12
ago 2020
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 26 Commenti
VISUALIZZAZIONI

0

TRENT’ANNI DI DESTINI (NON) INCROCIATI DI HELLAS E CHIEVO

Storie parallele. Destini che scorrono. Il Chievo manca la promozione in serie A. E, vista la situazione economica in cui versa la società, pare difficile che Campedelli sia ancora in grado di allestire una squadra per riprovarci. Almeno a breve. Gli auguro di sbagliarmi. Nel frattempo il Verona di Setti, dopo qualche anno difficile e i chiari di luna del salvadanaio (primi tre anni espansivi, poi la spending rewiev di Fusco), pare aver trovato una sua dimensione finanziaria in serie A, con il rinnovo milionario di Juric e un mercato che, pur senza follie, aumenterà la fascia economica d’ingaggio dei calciatori.

Storie di società. Coincidenze, probabilmente. Sarà casuale, ma negli ultimi trent’anni anni all’ascesa dell’una (il Chievo) è corrisposto la discesa dell’altra (il Verona). Il Chievo comincia la sua scalata nei primi anni 90 (ma i prodromi ci sono già a fine anni 80), nello stesso periodo l’Hellas vive l’onta del fallimento. Mentre a metà anni 90 il Chievo di Malesani (e Baldini) preparava la scalata alla A poi compiuta da Delneri , il Verona viveva in controluce fra anni anonimi (Mutti) e saliscendi tra A e B (Perotti-Cagni). Nei primi 2000 all’Hellas la breve illusione pastorelliana e l’unica fase storica di incrocio potente tra i due club, culminato con i derby in serie A nel 2001-02. Il resto (per capirci dal 2002 al 2011) è stato soprattutto buio per il Verona e la “favola” Chievo, il primo sprofondato in C e il secondo stabile in A.

Dal 2011, lentamente (come lento fu il trend inverso nei primi 90), la ruota ha (casualmente, ca va sans dire) cominciato a girare. Il Verona in due anni si è ripreso la B e poi la A, il Chievo ha registrato un lento declino, con salvezze risicate, cessioni, zero investimenti, la perdita dei suoi uomini migliori (Sartori su tutti), i guai delle plusvalenze.

Sovvengono, ora, ed è abbastanza ironico pensarci, quelle dichiarazioni di uomini delle istituzioni (negli anni d’oro del Chievo) che dicevano che Verona due squadre in serie A non se le può permettere. Il sottoscritto non è mai stato d’accordo e auguro al Chievo di poterci riprovare. Ma la storia, la cronistoria direi, dice esattamente questo. Sarà una coincidenza,  chiaramente. Ma se per un quarto di secolo il trend è stato favorevole al Chievo, oggi tutto sembra favorire l’Hellas, che si è ripreso il primato tecnico e finanziario della città (quello sentimentale non è mai stato in discussione).

Così è se vi pare.

0 VISUALIZZAZIONI

26 risposte a “TRENT’ANNI DI DESTINI (NON) INCROCIATI DI HELLAS E CHIEVO”

Invia commento
  1. Martino scrive:

    Dal momento che Agudelo parrebbe essere troppo fragile caratterialmente trovo giusto investire su mediani altrettanto giovani che hanno impressionato in Serie B, così da poter trattare direttamente per l’acquisto del cartellino anziché avvalersi delle solite formule da rigattiere. Ottimo il tentativo di intesa per Marin, senza svenarsi però, perché essendo ancora un po’ acerbo Juric dovrebbe lavorarci su per diversi mesi prima che possa rendere secondo le aspettative del tecnico. Piuttosto fossi in Tony/Ivan mi butterei a capofitto su Giulio Maggiore dopo giovedì, quando avremo la terza neopromossa decretata dalla doppia sfida. Maggiore è secondo me il centrocampista più forte della serie b assieme a Proia e Segre.

    1. marco scrive:

      mirko il problema e'

      bene io compro pessina a 4ml quanto era l'!atlanta ci guadagna solo quello e non gli va quindj lo riscatta e lo vende ma se lo vuole solo il milan ci guadagna troppo poco
      sartori dice a damico non riscattarlo e te lo do un altro anno in prestito quando torna se fa un altro campionato simile a questo ci possono sicuramente guadagnare dai 25mil in su.
      comunque forza hellas

      • Jes scrive:

        Piccola precisazione, l’Atalanta ha già detto che non ha alcuna intenzione di vendere Pessina a meno di offerte irrinunciabili, e solo per quello si può sperare resti un altro anno in prestito

      1. Ruspa62 scrive:

        Il tempo rimette a posto tutto. Il problema della squadra della diga è che non ha mai avuto un background. Ha cercato, sbagliando, di crearsene uno copiando colori e simboli dell'Hellas. Chi non ha radici profonde non dura a lungo. Se qualcuno avesse ancora qualche dubbio in merito, vada a leggere il bilancio della società di campedelli alla sezione debiti. Forza Hellas!!!

        • Jes scrive:

          Oppure se lo fa il background, non sarebbe la prima volta.
          Ps il Chievo ha fatto molti più investimenti in strutture dell’hellas ( vedi Atlante, Bottagisio e Veronello).

          • Massimo R. scrive:

            Non confonderei delle strutture fisiche (Bottagisio etc ) che seppur importanti per (taroccare?) il bilancio non hanno nulla a che fare con il background di una squadra come l’Hellas a Verona. Da questo punto di vista neanche rubando simboli e colori il chievo si è mai avvicinato all’Hellas, nemmeno quando eravamo in serie C.

            • Jes scrive:

              caro mio tu dai una definizione netta “chi non ha radici profonde non dura”.
              A questo mi riferivo, il mondo è pieno di squadre nate dal nulla e cresciute man mano. Non ho detto che se l’è fatto il background.

              E il discorso sugli investimenti niente ha a che fare col background….
              Inoltre non devi parlare solo di debiti, specie se ci sono investimenti, ma devi vedere come e in che tempi sono sostenibili.
              E giusto x esser chiari io tifo Hellas ma i derby mi son sempre piaciuti come atmosfera, attesa e vissuto seppur con alterni risultati, e mi piacerebbe si tornasse a farli.

        1. uolly scrive:

          Mirko te sì un ciodo

          1. mir/=\ko scrive:

            Le eventuali operazioni "Borini e Bonaventura" accostare all'Hellas nei giorni scorsi, vengono ormai dipinte da molti giornalisti sportivi come IMPOSSIBILI! Vorrei capire quale sarebbe l'innalzamento del livello tecnico auspicato da molti tifosi e cronisti sportivi veronesi, se non si riescono nemmeno a tesserare giocatori simili! Altro che top player alla Mandzukic, come chiedeva "assurdamente" qualcuno…! È già un miracolo se riusciremo a portare a Verona tale Ninkovic dell'Ascoli.

            1. moreno scrive:

              così
              è se vi pare

              1. Luca scrive:

                Comunque setti ha rotto il ca.. ADESSO non è che siccome ha tenuto Júric può smantellare tutto (ormai già fatto all'80%) e non spendere nulla. Comunque dai abbiamo capito la strategia, giovani da valorizzare e far plusvalenze, se Juric si ripete l'anno prox lo chiama a suon di miliardi un grande clubbe, quindi lui ha accettato questa sfida. Comunque vada un grande, e un uomo vero

                1. Luca scrive:

                  Danielr, sarebbe bello poter approfondire ma il paron Setti ha una strategia talmente semplice e piatta che vi é poco da analizzare. Guadagno un euro VENDERE. col 0,1 euro COMPRARE.

                  1. Caniggia scrive:

                    Dopo l'amara eliminazione dalla Champions League, il patron dell'Atalanta svolge lo sguardo al futuro con un occhio attento al mercato e lasciando aperta la porta anche a qualche cessione importante. "La nostra intenzione è tenere tutti i giocatori migliori, ma se arriva un'offerta irrinunciabile per qualcuno ne parliamo…", ha spiegato Antonio Percassi a Sportmediaset. Parole pronunciate in riferimento soprattutto alla situazione di Duvan Zapata, nel mirino della Juve per la prossima stagione. Ma non solo…. questo tanto per dire che è cosi anche per loro che sono.anni che fanno plesvalenze e vincono figurati per noi

                    1. mir/=\ko scrive:

                      Behhh dai, Vulic si allontana sempre di più, Borini anche, Vagnoman è ritenuto troppo caro, Faraoni è sul taccuino del DS del Napoli, Pessina è vicino al Milan e Kumbulla balla tra Lazio e Inter. Non c'è male, Juric sarà certamente strafelice di tutto questo…

                      1. Danielr scrive:

                        Luca : mi complimento per il commento articolato

                        1. Luca scrive:

                          Setti deve smetterla di incassare milioni e non spendere nulla.

                          1. Venus scrive:

                            Mirko…..guarda che Pessina lo vuole il Milan che ha un diritto del 50 per cento sul giocatore. Quindi visto che vedi tutto facile.. riesci a fregarlo al Milan che lo vuole a tutt i costi? Quanti soldi saresti in grado di offrire ?

                            1. Danielr scrive:

                              Mirko quindi mi confermi che Pessina non è partito in quanto non tuo ma che lo devi comprare . Quindi non resta che aspettare.. poi se Tu sei uno che compra una macchina che costa 10 e ti piace comprarla subito a 20 contento te

                              1. mir/=\ko scrive:

                                Danielr: Pessina non è del Verona? Bene, allora che il Verona lo compri! Noi Kumbulla lo venderemo presto ad un top club e su questo non credo ci siano dubbi visto che in una recente intervista, il presidente Setti ha dichiarato che il giocatore merita tali palcoscenici. Quindi con un incasso che si aggirerà intorno ai 30 milioni non vedo quali problemi ci siano a COMPRARE Pessina!!

                                1. DM scrive:

                                  credo che Cairo e setti abbiano due potenze economiche molto diverse, impensabile che il carpigiano possa competere con il pupillo del berlusca.
                                  io personalmente ritengo Borini un giocatore utile alla ns causa ma se chiede troppo, vista anche la sua fragilità, meglio dare 1,5 mln ad un altro.

                                  1. Danielr scrive:

                                    Mirko sei falso come Giuda : pessina non è partito perché non è mai stato tuo , Faraoni e kumbulla al momento sono qua , quindi attieniti ai fatti e siccome non sai un cazzo come non lo so io commenta i fatti non le discole da bar

                                    1. mir/=\ko scrive:

                                      Venus: la proposta non è stata fatta da Juve o Inter, ma dal Torino! Se il Verona avesse fatto al giocatore una proposta "così importante", probabilmente sarebbe rimasto in gialloblù. Per non contare poi, sul progetto Hellas, molto molto discutibile. Dopo le partenze di Amrabat, Rrhamani, Pessina e Kumbulla, pure Faraoni sembra essere finito sul taccuino del DS del Napoli… Complimenti al progetto!

                                      1. Venus scrive:

                                        Il Verona non fa fatica a trattenere Borini, in quanto una buona proposta glielo ha fatta e tenendo conto anche della fragilità fisica del calciatore. Evidentemente lui pensa di meritare altri palcoscenici che ritiene più consoni alle due capacità ed ambizioni. Se cosi è , che vada pure. Ce ne faremo una ragione.

                                        1. mir/=\ko scrive:

                                          Secondo te, Francesco, il Verona di Setti avrebbe trovato una nuova solidità finanziaria con un mercato che aumenterà la soglia di ingaggio dei calciatori? Sei sicuro? Ma se facciamo fatica a trattenere Borini, dove sono questi giocatori di serie A a cui corrispondere ingaggi importanti?

                                          1. bomber scrive:

                                            la natura sì stà riprendendo i propri spazi e valori , rigurgitando chì ha provato a imitarne soffisticamente i colori e la passione , stappandoli dai cuori feriti , dove si riproducevano rigogliosamente da generazioni in generazioni . le nubi tossiche sì stanno diradando e l'aria è salubre . L'eco sistema ha ritrovato, finalmente, il proprio equilibrio. IL sole è più GIALLO e il cielo è più BLU . FORZA HELLAS

                                            1. Gigi scrive:

                                              concordo il primato sentimentale in citta non e mai stato in discussione. E questo ha fatto la differenza. Piaccia o non piaccia. Verona e solo Hellas

                                            Lascia un Commento

                                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                                            Accetto i termini sulla privacy

                                            *