30
mag 2019
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 22 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.618

E’ LA PASSIONE CHE CI FREGA SEMPRE

Come si fa a tifare il Verona di Setti, Barresi, D’Amico e che fu di Pecchia, Fusco e Grosso? Come si fa a tifare una società che in spregio a qualsiasi logica ha aspettato ad esonerare il proprio fallimentare allenatore fino alla penultima giornata, la stessa società che ha tenuto il precedente tecnico a dispetto dei santi, una società che non ha mai fatto un passo avanti, che ha voluto perseguire la strada del muro contro muro (“Io so’ io e voi non siete un cazzo”)? Esistesse un minimo di logica e di razionalità, questo Verona dovrebbe essere in stato d’abbandono totale, molto di più di quello che è stato già abbandonato in questi mesi, in cui più di un tifoso ha dubitato sull’essenza stessa dell’Idea Verona ovvero “è ancora il Verona questa informe società?”.

La fregatura è la passione. Setti lo sa benissimo. E ci frega ogni volta, come in passato ci fregavano Pastorello, Cannella e tutta la compagnia cantante. La passione, questa maledetta bestia che abbiamo dentro e che non ci fa ragionare, che ci offusca la vista, che ci impedisce di mandarli definitivamente a quel paese, loro, i loro milioni televisivi, Dazn e il buffering, il marketing e i media event, i paracaduti di cui non si vede traccia nella costruzione della squadra. Vediamo gialloblù e non capiamo più niente. Neanche il più lucido dei pensatori riesce ad astrarsi e a ignorarli come meriterebbero. E’ bastato il signor Aglietti, tre partite vinte con tre golletti su rigore, cose normalissime ma straordinarie dopo la disgrazia passata per farci tornare la bava alla bocca. E’ bastato che Setti fischiasse come ai cani di Pavlov e siamo ancora tutti lì a soffrire e a tifare.

Tiferemo e saremo felicissimi in caso di serie A. Ma, almeno da queste parti, non ci scorderemo del passato e di che cosa è stata questa annata e quelle precedenti. E continueremo ad incalzarli e a denunciare ciò che non va bene perché è questo che fai quando vuoi bene a un figlio. E il Verona è come un nostro figlio. Maledettamente stronzo, ma maledettamente stupendo.

2.618 VISUALIZZAZIONI

22 risposte a “E’ LA PASSIONE CHE CI FREGA SEMPRE”

Invia commento
  1. CUDLES scrive:

    Matos andava cambiato molto prima !
    Oggi nullo in campo.
    Domenica Di gaudio-Lee-Pazzini !

    1. hellasmastiff scrive:

      giocavi oggi con munari colombatto henderson gustafson laribi e una punta col 451 che ca..o siamo andati col 433 in trasferta su due partite……. vergogna!!!!!! ma perchè delle volte non si ragione per quello che ti viene dato al mmento e non sempre per fisolofia…….ca..o!!!!! matos giochi sempre in 10 difesa che serviva più copertura ti mettevi con munari almeno oggi……… roba allucinante……………..

      1. CUDLES scrive:

        Alla fine sempre il solito disco : ma perche’ Pazzini deve sempre essere in panchina ?
        Sembra una maledizione!!!
        E’ l?unico che puo’ segnare……ma lo capiamo ?
        E domenica ….ancora in panca!
        INSPIEGABILE !!!!!!!!!

        1. LucaF scrive:

          Stai godendo sì gufo infame?

          1. Nome a caso scrive:

            Menomal che la partia è su rai3 così no sento quela cornacchia da citadella

            1. Leone scrive:

              Nutro poche illusioni davanti a questa società. Siamo e saremo il giochetto personale di setti del quale a poco importa dei veronesi e fa di tutto per spennarci tanto credo che alla fine a lui poco cambi salire o rimanere in B ed è questa la desolazione. se si riflette un attimo si capisce che di questo Hellas è rimasta la passione della gente che va allo stadio e sta assieme per un essenza quella del calcio tifato, un ideale che non c’è più e non ha più nulla di poetico con questa società svuotata di passione viscerale, un’azienda di un presidente che tifa mantova o Hellas o carpi a seconda degli interessi, degli incassi dei soldi di tv e via dicendo, alora compralo ti el verona dicono, eh no, non lo compro ma purtroppo questa società non mi rispecchia per nulla.

              1. enzo scrive:

                coerenza fino alla fine. per quanto mi riguarda il male assoluto é questa proprietà e tornare in serie a significherebbe non togliercelo più dalle palle, quindi resto a casa e mi siedo sulla riva del fiume. non sarà di certo una finalina playoff a farmi cambiare idea sull'attuale società.

                1. viniciocaposhellas scrive:

                  Ormai è sera
                  Si accendono le luci dei lampioni
                  Tutta la gente corre a casa davanti alle televisioni
                  Ed un pensiero le passa per la testa
                  Forse la vita non è stata tutta persa
                  Forse qualcosa s’è salvato
                  Forse davvero non è stato poi tutto sbagliato
                  Forse era giusto così
                  Forse ma, forse ma sì

                  1. hellaS 8 scrive:

                    Io AMO l'hellas quindi se si sale sono contento poi se il padrone si vuole di nuovo far prendere in giro dai presidenti di serie A significa che veramente non ha un orgoglio personale non dico Europa o altro ma una salvezza tranquilla quella è proprio il minimo sig.Maurizio svegliaaaaa

                    1. mir/=\ko scrive:

                      finché ci sarà Setti e una sorta di Hellas Verona che di Hellas non ha più nulla , io km. non ne farò mai più! Voglio vedere investimenti reali da parte di imprenditori che vogliono vincere qualcosa. basta scommesse!!!!

                      1. Ruspa62 scrive:

                        Che dire Vigo è così. Ci sarebbero un milione di cose da dire sulla gestione di setti, ma adesso bisogna pensare al bene della squadra. Per cui, Forza Hellas e basta fino a Domenica sera. Poi da lunedì riparliamo anche di altro.

                        1. Massimo R. scrive:

                          Resto coerente con le mie scelte. Ho disdetto DAZN 3 mesi fa e non ho più messo piede al Binti. Il Farabutto non vedrà più un centesimo da me. Sarei ovviamente contento se si andrà in A ma questo non cancellerà lo schifo che questa società rappresenta.

                          1. SETTI VATTENE scrive:

                            *DE novo

                            1. SETTI VATTENE scrive:

                              Tomhv, a dicembre? Se x sbaglio te ve su, al luni te si za in B se novo, altroché dicembre

                              1. Tomhv scrive:

                                Un in bocca al lupo a tutti quei che se goduo e se godara’ a retrocedere già a dicembre in serie a grazie al loro presidente e il suo modo di gestire la società!! SETTI RAUS io non dimentico!!

                                1. Antonio scrive:

                                  OK va bene sono d'accordo su tutto, però piuttosto di una serie B de merda preferisco una serie A de merda. Stasera è domenica si tifa hellas e basta, e dopo ne riparleremo… E dighe a tommasoni che se el ga da vegnar in trasmissione per tenere il muso e dire sempre le stesse cose , che se ne stia sul suo divano. Inmusonà.

                                  1. Fabio scrive:

                                    Hai centrato il punto.
                                    Dopo anni anni ed anni di abbonamento quest'anno non lo avevo fatto. Comperavo il biglietto, (sigh!), ma fino alla partita casalinga col Palermo con la quale ho iniziato la mia astensione, investendo poi pochi euri col Brescia ed il Foggia. Stasera non sarò fisicamente a Cittadella ma Domenica al Bentegodi sí. Avevo giurato che fino a quando fosse rimasto questo presidentucolo non mi sarei più avvicinato al Tempio……… dura eh?! dura!….

                                    1. Oste Chri scrive:

                                      A me la passione l ha fatta ritornare un allenatore NORMALE; finche c e stato grOSSO, neanche più gli highlits guardavo da quanto smonà che ero….mi sono riacceso nn perchè è il nome Aglietti…no signori….ma perchè finalmente c e in panchina uno NORMALE che fa le cose logiche.
                                      D altronde peggio di grOSSO/cataPECCHIA, è quasi impossibile fare

                                      1. wallace scrive:

                                        marco
                                        sto con marco, coerente anche io con la mia scelta. La mia passione e la mia fede non morirà mai, ma finche c e setti non un cent uscira dalla mia tasca x ingrassare lo sborone padano e la sua corte di incapaci, Aglietti escluso naturalmente

                                        1. marco scrive:

                                          io resto coerente con la mia scelta contro setti caro vighini….. basta prese per il culo! domenica sto fuori dallo stadio… altro che passione.

                                        Lascia un Commento

                                        Accetto i termini e condizioni del servizio

                                        Accetto i termini sulla privacy

                                        *