18
set 2019
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 21 Commenti
VISUALIZZAZIONI

5.980

CI SIAMO ROTTI IL C…

Mi sono rotto il cazzo. E portate pazienza se l’immagine è forte e volgare ma quando ci vuole ci vuole. Mi sono rotto il cazzo di dovermi difendere, come tifoso del Verona dalle accuse di razzismo. Che è purtroppo una cosa molto più seria di quanto il banalissimo dibattito odierno ci costringe a fare e dove vige una vergognosa strumentalizzazione mediatica. Per carità: a Verona non siamo verginelle. Abbiamo purtroppo a che fare con una miriade di teste di minchia che in questi anni ha spesso aiutato gli spala-letame a infangarci.

Gente che bisognerebbe ridurre al silenzio e che purtroppo invece trova nell’indignazione del politicamente corretto il terreno fertile per diventare protagonista. Non c’è nessun cittadino di questo paese che abbia però subito un continuo e costante processo come lo abbiamo subito noi veronesi in questi anni. E, credetemi, non c’è nessuna tifoseria che si sia così profondamente interrogata sulle sue distorsioni.

Qui invece vince chi è più furbo degli altri, chi si indigna per primo, chi fa un comunicato strappalacrime con qualche hashtag accattivante. In realtà del razzismo non frega niente a nessuno. Il problema è questo. Poi, per carità, ci si può interrogare se un bu o un uh fatto allo stadio e durante una partita sia razzismo, se sia paragonabile a dare del ladro all’arbitro e dove sia il confine tra lo sfottò e un coro che discrimini.

Nessuno ci ha spiegato se urlare offese contro un giocatore bianco e magari biondo abbia la stessa valenza che urlarle ad un giocatore africano e per limite estremo se urlare offese è ancora permesso allo stadio.

La tifoseria del Verona, per aggirare le accuse di razzismo e dimostrare l’assoluta ipocrisia del sistema, si inventò di urlare a Balotelli “Mario Mario” ogni volta che toccava la palla. E così la coscienza dei politicamente corretti quella volta non s’indignò.

Mi chiedo anche che armi abbia la società, o un semplice tifoso non razzista ma semplicemente innamorato del Verona, se un deficiente accanto a lui urla “scimmia” o fa uh. Cosa possiamo fare? Ci mettiamo a menare le mani? Smettiamo di tifare per il Verona, dandola vinta a loro?  E se dieci venti, cento imbecilli lo fanno, possiamo ogni volta generalizzare e buttare merda su Verona? Sarebbe come dire agli interisti che sono tutti pluripregiudicati adesso che è arrivato un delinquente a dirigere la loro curva. Ho tanti dubbi e poche certezze, ve lo assicuro su questo argomento che non è figlio del calcio, ma della politica e delle incredibili “bombe” sociali che sono state create in questi anni di miopia sociale. So solo che io non sono razzista, che la mia città non è razzista e che sono stufo di difendermi da chi fin dai tempi di Marsiglia (il professore di religione che finse un’aggressione per non essere trasferito) continua a costruire tribunali mediatici su questa città.

5.980 VISUALIZZAZIONI

21 risposte a “CI SIAMO ROTTI IL C…”

Invia commento
  1. Alberto scrive:

    Tutti a iuve!

    1. Alberto scrive:

      Rensi liberi

      1. Cinghiale Bianco scrive:

        Parole dure. Forse i tempi sono maturi per farsi una nuova crociera?

        1. Sick boy scrive:

          Non dimentichiamo che dopo il Verona-Milan del famoro Mario! Mario! arrivo’ comunque una bella multa da 25 mila euro. Una vergogna passata troppo in secondo piano.

            1. inclineatutto scrive:

              parte da lontano…
              chi si ricorda la canzone bellissima degli IGIENE INTIMA
              TINTA DI NERO

              “.. vera città che non chiede altro che pace
              su lasciateci fuori dai vostri telegiornali
              vera VERONA che combatte da sola
              menzogne bugie enormi ipocrisie..”

              https://www.youtube.com/watch?v=Cc_U3k81yXc

              • inclineatutto scrive:

                questa è la spilla incollata sul petto
                da quel giornalista in modo perfetto
                guardatevi attorno
                guardateci bene
                siamo gente normale siamo gente per bene

              1. C'e' posto sul carro scrive:

                Tu non sei razzista.
                Loro sono solo delle teste di minchia che andrebbero ridotte al silenzio.
                Tutto bello.
                Poi sul tuo blog, sull’altro Topic, c’e’ chi ti scrive che il razzismo non solo e’ giustificato, ma e’ addirittura un dovere civico, e non ti premuri nemmeno di rispondergli, come spesso fai, non lo banni, e non lo cancelli.
                Quindi, di cosa stiamo parlando?
                Su una cosa hai ragione: a Verona non siamo delle verginelle, quindi non facciamo finta di esserle.

                • aldone scrive:

                  Purtroppo su questo blog vieni bannato solo se non la pensi come l’autore. La munnezza razzista, gli acronimi delle bestemmie, le scimmie varie passano in cavalleria. L’importante è non avere spirito critico dato che se non la pensi come il direttore sei un nemico dell’hellas…

                • El Sa Tuto Lu (Little Tony) x Ex So Tuto Mi scrive:

                  Quoto in toto

                1. Ruspa62 scrive:

                  Gli attacchi alla nostra bella città arrivano ciclicamente dai soliti media benpensanti sono una montagna di ipocrisia, di falso moralismo, di perbenismo di facciata, tutte cose di cui sono intrisi i fan del cosiddetto "politicamente corretto" l'ideologia del ventunesimo secolo che ha oscurato parecchie menti. È difficile smontare tutto questo anche perché Verona viene presa di mira anche quando non succede nulla, come domenica scorsa, lo ha certificato anche il giudice sportivo. Siamo comunque sempre andati avanti lo stesso e continueremo a farlo. Forza Hellas!!!

                  1. FatalVerona scrive:

                    Quando in una città assolutamente civile e non razzista come Verona smetteremo di farci del male con quattro ululati idioti allo stadio sarà comunque sempre troppo tardi.
                    Se ricordo bene quel brav’uomo di Marsiglia non solo finse un’aggressione ma si scoprì poi che non aveva nemmeno i titoli per insegnare. Più un impostore che un professore. E giù fiaccolate di solidarietà. E giù di falso perbenismo. E vai!

                    1. hydro scrive:

                      penalizare, soceta, tifosi e squadra non serve a nulla, lo trovo ingiusto. non si vede comunque la volonta da parte dei palazzi di contrastare il fenomeno, non hanno mai proposto nulla, penalizazioni, obblighi o altro. basta post inutili da parte della soceta, devrebbe rilasciare solo: la societa hellas verona mette a disposizione della quesura i filmati registrati.

                      1. Cerezo scrive:

                        Hai detto bene Vighini, questo argomento è figlio della politica e se viene tirato in ballo sempre l’Hellas, è perchè la politica è lo specchio della popolazione e la politica di Verona, soprattutto negli ultimi anni, ha sempre tollerato atti infami. Basta vedere chi si è seduto in Consiglio Comunale in questi anni.
                        Per cui, invece di fare vittimismo, domandatevi perchè tutto questo accade e quali sono le cause che portano a questa fantomatica “gogna mediatica”.

                        1. wallace scrive:

                          oltre
                          a rubarci la partita, volevano anche multarci e magari risarcire kessie di chissa cosa, e con lui il suo procuratore. Visto che non ci hanno condannati, e il fatto secondo la lega non sussiste, ora Setti, per tutelare l intera citta, dovrebbe querelare il suddetto procuratore. Come dovrebbero sanzionare anche arbitri come orsato, con multe salate, perche falsando partite importanti x chi vuole salvarsi come noi, non solo sbaglia con premeditazione, ma innervosisce i giocatori che si sentono giustamente depredati da questi pseudo direttori di gara. La var, fatta così, serve a poco. Il fallo di stepinski non e intenzionale, se correttamente davi il giallo, nessuno parlava, non falsavi una partita, e quindi ci sarebbero stati meno fischi e meno nervoso da parte nostra. Poi basta co sta storia del razzismo, ormai ne abbiamo i cogl…ni pieni

                          1. Bruno scrive:

                            Basta parlare di cose brutte come il razzismo dei veronesi. Parliamo di cose belle. Ieri non c’è stato neanche un coro offensivo a napoli. I tifosi inglesi sono stati così bene accolti che uno di loro si è voluto trattenere in città, lo si può trovare al cardarelli.

                            1. Mario77 scrive:

                              Scusa Vigo ma qua la situazione è differente. Qui non stiamo parlando di una sparuta minoranza che ha lanciato cori razzisti ragion per cui l’intera città ci va di mezzo.
                              Qui stiamo parlando di un giornale e di alcuni giornalisti che ci hanno condannato NONOSTANTE nessuno abbia sentito e/o rilevato nulla (nemmeno i social scrive quel giornale schifoso). E questo è grave!
                              Pare chiaro ormai che certe squadre debbano fare le vittime sacrificali e se per farlo vengono fuori porcate come quelle di domenica sera, l’imperativo è sviare le attenzioni.
                              E poi ci si chiede perchè il calcio è sempre meno seguito….

                              1. superciukko scrive:

                                Vigo, sono (finalmente) d’accordo con te.. la misura è colma! Anche se le persone intelligenti capiscono le strumentalizzazioni.
                                Sono pieno di conoscenti e amici che mi chiedono (e si chiedono) se il resto dei veronesi sono così diversi da me per poter essere additati come beceri razzisti!!!
                                il Mario Mario fu una trovata “geniale” che disorientò più i media che erano li pronti ad accusarci al primo Buuhh (o uh uh) che lo stesso Balottelli.
                                A mio avviso però il caso Marsiglia conta parecchio meno della vergognosa sceneggiata del manichino e dei fischi sull’inno… pure i leghisti adesso non fischierebbero più…

                                1. kay scrive:

                                  Io ho girato l italia per lavoro e ho spesso sentito piu’ razzismo verso di noi veronesi che quanto ne sento quando sono a casa verso di loro. PURTROPPO scritto in grande ci siamo messi contro uno status di intoccabili…ricordate verona – napoli? con Sboarina sindaco al TG1 a difendersi da un attacco mediatico incredibile, come se solo noi fossimo colpevoli. Di sicuro bisognerebbe essere piu’ furbi e inventarsi qualcosa, ma di sicuro ste merde troverebbero qualcos’altro.
                                  Percio’ basta con i buh..uhuh..e tifiamo solo che per quello siamo sempre i migliori.

                                  1. Ale75 scrive:

                                    Altro che Verona razzista, capi ultrà della RUBENTUS accusati di crimini mafiosi, società Juve e giocatori (CR7) ricattati…e non solo la Juve … i media nazionali parlano solo dei cori (presunti) a Verona. Miserie

                                    1. Riccardo scrive:

                                      tutto comincio invece da quel
                                      italia uruguai al bentegodi on cui venne fischiato l'inno

                                      1. Leo scrive:

                                        Sottoscrivo tutto in pieno: da Marsiglia in poi si è creato un bel giro di mierda che, con una certa ricorrenza, torna ad alimentare le bocche dei benpensanti/radical chic con Rolex o del meridionale di turno sensibile alle discriminazioni ma meno alle coltellate, bombe carta e lanci di deiezioni varie.

                                      Lascia un Commento

                                      Accetto i termini e condizioni del servizio

                                      Accetto i termini sulla privacy

                                      *