01
mag 2021
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 24 Commenti
VISUALIZZAZIONI

4.424

STAVOLTA NON CI SONO ALIBI: PUNTI BUTTATI. NON ROVINATE IL CAPOLAVORO CHE AVETE COSTRUITO

Zero alibi. Zero scuse. Se con Inter, Fiorentina e Sampdoria abbiamo sostenuto che il piccolo Verona avesse comunque giocato al massimo delle proprie possibilità attuali, denunciando i limiti di una rosa che nella migliore delle ipotesi avrebbe dovuto salvarsi all’ultima giornata, con lo Spezia il Verona ha buttato via dei punti che avrebbero reso la propria classifica molto più corposa.

Lo Spezia è una delle squadre che, sulla carta, possiamo dire essere più deboli del Verona. Sempre sulla carta, il Verona tra le mura amiche una partita del genere deve assolutamente vincerla. Soprattutto dopo aver dominato in lungo e in largo, costruito palle gol, preso pali e traverse. Però resta quella brutta sensazione di una squadra che non ha più la fame necessaria, che ha sempre un attimo di disattenzione, errori che portano a sconfitte pazzesche e a pareggi deludenti come è accaduto con la bestia nera Spezia.

Dopo una fase di amorevole comprensione per la propria creatura, Ivan Juric ha perso la pazienza. Niente da imputare sul piano dell’impegno, ma una sana critica può fare bene. Il Verona ha compiuto una straordinaria impresa salvandosi con 10 giornate d’anticipo ma questo finale di campionato sta un po’ rovinando il meraviglioso capolavoro costruito in precedenza.

Questa squadra aveva la possibilità di scrivere il proprio nome nei libri di storia, diventando la migliore dall’era Bagnoli, ma ora si sta ridimensionando pesantemente. Non bastasse questo, anche le quotazioni della rosa e dei singoli stanno avendo un notevole ribasso. Oggi Zaccagni, Silvestri e Lovato (tre a caso) valgono molto meno di quanto valevano sei mesi fa e anche Juric, oggi, ha meno sirene e appeal di tre mesi fa. Nel calcio velocissimo in cui sali al vertice in fretta, anche le cadute sono molto più veloci.

Insomma è tempo di rimettersi a pedalare per finire alla grande questo campionato e non buttare via quella fantastica immagine che questo Verona aveva dato di sè fino a poco tempo fa.

4.424 VISUALIZZAZIONI

24 risposte a “STAVOLTA NON CI SONO ALIBI: PUNTI BUTTATI. NON ROVINATE IL CAPOLAVORO CHE AVETE COSTRUITO”

Invia commento
  1. caramhellas58 scrive:

    cosa succede a telenuovo a parte un sito incomprensibile non sono neanche piu capaci di azzardare una formazione se non ero Tameze è squalificato come puo giocare? Vogliamo il 3 a 0 a tavolino. si ma per i giornalisti

    1. Alberto scrive:

      Beh, se questa seconda parte deludente del campionato farà sì che gli interessi delle big si spostino altrove,
      Per quanto poco piacevole magari una risvolto “positivo” c’è l’ha…
      Facile poi criticate la società se non riesce a trattenere giocatori inevitabilmente attratti da big e contratti altrettanto big.
      You have to cantàr always and anyway

      1. Leo scrive:

        Più che altro bisogna decidersi: quando si vince è merito della squadra che dà il 150%?
        Quando si perde è colpa della squadra che non dà più quel quid in più?

        1. Amarone scrive:

          Juric, invece di perdere la pazienza con la propria creatura, farebbe meglio a iniziare a fare un po’ di autocritica. Continuare a affermare in malafede di avere giocatori peggiori dello scorso anno, è controproducente e destabilizzante per l’ambiente. Il mercato l’ha gestito lui. I giocatori arrivati li ha scelti lui. La Società ha investito 30ml di euris, in un’annata in cui la Rubentus, per risparmiare, ha ingaggiato Pirlo (che è come se il Verona ingaggiasse Grosso…). L’unico elemento migliore che avevamo l’anno scorso rispetto a quest’anno, è l’allenatore.

          • Sei uno degli orfani di Grosso. Ti capisco

            • alessio caporali scrive:

              ma che risposta è??????
              ma risponde un giornalista o un bambino

            • Amarone scrive:

              L’unico orfano di Grosso, qui, è Lei. Lo riesuma a ogni occasione ed è la Sua unica, misera risposta a opinioni legittime. Bei tempi quando Grosso Le permetteva di sproloquiare istericamente contro la Società. Si vede che Le manca molto.

              • Antonio scrive:

                Che ci vuoi fare, Juric per Vighini è come il Papa: guai toccarlo. Se il Verona ultimamente va male è colpa di Setti e D’Amico. L’allenatore non ha colpe, anche se non perde occasione per ricordare ai propri giocatori che quelli che c’erano prima erano più bravi di loro….

              • RH scrive:

                Colpito, e affondato

          1. RobyVR scrive:

            Vista la estrema scarsità de investimenti del strassarol del balon meo che la sia andà come la sta andando. Par el resto se meso campionato par un terso dele quadre el fa cagar da un cèrto punto in avanti la responsabilità l’è de ci organissa el campionato a favore dele televisioni e del striming invesse che introdur dei mecanismi par farlo deventar interesanto.

            1. Massimop scrive:

              Sono d’accordo con il Vigo, la litania che gli altri sono più forti va bene, ma solo quando gli altri sono più forti.
              A tal proposito faccio notare che il mister si è lamentato di aver perso giocatori come Pessina,Amrabat,Kumbulla…Verre.
              Verre? Ma se era stato Juric a dire che non avevano (lui e d’Amico) ritenuto opportuno confermarlo.

              • Comunque è un dato di fatto che il Verona ha perso tutti gli uomini migliori della scorsa stagione. Aggiungeri anche Borini, visto che il miglior Hellas lo abbiamo visto con l’attacco Pessina-Borini e Verre. Detto questo Barak e Tameze, due dei sostituti sono stati tra i migliori di questa stagione. E sono di proprietà

              • NIKE scrive:

                Tra l’altro si è lamentato anche che non c’è più Pazzini mi sembra il colmo

              1. Paolo scrive:

                Nel girone di ritorno delle ultime stagioni giocate in serie A l’Hellas Verona ha totalizzato:

                22 punti nel 2013-2014;
                25 punti nel 2014-2015;
                20 punti nel 2015-2016;
                12 punti nel 2017-2018;
                23 punti nel 2019-2020;
                12 punti in 15 partite quest’anno.

                14 punti in 17 partite nel 2001-2002 con Malesani, per completezza. Bisogna tornare a vincere per evitare che questa seconda metà del campionato sia ricordata come una delle peggiori di sempre.

                1. auzzaider scrive:

                  E’ da inizio anno che dico che Verre andava tenuto ma ovviamente non appena si deve spendere al nostro viene il braccino corto e direi che il girone di ritorno fotografa in modo più veritiero la forza della nostra rosa motivo in cui bisogna ringraziare San Juric da Spalato.

                  1. NIKE scrive:

                    Credo che anche Juric debba fare un’esame di coscienza perchè non è immune di colpe

                    • ziga scrive:

                      Concordo! Non ti privi nello stesso momento di un giocatore che è considerato quello di maggior qualità e che può sempre farti una giocata (Zaccagni) e di quello con più gamba (Lasagna) quando mancano ancora 30′ minuti alla fine.

                    • Leo scrive:

                      Ah poco ma sicuro

                    1. MAX scrive:

                      Cosa sia successo Dio solo lo sa.

                      1. Antonio scrive:

                        Ivan Juric avrà anche perso la pazienza, ma come deve giocare la squadra lo decide lui, ed è due anni che il Verona gioca sempre alla stessa maniera. Adesso che molti singoli hanno calato il proprio rendimento bisognerebbe cercare soluzioni diverse. E, mi ripeto, il suo gioco non mette le punte nelle condizioni di essere pericolose (per le caratteristiche che hanno quelle in rosa).

                        1. Paolo scrive:

                          Oggi lo Spezia ha potuto giocare con un uomo in più per 90 minuti (Sturaro nel primo tempo, Ilic nel secondo) e al Verona è stata ammonita mezza squadra da un arbitro che definire incapace è un complimento; il giallo sventolato a Dawidowicz e il fallo fischiato contro Faraoni che si è visto volare il portiere addosso mentre guardava altrove fan gridare vendetta.

                          Ciononostante vi è da dire che seppur dominando, il Verona è rimasto in campo solo per 70 minuti e poi ha lasciato il testimone allo Spezia. Condivido pienamente l’incazzatura di Juric per come la squadra ha giocato verso la fine in cui ne ha combinate di tutti i colori, proprio per mancanza di concentrazione e di testa e fatalità alla fine è arrivato il gol. Frega niente quanti tiri avessero fatto fino a quel punto o che Silvestri abbia fatto una papera; non esiste mollare in quel modo, spegnere il cervello e mettersi a girare per il campo a casaccio. Spero che almeno serva da lezione alla squadra, perchè non si vince contro nessuno senza giocare al 100% fino alla fine. O meglio, te lo puoi anche permettere, ma solo se prima hai già messo dentro tre o quattro gol.

                          1. Leo scrive:

                            Lo sostengo da un paio di mesi: da quando ci siamo salvati, dite quel che volete, ma abbiamo mollato.
                            Purtroppo ci sta, anche se a me non va giu

                          Rispondi a caramhellas58

                          Accetto i termini e condizioni del servizio

                          Accetto i termini sulla privacy

                          *