15
giu 2020
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 31 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.252

QUELLI CHE L’EUROPA…NO

Dov’eravamo rimasti? Ah sì con il Verona in piena lotta per l’Europa. L’emergenza sanitaria, l’ondata pandemica hanno sospeso il tempo, proiettandoci in un altrove di ansie e preoccupazioni che non contemplavano le robette prosaiche del pallone, quasi ci fosse una damnatio memoriae su tutto il circo pagano che prima ci sembrava indispensabile. Ora si riprende e il pensiero ritorna: provare fino alla fine a dare un senso a un campionato nel quale l’obiettivo della salvezza è già stato virtualmente raggiunto. Il Verona può giocarsela per l’Europa? Senza infortuni sì, questa è l’unica grande incognita. Mentre non credo a un calo fisico, e (mi auguro almeno) nemmeno a giocatori distratti dal mercato o dalle future destinazioni.

Quelli che davvero fatico a capire sono i tifosi…ragionieri. Intendiamoci, sono una minoranza, ma piuttosto chiassosa sui social. Mi riferisco a coloro che preferirebbero che l’Hellas non si qualificasse all’Europa League. Confutata la tesi dell’anticipo della preparazione che sballerebbe i programmi (i nuovi calendari non prevedono pausa tra un campionato e l’altro e quindi la classica preparazione pre-season non ci sarà per nessuno), ora si fa strada quella dell’accesso in Europa League che aumenterebbe il costo degli ingaggi dei giocatori a fronte di entrate solo di qualche milione di euro. Questo ragionamento è la sublimazione massima del tifoso…contabile.

Poi non ci lamentiamo, allora, se Setti per anni ce l’ha menata con lo slogan “prima il bilancio” per giustificare stagioni e squadre indegne: se il tifoso rinuncia in partenza alle emozioni, a sognare, allora possiamo chiudere qua la baracca e andarcene a casa. Che facciamo, quindi? Mettiamo in cascina i punti che ci rimangono per la fatidica (e ridicola, dato che ci si salva ormai da “secoli” a molto meno) quota 40 e poi giochiamo le partitelle del giovedì?

E’ vitale puntare sempre più in alto, anche perché sul piano tecnico le possibilità ci sono. Abbiamo un signor allenatore e un undici titolare con 6-7 giocatori da parte sinistra della classifica. Siamo il Verona e sappiamo pure che certe possibilità non capitano tutti gli anni. Invece constato che c’è qualcuno che ama per definizione il piccolo cabotaggio e mi sembra di sognare. Sono i ragionieri con le sciarpe, anche loro vittime in qualche modo del calcio moderno nel quale tutto sembra precostituito. Io dico invece: proviamoci fino in fondo. L’Europa è un pensiero troppo bello per poterlo abbandonare.

2.252 VISUALIZZAZIONI

31 risposte a “QUELLI CHE L’EUROPA…NO”

Invia commento
  1. Esule Valtellina scrive:

    Quelli che l'Europa no…

    secondo me assomigliano a quelli del Chievo che facevano lo stesso ragionamento accontentandosi di campionati mediocri. Se tutte le società si rassegnano a far da comprimarie alle solite strisciate che contributo danno al calcio italiano? Che ricordi regalano ai propri tifosi?

    1. Luca scrive:

      Perché Volpi ha passaporto Nigeriano? Dai….

      1. Luca scrive:

        Io ho solo un desiderio : Juric, poi sono d'accordo che il Verona deve pensare da grande perché "da quel 1985 non è più una provinciale"

        1. Esule Valtellina scrive:

          Combaluzierp

          Se sei così generoso compra l'Hellas e facci vincere la Champions!

          1. combaluzierp443@gmail.com scrive:

            A causa del coronavirus ho perso tutto e grazie a dio ho ritrovato il mio sorriso ed è stato grazie al signore Pierre Michel Combaluzier che ho ricevuto un prestito di 65.000€ e due miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti da quest’uomo senza alcuna difficoltà. È con il signore Pierre Michel Combaluzier, che la vita mi sorride di nuovo: è un uomo semplice e comprensivo.

            1. mir/=\ko scrive:

              Franco: la rosa attuale è il frutto di "adeguate conoscenze" ma anche di tanta tanta fortuna! e quella non è sempre lì ad abbracciarti tutti gli anni !

              1. mir/=\ko scrive:

                Onorare una competizione Europea significa, a mio giudizio, evitare partite nelle quali si gioca al "gatto col topo". Cosa ci va a fare in Europa un club che non è nemmeno in grado costruire una rosa in grado di puntare ad una salvezza tranquilla? Ripeto: " credete davvero che verranno immessi nel prossimo mercato importanti capitali destinati all'acquisto di giocatori diversi dalle solite scommesse a costo contenuto"? vedremo…

                1. Franco Smizzer scrive:

                  Non si può parlare d'Europa avendo in mente la rosa attuale ….
                  Voglio ricordare a chi ha scritto le parole precedenti che "la rosa attuale" viene giudicata ottima solamente ora ma che ad inizio campionato con "la rosa attuale" eravamo valutati da retrocessione certa, di più, da ultimi in classifica. Quindi smettiamola di sparare giudizi privi di logica e di ragioni fondate. Le rose ed i giocatori vanno valutati sul campo e non a tavolino. E teniamo ben presente che abbiamo trovato un maestro nella conoscenza delle risorse a disposizione e nel loro sfruttamento: il signor Juric. Questo sì è stato un colpo di culo!! Quindi cerchiamo di andare in Europa senza se e senza ma, alla rosa ci penseremo dopo affidandoci a "san Juric".

                  1. Luca scrive:

                    Mir/=\ko, non so cosa intendi per "onorare" l'impegno europeo, ma a me sinceramente basterebbe anche fare un paio di turni

                    1. mir/=\ko scrive:

                      State parlando di cosa? Perché ho la vaga sensazione che qualcuno, qui, sia un po' confuso a livello temporale. Non si può parlare di Europa, avendo nella mente la rosa attuale. Sappiamo già ora che questa verrà, per l'ennesima volta, privata dei suoi pezzi migliori per rimpinguare le casse sempre "bisognose", con la conseguente necessità di costruirne un'altra. Come avverrà tutto questo? Quanti degli ingenti capitali derivanti dalle cessioni e dai diritti TV verranno destinati al mercato in entrata? Pensate davvero, guardando al passato gestionale di questa società, che verrà costruita una squadra in grado, non solo di acciuffare una salvezza tranquilla, ma anche di "ONORARE" un eventuale impegno Europeo? Se a gennaio avessimo avuto una società forte, in grado di confermare in toto la rosa attuale, con la possibilità di integrare la stessa in chiave Europea (acquisto di una prima punta in grado di incidere!) sognare avrebbe avuto un senso e sono anche dell'idea che sarebbe stato del tutto assurdo declinare questa possibilità. Ma purtroppo temo che, per quanti capitali potranno arrivare nelle casse societarie, non ci saranno mai i fondi per poter creare un progetto tangibile di solidità nel massimo campionato. La storia di chi ha gestito il Verona fino ad ora non la può cancellare una fortunosa annata. E' già miracoloso aver ottenuto una tranquilla salvezza condita dal bel gioco e dalla vittoria convincente contro la Juve. Parlare di "creare un nuovo ciclo" a fronte della cessione già a gennaio dei tuoi pezzi migliori (Amrabat/Fiorentina – Rrahmani/Napoli) mi pare una contraddizione in termini. Se verrò smentito sarò felice della cosa. Anche perché sarebbe ora che questa società lo facesse, non lo meriterei io bensì tutta la Verona che in questi anni ha mandato giù bocconi amari e a tratti imbarazzanti.

                      1. schetch scrive:

                        Puntare sempre più in alto dovrebbe essere la stella polare non solo di una qualsiasi squadra, ma per tutti gli sport professionistici. E poi Basti guardare a una semplice maratona della domenica quanta competizione ci sia…
                        Quindi siamo il Verona abbiamo tradizione e storia che altri se la sognano, se sul campo dimostriamo di saperci fare e se sulle scrivanie ancora di più (ogni riferimento alla dirigenza è puramente casuale), cosa ci impedisce di non provarci? E se dovessimo raggiungerla dobbiamo onorare questa occasione fino allo stremo, altro che stare sottocoperta a bighellonare in un anonimo centro classifica!

                        1. mir/=\ko scrive:

                          La Valle: "dei capitali derivanti dalle cessioni, quanto prevedi che investirà il presidente, in termini percentuali, nel prossimo mercato"????

                          1. bigoloto scrive:

                            Eccomi qua Francesco, io sono uno di quelli che citi nel post. Sia chiaro, un eventuale qualificazione in Europa non farebbe schifo a nessuno, ma:
                            -andare in Europa dopo una stagione non significa fare il passo più lungo della gamba?
                            non sarebbe meglio procedere per step e consolidarsi prima in serie A?
                            -la società è sufficientemente strutturata per poter affrontare ben due competizioni? Ne ha la forza economica?

                            1. Nessuna Resa! scrive:

                              Post perfetto! In Europa senza se e senza me se dipendesse da me che ho avuto la fortuna di vederla nei tempi d’oro! Poi si vedrà ma intanto speriamoci e crediamoci! FORZA VERONA!

                              1. DM scrive:

                                Mirko
                                io in Europa sono disposto ad andarci anche con le attuali riserve.
                                il calcio per me è ancora emozione, tensione,gioia e rabbia.
                                se ci sarà la possibilità di andare in Europa io ne sarò felice.
                                capisco e condivido le tue riserve sulla presidenza, ma che dobbiamo fare? sperare di andare in serie c per non fare brutte figure e vincere delle partite?
                                godiamoci quello che di buono verrà se verrà.

                                1. La Valle scrive:

                                  Mirko, io spero sempre che le tue previsioni siano come sempre cannate

                                  1. mir/=\ko scrive:

                                    Ripeto: questa rosa verrà smembrata e soprattutto privata dei suoi pezzi migliori!! 4 di questi (i migliori!!) sono già venduti o restituiti al mittente ultravalorizzati! Quindi, in una eventuale chiave Europea, non potremo contare sull'attuale gruppo, ma bisognerà costruirne un'altro ex novo. Con che tipo di investimenti? I soliti investimenti fatti di scommesse a basso costo tanto cari all'attuale società e visti in questi anni? Volete andare in Europa a fare una figura simile a quella della Nazionale di San Marino contro la Nazionale Tedesca? Potessimo almeno contare sulla rosa attuale, adeguatamente completata da una punta di spessore e da seconde linee di esperienza, potrei essere d'accordo. Ma non vedremo nulla di tutto questo… Oppure pensate che i tanti milioni che arriveranno dalle cessioni del trio Amrabat/Kumbulla/Rrahmani, verranno pesantemente investiti nel mercato? Basta guardare cosa è accaduto in questi anni… Se questa società avesse voluto realmente il consolidamento del club in serie A, lo avrebbe perseguito con tutt'altra politica e lo avrebbe raggiunto !!!!

                                    1. Caniggia scrive:

                                      pienamente d'accordo

                                      1. nicola scrive:

                                        Mi viene da ridere per i ragionieri del tempo che passa….
                                        Io “ragazzo del 79″ troppo giovane x vivere le nostre imprese più gloriose, ma con 40 anni suonati tifoso sempre presente negli anni di C e B….ora mi ritrovo allo stadio in sud superiore con un figlio di 11 anni che con tanta passione segue l’Hellas e gioca con le bottigliette del caffè borghetti insieme ai suoi amichetti prima della partita e finito il primo tempo là sopra dove d’inverno se mori de freddo per l’aria che tira….
                                        Io che ricordo, nonostante le centinaia di partite viste, come se fosse ieri la sera gelida dei primi di Marzo quando mio padre mi accompagnò a vedere il Verona giocare coi tedeschi (eh sì si…mi ricordo ancora le sue parole…stasera sughemo coi crucchi…ghe femo veder cosa vuol dir sugar a Verona…) .
                                        La partita non andò bene ma fu un emozione così grande (il Verona alla sera…lo stadio pieno…il mercoledì di coppa col Verona)….ma forse i ragionieri preferiscono i calcoli…il budget….il campionato tranquillo….la salvezza con qualche giornata d’anticipo….
                                        Quante cagade….forse la parola EMOZIONE non è contemplata nel vocabolario di queste persone…impegnati nella routine proprio come lo era il ragioniere più famoso d’Italia….FANTOZZI….
                                        Per favore….io voglio L’Europa….i calcoli….lasciamoli a qualcun altro….viviamo da tifosi….non vedo l’ora di poter andare a Bilbao….a Birmighan o Dio sa dove e con la mia sciarpa al collo vivere un’emozione unica….
                                        Ascoltiamo cosa ci dice Taffo service (andate su Youtube) e viviamocele queste emozioni…

                                        1. michele bragantini scrive:

                                          Europa ache in B

                                          1. michele bragantini scrive:

                                            Io per una partecipazione all'Europa league sarei disposto ad una retrocessione.

                                            1. DM scrive:

                                              l'atmosfera di una partita in Europa, la trasferta europea, l'emozione che da anni non c'era più….e chissenefrega del bilancio.
                                              tanto prima o poi in b torniamo.
                                              godiamoci l'Europa e l'emozione che vi potrebbe dare.

                                              1. Marangon scrive:

                                                Se facciamo in fretta quei 3/5 punti per la salvezza matematica, avremmo un mese per puntare all'Europa. E con la coppa saremmo più interessati di altre squadre per Juric, Borini, Pessina… ed eventuali nuovi acquisti di spessore

                                                1. Hellas Gig scrive:

                                                  Sono assolutamente d'accordo, Francesco.
                                                  Sono convinto che sia assurdo non provare a rincorrere il sogno europeo.
                                                  Il calcio va oltre il puro concetto di sport, come hai scritto spesso tu, divenendo in tutto e per tutto fenomeno sociale, che piaccia o no.
                                                  C'è una serie TV bellissima "The English game" che parla proprio di questo.
                                                  Conoscendo il tuo pensiero sul calcio, credo proprio che ti affascinerebbe (se già non la conosci).
                                                  Complimenti per i tuoi interventi e Forza Verona!

                                                  1. Firpo scrive:

                                                    Sono assolutamente d'accordo, non voler andare in Europa League di proposito non esiste! Soprattutto noi tifosi abbiamo dobbiamo poter sognare, a maggior ragione i più giovani che non hanno mai visto l'Hellas in Europa…posto di superare il preliminare che in più quest'anno non andrebbe a sconvolgere la preparazione, non mi sembra poi che i gironcini autunnali siano di così alto livello…anzi potrebbe essere l'occasione di vedere all'opera le cosiddette riserve. Per esempio quest'anno avremmo potuto farci un'idea del reale valore dei vari Adjapong, Bocchetti, Dawidowicz, Badu, Verre, Stepinski, ecc.
                                                    E poi comunque in fase di calciomercato una squadra che disputa le coppe europee ha sempre un po' più di appeal…

                                                    1. Riccardo scrive:

                                                      tomhv
                                                      hai ragione
                                                      anche a me è venuto subito in mente Mazzoleni.
                                                      senza quel furto in Europa ci saremmo andati, anche senza Jorginho.
                                                      io ero fra quelli dubbiosi sull'utilità di un ritorno nelle coppe, ma è passata una vita. non quattro mesi.
                                                      quindi dico che mi auguro che sì. dando oltretutto un significato che renderebbe questa parte di campionato esaltante e non noiosa, senza obiettivi e senza pubblico.

                                                      1. Alessandro scrive:

                                                        Non mi considero un ragioniere, però un ragionamento lo vorrei fare: capisco il sogno Europeo e ci sta, visti tutti gli anni passati dall’ultima volta… ma non sono convinto che la società abbia i mezzi per poter allestire una squadra che sappia gestire il doppio impegno senza ricadute negative in campionato (dove per negative intendo il reale rischio di retrocessione).

                                                        1. Ruspa62 scrive:

                                                          Sono ragioniere e anche tifoso. Ma se il Verona conquistasse l'Europa sarei contento eccome. Un passo alla volta, intanto arrivare a quaranta. Poi vediamo. Forza Hellas.
                                                          (P. S. Resto comunque dell'idea che il campionato non andava ripreso.)

                                                          1. Tomhv scrive:

                                                            Il problema non sono i pochi tifosi che non vogliono l’Europa ma il palazzo che non ci vuole far andare in Europa ( vedi Lazio Verona-3-3 con mandorlini) e anche quest’anno mi aspetto magheggi ad hoc ..

                                                          Lascia un Commento

                                                          Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                          Accetto i termini sulla privacy

                                                          *