Torna al blog

ZAC E IL TIFOSO CONTABILE

Non rubateci i sogni. Almeno per qualche giorno. Zaccagni ha segnato in rovesciata con il Verona, questo conta. E invece, già ieri, si disquisiva sull’impennata del valore del cartellino, sulla prossima plusvalenza della società eccetera.

Non siamo più tutti solo allenatori, in questo Paese anche di santi, navigatori e poeti. Siamo anche, o forse soprattutto, manager e contabili del calcio. Già, il tifoso generalmente è il primo ormai a essere assuefatto dalle logiche del calcio moderno. Non vive più l’esclusiva emozione in sé (per un gesto tecnico, una vittoria…), ma già ragiona contando i soldi (che incassano gli altri). Noto e leggo molti commenti che rimbalzano sui social: si parla sempre più spesso di soldi, “Tizio vale dieci”, perché “se Sempronio lo vendono a 15, per il nostro Caio allora devono chiedere il doppio”. E via discorrendo. E tutti a leggere e a citare, ca va sans dire, siti specializzati in calcio finanziario.

Quanto sono lontani i tempi (qualche anno fa, non secoli) in cui ancora si resisteva culturalmente a questa deriva economicistica e commerciale. Il tifoso neanche si azzardava a pensare – per citare un canzone cult di Rino Gaetano – “che Chinaglia può passare al Frosinone”. Invece noi oggi, qui a Verona, diamo per scontato che Zaccagni presto se ne andrà e spariamo il toto-cifre. Sul piano sentimentale (sfera del tifoso) è contro natura.

Ma non solo. Setti ci ha assuefatto al punto che accettiamo come normale, logico, giusto, che si venda presto e comunque (e magari al ribasso, come spesso è accaduto). Sul piano culturale (in senso lato) ha vinto lui ed è anche per questo che difficilmente faremo il salto di qualità come club. Si è rassegnato persino Juric, che ha compreso che parlava al vento, che le sue “ovvietà” sul mercato passavano per rivoluzionarie e quindi infastidivano,  facendolo addirittura passare per antipatico o rompicoglioni. Non un buon segnale, perché meglio la rabbia dell’indifferenza.

Per questo immortalo il fotogramma di ieri: la rovesciata di Zac in gialloblu, con il Verona. Mi tengo e godo i sogni, finché durano.

106 commenti - 7.698 visite Commenta

Papo

la rassegnazione di Juric è dovuta a chi continua a portare e sostenere la linea di Setti, quelli che comprelo ti el Verona….fa bene a vendere a basso prezzo chiunque gioca 2 partite discrete…deve stare zitto perché è anche lui un dipendente de calsetti…deve solo allenare….ecco a tutti questi che affermano queste cose e si accontentano della misera salvezza volevo dire grazie di aver tolto lo spirito a Juric e continuate a portare sul trono il magliaro da Carpi …e a chi dice a chi come me la pensa diversamente se stavo meglio in c vi dico che abbiamo anche vinto uno scudetto e siamo andati anche nelle coppe oltre alla c e che il calcio non è accontentarsi ma anche sognare perché il sognare è proprio la sua bellezza!!!!

Rispondi
Martino

Se Juric perde furore agonistico e fiducia nell’ambiente diventa deleterio…lo abbiamo visto a Genova. Speriamo che il partito di Setti la smetta di crocifiggerlo, altrimenti potrebbe diventare dura anche la salvezza. Comunque ci tengo a precisare, come spesso ho fatto, che la fazione settorelliana esiste solo sul web…nella realtà fenomenica non ve n’è traccia.

Rispondi
bruce

Più che altro per alcuni sembra che il Verona abbia sempre giocato in C e che essere in serie A sia solo un qualcosa di miracoloso quando invece la realtà dei fatti è ben diversa. Su Setti bisogna ammettere che acquistando a poco il Verona (esattamente come il vicentino anni fa) ha fatto bingo.

Rispondi
Martino

Bruce, probabilmente io vivo in un ambiente ovattato in cui tutti la pensano come me per compiacermi, ma giuro che non ho mai incontrato tifosi che parlassero con nonchalance della necessità di cedere campioncini o titolari, né ho mai parlato con qualcuno che rivolgesse encomi sperticati a setti. Per questo che io quando visito questo sito mi sento come un berretto verde nella foresta del Vietnam.

Rispondi
Salta Sul Carro

Pastorello non ha mai acquistato il Verona, c’e’ anche una sentenza che lo dice.
Informati, invece di scrivere cazzate.

Rispondi
Luca

Juric non ha smesso di parlare di mercato perché si è rassegnato, ma perché come ha detto lui stesso nelle conferenze stampa le sue parole possono avere l'effetto di ostacolare il mercato sia in entrata che in uscita. Infatti nessun allenatore parla di mercato quanto lo faceva Juric fino ad una conferenza stampa fa: questo perché se le altre squadre sanno che ti servono assolutamente dei giocatori in un reparto possono tirartela di più sul prezzo, come succedeva quest'estate quando le altre squadre sapevano che ci era appena arrivata la vagonata di milioni dalle vendite di Amrabat Rrahmani ecc. e di conseguenza non esitavano a sparare alto per i loro giocatori (l'ha detto lo stesso Juric quest'estate). Quindi secondo me è un bene per tutti che a mercato aperto Juric non parli pubblicamente di mercato

Rispondi
Martino

Beh, che alcuni suoi affetti abbiano imperversato su questi blog per un certo periodo è assodato. Non deve necessariamente versare l’obolo a qualcuno perché questi si agiti sul web additando Sogliano, Toni, Juric e tutti coloro che sognavano in grande qui a Verona.

Rispondi
kay

@francesco sono d’accordo con il tuo post, ridurre sempre il tutto ad un valore commerciale toglie la bellezza e la poesia del gesto di ieri. Stupendo a dir poco. Per tutti gli altri commenti volevo solo ricordare che il Zac andra’ in scadenza nel 2022, il suo procuratore lo vuole portare via da Verona, di conseguenza quasi tutte le societa’ cercano di risolvere queste problematiche perche’un giocatore in scadenza vale di meno anche se parliamo del 2022. Da qui a bisogna vendere il Zac ne passa, io preferirei tenerlo ma alcune logiche di mercato non sono dettate da Setti. Il Verona deve crescere in tante cose, nel tenere i suoi giocatori, nel comprare giocatori etc, tutti d accordo…Il mister si fida del DS lo ha detto piu volte, parlano e si confrontano di continuo, questo legame e’ ottimo visti i risultati. I giornaliisti cercano di continuo di spingere Juric nella direzione che vogliono, per fare notizia, mi sembra anche giusto nel discorso del mister di nn parlarre di mercato adesso. Il verona e’ andato oltre ad ogni aspettativa, ma siamo incompleti ci vogliono 3 giocatori per centrare la salvezza. Quest’anno il campionato e’ strano, falsato dal covid, dall europeo etc..grandi squadre sono dietro di noi, grandi squadre che hanno organici importanti se inizano a correre i punti diverranno sempre meno, percio’ rimaniamo umili, lottiamo e raggiungiamo la quota salvezza il prima possibile, mettiamo le basi per il progetto che vuole Juric e costruiamo il nostro futuro piu solido di adesso.

Rispondi
Riccardo

io da setti pretendo coerenza
vendi chi vuoi, paga i calciatori sempre meno ma se, assieme a ciò, tieni per te il secondo stipendio della serie A, beh allora tu non sei il mio presidente.

Rispondi
mir/=\ko

Ancora più incredibile è la rassegnazione a dispetto di una classifica sontuosa. Non esiste un progetto di crescita. Ci si rassegna ad una dimensione di precarietà in cui, i giocatori ancora giovani che si mettono in vetrina, vengono automaticamente ceduti, senza alcuna possibilità di invertire questa rotta. E se alcuni di questi non vengono ceduti, è solo per la loro età che non comporterebbe l'incasso di plusvalenze importanti. Vedasi l'esempio eclatante di Faraoni. È qui solo ed esclusivamente perché in estate non è arrivata l'offerta adeguata in termine di "milioni" al suo ottimo campionato. Altrimenti bye bye Faraoni. Dopo anni anche il tifoso più ottimista ha perfettamente capito come opera la società. Qualcosina è cambiato in questi due anni, ma credo che la percezione del cambiamento sia in buona parte dettata dagli ottimi risultati portati dalla cura Juric.

Rispondi
Leo

Io di fronte a questi tipi di precarietà ci metterei la firma, Mirko.
Tendo a basarmi sui fatti: e negli ultimi 2 campionati i fatti MI PARE dicano questo.

Se vogliamo tornare al periodo Grecchia chiaramente le cose cambiano, ma vi chiedo: il tanto citato modello Atalanta dopo quanti anni ha iniziato a non vendere subito i propri gioielli per fare cash? E vi ricordo che Percassi è ben più ricco di Setti e quindi ben meno bisognoso di fare liquidità.

Bene poi esaltare Juric, ma qualcuno spende qualche parola anche per il ds o secondo voi conta nulla? Se la sua colpa è quella di essere simpatico come l’agenzia delle entrate non posso darvi torto, ovviamente.

Rispondi
Martino

Io invece ti chiedo questo. Come mai intavoliamo ancora trattative in uscita a gennaio per i nostri pezzi pregiati con un attivo consistente in bilancio e più di 30 milioni di euro di capitale nella controllante Star balls? Il senso di tutto ciò?? E comunque l’Atalanta è sempre riuscita a trattenere il calciatore o i calciatori più rappresentativi e forti. Voglio ricordarti Bellini, che ha esordito in serie a con un’Atalanta da salvezza e ha chiuso la carriera in un’Atalanta da Europa. German Denis? Masiello? Gomez? Tutti calciatori rimasti un quinquennio. Per quanto riguarda il ds tutti abbiamo riconosciuto l’abilità di Tony e ci siamo convinti che i risultati dell’ultimo anno e mezzo siano anche merito suo, ma quando è ora di fare cessioni importanti viene scavalcato da setticemia che si reca a Milano e a Torino col cappello in mano e la figlia sotto braccio…con Napoli invece pare che ci sia un filo diretto costante…Giuntoli domanda e setticemia si prostra. Devo ricordare quando a settembre andò negli studi di radio kiss kiss a dire che vedrebbe bene Faraoni al Napoli?? Come ha ben detto Mirko, non è partito solo perché l’offerta dei partenopei era quasi offensiva.

Rispondi
Leo

Ieri sera da Vighini non ricordo esattamente quale degli ospiti ha detto: Zaccagni è uno dei giocatori che subisce più falli nel campionato. Se in febbraio gli dovesse capitare un brutto infortunio il suo trend di crescita valoriale ne risentirebbe dannatamente.
Ecco perchè cederlo a gennaio ad una cifra importante (con permanenza fino a giugno) è una ipotesi intelligente.
Ed ovviamente sarebbe più intelligente ancora reinvestire buona parte del ricavato su altri giocatori.
Tutto sommato credo che non sia scemo il presidente: vedremo se smentirà tutti o meno.
Quello che è certo è che in passato si è circondato di incompetenti o poco di buono, quello sì.

Rispondi
Martino

Quindi appena troviamo un calciatore forte o facciamo crescere un nostro calciatore sino al rango di campione, dobbiamo liberarcene non appena si presenta l’occasione per fare la plusvalenza più elevata possibile? Chiedo venia, ma in che modo si può crescere gradualmente con questa strategia? Tanto anche se reinvestiamo bene a giugno le plusvalenze, a gennaio o giugno successivo riparte nuovamente la girandola con tutte le incognite. Li scopriamo o li svezziamo e poi li vendiamo…in un ciclo senza fine…così non si va da nessuna parte.

Paolo

Ma io infatti rimango allibito quando si dà per scontato oppure per normale che Zaccagni venga ceduto. No, non è normale e nemmeno accettabile che lui sia ceduto se non per una cifra astronomica (40-50 milioni) dinanzi alla quale non si potrebbe far altro che accettare, ma in altre condizioni no.

Leo

Ad esempio se alla fine di questo campionato dovessimo cedere 2 giocatori, Zaccagni e Silvestri (mettevela via che se ne andrà) investendo al contempo in giocatori “pronti” ed anche in prospect sarebbe già un passo avanti.

E NON DIMENTICATE UNA COSA FONDAMENTALE: la volontà dei giocatori. Tra Inter e Verona scelgono Inter, ma questo lo sapete già no? Anche a parità di ingaggio. Le sirene dell’ambizioni, com’è umano, squillano roboanti, soprattutto se non hai più 18 anni.

bastian

ahahahahaha questa l’è el top!!! quindi bisogna vendarlo par forza parchè magari el se fa mal nel girone de ritorno e el se svaluta??ma le lesio le c@gade che sparè o le scrivi’ e basta???dai su almeno sforzatevi a trovare scuse plausibili .una volta avevate piu’ fantasia nel difendere l’indifendibile capisco che è impresa molto difficile ma non vi state nemmeno impegnando però..poi dai…soldi reinvestiti nella squadra..ma che film eto visto ??ma quando mai è successo?..soldi dritti nel quaia del prenditore e tutto da rifar ogni volta.stop. il resto come sempre solito fumo negli occhi che francamente ha stufà molto piu’ delle sacrosante lamentele del buon Juric

Leo

Molto semplicemente: per pagare 1,5/2M a stagione ai calciatori servono parecchi soldi, e Setti non è alla portata. Per alzare l’asticella in modo serio servono 2-3 anni di frutti di scouting intelligente. A partire dal prossimo anno potremmo iniziare a pensarci, prima è un sogno da tifosi.

bastian

leo ma ti cosa sito se no te si un tifoso?…..altro dipendente smascherato o altro multinik del solito avanti!!!

Luca

Mirko, la verità è che se ci lamentiamo quando siamo ottavi in classifica, quando torneremo a lottare veramente per la salvezza cosa dovremo fare? I tifosi del Toro si lamentavano quando arrivavano "solo" ai preliminari di Europa League e venivano eliminati, ora sono penultimi in classifica e quest'anno presumibilmente dovranno lottare fino all'ultimo per salvarsi… Sinceramente io finché siamo la squadra rivelazione della Serie A da un paio d'anni faccio fatica a lamentarmi, perché è molto facile cadere nella dura realtà e farsi molto male

Rispondi
Martino

Non preoccuparti che con la politica dei prestiti perenni e delle cessioni illustri ad ogni costo ci mettiamo un attimo a tornare a lottare per la salvezza. Nessuno si sta lamentando dei risultati…per cortesia, smettiamola di rigirare la frittata. Questo finto stoicismo e la retorica del born to tribular non possono offuscare le gestione farsesca della canaglia carpigiana. Verzì i oci.

Rispondi
kay

Ho pensato molto al caso del Zac…cosa farei se fossi lui? spingerei il mio agente per trovare un ricco ingaggio? da subito o da giugno?…ha senso andare via a gennaio e magari essere la seconda scelta in una squadra blasonata con tutte le difficolta e politica interna?…e magari perdere l unica chance che ho per giocare ….e partecipare agli europei? O rimanaere…essere lusingato per l attenzione e chiedere alla societa’ un aumento sostanziale e rimanere per almeno un altro anno come protagonista e non come rincalzo?…poi a 27/28 anni ancora giovane provare ad essere protagonista in una squadra di fascia alta?…molti interrogativi direi…di sicuro non vorrei fare la fine del nostro ex giocatore che adesso e’ al napoli….e scomparire dai radar…piuttosto vado in arabia e prendo una vagonata de skei…da ex giocatore.
Voi cosa fareste? essendo ill giocatore…il procuratore….o la societa’?

Rispondi
Martino

A 25 anni e dopo essersi guadagnato la nazionale col Verona per quale motivo dovrebbe andare a marcire in panchina nel Milan a far la riserva di Leao o di Calanoglu?? Par zugar l’ottavo di Europa League? È non è più allettante sperare di giocarlo col Verona da leader entro un paio di stagioni? Se non gli propongono un adeguamento è perché vogliono trattare ad oltranza per la sua cessione. Per me è lampante.

Rispondi
Marko8686

Come siete tutti dei novelli San Francesco. Vorrei vedere se domani mattina un’azienda vi offre lo stesso lavoro che fate adesso al triplo delle stipendio se dite di no solo per questioni puramente sentimentali. La triste e normale realtà è che tutti cercano di prendersi più soldi possibile se possono. C’è qualche eccezione, vero, ma è roba rara.

Rispondi
Martino

Dipende, perché se nell’azienda dove lavoro attualmente ho un ruolo da dirigente operativo, possiedo un know how elevato per gli standard dell’azienda, sono stimato dall’amministrazione delegato e osannato dai dipendenti, sicuramente non abbandono questa oasi felice per tornare a essere dirigente di primo livello in una multinazionale dove la concorrenza è asfissiante, gli amministratori sono spietati e i dipendenti non sanno nemmeno che io esista. Io potrei dirvi che invece gente come te e Daniele la fa troppo tragica e ha una visione eccessivamente pessimistica dell’animo umano. La verità sta sempre attorno alla linea mediana. E poi, solo io ricordo di uno Zaccagni che rispondeva in modo convincente di voler rimanere a lungo?

Rispondi
ciccio2

E’ anche vero che parlare di mercato in ogni intervista era abbastanza monotono. Ci si abitua anche a sentire i soliti discorsi. Tra l’altro erano a mercato chiuso.

Rispondi
mir/=\ko

Io mi aspetto anche la cessione di qualche altro pezzo, perché onestamente, la sola cessione di Zaccagni sarebbe ben poca cosa. Dobbiamo mantenere un certo ritmo.

Rispondi
DM

il problema, secondo la mia opinione, non è la cessione di Zaccagnini o di Silvestri, ma il reinvestimento in profili che possano essere interessati per dare una continuità in serie a al nostro beneamato Hellas.
come posizione in classifica non credo nei prossimi anni si possa fare molto di più, bisognerebbe consolidarci in A, potendo partire senza avere il patema di doverci salvare.
per come è il nostro Hellas oggi, con una società che non può investire suoi danari, non mi aspetto nulla di più di quanto ho detto.
riguardo a zaccagni, penso sia lecito e normale che il ragazzo voglia andare a giocarsi le sue chance in un club più blasonato e guadagnare di più.
lo stesso dicasi per Silvestri.
è il loro lavoro. noi dobbiamo essere bravi a cederli a buon prezzo e a sostituirli degnamente, magari investendo in giovani di prospetto (CERCASI SCOUTING DI LIVELLO INTERNAZIONALE)

Rispondi
Caniggia

tutto bello. vorrei solo ricordare a tutti che siamo nel 2021 e non più nel 1980. il calcio è diventato business puro ed è in mano a fondi di investimento americani a sceicchi arabi o grossi gruppi industriali globali che magari di calcio sanno poco ma sanno come fare i soldi. A mio avviso la cosa più emblematica del cambiamento avvenuto è la parabola berlusconiana. il mitico Silvio ha venduto il milan dopo averlo portato sul tetto del mondo dichiarando esplicitamente che era impossibile competere oggigiorno con squadre possedute dal quatar e ha ricomiciato a fare calcio in una dimensione diversa comprando una piccola squadra in serie c. Questo non significa che che setti non possa fare di più e meglio per carità ma forse bisogna abandonare certe logiche e capire dove sta andando il mondo. se non arriva qualche findo sceicco etc che arriva con un progetto serio di investimento (brand globale stadio di proprietà etc) non possiamo ambire a nulla di più di quello che abbiamo oggi. ma qua leggo ancora gente che spera nell'imprenditore tifoso veronese.. ma poi siamo sicuri che se arriva il grande investitore poi è effettivamente meglio? culturalmente avere una proprietà araba o cinese e molto diverso. Speriamo di riuscire a copiare il più possibile il modello Atalanta sarebbe già una bellissima cosa

Rispondi
Danielr

Ho chiuso gli occhi ed ho iniziato a sognare. Zaccagni ha rinnovato a 1.5 milioni ed è rimasto. Faraoni a questo punto ha adeguato il contratto perché non voleva guadagnare la metà di Zaccagni ed è rimasto. Silvestri ha detto “sarò mia el più stupido , ho offerte da 1.2 milioni “ ha adeguato ed è rimasto. Abbiamo riscatto DiMarco , kalinic ha fatto un ottimo girone di ritorno ed è rimasto. Abbiamo fatto un buon mercato estivo puntellando la squadra. Inizia il nuovo campionato e non posso sognare una salvezza tranquilla magari vincendo in trasferta contro Atalanta, Lazio , mettendo in difficoltà il Milan e i ladroni… chissenefrega non posso adeguarmi alla mediocrità (cit) , pretendo i Preliminari di europalig e chissenefrega se devo lasciAre dietro squadre come Lazio o atalanta e se economicamente non ho sto gran ritorno economico visto anche quello che ho dovuto spendere per adeguare i contratti e rinunciato a delle vendite , ma io non sono il presidente ma solo un tifoso sognatore. Ma poi c’è la stagione successiva e qui il sogno si fa interessante… voglio la cempions lig !!! D altra parte se ci riesce L’ Atalanta e non altre 137 squadre professionistiche chissenefrega noi sognatori dobbiamo sognare in grande. Poi però il sogno è finito ed ho pensato che è meglio essere realisti perché il passaggio da sognatori a poveri coglioni è breve .

Rispondi
Martino

Guarda Daniele, forse te te la sughe con 1 mio, senza farsi di lexotan per cavalcare orizzonti di gloria. Il fatto è che se non propongono un adeguamento a Zaccagni, nemmeno per pareggiare l’assurdo ingaggio di Di Carmine, significa che hanno già deciso di cederlo ad ogni costo. Rescisso Badu e ceduti gli esuberi Vitale, Di Gaudio, Laribi e forse Bessa, rimarrebbero le risorse per rinnovare a quei 2/3 calciatori fondamentali per il Verona. Faraoni non chiederà mai cifre astronomiche perché va per i 30, magari un ritocchino…idem Lazovic che i 30 li supera.

Rispondi
Danielr

Martino : il fatto che non propongono il rinnovo a Zaccagni è una delle tue tante certezze. A me invece piace avere dei dubbi e uno di questi è che Zaccagni non voglia rinnovare per andare a giugno a Napoli o dove gli pare con un costo del cartellinio più basso e conseguentemente qualche euro in più nel suo portafoglio.

Rispondi
Martino

Daniele, caro Daniele, l’ha detto a viva voce l’agente di Zaccagni pochi giorni or sono, senza che vi fosse una smentita da parte della società. Ecco da dove deriva la mia certezza, non certo dalla presunzione di conoscere i reconditi pensieri del nostro Zac, che tu dipingi come un opportunista senza onore.

Rispondi
Luca

L'agente di Zaccagni ha confermato pochi giorni fa che non hanno ancora ricevuto proposte di rinnovo da parte della società

Rispondi
Salta Sul Carro

Ma quando facevi i conteggi di quanto ha speso e guadagnato Setti durante il calciomercato, non provavi a fare il tifoso contabile anche tu? (con risultati pessimi, visto che scrivevi cifre a caso)
Oppure, quando le cifre servono per criticare, in quel caso non si e’ dei tifosi contabili, ma dei fini pensatori?

Rispondi
uolly

martino, leggi qua “Le notizie che girano in questi giorni sono prive di ogni fondamento. Non abbiamo declinato alcuna offerta di rinnovo da parte dell’Hellas Verona. Al momento, col club gialloblù, stiamo parlando del mio assistito (Mattia Zaccagni, ndr) e ad oggi non ci è stata formulata alcuna proposta di rinnovo” 

sai cosa vuol dire "stiamo parlando del mio assistito"?

Rispondi
Martino

“Non ci è stata formulata alcuna proposta di rinnovo”…e tu riesci ha connettere in senso delle parole di questo periodo?

Rispondi
Martino

Non cambia la sostanza. “Ad oggi” non sottintende che sicuramente domani gli verrà formulata una proposta di rinnovo con ritocco d’ingaggio al rialzo, come ogni tifoso spera.

Rispondi
Papo

su Zaccagni di Marzio dice che dal Napoli l'offerta più concreta con 8-9 milioni con un accordo verbale con la promessa che a giugno passa al Napoli…se le cifre sono queste è meglio tenerlo ma se magari il nostro presidente l'ha già promesso al simpaticone di de Laurentiis le proprio ingordo

Rispondi
Papo

e la rosa è corta ….il mercato è iniziato e pur sapendo che servono giocatori perché la rosa è corta non arriva nessuno ma solo i soliti nomi per illudere i tifosi e prendere tempo come lammers e kuame' che non prenderemo mai se non lo n prestito

Rispondi
Martino

Figuriamoci…se arriva Lammers, anche solo in prestito secco, giuro che mi dileguo dai blog del sito per la gioia dei manila. Sei testimone di questa solenne promessa, questo voto.

Rispondi
schetch

“Setti ci ha assuefatto al punto che accettiamo come normale, logico, giusto, che si venda presto e comunque (e magari al ribasso, come spesso è accaduto).”
Questo è il vero problema, non c’è progettazione! Juric molto probabilmente lamenta questo, magari è un po’ diretto (cosa che a me piace assai), ma la sostanza è quella. Spero che non si rompa le balle …

Rispondi
massimop

è vero.
ma purtroppo tocca parlare di soldi:
il nostro problema non sono le plusvalenze.
il nostro problema sono gli ingaggi:
se abbiamo mister e giocatori che riescono a piazzarsi per due anni di fila al nono posto,
e li paghiamo da terz’ultimo posto,
le società che ci stanno davanti ci spolperanno.
sempre.

consolidamento dovrebbe significare prima di tutto alzare gli ingaggi per poter resistere alle nostre pari.
le nostre pari sono lazio, napoli, milan?
chiedo.

Rispondi
Ruspa62

Concordo su tutto. E facendo di mestiere il contabile da quasi 40 anni vi assicuro che pur amando il mio lavoro se ci si appiattisce sulle fredde cifre anche nel calcio si disintegra quel poco che rimane di quello che dovrebbe essere per noi tifosi, una grande e sana passione popolare. Capisco che con presidenti come quello che ci tocca avere da 8 anni è difficile recuperare il lato più bello dell'essere tifosi. Ma di fronte al capolavoro fatto da Zaccagni a La Spezia è giusto fermarsi e riguardarlo 1000 volte e essere grati di essere sostenitori dell'Hellas. E in attesa di tempi migliori nel senso di una proprietà Veronese con passione vera per i colori Gialloblu, Forza Verona!

Rispondi
Leo

Proprietà veronese, con passione vera per i colori gialloblù e, aggiungo io, che abbia tanto denaro: mia massa facile…

Rispondi
DM

ma a cosa serve lammers in prestito secco?
a nulla.
fossimo in difficoltà di classifica capirei.
io piuttosto cercherei un attaccante al posto di di Carmine oppure un trequartista che possa fare il falso nueve all'occorrenza, ma lammers anche no….

Rispondi
Martino

Ma chi lo vuole Lammers? Io e papo stavamo solo commentando una voce di mercato. Figuriamoci se l’Atalanta si priva dell’unica altra punta disponibile oltre a Zapata con la Champions da giocare.

Rispondi
Alessandro

Il mercato inizierà dopo la fine dell’andata e la classifica ci dirà che mercato in entrata verrà fatto. Se giriamo sopra i 25 punti non credo sia la via dei prestiti quella da seguire, piuttosto approfitterei per trovare un nostro Lammers e vedere come va senza valorizzare giocatori di altre società

Rispondi
Martino

Ovvio, ma piuttosto di un altro 19enne senza qualità eccezionali e che pesa 50 chili di bagnato, preferisco il prestito secco di un attaccante già formato che scalpita. Come continuo a dire da mesi…dobbiamo pescare anche noi nelle Fiandre, Vallonia o Svizzera…c@zzo pontenziamo lo scouting se poi chiediamo i bocia alle strisciate (ora addirittura a quella di Bergamo) per restituirglieli temprati, visto che ci concedono diritti di riscatto assurdi, vere e proprie prese per il deretano…

Rispondi
DM

io, con la classifica che abbiamo, dico no al prestito secco a meno che non si voglia puntare dritti all'Europa.
ma visto che non credo sia il nostro obiettivo, non vedo l'utilità di un altro prestito secco.

Rispondi
Prebenzia

…………..E comuque se non fosse chiaro, l’acqua e bagnata, non ci sono più le stagioni di una volta, quando c’era lui i treni arrivavano puntuali, la gatta frettolosa fa i gattini ciechi, non dire gatto se non l’hai nel sacco ma, soprattutto, l’avevo detto in tempi non sospetti.
Il calcio moderno, purtroppo, ( sigh!) è questo!!! Da più di TRENT’ANNI!!! le società sono SPA quotate in borsa. La sentenza Bosmann è stata l’inizio della fine del calcio come lo conoscono quelli nati fino alla fine degli anni 60′.
E’ curioso notare come certi “addetti ai lavori” si svegliono all’improvviso e esternino con amarezza quello che è sotto gli occhi di tutti – soprattutto a Verona – che il calcio sia diventato “businnes”! Persino il povero Martinelli s’era dovuto arrendere perchè da solo non riusciva andare avanti ( Chissà se i suoi eredi sono riusciti a portarsi a casa quello che avanzava il FU’!!!)
Il Conte si è mangiato terreni ( e i ghe n’ha magnè tanti!!!) e per fortuna ha FIRMATO la cessione quand’era in coma irreversibile altrimenti i danni sarebbero stati maggiori!
Chi come me ha figli adolescenti o da poco maggiorenni sanno perfettamente che la loro visione del pianeta calcio è lontano Galassie luce dalla nostra visione. Il nostro calcio non c’è più da trent’anni e non ritornerà mai più.
Poi per carità, si può fare demagogia finchè si vuole, sguazzare nella retorica e fare articoli colmi di banalità tanto la claque pronta a prostrarsi ci sarà sempre.
Per fortuna la mia generazione ha sempre amato “l’HELLAS”, ha provato empatia o odio verso giocatori, allenatori e presidenti ma una volta passati – TUTTI – è SEMPRE rimasto “l’HELLAS”!!!
Zaccagni se ne andrà per 10 – 15 – 20 e più milioni????…..e sti caxxi!!!! Era andato via anche Zigoni e allora!?!? Il tifoso fa “calcoli economici e sogna di avere giocatori forti e costosi in rosa” perchè questo può fare, nient’altro, questo è il calcio moderno piaccia o non piaccia!
Per una volta, non dico sempre ma una volta sarebbe bello leggere un articolo/riflessione privo di pregiudizi, banalità e retorica e provare a esprimere concetti su quello che è la realtà, le effettive possibilità di una società come l’Hellas e dell’importanza che questa ha nel dorato mondo del calcio europeo. Al di là delle simpatie personali verso il presunto proprietario dell’Hellas quale figura forte economicamente potrebbe far RI-diventare il neo contabile in tifoso????…….come diceva un personaggio, magari poco simpatico, ci vorrebbe più onestà intellettuale e meno prostituzione.

Forza /=\ Hellas ( Libero!!!)

Rispondi
bruce

Che il calcio degli ultimi anni faccia schifo è un dato di fatto ma che si debba mangiare m***a senza nemmeno poter esprimere opinione contraria è troppo e per favore non tirare fuori la storia della lega pro perchè per alcuni sembra che il Verona abbia sempre giocato in C e che poi sia arrivato Setti a spiegarci il verbo, ma per favore….

Rispondi
Salta Sul Carro

Se secondo te, la situazione attuale e’ mangiare m***a, e’ evidente che fino a qualche anno fa seguivi un altro sport.
Negli ultimi 30 anni, il Verona ha giocato 10 campionati in serie A (5 con Setti), retrocedendo ben 5 volte su 10 (2 volte con Setti).
Poi ci sono gli altri 20 campionati…

Rispondi
ziga

Allora: bisogna aggiungere quasi altri 20 anni di serie A prima del girone unico cipè 1929-30. Non si contano quelli? Guardate che i scudetti vinti in quel periodo sono conteggiati.

Rispondi
ziga

Poi per uolly: che bei tempi quelli dei 2 quarti posti, un sesto posto uno scudetto le coppe europee, tre finali di Coppa ITALIA. Ma tu sei fermo alla serie C…

Salta Sul Carro

Cosa c’entrano i primi del 900 con gli ultimi 30 anni, fammi capire?

Leo

Bruce, ma che squadra eto tifado fino adesso?
Qui mi pare si stia perdendo di vista la realtà….

Rispondi
bastian

el bello l’è che tè ghè nel to nick il nome di colui che pur di non offendere coloro che l’hanno amato alla follia ha scelto di non vestire la maglia di un altra squadra italiana…bei tempi ah??..peccato che oggi sputi su chi quel mondo lo rimpiange e tenta con i pochissimi mezzi a sua disposizione di opporsi a tutto ciò o quantomeno ad aprire gli occhi a tanta gente….coerenzia ghe nè??

Rispondi
uolly

bastian vuoi decidere tutto te? quando cominciare, quando andare avanti? manie di protagonismo?

Rispondi
bruce

Ha vinto l’Hellas Verona 1903 e tutti i suoi tifosi, a Setti di quello che succede sul campo interessa il giusto e non si farà problemi a retrocedere se gli converrà farlo come purtroppo è già accaduto, sveglia!

Rispondi
bruce

Bravo, continua a fare il tuo lavoro per il quale mi auguro tu percepisca uno stipendio perchè altrimenti non ci resta che piangere.

Rispondi
Salta sul carro

Lo stai già facendo, il Verona vince e tu continui a frignare, 7 punti in 3 partite e tu vedi (o speri) solo nero, siamo 9 in classifica, e secondo te stiamo mangiano m***a.
Il re dei rensi.

Rispondi
Salta Sul Carro

Se retrocedessimo, tu godresti, proveresti piacere.
In fondo, lo speri, andresti finalmente in internet a scrivere “avete visto? io l’avevo detto”.
Non sei nemmeno un renso, sei 2 gradini sotto.

bruce

Andando allo stadio da molti anni e in tutte le categorie posso dire la verità e probabilmente alcuni che scrivono qui dentro non possono dire lo stesso, il vero tifoso accetta qualsiasi categoria mentre quello che salta sul carro è presente solo nella massima serie come molti che hanno tifato Chievo.

Rispondi
Salta sul carro

Certo, come no, per questo frigni in serie A, e speri di retrocedere.
Ho fatto la prima trasferta quando tu, probabilmente, non eri nemmeno nei pensieri dei tuoi genitori.
Se ti levassero lo smartphone, non saresti in grado di trovarlo da solo, la stadio.
Il “vero tifoso” , adesso, e’ quello che frigna in internet con lo smartphome.
Come siamo ridotti…

Rispondi
Franchellas

Il vero tifoso dell’Hellas si incazza da bestia se , su queste basi, adesso non si costruisce un progetto e una squadra in grado di ben figurare in A. Il proprietario attuale ha giocato per anni a nascondino e a fare il mariuolo , adesso che c’è la possibilità ci fare qualcosa di duraturo deve tirare fuori gli attributi Meglio giocare con le strisciate che col Marcianise , così le birrette hanno anche più gusto…..

Rispondi
Danielr

@Bruce : Spiegami la convenienza di Setti a retrocedere rispetto a quella di Preziosi Cairo Vigorito Giulini Pozzo Commisso Vrenna Volpi Saputo Ferrero Krause .

Rispondi
Martino

A mi sti discorsi da “scolta el nono” i me sta proprio sui ovi…come se fuse un merito esar sta cavà col forcipe quando Elvis Presley l’era in auge. Se fra un po’ de ani me ‘corso che faso i stesi discorsi da sempioto con ci l’è entrà nel ciclo scolastico apena dopo de mi, me taco ia col catetere in uno sprazzo de lucidità.

Rispondi
Salta Sul Carro

Non credo ti serva aspettare.
Un discorso perfettamente idiota, lo hai appena scritto.
Il concetto del “vero tifoso” l’ha tirato fuori il bambinetto qua sotto.
Appena vinta una partita importantissima, e questo va subito a scrivere, sveglia perche’ retrocederemo.
Il discorso, se ce la fai da solo, e’ un altro.
Ma di cosa vi state lamentando? Di non essere in zona scudetto?
Che non abbiamo Ronaldo per farvi i selfie con lui?

Rispondi
Martino

I non ho nemmeno account su alcun seciar neto, quindi di tutte ste vaccate me ne frega meno di zero. Il discorso vale che ho fatto vale per chiunque, quindi anche per bruce, di cui comunque spessissimo condivido le posizioni. Anche il discorso di Bruce è un altro…dice giustamente che setti non terrà mai al Verona in quanto tale, ma solo al prestigio e alle risorse economiche che ne derivano. Molto lineare e condivisibile. Emo vinto, semo contenti, emo brindà…quindi no se pol mia dir le cose me le sta sul carpigian? Bah, me digo che si ndè zo de testa dal caregon da picenini…

Rispondi
bruce

Vedi Martino tu analizzi correttamente quello che ho scritto senza interpretare, peraltro la mia affermazione era in risposta all’utente che ha scritto Vrenna è il mio presidente che era abbastanza provocatoria e non vedo cosa centrasse con il successo del Verona.

Rispondi
Danielr

Io vado allo stadio da 40 anni e non faccio proclami e non do patentini al tifoso .,, rispondi alla mia domanda… quale convenienza ha Setti a retrocedere

Rispondi
bruce

Dipende dall’annata, ma se segui il Verona dovresti saperlo meglio di me e dato che sei entrato scrivendo di Vrenna la tua provocazione è evidente, passeranno i giocatori, il presidente e l’allenator… Conosci la canzone vero?

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code