09
mag 2021
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 34 Commenti
VISUALIZZAZIONI

4.860

DIETRO LE PAROLE DI JURIC

Juric non se ne andrà da Verona. Non è questa la sua intenzione. Le sue dichiarazioni hanno un altro fine. Vogliono sottolineare l’eccezionalità dei risultati ottenuti in questi due anni e al tempo stesso la precarietà della situazione.

Sono un monito, un allarme se volete, un messaggio rivolto a Setti. Non dare per scontato le due salvezze che sono il frutto di un pungolo continuo, di uno stimolo, di una guerra perpetua in campo e fuori, con le motivazioni che hanno permesso al Verona di ottenere risultati e plusvalenze.

Juric ci sta avvertendo che non sempre si può fare le nozze con i fichi secchi, che basta pochissimo per prendere delle imbarcate, per ritornare in serie B. E’ chiaramente un messaggio mandato al presidente Setti per far capire che non è il caso oggi di abbassare la guardia, che invece è bene alzare il budget, prendere meno scommesse, rinunciare a qualche plusvalenza.

Juric è come la corrente elettrica per il Verona, evita che ci assopiamo, ci tiene svegli. “Se volete un impiegato” dice “farò l’impiegato”. Ma si capisce lontano un chilometro che non sarebbe lui quello là, inevitabilmente il Verona perderebbe un tecnico che non è mai pacificato, nemmeno quando va a letto la sera. E’ questo sacro fuoco che ha fatto la differenza in questi due anni. E’ questo sacro fuoco che bisogna tutelare e indirizzare dalla parte giusta, per evitare danni collaterali che rischierebbero di bruciare non tanto una delle due parti, ma quello che a noi interessa di più: l’Hellas Verona.

Abbiamo apprezzato molto, di più, moltissimo, Setti, quando ha perseguito il bene comune, che è poi il bene della sua società, che alla fine è anche il bene del suo portafoglio, quando ha accantonato l’orgoglio e il personalismo. Ora il presidente faccia un passo avanti e parli con il suo allenatore. Non si deve avere paura della chiarezza, del dialogo, del confronto. E Juric, dal canto suo, renda merito anche a Setti qualche volta. Non troverà più un posto in Italia dove lo facciano lavorare con questa autonomia e dove possa esprimere tutte le sue idee con questa libertà. In fondo anche nitro e glicerina da soli sono solo due elementi innocui. E’  quando li metti assieme che diventano una miscela esplosiva.

 

4.860 VISUALIZZAZIONI

34 risposte a “DIETRO LE PAROLE DI JURIC”

Invia commento
  1. NIKE scrive:

    Ormai il ritornello di Juric comincia a stancare non è bello esternare queste cose al di fuori della società. Essendo un dipendente, come dice lui, chieda un confronto con il suo datore di lavoro e parlino a 4 occhi invece di bussare ad altro.
    E inoltre si preoccupi che ha fatto un girone di ritorno (13 punti) da retrocessione

    1. NIKE scrive:

      Girone di ritorno da horror in piena lotta retrocessione, se non facevamo punti all’andata era serie B sicura. Stiamo facendo beneficenza a tutti persina al Crotone abbiamo regalato un raggio di sole nel suo burrascoso campionato.
      Juric invece di polemizzare si preoccupi della squadra

      1. Leo scrive:

        E alora comprelo ti el verona.
        Ecco, scritto.

        1. Mir/=\ko scrive:

          Beh, va detto che “indagare una persona” non significa condannarla in via definitiva! Non ho mai considerato Setti “il presidente ideale per il Verona” ma dobbiamo essere garantisti… Esiste la presunzione di innocenza e Setti avrà modo di dimostrare la sua estraneità ai fatti illeciti contestatigli se ha agito correttamente, come lui sostiene. Peraltro i bilanci del Verona se no passati al vaglio di vari organi di controllo, che nulla hanno eccepito nel merito. Mi auguro per Setti e soprattutto per il Verona che si dimostri l’innocenza del presidente… Auguri vecchio Hellas Verona!

          1. RobyVR scrive:

            Casso, poro Seti, i ga sequestrà 6 miglioni de euri, ghe tocarà vendar meza squadra, proprio adeso che el volea spendarli. Che sfiga poareto….

            • RobyVR scrive:

              “Usava i soldi dell’Hellas per mettere al riparo un’altra società di sua proprietà. È questa l’accusa che la Procura di Bologna muove a Maurizio Setti, presidente della società calcistica di Serie A Hellas Verona. I pm emiliani hanno aperto nei suoi confronti un’inchiesta per appropriazione indebita e autoriciclaggio.”

              Ma dai? Oh ci l’avaria mai dito???? ahahahah :D

            1. RobyVR scrive:

              “Ci siamo mossi per impedire lo svuotamento della società calcistica”. Questo il commento del procuratore capo di Bologna Giuseppe Amato.

              :D :D

              1. Leo scrive:

                Pesante piuttosto la questione della GdF: speremo in ben…

                1. Martino scrive:

                  Dove sono gli alfieri del ganassa carpigiano stamattina?? Tutti ai ripari? Dopo anni che mi prendo del malevolo, visionario, dietrologo, infido, ingrato, finalmente la GDF ha dimostrato in anni di indagini ciò che qualche minus chiedeva a me, privato cittadino veronese e tifoso del Verona, di dimostrare in pochi minuti sulla sezione commenti del sito.

                  • Martino scrive:

                    Ovviamente, per chi come me non ha mai avuto dubbi sulla disonestà di questo funambolico faccendiere, i milioni sottratti al Verona sono anche i 3,1 milioni di euro che si è elargito come onorario. Il danno poi bisogna quantificarlo sui mancati realizzi a causa delle impellenze riguardanti le altre aziende che hanno sempre impedito di investire e progettare all’Hellas Verona.

                  1. Jes scrive:

                    Per me è molto probabile che Juric sia alla fine dell avventura Hellas. Anche se la mia speranza è che resti

                    1. Leo scrive:

                      Visto il rendimento delle due “ambizioni” Kalinic e Lasagna ci andrei cauto con le stesse…

                      1. Mir/=\ko scrive:

                        Juric chiede una società più ambiziosa in sede di mercato,
                        e fa benissimo… Ma Juric deve capire che il problema principale non risiede tanto nella volontà di spesa del presidente, bensì nella capacità di consolidare un club nella massima serie, che richiede una forza economica ben superiore a quella di Setti. Quello che Juric persegue è corretto, ma si scontra con la forza economica di una società che è più congeniale alla serie B…

                        1. hellasmastiff scrive:

                          basta un altro sogliano e mondorlini bis per setti….
                          confermiamo juric e facciamo una grande squadra con i primi bottti con:
                          jovetic
                          ciurria
                          masina
                          kolarov
                          kurtic e pobega con hauge
                          in porta ionut radu

                          1. Paolo scrive:

                            Incredibile non aver vinto oggi, dopo aver dominato la partita e creato tutte quelle occasioni; questo girone di ritorno è davvero scalognato, speriamo che il Verona vinca almeno contro il Crotone e il Bologna già salvo a sto punto.

                            Juric rimarrà sicuramente, il problema non me lo pongo nemmeno, si è solo rotto i maroni di far crescere i giocatori per il bene delle altre squadre e non della sua.

                          Lascia un Commento

                          Accetto i termini e condizioni del servizio

                          Accetto i termini sulla privacy

                          *