10
nov 2019
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 6 Commenti
VISUALIZZAZIONI

3.227

UP & DOWN

La partita manifesto. Il Verona a San Siro si è mostrato in tutte quelle sue contraddizioni che raccontiamo da tempo. Up & down, cioè le grandi qualità e i grandi difetti che sono stati tema (e titolo) di un mio recente articolo.

Il Verona del primo tempo si è espresso con le stimmate della squadra di media-alta classifica: ritmo, organizzazione, qualità in mediana e maglie strette in fase difensiva, dove peraltro si è sofferto meno del previsto. Spartito diverso nella ripresa: il Verona quasi senza accorgersene ha messo la testa sott’acqua in una lenta ed esiziale apnea. I motivi? Calo fisico, armi spuntate davanti (il povero Salcedo ha fatto la guerra con uno stuzzicadenti per tutta la partita), cambi non all’altezza. Insomma, la famosa coperta corta. Ovvio, poi, che con le grandi squadre la paghi tutta e con gli interessi. Quante ne abbiamo viste di partite così in vita nostra? Niente di nuovo.

Poco male per classifica, che rimane decisamente buona. Senza mettersi qui a fare tabelle, il Verona può benissimo chiudere il girone d’andata a 21-22 punti. Senza strafare. La salvezza sarà a 36-37 punti (tante squadre in lotta abbassano il quorum). E ora la sosta ci permetterà di avvicinare senza scossoni il recupero di Veloso, una delle tante perle di Coimbra.

Ma la genesi della sconfitta di San Siro me lo conferma: se dal mercato di gennaio arrivasse un attaccante in grado di completarsi con Salcedo, questo Verona potrebbe anche ambire alla parte sinistra della classifica. In attesa dei recuperi di Badu (da valutare con tutta la delicatezza del caso) e Bessa, due che ti migliorano la squadra.

Perché perdere l’occasione di divertirsi?

 

 

3.227 VISUALIZZAZIONI

6 risposte a “UP & DOWN”

Invia commento
  1. Ruspa62 scrive:

    Speriamo che setti legga questo post e a gennaio spenda qualche euro in attacco. Forza Hellas!

    1. Matteo scrive:

      (el Teo)
      io non farei affidamento su Bessa, ho paura che sarà recuperato e ceduto al minimo offerente!
      il passato non da buoni indizi… eviterei illusioni a chi crede giocatori come Kumbulla ed Amrabat restino dopo gennaio/giugno o vengano ceduti a cifre faraoniche…Jorginho è ancora in memoria…

      1. Ma scrive:

        Firmerei per girare a 21/22 punti, il che significa 6/7 punti nelle prossime 7 gare, ma il calendario non mi pare favorevole, alcune delle prossime saranno Fiorentina, Roma, Atalanta, Torino, Lazio… con 3 di queste non c’è partita e noi siamo senza 2 titolarissimi, che fatichiamo a sostituire, ed in generale siamo in lieve calo (da post Sassuolo).
        Zero illusioni per gennaio, solo la speranza di non perdere i 4 migliori (Amrabat, Veloso, Rrhamani, Kumbulla).

        1. DM scrive:

          figuriamoci.
          ormai conosciamo la società.

          gli acquisti saranno i recuperi di bessa e speriamo di badu.

          1. RobyVR scrive:

            Cissà parchè ma mi vedo più gente che va che gente che vien…

            1. mir/=\ko scrive:

              Sento gente folle che parla di Ibrahimovic… Ma non diciamo fesserie, per favore! Sarebbe già di per se importante riuscire a trovare un giocatore in grado di tenere su la squadra. Una sorta di brutta copia di Toni, magari proveniente da qualche campionato estero. Rrhamani e Amrabat, che hanno costi accessibilissimi, non li conosceva nessuno, eppure hanno militato entrambi in squadre prestigiose e con presenze in Champions. Vedremo l'abilità del nostro DS. Per ora si merita la piena sufficienza, al di là che risulti simpatico o meno. Ma senza risorse non so cosa potrà mai combinare

              1. mir/=\ko scrive:

                se se se… scusate, ma sembrate approdati a Verona soltanto ora, senza avere alcuna cognizione di quali sono "SEMPRE" state le imbarazzanti sessioni del mercato di gennaio targate Setti. Gli esuberi importanti delle big non verranno certo a Verona e anche se qualche buon giocatore ne avesse l'intenzione, Setti non avrebbe abbastanza soldi da investire per l'ingaggio. con i 5 milioni del modesto e deludente Stepinski il nostro Setti ha fatto uno sforzo troppo pesante per le sue casse… c'è semmai da sperare che non venda nessuno dell'attuale rosa, più che auspicare altri acquisti! restiamo la rosa con il valore più basso della serie A e questo inquadra già di per se la nostra società e i suoi piani.

                1. Oste Chri scrive:

                  Il secondo tempo mi ricordava i tempi di Mandorlini una volta in vantaggio; tutti bassi a difendere, incapaci di uscire…ieri mi hanno un po deluso si sto lato. Peró mi avevano abituato troppo bene finora…quindi non mi voglio lamentare. Per gennaio oltre la punta che auspichi, io cercherei un vice Veloso, con i piedi buoni….

                Lascia un Commento

                Accetto i termini e condizioni del servizio

                Accetto i termini sulla privacy

                *