22
mag 2019
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 14 Commenti
VISUALIZZAZIONI

5.195

A PESCARA SERVE IL VERONA CHE NON ABBIAMO MAI VISTO

Aglietti ha mascherato bene la delusione. Il Verona, lo sappiamo tutti, era condannato a vincere questa partita. Il pareggio serve solamente a tenere aperte le speranze. Certamente non è finita, ma quello che è facile intuire è che sarà durissima. A Pescara bisogna vincere o si sarà veramente compiuto il fallimento totale di questa stagione. L’impresa è possibile ma per realizzarla serve un Verona che non abbiamo mai visto quest’anno.

Una squadra, cioè, che abbia intensità per tutti i novanta minuti, che sappia essere cinica e spietata e che abbia intelligenza. L’intelligenza di capire quando l’avversario è in difficoltà, quando è il momento di colpire, quando quello di chiudersi. Il Verona, figlio di Grosso, non è mai stato una squadra e non ha mai fatto vedere quelle caratteristiche. Quello di Aglietti ha fatto intravvedere qualche qualità, ma non ancora sufficiente per compiere un’impresa di questa portata.

Alfredo Aglietti non ha avuto il tempo per lavorare in profondità come avrebbe potuto fare se fosse arrivato prima. In poco tempo ha restituito una logica a una squadra che era senza futuro e che ora è chiamata a compiere un’impresa miracolosa. Il rammarico è di non averlo avuto prima. Una beffa, frutto dell’insensata decisione presa in ritardo e “a malincuore” da Setti che ha esonerato Grosso solo alla penultima giornata. Qui lo dico e non temo smentite: se il Verona riuscisse a battere il Pescara all’Adriatico va diritto in serie A. Non ho molte speranze che questo avvenga. Mi affido all’imponderabilità del calcio, agli dei del pallone spesso privi di razionalità, e al cuore. La testa mi dice di non illudermi troppo.

5.195 VISUALIZZAZIONI

14 risposte a “A PESCARA SERVE IL VERONA CHE NON ABBIAMO MAI VISTO”

Invia commento
  1. Alberto scrive:

    E zo bire..:

    1. Alberto scrive:

      Tutti a Pescara

      1. Alberto scrive:

        Ma come mai adesso va ben se Aglietti el mete sempre Di Carmine titolare?
        Colpa de Grosso…

        1. Debo da Costermano scrive:

          Ho due domande
          1- Perché si è voluto vendere in fretta e furia Calvano? Uno che ha dimostrato che in serie A ci sta senza problemi, magari sacrificato per tenere risorse come laribi pagata per ciondolare svogliatamente sull’erba.
          2- che senso ha tener fuori in una partita decisiva il tuo giocatore più talentuoso? Contro una difesa che concede, il piccolo grande Bruce avrebbe fatto dannare i pescaresi
          Con tutti i suoi limiti, perlomeno il buon Fabio questi li ha sempre fatti giocare

          • Ostion scrive:

            Io ho tre domande:
            1- Ci sono mai stati rapporti con la criminalita` organizzata?
            2- Ci sono mai stati rapporti con la criminalita` organizzata?
            3- Ci sono mai stati rapporti con la criminalita` organizzata?

          • Sick boy scrive:

            Calvano non ha testa.Lo aveva dimostrato qui in passato (ricordo un’intervista non proprio all’acqua di rose di Sogliano su di lui),e non ha perso occasione di dimostrarlo anche a Padova,facendosi cacciare fuori rosa. Penso sia l’unico caso in cui la societa’ ha agito secondo logica.

          1. Nome a caso scrive:

            E meno male che secondo qualcuno la vittoria sul Perugia era quella più difficile. Basta baiàr, bisogna zugar!!

            1. Jordan scrive:

              Aglietti, basta che te lasi fora Danzi e Matos e te meti dentro se non ghe Zaccagni, Colombatto e Lee.

              1. LucaF scrive:

                Ora quella che non doveva essere (per favore) chiamata un’impresa è diventata un’impresa… Per ben due volte, in questo ultimo articolo…

                1. schetch scrive:

                  E’ stata comunque una partita che erano anni che non si vedeva. Siamo certamente svantaggiati, ma Io sono convinto che se hanno ancora questa intensità a Pescara te la puoi giocare. Non mi pare una squadra così impossibile e poi lascia giocare. Il resto lo sappiamo tutti…

                  1. viniciocaposhellas scrive:

                    Non sono d’accordo Vigo!
                    A pescara si può vincere e l’impresa sarà battere il benevento.

                    Ieri sera si sono evidenziati tutti gli errori di mercato di questo pseudo-ds.
                    Se in difesa si è trovata una certa continuità (finalmente Vitale ha fatto una buona partita)
                    A centrocampo si evidenzia che appena manca un titolare il sostituto è il 18enne Danzi, ragazzo forte che va fatto giocare, ma che in queste partite rischia di bruciarsi).
                    In attacco manchiamo completamente di esterni veloci che saltino l’uomo, incrocino, tirino in porta.
                    Laribi pur facendo un buona partia non è un esterno , Matos il più delle volte non è in partita.
                    L’ambiguità Di Carmine / Pazzini che non giova a nessuno.
                    25 mln per fare un mercato album panini alla mano.

                    1. hellaS 8 scrive:

                      soli senza DS e senza Presidente Daje Daje chi non salta Pescarese è

                      1. Ruspa62 scrive:

                        Ora serve coraggio. Il coraggio di giocare da subito con le due punte. La grinta e la determinazione dei giocatori di dimostrare che se hanno reso di meno di quello che potevano e che ci si aspettava da loro è per l'assurda gestione tecnica del figurante che era purtroppo in panchina. Effettivamente tutte cose che quest'anno non si sono mai viste come dice giustamente Vigo. Non ci sono appelli, hanno un'ultima chance per dimostrarlo. Domenica sera sapremo se c'è veramente della personalità in questa squadra. Intanto sempre Forza Hellas!!!

                        1. Matteo scrive:

                          (el Teo)
                          capisco il buon Aglio, l'unica gara delle due punte siamo affondati a Cittadella…
                          il problema di ieri sera sono stati i troppi gol sbagliati (anche per loro)…è stato evidente che l'ultima mezz'ora eravamo in carenza di ossigeno visti i 120 min di qualche giorno prima…
                          a Pescara entrambe devono vincere, i pescivendoli non possono rischiare il pareggio e basta!
                          e fa sempre più rabbia quell'esonero a malincuore…ma la scusa sarà già pronta "ci abbiamo provato"

                          1. hellasmastiff scrive:

                            nel ritorno aglietti dovrà giocarsi la carte sempre 433 ma con innesti freschi…. su tutti colombatto lee munari su tutti…….. per il resto non prendiamo gol da 2 partite perugia segna su rigore quindi li dietro si rimane così……….

                            ancora con sto discorso 2 punte ma che conoscenza di calcio che hanno… ma vergonatevi…. 2 punte centrali per lasciare la fasce a loro andate a ca..re………questo centrocampo, non avrebbe retto due punte centrali.
                            zaccagni di gaudio ragusa lee munari marrone pazzini colombatto stasera quelli che ci mancavano del primo minuto………..

                            1. Lona scrive:

                              in sintesi …Setti incompetente.

                            Lascia un Commento

                            Accetto i termini e condizioni del servizio

                            Accetto i termini sulla privacy

                            *