27
nov 2019
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 25 Commenti
VISUALIZZAZIONI

4.189

PIENI POTERI A JURIC

Qual è l’elemento di discontinuità col passato, la differenza tra le scelte scellerate di Pecchia, Fusco, Grosso e D’Amico e il presente? Uno solo: Ivan Juric. Non c’è dubbio che questa sia la miglior scelta della gestione di Setti. Come criticavamo pesantemente il presidente per la disgraziata stagione scorsa, che solo Aglietti ha raddrizzato in modo miracoloso, così gli va riconosciuto che stavolta non ha sbagliato il tecnico. Qualcuno, scherzando ma non troppo, ha detto che per la legge dei grandi numeri anche Setti ne ha finalmente imbroccata una, ma sarebbe ingeneroso metterla sotto questo piano.

Credo che invece Setti, pur non ammettendolo mai per orgoglio e per quell’aria da sborone emiliano che non riesce proprio a togliersi a causa del suo Dna, abbia in realtà capito moltissimo dai suoi errori. Finalmente ha scelto un allenatore che per mentalità, gioco, dedizione al lavoro, comunicazione è esattamente ciò che serve al Verona e alla sua tifoseria. Juric è il vero miracolo di questa squadra e su di lui bisogna costruire il Verona del futuro.

L’allenatore è un tassello troppo importante per una società. Inutile che stiamo qui a girarci intorno. La più grande panzana che raccontano è che un tecnico conti solo il venti per cento nelle fortune di una squadra. Alzerei questa percentuale almeno al settanta per cento. Guardate Gasperini all’Atalanta ad esempio. Certo, poi è molto meglio se la società è strutturata e in grado di assecondare il lavoro dell’allenatore. Ma questo aspetto viene dopo. Prima di tutto ci sono i risultati, il campo, l’empatia con la piazza, le scelte di mercato. Juric è esattamente tutto questo ed è evidente che tra il Verona di Grosso e quello di quest’anno la discriminante sta proprio nel tecnico.

Ecco perché, dopo essersela guadagnata sul campo con questi brillanti risultati, sarebbe molto bello che Juric potesse veramente avere carta bianca nel Verona. Un potere che il tecnico si è certamente conquistato e che, comunque, anche qui serve onestà nel dirlo, Setti con chiarezza e senza fronzoli gli ha concesso fino ad oggi. Il discorso è stato chiaro: non abbiamo i soldi delle altre, abbiamo il budget più basso della serie A, per salvarci serve un miracolo, per favore pensaci tu. E Juric ci ha pensato. Ha ispirato il mercato prendendo giocatori che sono andati a comporre in modo quasi perfetto il suo mosaico, ha detto le cose come stavano, ha pungolato, ma non ha mai cercato di scaricare il barile su altri. Consapevole di non poter avere Icardi, ma solo Stepinski si è messo di buzzo buono per trovare soluzioni e gol. Con il suo lavoro sta creando plusvalenze che potrebbero rappresentare il futuro del Verona. Uno così, quando lo trovi, non puoi perderlo. E lo devi responsabilizzare ancora di più. Fino a farlo il cardine del tuo domani.

4.189 VISUALIZZAZIONI

25 risposte a “PIENI POTERI A JURIC”

Invia commento
  1. Alberto scrive:

    Grosso el sta fasendo ben… avanti con el vivar de rendita par el rigor decisivo del 2006…la riconoscenza nel calcio non esiste, se non in alcuni casi inspiegabili come questo. Passi dar un’opportunità ma perseverare autem diabolicum…

    1. Tomhv scrive:

      Rh si i le vende ma non al primo anno e poi loro li reinvestono .. nessuno dice che non bisogna vendere ci mancherebbe

      • RH scrive:

        “non al primo anno”, i nomi citati dicono il contrario. Ho una personale opinione che forse farà discutere, hanno turlupinato mezza Italia stra-vendendo dei giocatori normali a prezzi astronomici. Un gioco organizzato dove tutti sono a disposizione li fa rendere al massimo, una nomea di settore giovanile strutturato come pochissimi (in questo, complimentoni. soprattutto perché dev’essere frutto di molti investimenti) e la tranquillità per poter gettare nella mischia il primo che spicca, ma soprattutto società miopi piene di soldi e raccomandati che spendono a boca dolsa 40 milioni subito per un giovane dopo un campionato buono, non ponendosi nemmeno la domanda se la squadra abbia veramente bisogno di quel giovane . Mi auguro che Juric riesca a fare la stessa cosa col buon Kumbulla e venderlo a 15 mln a far panchina nel primo napoli che passa

      1. Tomhv scrive:

        La parola consolidamento prevede secondo me che le pedine migliori siano riconfermate almeno per un’altra stagione e poi al limite venderle .. vedi Atalanta o Cagliari.. altrimenti si rischia non avere progettualità e qua siamo maestri nel non averla .. gennaio risponderà al quesito

        • RH scrive:

          L’erba del vicino non è sempre più verde, l’Atalanta le pedine migliori (Sportiello, Conti, Caldara, Mancini, Spinazzola, Cristante, Gagliardini Kessie, Kurtic, Petagna) le ha sempre vendute. Certo, loro sfornano 5 giocatori all’anno, noi uno o due

        1. Franco Smizzer scrive:

          juric può essere pagato anche tre o quattro volte l'ingaggio attuale. Per tutti gli ottimi motivi elencati da Vighini nell'articolo ed anche perché potrà permettere all'Hellas di ottenere delle future ricche plusvalenze, vedi gli esempi di Kumbulla che da quasi zero ora vale almeno 10 mln di euro ed in.prospettiva molti di più (De Ligt ne vale 60), vedi Amrabat da 3.5 mln ad almeno 20 …..

          1. Matteo scrive:

            (el Teo)
            non sono sicuro, Vigo, che abbia imparato dai suoi errori ed il solo anno di contratto e ad ingaggio misero mi spinge a pensarlo! comunque avremo la prova dei fatti tra gennaio e luglio… se non sarà smantellata la squadra e ceduti i prezzi pregiati a giuste plusvalenze (Kumbulla almeno 10/15 ed Amrabat almeno 20 dopo il riscatto) potremo dire che ha imparato, viceversa è solo un colpo di cxxo, quello che prima o poi capita a tutti!

            1. Papo scrive:

              Tonelli e tutino e se le ten perpiacere

              1. mir/=\ko scrive:

                posso accordarsi finché vogliono col giocatore: 10 milioni vanno benissimo! più Tonelli e perché no, pure Tutino! vediamo cosa dicono…

                1. Papo scrive:

                  il problema non è che lo vendano ma che lo svendano…loro venderanno Fabian Ruiz al Manchester per 60 milioni…qualcuno mi spiega come fa a valere 50 milioni in più di ambarabat?

                  1. Papo scrive:

                    vighini su ambarabat parlano già di accordo col giocatore …ma è possibile che siamo già arrivati che a novembre col Napoli che trova accordi con giocatori magari per abbassare il prezzo ne condiziona il rendimento?

                    1. hydro scrive:

                      beh vedo che sarri el ghe la messo in castigo ronaldo. quando uno non l è in condizion el va fora, el pol ciamarse anca pelè

                      1. Caramhellas3 scrive:

                        Dipende solo ed esclusivamente da Settorello…da che contratto vorrà fargli e a quanto, da chi venderà ma, visto che questa sarà una certezza, a quanto venderà. Vedremo se l’enorme fortuna che ha avuto quest’anno come sarà gestita quando si dovranno tirare le somme. PS: per ultimo andrei piano con incensare tutti, solo un terzo di campionato è trascorso, ne manca ancora un bel po’. Il Parma anno scorso nel girone di andata correva e be vinceva diverse di partite. Poi si è salvato per uno o due punti crollando fisicamente nel ritorno…

                        1. Orhowthefuckishisname scrive:

                          Da quello che sostiene e scrive ormai da mesi il povero vighini pensavo che i pieni poteri li avesse già…..

                          1. Esule Valtellina scrive:

                            Juric

                            Juric come Ser Ferguson, portaci in Europa.

                            1. elcarma scrive:

                              con na ponta decente semo da cempions, nessuna squadra bene ,corre come noialtri, comunque ce da dire che gira tutto ben, chi avrebbe detto che la difesa regesse cosi bene?nessun juric si è bravo ma emo becà ottimi giocatori a pochi schei! con na ponta decente, altro che prime 10.Poi a gennaio vedremo già lo spirito del commerciante!
                              Speremo che comunque, non si vendano giocatori a rate e basso costo, amrabat vale 25/30

                              1. Lona scrive:

                                juric sará messo alla porta o costretto ad abbandonare. spero di sbagliarmi. ma la storia di settino, aimè, insegna.

                                1. RobyVR scrive:

                                  Par mi se trata, apunto, de lege dei grandi numari, a forsa de cambiar prima o dopo te la imbrochi.
                                  E po’ se a uno te ghe fe un ano de contrato (memore del’ultimo bidon de Grecchia) me par che più che convinsion o prevegensa el sia sta puro e semplice cul. Tra l’altro sempre a risparmio, giusto par dir cossa el là pagà.

                                  • Leo scrive:

                                    Diciamo che forse anche il caro Setti non è che ci credesse poi così tanto proponedo solo un anno di contratto…
                                    Però è grazie agli che si cresce ed impara, in fin dei conti…. no?
                                    Ora godiamoci questo momento.

                                  1. Mariino scrive:

                                    Se Setti se lo lo lascerà scappare allora sarà un perfetto i d iota.Ma non credo,se ha speso 5 milioni per il contratto di Stepinski può fare un contratto decente con Juric. Questa è vera programmazione

                                    • Mariino scrive:

                                      Aggiungo che Juric in una grande squadra, fatta di campioni viziati ,avrebbe grande difficoltà ad imporre allenamenti faticosi mirati alla continua corsa ,pressing etccetcc

                                      • Mariino scrive:

                                        Pensate che ha messo in castigo DI Carmine,vi immaginate se lo facesse per un Ronaldo o altri campioni di livello,sarebbe per lui molto complicato se non impossibile….

                                    1. Hellastic Man scrive:

                                      Il Verona è una squadra Inglese.

                                      British Old Style: corsa, determinazione, grinta, in opposizione alla follia modaiola di imitare il tiki-taka
                                      di prima memoria spagnola

                                      Qui sta l’intelligenza di Juric : per essere competitivi in Italia con un tasso tecnico di media qualita’
                                      devi evitare di giocare coma la maggior parte delle altre squadre tue concorrenti, ingolfate su ritmi bassi
                                      e sulla pretenziosità di un possesso palla senza interpreti di un certo livello….

                                      Un calcio soporifero, lento, privo di intensità, che vive nell’illusione che sia il pallone a correre per Te :
                                      poco importa se su esasperanti linee orizzontali o scassa-pallosi passaggi all’indietro.
                                      Migliaia di tocchi continui che poi si infrangono nel solito cross ciofeca o nell’assenza del fuoriclasse di turno
                                      che ti disegni un vero passaggio-assist risolutivo.

                                      Questa, la bravura di Juric: un Verona British che corre coma una squadra di Premier League !
                                      Applicazione tattica e sforzo aerobico messi sullo stesso piano e valorizzati al massimo dell’intensità.

                                      E siccome e’ British, profondamente British, allora il Blog del Vigo è azzeccatissimo:
                                      se è vero che i migliori profili di quest’anno sono arrivati a Verona per suo merito,
                                      un Juric alla Ferguson sarebbe veramente un’ipotesi affascinante
                                      (e probabilmente vincente, anche con limiti di budget).

                                      Sarebbe…

                                      1. viniciocaposhellas scrive:

                                        Come è arrivato se ne andrà.
                                        Difficile pensare che non ci siano squadre pronte a triplicargli lo stipendio.

                                        1. Gongarelli scrive:

                                          Assolutamente d’accordo. Vorrei proprio un manager all’inglese, una figura che alleni ma che si occupi anche di andare a scovare i giocatori che gli servono, trattare con loro, e mi sembra che la società abbia fatto proprio questo. Non posso essere più contento.
                                          La prima cosa da fare verso fine campionato, ancora prima dei riscatti, è rinnovare il suo contratto.
                                          Questo è uno quadrato, schietto e che sa lavorare con i giovani. Con lui si può aprire un ciclo e lanciare tanti giovani che sono già fase di decollo (Udogie, Sane, Jocic, Gasolina, Cesco, Felippe)

                                          1. Papo scrive:

                                            sarà il prossimo allenatore del Napoli

                                          Lascia un Commento

                                          Accetto i termini e condizioni del servizio

                                          Accetto i termini sulla privacy

                                          *