Torna al blog

LA LEGGENDARIA FORTUNA DI SETTI

Era leggendario il culo di Sacchi (Arrigo) ai tempi della Nazionale, narrato in chiave comica e con un gioco di parole linguistico (cul de sac, vicolo cieco) in un libro da Gene Gnocchi. Ma anche Setti (Maurizio) non scherza.

Appena sembra spacciato, riemerge. Ogni volta che sembra precipitare, per errori suoi di presunzione, pesca il jolly. Oggi è Verdi, l’attaccante della rinascita, che era già stato venduto a gennaio e rimasto solo per un cavillo e pure con malcelato fastidio del club; ieri era Aglietti, l’allenatore della promozione nel 2019, ingaggiato quasi per disperazione dopo i disastri di Grosso con il Verona fuori dai play off di B (senza dimenticare nella stessa stagione i guai del Palermo che ci liberarono proprio quel posto ai play off); ieri l’altro era stato l’improvviso, irripetibile e quasi casuale eurogol di Romulo nel derby con il Vicenza che (ri)spinse in A il Verona di Pecchia e Fusco che si stava sgonfiando. Per tacere del padre di tutti i jolly, quello che ti salva quando precipiti: il paracadute, inserito dalla Lega di serie A nel 2016 mentre il Verona stava scendendo in picchiata in B con Mandorlini e Delneri.

Sliding doors fortunate che hanno cambiato la vita a Setti, che altrimenti sarebbe probabilmente già da un pezzo un ex. Botte di culo, insomma, grazie alle quali il nostro presidente, che ama svendere, fare cassa e rompere sul nascere qualsiasi programmazione sportiva (mandando via o creando le condizioni per l’addio dei suoi migliori collaboratori: da Sogliano a Juric e D’Amico, fino a Tudor), riesce a resistere.  Un Setti talmente (e volutamente) debole da ammettere candidamente che lui non è in grado di tenere i giocatori che se ne vogliono andare (chiedete ai Pozzo cosa fanno nelle stesse condizioni…). Eppure Setti ha culo. Ma del resto lo diceva pure Napoleone: “Meglio avere generali fortunati che generali bravi”.

14 commenti - 3.386 visite Commenta

auzzaider

Io ci metterei pure la pausa per i mondiali a novembre (prima volta nella storia) senza la quale la serie di dieci sconfitte si sarebbe allargata, la diatriba sui migliori o peggiori presidenti della storia ha poco senso visto che ognuno è figlio dei suoi tempi ma di sicuro il carpigiano oltre ad essere quello che tra paracaduti e diritti tv ha avuto più soldi a disposizione è anche quello più fortunato, in questo caso meglio per lui e soprattutto per il NOSTRO Verona

Rispondi
Ghost3

Concordo pienamente con quanto scritto dal buon Barana anche se il contenuto del suo articolo evidenzia una realtà a dir poco preoccupante (e lo dico da inizio campionato)
Per carità la fortuna fa parte del gioco (e della vita), ma basare la gestione di un club su di essa mi sembra un’azione alquanto irresponsabile e dannosa.
Per carità anche Ferrari nelle interviste diceva che era meglio un pilota fortunato di un pilota abile però a giocare sempre con la roulette vi è una sola certezza: alla fine si perde tutto.
Puoi contare per un periodo sulla fortuna, ma alla lunga se non conosci nulla dei fondamentali del calcio, ne esci con le ossa rotte.
Pere ben che vada riesci a vendere senza perderci, male che vada fai crack e buonanotte ai sonatori.
Una cosa però è ormai certa: Per il bene dell’Hellas e della città di Verona prima questo presidente si fa da parte e meglio è; continuare a rimandare questa scelta rischia solo di aggravare la malattia!!!

Rispondi
Freddy

Non si diceva qualche tempo fa, quando la salvezza sembrava ormai un miraggio, che la condizione più favorevole perché setti decidesse/riuscisse a vendere la società, si sarebbe verificata in caso di permanenza in serie a? Io ci credo, il culo di setti ci porta alla salvezza e lo stesso culo gli fa ricevere un’offerta irrinunciabile per cedere la società. Crediamoci, viva il culo di setti

Rispondi
Hellas

Francesco blog azzeccato a lui gli dice sempre bene vedrai che ci fanno restare in A vedrete non conviene a nessuno che retrocede e le sue conoscenze profonde del calcio lo aiuteranno😀😀😀😀

Rispondi
Roberto

Bene, ma non benissimo, ad oggi siamo retrocessi, e abbiamo di fronte due partite fondamentali, forse tre se l’Empoli arrivasse col fiato corto a fine campionato. La Cremonese, piu’ per mettere pressione allo Spezia e provare a sopravanzarlo gia’ alla prossima che per le reali possibilitá della Cremonese di restare in A, e sopratutto Lecce, vero banco di prova da qui alla fine della stagione. Vincerle entrambe sarebbe una quantitá di culo enorme, anche per uno come Setti, ma chissá, potrebbe darsi il caso. In qualsiasi caso è gia un miracolo essere ancora in corsa per la salvezza. Vada come vada, basta che sia la volta buona che ce lo leviamo dai coglioni, scusate il francesismo.

Rispondi
/=\dri

Lo sbaglio più grande è stato che non ha capito che le condizioni migliori x vendere erano nel finire della scorsa stagione apice di un ciclo e valore alto. In compenso ha concluso la fase di matrioska dei bilanci ( ottimi avvocati ) e risanato le sue aziende.

Rispondi
Fabio

Quello che mi fa paura è che Setti stia mirando alla retrocessione e abbia chiesto alla squadra semplicemente di fare un po’ di spettacolo, io mi auguro non sia così, ma ricordiamoci che perderebbe 20 milioni di paracadute, dovrebbe riscattare Verdi a 5 milioni in caso di salvezza e queste grosse plusvalenze quest’anno non ci sono a quanto pare.. spero davvero non sia così.. ma tutto ci si deve aspettare da un personaggio del genere, quindi sempre e comunque forza Hellas!

Rispondi
caio merlo

infatti dalla serie A tutti i tenta de scappar in serie B,per i lauti guadagni,i risparmi de ingaggi,i paracaduti e gli sponsor a centinaia.za solo restar in serie A te ghe un bonus dalla federazione di 40-45 milioni +l’ assegno delle tv.setti el sarà anca un buffone ma no stupido.ma dai…

Rispondi
hellasmastiff

dare i meriti al vecchio zoccolo duro noo??? e cioffi che ha fatti più danni della grandine no??
se quelle due cose combaciavano dall’inizio cioè che i senatori si mettevano in testa di giocare a calcio da agosto scorso e che cioffi doveva esser mandato via a ottobre adesso stavam parlando di partite amichevoli per l’hellas…… che già poteva programmare la prossima stagione facendo debuttare tanti giovani della primavera che hanno talento….. vedi joselito caia cazzadori bernardi calabrese el wafi bragantini e molti altri……… un cioffi che si presenta a verona senza uno straccio di gioco e una preparazione fisica vergognosa col braccio tatuato completamente ma dico io poteva far il mister del verona sto qua???? allucinante……..

Rispondi
Spritz

Resta sempre la possibilità di acquisire la Società. Se ci fossero degli interessati più bravi, competenti e meno fortunati, si dovrebbero fare avanti. Al momento pare zero. Mi accontento della fortuna.

Rispondi
/=\

In un Paese legittimo Setti sarebbe gia`in galera.
Ma Berlusconia e` una Tele-Repubblica delle banane…

Rispondi
hellasmastiff

NO 4411…. è un appello modulo che toglie stabilità alla squadra che da 4 anni gioca col 3421…. da subito ritornare come si era poche settimane fa perchè i giocatori con questo modulo sono in confusione palese….. non è una appello ma una necessità…… NO AL 4411….

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code