dato che è il più forte giocatore che abbiamo e la sua assenza sta pesando. Ma questo è un altro discorso. Riflettere prima di scrivere, grazie.

                        • Parmenide scrive:

                          Mi spiace ma sulla questione Cerci c’è un nanismo culturale devastante. Qua si guarda al dito e non alla luna, si sta attaccando forse l’unico campione che abbiamo solo perché e’ andato in vacanza. Ma saranno pure c…i suoi? E se tutto ciò potesse contribuire a rimetterla in forma ( dio solo sa quanto ne abbiamo bisogno) ed allora ben venga soprattutto sapendo che per lui, saltando Napule ( partita persa in partenza) i giorni per riprendersi sono veramente tanti.
                          Questo disfattismo nei confronti del giocatore non porta a nulla!

                        • Maxhellas scrive:

                          Non ti preoccupare, Francesco, quelli per cui va bene tutto o sono ciechi o sono nick di gente al soldo di Setti.
                          Altrimenti non è spiegabile.
                          Perfino Vighini, dal quale sono stato bannato a vita per aver sostenuto quanto anche lui dice nel suo ultimo post, solo che lo scrivevo nella stagione 2014/15, ha finalmente capito!

                        1. stefano 50/60 scrive:

                          ciao Francesco…non è che fusco l’ hai visto un pò più con la coda fra le gambe per i suoi presunti errori…….l’ hai visto così semplicemente perchè anche il più làido dei lacchè si vergogna prima o poi a coprire le malefatte del datore di lavoro……sentire dichiarazioni viscide dello staff, vedere interviste o gesta di qualche giocatore col cervello pieno di mosche da merda è la prova lampante di chi abbiamo alla proprietà del Verona, visto che il pesce puzza sempre dalla testa….ironia della sorte uno di quelli che comunque merita rispetto è Caceres…..ma esser caduti, dopo il baccalà malefico, nelle grinfie di un trècartaro carpigiano è quanto di più amaro ed offensivo possa esser capitato alla gente che ama l’ Hellas…..ps, tanto per restar in tema di porcherie, vista dopo la spedizione punitiva in corso cavour la guerriglia di sabato a pompei ?…ma si sa, gli insulti provengono da noi veneti razzisti nazisti fascisti leghisti populisti incestuosi ed etilisti ( fotografo di merda dixit ) …le persone terrorizzate a Verona e gli agenti feriti invece vengono dalla borghesia colta di partenope…..

                          1. Dandy scrive:

                            Esimio e stimabile Stefano: te me fe pissar nei calsetti. Il fatto che secondo te Bessa avrebbe dovuto rientrare cupo in volto per il primo tempo (tenendo dignitosamente sul campo della prima in classifica che aveva solo una quarantina di punti più di noi) che avevamo fatto fa capire quale misura hai della nostra squadra…

                            • Stefano scrive:

                              Solo secondo me???!! Te ridomando…ma ndo viveto? Lontan da Verona me par. Dai alà, pisete nele braghete e va in mona.

                            1. Dandy scrive:

                              Ah ah ah…nell'epoca dei social a tutto spiano in cui Naingollan fa quello che fa in rete ci stupiamo perché Cerci e moglie (già noti per scivoloni ben più marchiani) postano una foto innocente nel corso delle ferie che regolarmente hanno da contratto? Dai, siamo seri, vediamo di contestare le cose che vanno contestate (vedi lettera di Cesare sul blog di Micheloni) e non le c@zzate tipo questa o tipo lo scambio di maglia a fine primo tempo (sono professionisti, non so se avete visto che prima della partita non si guardano in cagnesco ma ridono e scherzano insieme, in barba alle tifoserie)

                              • Stefano scrive:

                                Scivoloni che non ebbero ripercussioni sul Torino, dal quale il bellicapelli di Velletri si apprestava a sganciarsi sospinto da sogni di gloria e velleità. Per chi non lo sapesse, dandorello sta parlando dell’esternazione infelice di miss Cerci sui social, la quale disse tout-court che i tifosi del Toro, amareggiati per la partenza del suo compagno, non meritavano di ammirare con la maglia granata la fulgida stella ex Roma e che se ne andavano felici e beati “nel calcio che conta”. Per quanto riguarda lo scambio di divise fra giocatori che si stimano a vicenda, tedioso e allucinato dandorello, l’ho visto fare SOLO IN AMICHEVOLE A FINE PRIMO TEMPO. Un Bessa fin qui deludente, che si sta giocando la carriera (fino ad oggi non ha assolutamente dimostrato di poter stare in serie a) oltre alla salvezza del Verona, sarebbe normale che rientrasse negli spogliatoi cupo e coi c0gli0ni girati, soprattutto dopo un primo tempo in cui il Verona non si è reso pericoloso nemmeno una volta.

                              1. Nicola Benato scrive:

                                Si può essere d'accordo o meno sul senso che si dà ad una considerazione, ma non bisogna fare l'errore di prenderne una parte per smer..re il tutto. Il senso dell' articolo si capisce bene, in certi momenti non è opportuno far veder al mondo che te si felice, magari se el zughase nell' Atalanta se lo notare a meno

                                1. paolo scrive:

                                  grande Francesco, analisi perfetta come sempre.

                                  1. Stefano scrive:

                                    Ciao Francesco! Caustico e pertinente come sempre! Hai visto anche te Bessa scambiarsi la maglietta con Allan già alla fine del primo tempo? Non ti sembra surreale questo atteggiamento rilassato e scanzonato dei nostri? Mi allaccio al discorso su Cerci che cazzeggia alle Maldive invece di fare terapia e riabilitazione.

                                    1. pinkhellas scrive:

                                      Barana, no barnaba… Scusa Francesco!!!!!

                                      1. pinkhellas scrive:

                                        Ecco Dandy, visto che a me dici di non iscrivermi alla categoria dei pretestuosi (cmq ti avevo risp), ora ti ha risp anche Barnaba…. Ho scritto quello che pensavo e vedo, tutto qua… Le categorie non c'entrano!!!!

                                        1. Luca scrive:

                                          CURVA SUD MARCHE
                                          Giù le mani dal fenomeno Calvano…. Lo avete visto Fossati in allenamento…. ?
                                          Vi ho avvertito da tempo, è Fusco quello che scrive tante corbellerie. Che miserie Butei !

                                          • Simone scrive:

                                            Ah ah… ecco mister contraddizione. Quel che non sa nemmeno capire ciò che legge, che mi dà appuntamento allo stadio e non si presenta e mi dice che non si rivolgerà più a me ma continua a dirmi c….e in serie senza nemmeno rendersene conto. Chiaro che con ti ripetere gli stessi concetti anche 143 volte sarebbe un tentativo inutile. Sito mia stufo de dir una roba e farne un’altra?

                                          1. Dandy scrive:

                                            Al solito un sacco di argomenti pretestuosi e completamente fuori tempo dato che siamo assolutamente in corsa e con chance di salvezza intatte.
                                            Cito solo i primi che mi vengono in mente ancorché volendo ci sarebbe da pescare a piene mani:
                                            1) operazione Cerci assolutamente intelligente: dato che la scorsa settimana avrebbe dovuto allenarsi a mezzo servizio causa postumo infortunio e comunque un tot di giorni di vacanza sono da riconoscersi da contratto è stato anticipato il suo permesso cosicché questa settimana che il suo fisico ha ripreso meglio rientri il lavoro mentre i compagni stanno in ferie
                                            2) pecchia protesta ma non va bene..c'è gente che sostiene che alla prima di campionato abbia esultato al gol del Napoli (sic…miserie) e quindi se rimane serafico non va bene, se protesta e durante la gara si fa trascinare emotivamente (sintomo che ci tiene e mette tutto se stesso) non va bene, chissa se qualcuno degli atteggiamenti andrebbe bene o sarebbe comunque sbagliato a prescindere
                                            3) le grandi giocano al "gatto col topo". Io ieri ho visto un Napoli ch è partito a razzo con grande foga e determinazione (sottolineato anche dai commentatori di Sky), altroché gatto col topo…e ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per sbloccare una gara che, anche grazie a un Po di fortuna per noi, stava diventando complicata
                                            Mi domando se l'atteggiamento in un momento chiave del campionato del Verona, che è il bene supremo e a cui un ambiente compatto gioverebbe, sarebbe lo stesso qualora foste ancora media partner

                                            • Andrea scrive:

                                              Quoto Dandy.

                                              Specie i punti 2 e 3.

                                            • massi scrive:

                                              Complimenti, tu si che capisci…………..ma proprio tutto…

                                            • Sick boy scrive:

                                              Cerci-Ok,ma siccome giochi in una squadra che sta andando da bestie, io societa’ ti rompo le palle se posti foto del genere sui social in un momento cosi.Poi io sono uno che vieterebbe i social ai miei tesserati durante la stagione, quindi non faccio molto testo.
                                              Pecchia- Ieri ha visto anche Bocelli che non c’era filtro a centrocampo, mettere dentro Fossati e far giocare Bessa nel suo ruolo evidentemente era troppo pacchiano per il genio di Formia. Poi si fa espellere per proteste su un gol regolare.Boh, sinceramente non so piu’ se piangere o ridere.

                                              • Simone scrive:

                                                Concordo su cerci ma soprattutto sul concetto di social. Solo che credo vietarlo sia illegale. Infatti i le fa tutti, in qualunque società. Su Fossati: perché, quest’anno lo hai visto fare filtro a centrocampo per caso? Tipo col Bologna vs donsah? Che ghe sia un motivo per cui nessun allenatore finora in A non ponha mai voluto?

                                                • Stefano scrive:

                                                  Embeh perché calvano, scarto della Tuttocuoio, che filtro fa??? Filtrofiore Bonomelli? Quante parole vuote

                                                  • Simone scrive:

                                                    Chi, calvano entrato al 37esimo minuto sul 2 a 0 ? Eto perso la partita par quela o perché ghe sta due errori di Nicolas e Caracciolo? Fossati lo hai visto in allenamento ultimamente? Lo hai visto in partita? Sbassa le reciete se te vol argomentar.

                                                  • Stefano scrive:

                                                    Fossati non fa filtro e non imposta meglio di Calvano????? No Oriali, CALVANO??? Ma smettila, sei ridicolo.

                                                  • Simone scrive:

                                                    Non è che se x non fa filtro, allora y lo faccia meglio. Parole piene le tue..

                                                • Sick boy scrive:

                                                  Si,ma neanche un trequartista a fare il mediano,porta pazienza! col bologna ha sbagliato son d’accordo,ma un’altra occasione gliela darei. Sui social se guardi i protagonisti sono sempre Icardi con la nara,balotelli,naingollan adesso e tutta la compagnia degna del Salone del libro. Per quanto non sopporto la juve,ma mai sentiti giocatori farsi notare per le cavolate online.Non li puoi vietare,ma metti delle regole e dei paletti.

                                                  • Sick boy scrive:

                                                    qui non son per niente d’accordo, mi dispiace.

                                                  • Simone scrive:

                                                    L’identità della squadra sta nel fatto che hai diversi schemi di gioco assorbiti e diverse maniere che la squadra ha a livello di impostazione. E diversi giocatori che possono fare diversi ruoli. A livello di fase difensiva ieri poco da dire. A livello offensivo ti è mancato il contropiede. Ma giocavi anche contro la miglior squadra del campionato con miglior attacco e miglior difesa. Bessa , piccolo dato statistico e significativo, ieri è stato il giocatore che ha recuperato più palloni a centrocampo. 10.

                                                  • Sick boy scrive:

                                                    Son d’accordo, premetto che ovviamente non consideravo quella di ieri una partita in cui avremmo potuto portare a casa punti,e che non sapremo mai come sarebbe andata a finire senza il gol di Kulibaly. Pero’ ecco,Romulo ha cambiato quanti,2-3 ruoli ieri? cioe’ dopo 20 partite un minimo di identita’ alla squadra lo vogliamo dare? Poi,sei 2-0 e metti dentro Pazzini,provare le 2 punte mai? siamo d’accordo che da solo non ti fa reparto sulle ripartenze,come Kean, pero’ io rimango convinto che doveva (ormai lo do per ceduto) un elemento imprescindibile per la nostra squadra.
                                                    Su Cerci la mia critica era verso la societa’ e la sua debolezza,che si manifesta anche attraverso queste cose.Che poi non sia nulla di grave siamo d’accordo.

                                                  • Simone scrive:

                                                    Infine, sick, piccolo dato statistico: il giocatore che ieri ha recuperato più palloni a centrocampo durante la partita è stato…. Bessa (10 palle recuperate).

                                                  • Simone scrive:

                                                    Su cerci il post è stato inopportuno. La sostanza è che è andato in ferie prima degli ajtri per poter allenarsi prima in vista della partita col Crotone, infatti domani tornerà a peschiera. Se gli daranno una multa non lo so, ci può stare, ma non ne farei una tragedia. L’idiozia di per sè lo è. Icardi ha fatto di peggio eh.. Dani Alves pure. Col Napoli tutte le squadre hanno subito l’iniziativa, figuriamoci la nostra. I gol sono stati tuttavia presi su quelle due leggerezze. Non possiamo sapere come sarebbe andata se. Altrimenti le partite tanto vale non giocarle.

                                                  • Sick boy scrive:

                                                    Erano sempre li,spiace aver preso gol su una papera (il secondo e’ venuto da se) ,ma prima o dopo la buttavano dentro comunque. Per Fossati mi sembra stano, come mi sembra strano riconsiderare Calvano adesso.
                                                    Sui social vero di dybala e alves,ma mi sono spiegato male io: mai postato nulla in periodi inopportuni o che andava a danneggiare l’immagine di una societa’ dicevo.Pena provvedimenti disciplinari,quelli che ha preso la Roma (giustamente) con Naingollan.

                                                  • Simone scrive:

                                                    Fossati io non lo vedo in allenamento, e a livello di filtro finora ha fatto male. Questo ciò che ho visto. Juventus: Dani alves o dybala no che i sia sta dei santi eh.. col Napoli ci sarà stato poco filtro ma hanno segnato su due errori di Nicolas e uno di Caracciolo..

                                            • Simone scrive:

                                              1. Esatto. Cerci ha avuto un permesso di vacanze anticipato rispetto ai compagni perché tornerà a lavorare domani quando gli altri andranno in ferie per recuperare al meglio che può in vista della partita col Crotone. La cosa è ufficiale. Vero che lui poteva risparmiarsi certi post, come avrebbero potuto farlo in altre realtà i vari Icardi, Nainggolan, Dybala, eccetera eccetera eccetera… 2. Pecchia ha protestato troppo e ha ammesso l’errire, ammettendo che probabilmente non ha aiutato il “pregresso” con l’arbitro. Guidolin sarà stato squalificato trenta volte in carriera dichiarando che in fondo vedere le partite dalla tribuna è quasi meglio. Problema relativo. 3. Vero. Se c’era una squadra che ieri si stava innervosendo ad un certo punto era il Napoli, che ha segnato il primo gol per una doppia leggerezza di Caracciolo e Nicolas, è il secondo per un errore di Nicolas che è entrato col pallone in porta manco fosse un tiro di mark lenders. 4. Mercato: questa estate Francesco disse che c’era da stare tranquilli e godersi le vacanze estive in tutta tranquillità. Cosa per altro credo fatta da tutti, me compreso. Ma su era capito fin da subito, e poi col tempo, che tipo di mercato sarebbe stato. Forse se c’era da criticare in questo senso c’era da farlo allora, non quando i giochi sono stati fatti. 5. Ieri c’è stato un certo ordine tattico. Con Crotone bisogna vincere e quindi tentare un altro tipo di partita. Scontri diretti giocati male dove abbiamo meritato la sconfitta al di là del risultato finora sono stati a Cagliari (e a Udine anche se non lo considero uno scontro diretto).

                                            1. Ruspa62 scrive:

                                              Il trio Setti, Fusco e Pecchia ne fa una questione personale solo perché sono accecati dalla loro presunzione che li porta a negare tutti i loro errori e a non capire di cosa abbia bisogno la squadra. Da quando esiste il calcio la prima regola per una squadra che si deve salvare è cercare di non prenderle, quindi di curare al massimo la difesa. Dove pensano di andare questi continuando ad incassare una media di 2 gol a partita? La loro incapacità non porta da nessuna parte. Quanto alle conferenze stampa non vedo l'ora che i giornalisti si decidano a non andarci così finiranno di farle, tanto per quello che dicono non vale proprio la pena ascoltarli.

                                              1. mir/=\ko scrive:

                                                SERVE UN COMPRATORE PER IL PROSSIMO ANNO!!! AAA PRESIDENTE CERCASI. DOPO IL PARACADUTE L'ABBANDONO DEFINITIVO DELLE SCENE DI SETTI!!! TUTTO COME DA SCONTATO COPIONE!!!

                                                1. Dandy scrive:

                                                  Pinkellas non iscriverti alla categoria degli pretestuosi per favore…i calciatori hanno 7 giorni di vacanza da contratto collettivo, che gli DEVONO essere riconosciuti dai datori di lavoro (nei quali ovviamente fanno io che vogliono). È proprio questo atteggiamento che ci rende poco credibili quando critichiamo ciò che giustamente va criticato (simbolo, colori ecc…).

                                                  • Stefano scrive:

                                                    La smetti di appiccicare etichette agli utenti che non la pensano come te?? Almeno ne dicessi una giusta ogni tanto. Poi però tu sei il primo che si lamenta di quelli che scrivono arringhe e requisitorie contro la società. Fammi capire…tu puoi dare delle grole, haters, rensi, strisciati, pretestuosi, mestruati (ho perso il conto degli epiteti che hai usato in questi anni) a chicchessia, mentre gli altri i gha da tasar o darte reson??? Ma ndo viveto?? Sorete vecio, te scomensie a star sule bale…

                                                  1. Tomhv scrive:

                                                    Ma el problema le se le ferie de cerci le paghelo setti o cerci ?? Alo tolto El resort mezza pensione o all inclusive ?? Queste ie le domande

                                                    1. mir/=\ko scrive:

                                                      quale mercato in estate??? di questo passo, per la prossima serie B, Fusco sarà costretto a pescare nei Dilettanti…!!! il che potrebbe rivelarsi persino più proficuo di quanto avviene ora con l'approvvigionamento dei top player delle Primavera Strisciate…!!! Kevin Lasagna, ex Cerea (Bassa Veronese!!) ce lo siamo fatti fottere dal Carpi!!!!!! e il duo Fusco/Marotta si godoni lo straordinario capolavoro Kean….

                                                      1. mir/=\ko scrive:

                                                        Cerci merita un presidente come Setti ed un club "in miseria" come il Verona di Setti. se Cerci è qui assieme a Souprayen, Nicolas, Kean, Fares & Co. vuol dire che è pressoché finito!! attaccarsi al caso Cerci è assurdo così come è assurdo il comportamento infantile di una curva che guarda il dito e non la luna!! il problema vero non è nemmeno più legato a questo campionato e a tutto ciò che ad esso è legato, poiché già compromesso in estate!!! bensì alla stagione prossima in cui saremo ridotti a far da comparsa col rischio di essere in lotta per scongiurare i play out. QUANTO HA INVESTITO PASTORELLO 2 NEGLI ULTIMI DUE MERCATI ESTIVI??? credo che Pastorello da Carpi abbia investito in due anni per l'acquisto di cartellini poco più di 3 milioni di €… mi sono tenuto largo!!! e questo per affrontare un campionato di B ed uno di A, non due campionati di C2!!!! a fronte di quanti introiti??? si diceva in estate della necessità di arginare i costi di gestione intorno ad una cifra complessiva di 16 milioni di euro annui… tutto il rimanente??? non c'erano denari per poter tesserare almeno un paio di elementi "non bolliti" degni della serie A???????

                                                        1. pinkhellas scrive:

                                                          Dandy…. A che Cerci sta facendo riabilitazione, e staccando Na settimana sto qua non recupera più…. Tutto qua. Magari poteva andare qs sett come tutti i suoi compagni… E intanro proseguiva il recupero… Ma probabilmente sua moglie qs sett non aveva le ferie…. DB….

                                                          1. Luigi scrive:

                                                            Lapalissiano.Coplimenti.

                                                            1. Parmenide scrive:

                                                              A loro interessa ( corretto nel loro mondo) l’aspetto economico, se poi arriva la salvezza tanto meglio! E’ evidente questa strategia aziendale ed ineccepibile. L’ultima possibilità e’ questo mercato; devi liberarti di costi quali Pazzini ed altri ( attenzione, io penso che all’ultima ora potrebbe esserci qualche altra uscita Nobile), vendere chi ha mercato ( Fossati ed altri), prendere per valorizzare e poi rivendere a fine stagione chi in questi anni non ha giocato ( i famosi 4 innesti di Fusco) a prescindere dal ruolo e ne frattempo hai due buone opzioni. 1) se rimani in A hai un l’auto compenso. 2) se vai n B un ottimo paracadute. Nel frattempo Pecchia continua il suo lavoro sul campo, Fusco ristruttura con meno costi l’azienda e Setti trova il mercante dove poter vendere la sua merce al miglio offerente: l’Hellas. Inutile agitarsi, lo hanno dichiarato sin dall’inizio. Speriamo solo che tutto avvenga nel miglior modo possibile e senza traumi ( fallimenti o fusioni) e che poi arrivi un nuovo Presidente che ALMENO se facciamo goal alla Juventus si emozioni un po’ di più!
                                                              Questi li rivedremo presto in altre piazze perché società di calcio sulle quali guadagnare c’è ne sono molte in giro… Forse e’ la nuova professione e noi, che viviamo di passioni e sacrifici, non possiamo ” quasi” nulla. E’ tutto il sistema fatto così e chiedete i per quale motivo, a differenza di altre Nazioni, in Italia non si favorisce l’azionariato popolare… Dai Butei, cantiamo che alla fine le verità e le ingiustizie verranno fuori..

                                                              1. pinkhellas scrive:

                                                                Ho scritto proprio ieri su Cerci, uno che deve recuperare su un infortunio non va I vacanza ma il problema è che Setti non vuole nessuno contro quindi accontenta le richieste. Gli unici che potrebbero far dispetto per non retrocedere sono proprio i giocatori. Ma probabilmente tutto è già scritto!!!! Amen….

                                                                1. mir/=\ko scrive:

                                                                  ah ah ah…. ma la serie A non era così scobtatamente conveniente secondo alcuni commercialisti/mega imprenditori del blog??? non ci "dovevano" essere forse paragoni tra la serie maggiore e la cadetteria??? e come mai, allora, Settorello decide di "suicidarsi" con una retrocessione già programmata in estate??? non sarà che il modo per ridurre ancor di più all'osso "ed oltre" le spese si chiama solo ed esclusivamente RETROCESSIONE??? che diviene un vero affare se supportata da un milionario aiuto di stato in stile MADE IN SUD ITALIA???? sono stati presentati mercati indecenti negli ultimi due anni… voglio vedere cosa combina il mago del brand la prox estate!!! occhio alla lega pro… ci toccherà sperare in un nuovo miracolo del Zeitulaev di turno!!!! SETTI SE VUOI RESTARE NEL VERONESE PASSA AL CEREA!!!!

                                                                  1. giacomo scrive:

                                                                    Fosse cerci alle Maldive con la famiglia il problema. Dischi rotti ovvio la conferenza è servita solo per ricordare che tanto la situazione non è drammatica, che la retrocessione era già stata pensata (paracadute salvezza) la permanenza in A una possibilità non così importante soprattutto economicamente

                                                                    1. Dandy scrive:

                                                                      Matteo, alias saugo, faso esattamente quel che voi. Se te ve a lesar el blog de Micheloni te vedare che sulle robe su cui ghe da criticar critico eccome…non su stupidaggini come quella di Cerci perché se invec si critica a prescindere si perde di credibilità.

                                                                      1. mir/=\ko scrive:

                                                                        su Cerci, io sono del tutto in accordo con Dandy. INCREDIBILE MA VERO!!! chissenefrega delle ferie alle Maldive di un infortunato?? faccia ciò che vuole il sign Cerci in un periodo di riabilitazione e di permesso regolarmente concesso dalla società!!! il problema non è Cerci. il problema è chi ha puntato su di lui…!!! ovvero una società che dovrebbe amministrare il Vigasio e non l'hellas

                                                                        1. Matteo scrive:

                                                                          Dandy, alias Setti, pettela li…

                                                                          1. mir/=\ko scrive:

                                                                            ma cos'è tutta questa meraviglia??? società da Lega Pro, mercato "se va bene" da mediocre serie B, ds inventato senza agganci ed idee, allenatore senza gavetta degno di qualche serie inferiore persino alla cadetteria e una seconda guida tecnica da tornei provinciali!!! per non parlare di un presidente totalmente assente, fisicamente e finanziariamente, che non vuole investire ma abilissimo nel disinvestire che ha retto le sorti del nostro Hellas solo grazie ad aiuti di terzi e della lega calcio. insisto nel porre un quesito che ho coniato già 2 anni fa: senza paracadute dove sarebbe Setti che non pagava nemmeno gli stipendi dei suoi giocatori??? dove sarebbe il Verona??? se va bene, a far compagnia al Padova Calcio… forse… è ora di pensare al prox disastroso campionato in cui, insisto, andremo (le premesse ci sono tutte!!!) a far compagnia al Brescia nella lotta per non retrocedere in C… a volte anche i Pastorello tornano!!!!

                                                                          Lascia un Commento

                                                                          Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                                          Accetto i termini sulla privacy

                                                                          *