Torna al blog

…DI ZANETTI E DI ALTRE COSE (CENTRO SPORTIVO)

Paolo Zanetti non è il migliore del mondo, ma è il migliore dei mondi possibili (per il Verona). Nel mazzo di carte che aveva in mano Sogliano, dato il budget, era la scelta più sensata, più di Donati o Inzaghi: perché già esperto, ma ancora tra i rampanti; perché di forte temperamento – come si conviene storicamente alla piazza di Verona – ma non egotico; perché allenatore tout court e non sbiadito di luce riflessa del passato di ex campione; perché tecnico dalla marcata identità tattica, ma non talebano  – vedi la capacità di variare schieramento dalla trequarti in su, dove serve adattarsi ai calciatori di talento. Inoltre, Zanetti ha dimostrato che, se supportato dalla società e da calciatori di qualità, raggiunge gli obiettivi prefissati. Ecco, sebbene nel calcio moderno lo si dimentichi e si conceda eccessiva vanagloria agli allenatori, poi sono i calciatori che fanno la differenza e determinano fortune e sfortune. Baroni si è salvato – e bravo Baroni! – ma nel girone di ritorno disponeva del miglior Serdar (a lungo nel giro della nazionale tedesca), Noslin (ne sentiremo parlare a lungo), Suslov e l’azzurro Folorunsho, più una serie di altri ottimi giocatori di categoria e-o nel giro delle loro nazionali.

Una mia perplessità, poiché sono per il calcio essenziale, veloce, verticale, piuttosto può riguardare la cosiddetta e controversa “costruzione dal basso”, di cui Zanetti si fa portatore. È un’idea tattica che se da un lato permette di far salire gli avversari in modo da colpirli poi sulla trequarti, dall’altro necessità di interpreti, ergo difensori, bravi nel palleggio. Sembra però che Zanetti non la applichi in modo totale e comunque si serve di un centrocampista che si abbassa sulla linea dei difensori.  Questo è un tema che sarà interessante approfondire anche nella conferenza stampa di presentazione del tecnico di Valdagno.

Ci sono gli scettici su Zanetti (ed è comprensibile), ma vorrei aprire una breve riflessione-digressione: noi a volte pensiamo che Verona sia il centro del mondo, in realtà siamo sì un club di serie A, ma economicamente non di fascia media (vedi Torino o Monza), ma piccola. Tradotto: non possiamo ambire a nomi di richiamo, ma arrivare agli emergenti o a chi ha sete di rilancio.   

Bottagisio. Setti dopo 12 anni di presidenza è riuscito finalmente a mantenere la promessa: il Verona ora ha un centro sportivo di proprietà. Sarà la casa delle giovanili e questo dara anche un’identità e un’allure al club, che si dota di qualcosa che rimarrà anche nel futuro. Ma soprattutto quella di Setti è un’operazione immobiliare che rafforza il valore economico e patrimoniale della società. Un passepartout con le banche e un asset da esibire ai potenziali compratori. L’occasione attesa da anni si è manifestata con un’asta fallimentare, come un’asta ha permesso a Setti di comprare la sede di via Olanda. Setti, va detto, è uomo che sa fiutare gli affari. Ma rilancio l’idea di Vighini: sarebbe affascinante in futuro ridare Veronello all’Hellas, intesa la prima squadra. E programmare all’antistadio occasionali sedute di allenamento o le partitelle in famiglia, per concedersi di tanto in tanto alla città. Modernità e identità possono andare in simbiosi.   

39 commenti - 4.233 visite Commenta

Roberto

Più che per l’allenatore, le mie perplessità riguardano il mercato in uscita/entrata. Come giustamente dicevi in un altro articolo, non sempre si può pescare il jolly, e non so se Sogliano riuscirà a ripetersi ancora. Purtroppo la conferenza stampa del mese scorso ha confermato che Setti apparentemente continuerà come sempre vendendo i pezzi migliori, salvo sorprese clamorose quindi prepariamoci a salutare tutti quelli da te citati in questo articolo. Rispetto all’acquisto del Bottagisio, beh, è stato senz’ altro un bel colpo, ma siamo ben distanti da quanto immaginato da Setti al principio …Veronello è una suggestione, bellissima, ma assolutamente fuori portata attualmente e temo resterà tale. In definitiva, niente di nuovo sotto il sole, si naviga a vista, come sempre. Forza Verona!!!

Rispondi
scala1970

ciao Francesco. Guardo i fatti.
Zanetti ad oggi vanta esoneri a Venezia ed Empoli ma siccome l’ha scelto Sean (vero top player di questa squadra) mi fido.

Rispondi
paperinik

Dirò una bestialita’. Ma Zanetti è stato scelto per moduli di gioco più simili a Baroni, rispetto a Donati. Ci può stare.
Per il centro sportivo…un affare. Rilevato forse neanche a prezzo di costo.

Rispondi
auzzaider

Setti ha semplicemente colto al volo l’ennesima occasione e questo non fa che confermare il suo fiuto per gli affari ma mi fermerei qui, che sia un buon posto per far allenare le giovanili non ci piove ma considerare il bottagisio un centro sportivo (come invece è Veronello) mi sembra un’esagerazione e la proposta di intitolarlo a Mascetti la ritengo fuori luogo vista la grandezza del giocatore e della persona e per ciò che ha rappresentato per il Verona.

Rispondi
Skywalker

Sono d’accordo sul Bottagisio.
Però dai adesso: Veronello non è certo la Pinetina o Milanello. Struttura ferma ai primi anni ’70, manchevole credo di tutta una serie di dotazioni necessarie ad un vero centro sportivo. Leggermente più grande ed ubicato in una zona con (limitate) possibilità di espansione. Però il Bottagisio l’han finito l’altro ieri, con conseguenti dotazioni tecnico/impiantistiche (immagino, perché non ci sono mai stato). Veronello, visto da fuori (perché anche lì non ci sono mai entrato) francamente mi sembra completamente da ristrutturare e riammodernare.
Potenzialità, ma serve anca schei.

Rispondi
Roberto

Skywalker, tutto vero, io ci vivo ad un tiro di schioppo da Veronello, e confermo quanto da te riportato, ma il valore fondiario, per la zona dove si trova, è di molte volte superiore ai tre milioni circa sborsati dal carpigiano per il Bottagisio, che già di per sé è stato un vero affare! Se dovessi azzardare un prezzo, direi che Veronello vale cinque volte tanto, più tutto quello che c’è da spendere per rimetterlo in sesto, cifre lunari per il nostro eroe della bassa padana. Gli è andata già ricca così, ma anche il culo di Setti ha un limite.

Rispondi
Skywalker

Concordo. Idea affascinante e suggestiva quella di Veronello. Location bellissima e minimamente paragonabile al Bottagisio. Però, anche comprassi all’asta, anche per me poi serve comunque la pila per renderlo veramente all’avanguardia.
(Non che il Bottagisio lo sia, capemose. Però ha comprato una roba che ha si e no 10anni, non 50)

Rispondi
Mattia

Buongiorno,
per quanto concerne il Bottagisio sinceramente l*acquisto lo trovo fuori luogo.
Portare le giovanili in un territiorio che non ci appartiene lo trovo un ennesimo sfregio a questa società.In piu intitolarlo al grande Mascetti.
Capitolo Allenatore.
Zanetti secondo me è un bravo allenatore che ha bisogno di sentirsi protetto dalla società e sentirsi importante.
Secondo me è stata una scelta intelligente, pero bisogna metterlo in condizioni si potersi esprimere con giocatori idonei al suo calcio.
Forza Hellas.

Rispondi
ANDREA

Per me puo portarci anche in champions league che rimane sempre una xxx di uomo!!!
Uno che so da fonti certe che ci ha sempre da buon vicentino schifato e odiato e poi viene qui perchè il contrattino fa comodo rimarrà sempre un INFAME e PICCOLO UOMO!!

Rispondi
Mattia

Non è un simpaticone certamente , pero io dicevo che tra tutti quelli che erano in lizza ,è il migliore.
Avrei preso Donati ma forse era un azzardo.

Rispondi
Lavalle

È quasi normale che un vicentino sia contro il Verona…poi per lavoro si fa di tutto. È giusto così.

Rispondi
giovanni

curioso di vedere zanetti all’opera a Verona . Dico solo una cosa …non ci dobbiamo affezionare …..perché se fa bene se ne andrà ..

Rispondi
inogniposto

La carriera del 90% degli allenatori è fatta di esoneri; Sarri per esempio non è stato esonerato?

Da secoli non mi affeziono a nessun professionista del mondo pallonaro, allenatore o giocatore o Ds che sia…. Chiedo solo serietà massimo impegno e rispetto verso una vittà ed una tifoseria.

Non ho presente come fa giocare Zanetti (fatto salvo il 4312), per me fondamentale sarà che Sogliano compri pensando anche (ma non solo) a Zanetti, già avrà delle difficoltà se poi non lo si aiuta “saremo fritti”; per ciò che riguarda il fatto che Zanetti sia vicentino beh…. anche Baggio lo era, ma quanti sarebbero andati a prenderlo in coparela per portarlo a Verona? guelfi vs Ghibellini vale solo sugli spalti, ad un professionista importa ZERO. Sicuramente per Zanetti Verona rappresenta una nuova opportunità. Tutto sta che lavori bene con il DS.

Quanto al centro sportivo ex “mai nati” bene così …Non sono d’accordo con tutto questo “volemose ben” nei loro confronti espressa dal Vigo durante la trasmissione sul mercato estivo ….. I quattro gatti continueranno a chiamarlo Bottagisio? Chi se ne frega, l’importante è che sia funzionale ai bisogni del Verona e che rappresenti il Verona (insegne bandiere e nome). Se i 4 gatti si sono agitati …. pazienza !

Rispondi
Paoko

In questi ultimi anni ho dovuto spesso ricredermi sulle scelte del pusillanime basso padano, e di questo devo dargliene atto: culo o no, ha avuto ragione lui. Ciò non toglie che, vista la sua capacità economica (non quello che ha spennato all’Hellas in tutti questi anni e che prontamente si è messo in berta) vicina allo zero, dobbiamo accettare il fatto che, finché c’è il petacca, siamo destinati a soffrire. Non c’è e mai ci sarà un progettualità non dico a lungo, ma almeno a medio termine. Giocatori e allenatori validi sono destinati ad essere di passaggio e come biasimarli! Ci sono presidenti che investono (non è sinonimo di “spendono”) nelle società sportive e presidenti che vivono con le società sportive. Questa è la nostra dimensione e questa sanguisuga dovremo tenerci. Finché ci fa rimanere in serie A…..

Rispondi
Helladino

Il problema non è Zanetti, ma il patacca.
Quale rosa verrà consegnata all’allenatore?
A stagione non ancora iniziata abbiam già perso Folorunsho (prestito secco),
Swiderski (riscatto non esercitato, costo troppo alto) e pure Centonze-Vinagre (6 mln in due
anche qui già rispediti al mittente) e già invece speso 6.5 mln per riscattare Tchatchoua e Serdar. Lazovic quasi perso (contratto troppo oneroso? ah ah) e già si parla di incassare
vendendo in un colpo solo Noslin e Cabal,
Praticamente mezza squadra già andata e 6- 7 mln. in meno in cassa.
Dove vogliamo andare???
Praticamente siam ridotti ogni anno a sperare nei miracoli di Sogliano con lo spettro della retrocessione sempre lì ad aleggiare…

Rispondi
Sergio

Folo si sapeva benissimo che se ne sarebbe andato ADL non te lo avrebbe mai dato con riscatto, perciò o così o se ne andava da qualche altra parte, meglio sia stato con noi. Vinagre e Centonze li avete criticati a più non posso….. adesso invece ti lamenti perché non sono stati riscattati, un pò di coerenza prego

Rispondi
Helladino

Se vuoi tirare in ballo la coerenza lasciami fuori dai tuoi ragionamenti.
Ho soltanto detto che abbiamo due buchi in difesa, non sostituiti, ancor prima di iniziare la campagna acquisti (o vendite, a seconda del concetto di coerenza, eh?)

Rispondi
Sergio

Non era riferito a te in particolare era generalizzato….è vero ciò che hai detto ma è anche vero che non abbiano fatto molte presenze…. poi rientrato il cecca siamo mezzi coperti

Rispondi
Eli

Le fortune di Zanetti saranno determinate ovviamente da quello che Sogliano ( e Setti) gli metteranno a disposizione. Le premesse ad oggi non sono buone visto che mezza squadra titolare rischia di non esserci piu’. Mi fa’ incazz..re il fatto che nonostante a gennaio si siano incassati oltre 40 mln, abbassato il monte ingaggi, c’e’ ancora bisogno di vendere!! Davvero non riesco a capire. Dai diritti TV ho letto di recente incassati 38Mln… e quindi?? perche vendere Noslin e/o Suslov? o Cabal? e anche Montipo’ pare sìa in partenza….ma se con queste entrate ancora non riesce a mantenere la squadra sto presidente perche NON VENDE??? Si prospetta un altro anno di sofferenza, OBBIETTIVO 17 posto come sempre…..prima o poi il giochino non riuscira’ e allora ciao Serie A. Confido in Sogliano riesca ad assemblare una rosa decente almeno, che se la possa giocare con le altre ” pericolanti ” Restassero i migliori non avremmo problemi a riuscirci.

Rispondi
Jes

Beh Montipò se lo vendono
grazie di tutto e avanti il prossimo….
Portieri meglio di lui ce ne sono diversi

Rispondi
inogniposto

beh bisogna vedar quanto i costa e cosa pretendono gli eventuali sostituti di Montipò; Rasulo aveva indicato un portiere (mi pare giochi l’europeo) che gli sarebbe piaciuto vedere a Verona, COSTO: 6 milioni…. ma ve par che Setti spenda 6 milioni per un estremo difensore?

Perilli ha giocato benissimo contro l’inter (nonostante abbia fatto una cazzatona sul gol poi annullato alle mer*e) ma lo abbiamo visto giocare solo una volta…. Un giocatore non lo puoi giugicare su una partita ma sul periodo

Rispondi
Mattia

assolutamente.
Io inizierei a fare la squadra dal portiere.
Il portiere è fondamentale per una squadra.
Montipo l`ho sempre visto svogliato e mai concentrato al 100%.

Rispondi
inogniposto

beh svogliato anche no.. a maggior ragione se si guardano le statistiche che riguardano i portieri….

Non ho mai capito perchè a certi giocatori non si perdoni nulla mentre ad altri tutto (parlo in via generale non mi riferisco a te)

Rispondi
inogniposto

il solo dubbio che ho su Montipò è che per il gioco di Zanetti mi sembra che sia preferibile avere un portiere bravo con i piedi…. ecco Montipò non mi sembra esserlo (molti dei suoi rinvii sono “ad mentulam canis” )

giacomo

ancora qui con gli autoproclamati fini intenditori che esprimono dubbi sulla costruzione dal basso. Lo capisci o no che la “costruzione dal basso” la fanno ormai tutti come regola perchè STATISTICAMENTE l’alternativa è più pericolosa? Cerco di tagliare giù ancora più fine: il bel “lancio longo del portièr” che fa sbavare te e i vecioti di telenuovo comporta una peggior % di perdere palla subito dopo e subire un’azione pericolosa… questi “dubbi”, come metodologia, mi ricordano il classico leghista con la terza media che “esprime dubbi” sul processo di approvazione di un vaccino, o sui meccanismi di funzionamento della BCE…

Rispondi
Eli

Sig. Barana volevo chiederle se a bilancio l’area del Bottagisio recentemente acquistata in Asta Fallimentare per poco piu’ di 3MLN sara’ postata – a bilancio – per tale cifra, o come presumo, sul suo attuale valore di mercato, molto piu’ alto a quello che ho percepito. Cio’ di fatto rafforzerebbe di molto il Patrimonio Netto della societa’. Grazie.

Rispondi
hellasmastiff

batteria punte bozzanetti…..

Boženík + satriano + swidersky + henry o Lauritsen e Hornkamp e urbansky

e ti avanzono ancora per i ricavi di noslin e cabal per busio e Pickel + rikelme e vital poi un altro centrale mancino e vinagre se lo fanno tornare infine il portiere plizzari piano b mandas piano a e milinlovic savic del torino che lo danno via……

sogliano stringiamoooooooooooooooooooooo!!!!!!!

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code