22
feb 2021
AUTORE Francesco Barana
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 15 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.167

TROVARE UN SENSO ALLA STAGIONE (ECCO COME)

E ora? Che senso diamo al campionato?  Il Verona di Juric è andato oltre le aspettative, ma ora caro Houston abbiamo un problema… emozionale. Quale obiettivo ci diamo da qui a giugno?  La beffa di Marassi mi ha colto impreparato: vincere significava tenere in piedi un senso, leggi la qualificazione europea, realisticamente improbabile ma non è questo ciò che conta: importava avere qualcosa a cui appellarsi per crederci, o quantomeno fingere di crederci.

Il pari di Genova ci porta a sette punti dalla Lazio (mentre scrivo la Juve deve ancora giocare con il Crotone, ma presumo che scavalcherà i laziali consegnandoli al 6° posto, l’ultimo a disposizione per l’Europa League), francamente troppi anche per (appunto) fingere di crederci. Insomma il paradosso è presto spiegato: siamo troppo forti per la lotta salvezza (e questo va a merito della società e del tecnico) e troppo deboli per l’Europa – questo era ampiamente prevedibile, intendiamoci.  Nel limbo di una media classifica  che la serie A a 20 squadre ha consegnato da troppi anni all’irrilevanza agonistica (con le 18 squadre quantomeno fino ad aprile gli obiettivi restavano anche per le squadre mediane), noi dobbiamo finire il campionato.

Un obiettivo realizzabile potrebbe essere quello di concluderlo nella parte sinistra, come lo scorso anno. Ma mi piacerebbe provassimo a inseguire l’8° posto oggi del Sassuolo, sarebbe il miglior risultato della nostra storia, ciclo Bagnoli a parte. Resta però un calendario complicato e una squadra che sembra avere qualche certezza in meno del girone di andata (lo scrivo dopo 4 punti in due partite…). Juric è la garanzia che non si mollerà di un centimetro, la premialità economica alla società in base alla posizione finale di classifica è un altro buon motivo  per esserne certi. Tuttavia oggi l’impressione è che sia più facile essere risucchiati da due-tre squadre dietro che superare il Sassuolo, e dobbiamo lottare affinché non succeda. Anche questo può essere un significato.

Lo è anche la partita di sabato sera con  la Juventus. Giusto un anno fa lo sgambetto a quella di Sarri fu il canto del cigno di un Bentegodi per l’ultima volta pieno. Senza pubblico è diverso, ma l’attesa ha sempre un suo fascino. E battere la Signora è una goduria in ogni tempo e in ogni luogo.

2.167 VISUALIZZAZIONI

15 risposte a “TROVARE UN SENSO ALLA STAGIONE (ECCO COME)”

Invia commento
  1. uolly scrive:

    il piccolo cabotaggio ci ha portato ad essere troppo forti per la salvezza. pensa se si facevano le cose per bene…

    1. Amarone scrive:

      Trovare un senso alla stagione: costruire il futuro. Purtroppo i pochi soldi uniti al piccolo cabotaggio e al tifoso contabile, rendono tortuosa la strada del futuro. E la dipendenza da Juric crea assuefazione. E comunque… “io l’avevo detto!”

      1. Oste Chri scrive:

        Per me se facessero 20 anni di A a metà classifica, non mi farebbe schifo….se nel frattempo arrivassero degli emiri a comprare la società, allora il senso alla stagione (con cartamoneta in abbondanza) lo si potrà dare

        1. uolly scrive:

          è scandaloso essere senza obiettivi a febbraio. che invidia il Cagliari…

          1. Leo scrive:

            Direi che il senso della stagione è il continuo consolidamento, già tantissima roba.

            1. Firpo scrive:

              Juve, Milan…direi che nell'imminente le motivazioni non dovrebbero mancare…

              1. Matteo scrive:

                Io dico che l’obiettivo deve essere l’ottavo posto. Sarebbe lo scudetto delle squadre “normali”, levando le prime 7 che sono di un altra categoria in termini di budget. Il Sassuolo credo sia più attrezzato ma io credo che come rosa in generale questa che ha a disposizione Juric nel girone di ritorno sia la più forte degli ultimi anni.
                Un motivo in più per arrivare 8º è che ci si qualifica direttamente per gli ottavi di finale di coppa italia l’anno prossimo.
                Un saluto

                1. paperinik scrive:

                  Gli obbiettivi? L’ onore sportivo ovunque e con chiunque. Il resto se deve venire, viene da se..

                  1. Paolo Pozzerle scrive:

                    Giocare bene da qui alla fine è trovare già i sostituti per chi se ne andrà… (vedi tipo Bessa per Zaccagni)… così che il mercato estivo possa poi servire a migliorare…

                    1. Denis scrive:

                      l'obiettivo realistico potrebbe essere i 54 punti del primo anno in A con Mandorlini

                      1. Oste Chri scrive:

                        Io spero faccia un po di esperimenti verso fine campionato, magari dare minuti a gente di proprieta tipo pandur, ruegg, bessa…..

                        1. oscar scrive:

                          ma battere la Juventus smerdare il Milan,asfaltare il Sassuolo..e avanti poi con Inter Atalanta,non sono motivazioni valide?il valore della società e dei calciatori che ancora ambiscono a squadre di nome non crescerebbe?e che soddisfazioni x noi tifosi,immense

                          1. Riccardo scrive:

                            un senso ci sarebbe
                            giocare bene
                            far crescere i giovani
                            capire chi è da confermare
                            battere qualche grande cosa che ci può stare visto che giochiamo meglio con loro
                            insomma divertirsi

                            1. Ruspa62 scrive:

                              Iniziamo a toglierci delle soddisfazioni a partire da sabato. Poi avanti concentrati una partita alla volta, in modo da non regalare gol come il primo subito sabato scorso. Poi i conti li facciamo alla fine. Forza Hellas.

                              1. Ma scrive:

                                Se la salvezza è ormai raggiunta, il vero obiettivo è dare continuità al risultato dello scorso anno, in questo senso un 10° posto sarebbe più che ottimo (guardando la classifica siamo a +8 dall’undicesima, quindi obiettivo possibile).
                                Lo stesso Ranieri (Samp) ha dichiarato ieri che il loro è un ottimo campionato e il massimo che possono fare è cercare di guadagnare una o due posizioni, parlare di altro (Europa) sarebbe prendere in giro i tifosi. Credo che questo discorso calzi a pennello anche a noi. Non dimentichiamoci chi siamo e da dove veniamo.

                                1. kay scrive:

                                  Sono d’ accordo quale senso per questa stagione da adesso in poi…io penso al futuro. Il mister e la societa’ avranno gia’ pensato e preprato il domani, chi partira’ ovviamente come plusvalenza, chi non verra’ riscattato, quali profili seguire e cercare di portare in riva all adige…bisogna preparare il gruppo per il prossimo campionato. Crescere come organizzazione di gioco, tattica etc. Avremo cosi’ un grossissimo vantaggio sulle altre squadre, per cosi’ magari puntare al 6 posto ( molto improbabile ) o alla coppa italia.Altre squadre moolto piu’ costose del Verona hanno lo stesso dilemma, looo stesso sassuolo decantato da tutta italia..l udinese, la fiorentina e la sampdoria..tanto per citarne alcune…che senso ha il loro costoso campionato? Ovviamente il piazzamento a fine campionato vuol dire anche extra cash….Insomma siamo in un buon momento, sfruttiamolo, programmiamolo e godiamocelo…

                                Lascia un Commento

                                Accetto i termini e condizioni del servizio

                                Accetto i termini sulla privacy

                                *