Torna al blog

SETTI E’ UN BENEFATTORE DEL VERONA. E VI SPIEGO PERCHE’

Tremilionisettecentoottantomila euro. Una cifra altissima, da top manager di multinazionale. E’ lo stipendio di Setti, amministratore unico del Verona. In tanti si sono scandalizzati per questi soldi, io no. Anzi, ritengo Setti un benefattore del Verona e ora vi spiego perchè.

La storia recente del Verona forse non è chiara a molti di voi. L’Hellas ha rischiato di sparire perchè nessuno in questa città se lo filava. Dopo i Mazzi, era arrivato Pastorello con l’aiuto di Tanzi e dopo Pastorello per salvare il Verona dovette arrivare Arvedi e successivamente Martinelli.

A quel tempo, il Verona pareva un peso, un fardello, un orpello inutile che forniva solo fastidio con quella tifoseria mal sopportata, razzista e contestatrice. La più brillante idea che partorì la nostra città in quel tempo fu di fare una fusione, unendo il Chievo di Campedelli, allora esempio e modello e la tradizione dell’Hellas.

La fusione sbattè contro un muro costruito dai tifosi, Martinelli cambiò rotta, risanò il Verona, tornò grazie a Mandorlini in serie B. Ammalato e stanco, il presidente di Castelnuovo del Garda, cercò disperatamente di far uscire il Verona dall’isolamento. Ma senza riuscirci. Nessuno in quel momento storico ebbe il coraggio, la capacità imprenditoriale, la lungimiranza di capire il potenziale del Verona. Solo Setti. In quel senso, lo possiamo considerare un visionario. Piccolissimo imprenditore di Carpi, forse con potenzialità minore rispetto allo stesso Martinelli, sicuramente molto più piccolo della stragrande maggioranza delle imprese veronesi, Setti aveva ben chiara una cosa. Se ben gestito il Verona è una miniera d’oro.

Lascio perdere qui il percorso che Setti ha fatto per ottenere i risultati di oggi. E’ stato un percorso travagliato, pieno di errori, ma che il presidente ha sempre corretto con tremenda puntualità, tagliando teste e liberandosi di coloro che lo avevano mal consigliato.

Resta il fatto innegabile, che grazie a fiuto, istinto, fortuna, lungimiranza, concretezza, il Verona oggi è una società che ha i conti a posto e produce utili. Lo stipendio enorme di Setti altro non è che il risultato di tutto ciò.

Setti ha dimostrato urbi et orbi che il Verona non è un peso ma uno straordinario marchio, che tra l’altro avrà ulteriori sviluppi nei prossimi anni. Nessuno potrà più dire da Setti in poi che il Verona è un buco nero in cui qualche sprovveduto ci mette i capitali di famiglia, rovinandosi. In realtà il Verona è una macchina da soldi e Setti lo ha dimostrato e probabilmente lo dimostrerà ancora quando lo rivenderà a 80, 90 100 milioni di euro a qualche fondo straniero. Quei soldi, insomma, Setti se li merita, alla faccia di chi voleva far sparire il Verona.

148 commenti - 3.991 visite Commenta

Jes

Mi fa specie che tutti a riferire del maggior emolumento, ma nessuno a specificare che a parte gli ultimi anni prima non prendeva briciole, un po di correttezza ci vorrebbe.
E nessuno che specifica che ha fatto anche un paio di ricapitalizzazioni.
Con questo non penso che sia il top però neanche così male.
Ha fatto delle scelte sbagliate ma se guardiamo sul totale son più quelle giuste.

Rispondi
Daniele fasoli

Esatto nulla da dire alla faccia di chi scriveva buffone ottimo Gianluca un articolo a doc

Rispondi
Gabriele

Quando lo si etichettava come buffone, era del tutto meritato. Adesso e’ giusto gli venga riconosciuto quello che Vighini ha, ineccepibilmente, esposto nel topic.

Rispondi
manu14

Cosa aggiungere? Hai detto tutto. Sono quasi 7 milioni in due anni, senza tralasciare il lauto compenso al figlio

Rispondi
NICOLA

Ma siete impazziti tutti???? Guardate che quei soldi che si tirano fuori la famiglia Setti arrivano anche dai cari paracaduti dei tristissimi anni in altalena tra serie a e b!!!! Ha trovato d’amico questo unico merito che non vale nemmeno un decimo del suo stipendio…avete veramente la memoria corta

Giovanni

Non è che lo schiavo deve essere grato al padrone perché gli porge il cibo
Setti ha sempre fatto gli affari sui, è stato fortunato e ha permesso all’hellas di permanere in serie A.
Lui deve essere grato alla fortuna e alla squadra perché probabilmente a quest ora sarebbe fallito con le altre società.

Rispondi
Leo

Pezzo scritto in modo talmente chiaro che son proprio curioso di vedere a cosa si attaccheranno i soliti 4-5 noti.

Rispondi
Alessandro

……. Forse qualche punto in piu in classifica inebria la mente dei tifosi ma non deve chiudere gli occhi ai giornalisti….. Ricordati che setti e’ indagato per aver sottratto soldi dalla societa hellas alle proprie aziende….. Si difendera si ma ad intenditor poche parole….. Dopo tutto cosa cambia attingere 6 milioni di euro dalle casse o auto pagarsi uno stipendio da 4? Che poi per amore del verona con 4 milioni pagavi dei buoni ingaggi e te rimanevano anche per le vacanze estive……. Setti esiste perche esiste il verona, senza l hellas setti sarebbe nulla e senza setti il verona magari e dico magari perche in realta non si puo sapere….sarebbe in categorie inferiori ma sempre seguito da 20000 e sempre nei nostri cuori e sempre hellas…. Ricordalo caro vigo perche l hellas non dipende ne dalla A nella dalla B e ne dalla C l hellas e chi ha cuore dico cuore non capacita imprenditoriale, dopo essere indagato non si auto paga 4 milioni di euro ma magari paga un centro sportivo nuovo per la sua squadra….

Rispondi
Mingon Federico

Bravo Gianluca, aggiungerei solo che quando il buon Dio distribuì la Simpatia, il Presidente era assente. Ma sembra che il calcio logori….troppi pensieri…non come chi mantiene la famiglia a 1500 leori al mese

Rispondi
alex85

che cosa e quanto avrebbero meritato Guidotti, Chiampan e ancor prima Garonzi. Setti ha avuto la fortuna di ricevere il Verona da Martinelli che ormai malato non lo poteva più dirigere ma il Verona era già risorto con Martinelli. Sogliano ha contribuito grandemente alle fortune di Setti consegnandoli più di qualche calciatore con cui realizzare plusvalenze. Lasciamo perdere le annate di Pecchia e Grosso non certo scelti dal massaggiatore. Nella vita ci sono sempre le persone fortunate e quelle sfortunate, Setti è più baciato dalla fortuna che non dalla bravura e più che le fortune del Verona ha fatto le sue personali fortune risanando anche le sue aziende che certo non brillavano per situazione economica/finanziaria. Vighini sembra girare la vela a seconda di come gira il vento.

Rispondi

A maggior ragione (e sono d’accordo con te): se era un Verona risanato da Martinelli e con grandi potenzialità, perchè nessun veronese lo ha acquistato?

Rispondi
Gianluca

Chi ha a cuore la propria azienda e fa progetti di medio lungo periodo patrimonializza la società (sede,stadio, giovanili eth). Chi si liquida compensi milionari, usa beni sociali (auto benefit vari) e in generale depaupera il valore del proprio investimento e’ solo un parassita.

Rispondi

Credo che un libero opinionista quale mi ritengo abbia sia il dovere di stigmatizzare le cose quando vanno male e fanno schifo (fatto) sia dire la verità quando vanno bene. E’ una questione di onestà intellettuale, non di vento. Viceversa c’è chi applaude a prescindere…

Rispondi
Mir/=\ko

Posso essere d’accordo con la tua analisi, caro Gianluca. Pertanto, a fronte di un così lauto e meritato emolumento, Setti non avrà alcun problema a portare in gialloblù già da questa sessione di mercato invernale i chiacchierati Marchizza – Mirianchuk – Stryger Larsen… Mi sembra evidente!

Rispondi
Tex67

Ciao vecchio. Ti trovo sempre sul pezzo. Con l’età sei diventato più diplomatico. Beato te. A sentir dire certe cose del buffone me vien su’ quel che ho magna’ alla Prima Comunione. W l’Itaglia….

Rispondi
Solohellas

Buongiorno a tutti. Questi sono articoli che servono solo per cercare di far sembrare simpatica od antipatica una persona. Ognuno fa il suo onesto lavoro , questo deve essere sacrosanto. Personalmente che Setti si intaschi 1 euro o milioni non interessa. Il punto importante Vigo è tutto quello che hai aggiunto. Che poi sia capacità…fortuna….qualche pianeta a favore non lo so…e non ha importanza. Posso giudicare quello che vedo da qualche anno…e sono situazioni che non pensavo potessero succedere a Verona dopo anni tristi e bui passati in campetti di provincia. Quindi milioni più o milioni in meno devo dire bravo al presidente. Farà i suoi interessi,lo farebbe chiunque,ma ha ridato luce ad una squadra da lustri molto opaca. Facile oggi farlo passare da buffone ad eroe…..tempo al tempo….Non sarà mai un genio né tanto meno un incapace. Con un po’ di rispetto ed UMILTÀ da parte di tutto l’ambiente Hellas certi articoli non verrebbero nemmeno pensati. Non amava i colori…come ci si aspettava….Ma il giallo ed il blu lo stanno facendo innamorare…..anche se non lo dirà mai. Sempre e solo forza Hellas.

Rispondi
Andrea

Una squadra di calcio puo avere un tifo e un seguito come l hellas, ma la squadra non è dei tifosi. L hellas è di chi lo acquista, è una azienda, con annessi e connessi, e se un giorno si va male, non ci rimettono i tifosi o la curva, ci rimette un presidente, e con lui tutti i dipendenti. Parto da questo presupposto, perchè chi ha seguito il romanticismo o la tifoseria, si e sempre trovato con debiti, a partire da chiampan, al povero conte, acclamato dai tifosi dopo l odiato pastorello, che però quando è andato male, non hanno fatto la colletta x risanare, oppure martinelli, anche lui purtroppo indebitato per amore dell hellas, ma che col quarto posto in b, aveva gettato le basi per una rinascita. Personalmente, apprezzo questo presidente, poco mi frega se si leva anche 4 ml, per stare nel calcio ghe vol pel sul stomego, e setti certamente ne ha, la squadra va bene, soprattutto ha capito che è meglio rimanere in a e beccarsi 50 ml di diritti, che andare in b col paracadute. Spero resti e consolidi la squadra, del centro sportivo o stadio me ne frega poco, se riammoderna il comune il bentegodi x me è la soluzione migliore, magari chiamandolo ” bentegodi Roberto Puliero” , cosa che sarebbe oltremodo giusta. Sempre forza Hellas!!!

Rispondi
Gio’

NRicordo gli insulti a D’Amico, a Pecchia, a Grosso ostinatamente tenuti in carico.
Penso anche che, dovesse girare il vento( c’è già un accenno di bonaccia) il buon Setti mollerebbe al 2. Spero vivamente di sbagliarmi.

Rispondi
pippo gialloblu

Vighini si è dimenticato di dire che ai tempi del pur odiato Pastorello, o Arvedi e Martinelli credo non ci fossero i “paracaduti” che hanno rimpolpato le casse dell’Hellas anche in un momento di disgrazia…se non è fortuna questa come la si può chiamare ??????

Rispondi
Guglielmo

Questo articolo ricalca grossomodo quello scritto da Barana poco tempo fa e che tutti hanno ignorato (Setti ha consolidato!), solo che viene ri-proposto camuffato e con una veste più allettante: lo stipendio di Setti.
Ma, al netto di simpatie e recenti trascorsi cosa vogliamo noi tutti da uno come Setti? E lo sta facendo?
A mio avviso Setti è un furbastro che sbaglia impara e si evolve, è intelligente ed ha capito che nel calcio attuale si possono fare anche i soldi (hai voglia a vendar calseti e canotiere, ….. o a far pandori…); una piazza come Verona è una gallina dalle uova d’oro, come poche, e con un gran DS tipo Sartori anche l’Atalanta, che come noi storicamente andava su e giù, ha consolidato ed è diventata una corazzata. Nei tempi di Preziosi (Genoa), Ferrero (Samp), Lotito (Salernitana) ecc ecc, uno come Setti non ci fa una gran brutta figura, anzi, e se è furbo e fortunato i suoi interessi coincidono con i nostri: squadra in A, plusvalenze da reinvestire, parco giocatori valorizzato.
Se poi ci fa la cresta sopra e (con la sua azienda) si fa venir fuori lo stipendietto, per me può pure “fumarselo” a “donnine e cocaina”.
Lo “attendiamo al varco”, ma non si può esprimere un giudizio definitivo, è una situazione in divenire…

Rispondi
mik

Caro Vighini, sei stato ECCESSIVO! Arrivi addirittura a scrivere “….il presidente ha sempre corretto con tremenda puntualità..”!!! Ti sei già dimenticato del mancato esonero di Pecchia il secondo anno quando A abbiamo chiuso il campionato a 25 punti o quello tardivo di Grosso???

Rispondi
alex85

Mi piacerebbe leggere il commento di Vighini se il Verona , annata 2001/2002 insegna, dovesse finire in B o salvarsi a mala pena. Le plusvalenze Setti non le reinveste nel Verona ma nelle sue tasche, sembra che ora Vighini si dimentichi dei conti e dei numeri evidenziati negli scorsi anni ed ora prenda per oro colato il bilancio del Verona pubblicato quando fino a qualche mese fa se ne dubitava fortemente della veridicità. Un pò di onestà intellettuale non farebbe male.

Rispondi
Andrea

Altra precisazione. Setti non è un benefattore, ma un imprenditore, che prima di tutto guarda il bilancio, e in questo gli dò ragione su tutta la linea. Seconda: scrivere che si auto elargisce 3 ml e 700 mila euro, è quantomeno semplicistico. Intanto, bisogna vedere se sono lordi o netti, se sono lordi credo si debba minimo levarne 1, e poi contabilmente risulteranno come un costo per l hellas, quindi anche qui, se lo ha fatto, vuol dire che contabilmente può portare dei benefici, ma x questo ci vorrebbe un analisi di chi redige o controlla bilanci. Per dire, se kalinic prende 1 ml netto, il costo per la società, tra contributi, tasse etc etc, dovrebbe essere 1,7/ 1,8. Che sean sogliano abbia fatto grandi affari può darsi, quello di lovato l ha fatto setti. Preso dal padova ad 1 ml, il padova ha dovuto dividere col genoa il 50%, accordo col verona per il 15% futura rivendita. Setti e d amico lo vendono a titolo definitivo a 8ml più 3 di bonus all atalanta, meno il 15% del padova, una plusvalenza per l hellas di più di 8,5 ml, quindi anche qui buon guadagno x noi, come silvestri a 3,4 ml a udine che andava in scadenza

Rispondi
Giorgio

Sono d’accordo con Vigo che perdipi, lo voglio sottolineare, mi pare l’unico a stigmatizzare da sempre la totale assenza d’interesse da parte dell’imprenditoria veronese nei confronti dell’Hellas . Oggi il calcio è un’azienda che perdipiù esprime numeri importanti, eppure in città non c’è un imprenditore cui interessi…
Aggiungo anche che, proprio perché è un’azienda , l’imprenditore che la detiene è libero e legittimato ad estrarne valore anche pro domo propria , il che però caro Vigo non ne fa un benefattore ma un uomo d’affari scaltro. E questo non è una critica a Setti, solo una constatazione.
E finché l’hellas andrà cosi bene, gli si dovrà solo un grande ringraziamento.
Con un unico caveat: come finirà la vicenda del sequestro della GdF delle somme asseritamente stornate dalle casse dell’hellas per essere dirottate ad aziende dì proprietà dì Setti?

Rispondi

Dire che è un benefattore è un’evidente provocazione. Significa però sottolineare anche che non è così scontato avere una società che possa restare stabilmente in serie A. Infatti è 30 anni che non è così

Rispondi
pippo gialloblu

Caro Gianluca, solo una domanda, sei così sicuro che senza i 15 milioni del paracadute, saremmo qui ora a parlare di consolidamento o Hellas in seria A ? io non ne sono per niente convinto, credo che saremmo in una bassa B o adirittura in C. ma SOLO la fortuna ha voluto che il quel periodo ci fosse questo benefit importantissimo. Mi spiace ma io faccio molta fatica a dimenticare la schifosa retrocessione in B che senza paracadute avrebbe voluto dire FINE alle ambizioni di Setti & C.

Rispondi
Leo

Ascrivere alla sola fortuna o sfortuna l’esito degli eventi direi che è troppo in stile borbonico e non ci dovrebbe appartenere.

Credevo, come scritto in precedenza, che la chiarezza del pezzo scritto da Vighini fosse cristallina. Evidentemente così non è.

Rispondi
Andrea

Caro Giorgio, elencami uno solo di imprenditori veronesi che abbia avuto soddisfazioni economiche dal calcio…chiampan arrestato, i mazzi con le auto bruciate, il povero conte che se n è andato come sappiamo, martinelli che ha venduto mentre doveva sempre mettere soldi per tenere il bilancio un minimo in regola, un conto e la responsabilita di essere qui e vivere qui, un conto è essere come zhang che el va ala partia, e dopo el torna in cina

Rispondi
Giorgio

Stai citando tempi molto diversi da quelli odierni. Oggi se sai dirigere bene , in particolare investendo sul settore giovanile e su un direttore sportivo in gamba, anche per una provinciale è possibile (certo, mai scontato) mantenere la categoria in maniera più che dignitosa . Setti oggi ci sta riuscendo e in più ci sta guadagnando (e molto bene!) sia a livello personale, sia aumentando significativamente dì anno in anno il valore della società , valore che monetizzerà per le proprie tasche quando dovesse trovare un compratore. E tutto questo senza averci messo un soldo o quasi. Altri tempi rispetto a quelli che citi tu, oggi girano molti più soldi tra diritti tv e quant’altro e si può fare calcio senza rimetterci, anzi

Rispondi
Roberto Zanardi

Condivino in pieno questo articolo,perchè anche il calcio è una impresa come qualsiasi attivita economica,quindi se Setti è stato bravo ad amministrare la sua impresa è giusto che abbia il suo lauto quadagno.Io ne vorrei tanti come lui che creano utili e lavoro non solo per se stessi.

Rispondi
Luis

Bravo Vigo !! finalmente una voce autorevole come la tua scrive una valido e giusto articolo su Setti, l’unico ribadisco l’unico che ci tiene veramente per il nostro Hellas !! Io l’ho sempre difeso il presidente anche in tempi dove la maggior parte della città lo contestava. Solo con sostanza (soldi) e investimenti tal volta non capiti e anche in certi casi sbagliati ma comunque lui ha continuato convinto di essere sulla strada giusta, ora i risultati gli danno ragione. Sono contento per due motivi: il primo perché da sempre essendo un tifoso dell’Hellas esulto per i suoi risultati ma, anche per il nostro presidente !!

Rispondi
Pieronte

La logica è semplice: finché hai risorse da sfruttare(plusvalenze-risultati quindi diritti TV e sponsor milionari) rimani dove sei senza zavorrarti di ambizioni tipo Europa o centri sportivi, l’anno che i risultati non ci sono e quindi nemmeno le plusvalenze vai a fare uno o due anni di serie b contenendo le spese e appena ti ri-gira bene torni su senza diventare matto e tu tutti gli anni ti becchi i tuoi 2-3 miglioncini senza tanto romperti i Maroni…il tifoso è contento, il giornalista non ti crocifigge e fai una vita da manager godendoti comunque un tesoretto che quando sarai stufo sarà lì ad aspettarti assieme a una pigna colada in qualche meravigliosa spiaggia caraibica, e tanti saluti a tutti

Rispondi
Tex67

Ahahahah. Uto’ nare con sta’ tifoseria.. Solo in una città come Verona, Settorello può campare e proliferare (andate a rileggervi un articolo del buon Barana postato il 18/4/21 che ben definisce il popolo Veronese). In qualunque altro posto del Belpaese, un pRESIDENTE così sarebbe stato cacciato a pedate. Già cancellate le due retrocessioni vergognose. Non che retrocedere sia vergognoso, fanno parte del gioco e come tali vanno accettate.
È vergognoso, nello sport, pilotare una retrocessione e sentirselo confermare indirettamente anni dopo da un addetto ai lavori. E si potrebbe fare un elenco di altre nefandezze lungo più della Divina Commedia, a cui gli sportivi veronesi è toccato assistere. Ai tifosi si deve chiarezza e rispetto. Ma forse, leggendo certi commenti, nemmeno se lo meritano. In nome di una permanenza in A fine a se stessa, dove non c’è alcuna intenzione di migliorare ma solo di raggiungere una salvezza risicata per poi vendere tutti a fine campionato (se non a stagione in corso) e di incassare una montagna di denari che non verranno mai più reinvestiti nell’Hellas, si tollera un tramaccione che usa l’Hellas esclusivamente come il suo bancomat personale. Una buona fetta della tifoseria appoggia, supina, questo personaggio, che condurrà inevitabilmente l’Hellas alla rovina. Godetevi il momento. Ma ricordate che quando i nodi verranno al pettine voi eravate dalla di questo grandissimo filantropo. Dalla parte di questo affarista comunque competente, ma assai poco trasparente e arrivato a Verona solo per arricchirsi, agevolato in questo dalla vostra cieca passione e dall’essere storicamente sempre allineati con chi comanda.
Per quanto riguarda Vighini, resto dell’idea che intellettualmente Barana sia due spanne sopra. Qualche lettore ha usato il termine “bandiera”. Io, userò un termine “politicamente corretto” come “filosocietario”.

Rispondi
Andrea

Bella filippica, è arrivato savonarola, a fustigare noi tifosi proni, nonchè l approfittore da carpi. Bravo, ti sei dimenticato di dire che martinelli l ha venduto a setti, non a te, ma se c eri tu sicuramente elargivi compensi ai tifosi, e compravi l atalanta in blocco. Noi poveri mortali ignoranti non vediamo sventure così ravvicinate x fortuna

Rispondi
Gabriele

Il paracadute non fu solo in quel periodo…esiste da anni e tante squadre ne hanno beneficiato..Setti non è stato nè il primo nè l’ultimo

Rispondi
pippo gialloblu

non mi risulta che Pastorello, Arvedi e Martinelli l’avessero ricevuto. Ma nonostante tutto sia Martinelli che Arvedi hanno messo tutto di tasca propria per salvare l’Hellas, non l’hanno certo fatto retrocedere appositamente per prendersi diversi milioncini……..

Rispondi
Gabriele

Martinelli e il Conte non hanno beneficiato del paracadute semplicemente perche’ eravamo in C….pastorello ha beneficiato dei fondi truffaldini della parmalat che erano ben di piu’ dei soldi del paracadute….

Rispondi
Hellasebasta

Molti degli intrallazzi ascritti a Setti non sono altro che “trovate” fiscali per cercare di riparare, anche con l’aiuto dei paracadute, dei debiti contratti con Volpi quando lo finanziò di nascosto per comprare il Verona. E lo stipendio molto alto, aldilà di quanto si mette in tasca personalmente, che nessuno saprà mai, potrebbe essere anche un piccolo excamotage per generare “del nero” , che certe volte apre porte altrimenti blindate….. ma certe cose negli ambienti dove gira una montagna di denaro, nessuno le scoprirà mai anche scartabellando i libri contabili giorno e notte. Resta il fatto che al di là dei conti di Setti con Stadi Messicani o Centri Sportivi che continuano a spostarsi sui progetti, degli Juric che vengono e vanno dandosi degli “Stronzi”, del Covid che mi tiene vicino o distante dagli spalti, dei poveri “Butei” che cantano canzoni storiche delle Brigate e poi restano fuori come scolaretti che fanno sciopero per andare in sala giochi invece di fornire il primo e imprescindibile movens delle Vecchie Brigate e cioè sollevare di decibel il prato del Bentegodi, al di là di tutto io sono 3 anni che mi diverto come un matto e spero che ciò succeda ancora per molto tempo.
Sempre forza Hellas

Rispondi
Matteo

Concordo pienamente anche se ci sarebbero altre 1000 cose da dire….e cmq è facile riconoscere i meriti solo adesso che abbiamo la pancia piena, basterebbe tornare indietro solo qualche mese ad es partita contro il Bologna e rivedere i commenti di alcuni “tifosi”. Solo due cose, toglierei inoltre la parola fortuna, i vari Kumbulla, Zaccagni, Udogie, Casale…vengono dal settore giovanile sotto la gestione Setti (quando arrivó erano bambini), vuol dire buona gestione non fortuna. Altra cosa con una base finanziaria come quella della sua azienda (poca cosa) ha rischiato di mangiarsi tutto, il business calcio ti può far ricco ma ti può cancellare, ed ha vinto….vorrei vedere quanti “tifosi” sarebbero disposti a rischiare i loro averi si riempiono solo la bocca di consigli per gli altri, troppo facile fare i ….con il….degli altri. Bravo Vigo, ci occorre coraggio perché sai che c’è anche disaccordo, ma un riconoscimento al “bravo gestore” era dovuto.

Rispondi
pippo gialloblu

Secondo te il bravo gestore è quello che fa retrocedere la squadra che amiamo per prendersi 15 milioni di euro ? quando parlo di fortuna parlo proprio del paracadute che tanti altri presidenti non avevano e non hanno mai potuto prendere. Il bravo gestore è quello che vendette Jorginho a metà campionato con le conseguenze che si videro dopo, per prendersi altri soldi, quando a fine campionato ne avrebbe presi almeno il doppio. Ti ricordo inoltre che comprò il Verona da Martinelli per pochi soldi e non ne mise di suoi ma se li fece prestare da Volpi, bel coraggio veramente !!! ah dimenticavo, ci tiene talmente tanto alla squadra che nell’anniversario della 1000 partita in A ha fatto giocare la squadra con la maglia dell’Avellino,. Questo è il presidente che abbiamo, ce lo dobbiamo tenere per forza, ma dopo tutte le nefandezze fatte dargli anche del bravo proprio non ci sto !

Rispondi
Mir/=\ko

A me non interessa cosa si mette in tasca il proprietario del Verona. A me interessano i fatti legati al mercato. Setti dovrebbe dimostrare di essere un grande manager puntellando con qualità e quantità la rosa gialloblù, portando già da ora giocatori del livello di Marchizza + Stryger Larsen + Mirianchuk! E senza vendere nessuno… Questo sarebbe un importante cambio di passo. Ma temo non sarà così. E poi, basta prendere continuamente e “forzatamente” l’Atalanta come esempio. Strutturalmente ed economicamente il divario è ABISSALE ed INCOLMABILE. Verona e i Veronesi, evidentemente, meritano un presidente come Setti, il quale rappresenta il massimo che possa avere questo club centenario. L’imprenditoria Veronese di alto cabotaggio non ha a cuore il Verona e lo ha dimostrato. Quella Bergamasca, nella persona del presidente Percassi, ha invece accolto le istanze del popolo Atalantino. La differenza tra noi e loro è che alla prima vera burrasca (scarse plusvalenze) la loro nave si scuoterà a malapena, la nostra colerà a picco!

Rispondi
auzzaider

Vigo, porta pazienza ma chiamare Setti benefattore del Verona mi sembra una discreta presa per i fondelli, il fatto che sia primo nella lista dei guadagni insieme ad altri top manager e dico top manager NON proprietari ti dice nulla? Se non fosse fallita la Parmalat probabilmente avremmo fatto molti anni di A ma non per questo avrei chiamato Pastorello benefattore, semplicemente uno che ci guadagna e fa i suoi interessi.

Rispondi
Andrea

Io mi chiedo: ma tanti di voi, che siete qui solo per buttare fango, accusare setti di nefandezze estreme, di essere retrocesso APPOSTA, pensa, solo perchè c è il paracadute, che se rimaneva in a me prendeva il doppio, io mi domando: MA VOI CHE SAPETE TUTTO, lo sapete quanti costi ha una squadra in serie a?? Cosa costa l affitto dello stadio, il centro sportivo, i dipendenti, gli stipendi dei giocatori..dite che setti ha preso da martinelli per niente, voi lo sapete??? Eravate là presenti alla trattativa?? Mi risulta che martinelli avesse dei debiti, e non pochi, credo setti si sia accollati quelli più 5 ml della vendita, quindi prima di parlare di gente che si approfitta, andate voi a fare la squadra, a prendere giocatori buoni, etc etc. Tutti bravi sulla carega a parlar, come longega, che el ghe vaga lu ad alenar, dopo vedemo

Rispondi
Tex67

Al di là della difesa ad oltranza di Settorello, che altro non fa’ che toglierti credibilità , mi dai l’impressione di essere parecchio disinformato e assai inesperto. In merito alla retrocessione scandalosa del 2017/2018 (sempre se eri già nato, visto i tuoi ragionamenti), ti suggerisco di andare a rileggerti le dichiarazioni postume di tale Pecchia. Documentati, poi parla.

Rispondi
Andrea

Ma lascia perdere le dichiarazioni di pecchia, fame na carita, un altro che è rimasto a busta paga senza fare niente. Disinformato? Inesperto? Vai tu a comprare l hellas, tu e i tuoi compagni di merende qui, sei al terzo anno in a, credi che i costi non ci siano?? Voi vi meritate cellino, o preziosi, siete lì che non vedete l ora che uno vada via, per avere il presidente benefattore, il presidente tifoso, quello che non lucra, quello che ci rimette basta che i tifosi siano contenti. Fammi un piacere, non sai neanche cosa costa una societa in a o in b, i paracaduti li hanno avuti tutti, non solo setti, e mi risulta che abbiamo fatto 4 anni in c, prima di tornare in b, fatti una bella cordata x conto tuo, così ci mandi in champions, sei solo uno da divano, capace di spalare letame su chi lavora, facile parlare coi soldi degli altri, mi risulta che il prestito dall africano lo abbia preso per stare a galla, quelli probabilmente li dovrà ridare, e chi li dà, tu??? Ti meriti che venga peppe cannella col suo seguito, mi risulta che juric verrebbe a piedi da torino a qui, visto che setti e solo un ladro

Rispondi
auzzaider

O sei (calcisticamente parlando) disonesto intelletualmente oppure lavori in società con mr manila grace, coloro che vivevano solo ed esclusivamente di categoria (paluani boys serie A) ora giocano in TERZA categoria, noi indipentemente da proprietari o manager ci saremo sempre, ricordalo.

alex85

Vighini, Andrea ed altri perchè non ci spiegate per quale motivo è intervenuta la Guardia di Finanza sui conti del Verona e di Setti ?? Sulle cose negative si fa presto a svicolare.

Rispondi
Leo

Wow quanti nick nuovi: che bomba ‘sto argomento!😀
Forza ragazzi che finalmente riusciamo a cacciare Sett1, c’mon!

Rispondi
Mir/=\ko

A mio giudizio, il presidente di un club economicamente sano, il quale si attribuisce “GIUSTAMENTE”
il “SACROSANTO” stipendio di quasi 4 milioni di €, può tranquillamente fare un Signor mercato di gennaio senza peraltro vendere nessuno. A fronte di un così elevato guadagno personale e a fronte di plusvalenze future certe, non mi pare vi sia la necessità di cedere ora il Casale o il Barak di turno. I nomi che si fanno, Marchizza, Mirianchuk e Stryger Larsen, sono profili utili alla causa perché possono integrarsi in rosa già da ora, essere adeguatamente testati e rappresentare le future prime linee del prossimo campionato. Il Verona dovrà sempre cedere i migliori, perché purtroppo e nelle mani di un imprenditore troppo piccolo per il mondo del calcio. I modelli Atalanta e Sassuolo, infatti, non sono accostabili al Verona proprio per la potenza economica dei presidenti di queste società. Tuttavia credo che Setti possa fare un sacrificio a gennaio, andando ben oltre al tesseramento di Depaoli, che non rappresenta una certezza al momento, ma solamente una ennesima scommessa, in quanto deve essere recuperato sotto molteplici aspetti.

Rispondi
Andrea

Ehhh, quando te vinsi no scrive nesun, quando te perdi i farisei i se moltiplica, tutti pronti a spalar mer..a, con 27 punti e quasi salvi. Se incendia le tastiere, i quattro disfattisti da divano, che venduo zaccagni i cantava sa el morto. I dirigenti che sa tutto de calcio, i profeti che canta sventure da b, i cellino boys, par che i se goda solo se perdemo. Col sassuolo se par caso te vinsi i sparise tutti nelle tane, da vighini quando se vinse par che la sia na roba normale, dai, longega boys, scatenatevi

Rispondi
Tex67

Che fico che sei, Andrea Setti. Pensi di ridurre tutto ad un eventuale risultato positivo dell’Hellas con il Sassuolo. Pensi di confrontarti con gente con l’anello al naso e la sveglia al collo? Lo sa’ anche l’ultimo degli imb… pardon, sprovveduti, che i piastrellari in questa stagione in casa hanno pareggiato 4 volte, perdendone altrettante e vincendo solo nientedimeno che con il Venezia, la Salernitana e la Lazio. Quindi rilassati, se domani si torna con un risultato positivo non è che devi gridare al miracolo, compiuto da San Maurizio da Carpi. Acca’ nisciuno è fesso, paisa’…

Rispondi
Andrea

Il frosinone, il brescia, la spal, il benevento, la salernitana, di che tempi sono??? Visto che è facile restare in a, spiegami dove sono adesso, son curioso

Rispondi
Andrea

Era una risposta per Giorgio, ma qua le risposte le va a finir alla fine, non sotto a chi vuoi rispondere

Rispondi
NIKE

Intanto dopo Cetin è quasi sicura la cessione di Magnani alla Sampdoria in prestito con diritto di riscatto.
Ma non era la difesa che si doveva rinforzare?

Rispondi
NIKE

Io mi fido se la notizia è vera qualcosa bolle in pentola e poi Magnani era considerato seconda linea da Tudor e forse anche da Juric

Rispondi
Mir/=\ko

Beh, se un giocatore non viene quasi mai impiegato, è normale che chieda di essere ceduto, a maggior ragione dopo aver dimostrato di poter marcare efficacemente dei top players come Lukaku e Ibrahimovic… La mia opinione è che sia stato Magnani a chiedere di andare via, poiché quasi del tutto ignorato da Tudor . È comunque molto strano che una difesa come quella gialloblù, già numericamente e qualitativamente povera, venga ulteriormente penalizzata. Mi aspetto che Magnani venga perlomeno sostituito da un centrale già pronto e di buona qualità, in quanto la difesa rappresenta già ora il reparto più debole, pertanto non credo siano utili scommesse a basso costo legate a giocatori da recuperare.

Rispondi
NIKE

Non credo che D’Amico sia così avventato, se ha lasciato partire Magnani, per altro un pò fuori dal progetto, vuol dire che ha già tra le mani un valido sostituto oltre a Marchizza. Staremo a vedere poi commenteremo a mercato chiuso

Rispondi
alex85

se domenica in corso di partita si infortuna un difensore, chi metterà in campo ? Tameze centrale difensivo ? e allora a centrocampo chi ? Domenica sera saremo ancora a 27 punti.

Rispondi
Andrea

Mette Casale al centro, tameze lo sposta terzino insieme con ceccherini, e bessa con veloso a centrocampo. Mi fido di d amico, lunedi intanto viene a verona un gran giocatore, continuate a lamentarvi, domenica sera 30 punti pieni, alla faccia delle cornacchie

Rispondi
Leo

Ma sai cosa trovo ridicolo? Che è da ormai 3 anni che pur di non ammettere che le cose sono cambiate vanno avanti imperterriti a fare figure barbine.
Finanche BAr@na ha fatto marcia indietro.

Rispondi
Leo

Speri che il Verona perda per dimostrare qualcosa?
O lo prevedi per potente potere occulto che nostro Signore ti ha donato?

Setti (e certi tifosi digitali) Rau$$.

Rispondi
Andrea

Il fatto è che pensano che gestire una squadra in a sia questione di fortuna, che in a si guadagna a prescindere, non sanno neanche cosa costa una gestione, e hanno il coraggio sempre di spalare letame sul lavoro degli altri. Vighini e anche furbo, sapeva che scrivendo quello che ha scritto sollevava il vespaio, un blog vive non sul quieto vivere,ma sulla polemica, par dir, se invito sgarbi, so benissimo cosa succederà, e i miei ascolti andranno alle stelle. Se col calcio guadagni sicuro, come mai il nigeriano ha venduto tutto, e neanche a tanto?? Dove sono la spal, il benevento, il brescia della rockstar pluriindagato cellino, ha venduto adesso un giocatore alla ternana e all ultimo l ha fatto tornare indietro, in puro stile paiasso. Anche quando setti lavora bene si deve sempre tornare al passato, appena si perde tutti contenti. Nasi in mo…a, va là, tolilo voialtri l hellas, solo chiacchiere, la fortuna non esiste, esiste la bravura, e setti e d amico stanno lavorando bene, la squadra gioca bene, tanto mi basta. Dello stadio o centro sportivo me ne frego, meglio marchizza e mbayumba del chelsea, non dell avellino, del chelsea

Rispondi
Tex67

Quando scrivi sii preciso. Se scrivi che Mbayumba gioca nel Chelsea, dimentichi di aggiungere “U23” (lievissima differenza). Sennò ne abbiamo già avuto uno che giocava nel Barcellona, si chiamava Lee. Lo ricordi? A chi ti riferisci quando dici “grande giocatore”? Se ti riferisci a Marchizza mi sembri un tantino fuori luogo (penso che comunque sia un discreto profilo) se ti riferisci al colored dell’under 23 del Chelsea, valore Transfermarkt 450.000 euri, beh, grande giocatore è forse un po’ esagerato, non credi? Posso chiederti se il buff… prendesse un U23 della Juventus se saresti ugualmente euforico? E domanda….ne conosci uno dell’under 23 bianconera?
Rispondendo ad un altro tifoso e senza fare riferimento alcuno….sperare che un delinquente abituale cambi è pura utopia. Semmai muta, ma sempre per commettere altri illeciti.

Rispondi
ak47

c’è un detto che dice tutti hanno un prezzo. Lungi pensare che tu abbia il tuo, ma questo post non mi è piaciuto. Non è un benefattore è un affarista e non della migliore specie, la prova è la vendita insensata di magnani (CECCHERINI NO?)il difensore più forte della rosa ( chiedere a lukaku e ibra) per comprare uno sconosciuto del chelsea rotto magari. Perchè vendere un giocatore forte a gennaio se la società è sana? Si vende perchè interessa solo fare cassa prodomo sua ( magari il suo stipendio?). Chissà come mai a Bologna fanno ancora festa quando se ne è andato . Questo è uno che è andato avanti a paracaduti ed a culo altro che ci capisce di calcio. Sarà la Giustizia a Bologna nel tempo a darci la misura di quello che tu chiami benefattore lungimirante.
Intanto domani a sassuolo solo con tre difensori di ruolo neanche la lungimiranza di lasciarlo andare dopo la partita ( schei schei solo schei). Sono rancoroso? Ho dato troppa fiducia mal riposta a questo individuo non gli credo più. questo del verona gli frega come a me della virtus
Ad maiora

Rispondi
Andrea

Certo, quando uno difende la società hellas vuol dire che è un venduto no, che incassa per i post pro setti. Questo è il modo di ragionare. Perchè non dici che hanno dato cetin in turchia, non volevate questo?? Magnani ha sempre giocato poco, anche juric gli preferiva gunter, poi non sai neanche a quanto hanno fissato un riscatto. Quello del chelsea sará rotto come dici tu, ed infatti qui prendono solo gente rotta, d amico li prende apposta rotti, ma di frabotta x fortuna ce n è uno, magari kalinic, voluto da juric, quello invece e sempre stato disponibile. Se nel calcio tutto andasse bene, saremmo tutti presidenti. Allora puoi andare anche tu, visto che serve solo fortuna no?? Poi sei anche disinformato al massimo, visto che e andato via da bologna perche gli dovevano soldi, e mi sembra che alla fine se li è fatti dare, il tribunale di bologna farà quello che vuole, poi se andrà via, i sognatori come te avranno una bella cordata rana/ calzedonia/ veronesi, e vedrai che staranno lì sicuramente x perderci, perchè sono di verona, e l importante è fare contenti quelli come te, il popolo dell hellas

Rispondi
Martino

Cetin è andato via in prestito secco perché si è svalutato vertiginosamente in due stagioni, mentre la Roma l’ha ipervalutato più di 7 milioni di euro. Dove vedi qualcosa di positivo nelle operazioni legate al difensore turco?? Io ho fiducia nelle capacità di D’Amico, ma il paron è il giostraio, uno che a gennaio 2020 andava a Milano, Firenze e Napoli freneticamente per piazzare i 3 calciatori che stavano rendendo di più.

Rispondi
Martino

Io non scrivo più un’ostia proprio perché ormai l’obiettività ha lasciato anche queste sponde da un pezzo. Bastavano già gli agiografi di corte a scrivere con una frequenza che rasenta l’isteria senza che il paron de casa fomentasse le loro lingue felpate. Il dirigente di un club invischiato nella lotta salvezza, per quando con maggiori possibilità di successo rispetto ad altri, che si elargisce emolumenti pari a quelli di manager dep Chelsea o del Liverpool, è un’aberrazione che si vede raramente. Di solito queste cafonate alla marchese del Grillo si vedono in Colombia, in Messico o in Brasile.

Rispondi
Andrea

Perchè secondo te, lotito che dichiara 600 mila euro di compenso, o agnelli 400 mila, dicono la verità..dai, fammi un piacere, fai sempre del populismo spicciolo

Rispondi
Andrea

Ah, tu che criticavi i prestiti secchi, tipo pessina, adesso che lo facciamo noi non ti va bene. Intanto per 6 mesi non lo paghiamo, poi bisogna anche vedere se è secco o oneroso

alessio caporali

…sicuramente Setti non era così buffone (sicuramente lo è stato nelle due retrocessioni vergognose) e non è diventato un dio adesso….
non capisco perchè c’è sempre questa ricerca di enfatizzare ogni cosa o è tutto bianco o è tutto nero…. forse c’è pure la via di mezzo…

Rispondi
NIKE

Magnani è un difensore forte, ma in serie A non potrà mai essere un titolare, ormai lo ha dimostrato nel corso degli anni, non è affidabile per un intero campionato sia per mancanza di concentrazione(fa una partita da Dio e altre tre da scarafon) sia perchè, per struttura fisica possente incorre spesso in infortuni.
La prova è la sua carriera fin quà npn riscattato dalla Juve per 12 milioni ha giocato poi poco nel Sassuolo,sua squadra di appartenenza, dirottato in serie B a Brescia è stato quasi sempre in panchina e così successivamente ritornando al Sassuolo. A verona si sono ripetuti gli stessi episodi, nè Juric, nè Di Francesco nè tantomeno Tudor lo vedevano come titolare. Per cui la cifra di 4,5 milioni per il riscatto da parte della Samp è un’affare da non farsi scappare eccopercchè ceduto subito, noi per riscattarlo abbiamo versato 4 milioni al Sassuolo per cui chi vuole intendere intende

Rispondi
Martino

Si ma zughemo diman e no ghemo mia un sostituto. Probabilmente questi erano gli accordi dello scambio con Depaoli. Solo che Magnani è un centrale di ruolo, mentre Depaoli lo puoi adattare. Magnani non sarà un fenomeno, ma l’anno scorso ha sempre fatto meglio di Gunter, che gioca sempre anche se con i suoi errori ha condizionato almeno 4 partite solo quest’anno…e voglio essere magnani-mo, perché non conto errori veniali di posizionamento.

Rispondi
NIKE

Per me anche Gunter sarebbe da mandar via se non adesso, per non smantellare troppo la difesa, ma l’anno prossimo

Rispondi
Martino

Andrea, se io faccio populismo spiccio, tu fai elitarismo gretto. Le tue levate di scudi par el paron sono stravaganti manifestazioni di servilismo. Lo capisci che non puoi calunniare altri presidenti di serie a per legittimare le cifre stratosferiche che si elargisce Setti? Capisci che se queste sono le argomentazioni che porti, allora vale qualsiasi cosa? Io potrei dirti serenamente “ma davvero credi che Setti non abbia preso premi di valorizzazione per Pessina o anni fa per Kean? Di sicuro li ha registrati altrove”. Allora atteniamoci ai fatti conosciuti, per cortesia. Altra cosa…io ero disgustato dalla politica dei prestiti secchi nel 2016/2017, quando arrivavano ciofeche invereconde come Aaron. Non tentare di leggermi nel pensiero e non attribuirmi doglianze che non ho espresso. Se fosse arrivato Nani in prestito secco non mi sarebbe dispiaciuto, viceversa per il prestito secco di un primavera da valorizzare per altri club…un Colley tanto par dir. Si tratta di semplici nessi logico-consequenziali, non di teorie astruse. Mi pare talmente ovvio che mi sento ebete a dover specificare che il presito secco di un calciatore, rispetto a quello di un ragazzino che indossa gli scarpini, è sempre ben gradito.

Rispondi
NIKE

Secondo me il premio di valorizzazione per Pessina fu Bertini preso dalla Primavera Atalanta ed ora è in prestito, e stà facendo bene, al Mantova

Rispondi
Mir/=\ko

Altra vittoria del Torino … E qui c’erano addirittura degli individui che ad inizio stagione ritenevano la rosa dell’Hellas nettamente superiore a quella del Toro, relegando i granata in fondo alla classifica e sperando anche in una debacle dell’ingrato ex mr. Juric. Invece anche oggi vittoria strameritata della squadra di Juric in trasferta su un campo difficile… Vediamo cosa combinerà il Verona in casa del Sassuolo, ma una cosa è certa: con Juric in panchina non avremmo certo fatto quella indegna figura al Bentegodi con la Salernitana! E mentre Juric consolida in Torino in classifica, a Verona si fanno ancora sperimentazioni in stile Fabio Grosso. Vediamo che sorpresa ci riserva Tudor domani…

Rispondi
Martino

Fra l’altro mi sembra impossibile che tu non riesca a capire che Setti ha bisogno del Verona per mantenere un certo tenore di vita e garantirlo anche alle generazioni future che portano il suo cognome, mentre Agnelli, anche senza l’onorario della Juve, può comprare il carpigiano, infilargli una lampadina nel retto e metterlo sul comodino come abat jour.

Rispondi
Andrea

Certo, tu preferisci nani, che ha 35 anni mi pare, ad uno di prospettiva di 20 anni, che non sai neanche con che formula arriva, se arriva. Sai perche Miranchuk non lo chiude l hellas?? Perche sartori vuole l obbligo di riscatto ad una cifra spropositata, e allora??? Fai solo demagogia, profetizzi sventure che non ci sono, tribunali, approfittamenti, secondo te lotito nol se mete in berta 10 ml all anno sottobanco, secondo te l unico ladro l è setti..dai, vivi sulle nuvole. Ti ripeto, l hellas al momento è di setti, fatti una bella cordata e prendilo tu insieme agli altri, io non critico tanto per, e il torino oggi, detto da altri, mirko, il disfattista di turno, nel secondo tempo poteva prendere 2 peri sicuri, se quagliarella non sbaglia un gol fatto, quindi i conti si fanno alla fine, o volevate fares a fare il centravanti?? Dai, par carità

Rispondi
Martino

Ma quale demagogia, suvvia, non utilizzare termini a sproposito. Nani è un calciatore vero, a differenza di altre pippe clamorose transitate a Verona quando avremmo già avuto (teoricamente) capitali da investire per il bene del club. Quando arrivò Toni trentacinquenne ero contento…quando arrivò Rabusic no. Ci siamo? Pedro a 33 anni è l’unico della Lazio che tien botta da settembre. Calciatori veri vs bocia da lanciare per altri club…vedi la differenza? Un trentacinquenne integro può essere determinante per la salvezza, mentre un ventenne si mette in mostra con qualche bella giocata, altrimenti giocherebbe nel Borussia o nel Barcellona. E poi Mirancoso li…ma chi ca**o lo vuole?? Chi lo invoca? Te lo chiedo un’altra volta. Puoi evitare di interpretare il mio pensiero leggendo i tarocchi? Grazie!

Rispondi
Andrea

Di toni ce ne sono pochi, e di 35enni che determinano, a meno che non sia ronaldo. C e giovane e giovane, marchizza ha 23 anni, ma ha gia esperienza, veloso lo vedi che è calato, se vuoi costruiamo una squadra di vecchietti talentuosi, questo è consolidamento. Miranchuk no te lo conosi…brao, qua el ta segna me par

Rispondi
Tex67

Che palle sentire i tifosi parlare di bilanci, plusvalenze e valutazioni dei giocatori.
Dovremmo tutti limitarci a fare i tifosi, a parlare di calcio giocato.
Confrontarci sul fatto che la squadra giochi bene o male, se l’allenatore valorizza con il proprio modulo i giocatori in rosa, ect . Personaggi come Setti in particolare hanno rovinato tutto questo. Mise subito le cose in chiaro al suo arrivo, se lo ricordate, asserendo che i tifosi del Verona erano come tutti gli altri. Un appiattimento totale quindi, con successive svendite costanti di qualsiasi giocatore appena degno di tale nome fu il seguito. Appena un ragazzo della primavera fa’ due partite in prima squadra subito viene venduto, per plusvalenza e perché i tifosi capiscano che il calcio deve essere solo business. Non ci deve essere spirito di appartenenza. Si deve ridurre tutto a generare profitto. Penso che ogni tifoso gialloblù che abbia un minimo di materia grigia sappia dove vanno a finire ste’ benedette plusvalenze.
Non si sta’ qui a sindacare se Magnani o tutti gli altri siano più o meno forti di tizio e Caio. È il momento e il modo che sono sbagliati. Io sono tifoso dell’Hellas e non di un affarista. Questo non e’ più calcio. Troppi soldi che circolano e l’hanno capito tutti buttandovisi a capofitto. Tranquillizzo Andrea: non ti preoccupare per il filantropo. Se l’Hellas dovesse fallire ci rimetteremmo solo noialtri. Non certo lui. E’ un po’ come i crack degli istituti bancari: ci rimettono solo i correntisti… E poi, eventualmente, ne risponde quella società in Lussemburgo…”balle spaziali” mi pare l’avessero denominata così. E da lì capisci quanta paura ha certa gente delle Leggi e quanto poco rispetto porti verso noi, poveri tifosi illusi.

Rispondi
Tex67

Ciao Mirko. Ogni tanto devo fare riposare il fegato. Mi indispone sempre leggere che ci sono tanti esserini non pensanti ma sempre proni e pronti a leccare il deretano all’anticristo .. paperinix67@gmail.com

Rispondi
Andrea

Mi son tranquillissimo, e seto parchè?? Vedoo una squadta che ha fatto un bel girone d andata, battuto roma lazio rubentus, che gioca bene, tanto mi basta. Prima fai l elogio dei tribunali, poi cambi discorso parlando di calcio giocato. Mettiti daccordo, e ricordati che tu, se l hellas va male, non ci rimetti un euro, campedelli docet

Rispondi
Andrea

E vaghe pian con gli insulti, esserini pronti a leccare il deretano tienilo per te, siete solo degli ingenui se pensate che setti si levi piu di tutti, ma potete dire quello che volete, da tastiera, da divano, o pendolino in mano con l avvocato

Rispondi
Andrea

No sta far tanto el furbo, sai benissimo cosa hai scritto, sei qui per provocare, con me caschi male, disfattista

Stefano

Periodo de straca, no ghè pi niente da dir al di là de l’ultima stupida sconfita, qua le robe le va a rilento e alora el paron de casa el s’ha inventa’ un titolo par atirar comenti. E come pegore tanti i ghè casche’, tra l’altro tirando fora sempre i soliti discorsi che i stufa anca i morti. Tipo le parole de Pechia che nonostante tuto el tempo pasa’, le g’ha ancora da esar capie. E sì che no ghe volarea mia tanto. Qualche d’un el ghera fin arriva’ a spiegarlo. Oviamente invano.
Va beh, alà, bona continuasion…

Rispondi
Tex67

Caro Stefano, non potevo omettere.., Perdonami. Che Vighini faccia il suo mestiere è cosa ovvia. Siamo tutti abbastanza adulti, credo, per capire le cose. Ma Vighini con questo articolo prende una posizione, si schiera nettamente a favore della proprietà. Il tempo dirà chi aveva ragione. E io non dimentico come invece mi pare abbiano fatto molti tifosi dopo le ultime 2/3 stagioni. Riprendendo le tue parole, direi che “pecoroni” sono semmai quei pseudo/tifosi che in cambio di qualche campionato di “A” si turano il naso e, più o meno velatamente (vero Stefano?) si schierano dalla parte di un affarista che tutto è tranne che trasparente e amante dei nostri colori. Pegoroni e banderuole. Su questo siamo d’accordo? Tante buone cose

Rispondi
Stefano

Dato che no g’ho oia de tornar a parlar de ‘sta farsa, digo l’ultima parché te te la meriti e dopo sero. Perché a partecipar a alimentar ‘sta faccenda me pararea de esar semo dal bon. Dir che qualsiasi sogeto che gira nel mondo del balon l’è un santo l’è na cagada. 2. Dir che con Seti, dati ala man, el Verona l’ha fato mal considerando la so storia l’è na cagada. 3. Vighini el fa el so laoro cioè tentar de mantegner viva la so pagina. Che el le fasa en ‘sta maniera, no, grassie, no me interesa. 4. Le vicende giudisiarie fin deso i ha prodoto zero risultati a sfavor de Seti, e el Verona l’è vivo e vegeto. A diferensa de altri. E lu el ghè da 10 ani. Che za l’è un periodo de tempo significativo. Se un doman la ghe narà mal, mi ghe sarò steso. Finché el ghè, de sicuro no me meto mia a pianzer parché i ha dato via uno che no zuga mia na stimana prima che ghe ne riva un altro pi forte ne un anata ndo te si praticamente sa salvo. Dai, sen seri. E adeso sero dal bon, e ve prego de no tirarme par la camisa parché ho sa perso masa tempo par niente. A tra tanto, forse.

Martino

Quanto tempo caro Tex! Sono lieto di leggerti nuovamente. Sono l’utente che si firmava 88 parecchi anni or sono. Ciao!

Rispondi
Tex67

Mi ricordo di te. Eccome. Speravo che fossero cresciute nuove leve e invece sono sempre quelli a preferire la legalità a qualche campionato di A. Ho lasciato la mail. Scrivimi ché mi fa piacere. Fondiamo una loggia antisettiana! Ahahahah

Rispondi
Martino

Qualcuno ci sarà, ma probabilmente evita di intervenire constatando l’accanimento e la solerzia che caratterizzano la claque del carpigiano. Il buon senso c’è, ma se ne sta nascosto per paura del senso comune. Con piacere ti scriverò quando sarò meno imbagolato. Non è un periodo idilliaco. Intanto salvo la mail. Buona serata!

Rispondi
Mir/=\ko

Le voci di mercato parlano di un giovanissimo talento Olandese che gioca in Inghilterra. Scusate: io per dire, troverei sbagliato sostituire Magnani con una scommessa pura, giovanissima e senza alcuna esperienza di serie A, per giunta proveniente dall’under 23 del Chelsea e non esattamente dalla Premier, come qualcuno sostiene. Magnani non è affidabilissimo, per carità, visto che alterna prestazioni sontuose in marcatura sui top players del campionato a prestazioni modeste. Ma questo Xavier Mbuyamba altro non può essere che un azzardo. Marchizza è una buona mossa, Depaoli è anch’esso una scommessa, poiché è un giocatore tutto da ricostruire e rilanciare e adesso spunta una ennesima scommessa, peraltro senza un minimo straccio di esperienza. Io onestamente mi aspettavo gente alla Stryger Larsen o alla Mitchell Dijks per fare dei nomi accostati al mercato dell’Hellas. Mi aspettavo insomma un giocatore di esperienza e qualità in difesa e non il solito tentativo di raggranellare l’ennesima plusvalenza. Se cedi l’incostante Magnani, devi sostituirlo con uno decisamente più affidabile. FANTASCIENZA!!

Rispondi
PAOLO ZANETTI

L’incostanza di Magnani è una bufala pura. Di tutto quelli che ha marcato a uomo solo Lapadula gli ha segnato e se togli il pasticcio di Torino non aveva mai fatto errori decisivi. In oltre 40 presenze. Guardiamo i fatti e non le etichette per favore

Rispondi
Martino

Mirko, è tutta una farsa. Avevano assicurato che non sarebbe partito nessuno in questa finestra di mercato, che il Verona non ha la necessità di vendere nessuno. Adesso vendono l’unico vero marcatore oltre a Dawidowicz per 4,5 milioni, realizzando una plusvalenza di appena 500.000 euro. A parte l’espulsione contro il Torino, Magnani ha giocato bene anche quest’anno quando è stato chiamato in causa. Dipiù: è stato determinante nella storica rimonda del derby contro i gran signori di sta minc**a. Ma non fa niente…va sempre tutto bene. Magnani non ci serviva, non siamo in emergenza, Gunter, capitano in pectore, difende meglio…che ridere!

Rispondi
Tex67

Caro Andrea, mi spieghi quando avrei parlato di Tribunali? Non avrei nessun problema a farlo, ma non l’ho fatto. Troppa foga nel difendere la proprietà, Andrea. Come canta Vasco Rossi: ‘non voglio mica dire che sia malafede, per carità, però …però qui c’è qualcosa che non và!!!”. Ahahahah Non te la prendere! Salutami Maurizio, quando vai in sede. Un caloroso abbraccio

Rispondi
Andrea

Quello che non va è che volete fare i presidenti e fare i conti nelle tasche degli altri. Ti dirò di più. Il.povero conte, se non fosse stato acclamato, ne guadagnava in salute ed in soldi, per questo nessun veronese compra l hellas, ma tu cercati uno a dubai, o il nigeriano dello spezia, o cellino, gente onesta e perbene, domani se vinciamo tu non ci sarai, tu e gli altri compagnucci, ti roderà forte

Rispondi
Andrea

Se te vol te porto anca na scatola de toscani, dopo se te li fumi o te li dopari in altra maniera, caxi toi

Rispondi
Martino

Dici che il Vigo sia come Saulo di Tarso? Da persecutore dei cristiani a persecutore dei pagani? Per me era solo stufo di leggere gli insulti dei tifoSetti

Rispondi
Martino

Andrea, io sono un tifoso dell’Hellas Verona, a differenza del tuo presidente che è tifoso della ladrona. Mettitelo bene in testa, perché non sono certo che tu abbia capito quali siano le mie aspirazioni da tifoso. Il tuo servilismo mi fa tenerezza. Inutile poi che fai proprio a me lo stucchevole discorsetto da pajassi “comprelo ti el Verona”. Il tuo beloved alla mia età vendeva ancora gli scampoli al mercà de Carpi.

Rispondi
Andrea

Non è un caso che tu salti fuori sempre quando c è da criticare, le tue aspirazioni da tifoso hanno portato presidenti alla disfatta economica, mettitelo in testa. Fai solo discorsi vecchi e stantii, il servilismo e una cosa, riconoscere anche i meriti delle persone è un altra. Il discorso ” comprelo ti l hellas “, non ha niente di banale, e una affermazione per significare che siamo tutti bravi a parlare, ma a fare è diverso. Ti ripeto, non sai neanche quali possono essere i costi di una società, se non sai niente, non parlare, hai detto che prende 500mila euro di magnani, ma se lo riscattano, e x ora, mi risulta un prestito. Che poi tu pensi che setti sia quello che si leva di piu, è da bambini dell asilo. Ti ripeto, qui tutti vogliamo il bene della squadra, ma sparare sempre a zero ormai per voi e una moda, neanche fossimo ultimi in classifica. Ridurre una presidenza a discorso di fortuna, il lavoro degli altri al marcà degli scampoli, e un discorso da bambini, elencami quali sono i costi della società, verona col cuore afferma ci sia un utile di 1 ml e mezzo, per voi ha fatto utili per 30/40 ml minimo. Allora, mettiamoci daccordo. O i conti e le accuse le giustifichi con i numeri, oppure sono aria fritta, il mercato chiude a fine gennaio, voi sapete gia che sará una disfatta, via magnani è serie b, via zaccagni è la disfatta totale, via silvestri, arriva il niente. I numeri ti danno torto, la guardia di finanza non si vede, acquirenti neanche. Io sono un realista, le chiacchiere stanno a zero, ti tocca tenerti questo al momento, e sta accorto, potrebbe anche arrivarti un cannella, un cellino, allora magari setti lo rimpiangerai

Rispondi
Andrea

E un altra cosa ti dico: io non sono un tifo/setti, io andavo allo stadio quando a te crescevano i denti da latte, e questo te lo posso assicurare. Lo spregiativo che adoperi mi fa un baffo, c era garonzi che stava in a per 12 anni, setti ci sta tenendo abbastanza stabilmente, se vende qualcuno fa quello che fanno tutti, vedi atalanta, che ha venduto di tutto e di più, quindi niente di scandaloso, chiampan si e bruciato perche la tifoseria non voleva che vendesse i pezzi migliori, setti, x fortuna, non e schiavo della tifoseria, ed è per questo che andiamo avanti bene

Rispondi
Tex67

I sigari li ha presi tutti tua sorella. Non so’ che uso ne faccia ma è di là e la sento gemere.

Rispondi
Andrea

Bravo, bella risposta, credi non abbia capito che sei qui per provocare. Non ho sorelle, quindi ti è andata male, comunque dille a me le cose, visto che insulti a destra e a manca, ha detto bene Stefano, non vado in polemica, daltronde sei qui x questo, tu e i tuoi compagni di merende

Tex67

Ave, morituro. Perirai nella geenna, per aver indotto, con le tue balorde convinzioni, tanti filantropi sul lastrico. Ahahahah

Rispondi
Andrea

Comunque, se ti azzardi a tirare in ballo la mia famiglia, sta tranquillo che vengo personalmente e ti metto tutta la scatola in qlo, e poi li accendo anche. Scommettiamo???

Rispondi
Luca

Non condivido nemmeno una sola solitaria parola di questo articolo.
Ma manco una sillaba proprio.
Detto questo sempre Forza Hellas

Rispondi
Leo

Vabbè dai, post finito a bottane e clic alle stelle. Very good.
Del Verona si è parlato, al solito, meno di zero.
Ci vediamo al prossimo post, sperando di far festa (sempre interessi a qualcuno)

Rispondi
Andrea

Caro Vighini, il tuo obbiettivo l hai raggiunto, adesso magari invece di parlare di quello che si è autoelargito setti, e visto che guadagna milionate secondo tanti, fai un bel post sui debiti hellas, con banche, etc etc, poi capiremo anche perchè barak va via sicuro, insieme con casale magari, visto anche che con tutti i soldi dei diritti stare in serie a e guadagnare è uno scherzo. Magari tanta gente qui si ricrederà che un conto sono le ciacole, altro tenere a posto i conti

Rispondi
ziga

Che dire… me sembra le discussioni tra i vax contro i no-vax. Ognuno resta fermissimo sulle sue posizioni. Le mie le conoscete: sono quelle di Tex, Martino, Mirko ecc.. Una cosa è sicura: setti è riuscito a dividere la tifoseria, e questo gli torna a suo vantaggio!

Rispondi
Leo

Mirko cosa mi dici delle 4 pere portate a Sassuolo?
Attendo con ansia una tua dichiarazione sai? Ma con ansia…..
Attendo anche un commento degli altri che non scrivono MAI quando le cose vanno bene.
Grazie. 🙂

Rispondi
Enrico Marchesini

Barak torna a segnare, Tameze a sgasare e caprari a fare il caprari. Il Verona torna a vincere e i Rensi tornano nelle loro tane, a manifestare al tribunale di Bologna e a tifare Torino.
E io torno a dire che mi sto divertendo, da un bel po’.

Rispondi
Leo

Orgasmi per l’hellas che vola in classifica e per la manica di sfollati che ora per un pó sparirà (fino alla prossima sconfitta almeno, dai) 😅
E i gà coraio de farghe le pulci alla società….

Rispondi
Leo

Sempre per te, caro Mirko: siamo ad 1 punto dal tuo Torino, te ne sei accorto?
Quel Torino che in trasferta, in 10, abbiamo dominato dando al tuo ex vate lezioni di calcio e perdendo solo perchè il calcio è tutto fuorchè giusto.
Ora cerca di metabolizzare il fatto che oggi abbiamo vinto, ti rifarai forse venerdì col Bologna? Mah… 🙂

Rispondi
Andrea

Ma quelli saltano fuori solo per criticare, quello che mi dà piu fastidio è che vivono nel mondo dei sogni, pensano che setti possa fare i miracoli, non perdono mai tempo nel criticare, vogliono il fallimento dell hellas a bologna, ti dicono che è meglio comprare nani a 35 anni, che non uno di prospettiva di 23 . Adesso i vari mirko, martino, i multinick capaci solo di offendere e poi gli devi rispondere, sono là che rosicano, per loro perdere è goduria. Tudor ha un gioco diversissimo da juric , il torino ha vinto 2 a 1, ma e squadra che non entusiasma, vuoi mettere il gioco di oggi, le occasioni create, forza tudor, forza setti, longega oggi ha detto che niente gli frega se si destina anche 10 ml, si vede che e rinsavito anche lui in settimana. Grande hellas, abbasso le grole che volano sempre basse

Rispondi
Martino

Io ti ho detto che è meglio ingaggiare un prestito secco di ottimo livello piuttosto che valorizzare un ventenne primavera per altri club. Ti chiedo cortesemente di non distorcere i miei commenti. Secondo te è meglio un U23 sconosciuto del Chelsea rispetto a Nani qualora fosse integro?? Per me non capisci assolutamente nulla di pallone. Se prendi un calciatore a gennaio o ne prendi uno completamente formato dal punto di vista tattico e tecnico, oppure gli esperimenti li fai ad agosto/settembre. Questa non è la play station, ma la realtà. Nella realtà un calciatorino di 20 anni, indisciplinato, con poca esperienza, lo devi sgrezzare con un periodo di formazione lungo una stagione. Ti ripeto che il Verona non può accedere a profili di 20 anni che butti nella mischia già pronti e potenzialmente determinati. Haaland gioca nel modello Borussia, non nel Verona. Adesso inizia pure il tuo botta e risposta con i 3/4 nickname che hai creato. Forza Verona!!! Che si tenga il Mantova Setticemia.

Rispondi
Andrea

A parte che non ho creato nessun nickname, caro 88, kumbulla secondo te quanti anni aveva, o casale, meno male che ne capisci tu di pallone, dai fame un piaser, uno che spara a zero su una società che sta facendo bene, che paventa sventure immani, oggi sei stato pagato bene, come i tuoi amici, caro 88, lovato quanti anni ha?? Eppure l atalanta lo ha preso, e hai guadagnato bene, pandur quanti anni ha? Lo devi sgrezzare?? Nani oggi ha fatto 2 passaggi, corricchia x il campo, gli altri vanno al doppio, ti lascio nani e mi prendo subito okereke. Dai, lasemo perdar, ti arrampichi sugli specchi. E con questo ti saluto, le tue elucubrazioni hanno stancato, anche perchè ti basi solo su fantasie, e tu saresti quello che capisce di calcio, uno che crede che lotito o agnelli si levino 500mila euro..TOLLO TI L HELLAS

Rispondi
Martino

Okereke sono 3 anni che gioca a buoni livelli, 5 anni che gioca nelle prime squadre e non negli under, ha 24 anni. Parli a vanvera come sempre. Kumbulla lontano da Verona e da Juric si è perso completamente. Lovato ha fatto 3/4 buone partite qui e non mi ha mai impressionato. È salito alla ribalta mediatica e abbiamo felicemente torlupinato la dea. Ora è andato al Cagliari perché in una squadra che lotta per degli obbiettivi non riesce a mettere piede in campo. Lovato giocava solo in emergenza da noi. Anche Kumbulla giocava perché non c’era altro, se hanno overperformato questo lo devi a Juric e a nessun altro. Tu saresti l’esperto?? Quello che giudica Nani dopo qualche minuto in campo? Agnelli, Lotito, ecc…ti ripeto che non puoi argomentare con ipotesi che non puoi verificare. Sei solo un prezzolato di settorello che frigna e batte i pugni per difendere il suo mecenate.

ziga

Andrea, perchè vuoi che tutti comprino il Verona? Se continui così sembra che non ti vada più bene setti; Comprelo ti dai…
P.s. Meno mal che oggi Ilic era indisponile altrimenti avemo visto anche oggi a centrocampo la coppia meraviglia: Ilic e Veloso. Tamezè deve giocare sempre!

Rispondi
Martino

La squadra gira quando girano gli uomini mercato. Casale sempre il migliore in difesa da diverse partite, Barak il migliore sulla trequarti da due anni. Il centrocampo evidentemente non può prescindere da Tameze. Ilic dovrebbe crescere con calma senza essere mandato allo sbaraglio. Magnani è una di quelle cessioni incomprensibili a cui ci ha abituato l’avido e pidocchioso affarista da tanti anni. Oggi comunque ottimo pressing e aggressività sulle seconde palle, ciò che ci è mancato ultimamente.

Rispondi
NIKE

Secondo me la cessione di Magnani è il capolavoro di D’Amico. Riscattato a 3,5 milioni è stato venduto alla Samp a 4,5 milioni. Praticamente un rincalzo e non un titolare sia per continui infortuni che per incostanza nelle sue presenze, così è stato anche nelle altre squadre in cui ha militato.
Il Verona deve dare 4 milioni alla Samp per il riscatto di Caprari. Quindi, a conti fatti, sfido chiunque a dire chi nel cambio ci ha guadagnato di più, tutti avrebbero sottoscritto questo cambio, inoltre il Verona ha portato a casa anche 0,5 milioni

Rispondi
Martino

E ai cari bagattini che infestano questo blog torno a ricordare una cosa, che forse a loro sfugge perché vivono in una campana di vetro. Le vostre posizioni nella vita reale, fra la brava gente che non si cura minimamente di blog e social media, sono da sempre minoritarie. Contestazioni alla società da parte di vari settori, adesivi attaccati ai cartelli di tutta la provincia e altre forme di dissenso organizzato rendono del tutto evidente il vostro isolamento nell’universo gialloblù. Aver eliminato Righi e Barresi non può riabilitare un personaggio che si è macchiato di appropriazione indebita corrispondente a 6,5 milioni di euro per salvare le aziende extracalcistiche in dissesto.

Rispondi
Andrea

Curati, ma va da uno bravo, sei tu e i tuoi amici che infestate, non siete neanche capaci di godervi una vottoria, bagattino sarai tu, pusillanime, e tu saresti un tifoso??? Ti commenti da solo, tu e tuoi accoliti, ne avete rovinati di presidenti, per fortuna la maggioranza non la pensa come voi, setti e il secondo per anni in serie a dopo garonzi, vai pure ad attaccare le figurine x strada, ma attaccale a venezia, con nani in laguna, i fatti ti danmo sempre torto e stai sempre a contestare. Ma finiscila, metetela via, c e setti, a me ed altri va bene, ma non perche siamo asserviti al padrone, ma perchè sta lavorando bene, oggi si e vinto senza magnani, contento???rosega rosega…

Rispondi
Martino

Io non infesto proprio nulla, sei tu che da mesi scrivi incessantemente e lecchi il deretano a un faccendiere che campa grazie a un club che sopravviverà benissimo anche dopo di lui. Non si puó più muovere una critica che compari immediatamente ad attaccare a scrivere boiate senza fine. Ma trombatelo settorello! Faghe una proposta de matrimonio.

Rispondi
Andrea

A proposito di nick se sei onesto, parla col tuo amico tex67, quello si che ne ha caterve qui, il mio mi basta ed avanza, caro 88

Rispondi
Martino

Chi è che avrei rovinato io?? Ma ti no te ghe mia tute le fasine al coerto. Perché continui a scrivere come se sapessi chi sono, cosa penso, cosa ho fatto nella vita, cosa pretendo io da tifoso?? Sono io che ti chiedo di finirla. Io le vittorie me le godo eccome e non devo rendere conto certo a uno scioccherello come te di cosa faccio nelle ore successive a una vittoria del Verona.

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code