Torna al blog

QUANTO LAVORO C’E’ ANCORA DA FARE PER IL DOTTOR TUDOR

Se sei più forte partite così le devi vincere. E non credo ci siano dubbi che il Verona sia più forte della Salernitana. E allora perchè si è pareggiato? Evidentemente qualcosa non ha funzionato, qualcosa si è sbagliato e la vittoria con la Roma ci ha illuso che tutti i problemi fossero spariti d’incanto con il cambio in panchina.

Purtroppo non è così e il Verona è ancora un convalescente alla ricerca di se stesso, impegnato a ricostruirsi un morale ma anche un tono atletico, oggi come oggi il problema numero uno.

Siamo ancora a metà del guado, un po’ col timbro di Juric, un po’ con i ghirigori di Di Francesco, non ancora la squadra di Tudor. Ci sono problemi strutturali e vanno affrontati. In mezzo al campo siamo leggeri, vacui, pressapochisti. Ilic è sballotato, non ha ancora la personalità per affrontare da solo battaglie simili e Hongla in questo momento è improponibile. Non stiamo discutendo sulle sue qualità ma sul suo rendimento. Non si capisce cos’abbia Tameze, diventato un gregario dopo aver tirato la carretta per tutta la scorsa stagione.

Ma è sulla fase difensiva che Tudor avrà da lavorare di più. Il Verona è un disastro dietro, prendiamo gol da categoria pulcini, siamo distratti, poco reattivi. Magnani non può giocare come terzo a sinistra, Günter ha sempre pericolosi cali di attenzione.  Meno male che almeno Dawidowicz sta giocando benissimo, chiudendo quasi sempre la porta dalla sua parte. Montipò non commette errori gravissimi ma non regala quella sicurezza che dava Silvestri. E’ una questione di carisma, di presenza. Ogni palla che arriva in area sembra una roulette russa, hai sempre paura che ci sia il proiettile in canna. Pandur mi pareva più in forma e andrebbe preso di nuovo in considerazione.

Meno male che davanti le cose tutto sommato funzionano. Caprari ha fatto già dimenticare Zaccagni con giocate di alto livello, Kalinic si è rimesso a fare… il Kalinic, mentre Barak, Faraoni e Lazovic sono giocatori da squadra di medio alta classifica.

Ci avessero detto dopo il secondo tempo di Bologna che in due gare Tudor avrebbe fatto quattro punti c’era da firmare subito.

Ora dopo averle giocate resta molta rabbia e molto rammarico. La Salernitana aveva la testa sott’acqua, vincendo avremmo potuto scavare un solco e dare un bello spintone ai campani che invece restano tutto sommato in corsa.

Tudor deve sfruttare meglio la panchina. Con cinque cambi, ogni mossa diventa importante per portare la gara dalla propria parte. Lasagna, per come si era sviluppato il match dell’Arechi, doveva giocare. Poi, ovviamente, se palo e incrocio, fossero stati gol, non c’era nulla da criticare e avremmo applaudito l’impresa. Ma questo è il calcio, bellezza…

42 commenti - 2.481 visite Commenta

NIKE

Questa volta Tudor ho mostrato la sua inesperienza schierando contemporaneamente Tameze ed Hongla che si pestano i piedi, senza fosforo a centrocampo, inoltre con i campani arrembanti nel secondo tempo era la gara adatta per i velocisti Lasagna e Cancellieri e si portava a casa la vittoria visto che la Salernitana è ben poca cosa

Rispondi
Ma

Io credo che siamo davvero privi di alternative in mezzo, basti pensare che Benassi/Vieira/Sturaro sono stati sostituiti con Hongla. 1 al posto di 3. Con Veloso fuori ne restano pochi, ma soprattutto sono tutti leggeri e Hongla è l’unico che per caratteristiche dovrebbe fornire forza fisica.
Sulle punte veloci, ci sta come ragionamento, ma poi le punte le devi sostenere, ma se (vedi sopra) sei leggero in mezzo, fai fatica a sostenere le punte.
Aggiungo della sfortuna (braccio sul primo gol e 2 pali), la condizione fisica ancora morbida (con Difra si giocava a briscola evidentemente durante la settimana) ed ecco che non abbiamo portato via il 3 punti.
Ma diamo tempo a Tudor per lavorare. 4 punti in 2 partite vanno più che bene e poi abbiamo ritrovato Kalinic, non è poco.

Rispondi
RH

Benassi 0 presenze, vieira poche e solo all’andata, sturaro solo al ritorno. Il problema non è 1 al posto di 3, è che quell’uno è scarso

Rispondi
Andrea

Allora, anca pandur o cancellieri, o ruegg, o lasagna, i pol esar carne da plusvalensa, ma no ia mia sugà però

Rispondi
Martino

Lasagna è un quasi trentenne che nel 2013 giocava nel Cerea…che plusvalenza vuoi farci?? Non torni neanche più in pari.

Rispondi
Mauro

Non sono d’accordo.
Neanche una settimana di lavoro è già si fanno critiche a Tudor?
Ma scherziamo?
Ripeto. Neanche una settimana.
Ha battuto la Roma e pareggiato fuori casa.
A Salerno. E ricordo che la blasonata Atalanta ha rischiato tantissimo.
No. Tudor mi ha sorpreso. In positivo. Personalità. Coraggio.
Può fare qualche errore. Per uno che ha appena cominciato
la sua avvventura gialloblù, è così strano?

Rispondi
Mir/=\ko

Infatti noi non siamo nello spogliatoio e non sappiamo la condizione di Lasagna, visto che molti ne invocavano la presenza. Pertanto io non critico i cambi e soprattutto tollero eventuali errori, considerando che siamo di fronte a Tudor… Non a Guardiola! Resto perplesso per quanto concerne la rosa, che NON HA assolutamente un centrocampo da serie A e che soprattutto non ha nemmeno fatto investimenti seri in difesa per cercare di migliorarne la qualità. Rinnovare poi Veloso (ormai perennemente assente) e puntare su una scommessa pura come lo sconosciuto Hongla, è la classica mossa di chi non punta a crescere, ma si accontenta rischiando di anno in anno. Non basta l’investimento Ilic, era evidente la leggerezza del centrocampo, anche perché Ilic lo conoscevamo e non ha mai dato continuità di rendimento.

Rispondi
Enrico Marchesini

Ma come fai a scrivere delle panzane del genere ? Non ha un centrocampo da serie A ??? Veloso ilic tameze Bessa Lazovic faraoni ???

Rispondi
Martino

Scusa Enrico, ma come fai a citare Bessa quando è stato la riserva di Zaccagni per qualche mese e prima di Tudor sembrava ai margini della rosa? Dai, non facciamo ridere i polli.

Rispondi
Enrico Marchesini

Come non citare quello che a detta di Juric era L unico da serie A? Fra L altro giocatore che a me piace tantissimo e che Tudor ha schierato a sorpresa ma sorpresa mi pare graditissima . Lazovic e faraoni sono esterni di centrocampo . Martino guarda che sento fin qua i sgrisoli delle ongie sui speci. Non so che battaglia stia combattendo tu e contro chi è per sostenere chi soprattutto, ma ( almeno ai miei occhi ) stai perdendo credibilità .

Martino

Ai tuoi occhi…e chi saresti tu, caro Enrico, l’oracolo? Per me i centrocampisti sono i mediani, i registi e gli interni di centrocampo…le ali, i terzini di spinta, gli esterni a tutto campo, non li cito fra i centrocampisti. Infatti credo che chiunque abbia fatto riferimenti al centrocampo su questi blog si riferisse esclusivamente ai due in mezzo, i centrocampisti propriamente detti. Fatta questa precisazione un po’ formale, io vorrei parlare di fatti. Bessa non era mai entrato in campo con Juric nei mesi precedenti l suo trasferimento temporaneo al Goias, forse per ordini di scuderia, forse per problemi del calciatore. In Brasile è partito benino per poi assestare le proprie prestazioni sul mediocre compitino. Una volta tornato ha fatto un periodo di “riabilitazione” per sostenere i ritmi della Serie A, fino a quando è stato utilizzato per un totale di 600 minuti, vale a dire quasi 7 partite. In questa stagione sembrava destinato a non scendere nemmeno in campo. Ovviamente non potevamo più contare su Bessa prima della partita contro la Roma. Citarlo come peso determinante nel nostro super centrocampo fa davvero ridere.

Enrico Marchesini

Fra L altro ultima precisazione : Lazovic e Faraoni sono ( almeno in questa squadra ) esterni di centrocampo . Mettila xo come te vol, quello che dici tu varrebbe solo se fossimo in un 4-3-3, e allora potrebbero rientrare nei 4 dietro ( più faraoni meno Lazovic).

Martino

Visto che nel 3 5 2 scalano fino alla linea difensiva non me la sento definirli centrocampisti. Poi intendevo solo dire che quando io lamentiamo lacune a centrocampo facciamo riferimento esclusivamente ai due mediani.

Martino

Ultima cosa…io discuto di calcio per mio diletto, non su mandato di qualche oscura entità per sostenere la candidatura di un signore delle tenebre. Quando ero io ad avanzare sospetti sulla claque del carpigiano mi davate del pazzo visionario…non vorrai ricalcare le mie orme?

Enrico Marchesini

Il centro campo dell’Hellas non è da serie A? Vuoi sostenere questa tesi folle ? Oppure vuoi scendere dagli specchi e dire che forse i sostituti dei titolari per adesso nn hanno dimostrato di esserlo ?

Martino

Il centrocampo non ha coppie complementari, è disfunzionale. Manca il cane da guardia del regista. Tameze è un bel jolly che però non fa rottura in modo efficace. Su Hongla velo pietoso. Bessa, appena recuperato, è un altro regista o interno di centrocampo. Non so cosa abbia scritto Mirko, ma questo è ciò che penso io.

Luchinho

Ma perché in Italia c’è questa capacità innata di elevare tutto all’ennesima potenza quando vinciamo e buttarsi nell’oblio quando c’è una sconfitta?

Roma a parte, nella partita di ieri sera ho visto lo stesso atteggiamento (sottolineo atteggiament, non tattica) che la squadra aveva con Di Francesco: grande primo tempo (che bello vedere in gol Kalinic) e calo impressionante nel secondo.
Quindi non credo che Tudor abbia la bacchetta magica e vedo comunque troppa fretta nell’esonero di Di Francesco, vedi i cambi fatti ieri, è chiaro come il sole che sono stati conservativi per mantenere il 2 a 0, però mi sembra che ci fosse un po’ di confusione.
Forse Cancellieri poteva dare quella freschezza che Tudor lamentava nel post partita? il senso di Lazovic – Cetin (!!!) al 92esimo? E’ lui l’allenatore e avrà avuto i suoi buoni motivi che noi non possiamo comprendere, si vedrà il suo operato nelle prossime partite ma non mi sembra ci sia stata tutta questa rivoluzione.

Ad ogni modo non ci vedo un disastro, 4 punti in 5 partite vanno bene per iniziare il campionato. Guardiamo le squadre che sulla carta dovrebbero esserci ben superiori: Sassuolo e Genoa sono messi come noi, Torino ed Empoli qualcosina meglio, il Cagliari non ne parliamo.
Visto tutto quello che è successo quest’estate, secondo me occupiamo il posto che dovremo difendere con i denti fino alla fine del campionato, a meno di bacchette magiche ovviamente.
Anche perchè parlare alla quinta giornata di “solco” e di “rimanere in corsa” lascia un po’ il tempo che trova.

Una buona squadra c’è, l’allenatore deve rodare e la società deve essere pronta ad intervenire in caso di necessità. Forza Hellas.

Rispondi
andrea60

Ho espresso già la mia opinione
Cosa ci fa Hongla in serie A
È quello che ha toccato la palla re fatto pareggiare l’Inter
Ha perso la palla a Bologna e hanno segnato
Sembra non sapere dove stare in campo ed è “ mollo “
mollissimo
Ditelo a Tudor …

Rispondi
ziga

Concordo!! Il cambio ieri avrebbe dovuto essere Tamezè al posto di Hongla e probabilmente l’avremmo portata a casa. Sono 2 punti persi anche se bisogna dire che loro non hanno mai mollato; peccato che il goal del 1 a 2 sia scaturito da un calcio di punizione che non c’era; era punzizione nostra per fallo di mano.
Hongla a me sembra sempre che stia facendo partitella d’ allenamento… aggressività e corsa quando perde palla inesistenti.

Rispondi
Andrea

Tutti bravi a parlar sentè in poltrona,o al pedavena,se iera tanto brai parchè no aleneli lori? Mi, che no son un genio, le scelte de tudor le ho capie, anche hongla, che la mia suga cosi mal,anzi, ma comunque juric l ha pasà la malattia del pianto cronico, domandeghe all atalanta se l a salernitana l è na squadra materaso

Rispondi
Andrea

Veloso el ne l à copà juric, guarda caso nol ghe l a mia indicà al torino, el l à cotto come la pearà, e adesso aspettiamo che torni buono, se veloso torna abbastanza in forma a centrocampo hai risolto, non dimentichiamoci che ilic e hongla sono giovani, demoghe anca un atimo de tempo par dio. La notizia migliore è che kalinic si è sbloccato, e anche io mi fustigo x averlo paragonato a dicarmine, il gol sbagliato di bologna el m avea secà molto

Rispondi
Raycharles68

Io aspetterei a fustigarmi per avere vilipeso Kalinic. Sa giocare, è fuori discussione, ma i bei tempi sono andati per sempre: ti fa il controllo elegante, la giocata intelligente, ma per fraccare ha bisogno di difensori che gli lasciano un metro, altrimenti manca il guizzo, la brillantezza e la forza fisica per arrivare primo. Quindi la doppietta con la Salernitana (che difende da B) non deve illudere più di tanto (l’anno scorso per vederlo fraccare abbiamo dovuto aspettare il Crotone). Fossi in te attenderei conferme prima di mettere mano al cilicio! Casomai arrivassero, poi me lo presti…

Rispondi
Martino

Cambi piuttosto insensati ieri, ma a onor del vero non abbiamo nemmeno i sostituti degli esterni disponibili e Caprari non ha una vera riserva, visto che Bessa li è palesemente fuori ruolo e ormai l’abbiamo capito. Comunque, anche se non mi dispiace, Montipò attualmente vale un guantone di Silvestri. Con i turni di campionato così ravvicinati emerge in tutta la sua pochezza il mercato estivo del Verona.

Rispondi
Martino

Del centrocampo ormai ho già detto un macello di volte già l’anno scorso. Stiamo giocando con un regista inesperto o con uno perennemente a mezzo servizio per sopravvenuti limiti d’età, oltretutto senza un vero stopper in mediana con un modulo che lo prevede per poter dare equilibrio. L’anno scorso c’era ma era sempre rotto, ossia Vieira. Quest’anno non ce l’abbiamo proprio.

Rispondi
alessio caporali

….Ilic determinante su tutti e due i gol del Verona, ma bisogna lamentarse: VAI TACA COL SOLITO DISCO ROTO

Rispondi
Martino

Puoi fare un discorso normale anziché attaccare a testa bassa? Guarda che è da un anno che scrivo che Ilic è forte e ha dei colpi da campione. Il fatto è che, come tanti calciatori giovanissimi, pecca in concentrazione e ha un andamento altalenante durante il match. Il centrocampo nel suo complesso è assemblato male, non ha coppie complementari e non c’è un vero mastino. Se Hongla è molle come la mer**, Tameze non è comunque un ruba palloni, ma almeno ha la grinta giusta per tamponare e contrastare.

Rispondi
RobyVR

4 ponti in dù partie che con Di Grecchio saria sta 0 l’è oro, contentarse al momento la va ben, visto sopratuto la scarsisima qualità dela difesa. Sperem de riffete o de rafete de cavarsela anca st’ano. Certo che el consolidamento el resta na chimera col Magnaschei.

Rispondi
Andrea

Scusa, ma tudor l a sbaià tutti i cambi, difrancesco è un povero ragazzo profondamente sfigato, lasagna el sugava nel cerea, hongla el laora all amia, simeone el fasea el cogo a isola, ilic e stato riscattato per niente, veloso cotto da juric..dai, l e meio ciamar lingega sulla panchina, tomasoni e l avocado col pentolino a fare i vice. Il disfattismo regna sovrano…a proposito, al pareggio di immobile stasera mi sono fatto un pianto di gioia

Rispondi
RobyVR

No che el gabia tuti sti campioni en panca… Ma me par che a cambi el ghe intiva poco. Dopo oh… se un scarpon el sbaja el 3 a zero no l’è gnan colpa sua…

Rispondi
Alberto

Si decisamente, mi sembra un pò prematuro parlare di “Di Grecchiudor”
La nuova creatura mitologica.
Guardiamo la pinta mezza piena.
E zo bire…

Rispondi
NIKE

Chiedo un parere a tutti voi: ma il goal di Destro con la bottiglietta in mano non era da annullare per gioco pericoloso? Il risultato non può essere revocato a nostro favore?

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code