25
ott 2018
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 34 Commenti
VISUALIZZAZIONI

3.567

LA SIGNORA DEL RUGBY

Finita l’intervista con Raffaella Vittadello, la signora del rugby veronese, i dirigenti della società mi hanno guardato strabuzzando gli occhi. “Guarda che è successa una cosa incredibile. Raffaella è schiva, non concede mai interviste… Chissà quando mai farà la prossima…”. Mentre mi raccontavano questo, guardavo la bellezza del centro sportivo costruito in via San Marco. Sorto quasi come se non si volesse disturbare. Senza proclami. Un metodo di lavoro che implica una filosofia. Se Raffaella Vittadello avesse voluto spendere quei soldi per costruire una squadra di vertice probabilmente adesso avrebbe portato a Verona facilmente lo scudetto. Si sarebbe presa un bello sfizio, ma niente di più. Invece quel centro rappresenta uno straordinario volano per tutto il movimento, non solo veronese, il cui impatto forse lo capiremo tra qualche anno. Su quei campi, intanto ci giocano decine di ragazzi, via San Marco è tornata a splendere, il degrado non abita più lì. Il Verona Rugby ha iniziato un ciclo, c’è un Accademia privata che non ha eguali in Italia, produrrà giovani talenti. Insomma, un gioiello destinato a durare. E’ evidente che il rugby non gode della popolarità del calcio, nè che Raffaella Vittadello ha avuto in questi anni milioni dai diritti televisivi, dagli sponsor, dai paracaduti. Quando le ho chiesto se ha trovato difficoltà burocratiche mi ha risposto di no. Vuol dire che anche le amministrazioni comunali non sono poi l’orco che qualcuno vuole dipingere.

Parlo a nuora perchè suocera intenda? Certo. E’ evidente. Il metodo di Raffaella Vittadello è un esempio. Come prima lo fu quello di Luca Campedelli che senza fare tanto casino ha dotato il Chievo di un proprio centro sportivo che ha risanato un intero quartiere, facendo sentire i propri benefici su tutta l’area dell’Adige. Nel frattempo anche la società di Stefano Magrini, la Bluvolley ha fatto un’operazione simile. Ha preso in gestione un’area che si stava degradando e ne ha fatto un piccolo gioiellino. Anche lì ora si respira aria buona e sicuramente in futuro sarà una base importante anche per ottenere risorse per la prima squadra. All’appello manca solo l’Hellas Verona, cioè la società che gode del massimo appeal e del massimo interesse a Verona. Inutile ricordare le promesse di Setti quando arrivò. “Lo stadio non è strategico” disse allora il presidente del Verona “ma il centro sportivo sì”. Da quel giorno di acqua sotto i ponti ne è passata tantissima ma il Verona continua a “mendicare” ovunque campi per far allenare i propri ragazzi. Setti si è ingarbugliato nella gestione, ha dato la colpa della sua inazione a Tosi che gli ha risposto per le rime, il centro sportivo che pareva cosa fatta (Gardini lo aveva annunciato come il suo fiore all’occhiello quando se ne andò all’Inter) è una chimera.

Dotare il Verona di un centro sportivo è la distinzione tra chi è qui di passaggio e chi vuole veramente mettere basi solide per il futuro. Non servono proclami, ma come ha dimostrato Raffaella Vittadello, servono volontà e investimenti. Setti è già in pesante ritardo e le sue promesse altro non sono ad oggi che vuote parole.

PS. (Presidente eviti di andare a presentare querela anche per questo blog… Si chiama diritto di critica che continueremo liberamente ad esercitare finché lei sarà presidente dell’Hellas Verona società che continuiamo nonostante tutti i suoi tentativi in senso contrario a ritenere un patrimonio di questa città. E sia chiaro: non sarà una querela a farci paura o a intimorirci o a zittire la nostra libera espressione)

3.567 VISUALIZZAZIONI

34 risposte a “LA SIGNORA DEL RUGBY”

Invia commento
  1. Alberto scrive:

    Notte di San Silvestri

    1. Alberto scrive:

      Meti dentro James Hetfield

      1. Alberto scrive:

        Belo el gol de Verde…el portier el stava andando da l’altra parte a torse ne birretta…e Ronaldo col paletò insacà anca quel…

        1. mir/=\ko scrive:

          dopo il Signore degli Anelli il "Signore dei Bilanci"… il mio tesssssssorooooooooooo…

          1. Alberto scrive:

            Ma i fenomeni da tastiera duri e puri che i invoca “dov’ela finìa la Curva?”….”eh na olta..!”…”quando volava sciáfe!”….parchè non cominciali lori a contestar? O ela na roba tipo: bone le Birrette? È più ghe ne bevo più straparlo con frasi fatte e slogan sterili?
            E zo goti anca ancò tardo pomeriggio…

            1. Ruspa62 scrive:

              Rimane sempre un dispiacere, (sempre più grande), che non si faccia avanti un nuovo Martinelli. Perché rimango convinto che investimenti come il centro sportivo li vedremo solo quando a guidare l’Hellas sarà un imprenditore veronese sinceramente e profondamente affezionato alla squadra.
              Comunque, sempre Forza Hellas, (nonostante Setti e la sua gestione).

              1. IL SAGGIO DICE scrive:

                ” via San Marco é tornata a splendere. Il degrado non abita piú lí “. Ma guarda che in via San Marco non c’ é mai stato degrado. Zero assoluto. Vai tranquillo che anche prima del Centro Sportivo nessuno ti avrebbe offerto droga o cercato di violentare.

                • Mad Max scrive:

                  Vogliamo parlare di “Chievo, quartiere risanato”?!

                  • IL SAGGIO DICE scrive:

                    Che poi, se vogliamo dirla tutta, di centri sportivi siamo pieni. Non credo che averne uno di proprietá Hellas cambi di molto le cose. Anche perché dobbiamo metterci d’ accordo. Appurato che Setti non ha soldi o, come si sostiene, se li imbosca , che non si vede l’ ora che se ne vada e che arrivi qualcun’ altro, che senso ha chiedergli insistentemente di fare un centro sportivo? Poi, con tutta onestá, un presidente di rugby deve spendere molto meno per tenere in piedi una societá. In A il piú pagato prendeva 2000 al mese , per una media di 500 euro mensili a giocatore. E da quello che so, comunque, il Verona Rugby lí é in affitto.

                1. moreno scrive:

                  si buonanotte

                  qua di fatti non se ne vedono .

                  1. RH scrive:

                    Pretendere che un presidente faccia ciò che vogliono i tifosi è come andare al ristorante e pretendere un certo piatto, chissenefrega se prrsente o no nel menu

                    1. Bruno scrive:

                      Vorrei solo esprimere apprezzamento alla signora Raffaella. Solo vedendola nel video, con poche parole mi ha dato l’idea di avere una grande signorilità unita ad una grande genuina passione.
                      Complimenti.

                      1. mir/=\ko scrive:

                        qui abbiamo il Signore del Pretaporter e dei bilanci…

                        1. mir/=\ko scrive:

                          Degrado non è solo droga violenza di sorta! via San Marco era marginalizzata come molte aree e l'area in disamina in stato di pressoché totale abbandono… già più chiaro? complimenti per il tuo commento Gianluca… chapeau!!

                          • Jes scrive:

                            Quando si sagerara……
                            In via S.Marco cè da mò un altro centro sportivo/medico e semmai quello ha riqualificato la zona da un tot di anni…..
                            Per il resto si può anche esser d’accordo.

                            • Massi scrive:

                              Non minimizziamo, il concetto è che se da domani ci fosse un gusto paracadute anche per chi scende in C, da domani se ne vedrebbero di belle !!!!!!!

                          1. hellasmastiff scrive:

                            Torre del Grifo Village il centro sportivo più grande del Sud Italia

                            https://vimeo.com/53015861

                            setti impari anche da chi ha fatto 8 anni di fila in serie A…………. catania

                            1. Matteo scrive:

                              (el Teo)
                              òcio Vigo, la verità fa male, e CalSetti l'è permaloso…tàca sà la macchina…

                              1. Spc scrive:

                                Grande Vigo!

                                1. renato scrive:

                                  Sig Vighini , un applauso.

                                  1. Leonardo scrive:

                                    mi sembra chiaro l'intento.
                                    perso volpi fare il più possibile cassa, com'è successo in questi due anni.
                                    poi portare a casa il massimo denaro possibile.
                                    questo paracadute e il prossimo, con costi d'investimento irrisori in proporzione.
                                    in ultimo, vendere il vendibile e addio ai suonatori.
                                    con buona pace di tutti al motivo di "a Verona non si può programmare nulla, colpa dell'ambiente che è ostile"… scommettiamo?

                                    1. Papo scrive:

                                      e la questura non ci fa paura…..

                                      1. avanti i blu scrive:

                                        il tempo non passa invano… si dovrebbe ormai sapere perfettamente con chi abbiamo a che fare

                                        1. Oste scrive:

                                          Dopo el MAGNA E TASI….LAORA E TASI

                                          1. pinkhellas scrive:

                                            Grande Vigo!!!!

                                            1. CHICCO scrive:

                                              Vigo invece dela colesion de farfale da far veder ale ragasse a casa,te ghe farè veder la colesion de querele che te ciapà dal presidente del mantova!!!

                                              1. Andrea scrive:

                                                …Gianluca permetta una piccola annotazione tecnica: E’ da mo’ che continua a chiamare quanto scrive in questo spazio web un ‘blog’ ma in realtà è un POST (articolo) che lei pubblica su un BLOG (spazio web).

                                                Mi scuso per la puntigliosità e ringrazio per l’attenzione.

                                                1. Massimo R. scrive:

                                                  Caro Vigo,

                                                  nel tuo terzo paragrafo si leggia la risposta del perché il Centro Sportivo è e resterà una chimera. Non smettere di vigiliarr (e criticare).

                                                Lascia un Commento

                                                Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                Accetto i termini sulla privacy

                                                *